of 36 /36
Istruzioni per l’uso Prima di usare la macchina, leggere per intero le istruzioni per l’uso e accertarsi di averne compreso il contenuto. Italiano 51 55

Istruzioni per l’uso 51 55 - husqvarna.com · Istruzioni per l’uso Prima di usare la macchina, leggere per intero le istruzioni per l’uso e accertarsi di averne compreso il

  • Author
    dangthu

  • View
    216

  • Download
    2

Embed Size (px)

Text of Istruzioni per l’uso 51 55 - husqvarna.com · Istruzioni per l’uso Prima di usare la macchina,...

  • Istruzioni per luso

    Prima di usare la macchina, leggere per intero le istruzioniper luso e accertarsi di averne compreso il contenuto. Italiano

    51 55

  • 2 Italiano

    SIMBOLOGIAI simboli sulla motosega:

    Usare sempre: Elmetto protettivo omologato Protezioni acustiche omologate Occhiali o visiera di protezione

    ATTENZIONE! La motosega pu esserepericolosa.Luso improprio del mezzo pu provocarelesioni anche mortali alloperatore o a terzi.

    Prima di usare la macchina, leggereattentamente e per intero le istruzioni perluso e accertarsi di averne compreso ilcontenuto.

    Il presente prodotto conforme allevigenti direttive CEE.

    I restanti simboli/decalcomanie riguardano particolarirequisiti necessari per ottenere la certificazione inalcuni mercati.

    Simboli nelle istruzioni per luso:

    Il controllo e/o la manutenzione vannoeseguiti a motore spento, con il pulsante diarresto in posizione STOP.

    Utilizzare sempre guanti protettiviomologati.

    E necessario pulire con regolarit.

    Controllo visivo.

    Usare sempre occhiali o visiera diprotezione.

    Emissioni di rumore nellambiente in basealla direttiva della Comunit Europea.Lemissione della macchina indicata alcapitolo Dati tecnici e sulla decalcomania.

  • Italiano 3

    INDICEIndice

    Simbologia ........................................................................ 2Norme di sicurezzaAbbigliamento protettivo .......................................... 4Dispositivi di sicurezza sulla motosega ................... 4

    Controllo, manutenzione e servizio del dispositividi sicurezza della motosega ................................................ 8

    Gruppo di taglio ..................................................... 10Prevenzione del contraccolpo ............................... 16Norme generali di sicurezza.................................. 18Istruzioni generali di lavoro.................................... 19Che cosa ce?

    Che cosa c? .................................................................... 24

    MontaggioMontaggio di lama e catena .............................................. 25

    Operazioni con il carburanteCarburante ......................................................................... 26Rifornimento ...................................................................... 27

    Avviamento e ArrestoAvviamento e Arresto ........................................................ 28

    ManutenzioneCarburatore ....................................................................... 29Dispositivo di avviamento .................................................. 30Filtro dellaria ..................................................................... 31Candela ............................................................................. 31Marmitta ............................................................................ 31Ingrassaggio del cuscinetto ............................................... 31Sistema di raffreddamento ................................................ 32Depurazione centrifuga dellaria Air Injection .................. 32Esercizio invernale ............................................................ 32Manutenzione giornaliera .................................................. 33Manutenzione settimanale ................................................ 33Manutenzione mensile ...................................................... 33

    Caratteristiche tecniche51 ...................................................................................... 3455 ...................................................................................... 34

    Interventi prima di usare una nuovamotosega Leggere accuratamente le seguenti istruzioni. Controllare il montaggio della lama, della catena e la relativa

    messa a punto. Vedi pag. 25. Effettuare il rifornimento, accendere la sega e controllare la

    regolazione del carburatore. Vedi pag. 26-29. Non usare la motosega prima che la catena sia stata

    raggiunta da una quantit sufficiente di olio. Vedi pag. 14.

    IMPORTANTE! Una miscela troppo povera aumenta i rischi diavaria del motore.Trascurare la manutenzione dl filtro dellaria comportaaccumulo di residui alla candela, ostacolando lavviamento dellamotosega.Una catena mal regolata comporta maggior usura e danni allalama, allingranaggio e alla catena.

    !

    La motosega pu essere pericolosa se usatain modo improprio e causare lesioni gravi omortali. Prima di mettere in esercizio lamotosega leggere accuratamente il manualedi istruzioni.

    !

    AVVERTENZA! Non apportare mai modifichealla motosega, senza lautorizzazione delfabbricante. Usare sempre ricambi e accessorioriginali. Modifiche non autorizzate eaccessori o ricambi non originali possonocausare lesioni gravi o mortali allutilizzatoree a terzi.

    !

    AVVERTENZA! Linterno della marmitta condepurazione catalitica contiene sostanzechimiche che possono provocare tumori.Evitare il contatto con questi elementi in casodi marmitta rotta.

    !

    Linalazione prolungata dei gas di scarico delmotore, dei vapori dellolio della catena e dellapolvere di segatura pu essere dannosa per lasalute.

    La Husqvarna AB procede costantemente allo sviluppo deipropri prodotti e si riserva quindi il diritto di apportare, senzaalcun preavviso, modifiche riguardanti fra laltro la forma elaspetto esteriore.

  • 4 Italiano

    NORME DI SICUREZZAABBIGLIAMENTO PROTETTIVO

    La maggior parte degli incidenti con la moto-sega si verifica quando la catena colpiscel'operatore. Lavorando con la macchina usaresempre abbigliamento protettivo omologato.L'uso di abbigliamento protettivo non elimina irischi di lesioni, ma riduce gli effetti del dannoin caso di incidente. Consigliatevi con ilvostro rivenditore di fiducia per la sceltadell'attrezzatura adeguata.

    ELMO PROTETTIVO CUFFIE AURICOLARI

    PROTETTIVE OCCHIALI O VISIERA DI

    PROTEZIONE

    GUANTI CONPROTEZIONEANTITAGLIO

    PANTALONI CONPROTEZIONEANTITAGLIO

    STIVALI CONPROTEZIONEANTITAGLIO, CALOTTA DIACCIAIO E SUOLAANTISCIVOLO.

    Labbigliamento in generaledeve essere tale da nonostacolare la libert dimovimento.

    TENERE SEMPRE APORTATA DI MANO LACASSETTA DI PRONTOSOCCORSO.

    DISPOSITIVI DI SICUREZZA SULLAMOTOSEGA!n questo capitolo vengono presentati i dispositivi di sicurezzadella motosega, la loro funzione, il controllo e la manutenzionenecessari per assicurarne una funzione ottimale. (Vedi alcapitolo Che cosa c?, per individuare la posizione di questidettagli sulla motosega).

    NON USARE MAI UNA MOTOSEGA CONDISPOSITIVI DI SICUREZZA DIFETTOSI.Seguire le istruzioni per il controllo, lamanutenzione e il servizio.

    1. Freno della catena conprotezioneanticontraccolpo

    2. Fermo del comando delgas

    3. Fermo della catena

    4. Protezione della manodestra

    5. Sistema di smorzamentodelle vibrazioni

    6. Pulsante di arresto

    7. Marmitta

    8. Attrezzatura di taglio (vedial capitolo Attrezzatura ditaglio).

  • Italiano 5

    2 La protezioneanticontraccolpo nonserve solo ad attivare ilfreno della catena: Riduceanche ad un minimo ilrischio che la manosinistra entri in contattocon la catena qualora siperda la presadellimpugnatura.

    3a AvviamentoIl freno della catenadevessere inseritoallavviamento dellamotosega.

    b Usare il freno della catenacome freno distazionamento duranteogni spostamento con lamotosega e in caso dibrevi parcheggi. Oltre aridurre il rischio diincidenti in caso dicontraccolpo, il freno dellacatena deve poter essereattivato manualmente perevitare incidenti qualoraloperatore o altri venganoin contatto con la catena.

    NORME DI SICUREZZA1 Freno della catena con protezione

    anticontraccolpoLa motosega dotata di freno della catena costruito in modotale da arrestare immediatamente la catena in caso dicontraccolpo. Il freno della catena riduce il rischio di incidenti,ma solo loperatore che pu evitarli.

    Lavorate con cautela e fate inmodo che il settore a rischiodi contraccolpo non vengamai in contatto con nessunoggetto.

    1 Il freno della catena (A)viene attivato manual-mente (con la manosinistra) o ad inerzia(tramite contrappesolibero rispetto alla moto-sega. Sulla maggior partedei modelli la protezioneanticontraccolpo chefunziona da contrappesoalla direzionedellimpennata).

    Il freno si attiva quando laprotezione (B) vienespinta in avanti.

    Il movimento attiva undispositivo a molla cheagisce sul nastro delfreno (C) spingendolo abloccare il sistema ditrazione della catena (D)(tamburo della frizione).

    B

    D

    B

    A

    B

    C

    5 Come gi detto in A ilcontraccolpo improvvisoe pu essere moltoviolento. Nella maggiorparte dei casi questifenomeni sono leggeri enon provocano larrestodella catena. In questesituazioni basta tenereben salda la motosega enon lasciarla andare.

    4 Se il freno scattato,viene ricaricato portandoindietro la protezioneanticontraccolpo versolimpugnatura anteriore.

  • 6 Italiano

    NORME DI SICUREZZA6 Il modo di attivazione del freno, manuale o inerziale,

    dipende dalla violenza del contraccolpo e dalla posizionedella motosega rispetto alloggetto venuto in contatto con ilsettore a rischio.

    Se il contraccolpo violento e il settore arischio lontanodalloperatore, il frenodella catena attivatoautomaticamente perinerzia dal contrappeso(INERZIA), nella direzionedel contraccolpo stesso.

    In caso di movimentimeno violenti o in quellesituazioni in cui il settorea rischio vicinoalloperatore, il freno dellacatena viene azionatodalla mano sinistra.

    7 Con la motosega inposizione di abbattimento,il freno della catena attivato solo per inerzia, inquanto la mano sinistrastringe limpugnaturaanteriore in una posizionetale che rende impossibilelazionamento manualetramite la protezioneanticontraccolpo.

    Lattivazione inerziale delfreno della catena unindiscutibile vantaggio,tenendo presenti peralcuni presupposti (vedi alprecedente punto 6).

    2 Fermo del gasIl fermo del gas impedisce leaccelerazioni involontarie.Quando il fermo (A) vienepremuto nellimpugnatura(mentre si impugna la moto-sega), si libera il comando delgas (B). Rilasciandolimpugnatura lacceleratore eil fermo si bloccano nella loroposizione di riposo. Questomeccanismo azionato dadue molle di ritornoindipendenti. In questaposizione il gas bloccato sulminimo.

    3 Fermo della catena costruito in modo dabloccare la catena, qualoraquesta salti o si strappi.Questi fenomeni si evitanonormalmente con untensionamento corretto dellacatena (vedi capitoloMontaggio) e con la correttamanutenzione di lama ecatena (vedi capitoloIstruzioni generali di lavoro).

    4 Protezione della mano destraOltre a proteggere la mano incaso di salto o rottura dellacatena, assicura la presasullimpugnatura posteriorenonostante la presenza d ramio frasche.

