Click here to load reader

AT VENERDÌ11FEBBRAIO2011 LASTAMPA Asti ... · PDF file Asti Asti ASTI 14 10 11 10 11 o l. o

  • View
    215

  • Download
    0

Embed Size (px)

Text of AT VENERDÌ11FEBBRAIO2011 LASTAMPA Asti ... · PDF file...

  • Pagina Fisica: LASTAMPA - ASTI - 49 - 11/02/11 - Pag. Logica: LASTAMPA/ASTI/03 - Autore: STECOR - Ora di stampa: 10/02/11 21.43

    Lo ribadisce pi volte:Astigiani, state tranquil-li, il vostro ospedale nonsar toccato. Il tema diquelli di delicati e forte at-

    tualit da queste parti, Roberto Co-ta lo sa bene e per questo insiste. Ar-rivato in anticipo, il presidente dellaRegione trova ad attenderlo una sa-la della Biblioteca affollata: loccasio-ne la presentazione del suo libroDalla parte del popolo, una raccol-ta di articoli pubblicati lo scorso an-no su un giornale locale. Al suo fian-co il deputato Sebastiano Fogliato,accanto c tutta la dirigenza leghi-sta, dallassessore regionale Giovan-na Quaglia, a quelli provinciale e co-munale Cardona e Verrua, e poi laconsigliere regionale Rosanna Vallee il sindaco Giorgio Galvagno (saluta-to con un amichevole Ciao sindaco,sei sempre elegante).

    Il libro solo un pretesto per par-lare per di attualit. Il tema caldo,come detto, la Sanit. Il ComitatoVallebelbo gli consegna (al terminedellincontro) il protocollo dintesafirmato anche dalla Regione che pro-

    gramma la costruzione del nuovoospedale di Nizza. Cota prima ai gior-nalisti aveva assicurato: Non siamoabituati a lasciare le cose a met. Quel-lospedale stato promesso senza pe-r prevedere la copertura finanziariada parte regionale. Sar completato,che cosa ci sar dentro per lo decide-ranno i tecnici, tenendo conto che do-vr operare in un contesto di rete. Erete sembra la parola magica conti-nuamente ripetuta per spiegare la filo-sofia del nuovo piano sanitario. Dice ilgovernatore: Un ospedale non enon pu pi essere unisola, ma deve

    funzionare in rete con le altre struttu-re. Il paziente deve sempre sapere do-ve pu rivolgersi per ogni tipo di pato-logia. Sottolinea che saranno taglia-ti solamente gli sprechi e che lospe-dale di Asti non perder nulla in termi-ni di servizi offerti. Una parola sulleCase della salute o Cap come vengo-no chiamate dal piano sanitario: Iopenso che debbano esistere centri diassistenza territoriale che seguano ilpaziente per tutto ci che non emer-genza o acuzia: la sostanza questa.

    Ma non c solo la Sanit. Cota ri-corda gli interventi messi in atto dal-

    la sua amministrazione nel campodel lavoro e delloccupazione: incen-tivi alloccupazione, defiscalizzazio-ni tanto che oggi il Piemonte al-lavanguardia in Italia per capacitdi attrazione di imprese da fuori: conquesti provvedimenti si sono gi cre-ati 2 mila posti di lavoro. Annunciaun accordo con il ministro Gelminiche porter in Pie-monte 80 milionidi euro da investi-re nella ricerca so-prattutto nel com-parto automoti-ve. Un accenno al-la Fiat: Non solo Mirafiori, ma an-che tutto lindotto, cio migliaia diposti di lavoro. Vogliamo creare lecondizioni perch Fiat non possa piandare via da Torino. Anche per-ch certo, cultura, turismo, enoga-stronomia sono eccellenze, ma laproduzione industriale resta il com-parto trainante per leconomia.

