Open Innovation & Open Source

  • Published on
    16-Apr-2017

  • View
    1.099

  • Download
    3

Embed Size (px)

Transcript

<p>Open Innovation &amp; Open Source</p> <p>Pablo Dejuan Ancona, 23 Gennaio 2007</p> <p>Ordine del giorno</p> <p> Alcune caratteristiche dell' Open Source </p> <p> Esempi di modelli di Business basati <br />sull' Open Source</p> <p>Modelli di Innovazione:<br /> Close Innovation e Open Innovation</p> <p> Conclusioni</p> <p>(1) Di che cosa parliamo</p> <p>Parleremo di FLOSS:</p> <p>Open Source nel senso di<br />Free Libre Open Source Software</p> <p>Non soltanto software GPL</p> <p>Tutti quelli che sono nella classificazione della Open Source Initiative OSI</p> <p>Comunit di utenti</p> <p>(1) A chi Serve il FLOSS?</p> <p>Il FLOSS parte di una catena di valore</p> <p>Produttore di Hardware</p> <p>Aziende/Persone che fanno Software</p> <p>Utenti (con diversi bisogni)</p> <p>HardwareSoftwareUtenti</p> <p>Utenti <br /><br />Imprese Studenti che vogliono fare calcoliSoftware FactoriesProgrammatori</p> <p>(2)Esempio RedHat</p> <p>Come sorge?</p> <p>Problema nell' avere un sistema operativo Linux c'era bisogno di mettere insieme i programmi </p> <p>Marc Ewing aveva creato un sistema per gestire il software chiamato RPM con la sua distribuzione di Linux chiamata RedHat</p> <p>Dopo cominci a vendere copie ed a fornire supporto agli utenti. </p> <p>L'iniziativa ottiene un gran successo, particolarmente negli Stati Uniti.<br /></p> <p>Esempio RedHat (cont.)</p> <p>Cambiano le prospettive</p> <p>Come aggiornare il prodotto:</p> <p>le quantit di programmi crescono</p> <p>gli utenti crescono ed hanno diversi bisogni</p> <p>Gli utenti non erano tanto interessati nell' acquisto del cd quanto nel supporto e nello sviluppo di soluzioni a misura</p> <p>Molti utenti della distro C'e il bisogno della communit che proponga delle nuove idee e che, soppratutto, cree delle inovazioni per aggiungere alla distribuzione, che se incariche di portarla avanti.Non sempre c' bisogno di RedHat come dice Sterling Ball. http://news.com.com/2008-1082_3-5065859.html?tag=lhIo ho lavorato Seriema Systems e il suo Tabl Servers dove si usa il FC per costituire una distro col utilizzo di Anaconda. Altro esempio pu essere il Centro di Telescopi La Silla in Cile, che utilizzano tutti sistemi Linux RedHat.Tra le diverse servizi include il training, e ha consolidato la sua offerta nel server con sviluppi di terzi come JBoss.</p> <p>Esempio RedHat (cont.)</p> <p>Nasce il Proggetto Fedora</p> <p>C' una community che porta<br /> avanti la Distribuzione</p> <p>Lo sforzo sponsorizato da RedHat<br /></p> <p>Si adatta il Profilo dell'Impresa</p> <p>RHEL (RedHat Enterprise Linux) Solutions.</p> <p>Forte rillevanza al servizio: Global Support Services.</p> <p>Altre attivit: training RHCE, Partners and Alliances.</p> <p>Molti utenti della distro C'e il bisogno della communit che proponga delle nuove idee e che, soppratutto, cree delle inovazioni per aggiungere alla distribuzione, che se incariche di portarla avanti.Non sempre c' bisogno di RedHat come dice Sterling Ball. http://news.com.com/2008-1082_3-5065859.html?tag=lhIo ho lavorato Seriema Systems e il suo Tabl Servers dove si usa il FC per costituire una distro col utilizzo di Anaconda. Altro esempio pu essere il Centro di Telescopi La Silla in Cile, che utilizzano tutti sistemi Linux RedHat.Tra le diverse servizi include il training, e ha consolidato la sua offerta nel server con sviluppi di terzi come JBoss.</p> <p>Esempio RedHat (cont.)</p> <p>Altre imprese possono beneficiare del commitment di RedHat to FLOSS:</p> <p>Seriema Systems ha sviluppato un sistema di configurazione basato en Fedora e Anacona chiamato Tabl Servers.<br /><br /><br /></p> <p>Altre attivit sono le consulenze e il training in sistemi Linux (particolarmente con Fedora) </p> <p>Comparativo col sistema moda. Marchio IBM, marchio RedHat == Marchio Valentino vs China.Per questo segmento della catena, il cliente non l'importa che il marchio sia RedHat perch non c' utilit. Perci che utile che qualcuno prenda questo per dare dei vantaggi al mercato.</p> <p>(3) Modelli d'Innovazione </p> <p>Cosa fa la ricerca?</p> <p>Produce conoscenza</p> <p>Cosa fa lo sviluppo?