OSTEOPOROSI IN GERIATRIA Azienda Ospedaliera .OSTEOPOROSI IN GERIATRIA Azienda Ospedaliera Sant’Andrea

  • View
    223

  • Download
    0

Embed Size (px)

Text of OSTEOPOROSI IN GERIATRIA Azienda Ospedaliera .OSTEOPOROSI IN GERIATRIA Azienda Ospedaliera...

  • OSTEOPOROSI IN GERIATRIA Azienda Ospedaliera SantAndrea Aula Carlo Urbani Roma, 24 25 - 26 Maggio 2013 VENERDI 24 MAGGIO Ore 9.15 Registrazioni ECM Ore 9.45 Perch Osteoporosi in Geriatria P. Falaschi Ore 10.00 Saluto delle Autorit e dei Presidenti di Associazioni e Societ Scientifiche Geriatriche:

    V. Ziparo (Preside Facolt di Medicina e Psicologia. Sapienza Universit di Roma) R. Maurizi Enrici (Direttore del Dipartimento di Scienze Medico-Chirurgiche e

    Medicina Traslazionale. Sapienza Universit di Roma ) G. Familiari (Presidente Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia) D. A. Ientile (Direttore Sanitario F.F. A.O.U. SantAndrea) R. Bernabei (Italia Longeva) L. Di Cioccio (SIGOT) V. Marigliano (FIMeG) G. Paolisso (SIGG) / N. Ferrara S. Putignano (AGE) M. Trabucchi (AIP)

    Lettura Moderatore: P. Falaschi Ore 10.45 Frailty and the medical management of osteoporosis in old age S. Boonen I SESSIONE Simposio Sarcopenia, Fragilit e Osteoporosi Moderatori: A. Lenzi - G. B. Rini Ore 11.15 Presentazione del problema: G. Isaia Ore 11.30 Fragilit: definizione ed epidemiologia M. Di Bari Ore 11.50 I molteplici meccanismi patogenetici della fragilit A. Martocchia Ore 12.10 Interazioni osso-muscolo P. DAmelio Ore 12.30 La sarcopenia come determinante della fragilit G. Onder Ore 12.50 Osteoporosi e artrosi R. Nuti Ore 13.10 Discussione Ore 13.30 Colazione di lavoro II SESSIONE Simposio Ipovitaminosi D nellinvecchiamento Moderatori: U. Tarantino V. Toscano Ore 14.30 Presentazione del problema: M. Barbagallo Ore 14.45 Ipovitaminosi D: osso e non solo M. Rocchietti March Ore 15.05 Importanza dellIntake di calcio E. A. De Marinis Ore 15.25 La supplementazione nella pratica clinica

  • E. Romagnoli Ore 15.45 Discussione Ore 16.05 Coffee break III SESSIONE Simposio Osteoporosi severa Moderatori: G. Annoni E. DErasmo Ore 16.25 Presentazione del problema: M. L. Brandi Ore 16.40 Definizione di osteoporosi severa S. Gonnelli Ore 17.00 Diagnosi strumentale dellosteoporosi severa V. Ortore Ore 17.20 Osteoporosi maschile S. Migliaccio Ore 17.40 Cost-effectiveness nella terapia dellosteoporosi severa P. Piscitelli Ore 18.00 Discussione Ore 18.20 Conclusioni prima giornata S. Boonen Ore 18.35 Conclusione dei lavori SABATO 25 MAGGIO Ore 08.30 Registrazione ECM Lettura Moderatore: R. Antonelli Incalzi Ore 9.00 The management of the old patient with fracture D. Marsh IV SESSIONE Simposio La Gestione delle fratture vertebrali Moderatori: A. Raco S.M. Zuccaro Ore 9.30 Presentazione del problema: E. Palummeri Ore 9.45 Conseguenze cliniche delle fratture vertebrali L. Tafaro Tavola rotonda su La terapia con tecniche microinvasive Ore 10.05 La Vertebroplastica M. Rossi Ore 10.15 La Cifoplastica G. Trill Ore 10.25 Nuove metodiche C. Capotondi Ore 10.35 Tecniche a confronto G. Trasimeni Ore 10.45 Discussione Ore 11.05 Coffee break V SESSIONE Simposio Terapia medica dell osteoporosi

  • Moderatori: E. Mannarino L. Sinigaglia Ore 11.25 Presentazione del problema: P. Falaschi Ore 11.40 Bisfosfonati N. Napoli Ore 12.00 Dual Action Bone Agents L.G. Dalle Carbonare Ore 12.20 Terapia anabolizzante D. Maugeri Ore 12.40 Inibitori del RANK ligando S. Minisola Ore 13.00 Discussione Ore 13.20 Colazione di lavoro VI SESSIONE Simposio La gestione multidisciplinare della frattura di Femore: il Modello Ortogeriatrico Moderatori: G. Baglio M. L. Lunardelli Ore 14.20 Presentazione del problema: D. Marsh Videoconference with United Kingdom Conductor: D. Marsh F. Martin Ore 14.40 Modelli ortogeriatrici a confronto G. Bellelli Ore 14.55 Iter intraospedaliero I. Indiano Ore 15.10 Gestione della comorbidit G. Pioli Ore 15.25 Problematiche nellattivazione di una Unit di Ortogeriatria C. Ruggiero Ore 15.40 Discussione Ore 16.00 Coffee break VII SESSIONE Simposio La riabilitazione dellanziano Moderatori: C. Francucci V. Saraceni Ore 16.20 Presentazione del problema: L. Panella Ore 16.35 Quale il ruolo dellortopedico? C. DArrigo Ore 16.55 Strategie riabilitative nel paziente osteoporotico M.C. Vulpiani D. Trischitta Ore 17.15 Prevenzione e trattamento riabilitativo delle fratture di femore S. Arioli Ore 17.35 Trattamento estensivo vs intensivo V. Santilli Ore 17.55 Discussione Ore 18.15 Conclusioni seconda giornata D. Marsh Ore 18.30 Chiusura dei lavori

