Click here to load reader

L’Eterno e il Tempo tra Michelangelo e MICHELANGELO... · PDF fileMichelangelo Merisi da Caravaggio è per la storia dell’arte uno dei più avvincenti e stimolanti. ... nuove

  • View
    214

  • Download
    0

Embed Size (px)

Text of L’Eterno e il Tempo tra Michelangelo e MICHELANGELO... · PDF fileMichelangelo...

  • Mostra ideata e promossa dalla Fondazione Cassa dei Risparmi di Forl e organizzata da Civitas Srl in collaborazione con il Comune di Forl

    I.P.

    main partners

    offi cial suppliers media partners

    platinum partner

    Forl, Musei San DomenicoPiazza Guido da Montefeltro10 febbraio - 17 giugno 2018

    Direzione generaleGianfranco Brunelli

    Mostra a cura di Antonio PaolucciAndrea Bacchi Daniele BenatiPaola Refi ce Ulisse Tramonti

    Progetto di allestimento a cura di Studio Lucchi e Biserni, ForlWilmotte et Associs, Parigi

    Mostra in collaborazione conFEC Fondo Edifi ci di Culto, RomaMuseo e Real Bosco di Capodimonte, NapoliMusei Vaticani, Citt del VaticanoPolo Museale Emilia Romagna - Pinacoteca Nazionale, Bologna

    Informazioni e prenotazioni mostratel. 199.15.11.34 Riservato gruppi e scuoletel. 0543 [email protected] call centerdal luned al venerd 9.00-18.00sabato 9.00-12.00; chiuso nei festivi

    Alberghi, ospitalit e visite al territorioRomagna Fulltimetel. 0543 37 80 75 - cell. 389 58 24 [email protected]

    Cervia Turismotel 0544 724 [email protected]

    Come arrivare a Forlin auto: autostrada A14 da Bolognae da Rimini, uscita Forl;strada statale n. 9 (via Emilia)in treno: principali collegamenticon il Nord e Sud Italia attraverso le lineeMilano-Bologna-Anconae Milano-Bologna-Firenze-Romawww.trenitalia.com

    Orario di visitada marted a venerd: 9.30-19.00sabato, domenica, giorni festivi: 9.30-20.00La biglietteria chiude unora prima.Luned chiuso. 2, 23 e 30 aprile apertura straordinaria.

    Modalit di visitaLa visita regolamentata da un sistema di fasce orarie. La prenotazione obbligatoria per gruppi e scuole ed consigliata per i singoli

    BigliettiIntero 12,00Ridotto 10,00per gruppi superiori alle 15 unit, minoridi 18 e maggiori di 65 anni, titolari diapposite convenzioni, studenti universitari con tesserino, visitatori con biglietto della mostra I Carracci tra natura e storia di BolognaSpeciale 5,00 per scolaresche delle scuole primarie e secondarie, bambini dai 6 ai 14 anniBiglietto speciale aperto 13,00Visiti la mostra quando vuoi, senza date e senza fasce orarie; puoi regalarlo a chi desideri Biglietto speciale famiglia 25,00valido per lingresso di due adulti e 2 minori (fi no ai 14 anni)Gratuitoper bambini fi no ai 6 anni, un accompagnatore per ogni gruppo, diversamente abili con accompagnatore, due accompagnatori per scolaresca, giornalisti con tesserino, guide turistiche con tesserino

    Il biglietto comprende le radioguide (obbligatorie per i gruppi) e le audioguide (disponibili anche in inglese; versione speciale per bambini)

    Mostra e Musei della cittBiglietto integrato (mostra, Pinacoteca Civica e Palazzo Romagnoli)Intero 14,00Ridotto 12,00

    PrenotazioniIndividuale 1,00Scuole (per studente) 0,50

    Visite guidateGruppi 85,00Visite in lingua 110,00Scuole 55,00

    Laboratori per scuole possibile abbinare alla visita guidata delle classi un laboratorio al costo di 1,00 a studente.Per info: www.mostraeternoeiltempo.it

    La Fondazione Cassa dei Risparmi di Forl, attraverso la vendita dei biglietti della mostra, sosterr i progetti di FABBRICA DEL SORRISO, iniziativa di Mediafriends in favore della ricerca, prevenzione e cura dei tumori infantili.Per maggiori dettagli sui progetti o per donazioni: www.mediafriends.it

    Servizi in mostraAccesso e servizi per disabiliGuardaroba gratuitoCaffetteria - Bookshop

    Uffi cio stampaStudio Esseci di Sergio Campagnolo, Padovatel. 049 66 34 99 www.studioesseci.net

    Servizi di accoglienzaCivita Mostre

    Servizio audioguide e radioguideStart - Service & technology for art

    Sistema di biglietteriaTicketOne

    SorveglianzaFormula Servizi Soc. Coop.

    Catalogo e bookshopSilvana Editoriale

    Appuntamenti in mostraVisite guidate a partire dal 1 marzo, tutti i gioved alle ore 16.30 visita guidata ad aggregazione libera ( 5,00 oltre al biglietto di ingresso).Per info: www.mostraeternoeiltempo.it

    Laboratori per famiglienei week-end di marzo e aprile laboratori didattici per famiglie.Per info: www.mostraeternoeiltempo.it

    DegustazioniIl gusto dellarte. Occasione per gustare i prodotti tipici delle eccellenze enogastronomiche di Romagnaper info: 0543 30 173 - [email protected]

    LEterno e il Tempotra Michelangelo e Caravaggio

    EVENTO COLLEGATO ALLA MOSTRABologna, Pinacoteca NazionaleI Carracci tra natura e storia. Bologna e la Riforma dellArte

