of 81 /81
www.kikloi.it - Prodotta da Kikloi s.r.l. Rassegna stampa del 21/08/2010 Gazzetta di Reggio Risate per beneficenza al Parco Matilde(CSV Reggio Emilia) Cecilia, la vendetta(CSV Reggio Emilia) Il Resto del Carlino Reggio Gara sotto i gessi Triassici per acquistare un flettrocardiografo per la Croce Verde(CSV Reggio Emilia) Il Giornale di Reggio Emilia Volontari in festa a Montecchio(CSV Reggio Emilia) L'informazione di Reggio Emilia Il Cnel: "Reggio seconda città ideale italiana per gli immigrati"(CSV Reggio Emilia) "Sversamento di collante in un canale, fortunatamente nessuna conseguenza"(CSV Reggio Emilia) Cecilia Camellini concede il bis mondiale: oro e record nei 100 dorso(CSV Reggio Emilia) Il Corriere Romagna di Cesena SERATA BENEFICA Tutti per Nicole(CSV Forlì Cesena) Il Resto del Carlino Cesena Una serata per aiutare Nicole(CSV Forlì Cesena) La Voce di Romagna Cesena In piazza Marconi raccolta fondi per Nicole(CSV Forlì Cesena) Gazzetta di Parma La biblioteca «Ilaria Alpi» esempio multiculturale(CSV Parma) Scade il bando(CSV Parma) Una chitarra nuova per il menestrello clochard(CSV Parma) Guardie ecologiche a controllo dell'Enza(CSV Parma) «Cena sotto le stelle» Assegnati i premi Torre di San Lorenzo(CSV Parma)

ITALIJA - novine

Embed Size (px)

Citation preview

Page 1: ITALIJA - novine

www.kikloi.it - Prodotta da Kikloi s.r.l.

Rassegna stampa del 21/08/2010

Gazzetta di Reggio

Risate per beneficenza al Parco Matilde(CSV Reggio Emilia)

Cecilia, la vendetta(CSV Reggio Emilia)

Il Resto del Carlino Reggio

Gara sotto i gessi Triassici per acquistare un flettrocardiografo per la Croce Verde(CSV

Reggio Emilia)

Il Giornale di Reggio Emilia

Volontari in festa a Montecchio(CSV Reggio Emilia)

L'informazione di Reggio Emilia

Il Cnel: "Reggio seconda città ideale italiana per gli immigrati"(CSV Reggio Emilia)

"Sversamento di collante in un canale, fortunatamente nessuna conseguenza"(CSV

Reggio Emilia)

Cecilia Camellini concede il bis mondiale: oro e record nei 100 dorso(CSV Reggio Emilia)

Il Corriere Romagna di Cesena

SERATA BENEFICA Tutti per Nicole(CSV Forlì Cesena)

Il Resto del Carlino Cesena

Una serata per aiutare Nicole(CSV Forlì Cesena)

La Voce di Romagna Cesena

In piazza Marconi raccolta fondi per Nicole(CSV Forlì Cesena)

Gazzetta di Parma

La biblioteca «Ilaria Alpi» esempio multiculturale(CSV Parma)

Scade il bando(CSV Parma)

Una chitarra nuova per il menestrello clochard(CSV Parma)

Guardie ecologiche a controllo dell'Enza(CSV Parma)

«Cena sotto le stelle» Assegnati i premi Torre di San Lorenzo(CSV Parma)

Page 2: ITALIJA - novine

www.kikloi.it - Prodotta da Kikloi s.r.l.

Felino, alla «Fiera d'agosto» oltre dodicimila visitatori(CSV Parma)

Festa sul Colle, a Barbiano musica e buona cucina(CSV Parma)

Prato Spilla, Appenninfest fa il «bis»(CSV Parma)

Sapori spagnoli A Ramiola la «fiesta» è servita(CSV Parma)

Gastronomia e musica con la festa campestre(CSV Parma)

"Pietra del fuoco", una storia iniziata con la corsa all'oro(CSV Parma)

A Corchia, seguendo i passi dei minatori(CSV Parma)

E domani si parte per la geoescursione(CSV Parma)

La guida: «Luogo speciale: si passeggia sul fondo di un antico oceano»(CSV Parma)

Palanzano, i Pulcini fanno gol per Canali(CSV Parma)

Risplende la fontana a Pontaccio(CSV Parma)

A Corniglio sono tornati al Medioevo(CSV Parma)

A Bedonia la trota è regina(CSV Parma)

La Provincia punta sulle filiere del legno per la montagna(CSV Parma)

Quando il «Futuro» è integrazione con il doposcuola multietnico(CSV Parma)

Il fuoristrada, una passione e una missione(CSV Parma)

Il mistero delle statue stele(CSV Parma)

L' Informazione di Parma

Estate d'argento, taxi e concerti gratis(CSV Parma)

Er.Go, bando alloggi entro il 26 agosto(CSV Parma)

Truffa dei pappagalli, appello a Lipu e Foi(CSV Parma)

Appeninfest 2010: riprende la festa(CSV Parma)

Fienile in fiamme a Bore(CSV Parma)

Rispetto dei fiumi: servizio di prevenzione delle guardie ecologiche volontarie(CSV

Parma)

Studenti in cerca di un alloggio: ancora pochi giorni per fare domanda(CSV Parma)

Teatro e solidarietà a Borgotaro: in scena "Per un pezzo di luna"(CSV Parma)

Polis

Borse di studio dalle auto storiche(CSV Parma)

Page 3: ITALIJA - novine

www.kikloi.it - Prodotta da Kikloi s.r.l.

Il Resto del Carlino Ravenna

La sagra di Reda raccoglie ottomila euro da donare in beneficenza(CSV Ravenna)

Fino ad oggi oltre 500 gli alcol test effettuati da volontari e anonimi(CSV Ravenna)

La Voce di Romagna Ravenna

�Legno e sole, altro che cemento�(CSV Ravenna)

In pineta si liberano i rapaci(CSV Ravenna)

Da Reda 8mila euro in beneficenza(CSV Ravenna)

Un gesto di solidarietà in piazza(CSV Ravenna)

Il Resto del Carlino Modena

Ex Amcm, demolizione al via Italia Nostra: «I nuovi vandali»(CSV Modena)

Dai mici ai pipistrelli, salvati 1500 animali(CSV Modena)

Gazzetta di Modena

«XXII aprile: questo non è il Bronx»(CSV Modena)

Italia nostra: «Demolizioni barbare» Ma Sitta non ci sta: «Tutto in regola»(CSV Modena)

La Fondazione Cassa di Risparmio e il recupero dell'Appennino(CSV Modena)

Classica a Ligorzano con �La preghiera della sera�(CSV Modena)

Tartaruga centramericana lasciata in via Menotti Boom di abbandoni esotici(CSV

Modena)

Il Pd: «Aimi sbaglia ad attaccare le associazioni»(CSV Modena)

La Fabbrica delle idee si ingrandisce(CSV Modena)

Centrale, le associazioni contro Italia Zuccheri(CSV Modena)

Le conferenze in programma in memoria del senatore Medici(CSV Modena)

PAVULLO C�è la sagra a Gaiato(CSV Modena)

L'informazione di Modena

Centro fauna, 8 salvataggi al giorno(CSV Modena)

Pomeriggio alla scoperta dei tesori di Villa Boschetti(CSV Modena)

Comicità in scena(CSV Modena)

Libertà

Aperte le selezioni del Gran ballo delle debuttanti alla Reggia di Venaria(CSV Piacenza)

Page 4: ITALIJA - novine

www.kikloi.it - Prodotta da Kikloi s.r.l.

Pianello,i giorni del cotechino(CSV Piacenza)

E�il momento della Grande fiera(CSV Piacenza)

Per Monte Dego la �nuova�strada(CSV Piacenza)

Castelletto festeggia gli emigrati(CSV Piacenza)

La Cronaca di Piacenza

Caprioli e tavolo delle associazioni ambientaliste(CSV Piacenza)

Provincia in aiuto a Ottone per la strada di Monte Dego(CSV Piacenza)

Distributore di Perino, ok alla riapertura No del sindaco(CSV Piacenza)

Valnure, intenso fine settimana(CSV Piacenza)

Page 5: ITALIJA - novine

Risate per beneficenza al Parco Matild e

Alcun iattor idell aCompagnia

CARPIHETI . Risate per beneficen-za . domani i31le 20 .4 ; al l'arco Matil-de . La compagnia di San Vitale pro-porro nel week end la commedi a« Flinei chi n'andai-11a a ereditar» ,due atti brillanti di Gianfranco Go vper la regia di Vito Gianferrari. Lastoria si svolge m casa di Luigia Cnr-radini . un anziano vedovo che vivi ,salo e ha due figli sposati con duedonne che non sopporta. E' semprearrabbiato con il mondo intero, maun giorno capita in casa sua unaio-

vane ragazza che gli cambia la vita .Nel loro chiacchierare tramano d i

fare uno scherzo ai parenti, ma co-me spesso succede le storie si intre cciano creano confusione, coninevi-tabili risate e colpi di scena. Sul pal-co Luigi Lugli, ArgoPignedoli, Sove -rino Marazzi, Monica Muratori, Ma-riagrazia Vasirani, Viola Tagliani ,Gloria Bonci, Patrizia Nasi, Glori aBonci, Giancarlo Arano e Matte oftaldelli li ricavato dello spettacolosarà devoluto in beneficenza. (l.t . i

Page 6: ITALIJA - novine

Cecilia, la vendettaNuoto Ipc: altro oro con record mondiale

REGGIO . «Le ultime brac-ciate le abbiamo fatte assie-me. Tutta la tribuna era inpiedi per accompagnarla ver-so un tempo che sembravaimpossibile da fermare . Ceci-lia è stata fantastica» . Cos ìGiampaolo Camellini com-menta la nuova medaglia d'o -ro conquistata dalla figlia Ce-cilia, nuotatrice non vedentedella Tricolore che ai Mon-diali di nuoto Ipc ad Eindho-ven ha abbassato il recor ddel mondo dei 100 dorso di 5 5centesimi. Quell' 1'19"68 cheCecilia . ha fatto segnare è fi-glio della rabbia accumulatadopo l'esclusione dalle quali-fiche dei 400 stile libero acausa di un ritardo di 3' al -l'appello. «Me lo aveva pro -messo dopo aver pianto —prosegue il padre della nuota -trice 18enne — che si sareb-be concentrata solo sui 100dorso. Il tempo di recrimina-re ci sarà. L'importante eradimostre che sa superare an-che questi incidenti» .