  • DOMENICA 26 MAGGIO Ore 08.30 Registrazione ECM Lettura Moderatore: M. Sfrappini Ore 9.00 La gestione territoriale dellanziano fratturato A. Cester VIII SESSIONE Simposio Limportanza del nursing Moderatori: R. Benvenuto V. Vinicola Ore 9.30 Presentazione del problema: N. Nicoletti Ore 9.45 Videoconference with United Kingdom Conductor: D. Marsh Ore 10.00 La sezione nursing SIGG-Lazio M.E.Batista de Lima Ore 10.10 Il ruolo del nursing durante il ricovero ospedaliero in reparti per acuti C. Giacani Ore 10.30 Il ruolo del nursing nel settore della post-acuzie M. Rebellato Ore 10.50 Discussione Ore 11.10 Coffee break IX SESSIONE Simposio Il ruolo del territorio Moderatori: F. Di Salvo A. Scillitani Ore 11.30 Presentazione del problema: C. Cisari Ore 11.45 Limpegno dell amministrazione regionale V. Mantini Ore 12.05 Il ruolo del geriatra L.J. Dominguez Ore 12.25 La medicina generale C. Cricelli Ore 12.45 Discussione Ore 13.05 Conclusioni terza giornata A. Cester Ore 13.20 Valutazione ECM e conclusione dei lavori CONVEGNO OSTEOPOROSI IN GERIATRIA 24-25-26 Maggio 2013 Dichiarazione del Responsabile Scientifico sul razionale delliniziativa RESPONSABILE SCIENTIFICO Prof. Paolo Falaschi RAZIONALE SCIENTIFICO Losteoporosi una malattia tipica della popolazione geriatrica e si caratterizza per linsorgenza di fratture da fragilit, dovute alla riduzione della massa ed alla compromissione della resistenza ossea. Secondo lOrganizzazione Mondiale della sanit (O.M.S.), losteoporosi un leading health care problem, con un ruolo sempre crescente per il fenomeno dellallungamento della vita media della popolazione generale. Quello che molti studi rilevano che nei Paesi Occidentali le fratture osteoporotiche valutate complessivamente

  • sono pi frequenti dellinfarto del miocardio (IMA), dellictus e del cancro alla mammella ma in particolare tra di esse le fratture di femore (FF) hanno una mortalit annua che supera quella del tumore gastrico e pancreatico. Circa il 25% dei pazienti muore entro un anno dallevento fratturativo e questa percentuale cresce con let. Nonostante le stime epidemiologiche ed economiche si riferiscano per lo pi alle fratture di femore, anche le fratture vertebrali stanno emergendo come un problema clinicamente ed economicamente rilevante e si calcola che due su tre non vengano neanche diagnosticate. A fronte di ci va considerato come losteoporosi possa essere attualmente opportunamente trattata con significativa riduzione del rischio fratturativo, come dimostrato da numerosi studi clinici controllati ampiamente validati. Una volta che la frattura si verificata risulta molto importante una gestione interdisciplinare del problema a causa della peculiare fragilit del paziente anziano. I temi trattati nel corso riguardano la fisiopatologia, la diagnosi e la terapia preventiva dellosteoporosi nellanziano, lipovitaminosi D, lapproccio ortogeriatrico dellanziano con frattura di femore o con fratture vertebrali, il trattamento medico-riabilitativo delle fratture osteoporotiche in et avanzata, limportanza del nursing ed il ruolo del territorio nella gestione del paziente anziano osteoporotico con comorbidit.

    CURRICULA VITAE

    Dr. Alberto Cester

    Medico Chirurgo, Specialista in Geriatria e Fisiatria

    Direttore U.O.A. di Geriatria Sede Ospedaliera di Dolo (VE) Direttore del Dipartimento di Geriatria, LD e Riabilitazione Azienda ULSS 13 Mirano (VE) Responsabile Area Anziani ed UVA/CDC aziendale - ULSS 13 Mirano Studio - Telefono e Fax e 041 5133 293 Segreteria - Telefono 041 5133 358 fax 663

    Cellulare aziendale +393357300754

    E- alberto.cester@ulss13mirano.ven.it

    E- albertocester@hotmail.it

    Cellulare personale +393386591637

    < CURRICULUM > professionale del Dr. Alberto Cester

    Il sottoscritto Dr. Alberto Cester nato ad Adria (RO) il 13-8-1955, residente a Padova

    (CAP 35123) in via G. Carducci 19/A, diploma di Liceo Scientifico conseguito

    allIstituto L. Barbarigo di Padova, nel 1974, laureatosi in Medicina e Chirurgia presso

    l'Universit di Padova il 25-3-1981 col punteggio di 110/110 con una tesi sperimentale

    dal titolo: < Studio delle lipoproteine ad alta densit (HDL) nei pazienti con ischemia

    cerebrale transitoria (TIA) >, derivata da un progetto multicentrico internazionale

    quinquennale del CNR (Progetto ATS/OD 2), Relatore Prof.G.Crepaldi, Correlatore

    Prof.R.Fellin. Abilitatosi all'esercizio della professione nella I sessione 1981, iscritto

    all'Ordine dei Medici Chirurghi di Padova dal 3-6-1981 n. iscrizione 4374,

    Specializzatosi presso la stessa Universit di Padova in "Geriatria e Gerontologia" il 25-

    7-1985 col p