    A

    B

  • Italiano 7

    NORME DI SICUREZZA6 Interruttore di arresto

    Linterruttore serve aspengere il motore.

    5 Smorzamento delle vibrazioniIl sistema di smorzamentodelle vibrazioni adottato,elimina la maggior parte dellevibrazioni che si sviluppanodurante luso della motosega.

    Le vibrazioni nascono dalcontatto discontinuo tracatena e legno durante iltaglio.

    Il taglio in un legno duro (lamaggior parte delle latifoglie)produce pi vibrazioni deltaglio in un legno tenero (granparte delle conifere).Le vibrazioni aumentano se lacatena non ben affilata o se di tipo non adeguato (vedicapitolo D).

    Il sistema di smorzamentodelle vibrazioni ne riduce lapropagazione tra gruppomotore/gruppo di taglio eimpugnature. Il corpo sega,compreso il gruppo di taglio, sospeso alle impugnaturetramite elementi smorzatori.

    Lesposizione eccessiva alle vibrazioni pucausare lesioni neuro-vascolari a chi soffre didisturbi circolatori. In caso di sintomi riferibiliad unesposizione eccessiva alle vibrazioni,contattare il medico. Tali sintomi possonoessere torpore, perdita della sensibilit,punture, prurito, dolore, riduzione o perditadella forza, decolorazioni della pelle omodifiche strutturali della sua superficie. talisintomi si riscontrano soprattutto nelle mani,nei polsi e alle dita.

    I gas di scarico del motore sono caldi epossono contenere scintille che, a loro volta,possono provocare incendi. Non avviare maila sega in ambienti chiusi oppure inprossimit di materiale infiammabile.

    La marmitta rimane molto calda anche dopoaver spento il motore. NON TOCCARE LAMARMITTA SE ANCORA CALDA!

    7 MarmittaLa marmitta costruita in modo da assicurare il minimo livello dirumorosit e da allotanare i gas di scarico del motoredalloperatore.

    Nelle zone a clima caldo-torrido il rischio dincendio puessere molto elevato. In alcunicasi, queste zone sonoregolate da una legislazioneche esige, fra laltro, che lamarmitta sia dotata di retinaparascintille omologata.

    Seguire con attenzione leistruzioni relative al controllo,manutenzione e servizio dellamarmitta (vedi al capitoloControllo, manutenzione eservizio dei dispositivi disicurezza della motosega).

  • 8 Italiano

    3 Controllo dellautomatismo ad inerzia:

    Tenere la motosega aduna certa distanza sopraun ceppo o simili.

    Lasciare limpugnaturaanteriore e far oscillare lamotosega per il propriopeso tenendola perlimpugnatura posteriore.

    La punta della lamabattendo contro ilceppo deve far scattareil freno della catena.

    4 Controllo delleffetto frenante

    Mettere in moto eappoggiare la motosegasu una base stabile.Evitare che la catenavenga a contatto con ilterreno o con corpiestranei. Vedi indicazionialla voce Avviamento earresto.

    Reggere limpugnaturacon entrambe le mani,secondo quanto indicatoin figura.

    Accelerare e far scattare ilfreno della catena agendocon il polso sinistro controla protezioneanticontraccolpo senzalasciare limpugnaturaanteriore. La catena sideve bloccarsiimmediatamente.

    NORME DI SICUREZZAControllo, manutenzione e servizio deidispositivi di sicurezza dellamotosega

    Tutte le riparazioni e il servizio sulla motosegavanno eseguiti da personale specializzato.Questo vale soprattutto per i dispositivi disicurezza. Se la motosega non supera uno deicontrolli qui di seguito elencati, contattarelOFFICINA AUTORIZZATA. Lacquisto di unodei nostri prodotti garantisce lassistenza dipersonale qualificato. Se non avete acquistatola motosega presso uno dei nostri rivenditoricon centro di servizio e assistenza,informatevi sullubicazione della pi vicinaOFFICINA AUTORIZZATA.

    1 Freno della catena con protezioneanticontraccolpo

    1 Controllo dell'usura del nastro del freno

    Pulire il freno e il tamburodella frizione eliminandosegatura, resina e sporco.Lo sporco e lusurainfluiscono sulfunzionamento del freno.

    Controllare con regolaritche la fascia frenanteabbia almeno unospessore di 0,60 mm nelpunto di maggiore usura.

    2 Controllo della protezione anticontraccolpo

    A) Controllare che laprotezione sia integra esenza difetti evidenti,come lesioni nelmateriale.

    B) Spostare la protezioneavanti e indietro perverificare che si muovaliberamente e che sia benancorata nel coperchiodella frizione.

  • Italiano 9

    NORME DI SICUREZZA4 Protezione della mano destra

    Controllare che laPROTEZIONE DELLAMANO DESTRA siaintegra e senza difettiapparenti, quali lesioni nelmateriale.

    5 Sistema di smorzamento delle vibrazioni

    Controllare con regolaritlintegrit degli smorzatori,che non siano deformati olesionati.

    Controllare che sianocorrettamente ancorati tragruppo motore e gruppoimpugnature.

    6 Interruttore di arresto

    Mettere in moto e con-trollare che il motore sispenga portandolinterruttore in posizionedi arresto.

    2 Fermo del gas

    1 Controllare chelacceleratore sia bloccatosul MINIMO quando ilfermo in posizione diriposo.

    2 Premere sul fermo delgas e controllare cheritorni in posizione diriposo non appena vienerilasciato.

    3 Controllare cheacceleratore e fermo delgas si muovano libera-mente e che le molle dirichiamo funzionino adovere.

    4 Mettere in moto eaccelerare al massimo.Rilasciare lacceleratore econtrollare che la catenasi fermi e rimanga ferma.Se la catena si muovecon lacceleratore alMINIMO controllare laREGOLAZIONE DELMINIMO del carburatore.vedi al capitoloManutenzione.

    3 Fermo della catena

    Controllare che ILFERMO DELLA CATENAsia integro e ben montatonel corpo sega.

  • 10 Italiano

    NORME DI SICUREZZA7 Marmitta

    Non usare la motosegase la marmitta in cattivecondizioni.

    Controllare con regolaritche la marmitta sia benmontata alla motosega.

    Se la motosega dotatadi marmitta con retinaparascintille, questa vapulita regolarmente conuna spazzola di metallo.Se la retina ostruita lamotosega si surriscalda,danneggiando cilindro epistone. Non usare lamotosega se la retina danneggiata o mancadel tutto.

    NON USARE MAI UNA MOTOSEGA CONDISPOSITIVI DI SICUREZZA DIFETTOSI.QUESTI DISPOSITIVI VANNO CONTROLLATI ESOTTOPOSTI A MANUTENZIONE SECONDOQUANTO DESCRITTO IN QUESTO CAPITOLO.SE LA MOTOSEGA NON SUPERA UNOQUALSIASI DEI CONTROLLI, CONTATTAREUNOFFICINA AUTORIZZATA PER LENECESSARIE RIPARAZIONI.

    ATTREZZATURA DI TAGLIOQuesta parte vi indica, con la corretta manutenzione e luso deltipo di attrezzatura di taglio, come: Ridurre la tendenza al contraccolpo della motosega Ridurre il rischio di strappo o salto della catena Ottenere sempre le migliori prestazioni di taglio Aumentare la durata del gruppo di taglio

    Le 5 regole basilari

    1 Usare solo attrezzaturadi taglio da noiconsigliata, vedi alcapitolo Caratteristichetecniche.

    2 Tenere sempre benaffilati i denti dellacatena. Seguire leistruzioni e usare iriscontri raccomandati.Se la catena non benaffilata, aumenta il rischiodi incidenti.

    3 Mantenere una correttaprofondit di taglio.Seguire le istruzioni eusare la dima diraffronto raccomandata.Se la profondit di taglio eccessiva, la catenatende ad impennarsi.

    4 Controllare la tensionedella catena! Una catenatroppo lente salta facil-mente. Inoltre aumentalusura di ruota di rinvio,lama e catena.

    5 Mantenere la catena benlubrificata! Se lalubrificazione insufficiente, aumenta ilrischio di rottura dellacatena e di usura dellaruota di rinvio, della lamae della catena stessa.

  • Italiano 11

    NORME DI SICUREZZAC Alcuni termini relativi a lama e catenaQuando lattrezzatura di taglio in dotazione alla motosega usurata o danneggiata, va sostituita con i tipi di lama e catenada noi raccomandati. Vedi al capitolo Caratteristiche tecniche,quali sono i prodotti indicati per la vostra motosega.

    Lama LUNGHEZZA (pollici/cm)

    NUMERO DI DENTI NELLAROTELLA DI PUNTA (T).Numero basso = raggiodella rotella piccolo =minore tendenza alcontraccolpo.

    PARTITURA DELLACATENA (pollici). La rotelladi punta della lama elingranaggio ditrascinamento della catenadevono essere adeguati alladistanza tra le maglie ditrascinamento.

    NUMERO DI MAGLIE DITRASCINAMENTO (pz).Ogni lunghezza di lama,combinata alla partituradella catena e ai denti dellarotella di punta, risulta in unpreciso numero di maglie ditrascinamento.

    LARGHEZZA DELLAGUIDA DELLA CATENA(pollici/mm). La larghezzadella guida nella lama deveessere adeguata allalarghezza delle maglie ditrascinamento.

    FORO DILUBRIFICAZIONE DELLACATENA E FORO DELPERNO TENDICATENA. Lalama deve essere adeguataalla costruzione dellamotosega.

    Catena

    PARTITURA (=PITCH)(pollici)

    LARGHEZZA DELLAMAGLIA DITRASCINAMENTO (mm/pollici)

    NUMERO DI MAGLIE DITRASCINAMENTO (pz).

    GRADO DI RIDUZIONEDEL CONTRACCOLPO.Lunico dato che descrive ilgrado di riduzione delcontraccolpo lindicazionedel tipo della catena.Vedere al capitoloCaratteristiche tecnichequali sono le catene, lameindicate per il modello dimotosega in vostropossesso.

    Attrezzatura di taglio che previene ilcontraccolpo

    Luso di unattrezzatura di taglio o di unacombinazione lama/catena non adeguateaumenta il rischio di contraccolpo. Usare sololattrezzatura di taglio da noi consigliata, vedial capitolo Caratteristiche tecniche.

    Il contraccolpo si pu prevenire olo evitando di toccare unqualsiasi oggetto con la parte superiore della punta della lama,il cos detto settore a rischio. Ladozione di attrezzatura ditaglio con riduzione del contraccolpo e mantenendo sempreben affilata la catena, possibile ridurre gli effetti delcontraccolpo.

    A LamaLa tendenza al contraccolpodiminuisce con il diminuire delraggio della punta della lama.

    B CatenaLa catena costituita da una serie di maglie, disponibili inversione standard o a riduzione del contraccolpo.