Che la Camellini stess eper realizzare un'impresa losi era capito sin dalle qualifi-che del mattino : record italia-no e 2° posto dietro l'acerri-ma nemica Schulte, che aReikjiavik un anno fa le ave-va strappato oro e record delmondo : 1'20"33 . La finale èstata tattica . Allo start ha la-sciato sfogare Kashyama,controllando con la tedescail resto delle contendenti . Al1° tocco (50 metri) la giappo -nese aveva fatto- il vuoto, ma

Cecilia Camellin i

la Camellini è rinvenuta co-me al solito, innestando ilturbo che le ha permettess odi staccare Schulte, 3 a al tra-guardo per poi superare lagiapponese, forse alla cann adel gas ma capace di un tro-no sotto il precedente recor dmondiale. E con lo stadio tut-to in piedi per il nuovo trion-fo della Camellini, Greta Car-rara, l'altra azzurra in vascae compagna di stanza di Ceci-lia, ha chiuso al 5° posto . Perla Camellini il Mondiale olan-dese si chiude con due ori(100 stile libero e 100 dorso ,entrambi con record del mon -do) e due argenti (50 stile libe -ro e 200 misti) e una certez-za: l'Italia del nuoto non è so-lo Federica Pellegrini .

Alessandro Zelioli

Pagina 30

Page 7: ITALIJA - novine

press LJf1E21 /08/2010

il Resto del CarlinoReggi o

VILLA MINOZZO

Gara sotto i gessi Triassici per acquistareun flettrocardiografo per la Croce Verde

— VILLA MINOZZO —

IL TROFEO "Fonti di Poiano",promosso dalla Ferdecaccia per icani da segugio, anche quest 'annoha destinato il ricavato dellamanifestazione di 1500 euro allaCroce Verde di Villa Minozzo. Laquinta edizione del trofeo promossodalla Fidc in collaborazione con ivari gruppi venatori del territorioche ha vista una straordinariapartecipazione di cacciatoridell'Atc/Re4 montagna con i loroinseparabili segugi. La prova deisegugi da lepre si è svoltaall 'interno del territorio del comun edi Villa Minozzo a valle del montePrampa, nello scenario dei Gessi

triassici. La manifestazione è statasponsorizzata da numerose aziendecommerciali ed artigiane delterritorio montano con il patrociniodel comune di Villa Minozzo.Numerosa la partecipazione de iproprietari di cani da seguita .L 'evento sportivo, tendente amisurare la capacità dei cani e de iloro conduttori proprietari, hal 'unico scopo finale, nobile e dencomiabile, quello di devolver el 'intero ricavato dell 'iniziativaall'organizzazione della CroceVerde di Villa Minozzo doveoperano tanti volontari .La somma ricevuta sarà utilizzata,unitamente ad altre risorse, per

l 'acquisto di un flettrocardiografo ,un nuovo strumento che andrà a darricchire l 'attrezzaturadell 'Ambulatorio sociale No-Profitdella sede della PubblicaAssistenza. L 'apparecchia sarà adisposizione dei medici volontariche svolgono servizio pressol 'Ambulatorio sociale. Il presidentedella Pubblica Assistenza cav . IvoSassi esprime i ringraziamentidella Croce Verde al presidenteprovinciale della Federcaccia,Alessandro Bonacini, al direttore digara Agostino Incerti, ai giudici epartecipanti per il generoso gestoche regolarmente si ripete ognianno.

Settimo Bais i

Due momenti

\dellapremiazion edellamanifestazion epromossa dall aFedercaccia. I lricavato è statointeramentedestinato all aCroce Verde

Pagina 2 1Scoperte pietre medioevalidurante una ristrutturazione

Page 8: ITALIJA - novine

pressUnE

21 /08/2010 GIORNALE di REGGIOUltimeNotizk

(lal

a .(ì :}-r', :Lí C

Volontari in estaa Montecchio

Pagina 1 2i ,

i)laM : k•rtIl

Page 9: ITALIJA - novine

press LIETE21 /08/2010

L'INFORMAZIONEdi Reggia Emilia

L'assessore Franca Corradin i

l territorio reggiano si conferma ancorauna volta tra i più favorevoli in Italia per

l'integrazione dei cittadini stranieri . Lo s ilegge nell'ultimo rapporto del Cnel sull'ar-gomento, che misura sia in termini asso-luti che differenziali il potenziale di inte-grazione nelle regioni e province italia-ne .

Secondo il Cnel, con un indice di 58 .65 ,Reggio Emilia si colloca al secondo postoassoluto per il potenziale di integrazion e(ai primo posto, Parma) e al primo tra iterritori di media densità . Un altro primat oassoluto di Reggio - che si attesta su u nindice di 72,0 - riguarda l'inserimento so-ciale, in particolare i valori relativi ail'in -

serimento scolastico e ai tassi di natura-lizzazione e di costitutività familiare .

«La graduatoria del Cnel - dice l'asses-sore alla Coesione e Sicurezza sociale de lComune Franco Corradini, che nelle scor-se settimane aveva partecipato a Roma allaprima presentazione del rapporto - con-ferma per il quarto anno consecutivo lepotenzialità e l'efficacia delle politichemesse in atto a Reggio Emilia, un territori oche si fa carico delle difficoltà delle co-munità a vivere le trasformazioni in atto ,governando i processi di integrazione sudue fronti : valorizzazione delle diversitàculturali presenti nel territorio e educazio-ne al rispetto delle regole» .

Pagina 9

Page 10: ITALIJA - novine

press LIETE21 /08/2010

L'INFORMAZIONEdi Reggia Emilia

LUNGO L'EX STATALE 63 L'intervento di Massimo Becchi (Legam lente )

«Sversamento di colla* in un canale ,fortunatamente nessuna conseguenza »

S p ilo sversamento di collan-e in un canale di scolo, d i

cui abbiamo scritto ieri, avve-nuto lungo l'ex Statale 63 aGualtieri, interviene L.egam-biente, in particolare con Mas-simo Becchi, presidente dell eguardie ecologiche volontari edell'associazione : «' di merco-ledi la segnalazione di un citta-dino che avvisava della presen-za di uno strano liquido biancoin un fosso . LI liquido campio-nato da Arpa è fuoriu cito d. u-

n'azienda della vicina area in-dustriale, rintracciata sia per latipologia di sostanza che per l apresenza della sostanza biancanei tombini che portavano anostabilimento . ll canale è poi sta-to subito ripulito con aspirazio-ne del materiale per evitare ch equesto inquinamento andass enel sistema di irrigazione con

danni ben maggiori . Grazie all acollaborazione coi cittadini e alcontributo del Corpo Forestal ee di Arpa, questo caso si e riso ]to rapidamente, ma purtroppoin molti altri casi non è possibi-le risalire ai colpe voli rendendole nostre acque superficiali unodei problemi ambientali pi ùgravi della nostra provincia» .

Pagina 17

Page 11: ITALIJA - novine

press LIETE

21 /08/2010L'INFORMAZIONE

di Reggia Emilia

NUOTO SI sono conclusi Ieri ad Eindhoven, in Olanda, i Campionati Mondiali organizzati dall'international Paralympic Committe e

Cecilia

mondiale:Ancora un primato er la nuotatrice della T icolore che chiude con un bilancio di due ori e al rc anti argent i

Si chiude con un ennesimo trion -fo l'esperienza della nuotatric e

modenese, tesserata per a Societ àreggiana Tricolore, Cecilia Camelli-ni (nella foto) che nella giornat aconclusiva dei campionati mondial idi nuoto IPC (lnternational Paralyni-pie Committee) di Eindhoven, in O-landa, ha conquistato la medagli ad'oro nei :i 00 dorso, bissando così i l

stile success o

libero .martedì nei 10 0

Ad impreziosire ulteriormente laprova è arrivato anche un altro re-cord mondiale con Cecilia che, nel-la gara di ieri, ha fatto fermare il cro-nometro a .i'19"69, nuovo primato ,dopo che in mattinata, nelle semifi-

nali, la Carnel€i-ni si era piazza-ta al second oposto dietro larivale di sem-pre, la tedescaSchulte ch enell'esordi omondiale di do-menica 15 ago -sto aveva battu-to la nostra por-tacolori nei 200misti .

Il bilanci ocomplessivodei campionatidi Cecilia Ca-

mellini è coni-pletato da un aseconda me-daglia d'ar-gento conqui-stata nei 50 sti-le libero, dove. dopo una ga-ra condotta intesta, ha dovu-to cedere i lpasso nel fina -le alla cinse XiKing .

Un ' avventu-ra davver otrionfale quel-

olandes e

per Cecilia, che avrebbe potut oconquistare un bottino ancor piùricco se, nella giornata di giovedì,non fosse incappata nella più classi-ca delle disavventure . L'allenatric edella Nazionale Azzurra, ha infattiaccompagnato Cecilia all'appellopre-gara conta.- minuti di ritardo, u ntempo esiguo che però è costato al-la Cameilini la squalifica con relativaesclusione dai 400 stile libero . Unrammarico aumentato dal risultatodella gara che ha visto la medagliad'argento assegnata con il tempo di5'32" a fronte di un personale di Ce- k,

cilia di 5'22" . Con i se e i ma non si fa 1la storia, ma pensare ad un' altra me -daglia non era affatto utopia .""

"""""""""`

Pagina 24

Page 12: ITALIJA - novine

press L.If1E21 /08/2010 Com'ere

di Forlì e Cesen a

SERATA BENEFICA

Tutti per Nicole

CESENATICO . Questasera (inizio alle 21) a Ce-senatico, in piazza Mar-coni, presso lo spazio de l"Boschetto Village", èstata organizzata una se -rata di beneficenza dedi-cata alla piccola NicoleZambelli . Si tratta di unabimba di due anni e mez-zo, afflitta fin dalla na-scita di una forma di a-nossia che le ha provo-cato gravi disturbi all efunzione cerebrali . Perossigeno terapia i geni-tori sono costretti a con-tinue trasferte, costosis-sime, con la piccola inclinica privata di NewYork. Funzioneranno pe-sca di beneficienza (150 ipremi in palio), stand ga-stronomico di pesce, mu-sica spettacolo, l'orche-stra dal vivo.

Pagina 17

Page 13: ITALIJA - novine

press LITE21 /08/2010

it Resto dei OrlinoCesena

MAllA KARCON

Una serata per aiutare Nicol eCESENATICO dedica unaserata per aiutare la famigliadi Nicole, la bambina di Ruf-fio di Cesena (nella foto coi ge -nitori Claudia e Denis Zam-belli), che si deve sottoporre acure lunghe e costosissime ne -gli Stati Uniti . L'appuntamen-to è stasera in piazza Marcon idalle 21 alle 24 . L'Ammini-strazione, le associazioni di ca-tegoria, Gesturist, le Bcc di Sa -la, Gatteo e Banca RomagnaCentro, hanno organizzatouna lotteria . Poi ci sarà il con -certo dell'orchestra Gabriele eMilva, mentre i volontar idell ' Avis e la ditta Adler pro -porranno degustazioni di pe-sce a prezzi contenuti . `Diamo

un sorriso a Nicole ', questo iltitolo della serata il cui ricava-to, tolte le spese, andrà alla fa-miglia di Nicole.I consiglieri comunali di tuttele forze politiche di Cesenati-co destineranno a Nicole il get -tone di presenza della prossi-ma seduta.

