Piano dell'offerta formativa 2012-13

  • View
    291

  • Download
    5

Embed Size (px)

Text of Piano dell'offerta formativa 2012-13

  • 1. INDICEPOF 2012-2013PREMESSANatura e scopo del documento Legislazione di riferimento 1. PRESENTAZIONE DELLISTITUTO1.1. il territorio 1.2. le strutture:spazi funzionali presenti nellistituto 1.3. gli alunni 1.4. i docenti 1.5. Organigramma 1.6. le Funzioni Strumentali 1.7. Responsabili di laboratorio 1.8. Referenti 1.9. Dipartimenti 1.10. Coordinatori 1.11. Personale non docente 2. ORGANIZZAZIONE: funzionamento dellIstituto2.1 Calendario scolastico 2.2 Orario scolastico di funzionamento: scuola dellinfanzia scuola primaria scuola secondaria di 1 grado 2.3. Normativa 2.3.1 Regolamento Scuola dellInfanzia 2.3.2 Regolamento Scuola Primaria e Secondaria di 1 grado 2.3.3 Patto Educativo di Corresponsabilit 2.3.4 Vigilanza alunni 2.3.5 Regolamento Organo di Garanzia 2.3.6 Regolamento Laboratorio di Musica 2.3.7 Regolamento Laboratorio di Informatica 2.3.8 Regolamento della Biblioteca 2.4 Assegnazione docenti alle classi/sezioni 2.5 Criteri di formazione delle classi 2.6 Piano delle visite e viaggi distruzione: prospetto gite 3. OFFERTA FORMATIVA3.1 Finalit dellistituto 3.2 Obiettivi formativi generali 3.2.1 scuola dellInfanzia 3.2.2 scuola Primaria 3.2.3 scuola Secondaria di primo grado 3.3 Obiettivi specifici 3.3.1 scuola dellInfanzia 3.3.2 scuola Primaria 3.3.3 scuola Secondaria di primo grado 3.4 Competenze in uscita 3.4.1 Competenze in uscita scuola dellInfanzia 3.4.2 Competenze in uscita scuola Primaria 3.4.3 Competenze in uscita scuola Secondaria di primo grado 3.5 Progetti curriculari trasversali 3.5.1 Progetto dIstituto La legalit va a scuola" 3.5.2 Scoop progetto Giornalino dIstituto 3.5.3 Minori sul territorio