    Nessuna Standard A riduzione delcontraccolpo

    MAGLIA DI TAGLIO

    MAGLIA DITRASCINAMENTO

    MAGLIALATERALE

    La diversa combinazione di queste maglie consente diraggiungere gradi diversi di riduzione del contraccolpo. Da unpunto di vista del grado di riduzione del contraccolpo, esistonoquattro tipi di catena:

    Grado di riduzione Maglia di taglio Maglia di Maglia lateraletrascinamento

    BASSO

    STANDARD

    ALTO

    MOLTO ALTO

  • 12 Italiano

    NORME DI SICUREZZAE difficile affilarecorrettamente una catenasenza avvalersi di ausiliari.Raccomandiamo perci lusodei nostri blocchetti di riscon-tro per il migliore risultato,raggiungendo un elevato gradidi riduzione del contraccolpo.

    Le seguenti deviazioni dalle istruzioni perlaffilatura aumentano considerevolmente latendenza al contraccolpo della motosega:

    * ANGOLO DIAFFILATURA

    ECCESSIVO

    * ANGOLO DIAFFILATURA

    INSUFFICIENTE

    * DIAMETRO DELLA LIMAINSUFFICIENTE

    B Affilatura dei denti

    Per ottenere una buonaaffilatura della catena servonoUN RISCONTRO e UNALIMA TONDA. Per il diametrodella lima vedere aCaratteristiche tecniche.

    1 Controllare che la catenasia tesa a dovere,altrimenti si muovelateralmente eloperazione di affilaturarisulta pi difficile.

    2 Affilare sempre il dente ditaglio dallinterno versolesterno, allentando lapressione sulla lima infase di ritorno.

    Affilare prima tutti i dentidi un lato, girare poi lasega e ripetereloperazione.

    3 Per ottenere unasuperficie di tagliouniforme nel legno, tutti identi devono essereaffilati di ugualelunghezza.

    Quando il dente di taglio di soli 4 mm, la catena usurata e va rottamata.

    2 Affilatura della catena e controllo dellaprofondit di taglio.

    Se la catena non affilata, aumenta il rischiodi contraccolpo.

    A Generalit sullaffilatura della catena. La catena deve essere sempre ben affilata. Se la catena non

    taglia senza dover premere la lama contro il legno e producesegatura molto fine, segno che non affilata bene. Se iltaglio non produce segatura, la catena ha persocompletamente il filo e nel tagliare polverizza il legno.

    Se la catena affilata,avanza da sola nel legno eproduce trucioli grossi elunghi.

    La parte tagliente dellacatena costituita dallaMAGLIA DI TAGLIO, con unDENTE (A) e una PUNTAPER LA PROFONDIT DITAGLIO (B). Il dislivello traquesti determina laprofondit di taglio.

    Per laffilatura del dente di taglio vanno considerate 5 misure.

    ANGOLO DI AFFILATURA

    ANGOLO DI APPOGGIO

    POSIZIONE DELLA LIMA

    DIAMETRO DELLA LIMATONDA

    PROFONDIT DIAFFILATURA

    Per i dati di affilatura relativi alla catena della vostra motosegavedere a Caratteristiche tecniche.

    15

    BA

    min 4 mm (0,16")

  • Italiano 13

    C Generalit sulla profondit di taglio

    Con laffilatura dei dentidiminuisce LAPROFONDIT DI TAGLIO.Per ottenere la massimadurata e le miglioriprestazioni dalla catena, necessario rispettare ledimensioni indicate dellaprofondit di taglio.

    Queste dimensioni sonoindicate al capitoloCaratteristiche tecniche.

    Su un dente di taglio conRIDUZIONE DELCONTRACCOLPO la parteanteriore della punta dellaprofondit di taglio stondata. indispensabilemantenere questaconfigurazione dopo averregolato la profondit ditaglio.

    La profondit di taglio deldente di taglio vienecontrollata con una dima diraffronto, che permette diregolare anche lasmussatura della punta.

    Se la profondit di taglio eccessiva, lacatena diventa aggressiva, vale a dire pipropensa al contraccolpo.

    D Regolazione della profondit di taglio.

    Prima di controllare la profondit di taglio, la catena deveessere affilata.Si consiglia di effettuare questo controllo ogni tre affilaturedella catena. N.B! Questa raccomandazione vale se i dentisono stati affilati come previsto.

    La regolazione dellaprofondit di taglio vieneeffettuata con una LIMAPIATTA e una DIMA DIRISCONTRO.

    Appoggiare la dima sullacatena e con la limaeliminare la parte di punta ineccesso. Loperazione conclusa quando la limapassa sulla dima senzaincontrare resistenza.

    NORME DI SICUREZZA

    La lunghezza della catena aumenta con luso. importantequindi regolarne la lunghezza.

    Controllare spesso la tensione della catena, meglio se adogni occasione di rifornimento. N.B! Se la catena nuova,richiede un periodo di rodaggio durante il quale va controllatapi spesso.

    Tendere la catena il pipossibile, ma in modo chepossa essere facilmentefatta girare con la mano.

    Una catena troppo lente salta facilmente, erappresenta motivo di pericolo in quanto puprovocare lesioni gravi o mortali.

    3 Tensionamento della catena

  • 14 Italiano

    NORME DI SICUREZZA4 Lubrificazione dellattrezzatura di taglio

    Una lubrificazione insufficientedellattrezzatura di taglio provoca la rotturadella catena con gravi rischi di lesionipersonali anche mortali.

    A Olio della catena di taglio Lolio della catena di taglio deve presentare una buona

    aderenza alla catena e buone propriet di scorrimento, siadestate che dinverno.

    In qualit di produttori di motoseghe abbiamo messo a puntoun olio della catena di taglio ottimale e, grazie alla basevegetale, biodegradabile. Consigliamo lutilizzo del nostro olioper assicurare la massima durata della motosega e tutelarelambiente.

    Qualora il nostro olio della catena di taglio non fossedisponibile, utilizzare un comune olio per catene.

    Nelle zone in cui non sono disponibili oli studiatiappositamente per la lubrificazione delle catene di taglio possibile utilizzare olio per trasmissioni EP 90.

    Non utilizzare mai oli esausti.Questi oli sono nocivi per voi, la motosega e lambiente.

    B Rifornimento dellolio della catena

    La lubrificazione dellacatena assicurata da unapompa automatica. Sualcuni modelli il flussodellolio regolabile.

    Il serbatoio del carburante equello dellolio della catenasono dimensionati in modoche il motore si fermi peresaurimento del carburanteprima che lolio finisca. Inquesto modo impossibilefar lavorare a secco lacatena.

    Questa funzione disicurezza presuppone perluso di un olio adeguato (selolio troppo fluido finisceprima del carburante), unacorretta taratura delcarburatore (se la miscela troppo magra, il carburantedura pi a lungo dellolio) elosservanza delleraccomandazioni perquanto riguardalattrezzatura di taglio (se lalama troppo lunga habisogno di pi olio). Suimodelli dotati di pomparegolabile, osservarequanto sopra.

    1 Allentare i dadi della lamache bloccano il coperchiodella frizione/freno dellacatena. Usare lutensilecombinato. Stringere poi idadi a mano, il pipossibile.

    2 Sollevare la punta dellalama e tirare la catenaavvitando la vite deltendicatena con lutensilecombinato. Tendere lacatena fino a quando nonrimane nella scanalaturaintorno alla lama.

    3 Stringere i dadi con lachiave combinatatenendo sollevata lapunta della lama. Tenderela catena il pi possibile,ma in modo che possaessere facilmente fattagirare con la mano.

    I nostri modelli adottano soluzioni diverse per quantoriguarda la posizione dei tendicatena. Vedere al capitoloChe cosa c? per individuare i tendicatena.

  • Italiano 15

    NORME DI SICUREZZAE Ingrassaggio del cuscinetto del tamburo della

    frizione.

    Ingrassare giornalmente ilcuscinetto a rullini tra alberodi trasmissione e tamburodella frizione, con lappositoingrassatore e usandograsso per cuscinetti dibuona qualit.

    F Controllo dellusura dellattrezzatura di taglioCatena

    Controllare giornalmente lacatena, ed in particolare: Presenza di fratture o

    lesioni sui perni o sullemaglie.

    Elasticit della catena. Usura inconsueta di maglie

    e denti.

    Per riferimento usare unacatena nuova.

    Quando la lunghezza deldente di taglio di soli 4mm, sostituire la catena conuna nuova.

    G Rotella di trascinamento della catena

    Il tamburo della frizione dotato di uno dei seguenti tipi dirotella:

    A) ROTELLA FISSA(Montata sul tamburo)

    B) ANELLO (Sostituibile)

    Controllare regolarmente illivello di usura della rotelladi trascinamento. Sostituirese necessario.

    La rotella va sostituita ognivolta che si cambia lacatena.

    C Controllo della lubrificazione della catena

    Controllare il funzionamentodella lubrificazione ad ognirifornimento.

    Puntare la lama contro unasuperficie chiara, da unaventina di centimetri didistanza. Dopo un minutocirca, a 3/4 di gas, lasuperficie dovr presentareevidenti tracce dolio.

    Se la lubrificazione non funziona:

    1 Controllare che il canaledi lubrificazione dellalama sia pulito.

    2 Controllare che lascanalatura sulla lama siapulita.

    3 Controllare che la rotelladi punta giri liberamente eche il foro di lubrificazionesia pulito. Pulire elubrificare se necessario.

    Se la lubrificazione nonfunziona, nonostante icontrolli e gli interventirelativi, contattareimmediatamenteunofficina autorizzata.

    D Lubrificazione della rotella di punta.

    Ingrassare la rotella dipunta ad ogni rifornimento,con lapposito ingrassatoree usando grasso percuscinetti di buona qualit.

    B

    A

    min 4 mm (0,16")

  • 16 Italiano

    H Lama

    Controllare con regolarit:

    La presenza di graffi sui latidella lama. Eliminare conuna lima se necessario.

    Se la scanalatura guidacatena usurata. Sostituirela lama se necessario.

    Se la punta della lama usurata irregolarmente. Incaso di formazione di unaffossamento alla fine dellacurvatura della punta, lacatena non correttamentetesa.

    Per la massima durata:Girare la lamagiornalmente.

    LA MAGGIOR PARTE DEGLI INCIDENTI SIVERIFICA QUANDO LA CATENA COLPISCELOPERATORE.

    USARE SEMPRE ABBIGLIAMENTO PROTETTIVO (vedial capitolo Dotazione di sicurezza della motosega).

    EVITARE LUSO PER IL QUALE NON VI SENTITEQUALIFICATI (vedi al capitolo Abbigliamentoprotettivo, Interventi di prevenzione delcontraccolpo, Attrezzatura di taglio e Istruzionigenerali di lavoro).

    EVITARE SITUAZIONI CON RISCHIO DICONTRACCOLPO (vedi al capitolo Abbigliamentoprotettivo).

    USARE ATTREZZATURA DI TAGLIO RACCOMANDATAE CONTROLLARNE LO STATO (vedi al capitoloIstruzioni generali di lavoro).

