Inediti - Gio Ferri

  • View
    222

  • Download
    5

Embed Size (px)

DESCRIPTION

Inediti - Gio Ferri poesie

Text of Inediti - Gio Ferri

  • Gio Ferri

    FELIX DRAMA Inediti

    Poesia 2.0, 2012

  • Titolo: Felix Drama Testi di: Gio Ferri Fonti: inediti Il presente documento non un prodotto editoriale ed da intendersi a scopo illustrativo e senza fini di lucro. Tutti i diritti riservati allautore.

    Poesia 2.0 , 2012

  • Felix Drama Inediti

  • 1.

    1

    concordie spastiche smisurate dibattute forzute e spasmodiche carneali viscerali e astrali innumerano volatili carnasciali smascherano

    tragdi in crmina gaudenti lossessive disossate prorompenti proposte frantumali immanenti suadenti musiche impudiche disdicono

    e deridono sbeffanti ipocrite scarminate prfiche contabili danni e prciti seculi seculorum sforzate sfortune erratiche ere primordiche

    e di storiche distonici precipitano astri e astrologhi prorompono burle magiche e crudelissime intrattenute prolificano in immagini

    in galassie sferzano sforano nature disumane quanto umanistiche e disseccano pasture

    eppur anche quandanche si proiettino e si sproloquino indi

    indefinibili destini sorti distorte incorporali e contorte le sparse spore cantano volatili e ricontano pronubi matricoli connubi rinascenze grmini

    miracole iniziatiche ripartite ai termini le metamorfiche metaforiche metaillogiche forme gioiscono e presto sapprestano danze e novelle

    istanze in vibratili dinamiche darie stanze

  • 2.

    comunque talunque sproposita chiunque ardito un ordito alle cose e le somme si ridonano multiple sordidano sovrapposte imposte di fluide materie

    bio-logiche le irrobuste masse e il forte assito del segno rintreccia rintraccia

    e sforza le energie del tempo sorretto e corretto dai castelli fondanti degli spazi stratosferici calmi e colmi di nulla ma non inani le mani demiurgiche lorde di fango procreativo quantunque manovrano le

    macchinazioni celesti baroccheggianti le rischiose risicabili azioni disumane

    nature mentranche ovunque savviluppano i sensi degli insensati segni che tracciano sconfinati confini rintracciano necessitati destini

    poich rovinano torri babeliche precipitano sparsi belanti greggi mareggiano e smuovono diaclasi irose derive dalle terre emerse oppur sommerse millanni scadono e scandiscono le (in)numerevoli proposte

    le matematiche folli e tematiche dai continenti alle incontinenti stelle vaganti

    galattiche disinfinite ai magini gli abissi i dirupi sensi sconfini inconfidate memorie dimentiche di resti extravaganti

    eppur anche giorno e giorno ora e allora ed ora qui nella menzogna

    istoriata di poetiche si articolano artifici vitali ritmi silenti musiche gaudenti fibrillano le cose le sanguine spropositate risposte e lartificiosa volont tocca i tempi insistiti dei mattini vividi

    quantanche senza giorni

  • 3.

    itto itto* di venatoria meccanicistica dimentica infanzia toys toys sprizzano

    sfrizzano sfrigolano infilzano gioccheggiano fanciullesche battaglie rit rit ritmici sperperi disperano spa spa sparano imprese guerricciole

    sorprese in giochi incomparati raf raf raffiche energetichespasimi svettano saltano ri ri ribaltano ri ri risuonano con fondano gli spazi

    disposti discontri termocoppie saettanti antipodi ludici guerreschi irritano istigano castigano eroici rimpettoliti decoratissimi indecorosi

    strateghi decorativi mostruosi passamanici generaloqui** di cui in qui sgretolano in croste materie sacrificali di strabismi monumentali

    fronzoli raperonzoli idropisie et onfaloscopici manipolano rimordono culatte sparano bordate sbrodolate coprofile filosofiche e stoiche

    von von karl von clausewitz in kinderzimmer sciagurato infanti salacche laserfendenti guerricciole d(im)mondi traccianti supernani disumani bens

    leco stridile di ghigni e pianti sine poena felicite indorate ferrose puerizie bit bit bituminali peltasti general mente digrignasi alle difense pelte

    da sbrodolanti assalti disbracanti arrembaggi

    eppur anche irrequiete risa di tempo in tempo accresce discresce involubilit sopraffante vituperio e larme lassa in commisera larma e larva

    sbozzola e vola allinsanata immoralit della guerra disestetica esultanza***

    *citazione dal romanzo di Edoardo Cacciatore **citazione dai Generali di Enrico Baj