</p> <p>Applica la conoscenza alla risoluzione di un problema concreto</p> <p>L'Innovazione produce valore</p> <p>The Close Innovation Model</p> <p> Il motto: In order to do anything you need to do everything </p> <p> Si introduce nel mercato solo quello che l' aziende aveva ricercato prima</p> <p>Problemi del modello</p> <p>Alta spesa di tempo, persone, materie.</p> <p>L'impresa non pu fare outsourcing.</p> <p>Veloce obsolescenza della tecnologia.</p> <p>L'esposizione al mercato avviene dopo molto tempo.</p> <p>Scorta di idee senza sviluppare.</p> <p>Conoscenza sparsa nell' ambiente.</p> <p>Dobbiamo Cambiare!</p> <p>Durante la decada scorsa i profitti delle grande ditte avevano sofferto molto. E per adeguarsi a nuove realt le imprese hanno dovuto cambiare la sua struttura, seguendo l'essempio, IBM aveva licenziato molte persone e speso parecchi soldi.Dopo hanno cambiato il suo core business e IBM ha superato la sfida dell' essistenza.Ma quale modello hanno dovuto utilizzare?</p> <p>Open Innovation Model</p> <p>Non tutte le idee si sviluppano all'interno dell'impresa</p> <p>L'impresa pu sviluppare e produrre idee altrui</p> <p>Come fare Open Innovation?</p> <p>Non sufficente individuare buone idee, bisogna implementarle in forma compatibile con le caratteristiche aziendaleApple proposta</p> <p>Non possiamo pensare di fare cose troppo diverse a quello che noi siamo, con quello che noi sappiamo fare, a quello che ci caratteriza.Per pensare diverso, dobbiamo attuare diverso, per fare cose che non sappiamo dobbiamo impare.Impare a fare nuove cose,evvitare la obsolescenza tecnologica.</p> <p>Il Business Model</p> <p>Articolare una proposta di valore agli utenti e capire l'utilit proposta.</p> <p>Definire la catena di valore, stabilire la nostra posizione e individuare collaboratori.</p> <p>Proporre un prezzo e stabilire la struttura di Costi </p> <p>Formulare una Strategia per portare avanti la proposta</p> <p>Open Source nel Open Innovation</p> <p>Si condivide la conoscenza tra la communit di colleghi e utenti </p> <p>Si condivide lo sforzo di sviluppo, anche se ce siano modelli non tanto liberi</p> <p>Nel mercato ce ne sono molte conoscenze </p> <p>La ditta se differenzia attraverso il capitale umano.</p> <p>(4) Per concludere</p> <p>Dobbiamo continuare a condividere nuove idee nella comunit, collegandoci.</p> <p>Di per s, non un argomento dire che: free software reduces costs.</p> <p>L' azienda non pu conferire tutto il suo software alla comunit se non ha un modello di business redditizio.</p> <p>La strategia di redurre i costi come principale beneficio del FLOSS non sempre si rende conto dei motivi per quale ci vuole if software.Gli attrezzi informatici di solito non si foccalizzano nel diventare un oggetto differenziato quanto che permettesse un miglior sviluppo del business del cliente. pi importante vincere i fattori che detteriorano il concetto di FLOSS:La paura di sicurezza, continuit, senza fondamenti perch c' ne sono molti occhi su software e qualcuno pu continuare a svilupparlo.La incertezza di fronte a campagne come Get the Facts. Qualche discriminazione dei programmatori.Dubbi perch di solito implica la reingenieria de alcuni processi di lavoro.Succede che non hanno trovato una forma di catturare valore. Le imprese. Nonostante collaborano lo stesso con la comu nit.</p> <p>Happy Linuxing</p> <p>Pablo Dejuanpdejuan@computer.org Ancona, 23 Gennaio 2007</p> <p>Essenza del software</p> <p>I believe the hard part of building software to be the specification, design, and testing of this conceptual construct</p> <p>Frederick P. Brooks</p> <p>No silver bullet: essence and accidents of software engineering. Aprile 1987</p> <p>Bibliografia</p> <p>Henry Chesbrough, Open Innovation: The new Imperative for Creating and Profiting from Technology<br />Harvard Business School Press, 2003. </p> <p>James Utterback, Innovation and Industrial Revolution<br />Harvard Business School Press, 1994</p> <p>RedHat. HBS Business Case, 2000</p> <p>David Teece. The Competitive Challenge<br />Ballinger Publishing, 1987</p> <p>Open Source Papers at M.I.T.<br />http://opensource.mit.edu/online_papers.php</p> <p>European Commission and IDABC Open Source Observatory<br />http://ec.europa.eu</p> <p>Click to edit the title text format</p> <p>Click to edit the outline text format</p> <p>Second Outline Level</p> <p>Third Outline Level</p> <p>Fourth Outline Level</p> <p>Fifth Outline Level</p> <p>Sixth Outline Level</p> <p>Seventh Outline Level</p> <p>Eighth Outline Level</p> <p>Ninth Outline Level</p>