    CONTROLLARE IL FUNZIONAMENTO DEI DISPOSITIVIDI SICUREZZA DELLA MOTOSEGA (vedi al capitoloIstruzioni generali di lavoro e Norme generali disicurezza).

    NORME DI SICUREZZAINTERVENTI PER LA PREVENZIONEDEL CONTRACCOLPO

    Il contraccolpo un fenomeno improvviso eviolento che fa impennare la lama dellamotosega contro loperatore. Se la catena inmovimento e colpisce loperatore pu provo-care lesioni anche mortali. importante capirecome si verifica il contraccolpo e come siapossibile evitarlo con una corretta tecnica dilavoro e unadeguata prudenza.

    Che cose il contraccolpo?Il contraccolpo unmovimento violento che faimpennare la lama versoloperatore, quando questaincontra un oggetto con laparte superiore della punta, ilsettore a rischio dicontraccolpo.

    Il contraccolpo avvienesempre lungo il piano di tagliodella lama. Di solito ilmovimento verso lalto, mapossono verificarsi altresituazioni in base allaposizione della motosegadurante il taglio.

    Il contraccolpo insorgequando il settore a rischiodella lama incontra unoggetto.

  • Italiano 17

    NORME DI SICUREZZA7 Fare particolare

    attenzione lavorando conla parte superiore dellalama, con la catena aspingere. La catena ha latendenza a spingere lamotosega allindietro,contro loperatore.

    Se loperatore non tieneben salda la motosega,c il rischio che la lama sisposti fino ad incontrarecon il settore a rischio iltronco, provocando uncontraccolpo improvviso.

    Il taglio con la parteinferiore della lama, sichiama taglio con catenaa tirare. La motosegaviene tirata verso il troncoe il bordo anteriore delcorpo sega diventa unappoggio naturale.Questa tecnica assicura ilmassimo controllo dellamotosega e dellaposizione del settore arischio.

    8 Seguire le istruzioni di affilatura e manutenzione di lama ecatena. Sostituendo la lama e la catena, utilizzare solo lecombinazioni raccomandate. Vedere al capitoloAttrezzatura di taglio e Caratteristiche tecniche.

    Il rischio di contraccolpo aumenta adottandounattrezzatura di taglio impropria oppure sela catena non opportunamente affilata.

    Regole basilari1 Conoscendo il comportamento della motosega in caso di

    contraccolpo, e i motivi per i quali questo si verifica, facileeliminare o ridurre questo fattore di rischio. la maggior partedei contraccolpi sono di entit limitata, ma possonoverificarsi anche fenomeni improvvisi e violenti.

    2 Impugnare saldamente lamotosega con la manodestra sullimpugnaturaposteriore e quellasinistra sullanteriore. Ledita devono essere benchiuse intorno alleimpugnature.

    In questo modo facilebilanciare le reazioni dellamotosega.

    Non abbandonare ma leimpugnature!

    3 La maggior parte degliincidenti causati dalcontraccolpo dellamotosega si verificadurante la diramatura.Assumere una posizionedi lavoro ben stabile.Osservare la massimacautela e evitare diavvicinare la punta altronco, altri rami o oggettidiversi. Fare particolareattenzione a rami intensione. Possonomuoversi allindietro, farperdere il controllo dellamotosega mettendo arepentaglio la sicurezzapersonale.

    4 Non usare la motosegaad unaltezza superiorealle spalle. Non segarecon la punta della lama.Non usare mai lamotosega con una solamano.

    5 Per avere il pienocontrollo della motosega necessario assumereuna posizione stabile.Non lavorare mai in piedisu una scala, su unalbero o senza un pianostabile su cui stare.

    6 Tagliare sempre con ilmotore al massimo.

  • 18 Italiano

    Non avviare mai la motosega prima che la lama, la catena etutti i carter siano correttamente montati.

    Il freno della catenadevessere inseritoallavviamento della moto-sega. Vedi indicazioni allarubrica Avviamento. Nonavviare mai la motosegatenendola per la cordicella elanciandola verso il terreno.Questo metodo pu esseremolto pericoloso poich facile perdere il controllo dellamotosega. Vedi indicazionialla rubrica Avviamento.

    NORME DI SICUREZZANORME GENERALI DI SICUREZZA1 La motosega destinata al solo taglio del legno. Il gruppo

    motore destinato solo alluso con lattrezzatura di taglioraccomandata al capitolo Caratteristiche tecniche.

    2 Non usare la motosega incondizioni di stanchezzao in stati di alterazionepsico-fisica checompromettono la vostracapacit d giudizio e dicoordinamento.

    Il carburante ed i relativi vapori sonoparticolarmente infiammabili. Maneggiare concura olio della catena e carburante.Attenzione al pericolo di incendio edesplosione.

    7 CARBURANTE(Rifornimento/Miscela/Conservazione)

    Non avviare mai lamotosega senza avermontato lama, catena ecoperchio della frizione.Vedi al capitoloMontaggio.

    I gas di scarico sonovelenosi. Usare lamotosega in ambientiben ventilati.

    Durante il lavoro con lamotosega, nonconsentire a persone diavvicinarsi. Tenereanimali o utensili ad unadistanza di sicurezza .

    Afferrare saldamentelimpugnatura anteriorecon la sinistra. Porre unpiede sulla parteinferiore della manigliaposteriore. Assumereuna posizione stabile econtrollare che la catenapossa girare libera-mente. Tirare lacordicella con la destracon un movimentodeciso e veloce. Nonavvolgere mai lacordicella diavviamento intornoalla mano.

    6 AVVIAMENTO

    3 Usare abbigliamento protettivo. Vedi al capitoloAbbigliamento protettivo.

    4 Non usare mai una motosega che abbia subito modifichetali da non corrispondere pi alle specifiche originali.

    5a Non usare mai unamotosega difettosaSeguire le istruzioni perluso e la manutenzioneindicate nel presentemanuale. Alcuni interventidevono essere eseguitida personalespecializzato. Vedi alcapitolo Manutenzione.

    b Ad ogni utilizzo

    1 Controllare che il frenodella catena funzioniadeguatamente e chenon sia danneggiato.Vedi indicazioni alla voceControllo del freno dellacatena.

    2 Controllare che laprotezione posterioredella mano destra non siadanneggiata.

    3 Controllare che il fermodellacceleratore funzioniadeguatamente e chenon sia danneggiato.

    4 Controllare che i pulsanti di avviamento e di arrestofunzionino adeguatamente e che non siano danneggiati.

    5 Controllare che tutte le impugnature siano prive di olio.

    6 Controllare che il sistema antivibrazioni funzioni e che nonsia danneggiato.

    7 Controllare che la marmitta sia ben fissa e che non siadanneggiata.

    8 Controllare che tutti i componenti della motosega sianoserrati e che non siano danneggiati o mancanti.

    9 Controllare che il perno fermacatena sia al suo posto e chenon sia danneggiato.

    AVVERTENZA!Un motore acceso in un ambiente chiuso omal ventilato pu essere causa di morte persoffocamento o avvelenamento da monossidodi carbonio.

    12

    3

    4

    5

    6

    7

    8

    9

    Linalazione prolungata dei gas di scarico delmotore, dei vapori dellolio della catena edella polvere di segatura pu essere dannosaper la salute.

  • Italiano 19

    Effettuare il rifornimento amotore spento.

    Durante il rifornimento e lapreparazione della miscela(benzina e olio per motori adue tempi) assicurare lamassima ventilazione.

    Per evitare incendi avviare lamotosega ad almeno tre metridal luogo dove si effettuatoil rifornimento.

    Non accendere mai lamotosega:

    a) se vi sono gocce dicarburante oppure olio dellacatena sulla motosega.Eliminare ogni traccia disporco e lasciare evaporare iresti di benzina.

    b) se vi siete versati addossoolio o carburante. Cambiareabiti.

    c) se vi sono perdite dicarburante.

    Controllare con regolarit lapresenza di eventuali perditedal tappo del serbatoio o daitubi di alimentazione.

    Conservare motosega e carburante in luogo ben ventilato elontano da fiamme o sorgenti di calore, tipo macchine elettriche,interruttori, caldaie eccetera.

    Per la conservazione del carburante usare solo recipientiomologati.

    In caso di lungo rimessaggio e trasporto della motosega, vuotaresempre i serbatoi del carburante e dellolio della catena di taglio.Contattare la stazione di rifornimento pi vicina per lo smaltimentodel carburante e dellolio in eccesso.

    8 Usare solo i ricambi e gli accessori consigliati nel presentemanuale. Vedere al capitolo Attrezzatura di taglio eCaratteristiche tecniche.

    1 Norme basilari di sicurezza1 Osservare lambiente

    circostante:

    Per evitare che persone,animali o cose viostacolino nelluso dellamotosega.

    Per evitare che i suddettinon vengano a contattocon la catena o sianocolpiti dallalbero incaduta.

    Osservare quanto sopra e non lavorare mai con la moto-sega se non potete chiedere aiuto in caso di incidente.

    2 Evitare di lavorare in condizioni di tempo sfavorevoli, tiponebbia, pioggia intensa, vento forte ecc.

    Il lavorare con tempo cattivo spesso stancante ecomporta situazioni di rischio, come ad esempio il terrenoscivoloso. I venti forti possono far cambiare la direzione dicaduta dellalbero provocando danni a persone o cose.

    3 Evitare il taglio di rametti sottili e di cespugli (pi rametti inuna volta). I rametti possono essere afferrati dalla catena,posti i rotazione e causare lesioni.

    NORME DI SICUREZZA

    ISTRUZIONI GENERALI DI LAVORO

    5 Fare particolareattenzione a rami intensione. Possonomuoversi allindietro e farperdere il controllo dellamotosega, mettendo arepentaglio la sicurezzapersonale.

    4 Assumere sempre unaposizione di lavoro sicura.Evitare ostacoli tipo ceppi,radici e alberi abbattuti.Fare particolareattenzione lavorando suterreni in pendenza eirregolari.

    Importante1 Prima di usare la motosega leggere accuratamente il

    capitolo relativo alla Inventi per la prevenzione delcontraccolpo.

    2 Prima di usare la motosega assicurarsi di avere capito ladifferenza tra il taglio con la parte inferiore e superiore dellalama, vedere al capitolo Inventi per la prevenzione delcontraccolpo.

    Questo capitolo affronta le regole di sicurezzabasilari per lavorare con una motosega.Queste informazioni non possonoassolutamente sostituire lesperienza e laprofessionalit di un professionista. In casodi dubbi o insicurezza consultatevi con unesperto. Rivolgetevi al vostro rivenditore, adun officina autorizzata o un operatorecompetente. Evitare qualsiasi operazione perla quale non vi riteniate sufficientementequalificati!

    Min. 3 m(10 ft)

    Il rischio di contraccolpo aumenta adottandounattrezzatura di taglio impropria oppure sela catena non opportunamente affilata.

  • 20 Italiano

    NORME DI SICUREZZA

    2 Tecnica basilare di taglio

    Taglio1 Il tronco per terra.

    nessun rischio dibloccaggio della catena odi rottura del tronco. C ilrischio che la catena vadaa battere contro il terrenoalla conclusione deltaglio.