    E ricorda ancora come in Piemon-te non si sia chiusa una sola scuola,grazie agli interventi della Regione afavore delle classi dei piccoli paesi,soprattutto montani. E poi la pro-messa mantenuta: il bonus-beb,che partir da luned. Sono 250 eu-ro per ogni bambino nato dal primogennaio di questanno. Forse sono

    pochi, e me ne scu-so, ma intanto ci so-no, e sono un aiutoconcreto. Altri invi-tavano a venire amorire in Piemon-te, noi diamo aiuti

    a chi fa nascere bambini.Ad attenderlo fuori un piccolo

    gruppo con lo striscione Asti anti-razzista. La serata di Cota finisceal Tacabanda, occasione per cono-scere liniziativa dellalbergo eticososteniuta anche dallassessorato aiservizi sociali del Comune guidatoda Verrua.

    Due anni di blog trasformati inlibro, per raccontare cosa pas-sa per la mente di chi aderisce alPd ma non fa parte di un grandeorganismo dirigente, non nparlamentare n sindaco di unagrandecitt, non un politologon consigliere: sintitola Al la-voro nel Pd. Una fatica nera! ilvolume che Mario Lanfranco,ex amministratore comunale vil-lanovese ed esponente del circo-lo locale del Pd, presenter do-mattina alle 10 nella Confrater-nita dei battuti di Villanova. Alsuo fianco siederanno MassimoFiorio, deputato del Pd, Giorgio

    Quaglia, ex segretario provincialeUil del Vco e Giuseppe Possa, cri-tico letterario, autori di prefazio-ne e postfazione al libro edito daBoopen, disponibile on line. Unafatica nera, il cantiere del Pd: Di-venta difficile a volte essere attivisul territorio quando aderisci aun partito dove magari i vertici li-tigano, mentre tu sei per strada adistribuire volantini, mettendocila faccia per spiegare alle personecosa sta succedendo raccontaLanfranco, 51 anni. Ma ha cercatodi tenersi lontano da questionitroppo astigiane: Ho preferitoraccogliere i miei interventi dal

    2007 a oggi, da quando si inter-rotta la mia attivit in Comune aVillanova, cercando di interpreta-re i fatti nazionali con lo spiritodel Pd, almeno secondo me. Ri-flessioni sul lavoro precario e rifiu-ti, ricordi, articoli di giornale, in-terventi:La storia del Pd lhannogi scritta tutti, nel bene o nel ma-

    le, io non sono un letterato, ma unarchitetto, ho messo gi un po dipensieri, semplicemente. Daitour in camper con i deputati pie-montesi alle divergenze durante icongressi: La passione per la po-litica una malattia difficile da farguarire, anche se spesso d pibatoste che soddisfazioni. [EL. F.]

    IncontroFULVIO LAVINA

    ASTI

    Astigiani state tranquillilospedale non sar toccato

    In breve VILLANOVA. IL LIBRO DI UN MALATO DI POLITICA

    Com faticosa la vitadi un militante del Pd

    Le promesse di Cota sulla sanit. Gli interventi per il lavoro

    VALLE BELBOSar completato

    ma saranno i tecnici a direche cosa ospiter

    Sebastiano Fogliato e il presidente Roberto Cota

    AstiMissione autismoalla Casa del PopoloIDomani alle 20 alla Casadel popolo di via XX Settem-bre, serata dedicata ai pro-blemi dei ragazzi autistici:aperitivo e cena a buffet a 12euro, con i clown dellArtedel sorriso e spettacolo tea-trale (dalle 21,30), liberamen-te ispirato al libro di Diari diBirger Sellin, dal titolo Pri-gioniero di me stesso.

    PalioUn filmsu Tv 2000IDomani alle 22,35 (conseguito gioved 17 alle 20), sa-r trasmesso su TV 2000 undocumentario realizzato dal-

    la Duea film dedicato alla rie-vocazione storica e alla corsadel Palio.