Pagina 7

Chiuu le cuci .,

Page 14: ITALIJA - novine

Solidarietà

In piazza Masconiraccolta fondi

per Nicole

"Un sorriso pe rNicole" serata d isolidarietà

CESENATICO - (n .b.) Ouest asera dalle 21 in piazza Marco-ni, tutti insieme per regalareun sorriso a Nicole .E' la bimba davvero adorabiledi Ru fio di 2 anni e mezz ocolpita da problemi neurologi -ci, che 1e impediscono dimuoversi e comunicare, dovu-ti a complicazioni nel trava-glio . Per lei, per darle la pos-sibilità di effettuare tutte l ecure necessarie - la terapia èdisponibile solo negli StatiUniti, con un esborso econo-mico davvero ingente da par -te dei due giovanissimi genito-ri, Claudia e Dcnis - è stata or-ganizzata per questa sera un alotteria di beneficenza ch emette in palio ben 150 premiresi disponibili dalle aziend edel territorio . Al costo di 2 cu-ro si avrà la possibilità di vin -cere un premio interessante,ma soprattutto contribuire arestituire il sorriso a Nicole .Durante la serata, degustazio-ne di pesce a cura di Adler,con la rustida c il fritto prepa-rati dai volontari di Avis cSangrilà, con la musica del -l'orchestra "Gabriele e Mi1 -va". La sfida è superare i lOmi-la erro da devolvere alle curedella bimba .

Pagina 28

S uminatu il clan n :gwletono del nasco

Page 15: ITALIJA - novine

press LIf1E21 /08/201 0

RICONOSCIMENTO PROTAGONISTA DI UN CONVEGNO IN SVEZI A

La biblioteca «Ilaria Alpi»esempio multiculturaleÈ stata sceltaper rappresentareuna buona pratica d iservizio multilinguistico

La biblioteca «Ilaria Alpi» èstata scelta per rappresentareuna buona pratica di serviziomultilinguistico e multicultura -le in riferimento al panoram amondiale.

Durante il Ferragosto, si è te-nuto a Goteborg, in Svezia, ilcongresso internazionale di Ifl a(International federation of li-braryassociations), lafederazio-ne delle associazioni dei biblio-tecari, che a livello mondiale an-novera centinaia di migliaia disoci .

Ifla rappresenta una vetrina alivello mondiale di quanto le bi-blioteche possano contribuire acreare un luogo pubblico che s ifa snodo di conoscenze e polo di Libri La biblioteca internazionale «Ilaria Alpi».

aggregazione, a livello di com-petenze e di strategie innovati-ve .

Nel corso del congresso, che sitiene ogni anno in diverse sedi,vengono affrontate da un puntodi vista professionale le princi-pali tematiche relative alle tec-niche e alle politiche biblioteca-rie .

Una sezione apposita dell'edi-zione del convegno 2010 è de-dicata alla complessa realtà tr alingue e identità diverse che iservizi bibliotecari oggi si trova-no a dover soddisfare .

La biblioteca «Ilaria Alpi» -scelta tra oltre duecento parte-cipanti - è stata invitata a par-tecipare, lo scorso 17agosto aCo-penaghen, a una conferenza de-dicata al tema «Le biblioteche i nuna società multiculturale - Op-portunità per il futuro» .

La nostra biblioteca ha pre-sentato una relazione dal titolo«Rafforzare le relazioni fra le co-munità».

Il direttore dell'istituzione bi-blioteche, Giovanni Galli, rela-tore al convegno, ha spiegato l arealtà delle biblioteche del nordEuropa, realtà d'eccellenza nelpanorama dei servizi bibliote-cari europei e ha raccontato qua-le peculiarità abbia in comun econ la nostra dimensione citta-dina.

Pagina 1 1

£4,D17TA DI

Page 16: ITALIJA - novine

Scade il band o

Studenti matricole dei cor-si di laurea dell'Emilia Ro-magna hanno tempo fino a l26 agosto per presentare do -manda per t'alloggio, nell'am-bito del bando di Er .Go . Ledomande vanno compilateon-line collegandosi al sito\v\v\v .er-go .it. oppure presso iCaf convenzionati con Er.G o(l'elenco completo è sul sito) .che provvederanno a compi-larla e trasmetterla . Per ognitipo di informazione si puòfare riferimento, oltre che a lsito. anche al cali center :051-6436900 .

Pagina 11

Page 17: ITALIJA - novine

press LIf1E21 /08/2010 ZZE7 a IM

Gli era stata rubata, n benefattore l'ha aiutato

Una chitarra nuovaper il menestrello clochar d

Felice Francesco, con la sua nuova chitarra, insieme a un residente .

Enrico Gotti

il menestrello do-chard chard dell'Oltretor -rente . Ma tutti lo co-noscono per nome,

Francesco . Una notte della set-timana scorsa, mentre dormivasul marciapiede davanti al su-permercato di via Imbriani ,qualcuno gli ha rubato la coper-ta e la chitarra. «Di solito dor-mo dalle grate dove esce ari acalda. L'altro giorno mi sveglioe mi è sparito tutto, vestiti com-presi . La chitarra era la cosa piùimportante, la usavo per lavo -rare, non per chiedere l'elemo-sina» - spiega Francesco, occhiazzurri, capelli biondi e un vol-to segnato dal sole. E' nato nel1966, parla perfettamente ilfrancese e il tedesco, ma senzala chitarra non sa più cosa fare.«Cosa mi rimaneva? Non avevopiù niente . Sono andato a ru-bare qualcosa da mangiare alsupermercato e mi hanno subi-to preso. Non è giusto togliere i lproprio lavoro e istigare al rea-to». La notizia si è sparsa tra gl iabitanti del quartiere . In Oltre-torrente è partito il passaparo-la. Ieri mattina, nel bar torre-fazione di piazzale Picelli, Fran-cesco si sente chiamare : da die-tro il bancone, la barista Angel agli consegna una nuova chitar-ra, donata da un benefattoreche abita in zona. Altre tre per-sone che vivono e lavorano invia Imbriani sono venute appo-sta per assistere al gesto di so-lidarietà. Una di loro guard anegli occhi Francesco e gli fapromettere di non «sgarrare »in futuro . «Abbiamo fatto d itutto per trovare un'altra chi-tarra, ho sparso la voce perché

Francescovive da qualchetemponella zonadel l'Oltretorrente

la storia mi ha commosso - diceArmando, che abita nel quartie-re - . Si sono attivati tutti . Fran-cesco è una persona buona co-me il pane. Gli hanno rubatotutto e chi rivende la sua chi-tarra guadagnerà al massimo 1 0euro. Quando l'ho saputo mi èvenuta una grande rabbia. Sa-rebbe bello che chi l'ha rubatala riportasse indietro, per scu-sarsi di quello che ha fatto» .«Quel furto è stata una guerratra poveri - commenta un signo -re dai baffi e capelli bianchi -Qui tutti vogliono bene a Fran-cesco, ma un tantino andrebb eaiutato, per un lavoro, magarinella musica, magari per u nconcerto» .4 Pagina 1 3

Tariffa muti : iui,una bolletta «doppia

Page 18: ITALIJA - novine

LE AM à NTE NEL TERRITORIO DI SCURAN O

Guardie ecologichea controllo dell'Enza

Rifiuti abbandonati nel fium eEnza, recentemente nei pressi diScurano, nel territorio comuna-le di Neviano . Così negli scorsifine settimana, in quel tratto diriva, le Guardie ecologiche vo-lontarie di Legambiente,nell'ambito della vigilanza am-bientale, hanno svolto un servi-zio di prevenzione ed educazio-ne verso i bagnanti .

Principalmente sono stati fatt ispostare auto e scooter parcheg-

giati direttamente nel greto vici -no all'acqua e poi sono state in-formate le persone sul correttocomportamento riguardo ai rifiu-ti dapic-nicprodotti, affinché no nvenissero abbandonati inloco, co-me purtroppo d'uso abituale . Inseguito è stata inoltrata una se-gnalazione al Comune di NevianoArduini . L'azione preventiva dell eGuardie ecologiche proseguirà i nquesto fine settimana, anche s ualtri fiumi del parmense . 4,

Pagina I

MaIz01aza .52enne assaliloe W nto da una sciame di api

Page 19: ITALIJA - novine

press LIf1E21 /08/2010

RICONOSCIMENTI ROCCA SANVITAL E

«Cena sotto le stelle»Assegnati i premiTorre di San Lorenzo

il fervore della sua formidabileSALA 8AGANZA

creatività artistica ed operativa ,realizzando in prima persona ocontribuendo in modo determi-nante a dar vita a manifestazion idi qualificante valore culturale eprestandosi con sagace genero-sità per qualsiasi iniziativa ispi-rata all'altruismo» .

Nicandro Lucchetti, nativo d iTalignano, è stato premiato conla Torre di San Lorenzo pe r«aver portato con sé e messo adisposizione della comunità Sa-lese la tenace fedeltà al lavoro, i lcostruttivo apporto allo svilup-po dello sport giovanile, la so-lerte disponibilità alle iniziativedi volontariato e la brillante fre-schezza di una garbata comicitànella ormai lunga e felice stori adell'intera Compagnia dialettaleSalese, con la quale, senza dub-bio, condividerà la gioia di que-sto riconoscimento» .

Infine Pietro Paterlini ha ri-cevuto il prestigioso riconosci-mento perchè «mantiene altal'insegna della tradizione «ma-ringoniana» di Sala ed in par-ticolare della sua famiglia, comeespressione di una secolare e sa-piente genialità artigianale nell alavorazione del legno, e nellostesso tempo esprime il genuino«sale» Salese nel vivido dialettoin cui si esprime e nella potenz aben coltivata della sua abilità ca-nora» .

Numerosi al termine i com-plimenti che in molti hanno vo-luto rivolgere ai tre premiati .

Anche quest'anno è stata par-ticolarmente suggestiva la «ce-na sotto le stelle», organizzat adalla Pro Loco nel giardino mo-numentale della Rocca Sanvita-le . Centinaia le persone che han-no partecipato ad una serat aall'insegna della buona cucina,della musica, ma soprattutto delpremio «Torre di San Lorenzo» ,assegnato ogni anno dalla ProLoco e dal Comune a persone ch eabbiano contribuito a diffonde-re e a valorizzare il nome di Sal aBaganza .

Terminata la cena, sul palcoposto sotto i bastioni si sono esi-biti i «Nuovi Pupi», con unospettacolo risultato molto ap-prezzato dai numerosi parteci-panti all'iniziativa .

Il momento clou della lungaserata è stata la consegna delPremio Torre di San Lorenzo.Hanno ricevuto il prestigioso ri-conoscimento la poetessa Mari aGrazia Dall'Aglio, Nicandro Luc-chetti, patròn della compagni adialettale salese, e il falegnamePietro Paterlini .

Tutti e tre erano visibilmenteemozionati al momento dell epremiazioni, effettuate dal sin-daco Cristina Merusi e da AldoStocchi, presidente della Pro Lo-co di Sala Baganza.