    Tagliare dallalto verso ilbasso attraverso tutto iltronco. Procedere concautela alla fine del taglioper evitare che la catenaincontri il terreno.Mantenere la massimavelocit della catena maessere pronti adaffrontare eventualisorprese.

    A Se possibile (si pugirare il tronco?)terminare a 2/3 dellospessore del tronco.

    B Ruotare il tronco etagliare la parterimanente dallaltoverso il basso.

    Lelenco che segue una disquisizione teorica in merito alle picomuni situazioni che deve affrontare chi utilizza una moto-sega.

    Se la motosega si blocca nel taglio:SPENGERE IL MOTORE! Sollevare il tronco ospostarlo facendo leva con un ramo robusto oun palo. Non provare a liberare la motosegascuotendola o tirandola, evitando cos ilrischio di farsi male con la catena o di dann-eggiare limpugnatura.

    Che la motosega si blocchi nel taglio e la rottura del tronco datagliare dipendono da due fattori: il sostegno dato al tronco datagliare durante e dopo il taglio e leventuale tensione a cui sottoposto.

    Quanto sopra pu essere evitato eseguendo il taglio in due fasisuccessive, da sopra e da sotto. Si tratta di neutralizzare latendenza naturale del tronco a bloccare lama e catena o arompersi.

    3 La catena non deveandare a batter sulterreno o altri oggettidurante e alla conclusionedel taglio.

    4 Sussiste il rischio dicontraccolpo?

    5 Il terreno e altri fattoricircostanti possonocompromettere lequilibriodella vostra posizione?

    Generalit Tagliare sempre con il motore al massimo. Dopo ogni taglio decelerare il motore (lesercizio

    prolungato del motore ad alti regimi senza essere sottocarico, vale a dire se la catena gira a vuoto, provoca graviavarie).

    Tagliare dallalto verso il basso = con la catena a tirare. Tagliare dal basso verso lalto = con la catena a spingere.

    Per il maggior rischio di contraccolpo con la tecnica di tagliocon catena a spingere vedere Inventi per la prevenzione delcontraccolpo.

    TerminologiaTaglio = Il comune taglio di un legnoDiramatura = Si intende il taglio dei rami da un tronco

    abbattuto.Taglio con rottura = Quando il tronco da tagliare si rompe

    prima di aver completato il taglio.

    Prima di apprestarsi altaglio considerare iseguenti cinque fattori:

    1 Lattrezzatura di taglionon deve bloccarsi neltaglio stesso.

    2 Loggetto da tagliare nondeve separarsi perrottura.

    7 Non abbandonare mai lamotosega con il motore inmoto e bloccare semprela catena con il freno dellacatena.

    6 Fermare la catenaagendo sul freno dellacatena e spengere lamotosega prima ditrasferirsi da un luogo adun altro. In caso ditrasporti lunghi usare ilcoprilama.

    Non usare mai la motosega tenendola conuna sola mano. La motosega non vienecontrollata in modo sicuro con una solamano; potete provocarvi lesioni. Teneresempre limpugnatura con una presa solida estabile con entrambe le mani.

  • Italiano 21

    NORME DI SICUREZZA2 Il tronco appoggia da una

    parte sola. Rischio dirottura durante il taglio.

    A Cominciare il taglio daldi sotto per circa 1/3del diametro.

    B Terminare il taglio daldi sopra andando adincontrare il taglio gieseguito.

    3 Il tronco appoggia alledue estremit. Rischio dischiacciamento dellacatena.

    A Cominciare il taglio daldi sopra per circa 1/3del diametro.

    B Terminare il taglio daldi sotto andando adincontrare il taglio gieseguito.

    DiramaturaValgono gli stessi principidel taglio comune.Eliminare i rami pi difficilisuccessivamente, pezzoper pezzo.

    3 Consigli di massima per labbattimento dialberi

    Labbattimento di un albero richiedeesperienza ed un operazione che unprincipiante deve evitare. NON PROCEDERE ALAVORI PARTICOLARI SENZA AVER FATTOPRIMA LA NECESSARIA ESPERIENZA.

    A Distanza di sicurezzaLa distanza di sicurezza dallalbero da abbattere di 2,5 voltelaltezza dellalbero stesso. Osservare che non vi sianonessuno nella zona di pericolo prima e durante labbattimento.

    B Direzione di abbattimentoScopo dellabbattimento di far cadere lalbero nella miglioreposizione per la successiva diramatura e il sezionamento deltronco, su un terreno ove sia possibile camminare senzadifficolt.

    Evitare che un albero incaduta vada ad impigliarsi inunaltro. Far cadere un alberoche si impigliato unoperazione molto pericolosa.(vedere al punto 4).

    Dopo aver deciso in qualedirezione far cadere lalbero,valutare la direzione naturaledi caduta dellalbero.

    I fattori decisivi sono:Linclinazione dellalbero

    La sua curvatura

    La direzione del vento

    La concentrazione di rami

    Il peso della neveeventualmente accumulata

    Pu darsi che risulti necessario far cadere lalbero lungo la suadirezione naturale di caduta, in quanto cercare di farlo cadere inunaltra direzione potrebbe essere impossibile o troppopericoloso.Un altro fattore importante da non trascurare, che non influiscesulla direzione di caduta ma che riguarda la vostra sicurezzapersonale, la presenza di rami morti o spezzati chepotrebbero staccarsi durante labbattimento e rappresentare unpericolo.

    1 2

    3

    Durante operazioni di abbattimento critiche,sollevare immediatamente le protezioniacustiche dopo il taglio, in modo da poterpercepire rumori insoliti ed eventuali segnalidi avvertimento.

  • 22 Italiano

    NORME DI SICUREZZAC Diramatura prima del taglio e percorso di ritirataEliminare i rami cheostacolano il lavoro.Cominciare dallalto verso ilbasso e mantenere il troncotra vi e la motosega. Nonoperare ad altezza superiorealle spalle.

    Eliminare la vegetazionebassa intorno allalbero eosservare eventuali ostacoli(pietre, radici, fosse ecc.) inmodo da avere un percorso diritirata senza ostacoli. Ilpercorso dovrebbe essere acirca 135 allindietro rispettoalla direzione di caduta deltronco.

    D AbbattimentoPer labbattimento eseguire tre tagli. Prima di tutto la PARTESUPERIORE del TAGLIO DIREZIONALE, poi LA PARTEINFERIORE e quindi il TAGLIO DI ABBATTIMENTO. Laposizione corretta di questi tre tagli assicura un perfettocontrollo della direzione di caduta.

    TAGLIO DIREZIONALEEseguire prima la PARTESUPERIORE del tagliodirezionale sul lato verso cuilalbero va abbattuto. Stare adestra dellalbero e tagliarecon la catena a tirare.Eseguire poi la PARTEINFERIORE del tagliodirezionale che deve andare afinire alla fine della partesuperiore.

    La profondit del tagliodirezionale deve essere di 1/4del diametro del tronco, conun angolo tra il tagliosuperiore e quello inferiore dialmeno 45.

    Lincontro tra i due tagli chiamato LINEA DEL TAGLIODIREZIONALE. La linea deveessere perfettamenteorizzontale e ad angolo retto(90) rispetto alla direzione dicaduta.

    TAGLIO DI ABBATTIMENTOSullaltro lato effettuare il taglio di abbattimento, appena al disopra della linea del taglio direzionale. Stare sulla sinistradellalbero e tagliare con la catena a tirare.

    Posizionare il taglio diabbattimento 3-5 cm sopra ilpiano della linea del tagliodirezionale.

    Inserire lappoggio per lacorteccia dietro il fulcro (se stato montato lappositodispositivo). Lavorare con lacatena a piena velocit faravanzare la lama lentamentenel tronco. Controllare chelalbero non si muova indirezione opposta a quellaprevista per la caduta. Inserireun CUNEO DIABBATTIMENTO o unGRIMALDELLO non appenapossibile.

    Il TAGLIO DIABBATTIMENTO deve finireparallelo alla LINEA DELTAGLIO DIREZIONALE, conuna distanza tra i due dialmeno 1/10 del diametro deltronco. La parte di tronco nontagliata il FULCRO.

    IL FULCRO la cerniera cheguida lalbero nella suacaduta.

    Se il FULCRO insufficiente,se stato segatocompletamente o se il tagliodirezionale male eseguito,non possibile controllare lacaduta dellalbero.

    Non appena il tagliodirezionale e quello diabbattimento sono completati,lalbero deve cominciare acadere, da solo o con laiuto diun CUNEO DIABBATTIMENTO o unGRIMALDELLO.

  • Italiano 23

    NORME DI SICUREZZAPer labbattimento di unalbero raccomandiamo diusare una lama pi lunga deldiametro del tronco, in mododa poter eseguire i TAGLI DIDIREZIONE E DIABBATTIMENTO con unTAGLIO SEMPLICE (VedereCaratteristiche tecniche perla lunghezza raccomandatadella lama).

    Vi sono metodi per abbatterealberi con lame pi corte deldiametro del tronco, ma sitratta di operazioni difficili conconsiderevole rischio dicontraccolpo.

    SCONSIGLIAMO GLI OPERATORI MENOESPERTI DI ABBATTERE UN ALBERO CONUNA LAMA PI CORTA DEL DIAMETRO DELTRONCO!

    E Diramatura

    LA MAGGIOR PARTE DEGLI INCIDENTICAUSATI DA CONTRACCOLPO DELLAMOTOSEGA SI VERIFICA DURANTE LADIRAMATURA. OSSERVARE LA POSIZIONEDELLA PUNTA DELLA LAMA DURANTE ILTAGLIO DI RAMI IN TENSIONE.

    Mantenere una posizionestabile. Lavorare dal latosinistro del tronco, con il corpovicino alla motosega. Nonappena possibile appoggiaretutto il peso del corpo altronco.

    Spostarsi solo con il tronco travoi e la motosega.

    F Taglio di un tronco in sezioniVedere Istruzioni generali di lavoro al punto 2, Tecnicabasilare di taglio

    4 Movimentazione di un abbattimento malriuscito = pericolo di incidenti

    A Abbattimento di un albero impigliatosi in un altro.Il metodo pi sicuro di usare un argano.A Montato sul trattore B Manuale

    B Taglio di tronchi e rami in tensionePreparativia) Giudicare verso quale direzione tende a muoversi la

    tensione e dove si trova il PUNTO DI ROTTURA (vale adire il punto dove si romperebbe se aumentasse latensione).

    b) Valutare come alleggerire la tensione e se pensate diriuscirci. In casi pi complessi la soluzione migliore dirinunciare al taglio e di lavorare con un argano.

    In generale:

    a) Mettetevi in modo tale danon essere colpitidallalbero/ramo quandosi libera dalla tensione.

    b) Eseguire uno o pi tagli inprossimit del PUNTO DIROTTURA. I tagli devonoessere di profondit taleda liberare la tensione eottenere la rottura proprionel punto di rottura.