    CisternaSerata dedicataagli innamoratiI Serata dedicata agli inna-morati domani sotto le muradel castello di Cisterna: i Vi-gnaioli cisternesi i propongo-no un appuntamento tra degu-stazioni di Cisterna d'Asti doce buona tavola. Si parte dalle19 alla Bottega del vino di piaz-za Rossino 25 con una degusta-zione di etichette locali, dalle20,30 la cena con menu di SanValentino al ristorante La crusa con la possibilit di per-nottare all'agriturismo Tenu-ta La Pergola. Da prenotare:0141/979.528.

    Il pubblico che ha affollato la biblioteca per lincontro con Cota

    Dal blogal libro

    MarioLanfranco,ex

    amministratorecomunale

    villanoveseedesponente

    delcircololocaledelPd

    VENERD 11 FEBBRAIO 2011 Asti 49LA STAMPA AT

  • Pagina Fisica: LASTAMPA - BIELLA - 49 - 11/02/11 - Pag. Logica: LASTAMPA/BIELLA/03 - Autore: NADMAI - Ora di stampa: 10/02/11 20.13

    DANIELA SANDIGLIANOBIELLA

    La riforma della Sanit volu-ta dalla Regione sta entran-do nella fase operativa: laprossima settimana ci sarun nuovo incontro di Qua-drante da cui dovrebberoemergere le linee-guida diogni Asl. Tra i problemi chei responsabili di settore do-vranno affrontare c quellodel personale: preoccupa ilblocco delle assunzioni e diconseguenza la tenuta deiservizi. La minoranza di cen-trosinistra annuncia batta-glia, sul fronte opposto arri-vano invece rassicurazioni.

    Interviene il commissa-rio Carla Peona: Non ci sa-r alcun blocco nella sostitu-zione del personale medico,infermieristico e sanitario:saranno assicurate le sosti-tuzioni al 50 per cento, magarantendo la continuitdel servizio in genere. Sulnostro territorio tutti gli am-bulatori esistenti continue-ranno ad operare come oraed avr un ulteriore incon-tro con i medici di famiglia ei pediatri di libera scelta peraumentare il loro impegnogi cos importante.

    LAzienda sanitaria biel-lese ha un totale di 1974 di-pendenti (dati 2010) cos

    suddivisi: personale sanitario1310; tecnico 388; professiona-le 9; amministrativo 267. Se-condo le stime dellUfficiopersonale, entro luglio lasce-ranno lAsl per la pensione 40dipendenti (per la maggiorparte del settore sanitario), esolo 20 quindi saranno sosti-tuiti.

    Biella gioca inoltre la parti-ta del nuovo ospedale, cheavr 550 posti: Gli stanzia-

    menti sono certi - dice la dot-toressa Peona - e confermoloperativit nel 2013: il crono-programma verificato co-stantemente dai responsabilie dal direttore amministrati-vo Eugenio Zamperone, maio stessa una volta la settima-na raggiungo il cantiere diPonderano per seguire da vi-cino i lavori. Ad esempio lim-pianto a ventilazione forzata,che deve garantire il ricam-bio dellaria, diverso tra unasala operatoria e le camere didegenza, a buon punto

    Carla Peona si soffermapoi sul futuro del nuovo ospe-

    dale e, in particolare, se potrinserirsi nel Quadrante (conNovara, Vercelli e il VerbanoCusio Ossola) con specialitdi eccellenza: Nessun declas-samento per il nostro ospeda-le: i molti punti di forza perprofessionalit e apparecchia-ture ci devono far diventareleader con capacit attratti-va dalle zone limitrofe e diquesto si sta occupando il di-rettore sanitario Ida Grossi.

    1974i dipendentidella sanit

    cos suddivisi: personalesanitario 1310; tecnico 388;

    professionale 9;amministrativo 267

    Nel 2009, nei laboratori del-lIstituto Tumori di Milano do-ve dirige lUnit operativasemplice di citogenetica mole-colare, la biologa biellese Ga-briella Sozzi, aveva intuitoche la sua ricerca

Search related