    A Bologna il ricercato mondo manierista viene superato dalla Riforma dellAccademia degli Incamminati fondata dai Carracci, attenta allo studio dal vero e a una nuova sensibilit verso la natura. A confronto in Pinacoteca queste due stagioni dellarte, dove le importanti pale daltare prodotte dai cugini Annibale, Ludovico e Agostino svelano il fi orire di una nuova dimensione artistica che crea una svolta defi nitiva nel modo di intendere la pittura. 10 febbraio - 17 giugno 2018via Belle Arti 56, Bolognaaperto da marted a domenica dalle 8.30 alle 19.30www.pinacotecabologna.beniculturali.itIngresso con biglietto ridotto presentandosi con il biglietto della mostra di Forl

    mostra in collaborazione con

    gold partner

    MICH CAR FOLDER PICCOLO RISTAMPA def.indd 1MICH CAR FOLDER PICCOLO RISTAMPA def.indd 1 31/01/18 10:2431/01/18 10:24

  • Tra il Rinascimento e il Barocco. La gran-de mostra al San Domenico di Forl del 2018 mette in scena per la prima volta in maniera compiuta e in un nuovo percorso esposi-tivo il fascino di un secolo compreso tra un super-bo tramonto, lultimo Rinascimento, e un nuovo luministico orizzonte, let barocca.

    Il periodo che intercorre tra il compimento del Giudizio Universale di Michelangelo nella Cappella Sistina (1541) e la breve affermazione a Roma di Michelangelo Merisi da Caravaggio per la storia dellarte uno dei pi avvincenti e stimolanti.

    La pittura della Maniera aveva messo in cam-po le ragioni di unarte per larte, in cui a pre-valere erano il capriccio e la licenza, ovvero una sorta di trasgressione che stesse dentro alla regola: unarte colta, rivolta a una ristretta lite in grado di

    compiacersi del gioco di sottili rimandi ai grandi modelli di Raffaello e di Michelangelo, sentiti come insuperabili.

    A mettere in crisi questo modo di intendere larte era stata la polemica dei riformatori prote-stanti che, contro il lusso della corte pontifi cia, si ri-chiamavano al rigore della Chiesa delle origini. Ma, ancora prima che il Concilio di Trento teorizzasse il valore didattico delle immagini da venerare secondo ci che rappresentano, sventando cos il rischio iconoclasta gli artisti avevano autono-mamente elaborato una nuova fi gurazione in cui le esigenze del racconto prevalessero sullo sfoggio di un virtuosismo fi ne a s stesso.

    Nella stessa Roma si erano per tempo av-vertiti segnali di ritorno a una nuova concen-trazione sul tema del sacro. La vicenda umana e artistica di Michelangelo appare sintomatica se proprio la sua aspirazione a una fi gurazione rigorosa e spogliata di ogni orpello aveva fi nito per attrarre su di s gli strali di quanti vedevano nellessenzialit del nudo unoffesa al decoro. La sua meditazione, compresa da pochi, aveva cos offerto il destro alle polemiche pi feroci, carat-terizzando la malinconica ricerca spirituale dei suoi ultimi anni.

    Gi prima della met del secolo Roma si pro-pone come centro di elaborazione di nuovi per-corsi, di cui la mostra evidenzia la ricca etero-geneit. Paolo III Farnese, che nel 1545 indice il Concilio di Trento, a capo di una vera e propria corte alla stregua di quelle europee. Per lui lavo-rano artisti come El Greco e Giovanni de Vecchi, promotori di una ventata neo-mistica, e architetti come Antonio da Sangallo il Giovane e il Vignola, che mutuando linguaggi dallo studio dellantico elaborano una nuova concezione spaziale.

    Il fervore costruttivo alimenta la richiesta di nuove opere sacre, concepite in ordine a una nuo-va leggibilit e a un diffuso sentimento di piet. E mentre artisti come Girolamo Muziano e Federico Zuccari sapranno farsi interpreti di una narrazione didascalica, nella quale la pittura torna a farsi libro illustrato per gli illetterati, sar Federico Barocci a coniugare, grazie alla riscoperta di Correggio, fer-vore religioso e sentimentalit prebarocca.

    Parallelamente lo scrupolo di attenersi al vero, al verosimile fi nisce per sviluppare una ripresa dellautonomia degli studi storici e di quelli naturalistici. La ricerca scientifi ca e losser-vazione della natura di studiosi come Aldrovandi e Ligozzi forniscono lordito al nuovo, incipiente naturalismo.

    Bologna, seconda capitale dello Stato della Chiesa, sul fi nire del secolo vede fi orire di nuovi sensi terreni la pittura dei Carracci (Ludovico, Annibale e Agostino) alla quale fa da contraltare a Roma larte senza tempo di Pulzone e Valeriano.

    Dalla Lombardia discende Caravaggio. Egli descrive nella sua luce che contorna lombra e che trascorre dagli uomini alle cose, un nuovo, disperato rigore. La sua vocazione pauperista si

    confronta, tra la fi ne del vecchio e laprirsi del nuovo secolo, con il classicismo patetico di Anni-bale Carracci e il dinamismo barocco di Rubens.

    Dallultimo Michelangelo a Caravaggio, le-sposizione forlivese tesse un fi lo estetico di riman-di unici che illustra la nascita dellet moderna. Un percorso unico che mostra capolavori di Raffaello, Rosso Fiorentino, Lorenzo Lotto, Pontormo, Seba stiano del Piombo, Correggio, Bronzino, Vasari, Parmigianino, Daniele da Volterra, El Greco, i Car racci, Barocci, Veronese, Tiziano, Zuccari, Reni e Rubens.

    Tra i due Michelangelo si snoda un percorso culturale innovativo, alla ricerca di un rispecchia-mento tra i v

Search related