    Non tagliare maicompletamente un ramoo un tronco in tensione!

  • 24 Italiano

    CHE COSA C?

    Che cosa c?1. Coperchio del cilindro

    2. Impugnatura anteriore

    3. Protezione anticontraccolpo

    4. Avviamento

    5. Serbatoio olio catena

    6. Maniglia di avviamento

    7. Viti di regolazione, carburatore

    8. Comando dello choke/gas di avviamento

    9. Impugnatura posteriore.

    10. Interruttore di arresto. Inserimento/disinserimentoaccensione

    11. Serbatoio carburante

    12. Marmitta

    13. Rotella di punta della catena

    14. Catena

    15. Lama

    16. Appoggio per la corteccia

    17. Fermo della catena. In caso di rottura o salto della catena,ne garantisce il bloccaggio.

    18. Coperchio della frizione con freno della catena incorporato.

    19. Protezione della mano destra. In caso di rottura o saltodella catena, garantisce la sicurezza della mano destra.

    20. Comando del gas.

    21. Fermo del gas. Impedisce accelerazioni involontarie

    22. Valvola di decompressione (55)

    23. Chiave combinata

    24. Vite tendicatena

    25. Manuale di istruzioni

    26. Coprilama

    2 3

    13141517181920

    21

    22

    7

    1

    16

    23

    26

    24

    Husqvarna 55

    Husqvarna ABHuskvarna, SWEDEN

    XXXXXXXXXXX

    25

    5

    7

    9101

    4

    6

    8

    12

  • Italiano 25

    !

    Montaggio di lama e catena

    ATTENZIONE! Intervenendo sulla catena,usare sempre guanti protettivi.

    Controllare che il freno dellacatena non sia attivato,tirando la protezioneanticontraccolpo versolimpugnatura anteriore.

    Svitare i dadi della lama,togliendo anche il coperchiodella frizione (freno dellacatena). Eliminare laprotezione per il trasporto (A).

    MONTAGGIO

    A

    Montare la lama sui perni difissaggio spingendola indietroal massimo verso la ruotamotrice. Sistemare la catenasopra la ruota motrice. Farquindi passare la catena nellascanalatura. Cominciare dallaparte superiore.

    Controllare che il taglio deidenti sia rivolto in avanti, sullato superiore della lama.

    Montare il coperchio dellafrizione (freno della catena) eindividuare il tendicatena nellasede sulla lama. Controllareche i denti di trazione dellacatena prendano nella ruotamotrice e che la catena sia aposto nella scanalatura.Stringere con le dita i dadi difissaggio della lama.

    Tendere la catena con la viteapposita e la chiavecombinata, avvitandola insenso orario, sollevandocontemporaneamente lapunta della lama. La tensione corretta quando la catenarimane nella scanalaturaintorno alla lama.

    La tensione corretta quandola catena rimane nellascanalatura intorno alla lama.Inoltre la catena deve poteressere fatta scorrere con ledita, senza sforzo. Serrare afondo i due dadi, sollevando lapunta della lama. Usaresempre la chiave combinataper il montaggio e la messa intensione della catena.

    Controllare spesso la tensionedi una nuova catena, fino altermine del rodaggio. Unacatena correttamente tesasignifica miglioricaratteristiche di taglio e lungadurata.

  • 26 Italiano

    Olio della catena La lubrificazione della

    catena assicurata da unapompa automatica. Siraccomanda di usare olionuovo (di tipo speciale) conbuona viscosit.

    Dove non sia disponibileolio per catene usare olioper trasmissioni EP 90.

    Non usare mai olio direcupero. Cicomporterebbe danni allapompa, alla lama e allacatena.

    E importante usare olioopportuno per latemperatura dellaria(corretta viscosit).

    Con temperature inferiori a0C alcuni olio diventanopi densi, sovraccaricandola pompa edanneggiandola.

    Per la scelta delloliocontattare lofficina diservizio.

    OPERAZIONI CON IL CARBURANTEPreparazione dellamiscela Preparare la miscela in

    recipiente pulito e a parte,omologato per la benzina.

    Iniziare con il versare metdella benzina da usare.Aggiungere lolio. Mescolarecon cautela. Versare labenzina rimanente.

    Agitare accuratamenteprima di procedere alrifornimento.

    Preparare una quantit dimiscela necessaria almassimo per un mese.

    In caso di rimessaggioprolungato, vuotare e pulireil serbatoio del carburante.

    Carburante

    Durante il rifornimento assicurare la massimaventilazione.

    N.B! La motosega dotata di motore a due tempi. Usare solomiscela olio per motori a due tempi/benzina. Per assicurare lacorretta percentuale di miscelazione misurare con cura laquantit di olio da mescolare alla benzina. Trattandosi diquantit limitate di carburante, anche un piccolo errore diproporzioni dellolio ha unimportanza considerevole sullacomposizione percentuale della miscela.

    !

    Benzina Usare benzina con o senza

    piombo. Numero minimo di ottani

    raccomandato: 90. Se ilmotore viene alimentato conbenzina con numero diottani pi basso, batte intesta, si surriscalda e puentrare in avaria.

    Lavorando spesso aimassimi regimi del motore,come in caso delladiramatura, usare unabenzina con un pi altotenore di ottani.

    Olio per motori a due tempi Lolio pi opportuno lolio Husqvarna per motori a due

    tempi, particolarmente studiato per le motoseghe. Miscela al2 % (1:50)

    In assenza di olio Husqvarna usare altro olio per miscele permotori a due tempi raffreddati ad aria, di alta qualit. Per lascelta dellolio consultare il rivenditore. Miscela al 3%-4 %(1:33 - 1:25).

    Non usare mai olio per motori fuoribordo a due tempiraffreddati ad acqua.

    Non usare mai olio per motori a quattro tempi.

    5101520

    2%(1:50)0,100,200,300,40

    3%(1:33)0,150,300,450,60

    4%(1:25)0,200,400,600,80

    Benzina

    Lit.

    OlioLit.

  • Italiano 27

    !

    Rifornimento

    ATTENZIONE!I seguenti accorgimentidiminuiscono il pericolo di incendio.

    Non fumare o portare sorgenti di calore vicino alcarburante.

    Effettuare il rifornimento a motore spento Aprire il tappo del serbatoio con cautela, per eliminare

    eventuali sovrappressioni. Dopo il rifornimento chiudere bene il tappo. Spostare la sega prima di metterla in moto.

    Pulire accuratamente intornoal bocchettone di rifornimentosul serbatoio, prima di togliereil tappo, per evitare lingressoa impurit. Sostituire il filtrodel carburante almeno unavolta lanno. Agitare la tanicadella miscela prima delrifornimento. Le dimensionidel serbatoio del carburante edellolio della catena sono taliche il carburante finisce primadellolio. Rifornire quindi di olioe carburante contemporanea-mente.

    OPERAZIONI CON IL CARBURANTE

    Min 3 m(10ft)

  • 28 Italiano

    AVVIAMENTO E ARRESTO

    !

    Avviamento e arresto

    ATTENZIONE!

    Non avviare mai la motosega prima che la lama, lacatena e tutti i carter siano correttamente montati. Lafrizione potrebbe staccarsi e causare danni alle persone.

    Spostare sempre la sega dal luogo del rifornimento,prima della messa in moto.

    Assumere una posizione stabile e controllare che lacatena possa girare liberamente.

    Osservare che non vi siano estranei nelle vicinanze.

    Motore freddoAVVIAMENTO:Il freno della catenadevessere inseritoallavviamento della moto-sega. Attivare il frenospingendo avanti laprotezione anticontraccolpo.

    ACCENSIONE: Portarelinterruttore verso sinistra.

    ARIA:Portare il comando dellaria inposizione di choke.

    GAS DI AVVIAMENTO:Si ottiene automaticamentecon il comando in posizione dichoke.

    Se la sega dotata di valvoladi decompressione (A):Premere sulla valvola perdiminuire la compressione nelcilindro e facilitare la messa inmoto. Usare sempre la valvoladi decompressione durante lamessa in moto. Quando ilmotore in moto la valvolatorna automaticamente inposizione di riposo.

    Motore caldoProcedere come per il motorea freddo, ma senza agire sullochoke.Il gas di avviamento si ottienetirando in fuori il comandodello choke e rispingendolo aposto completamente.

    ArrestoIl motore si arrestaimmediatamente agendosullinterruttore. (In posizioneStop, verso destra).

    AvviamentoAfferrare saldamentelimpugnatura anteriore con lasinistra. Porre un piede sullaparte inferiore della manigliaposteriore.Tirare lentamente la cordicellain modo da far entrare inpresa il dispositivo diavviamento. Dare uno strappodeciso e veloce. Nonavvolgere mai la cordicelladi avviamento intorno allamano.

    Dato che il freno della catena ancora inserito il regime delmotore deve scendere alminimo il pi presto possibile,il che si ottiene disattivandovelocemente il fermo del gas.In questo modo si evita diusurare inutilmente la frizione,il tamburo della frizione e ilnastro del freno.

    Ripetere loperazione fino ache il motore cominci a darequalche scoppiettio. Chiuderequindi lo choke e dare alcunistrappi decisi fino ad ottenerelavviamento del motore. Amotore avviato, premere erilasciare immediatamentelacceleratore in modo dasbloccarlo dalla posizione diavviamento.

    ATTENZIONE! Non lasciare lamaniglia di avviamento con lacordicella completamenteestratta, dato che potrebbedanneggiare la motosega.

    Riportare il freno della catenaallimpostazione inizialespingendo la protezioneanticontraccolpo versolimpugnatura ad anello. Lamotosega ora pronta perluso.

    A

  • Italiano 29

    !

    !

    CarburatoreFunzionamento, Regolazione primaria, Regolazione finale

    ATTENZIONE! Non avviare mai la motosega sepriva di lama, catena o coperchio della frizione(freno della catena). Altrimenti la frizione pustaccarsi e causare ferite.

    Funzionamento Attraverso lacceleratore, il carburatore regola il regime di giri del

    motore. La miscelazione aria/benzina avviene nel carburatore. Talemiscela regolabile. Per poter sfruttare al meglio la potenza dellamotosega, la regolazione del carburatore deve essere corretta.

    Regolare il carburatore significa adeguare il motore alle condizioniclimatiche locali, alla benzina disponibile e al tipo di olio per motori adue tempi utilizzato.

    Il carburatore dotato di tre vitidi regolazione:H = Ugello del massimoL = Ugello del minimoT = Regime minimo

    Con le viti H e L si regola la quantit di benzina che entra nelcarburatore agendo sullacceleratore. Avvitando in senso orario lamiscela aria/benzina pi magra (meno carburante), mentreavvitando in senso antiorario la miscela aria/benzina pi ricca (picarburante). Una miscela magra significa un regime pi alto delmotore, mentre quella pi ricca comporta un regime pi basso.

    La vite T regola la posizione dellacceleratore al minimo. Avvitandoin senso orario il regime del minimo si alza, mentre agendo in sensoantiorario il regime di giri del motore al minimo si abbassa.