2. 3.6 3.7 3.8 3.9Progetti di ampliamento Accoglienza Continuit e Orientamento dei processi educativi Situazioni di svantaggio: progetto integrazione.4. VERIFICA E VALUTAZIONE 5. AGGIORNAMENTO E FORMAZIONE 6. GENITORI 7. MONITORAGGIO 3. PREMESSA Naturaescopodelldocumento Natura e scopo de documento Il (PIANO DELLOFFERTA FORMATIVA) di durata annuale, elaborato dal Collegio Docenti, attraverso la sua articolazione in gruppi e commissioni, su indicazioni preliminari del Consiglio dIstituto ed approvato da entrambi gli organi. uno strumento che permette alla nostra scuola di rendere trasparente e leggibile ci che fa e con il quale essa assume delle responsabilit nei confronti dei risultati che intende conseguire. Un compito, divenuto sempre pi importante, della scuola e quindi del nostro1 4. Istituto quello di comunicare, in modo chiaro e trasparente, obiettivi, strategie e risultati agli studenti, alle famiglie, all'amministrazione ed agli enti pubblici.La pubblicazione del Piano dell'Offerta Formativa ha come scopo precipuo il miglioramento della produttivit della scuola con un'azione educativa pi aderente e pi rispondente alle esigenze della realt socio economica del territorio. A tal fine i docenti dei tre ordini di scuola in costante ed attivo collegamento si impegnano a costruire, con riguardo agli obiettivi, alle finalit e ai metodi, un percorso formativo unitario che consenta allalunno una formazione umana e culturale completa ed organica. Esso realizzato sulla base delle indicazioni ministeriali ed coerente con gli obiettivi generali ed educativi determinati a livello nazionale e locale. Rappresenta, pertanto, lidentit culturale e progettuale della nostra Istituzione scolastica.2 5. Tiene conto delle innovazioni e dellorganizzazione del primo ciclo di istruzione, delle nuove proposte di carattere pedagogico-didattico contenute nei Documenti Ministeriali di riferimento, nonch delle esigenze del contesto sociale in cui opera. Definisce, in tal modo, le linee-guida e le scelte culturali,educative ed organizzative che caratterizzano la comunit scolastica del nostro Istituto garantendo il diritto alla formazione di ciascun alunno. E' una mappa o itinerario delle decisioni relative alle scelte didattiche e organizzative, perci rappresenta allo stesso tempo un piano previsionale (mappa delle decisioni) e piano esecutivo nel senso che ci che scritto verr eseguito. Il POF , dunque, il documento fondamentale costitutivo dell'identit culturale e progettuale della scuola e raccoglie progetti curriculari ed extracurriculari, che interessano tutti e tre gli ordini di scuola o solo alcuni, che coinvolgono una o pi discipline, che riguardano la didattica e la metodologia tipica del nostro Istituto. Inoltre presenta sia i progetti gi attivati, e che proseguiranno nel corrente anno scolastico, sia quelli proposti allinizio del nuovo, restando sempre compatibili con le risorse territoriali. 3 6. Rappresenta, pertanto, in modo esplicito la progettazione curriculare, extracurriculare, educativa ed organizzativa dellanostrascuola. In sintesi, uno strumento che: chiarisce l'identit dell'Istituto attraverso l'analisi della realt in cui esso opera e la individuazione delle dinamiche sociali esprime le scelte educative, didattiche ed organizzative autonome nell'ambito degli obiettivi generali fissati in ambito nazionale illustra la struttura, lorganizzazione della scuola e le attivit che vi si svolgono presenta tutti i progetti, le attivit e i servizi offerti dall'istituto descrive le azioni di continuit, orientamento, sostegno e recupero corrispondenti alle esigenze degli alunni concretamente rilevate. illustra le modalit e i criteri per la valutazione descrive l'impegno delle diverse parti (insegnanti,studenti, famiglie, personale della scuola) per raggiungere gli obiettivi definiti4 7. Per questo motivo, il documento fondamentale dell'Autonomia.Legiisllaziione dii riiferiimentto Leg s az one d r fer men o Decreto ministeriale n. 47 del 13 giugno 2006 Elevazione sino al 20% dei limiti di flessibilit temporale riservati alle istituzioni scolastiche dei diversi