    ***riferimento alla morale della guerra di Karl von Clausewit e allestetica della guerra di Alessandro Baricco

  • 4.*

    curve peaniche agnesiche versiere temporo spazio lumini archi equazie disfrequenze volumetrici pontificali

    allapprendista del sole scarti di ritardi in specchi vetro onanici in principi di cerniera disapparenze allegoriche collidono nellisolante

    dei segni persistenti frazioni dombricole proiette in reggimentale coincidenza tale e quale Yvonne erratum sigillante cera mica

    magdeleine marcata sigillata marcelimpresso squillante rossa lacca destrezza bersaglio in vento di pistoni aerati e sbocci iposolfizzanti et opacit spruzzanti in clich di simulazione smeriglia e olio denudarte

    degli scapoli scapole metriche e screpole ritmiche deboli cilindri martri risibili clici secrezioni osmotiche moule mliques onanismi in poligoni

    concavi fisici mordento vetrioli inestetici o in leitmotiv duna rosa verticalizzata ad(e) frigi de gaudenti caduchi = ad fd gd cd

    ricerca niceron thaumaturgus opticus allorizzonte della pseudosferica misura rilasciata cinquina dei sensuosi sensi usuali rispostata in domanda

    dellirriconoscimento tattile alla forma limite corporale oculistica ocultistica

    precisione cosicch al raggio sollecito del vetro grande my niece is cold because my knees are cold

    eppuranche ci trastulliamo di picabiatici portatermici totemici resti

    marciti morceaux choisis o morceaux moisis motore desiderante ultima parte in ingranaggio lubrco e il direttivo contratto con la sposa

    denudata raffredato ad aria

    *Accumuli perifrastici da Marchand du Sel e altri scritti di Marcel Duchamp

  • 5.

    erratum musico darco muarithmico* paterno athanasius sviola crome biscrome diatoniche enarmoniche comiche silfidi pentagrammatiche

    e pentasintaticche sctali asintetici antiquarie sfuse disinfinite numericociberne et etiche balzano curve dissuase in pentaerranze spaziali stanze poetiche sintetiche

    dinamiche e cromiche fluenti spasmi aritmie in suadenti attonite e atonali (s)chiavi in false relazioni matricaliche monte verdine animala mia

    perdonanza** speranza di speranza violenza lacrimosa alternanza dinnanze baldanze assonanze costanze e danze e devianze distanze in protopoetiche

    istanze priapiche esultanze fregi e dispregi vibroterapici canti cantatrici roncisvallici rolandiche canzones accensione e accelerazione in

    disordine caso riota percorre raso il vuoto aeromoto guarda laccumulo frenetico e ignoto frantoso rimosso rotolo vocalizza frizza e guizza

    samalgama ripiena lassoluto imbuto vortice acuto discresciuto dirupo doluta

    involuta canzone puntuta e aguzza

    eppuranche gruzzula unuzzola disincante lieta qualmente ascosa melodia aulente infine sul disfatto pentagramma ampiezza dun foglio

    (im)maculato e silente felcita dinamica mente entro labirinti integri e avvinti

    dalle energiche sinapsi

    *Padre Athanasius Kircher, Arca Musarithmica (1660) **Claudio Monteverdi, Quarto libro dei Madrigali a 5 voci (1582-1614)

  • 6.

    aritmie svolazzanti disgregano incoscienti favorite fughe oltre la biancastra coltre dei cirri elettrodi saettanti riscrivono la mappa dei cieli che altrettante forme abbaglianti si sperdono fra segno e verbo aeree

    superbo verbunque ogni utilit del percorso al discorso obsoleto e stretto dimprobabile eppur possibile disconoscenza in conoscibile verit dominante e dal nulla sempiterna promettente discacciati radicali in radicati

    genetici progetti intra meta morfsi ri nascite fosforiche e labirintiche allaltre proposte predisposte senza uscita liberazione dei sensi

    lesposizione esplosa delle sensazioni senza tentazioni manieristiche tantoch lessere si dona al fare poiin delle cose improponibili seppur

    recepibili fruibili fruibili al fantasima levissimo libero daffanni limpido di forme disformi euforiche lacerata denudata ciascuna lipemana

    disgiunte e disgelate prepotenti prigionie del tempo nelle proponenti mai sazie

    dismisure spazi ultragalattici asintattici fuor dagli anfratti contratti della stupefazione se ne va la docile confidenza la dinamica astanza

    sesalta folle la discrepanza delle fonologiche ruminanti levit allofferta impareggiabile pretesa e contesa quotidia la vita dipana

    vanit stravolgenti sesalta maniera alta energie acrobatiche utopiche alchimie

    e pur anche lallegrezza del dono concede oltranza confidente dabbandono laddove risale la china ardita sopportata sublimata fatica alle curve de cielo

  • 7.

    simpongono pare mastodontiche forzute invadenze mistricciattole nature voraci pasture metabolica stortura orsuta arsura lunghessa via di paura tuttavia

    qualunque lunatica stella lirride tanto che le togliere la maschera e distoglie

    pretesa astrusa disusa e rivela lanimale animistica persona timida minuscola scosa di posa in posa l fin dove riposa e sposa allintrigante bosco

    note danzanti allombrose muschiose terrestri disarmonie ondulazioni di passo

    in passo circospette recuperata larsura mascherata tuttormai disillusa saggissima ironia vaga in acrbie mane per taluno insane talaltro

    sfuggenti piano piano di piano in piano piane alle crudelissime violenze che spropositano invano ov saggistica allegrezza*

    alcun imperio si d a falsifica fortuna censo sine misura famelica freddolosa ars