Carlo Castagna - Il .probabilmente tre: lo sviluppo della potenza anaerobica, della potenza aerobica

  • View
    215

  • Download
    0

Embed Size (px)

Text of Carlo Castagna - Il .probabilmente tre: lo sviluppo della potenza anaerobica, della potenza aerobica

Anno 6 numero 24 Novembre-Dicembre 2002 Aut. N11 del 25/3/96 - Trib. Ancona Direttore Scientifico Carlo Castagna Info www.teknosport.com

3 La scienza della Repeated Sprint Abilityintervista a David Bishop a cura di Carlo Castagna

10 Velocit Massima Aerobica e test a navettadi Carlo Castagna

14 Limpiego di esercitazioni tecniche per lo sviluppodella prestazione fisica nei giochi sportividi Aaron Coutts

19Analisi dellevoluzione delle qualit fisiche del giocatore dibasket dalle categorie giovanili allalto livello: indicazioniper lallenamentodi Colli R, Manzi V, Mattioli V, Gebbia G.

35 Abstract Velocit e genetica, detraining e prestazione di forza, alzateolimpiche e prestazione, allenamento della forza e della potenza, forza nel Golfa cura della Redazione Scientifica

2

INTERVISTA

In questo numero trovate un utile approfondimento su una delle tematiche piimportanti, spesso decisive, della preparazione fisica negli sport di squadra, quelladella RSA, della capacit di mantenere alti standard di velocit durante tutto ilcorso di un incontro. Oggi, ne sono sicuro, laspetto vincente della maggior partedegli sport perch la RSA una frontiera ancora da scoprire in tutte le sue variabili.Per anni lobiettivo di ogni preparatore e di ogni atleta stato quello di giungere altermine di un incontro con i migliori livelli di efficienza aerobica possibile. E perquesto che dallinizio degli anni Ottanta, abbiamo visto applicare agli sport disquadra sistemi tipici della preparazione atletica. Poi, levoluzione della ricerca edella sua applicazione si spostata sulla personalizzazione della preparazione perogni singolo sport, unendo elementi di tecnica ad elementi di condizionamentofisico aerobico, ampliando quindi le possibilit di effettuare correttamente un gestotecnico sempre pi in avanti nel tempo di un incontro. Oggi, la nuova frontiera diventata questa: raggiunto un buon livello di condizionamento aerobico, la sfidadiventa quella di avere prestazioni di ottima qualit aerobica, unite a un elevato ecostante standard di qualit anaerobica: in pratica ottenere altissimi livelli di sprintdal primo allultimo minuto di gioco. Lintervista a Bishop che trovate subito quisotto, un ottimo punto di partenza per chi si avvicina a queste tematiche: ma soprattutto chi sta gi adottando sistemi di condizionamento allRSA che ne trovergli spunti migliori. Buona lettura.

Giornale di Tecnologia dello Sport e dellAttivit Fisica

Bimestrale - Numero Ventiquattro - Novembre/Dicembre 2002Aut. N11 del 25/3/96 Trib. AnconaQuesto giornale iscritto al Registro degli Operatori dellaComunicazione

Edito da Teknosporting s.r.l.

Direttore Responsabile: Luca Borioni (info@teknosport.com)

Direttore Scientifico: Carlo Castagna (carlocastagna@teknosport.com)

Coordinatore Editoriale: Carlo Santini (carlosantini@teknosport.com)

Progetto Grafico e Impaginazione:Logan W. Patch

Segreteria: Patrizia Giacconi (patriziagiacconi@teknosport.com)

Hanno collaborato a questo numero: D. Bishop, A. Coutts, R. Colli,V.Manzi, V. Mattioli, G. Gebbia

Sito Internet: www.teknosport.com

Webmaster: Davide Taddei (Mc Group - Ancona)

Fotografie: Archivio Teknosport

Sede e Redazione:Via Nenni, 7/A, 60127 Ancona Tel. 0712806504 Fax 0712835596e-mail: info@teknosport.com

Pubblicit Teknosport Giornale e Teknosport.com:Carlo Santini (carlosantini@teknosport.com)

Un numero: Euro 6,00

Abbonamenti: Euro 30,00

Versamenti sul ccp n11764602 int. Teknosporting srl - Ancona

2002 Teknosporting srl

Informiamo i nostri lettori che secondo quanto disposto dallart. 13,comma 1, della legge 675/96 sulla tutela dei dati personali,hanno diritto, in qualsiasi momento e del tutto gratuitamente, diconsultare, far modificare o cancellare i propri dati o semplicementeopporsi al loro trattamento per linvio di materiale promozionale. Talediritto potr essere esercitato semplicemente scrivendo aTeknosporting srl Via Nenni, 7/A 60127 Ancona

di Carlo Santini (carlosantini@teknosport.com)

1 Coordinatore editoriale Teknosport Giornale

Molto veloci, costantemente.

