Lo sviluppo della potenza aerobica in atleti giovani ... Lo sviluppo della potenza aerobica in atleti

  • View
    213

  • Download
    0

Embed Size (px)

Text of Lo sviluppo della potenza aerobica in atleti giovani ... Lo sviluppo della potenza aerobica in...

Lo sviluppo della potenza

aerobica in atleti giovani:

esperienze di lavoro con

Antonella Palmisano

Padova, 21 febbraio 2015 Patrizio Parcesepe

http://www.fidal.it/upload/gallery/2012/Coppa-del-Mondo-di-marcia-Saransk-2012-giornata-2/colo153.jpg

Premessa

Visione Olistica

o Interdipendenza dei sistemi

o Multilateralit funzionale degli strumenti

o Limitata possibilit di intervento

o cervello gambe cuore

Chi Antonella Palmisano

06 agosto 1991

Mottola (Puglia)

160 cm x 45kg

Fat 9%

Estroversa, altruista, perseverante

Latleta.

Pallavolo

Marcia dal 2003

Oro coppa del mondo juniores 2010

Argento C. E. juniores 2009

Bronzo C. E. promesse 2011/2013

Don Milani Mottola - Fiamme Gialle (2010)

01 settembre 2012

Alta predisposizione al lavoro di

endurance

Tecnica di marcia perfetta

Forte spinta motivazionale

ma

. le medaglie che ho vinto, forse ho avuto culo .

. non riesco a fare pi di un chilometro sotto i 430

P. b. 31 agosto 2012

20 km 1:3427 13/04/12 Pro

10 km 4549 10/04/10 Jun

10000m 46085 21/07/10 Jun

5000m 224959 13/06/09 Pro

3000m i 130791 06/03/10 Jun

Correlazione e perdite di velocit nella norma per un atleta della

sua et

Focus

I. Efficacia del gesto I. Fase neutra troppo accentuata con conseguente

dispersione di energia propulsiva

II. Rapporto frequenza/ampiezza I. 110cm x 3,2p/s = 1:3441 (pre 2012)

II. 110cm x 3,5p/s = 1:2634 (obiettivo 2016)

III. 110cm x 3,77p/s*= 1205 (percorso: 3000m C.I. i. 2015)

III. Alternanza dei processi di carico I. Variabilit & Stabilit

IV. Variazione del compito I. Complicare il semplice

* Rilevamento di Tito Tiberti (Assistente DTO)

Direzione di intervento

Mantenimento dei volumi raggiunti

Meccanica del gesto

Sviluppo della forza specifica

Stretta e continua correlazione di

sviluppo dei processi aerobici

Volumi di lavoro

2013 4228km

11,9 km/all

515 x km

9 gare

112 km gara

2014 4125km

11,8 km/all

512 x km

8 gare

85 km gara

Interventi decisivi

Sviluppo della sensibilit dei propriocettori

Sviluppo delle capacit di coordinazione inter ed intramuscolari

Rinforzo muscolare per settori funzionali

Circuiti di Forza (?) funzionale

Circuiti di rapidit

Mantenimento delle peculiarit di forza nel lavoro specifico

Test 2009 2010 - 2011

0

2

4

6

8

10

12

14

11 Km/h 12 Km/h 12 Km/h 13 Km/h 13 Km/h 14 Km/h 14 Km/h 15 Km/h

Latt

ato

Velocit Km\h

10-apr-09

02-apr-10

13-gen-11

P. b. 31 agosto 2014

20 km 1:2751 03/05/14 Pro

10 km 4250 30/08/14 Jun

10000m 444578 24/03/13 Jun

5000m 22165 06/10/12 Pro

3000m 125363 16/02/13 Pro

Test 2013 2014 - 2015

02 01 01

02

03

05

09

0

2

4

6

8

10

11 Km/h 12 Km/h 12 Km/h 13 Km/h 13 Km/h 14 Km/h 14 Km/h 15 Km/h 15 Km/h 16 Km/h

Latt

ato

Velocit Km\h

06-mar-13

24-mar-14

06-gen-15

Conclusioni

Lincremento del volume di lavoro non stato

influente

Linserimento di mezzi diretti a modificare la

meccanica ha influito sullaspetto condizionale

La continuit e la progressivit del lavoro di

coordinazione inter ed intramuscolare ha

influito notevolmente sulle espressioni di forza

specifica

Per il futuro

Stabilizzare i valori biomeccanici raggiunti

Incrementare la quota intensiva del lavoro

Destabilizzare ed adattare

Mental training (?)

in bocca al lupo a tutti.