    Regolazione primaria del carburatore e rodaggioIl carburatore messo a punto al collaudo in fabbrica.I valori di messa a punto sono H = 1 1/4 giri e L = 1 1/4 giri.

    Per garantire la perfetta lubrificazioni di tutti i componenti delmotore durante il rodaggio, durante le prime 3-4 ore di eserciziodella motosega, il carburatore deve essere tarato su una miscelapi ricca. A tale scopo il regime di massima deve essere regolatosu 600-700 giri al di sotto del regime raccomandato.

    Se non possibile controllare il regime con un contagiri, non regolarela vite H su una miscela pi magra di quanto sia consentito dallaregolazione primaria.Non superare il massimo regime di giri raccomandato.N.B! Se la catena gira con il motore al minimo, girare la vite T in sensoantiorario fino a quando la catena si ferma.

    Regolazione finale del carburatore Dopo aver rodato la motosega, procedere alla regolazione finale del

    carburatore. Questa regolazione andrebbe eseguita solo dapersonale competente. Iniziare con lugello del minimo L, agire poisulla vite T ed infine sullugello H.Si raccomandano i seguenti regimi di giri del motore:

    Regime di fuga Regime al minimo12 500 giri/min 2 500 giri/min

    Cambio del tipo di carburantePu essere necessaria una nuova messa a punto di precisione sedopo aver cambiato il tipo di carburante la motosega si comporta inmodo anormale per quanto riguarda lavviamento, laccelerazione, ilregime di fuga ecc.

    Premesse Controllare che il filtro dellaria sia pulito e il coperchio del cilindro sia

    a posto. Se il filtro sporco quando si registra il carburatore, laprossima volta che si pulisce il filtro la miscela troppo magra e pudanneggiare il motore.

    MANUTENZIONE Eseguire la regolazione avvitando con cautela in senso orario le viti

    H e L fino in fondo. Svitare poi le viti in senso antiorario di 1 giro. Il carburatore ora

    registrato su: H = 1 e L = 1. Mettere in moto secondo le istruzioni di avviamento e far scaldare il

    motore per circa 10 minuti.NOTA BENE! Se la catena gira con il motore al minimo, girare lavite T in senso antiorario fino a quando la catena si ferma.

    Appoggiare la motosega su un fondo piano, con la lama lontanadalloperatore e in modo che lama e catena siano perfettamente libere.

    Ugello del minimo L Cercare il regime di massima

    del motore al minimo avvitandocon cautela la vite L in sensoorario o in senso antiorario.Aprire poi di 1/4 di giro insenso antiorario.NOTA BENE! Se la catena giracon il motore al minimo, girarela vite T in senso antiorario finoa quando la catena si ferma.

    Regolazione finale del minimo TLa regolazione del minimo viene eseguita con la vite T. Se necessarioavvitare la vite T in senso orario e a motore in moto fino a quando lacatena comincia a girare. Svitare poi in senso antiorario fino a che lacatena non si fermi. Il minimo correttamente regolato quando ilmotore gira regolarmente in ogni posizione e con buon marginaleprima che la catena cominci a girare.

    ATTENZIONE! Se il minimo non pu essereregolato in modo da avere la catena ferma con-tattare il rivenditore Husqvarna. Non usare lamotosega prima di aver eseguito le necessarieriparazioni.

    Ugello di massima HLugello di massima H influiscesulla potenza della motosega.Una miscelazione troppopovera (Vite H troppo avvitata)aumenta il regime di giri delmotore della motosega e causasurriscaldamento,comportando danni al motore.Accelerare al massimo emantenere il regime per 10secondi. Avvitare poi la vite di1/4 di giro in senso antiorario.Riaccelerare al massimo e mantenere il regime per 10 secondi.Ripetere loperazione avvitando ulteriormente di 1/4 di giro la vite H.

    La motosega stata ora provata su H + 0, H = + 1/4 e H = + 1/2dalla posizione originaria. Il rumore del motore era diverso ad ogniregolazione. Lugello H correttamente regolato quando lamotosega zoppica appena. Se il motore urla la miscela troppomagra. Se fa molto fumo dalla marmitta e zoppicaeccessivamente, la regolazione troppo grassa.Riaprire poi la vite H lentamente in senso orario fino ad ottenere laregolazione corretta.NOTARE! Per i migliori risultati questa regolazione andrebbeeseguita solo da personale competente attrezzato con contagiri.Non superare il regime di fuga del motore.

    Regolazione corretta del carburatoreIl carburatore correttamente regolato quando la motosega acceleraprogressivamente senza esitare e la motosega zoppica appena apieno gas. Inoltre la catena ferma al minimo. Se lugello L ha unamiscelazione troppo magra, il motore difficile da mettere in moto eaccelera male. Se lugello H ha una regolazione troppo magra, ilmotore sviluppa meno potenza, la motosega ha una cattivaaccelerazione e il motore pu danneggiarsi. Se al contrario le dueregolazioni sono troppo grasse, si riscontrano problemi diaccelerazione o regime di esercizio troppo basso.

    L

    + 1/4

    H

  • 30 Italiano

    !

    Messa in tensione della molla

    Sollevare la cordicella dalforo sul disco e girare quindiil disco di circa 2 giri insenso orario.

    N.B! Controllare che il discoportacorda possa esserefatto girare ancora 1/2 girocon la cordicellacompletamente estratta.

    Dispositivo di avviamento

    ATTENZIONE La molla di ritorno in tensione nella sede

    del dispositivo di avviamento. Procederecon cautela per evitare danni alla persona.

    Usare la massima attenzione nellasostituzione della molla o della cordicella.Usare occhiali protettivi.

    MANUTENZIONE

    Sostituzione della cordicella

    Per sostituire la cordicella,smontare il dispositivo diavviamento togliendo le vitiche lo fermano al bloccomotore e sollevarlo.

    Estrarre circa 30 cm dicorda e sollevarla nellatraccia sul bordo del discoportacorda. Scaricare lamolla facendo girarelentamente allindietro ildisco.

    Togliere la vite centrale deldisco e sollevarlo. Infilare lanuova cordicella e fermarlaal disco. Dare circa 3 giri dicorda intorno al discoportacorda. Rimontare ildisco contro la molla inmodo che questa siaagganciata al disco stesso.Passare la cordicellaattraverso il foro sulla sededellavviamento e nellamaniglia. Fare un nodoallestremit della corda.

    Sostituzione della molla di ritorno

    Sollevare il disco portacorda(vedi sostituzione dellacordicella). La molla intensione nella sede deldispositivo di avviamento.

    Smontare la molla battendoleggermente sul banco dilavoro il dispositivo diavviamento con la parteinterna verso il basso.Se lamolla si allenta durante ilmontaggio, riavvolgerladallesterno verso il centro.

    Lubrificare la molla con oliofine da macchine.Rimontare la puleggia etendere la molla di ritorno.

    Montaggio del dispositivo di avviamento

    Rimontare il dispositivofacendo prima passare lacordicella e poi montando ildispositivo a posto contro ilblocco motore. Rilasciarepoi lentamente la cordicellain modo che i gancifacciano presa nel discoportacorda.

    Rimontare e stringere le viti.

  • Italiano 31

    Filtro dellariaPulire regolarmente il filtro dellaria per evitare : Disturbi di carburazione Problemi di messa in moto Riduzione della potenza

    sviluppata Inutile usura del motore Consumi pi elevati

    Pulire il filtro almeno una voltaal giorno o pi spesso inambienti difficili.

    Per smontare il filtrosollevare il coperchio delcilindro. Al montaggiocontrollare che il filtrochiuda bene contro la suasede. Scuotere ospazzolare il filtro.

    Per una pulizia pi accuratalavare il filtro in acquasaponata.

    Il filtro non ritorna maicompletamente pulito.Pertanto va sostituitoperiodicamente con unonuovo. Un filtro danneggiatova sostituitoimmediatamente.

    Marmitta

    La marmitta dimensionata inmodo da diminuire larumorosit e per allontanare igas di scarico dalloperatore. Igas di scarico sono caldi epossono contenere scintille,pericolose in presenza dimateriale infiammabile.Talune marmitte sono dotatedi una speciale retinaparascintille.

    Se la motosega dotata dimarmitta con retinaparascintille, questa va pulitaregolarmente una volta lasettimana con una spazzola dimetallo.

    N.B! Se la retina danneggiata, va sostituitaimmediatamente. Se la retina ostruita la motosega sisurriscalda, danneggiandocilindro e pistone. Non usarela motosega se la marmitta in cattive condizioni.

    MANUTENZIONE

    Candela

    Lo stato della candeladipende da: Carburatore non tarato Miscela di carburante

    troppo grassa Filtro dellaria ostruito

    Questi fattori causano depositisullelettrodo della candela, econseguenti disturbi difunzionamento e di messa inmoto.

    Se la potenza dellamotosega non soddisfacente, sepresenta difficolt dimessa in moto o se ilminimo irregolare,controllare sempre primala candela. Se la candela incrostata, pulirla econtrollare la distanza tra glielettrodi della candela chedeve essere 0,5 mm. Lacandela di un motore a duetempi andrebbe cambiata diregola una volta al mese.

    N.B! Usare candele originali o di tipo raccomandato. Altrecandele possono danneggiare cilindro e pistone.

    0,5 mm

    Ingrassaggio del cuscinetto

    Il tamburo della frizione dotato di uno dei seguenti tipidi rotella:

    A) ROTELLA FISSA(Montata sul tamburo)

    B) ANELLO (Sostituibile)

    Ingrassare settimanalmente ilcuscinetto a rullini tra albero ditrasmissione e tamburo dellafrizione.

    N.B! Usare grasso percuscinetti di buona qualit.

    B

    A

  • 32 Italiano

    MANUTENZIONEEsercizio invernaleDurante lesercizio invernale e in presenza di neve farinosa, sipossono verificare disturbi al funzionamento causati da: Temperatura del motore troppo bassa. Formazione di ghiaccio sul filtro dellaria e nel carburatore.

    Sono necessarie pertanto misure particolari quali: La riduzione parziale del volume di aria aspirata, aumentando

    la temperatura di esercizio del motore. Il preriscaldamento dellaria in aspirazione smontando

    lapposita paratia tra cilindro e vano del carburatore.

    Temperatura inferiore a 0C

    Girare il coperchio in modo dafare affluire laria riscaldatadal cilindro al carburatoreevitando che si formi delghiaccio sul filtro e montareuna guarnizione di gomma sultubo di alimentazione allapresa dellaria.

    Temperatura inferiore a - 5C

    Per lesercizio invernale e inpresenza di neve farinosa, disponibile un coperchiospeciale da montarsi sul latodestro del cilindro. In questomodo si riduce il volumedellaria di raffreddamento e siimpedisce laspirazione dellaneve.

    N.B! Qualora siano state apportate le modifiche per lesercizioinvernale, la motosega va riportata alle condizioni di lavorooriginarie, operando a temperatura ambiente normale.Altrimenti si provoca il surriscaldamento del motore econseguenti avarie di grave entit.