Il premio Torre di San Loren-zo è stato consegnato a Mari aGrazia Dall'aglio perché «da de-cenni dona alla comunità Sales e

META R91A

Pagina 18

Page 20: ITALIJA - novine

press LIf1E21 /08/2010 £4,D17TA DI

MANIFESTAZIONE HA GIA' SUPERATO LA BOA DELLE CINQUANTA EDIZIONI, MA NON HA PERSO IL SUO FASCIN O

Felino, alla «Fiera d'agosto»oltre dodicimila visitator iUn successo grazie al lavoro del Comitato Estate felinese e di tutti i volontar i

Cristina Pelagatti

Sono passate cinquanta edi-zioni, ma la Fiera d'agosto - l apopolare manifestazione feline -se - non ha perso il suo fascino .

Lo dicono soprattutto i datisull'affluenza di pubblico al Cen -tro sportivo Ninetto Bonfanti, du -rante l'edizione 2010 appena con -clusa : parlano di oltre 12 mila per-sone che hanno visitato la fieradal 10 al 18 agosto . Tanti visitatoriconfermano che la scelta del Co -mitato Estate Felinese, organiz-zatore dell'evento, di trasferirel'area fiera dalla piazza del paeseal più capiente campo sportivo èstata più che azzeccata. Doveros odunque il ringraziamento da par -te del Comitato al Comune, peravere concesso l'uso dell'area.

«Eravamo un po' preoccupa-ti», ammette Gabriele Aschieri,il presidente del Comitato . Nonsi sapeva come avrebbe reagit ola gente a questo cambio di sede.E invece «i commenti e i con -sensi sono stati tutti positivi.Molti visitatori si sono detti en-tusiasti del posto, molto più am -pio degli anni passati» .

Del resto al Comitato EstateFelinese «il nostro compito èsempre stato quello di ascoltare isuggerimenti delle persone chevengono alla festa. Vogliamo ]continuare a guardare avanti ed

presenti in questa edizione .Particolarmente apprezzata,

come da tradizione, la cucin adella festa, affidata al gruppostorico dei cuochi tra gli oltre 8 0volontari, coadiuvati dalle abil imani delle signore del Circoloanziani «Coruzzi» .

Durante ogni serata della fie-ra d'agosto è stato proposto unmenù a tema: particolarmenteapprezzata la storica frittata allecipolle della «serata contadina»,come pure il menù a base di piz -za preparato dai ragazzi dell apizzeria «Settimo Cielo» di Col-lecchio, in trasferta a Felino .

I bambini hanno potuto ap-profittare di un menù a tema, i lMcFelino, appositamente pensa -to per loro, al prezzo di 5 euro . H ariscosso molta simpatia, grazieanche ai gadget allegati dal Con -sorzio del Parmigiano Reggiano.

Il bus navetta, che ha colle-gato il centro sportivo con il lun apark in piazza Miodini è statopreso d'assalto da bimbi, geni-tori e visitatori, ansiosi di un giroin giostra: tra aeroplanini ed au-toscontri la piazza del paese h abrulicato di luci e suoni.

E fino a domenica, sarà pos-sibile continuare a divertirsi sul-

le giostre.Si è registrato un notevole af-

flusso di persone anche alla tan -te iniziative collaterali che han -no accompagnato la fiera feli-nese . Molti i visitatori alla festadei commercianti svoltasi in viaCarducci, ma anche alla pesca dibeneficenza in parrocchia, allamostra del pittore Renzo Rab-boni nella Sala Civica e al torne oPenalty Cup, la gara dei calci dirigore organizzata dall'associa-zione Filinum .

Il successo della fiera felines esi deve anche allavastaprogram-mazione musicale, che ha coin-volto giovani e non più giovani .

La forza del programma, com ecommenta Maurizio Faccini, ilvi-cepresidente del Comitato EstateFelinese che da anni si occupa d iscegliere i musicisti per la festa,«è stata l'unione della tradizion econ la contemporaneità. Il liscio èstato il cavallo di battaglia dellafiera, ma abbiamo comunque da-to ampio spazio a proposte per ipiù giovani . Siamo contenti no nsolo per il successo di realtà mu -sicali consolidate come Bagutti e iDisco Inferno, ma anche per quel-lo ottenuto da gruppi meno not iin zona come l'orchestraAzzali, laMerqury Band ed i Tree Gees» .

Tutti i gruppi che si sono esi-biti in queste serate sono statimolto apprezzati : un'altra ragio-ne del successo ottenuto dallaFiera d'agosto . *

F .i.N :

a pensare in grande, per questosiamo sempre aperti a nuoveidee e suggerimenti. Possiamogià dire da adesso che l'annoprossimo non mancherannograndi sorprese».

La fiera d'agosto è stata dun-que un successo . Grazie al lavor odi tutti i dirigenti del Comitat oEstate Felinese ; grazie all'operadi tutti i volontari ; grazie alle as -sociazioni del paese che hannofonito una preziosissima collabo -razione; grazie all'insostituibileBarbara Valla ; grazie agli enti chehanno patrocinato la festa; e gra -zie agli sponsor, particolarmente

Pagina 19

Page 21: ITALIJA - novine

press LIf1E21 /08/2010 GAMMA DI PA

INIZIATIVA COMINCIA MER LED I

Barbiano Mercoledì inizia la Festa sul Colle .

Festa sul Colle,a Barbiano musicae buona cucina

funghi . Il menù comprenderàanche grigliate, salumi, contorn ie dolce. Venerdì 27 sarà possibileassaggiare anche un croccantefritto di mare. Grazie allo standgastronomico al coperto, non cisaràdatemere in caso di pioggia ,così come non ci saranno pro-blemi per posteggiare le auto, vi -sto il nuovo ampio parcheggio .

Ogni sera, dalle 21, si potràballare con un gruppo diverso.

Si comincia mercoledì conl'orchestra «Pietro Galassi» ; i lgiorno a scatenare la folla saran -no «I nuovi pupi» ; venerdì 27 s ipotrà ballare con l'orchestraMatteo Tarantino, e sabato conl'orchestra «Athos Bassissi» . In -fine domenica la serata sarà al-lietata dalla musica di BarbaraLucchi e Massimo Venturi .

Domenica sarà anche la gior-nata clou della festa con l'ormaiclassica gara di briscola a coppie ,che si svolgerà a partire dalle14.30 al Circolo la Quercia .*

Pagina I

felino, allaici ,Fb v

«fierais

'agosto»on

ditatori

BARBIANO

Domenica appuntamentoal circolo La Querciacon la tradizionalegara di briscola a coppie

Tutto è pronto per la Festa sulColle, il tradizionale appunta-mento che da mercoledì a do-menica prossima animerà la fra-zione di Barbiano.

Giunta alla ventiquattresimaedizione, la Festa sul Colle, orga -nizzata dal Circolo La Quercia,mantiene saldo il programma s ubuona musica e ottimo cibo, i du epunti di forza che le hanno per-messo di diventare in tanti anni disuccessi, un appuntamento im-portante nel ricco calendario del-le feste provinciali di fine estate.

Nel servizio cucina le valentirezdore saranno impegnate nel -la preparazione di tortelli, por -

i chetta al forno, scaloppine ai

Page 22: ITALIJA - novine

press LIf1E21 /08/2010

MONOHI O

Prato Spilla, Appenninfest fa il «bis »

Poiché il maltempo di sabato scorso ha impedito le attivitàall'aperto, «Appenninfest» fa il bis . Oggi, a Prato Spilla, mercatin od'altura di prodotti artigianali ed enogastronomici tipici e, durant etutta la giornata, sarà possibile mettersi alla prova sui percors iacrobatici del Parco delle 100 avventure . Alle 10 .30 si svolgeràun'attività di Orienteering nel bosco, a cura di «Terre Emerse» .Alle ore 11 escursione adatta alle famiglie con bimbi, per scoprire ifrutti del parco . Il pranzo sarà servito dalle 12 alle 15 nel rifugio.Nel pomeriggio si potrà imparare a costruire un aquilone grazie a llaboratorio «Aquilonando», a cura di «Alba Vita» . Alle 15 esi-bizione di Trial Bike a cura di Inani Isomec. Sarà presente ilCorpo Forestale di Stato, nucleo di Ramiseto, con i cavalli .

DI PAR91A

Pagina 22

Page 23: ITALIJA - novine

press LIf1E21 /08/2010 £4,D17TA DI

Sapori spagnol iA Ramiol ala «fiesta»è servitaRadia, pollo alla catalana e altre specialitàper comprare un'ambulanza alla Pubblica

MEDESAN O

Nel campo sportivo di Ra-miola è iniziata ieri serae continuerà oggi e do-

mani la «Festa spagnola», or-ganizzata dall'Assistenza pub-blica Croce verde fornovese .Importante gli obiettivi della«tre-giorni» all'insegna dellafesta a tutto gusto : il ricavatosarà infatti utilizzato per finan-ziare, in parte, l'acquisto di un anuova ambulanza attrezzataper la rianimazione .La festa di Ramiola è ancheun'occasione per sensibilizzarele persone sull'importanza del -l'essere militi della Croce verdee trovare così nuovi volontariperla Pubblica.Un'ottantina, tra volontari eamici, saranno al lavoro per ge -stire l'intera area ristorante .Il coordinatore dell'associazio-ne è Maurizio Sanvido che pe rl'occasione ricoprirà anche l'im -

portante e prezioso ruolo di«chef» .Dalla cucina usciranno divers ipiatti della tradizione spagnola :paella (piatto unico), tris de bu-fiuelos, tortilla y pimientos (tri sfrittella, frittata e peperoni) ,pollo alla catalana, jamón coci-do (prosciutto crudo), tortillade cebolla y pimiento (frittatacipolla e peperone), hombrocotta (spalla cotta), pimientosrellenos (peperoni ripieni).E poi, ancora, patatas fritas (pa-tate fritte), bufiuelos de cama-rones (frittelle di gamberetti) edulce blasinde (dolce).Il tutto sarà accompagnato dafiumi di sangria preparata d aArnaldo Balzani .Per dare un'idea della popola-rità della festa basta ricordare ilnumero di presenze registratenelle passate edizioni : soltantol'anno scorso, ad esempio, i vi-sitatori furono oltre 6 mila.Roberto Cerocchi

Pagina 21

Page 24: ITALIJA - novine

press LIf1E21 /08/2010

T€ORRIL E

Gastronomia e musica con la festa campestreTorna la festa campestre insieme ai volontari dell'Avis di Torrile .L'appuntamento è per stasera e domani, come sempre, alla villadel Fulcino di San Polo di Torrile. L'Avis Torrile - in collaborazionecon la comunità parrocchiale di Torille, la Polisportiva Torrile e i lneonato As San Polo - ha programmato una doppia serata tragastronomia e musica. Questa sera con l'orchestra Fabio Cozzani edomani con l'orchestra Massimo Budriesi .

DI PAR91A

Pagina 23

Page 25: ITALIJA - novine

press LIf1E21 /08/2010 £4,D17TA

@LI

«Pietra del fuoco», una storiainiziata con la corsa all'oro

t§ Già alla metà del XVI secolo ,Odoardo Farnese diede inizi oall'attività estrattiva sulle pen-dici del Groppo Maggio, speran -do di trovarvi dei giaciment id'oro. In verità nei giacimenti d iCorchia non si trovò traccia de lprezioso metallo e così le minie -re furono quasi abbandonateper circa tre secoli .