3

INTERVISTA

1 Lettore in Fisiologia dellEsercizio Fisico e dello Sport, School of Human Movement and Exercise Science Universit del Western Australia di Perth, Vice Presidente dellAustralian Association of Exercise and Sport Science (AAESS)

intervista a David Bishop1 a cura di Carlo Castagna

La scienza della Repeated Sprint Ability

I giochi sportivi costituiscono una tipologia di attivit fisica estremamentecomplessa da studiare e questo a causa della loro natura imprevedibile. Infatti nelcorso di un incontro di basket, calcio, rugby, pallamano, hockey o tennis si assistead un succedersi di attivit a varia intensit portate con lintento di condizionareil risultato della partita. Se nella loro globalit (spesa energetica totale) questisport possono considerarsi a prevalenza aerobica invece solitamente attraversoazioni svolte ad alta intensit che si creano quelle perturbazioni che determinanola possibilit di realizzare una marcatura. Si ha quindi che nel corso di un incontroun giocatore deve essere in grado di reiterare azioni di sprint con recupero casuale.La capacit di fornire prestazione di sprint con minimo decremento dellaprestazione massima viene denominata nella letteratura scientifica internazionalecon il termine di Repeated Sprint Ability [RSA]. Questa componente della prestazione sportiva pur essendo di grande interesseper chi si occupa di sport di squadra e giochi sportivi in genere, non stata peril momento studiata a fondo dai ricercatori e quindi molti sono gli aspetti ancoraoscuri della sua natura e del suo sviluppo. Data limportanza e linteresse dellaRSA per il moderno sviluppo della prestazione nei giochi sportivi, abbiamointervistato sullargomento uno dei ricercatori pi geniali e prolifici in questoambito, ovvero il dottor David Bishop attuale vice presidente dellAustralianAssociation of Exercise and Sport Science (AAESS).

TEKNOSPORT: Comincio subito con la domanda pi difficile: che cosa intendi in termini scientificiper RSA?

BISHOP: Repeated Sprint Ability labilit di sprintare, recuperare e quindisprintare ancora. Questa sequenza (sprint-recupero-sprint) pu essere effettuatauna o molte volte. Solitamente la RSA viene indicata come una importantecomponente della preparazione fisica di quegli atleti che competono negli sportdi squadra, nel qual caso la sequenza indicata viene appunto reiterata numerosevolte nel corso di un incontro. Dal punto di vista squisitamente pratico, quegliatleti che sono in possesso di una buona RSA saranno in grado di ripetere azionidi sprint con un minimo scarto rispetto alla loro migliore prestazione, cosa chenon riuscir a coloro in possesso di una scarsa RSA.

Gli sport di squadra sono sempre pi caratterizzati da una attivit intermittentesvolta ad intensit sconosciute non pi tardi di 10 anni fa. Mantenere costante esu livelli di eccellenza la prestazione di gran numero di atleti in una squadrasignifica, di solito, vincere unincontro. Conosciamo pi da vicino i metodi di studioe di lavoro di David Bishop, uno dei maggiori conoscitori di queste dinamiche.

4

INTERVISTA

TEKNOSPORT: Insomma, unattivit dipendente da un numero di variabili piuttosto eterogeneo.Quali sono i parametri oggettivi che la influenzano?

BISHOP: La RSA dipende sia dalla durata degli sprint effettuati che del periododi recupero. Dato che questi due importanti parametri variano in maniera nonstabilita durante gli sport di squadra la RSA risulta, purtroppo, molto difficile dastudiarsi in questo ambito. Comunque attraverso una simulazione di quantoavviene, in media, nel corso di un tipico incontro, relativamente alla duratadello sprint e del successivo recupero, si pu avere una buona idea della naturadella RSA.

TEKNOSPORT: E gli aspetti soggettivi, fisiologici, che influenza possono avere?

BISHOP: Le nostre ricerche ci suggeriscono che tre sono le principalideterminanti della RSA, sebbene sia probabile che ulteriori indagini ne rivelinodelle altre. La prima la potenza anaerobica dellatleta. Infatti atleti in possessodi una elevata potenza anaerobica sono in grado di produrre molto lavoromeccanico nel corso del primo e dei successivi sprint. E comunque vero chequesti atleti esperiscono anche un maggior decremento della potenza nel corsodegli sprint successivi. Questo in genere pu essere causato da una maggiordeplezione delle scorte di PCr o da un maggior accumulo di idrogenioni [H+]oppure da altri meccanismi che si combinano con questi ultimi due. Nei nostristudi abbiamo riscontrato significative correlazioni tra le variazioni di pH e RSA.La seconda componente della RSA risulta essere la condizione aerobicadellatleta. E bene comunque dire che limportanza di questa componente scemacon il crescere del livello del condizionamento aerobico. Ovvero in pratica siverifica lesistenza di pi elevati livelli di correlazione tra condizione aerobica eRSA nei soggetti non allenati, rispetto agli atleti ben allenati. Sebbenelargomento necessiti di maggior approfondimento, io credo che esista una sogliaal di sopra della quale i miglioramenti della condizione aerobica non sianoprobabilmente in grado di promuovere vantaggi alla RSA. La terza importante componente della RSA la capacit tampone. Nei nostristudi abbiamo dimostrato che la RSA in relazione con la capacit tampone eche sia un suo incremento a livello muscolare che del sangue in grado di farmigliorare in maniera significativa la RSA. Ulteriori ricerche sono comunquenecessarie per determinare come la capacit tampone si relazioni alla RSA equale siano le maniere migliori per migliorare la capacit tampone.

TEKNOSPORT: Cosa faresti per