    IMPORTANTE! Tutta la manutenzione e gli interventi nonprevisti nel presente manuale devono essere eseguiti dapersonale specializzato (il rivenditore).

    Sistema di raffreddamento

    La motosega dotata di sistema di raffreddamento permantenere bassa la temperatura di esercizio.

    Il sistema costituito da:

    1 Presa dellaria neldispositivo di avviamento.

    2 Collettore dellaria.

    3 Alette di ventilazione sulvolano.

    4 Flange di raffreddamentosul cilindro.

    5 Coperchio del cilindro(convoglia aria diraffreddamento contro ilcilindro).

    Pulire tutto il sistema di raffreddamento con una spazzola unavolta la settimana, pi spesso se necessario. Se il sistema diraffreddamento sporco o ostruito, provoca ilsurriscaldamento della motosega ed avaria conseguenti lacilindro e al pistone.

    1

    2

    5

    4

    3

    Depurazione centrifuga dellaria AirInjectionCon la depurazione centrifugalaria destinata al carburatoreviene aspirata attraverso ildispositivo di avviamento. Losporco e la polvere vengonoeliminati per centrifugazionedalla ventola.

    IMPORTANTE! Permantenere sempre un livelloottimale di funzionamentodella depurazione centrifuga,il sistema va pulito agliintervalli indicati.

    Pulire la presa dellaria suldispositivo di avviamento, lealette del volano, lo spaziointorno al volano, il condottodi aspirazione e il vano delcarburatore.

  • Italiano 33

    Manutenzione settimanale

    1. Controllare lintegrit deglismorzatori di vibrazioni.

    2. Ingrassare il cuscinettodella frizione

    3. Limare eventualiirregolarit sui lati dellalama.

    4. Pulire la candela econtrollare che lelettrodoabbia una distanza di 0,5mm.

    5. Controllare il dispositivo diavviamento e la molla diritorno. Pulire le alette sulvolano.

    6. Pulire le flangie sullatestata del cilindro.

    7. Pulire o sostituire la reteparascintille dellamarmitta.

    8. Pulire il carburatore.

    MANUTENZIONESeguono alcuni consigli di manutenzione. In caso di dubbi oquesiti, contattare lofficina autorizzata.

    Manutenzione giornaliera

    1. Controllare ilfunzionamento delcomando del gas (Fermodel gas, comando e fermodel gas di avviamento)

    2. Pulire il freno della catenae controllarne ilfunzionamento. Con-trollare che larresto dellacatena sia integro.Sostituire se necessario.

    3. Pulire il filtro dellaria.Sostituire se necessario.

    4. Girare la lama perottenere unusurauniforme. Controllare cheil foro per la lubrificazionedella lama sia libero.Pulire la guida dellacatena. Se la lama dotata di ruota di rinvioterminale, pulirla elubrificarla.

    5. Controllare che lama ecatena sianosufficientementelubrificate.

    6. Affilare la catena econtrollarne lo stato e latensione. Controllare chela ruota motrice dellacatena non siaparticolarmenteconsumata, sostituire senecessario.

    7. Controllare il dispositivo diavviamento, la cordicellae pulire esternamente lapresa dellaria.

    8. Controllare che dadi e vitisiano ben serrati.

    9. Controllare che il contattodi arresto di emergenzafunzioni a dovere.

    0,5 mm4

    3

    8

    5

    1

    2

    6

    7

    Manutenzione mensie

    1. Controllare la fascia delfreno della catena, tendoconto dellusura.

    2. Controllare il centro, lamolla e il tamburo dellafrizione.

    3. Pulire esternamente ilcarburatore.

    4. Controllare il filtro delcarburante e il tubo dialimentazine e sostituirese necessario.

    5. Pulire internamente ilserbatoio del carburante.

    6. Pulire internamente ilserbatoio dellolio.

    7. Controllare tutti i cavi e icollegamenti.

    5

    6

    7

    3

    4

    1

    2

    1

    9

    2

    4

    5

    3

    6

    8

    7

  • 34 Italiano

    CARATTERISTICHE TECNICHE

    MotoreCilindrata, ccAlesaggio, mmCorsa, mmRegime del motore al minimo,giri/minRegime di massimaraccomandato, giri/minPotenza, KW

    AccensioneMarcaTipo dellaccensioneCandela

    Distanza allelettrodo, mm

    Carburante, lubrificazioneCarburatore tipo

    Capacit serbatoio carburante,litriCapacit pompa dellolio a8500 giri/min, litri/minCapacit serbatoio olio, litriPompa di tipo

    PesoSenza lama, a secco, kg

    51

    514532

    2 500

    12 5002,3/ 9 000

    FHPETChampionRCJ 7Y0,5

    WalbroWT 170

    0,6

    100,3automatico

    5,2

    55

    534632

    2 500

    12 5002,4/ 9 000

    FHPETChampionRCJ 7Y0,5

    WalbroWT 170

    0,6

    100,3automatico

    5,2

    Combinazioni di lama e catenaCombinazioni omologate CE

    Lama Catena

    Lunghezza Partitura Massima numeroin pollici in pollici di denti alla

    rotella di punta

    13 0,325 10T Husqvarna H2515 0,325 10T Husqvarna H2516 0,325 10T Husqvarna H2518 0,325 10T Husqvarna H2520 0,325 10T Husqvarna H25

    13 0,325 10T Husqvarna H2115 0,325 10T Husqvarna H2116 0,325 10T Husqvarna H2118 0,325 10T Husqvarna H2120 0,325 10T Husqvarna H21

    13 3/8 11T Husqvarna H4215 3/8 11T Husqvarna H4216 3/8 11T Husqvarna H4218 3/8 11T Husqvarna H4220 3/8 11T Husqvarna H42

    13 0,325 10T Husqvarna H3015 0,325 10T Husqvarna H3016 0,325 10T Husqvarna H3018 0,325 10T Husqvarna H3020 0,325 10T Husqvarna H30

    51

    110

    111

    98

    4,75,6

    15"/38

    13-20"/33-51

    12,0-19,5"/30,5-49,5

    17,4

    0,325"/8,253/8"/9,52

    0,050"/1,30,058"/1,5

    7

    Emissioni di rumore(vedi nota 1)Livello potenza acustica,misurato dB(A)Livello potenza acustica,garantito LWA dB(A)

    Livello di rumorosit(vedi nota 2)La pressione sonoraequivalente allorecchiodelloperatore, misuratasecondo le vigenti normeinternazionali, in dB(A)

    Livello di vibrazioni(vedi nota 3)Impugnatura anteriore, m/s2Impugnatura posteriore, m/s2

    Lama/catenaLama di lunghezza standard,pollici/cmLunghezze raccomandatedella lama, pollici/cmLunghezza di taglioeffettiva, pollici/cm

    Velocit della catena allapotenza massima, m/secondo

    Partitura, pollici/mm

    Spessore della maglia ditrazione, pollici/mm

    Numero di denti alla rotella dipunta

    55

    110

    111

    98

    4,97,2

    15"/38

    13-20"/33-51

    12,0-19,5"/30,5-49,5

    17,4

    0,325"/8,253/8"/9,52

    0,050"/1,30,058"/1,5

    7

    Nota 1: Emissione di rumore nellambiente misurato comepotenza acustica (LWA) in base alla direttiva CE 2000/14/CE.

    Nota 2: Il livello di pressione acustica equivalente, ai sensi dellanorma ISO 7182, calcolato come la quantit di energia mediaponderata dei livelli di pressione acustica a diverse condizioni diesercizio nel rispetto della seguente ripartizione temporale: 1/3al minimo, 1/3 a pieno carico, 1/3 al massimo regime.

    Nota 3: Il livello di vibrazioni equivalente, ai sensi della normaISO 7505, calcolato come la quantit di energia mediaponderata dei livelli di vibrazioni a diverse condizioni diesercizio nel rispetto della seguente ripartizione temporale: 1/3al minimo, 1/3 a pieno carico, 1/3 al massimo regime.

    +H&81x

  • Italiano 35

    CARATTERISTICHE TECNICHE

    L

    15

    Tipo Pollici Pollici/mm Pollici/mm Gradi Gradi Gradi Pollici/mm Pollici/cm:part.

    H25 0,325" 0,058"/1,5 3/16" /4,8 85 30 10 0,025"/0,65 13"/33:56 15"/38:64H21 16"/40:66 18"/45:72

    20"/50:80

    H42 3/8" 0,058"/1,5 7/32" /5,5 60 25 10 0,025"/0,65 13"/33:52 15"/38:5616"/45:60 18"/45:68

    20"/50:72

    H30 0,325" 0,050"/1,3 3/16" /4,8 85 30 10 0,025"/0,65 13"/33:56 15"/38:6416"/40:66 18"/45:72

    20"/50:80

    Dichiarazione di conformit CE (Solo per lEuropa)La Husqvarna AB, SE-561 82 Huskvarna, Svezia, tel.: +46-36-146500, dichiara con la presente che le motosegheHusqvarna 51 e 55 a partire dai numeri di serie del 2002 (lanno viene evidenziato nel marchio di fabbrica ed seguito da un numero di serie) sono conformi alle disposizioni della DIRETTIVA DEL CONSIGLIO:- del 22 giugno 1998 sulle macchine 98/37/CE, allegato IIA.- del 3 maggio 1989 sulla compatibilit elettromagnetica 89/336/CE, e disposizioni aggiuntive ora vigenti.- dell8 maggio 2000 sullemissione di rumore nellambiente 2000/14/CE.Per informazioni relative alle emissioni di rumore, vedi capitolo Dati tecnici.Sono state applicate le seguenti norme: EN292-2, CISPR 12:1997, EN608.

    Organo competente: 0404, lSMP Svensk Maskinprovning AB, Fyrisborgsgatan 3, 754 50 Uppsala, Svezia, haeseguito il controllo-tipo CE in base alla direttiva sulle macchine (98/37/CE) articolo 8, punto 2c. I certificati-tipo CE inbase all'allegato VI, portano i numeri: SEC/94/012 51, SEC/94/013 55.

    Inoltre lSMP, Svensk Maskinprovning AB, Fyrisborgsgatan 3, 754 50 Uppsala, Svezia, ha confermato ladichiarazione di conformit allallegato V della direttiva del consiglio dell8 maggio 2000 sullemissione di rumorenellambiente 2000/14/CE. Il certificato porta il numero: 01/161/005.

    La motosega consegnata conforme allesemplare sottoposto al controllo-tipo CE.

    Huskvarna 3 gennaio 2002

    Bo Andrasson, Responsabile ricerca e sviluppo

  • 2001W51

    114 00 62-41

    +H&81x

    Istruzioni per lusoSIMBOLOGIAINDICENORME DI SICUREZZACHE COSA C?MONTAGGIOOPERAZIONI CON IL CARBURANTEAVVIAMENTO E ARRESTOMANUTENZIONEManutenzione giornalieraManutenzione settimanaleManutenzione mensieCARATTERISTICHE TECNICHECombinazioni di lama e catenaDichiarazione di conformit CE