La «coltivazione» sistematicadei minerali iniziòsolonel 1856, in

seguito ad un Decreto Ministeria -le che concedeva lo sfruttamen-to minerario della zona, che peròpartì realmente solo nel 1886 . Iminerali estratti erano la pirite(solfuro di ferro), la calcopirit e(solfuro doppio di ferro e di rame)e la sfalerite (solfuro di zinco, det -to comunemente «blenda») . Nel1937 furono realizzate due picco -le ferrovie di miniera con locomo -toreevagoncini ribaltabiliefuco -

struita la polveriera per gli esplo -sivi. Un anno dopo fu installataanche una teleferica che permet -teva di trasportare direttamentea Corchia il materiale estrattodalle miniere che precedente -mente veniva invece portato inpaese a dorso di mulo .

Dopo l'estrazione e il trasporto ,il processo di lavorazione era peròancora molto lungo : i mineral imetalliferi si trovavano associati

al normale materiale roccioso (i ngergo minerario «ganga»). Si pro -cedevacosì al la«frantumazione»di tutto il materiale estratto e suc -cessivamente le polveri venivanoimmesse nelle vasche di liscivia -zione. Grazie a una soluzioneschiumosa i metalli venivano iso -lati, ottenendo dei fanghi che ve -nivano fatti seccare e poi arrostit iper ottenere la massima concen -trazionedi metalli . I l minerale cosìlavorato veniva infine portato su lfondovalle del Taro . Nonostantegli sforzi umani ed economicicompiuti, i risultati raggiunti fu-rono comunque sempre moltomodesti . Per questo motivo, ne l1943, le miniere di Corchia furonodefinitivamente chiuse.

Salvo venire riscoperte, scopi

didattici, da alcuni anni. La Pro-vincia ha ripristinato il sentieroche conduce alle gallerie e siste -mato pannelli illustrativi, ed èstato stilato un calendario di vi -site guidate alla miniera «Pietradel fuoco». In programma ci so -no anche laboratori : il prossimosarà quello del 12 settembre conl'associazione Googol e dedica-to al riconoscimento delle tracc edegli animali .

E la novità di quest'anno è i lgadget omaggio per i parteci-panti alle iniziative : il giocoscientifico «In miniera» - simile aun memory e ricco di suggestio-ni - ideato da GoogolPlex e rea-lizzato a Parma. Per informazio -ni : Parma Point, via Garibaldi, 18 ,Parma, tel .0521.931800 .

Pagina 24

Page 26: ITALIJA - novine

press LIf1E21 /08/2010 £4,D17TA DI

A Corchia,seguend oi passidei minatori

Dove v Me gallerie, una polveriera e strane«pietre verdi» raccontano i segreti della Terra to da un portico, che caratteriz-BERCETO

za la facciata dell'antica chiesasconsacrata di San Martino (ri -

Andrea Greci salente nelle forme attuali alXVIII secolo, ma di antica fon-dazione) e si possono notarepregevoli esempi di architettu-ra tradizionale in pietra, comela casa della famiglia Corchia(ora sede del Museo dedicato alpittore Martino Jasoni) risalen-te al XIII secolo, le abitazionicaratterizzate da logge e pas-saggi voltati e numerosi edific idel XVII secolo, datati dai mil-lesimi scolpiti sugli architravidi porte e finestre.Usciti dal paese, si continuan oa seguire le indicazioni per leminiere e imboccando una co-moda sterrata si giunge quasisubito ad un bivio, situato i nprossimità di un piccolo pontesul torrente Manubiola. Mante-nendo la direzione e il segnaviadelle miniere (coincidente conil sentiero Cai 833) si prosegu eper pochi minuti fino ad incon-trare il primo pannello infor-mativo che descrive le caratte-ristiche geologiche del territo-rio .

Dalla polveriera alle miniereSenza difficoltà si continua asalire con pendenza costante ,fino a raggiungere i ruderidell'antica polveriera, dove ve-nivano un tempo conservati gl iesplosivi usati dai minatori. Unaltro pannello spiega come iminerali «preziosi» (pirite, cal-copirite e blenda) venissero se -parati dagli altri materialiestratti dalle miniere . Oltrepas-sata la polveriera si affronta unbreve tratto più ripido che con -duce ad un altro cartello didat-tico che descrive le peculiaritàdelle rocce ofiolitiche, che ca-ratterizzano i groppi montuos isoprastanti . Proseguendo ilcammino si giunge in pochi mi-nuti alla deviazione che per -mette di raggiungere la minier a«Pietra del Fuoco» .Tralasciato per un istante ilsentiero Cai che prosegue a si-nistra, si seguono le indicazioniper la miniera, che si raggiungein pochi istanti (928 m, 45 mi-nuti). A fianco di un piccolo cor-so d'acqua (Rio dei Bassi) si pu ònotare una galleria che penetranella roccia per circa quarantametri . Un ennesimo e puntale

pannello didattico esplica le ca-ratteristiche dell'attività estrat-tiva operata in questo territorio .

Un crocevia di sentieriTornati sul tracciato del sentie-ro Cai, si prosegue verso Calà ,seguendo ora i segnavia biancoe rossi sugli alberi. Dopo u ntratto nel bosco si raggiungeuna piccola radura, che occorrecosteggiare sulla sinistra per ri-trovare i segnavia ed in brevegiungere alla località Calà, pic-cola sella nel bosco dove si in-contrano i sentieri provenientidal Passo della Cisa (segnavia837) e da Belforte (segnavia833) . Tralasciato il sentiero833a, che si dirige alla chiesa diSan Bernardo sulla facile mu-lattiera che transita da Pradac-cio, si seguono le indicazioniper Lozzola e San Bernardo (se -gnavia 837, cartelli ben visibili) .Si inizia a percorrere in questomodo la dorsale del Monte Bi-naghe, che alterna zone boscos ee panoramici prati che regalanobellissime vedute sui boschidella Val Taro, sul Monte Mo-linatico e sulle montagne

Novecento anni di storia eun magnifico contestoambientale fanno del

borgo antico di Corchia uno deiluoghi più affascinanti dell'Ap-pennino parmense . Le antichecase tramandano vecchie storie ,i castagneti che circondano ilpaese raccontano di secolari at-tività umane, le miniere delGroppo Maggio narrano diun'ostinata quanto effimera ri-cerca, di una ricchezza celata ne lventre della terra, mentre gl iofioliti del Groppo della Donnasono una testimonianza delleparticolarità geologiche di que-sta zona appenninica .

Tra le antiche case di sassoLasciata l'auto all'ingress odell'abitato di Corchia (651 m) ,si seguono immediatamente l eindicazioni per il «Sentiero del -le miniere» (cartello) e si attra-versa il paese lungo la strada la-stricata che lo taglia da nord asud. Lungo il percorso si osser-va l'insolito campanile sostenu-

Page 27: ITALIJA - novine

press LIf1E21 /08/2010 £4,D17TA DI

dell'Alta Val Parma.Raggiunta la piccola ed l'erbosasommità del Monte Binaghe ( oBinaghè, 1162 m,1 ora e 30 mi-nuti) si compiono alcuni sali -scendi nel bosco fino a raggiun-gere il Groppo della Donna, af-fascinante affioramento di ofio-liti. Seguendo i segni di verniceche indicano la via, si percorreil panoramico crinale di roccevulcaniche fino a raggiunger eun ampia sella.

Uosa radura trai castagníDa qui, seguendo i segnavia, siinizia a scendere verso est (de-stra) e in breve si raggiunge unnuovo bivio dove il sentiero 837che continua per Lozzola inter-seca l'833a (che collega Calà aBelforte) e una sterrata senzasegnavia che scende verso Fa-giolo . Seguendo le indicazion iper San Bernardo e Lozzola s ipercorrono circa, duecento me-tri fino a giungere alla stupendaradura tra i castagni che ospit al'eremo di San Bernardo (947m, 2 ore e 45 minuti) .Come tanti altri luoghi dell'Ap-pennino parmense, anche que-sta oasi di tranquillità e silenzi oè stata segnata da tragici eventidurante il secondo conflittomondiale . La chiesa fu utilizza-ta come rifugio dalla Resistenzae per questo, il 2 febbraio del1945, fu teatro di uno scontro afuoco tra partigiani e truppe te-desche .Lasciato alle spalle l'eremo sicompie a ritroso il breve tratt odi strada che lo separa dal bivioincontrato in precedenza. D aqui si inizia a scendere lungo l asterrata senza segnavia, che do-po poche centinaia di metri di-venta una piccola strada asfal-tata che raggiunge e supera i lpiccolo abitato di Fagiolo.Attraversando alcune zone bo-schive e piccole aree coltivate, siperde quota progressivamentefino ad incontrare il tracciatodella strada principale della ValManubiola che si collega Ber -ceto a Corchia.Voltando a destra si percorreun breve tratto di asfalto e, su-perata una piccola ed antica ,maestà votiva (risalente al XIXsecolo), e si torna infine al par-cheggio di Corchia (3 ore e 4 5minuti) .

PANORAM I

Monti e pass icroceviatra due vallateIl Monte Binaghe è un amodesta ma panoramic asommità che separa la ValTaro dalla Val Manubiola . I lsottostante passo di Calà èinvece uno storico crocevi ache mette in comunicazione i lPasso della Cisa, Corchia eBelforte, altro interessant eesempio di borgo appenninic odi impianto medievale .

CROSTA`

Quelle ofiolit iche «galleggiano»sull'argillaLe ofioliti, come quelle de lGroppo della Donna, son orocce magmatiche (detteanche «pietre verdi» per l aloro colorazione) . Esse per ònon si trovano nel luogo dovesi sono formate ma son ostate trasportate nel corso de imillenni e «galleggiano».come «fortezze» naturali ,sulle argille che le circondano.

FEDE E. STORI A

Quell'eremo«incorniciato»dai castagn iL'eremo di San Bernard osorge al bordo di un'ampia esplendida radura, contornatada castagni secolari . Utilizzat acome rifugio durante l aResistenza, la piccola chies afu teatro di uno scontr oarmato il 2 febbraio 1945, ne lcorso del quale persero la vitadiversi partigiani italiani e tr esoldati sovietici .

Page 28: ITALIJA - novine

press LIf1E21 /08/2010 DI PAR91A

t . .iBORG iI sassi di Corchi araccontano900 anni di stori aL'esistenza del nucleo abitat ocli Corchia è documentata gi àdal 1107 e il borgo h amantenuto nei secol il'impronta urbanistic amedievale . Salvo alcun eeccezioni (come la casa de lXIII secolo oggi sede de lMuseo Jasoni), le abitazioni pi ùantiche risalgono però al XVI Isecolo .

L'antica cappellaoggi sconsacratae la «nuova» chiesaLa chiesa cli San Martino èricordata già nel XIV secol ocome «cappella» della Piev ecli Berceto, ma l'edifici oattuale, oggi sconsacrato ,risale al XVIII secolo . L a«chiesa nuova» è statainvece eretta a ovest de lpaese nel XX secolo, grazi ealle donazioni degli emigrat iin America e in Francia .