ordini e gradi di scuola ai sensi dellarticolo 8 del Regolamento in materia di autonomia scolastica n. 275/1999 Indicazioni per il curricolo del 31 luglio 2007 Nuovo scenario per la scuola dellInfanzia e per il primo ciclo distruzione D.P.R. 21 novembre 2007 n235 Lo Statuto delle studentesse e degli studenti della scuola secondaria Circolare applicativa 1 agosto 2008 gi condivisa con il Forum nazionale delle associazioni studentesche e dei genitori, relativa alle recenti modifiche dello Statuto delle studentesse e degli studenti. Decreto legge 1 settembre 2008, n. 137 convertito con modificazioni nella Legge 30 ottobre 2008 n. 169 Disposizioni urgenti in materia di istruzione e universit Decreto legge 25 giugno 2008, n.112 (Schema di piano programmatico del Ministero dellIstruzione, dellUniversit e della Ricerca di concerto con il Ministro dellEconomia e delle Finanze), convertito in Legge 6 agosto 2008, n. 133: Schema di regolamento recante Revisione dellassetto ordina mentale, organizzativo e didattico della scuola dellinfanzia e del primo ciclo di istruzione Decreto legge 30 ottobre 2008 n. 169 Disposizioni urgenti in materia distruzione e universit Note prot. 3190 del 12.11.2009 e 3200 del 13.11.2009 LIM Lavagna Interattiva Multimediale: Piano di innovazione digitale della scuola,attraverso il mercato elettronico della Pubblica amministrazione, 14 gennaio 2009 5 8. C.M. n. 10 23 gennaio 2009 . Valutazione degli apprendimenti e del comportamento D.M. n. 5 del 16 gennaio 2009 Valutazione del comportamento D.P.R. 20 marzo 2009 n89 Regolamento D.P.R. 22 giugno 2009 art 14 comma 7 Validit dellanno scolastico Atto dindirizzo 8 settembre 2008 Registrato alla Corte dei Conti il 15 ottobre 2009 Prot. n10873 del 26 ottobre 2009 Iscrizioni a.s. 2010-2011 Legge 8 ottobre 2010 n 170 Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico. DELIBEREELAVORICOLLEGIALI CollegioDocentiunitariodel3settembre2012 CollegioDocentiunitariodel10settembre2012 CollegioDocentiunitariodel17ottobre2012 CollegioDocentiunitariodel6dicembre2012 CommissioneDipartimentaledel46settembre2012 CommissionePOFdel2ottobre2012 CommissionePOFdel20novembre2012 CommissionePOFdel29gennaio2013 Lavoridistudioericercaeffettuatidaidocenti,ingruppoeindividualmente,nelperiodosettembredicembre20126 9. 1. PRESENTAZIONE DELLISTITUTO Denominazione Indirizzo Telefonoefax Codiceistituto Email Sitiweb docenti amministrativi Scuoladellinfanzia 5 Scuoladellinfanzia 120 Dirigentescolastico Collaboratori DSGAISTITUTOCOMPRENSIVOSTATALEPASQUALEMATTEJ ViaPalazzoCondottoSanPietro 077124495/077122745 LTIC812003 @ltic812003@istruzione.it http://www.icmattej.it Personale 71 tecnici 0 5 collaboratoriscolastici 11 Numeroclassi Scuolaprimaria Scuolasecondariadi1grado 6 19 Numeroalunni Scuolaprimaria Scuolasecondariadi1grado 146 448 Prof.ssaMARIAROSAVALENTE Prof.ssaGelsominaNocella Prof.MartaNocella Sig.raAssuntaRossini Plessiscolastici SedecentraleP.Mattej(Sc.primariaesecondaria)ViaPalazzon163SuccursaleGianola(Sc.Infanzia) ViaGianola0771244495 0771720013RicevimentoDirigenteeufficidisegreteria DirigenteScolasticodalun.aven.ore9.0011.00SegreteriaalunniTuttiigiorniore10.0012.00SegreteriadocentiTuttiigiorniore10.0012.00MART.Ore14.3017.30 10. IL CONTESTO1.1 Territorio1.2 Strutture1.3 Alunni1.4 Docenti1.5 Organigramma 1.61.7Funzioni StrumentaliResponsabili dilaboratorio1.8 Referenti1.9 Coordinatori1.10 Personale non docente 11. 1..1 Ill terriitoriio 1 1 I terr tor o Risorse Territoriali Scuola dellInfanzia GianolaScuola primaria I.Calvino- Istituto Alberghiero I.P.S.S.A.R.- Istituto Mater Divinae Gratiae - Chiesa della Madonna delle Grazie -Tenda dellincontro - Campetto sportivo polivalente - Associazione Janus - Associazione GianolaMare - Centro Anziani - Parco regionale di Gianola - Parco de Curtis - Palestre- Stabilimenti balneari Il giardino ancora in fase di allestimento e non risulta al momento delimitato dalla zona /parcheggio interno. Risorse Umane: analisi della situazione iniziale BAMBINI: SEZIONE ASEZIONE BSEZIONE C3 ANNI--------------------------234 ANNI22-------------5 ANNI123TOTALE2323SEZIONE DSEZ