Page 29: ITALIJA - novine

press LIf1E21 /08/2010 £4,D17TA DI

TREMONG

TO CON < MAC

»

E domani si parte per la geoescursion ePer scoprire le rocce che 200 milioni di anni fa hanno costituito i fondali dell'antico ocean ogiurassico ligure, domani ci si potrà subito mettere in cammino con la guida e geologo Marcell oCantarelli . Il ritrovo è alle 9 .15 al parcheggio Conad-Campus a Parma o alle 10 .30 al parcheggi oall'ingresso di Corchia . La quota è di 10 euro, 5 per gli under 14 . Prenotazione obbligatoria a l338-4406874. C'è la possibilità di fermarsi, la sera, a mangiare la pizza ai testi di Corchia.

Pagina 25

Page 30: ITALIJA - novine

pressLlfE21 /08/2010 £4,D17TA

@LI

La guida: «Luogo speciale :si passeggia sul fond odi un antico oceano »

Guida Marcello Cantarelli, geologo, è una guida di «MacignoVivo» .

Marcello Cantarelli :«Tra guglie e torridi roccia, un paesaggi odavvero suggestivo»El «Questo è un luogo molto par -ticolare nel panorama dell'Ap-pennino . Il paesaggio roccioso èmolto aspro, fatto di guglie e tor -ri. Econ spunti molto interessan -ti» . E' anche lo sguardo del geo -logo quello che Marcello Canta-relli posa su Corchiae i suoi din -torni .

«La presenza delle rupi ofioliti -che, in particolare sul la cresta delMonte Binaghe edel Groppo dell aDonna, è veramente suggestiva» ,prosegue la guida ambientaleescursionistica di «MacignoVi-vo» . Che poi continua : «Di fatto s ipuò passeggiare sul fondo di u noceano : i Graniti di Groppo Mag -gio, le ofioliti e le Arenarie di Sca -biazza sono le rocce che hannocostituito i fondali dell'oceanogiurassico ligure. Tra l'altro i Gra-niti di Groppo Maggio sono daconsiderarsi la roccia magmaticapiù antica presente in Appennino :sono infatti di età paleozoica» .

Ma non è il solo motivo per met -tersi in cammino in questo scor -ciodi Val Manubiola.«II borgo me -dievale di Corchia è bello e unic oin Appennino - racconta Cantare /I i - , e c'è l'itinerario storico legatoalle miniere di ferro e di rame, pre -senti proprio grazie alla caratte-ristica geologica della zona, la pi ùimportante del I 'Appennino» .

Secondo la guida, l'intero per -corso «è unagitadacamminatori ,adatta a chi ha un po' di allena -mento nelle gambe: il dislivello èabbastanza consistente visto ch esi passa dai 600 ai 1200 metri circa.

I or azion utili

L'itinerariotra internet ,cartine e libri

Mete owww.arpa .emr .i twww.ilmeteo .i t

CartografiaAlto Appennino Parmense est ,Regione Emilia Romagna, Ca iBibliografi a

BibliografiaAA. VV., Le ofiolitidell'Appennino emiliano ,Regione Emilia-Romagna, 199 3De Marchi A. , Nuova guid anaturalistica del parmense,Parma 1997

internetwww.turi smo .parma. it

Soccorso alpin oNumero verde : 800.848088

Andare a scoprire il borgo di Cor -chia e incamminarsi solo fino all azona mineraria è invece alla por -tata di tutti, bambini compresi» .

«Tra l'altro - prosegue - c'è il sen -tiero didattico della "Pietra de lfuoco" ripristinato dalla Provin-cia, dove portiamo anche le sco -laresche». L'unica accortezza,per chi vuole visitare la miniera, èquella di verificare l'apertura :l'ingresso è possibile solo in oc -casioni di escursioni, laboratori evisite guidate programmate. Igruppi possono però prenotare l avisita anche in date diverse (pe rinfo: Parma Point, 0521 .931800).

«L'itinerario - conclude Canta-relli - si può percorrere tutto l'an -no, ma quando c'è la neve è me -glio informarsi sulle condizion idel sentiero. Si rischia, tra l'altro ,di vedere poco delle particolaritàdella zona. Per il resto ogni sta-gione ha le sue caratteristiche: l aprimavera porta le fioriture, l'e-state permette di frequentare unazona fresca, e l'autunno è interes -sante per le colorazioni». c.c .

Page 31: ITALIJA - novine

press LIf1E21 /08/2010 £4,D17TA DI

SOLL ?AR ETA' SI E' GIOCATO IL TORNEO DELL'AMICIZIA A FAVORE DEL PROGETTO «VINCI LA SLA . . .DI CORSA IN FLORIDA»

Palanzano, i Pulcini fanno gol per Canali

PALUZAN O

In campo i piccol igiocatori di Carignano,Langhiranese, Juve Clu be Palanzan o

Pieno successo della giornatadi sport all'insegna della solida-rietà che si è svolta nei giorniscorsi a Palanzano .

Piergiorgio Araldi e MaurizioBabboni, con il sostegno dell'im-presa MC, hanno organizzato laprima edizione del Torneodell'Amicizia, riservato alle ca-tegorie Pulcini e Scuola calcio .

Fondamentale per la buonariuscita dell'iniziativa anche lacollaborazione dell'amministra-zione comunale di Collecchio edel Palanzano.

La manifestazione aveva loscopo di raccogliere fondi per ilprogetto «Vinci la Sla. . . di corsain Florida » a favore di Fran-cesco Canali, il giornalista ori-

uesta terribile malattia: siauelli che hanno giocato, si auelli che si trovavano ai bordiel campo sportivo di Palanza-o .Al torneo dell'Amicizia hann o

artecipato quattro squadre :

Carignano, Langhiranese, JuveClub e Palanzano. Davanti ad unfolto pubblico tutte le partite so -no state giocate in un clima d igrande amicizia e spirito spor-tivo . Grande dunque il diverti -mento per tutti .

Alla fine ha prevalso la for-mazione della Langhiranese, al -lenata da Pietro Sutera. Al ter-mine genitori e bambini si sonoritrovati alla pizzeria San Mar -tino per una cena in compa-gnia. *

io .neo dNi•Mm cizia I bmnoim cne nanna 9iocmu mvme uei p .ge, . m rrancesco,.anan .

ginario di Palanzano malato diSla che coltiva il sogno di potercorrere, spinto da quattro amici,la maratona nella nota localitàdella Florida .

Il torneo è servito anche persensibilizzare i ragazzi verso

Pagina 27

=ion.aavan s,agaiie«nan,eoinoi ragazzi de9lianni50 à9b

aà=--,

Page 32: ITALIJA - novine

Risplende la fontana a Pontacci oUna nuova splendida veste per la fontana Martina di Pon-

taccio, piccola località della frazione di Vaestano . l lavori diristrutturazione sono stati eseguiti dal gruppo cacciatori Vald'Enza di Vairo, composto da Franco Ferrari, Giancarlo Vicini ,Alessio Babboni, Remo Monticelli, Genesio Canepari, Giuli oSchianchi e Lino Magri. Nella foto: il gruppo di cacciatori in pos avicino alla fontana.

Pagina 27

99bnavanoii .anoirn,agaigani dega~medeglianni50 à..à=--,

Page 33: ITALIJA - novine

press LIf1E21 /08/2010 £4,D17TA DI

INIZIATIVA RESIDENTI E VILLEGGIANTI PRESENTI IN GRAN NUMERO ATTORNO ALLE RAMPE DEL CASTELLO

A Corniglio sono tornati al MedioevoLa giornata storica con la Pro Loco : applausi per tutti i figuranti della compagnia «Il piagnaro» di Pontremol i

CO NIIi . è

Alex Botti

Per un giorno, Corniglio è tor-nata indietro nel tempo ed harivissuto parte della sua storia.

E tornata cioè agli anni delmedioevo, quando i borghi delpaese costruito attorno al gran -de castello, la dimora del re e laregina, erano popolati da dame ,cavalieri e cortigiani .

La rievocazione medievale or-ganizzata dalla Pro Loco del pae -se, giunta quest'anno alla nonaedizione, è iniziata nel tardo po -meriggio alla presenza di parec -chie persone che hanno assistitoincuriosite alla manifestazione .

Adulti, anziani, villeggianti ,turisti e soprattutto tanti bam-bini, non hanno voluto perders iquesta piacevole manifestazio-ne storica. Tutti i figuranti dellacompagnia storica «Il Piagna-ro» di Pontremoli, sono scesi incorteo dalla rampa del castell ocon i loro splendidi costumi ,hanno attraversato le strade delpaese, e hanno quindi fatto ri-torno nella piazza.

Aprivano il corteo storico igonfaloni e gli stemmi. Seguiva-no i musici con trombe e tam-buri ; il re e la regina con le damee i cortigiani, seguiti dai conta-dini e dagli artigiani; chiudeva-no la fila gli sbandieratori che inpiazza si sono esibiti in sugge-stivi spettacoli tra l'ammirazio -ne dei presenti.

Al termine tutti sono salitisulla spianata del castello doveera in programma la cena .

Per primi hanno preso post onel tavolo centrale il re e la re-gina con i loro accompagnatori,e poi tutti gli altri nelle grand itavolate imbandite .

Il menù scelto per quest oevento dagli organizzatori era ti -picamente medievale, compost ocioè da pietanze preparate se-guendo le ricette antiche . Par-ticolarmente apprezati quindi ipiatti a base di pasta, fagioli etanta carne .

Al termine della cena, i ritm iincalzanti suonati dai musicihanno accompagnato altre esi-bizioni degli sbandieratori da-vanti alla porta del castello.

La difficoltà e la bellezza de i«lanci» sono risultate superioririspetto a quelli del pomeriggio,tanto che gli sbandieratori han -

no strappato continui applausi econ la loro esibizione hanno en-tusiasmato tutti i presenti all amanifestazione .

Al termine della serata gran-de soddisfazione per il positivoesito dell'evento è stata espress adagli organizzatori e dalla com-pagnia storica di Pontremoli .Tutti si sono detti felici di quest agiornataaCorniglio, soprattuttoper l'ammirevole accoglienza aloro dedicata da tutti gli abitant idel paese . E hanno quindiespresso la volontà di poter tor-nare anche nelle prossime edi-zioni della festa.

I balli delle dame che hannocoinvolto tutti i commensali,hanno poi concluso in bellezz aquesta giornata nel segno dell astoria medievale vissuta da tutt igli abitanti di Corniglio . ®

Storia E' Pi .

la giornata medievale organizzata a Corniglio dalla Pro LOCO . Eara snvin scora

Pagina 28

ACornìglio sono tornati al Medioevo

Page 34: ITALIJA - novine

press LIf1E21 /08/2010 ,D17TA DI

FESTA IN PROGRAMMA ANCHE DIVERSI AVVENIMENTI COLLATERAL I

A Bedonia la trota è reginaDomani si rinnova l'appuntamento con la popolare sagra nata nel 195 5In piazza del Municipio già preparato un migliaio di posti a seder e

Giorgio Camisa

Per gli abitanti delle valli de lTaro e del Ceno la sagra dellatrota è un evento straordinario .Domani in piazza del Municipi osi festeggia per la 56esima voltala Regina del Taro e tutta la cit-tadinavaltarese è mobilitata pe rrendere solenne questo evento .

Da giorni i responsabili dellamanifestazione sono al lavoroper posizionare le enormi padel -le e per lucidare i secolari paiol iin rame dove verrà fritto il pre-libato pesce d'acqua dolce e ver -ranno cotte le polente .

Intanto è già stato preparatoun migliaio di posti a sedere e intutto il centro storico sono in bel -lamostra opere artistiche di ogn igenere e banchetti gastronomicicon tante leccornie.

Nei ristoranti si rinnova ogn ianno il menù ma la tradizionegastronomica più importantedel paese non cambia : ovunquela trota è al centro delle tavoleimbandite.

La sagra della trota è nata ne l1955 dall'idea di un gruppo di

pescatori locali, i quali, dopoaver passato una serata d'agostoa cena e aver cucinato il pesceappena pescato dalle acque lim-pide del Taro e dei suoi affluenti ,si erano ripromessi di ritrovarsiogni anno per festeggiare co ntrota e polenta l'avvenimento .Domani, con lo stesso spirito di56 anni fa, con l'entusiasmo disempre e nella stessa Piazza i vo-lontari accenderanno di buo nora i bracieri e i fornelli dove

troveranno posto le due enorm ipadelle e i tanti paioli . E poi viaalla cottura di trote e polenta.

Inizierà a mezzogiorno la di-stribuzione del piatto unico, una oanche due fette di polenta calda euna trota fritta nell'olio bollente ,fragrante e condita da intingolitutti particolari. E per chi non saràancora sazio, ci saranno formaggie salumi tipici del bedoniese, tort edolci e salate e frutti di bosco.

Oltre alla festa gastronomical'assessorato alla cultura e al tu-rismo ha preparato una serie dimanifestazioni collaterali cherenderanno ricca ed interessantela giornata : stamattina si potran-no visitare i mercatini, il Plane-tario eletante mostre organizzateper l'occasione . Saranno ancheaperte le botteghe di «ArteInsie-me» e le «Botteghe della Pieve» .

A mezzogiorno di domenica ,inizierà la distribuzione di trotee polenta ed avrà inizio la grandegiornata gastronomica. Per tuttala giornata tutti i visitatori po-tranno gustare la regina del Tarofritta e impanata direttamentesul posto . Alle 21 conclusione inmusica con l'orchestra spettaco-lo «Camillo del Vho» . +

Sabato sp z anche per qk ani

Serata rock in piazza CentinaroCi sarà spazio anche per i

giovani alla 56esima edizion edella festa della trota. Grand espazio dunque per la musica e ildivertimento.

Sabato sera la serata a tutt orock, organizzata dall'ammini-

strazione comunale di Bedonia, s isvolgerà in Piazza Centinaro e davrà inizio alle 18.30, quando ver-rà proposto l'aperitivo in musica .

Alle 21,30 inizierà quindi l'esi-bizione di numerosi artisti e varigruppi locali.

Pagina 29

Page 35: ITALIJA - novine

press LIf1E21 /08/2010 £4,D17TA DI

Pagina 30

PROGETTI VALORIZZARE LE RISORSE LOCAL I

La Provincia puntasulle filiere del legnoper la montagna

tanza di questi progetti per riap-propriarsi della fase di commer-cializzazione del prodotto attra-verso una maggiore sinergia, com esostenuto anche dal president edella Comunità montana Valli delTaro e del Ceno Luigi Bassi .

«Il progetto del Consorziodelle Comunalie Parmensi no nintende solo valorizzare la legn ada ardere che ha già un buo nmercato - ha spiegato AntonioMortali del Consorzio - mascommettere sul cippato pe rl'alimentazione di caldaie a bio-massa».

Il presidente della ComunitàMontana Unione dei Comuni Par-ma Est, Giordano Bricoli ha illu -strato il secondo progetto, promos -so dal Consorzio Volontario Fore -stale Monte Fuso, che consentirà d icommercializzare il legno attra-verso una struttura di semilavo-razione del legno da impiegare perattività edilizie, usando poi gliscarti di lavorazione come legna daardere . In entrambi i casi gli in -vestimenti (rispettivament e1 .270.000 euro e 1 .787 .000 euro ,più della metà dei quali finanziatidal Psr) serviranno sia per moder-nizzare le attrezzature per l'esbo -sco, lo stoccaggio e la lavorazion edel legno, sia per realizzare miglio -ramenti boschivi e adeguare la via-bilità forestale, interventi affianca -ti da un percorso formativo e diconsulenza aziendale volto afar ac -quisire competenze in materia d isicurezza sul lavoro e di tecniche d iesbosco innovative.

I due investiment ida 1 .270.000 e 1 .787.000saranno finanziati anch edalla Regione

Lucia Brighenti

La Provincia di Parma scom-mette sul legno per valorizzare lerisorse locali, fornire opportuni-tà di lavoro e contribuire alla ri-duzione delle emissioni di CO2.

La Regione Emilia Romagnaha infatti approvato nei giorn iscorsi la graduatoria dei progett idi filiera che potranno acced ereai finanziamenti del Programmadi Sviluppo Rurale. Due di questiriguardano la filiera del legno ecoinvolgeranno imprese e azien-de del territorio montano : i l«Progetto di Filiera 10», pro -mosso dal Consorzio delle Co-munalie Parmensi che coinvolgei comuni di Albareto, Tornolo eBorgotaro, e il «Progetto di Fi-liera 41» del Consorzio Volon-tario Forestale Monte Fuso, cheriguarda il territorio di Neviano.

«La Provincia intende valo-rizzare questa risorsa in termin idi fruizione sostenibile - ha spe-cificato il vicepresidente dell aProvincia, Pier Luigi Ferrari -puntando a costruire impianti amisura del nostro territorio eusando materiale endogeno» .

Il dirigente del servizio agricol -tura della Provincia, Vittorio Ro -manini, ha sottolineato l'impor-

Page 36: ITALIJA - novine

press LIf1E21 /08/201 0

Hanno riscosso molto successo i corsi doposcuola organizzati dall'associazione Futuro, un sodalizio salsese attivo nelle tematich edell'integrazione . Grazie all'aiuto di don Pierluigi Callegari, che ha messo a disposizione alcuni locali della parrocchia di Santa Mari aAssunta, l'associazione ha potuto organizzare questo importante servizio a favore dei ragazzi . Il numero delle adesioni è cresciutocostantemente, fino a raggiungere circa 20 bambini di molte nazionalità . Con l'apporto di alcuni volontari, sia italiani che immigrati ,questo servizio ha funzionato in modo completo, raccogliendo i pareri entusiasti di bambini e genitori . A conclusione del primo anno d iattività il presidente Omer Yabro ha elencato i punti salienti dell'iniziativa, sottolineandone il valore multiculturale e di integrazione . I ldoposcuola di Futuro riprenderà a settembre e l'associazione è alla ricerca di volontari . Per informazioni o per dare l'adesione contattar el'associazione Futuro al 320-2316557 o direttamente l'assessore Orlandi presso l'Ufficio pubblica istruzione del Comune (0524-580302) .

uando il «Futuro» è integrazione con il doposcuola multietnic o

£4,D17TA DI

Pagina 31

Page 37: ITALIJA - novine

press LIf1E21 /08/2010 £4,D17TA DI

ASSOCIAZIONI IL COORDINAMENTO NAZIONALE FUORISTRADA DI FIDENZA E' UN PRESIDIO PREZIOSO NELLE EMERGENZ E

II fuoristrada, una passione e una missione

Annarita Cacciamani

€ Fuoristrada e volontariato .Potrebbe sembrare un'associa-zione strana ma non è così. Cisono in Italia tantissime personeche mettono le loro macchine ela loro abilità nella guida a di-sposizione della cittadinanza ra-dunandosi in gruppi e club ,spesso affiliati alla ProtezioneCivile.

Nel 2006 è nata una struttura ,il Coordinamento nazionale fuo -

ristrada, che raccoglie diverse as -sociazioni di fuoristradisti e cheha sede proprio a Fidenza, in viaDelnevo. Coordinatrice è Giulia-na Carpena, referente anche delgruppo salsese «No Frontiers» ,composto da circa una decina diappassionati.

«L'associazione di Salsomag-giore è nata nel 2000 e fi ndall'inizio abbiamo partecipatoalle attività della Protezione ci-vile, sia per le emergenze, sia perla prevenzione . Come noi tanti

altri in giro per l'Italia - spiega - .Lo scopo di questa iniziativa èquello di dare un riconoscimen-to ufficiale ai tanti utilizzatori epossessori di fuoristrada impe-gnati nel volontariato. I fuori-strada sono fondamentali quan-do bisogna raggiungere zone im-pervie ed è importantissimousarli nel modo corretto, anch eper una questione di sicurezza» .

I gruppi iscritti al Coordina-mento, circa 10 in tutta Italia, i ncollaborazione con gli Enti lo-

cali, intervengono soprattutto i ncaso di frane, allagamenti, incen -di, terremoti o nelle operazionidi ricerca di persone scomparse .Ad esempio, i fuoristradisti han -no partecipato ai sopralluoghi i noccasione delle frane sulle col-line di Fidenza e Salso lo scorsoinverno e, alivello nazionale, do-po il terremoto in Abruzzo. Altroimportante compito del Cfn è le-gato al progetto Retedi, rete diemergenza territoriale digitale ,che prevede la stesura e dell'ag-giornamento delle mappe e dell ecartine utilizzate dalla Protezio -ne civile e da altri enti che ope-rano nel settore. «Ognuno deigruppi del Coordinamento - con -tinua la Carpena - perlustra ilterritorio di propria competenza

e verifica lo stato di strade e dialtre vie di comunicazione. Ave-re mappe fatte bene è essenzial enelle operazioni di evacuazion edi zone a rischio» .

Ogni anno il Coordinamentoorganizza meeting nazionali, cor-si di guida e di cartografia permigliorare l'efficienza dei propriinterventi. «Coordinandoci - con-clude - è possibile agire seguendolinee guida uguali per tutti e fareformazione a livello nazional eper avere in tutta Italia volontar iche utilizzano il fuoristrada nelmodo corretto, senza rischi per s ée per gli altri» .

Per info ed adesioni : telefon oe fax 0524/201128 mail in-fo@coordinamentofuoristradi-sconazionale .it.*

Associazioni Il gruppo del Coordinamento fuoristrada di Fidenza.

Pagina 32

Page 38: ITALIJA - novine

press LIf1E21 /08/2010 £4,D17TA DI

II misterodelle statue stele

Un'atmosfera magica sotto i lfiabesco cielo lunigianese . Quest isono stati gli ingredienti del suc-cesso della prima delle serate re-lative alle antiche tradizioni lu-nigianesi svoltasi venerdì seraall'agriturismo «Montagna Verde»di Apella auspice Barbara Maffe igraziosa organizzatrice di quest ieventi culturali che si conclude -ranno alla fine di agosto e ve-dranno sfilare sotto la vetusta tor-re medievale illustri relatori . Dopola cena a base di antichi mangiar idel posto, cucinati dal giovanechèf Federico e serviti con il sorrisodalla simpatica Luciana, si é svoltala conferenza che aveva per tem auno dei misteri ancora irrisolti del -la terra di Lunigiana : le statue stel e«esseri senza bocca, uomini senzavolto, enigma antropologico de lbacino lunigianese».Relatore della serata è stato l ostudioso parmigiano Giorgio Pat-tera mentre l'etnografo German oCavalli, impegnato in un'altra con -ferenza, ha fatto pervenire un sa-luto al folto e selezionato pubblicofra i quale numerosi giovani d iParma. «E proprio a Germano Ca -valli, presidentissimo dell' asso-ciazione culturale "Manfredo Giu-liani", va il merito - ha esorditoPattera - di essere stato l'arteficedei rinvenimenti di numerose sta -tue stele nel territorio villafran-chese».Alla serata erano presenti il con-sigliere provinciale Enzo Manent igià sindaco di Licciana Nardi, i lpresidente del Club Terre CelticheItalo Pizzati e il presidente de lParco regionale tosco emiliano Vi -gnali .Filattiera, Taponecco, Filetto, Mi-nucciano : forse da questi antich iinsediamenti dell'odierna Lunigia-na partirono verso il 1400 a .C., i npiena età del bronzo, alcuni te -

merari manipoli di «Ligures», iquali, sfidando ciò che rappre-sentava a quei tempi l'incognitaassoluta, si avventurarono nel Ma rTirreno in cerca di altri spazi d acolonizzare ed approdarono in un anuova, grande terra, la Corsica, s ucui trapiantare se stessi, la propri aciviltà e le proprie tradizioni re-ligioso-culturali . E' curiosa, a que-sto proposito, l'assonanza di al-cuni topònimi lunigianesi (Filetto ,Filattiera) con quello còrso di Fi-litosa, complesso neolitico che co-stituisce senza dubbio la testi-monianza più notevole della pre-senza nell'isola di enigmatiche po-polazioni di origine centro-euro-pea, che alcuni storici fanno di -scendere da antiche tribù celtiche .«Létimo di Filattiera - ha esorditoPattera - deriva dal greco phi-laktérion che, in senso figurato,

significa segno magico».«E le statue-stele dei misteriosi es -seri senza bocca e uomini senzavolto, raccolte nel Museo archeo-logico della Spezia - si è chiesto i lrelatore - sono opera della stessaespressione artistica che ispirò gl iautori dei Menhirs di Filitosa?» . Pu òdarsi. Ma, per renderci conto d iquanto sia effimero, in archeologia ,il confine tra fantasia e documen-tazione storica, occorre procederecon ordine. Le «statue-stele» o «sta -tue-menhirs», dette anche «stel eantropomorfe», oggi in gran parteospitate nelle sale del Museo de lCastello di Pontremoli sono deno-minate «statue-stele» lunigianesi, i nquanto tutte (tranne un paio) son ostate rinvenute nell'ambito del ter-ritorio della Lunigiana, una region estorica che trae il nome dalla città (aquei tempi portuale) e colonia ro-mana di Luni . «Le prime due - h aprecisato Pattera - furono trovatenel 1886 durante la costruzione d iun bacino dell'Arsenale militare del -la Spezia. Attualmente, tra integreed in frammenti, se ne contano 59:l'ultima in ordine di tempo ha vistola luce nell'estate del 1975» .La Lunigiana può essere conside-rata come una sub-regione, no nrispondente a nessuna giurisdizio-ne amministrativa attuale, ma che,grosso modo, ricalca i confin idell'antica diocesi di Luni . In tutto i lterritorio ricorre spesso il termin e«Luna» (nomi di località, folklore,ecc .), come rimembranza, forse,d'una ancestrale usanza perduta:quella del culto arcaico di ado-razione della dea-Luna; fenomen ospesso ricorrente nelle popolazion iprimitive (ed accertato in loco pri-ma dell'insediamento romano), i nantitesi al culto del Sole. Indub-biamente, di queste statue-stele, l aparte più singolare è la testa, ch epresenta un enigmatico volto d iforma tipicamente «lunata», anzi«a mezza luna» o «a cappello d icarabiniere» . In tutti i modi, ciò ch efanno trasparire le statue stele èsolo il loro mistero ma soprattutto i lloro silenzio che perdura da mil-lenni e, questo, è un fatto di per s èstesso prodigioso» .Lorenzo Sartorio

Pagina 46

Page 39: ITALIJA - novine

press L.IfE21 /08/2010 L'INFORMAZION E

Offerte valide fino al 30 settembre . AI Regio a fine mese eventi di musica classic a

Estate d'argento, taxi e concerti grati sPer gli over 70 continua la distribuzione dei buoni sconto

Taxi, musica e culturagratis per gli over 7 0

della città ducale . Proseguel'impegno del Comune a fa -vore degli anziani di Parma .Nell'ambito dell'iniziativ aEstate d'argento in città ,l'amministrazione comuni-ca che continua la distribu -zione dei buoni sconto ta-xi fino ad esaurimento del -le disponibilità.

I buoni sono in distribu-zione presso la sede del Po -lo territoriale di apparte-nenza, così come indicatenelle lettere inviate dal Co -mune di Parma ai cittadiniover 70 . Per il ritiro si puòdelegare anche un familia-re, un amico, un vicino dicasa.

Si ricorda che i buonisconto potranno essere uti-lizzati dai beneficiari fino al30 settembre (per le corsetaxi all'interno del Comunedi Parma) per qualsiasi esi -

genza, ovvero indipenden-temente da concerti e altr ieventi culturali .

Prossime iniziative,Le prossime iniziative ,

grazie anche all'impegnodel Teatro Regio, compren-deranno nei giorni 27, 28 ,30, 31, concerti, gratuiti, d imusica classica e musich epopolari, offerti dall' Orche-stra e dal Coro delle Voc ibianche del Regio, a parti -re dalle 18 presso la sed edel teatro .

Per non mancare all'ap-puntamento basterà dar econferma del giorno pre -scelto al numero telefonic odel Comune di Parma -0521 031684 o inviare un amai/ all'indirizzo di post aelettronica relazioniester-ne@comune . parma. it en -tro il 25 agosto .

I primì#iue concerti (l edue giornate avranno l ostesso programma) preve-dono la presenza solo del -l'Orchestra, mentre negli ul -timi due (anche queste conlo stesso programma), ol-tre all'Orchestra, si esibir àanche il Coro di Voci Bian -che .

Pagina 7

Page 40: ITALIJA - novine

press LIETE21 /08/2010

L'INFORMAZION E

Er. Go, bando alloggi

entro il 26 agostoSta per scadere il bando pe rl'assegnazione degli alloggiagli studenti che intendon oaccedere agli appartament iriservati agli studenti del-l'Università di Parma e d iquelle dell'Emilia Roma-gna. Studenti matricole deicorsi di laurea, di laureaspecialistica a ciclo unico edi laurea magistrale a ciclounico dell'Emilia Romagn ahanno tempo fino al 26agosto per presentare do-manda per l'alloggio, nel-l'ambito del bando 2010/2011 di Er. Go, l'Azienda Re-gionale per il Diritto agl iStudi Superiori dell'EmiliaRomagna .Le domande vanno compi-late on-line collegandosi a lsito www. er-go . it, oppur epresso i Caf (Centri di Assi-stenza Fiscale) convenzio-nati con Er. Go (l'elencocompleto è a disposizion esul sito), che provvederan-no a compilarla e trasmet-terla ad Er. Go. Gli student iche non si avvalgono deiCaf sono tenuti ad inviaread Er. Go copia cartaceadella domanda con firmaautografa entro il giornosuccessivo, 27 agosto .Per ogni tipo di informazio-ne relativa al bando gli stu-denti possono fare riferi-mento, oltre che al sito, an-che al cali center : 05 16436900 .

Pagina 9

Page 41: ITALIJA - novine

press L.IfE21 /08/2010

L'INFORMAZION E

Truffa dei eaappagalli,appello a Lipu e Foi

Egregio direttore ,mi permetta di invitare i du e

enti Lipu e Foi ascrivere ogni tanto qualche arti -colo inerente all'importazione d ianimali esotici così da non dove rleggere più un articolo ridicol ocome questo, capisco dell'inge-nuità delle persone ma arrivare acredere che uno regali un pap-pagallo, Ara oltretutto dovend opagare solo le spese di spedizio-ne ma raccontiamo anche che l aluna è una forma di formaggi omessa la a stagionare. . . magariqualcuno ci crede nel 2010 c' èancora qualcuno che crede nell aparola regalo?Pazzesco . Ad ogni modo vorrei ri-cordare a queste persone che i nItalia ci sonò-Mimi allevatori d ipappagalli con esemplari ma-gnifici regolarmente denunciat ialla forestale con tanto di docu-mento e certificato cites rivolge-tevi a loro non fare acquisti d ianimali per corrispondenza .L'animale non è un oggetto, eprima di acquistare certi tipi d ianimali documentarsi bene .Tengo anche a precisare che gi àin passato avevo awisato di truf-fe ornitologiche su annunci in ri-viste di compravendita a cert eassociazioni ma chissà perché ola burocrazia o la mia poca for-tuna di parlare con la person agiusta non vengono mai prese i nconsiderazione, questi i risultati .Il mondo ornitologico è meravi-glioso Foi, Lipu concedetevi ogn itanto uno spazio sui quotidian ilocali e spiegate di cosa si tratta .

Morena M.(Sorbolo)

Pagina 9

Page 42: ITALIJA - novine

press LITE21 /08/2010

L'INFORMAZION E

MONCHIO Si recuperano gli appuntamenti cancellati sabato scorso per il maltemp o

Appenninfest 2010 : riprende la festaPer tutta la giornata aFrato Spilla giochi, escursioni e mercatini

I1 maltempo di sabato scorso ha penalizza-toAppenninfest,annullando circa metà del

programma previsto . Così gli organizzatorihanno deciso di "recuperare" oggi tutto ciòche il 14 agosto non si è potuto realizzare ,cioè in pratica tutta la parte all'aperto del pro-gramma. L'appuntamento è a Prato Spilla ,nel Parco dei cento laghi,conlafiera,leescur-sioni guklate,igiochi peribimbi,le esibizion idi trial e le mille altre iniziative diAppennin-fest,gran festa dell'Appennino organizzata da lComune di Monchio delle Corti e dal Parc odei Cento Laghi con la collaborazione dellaStazione turistica di Pratospilla, il patrocini odella Provincia di Parma e della ComunitàMontanaAppennino Parma Est e il contribu-to di Cariparma CréditAgricole.

Ricca l'offerta di questa giornata"di recupe-ro",che con le sue tante proposte può accon-tentare tutti:dagli sportivi agli amanti della ga-stronomia, dagli appassionati di mercatini al -le famiglie con bambini piccoli e ai cultori deltrekking.

Alle 10 aprirà lo spazio fiera (allestito nel -l'area compresa tra l'albergo e la palazzina diservizio alla seggiovia) con bancarelle di ogn igenere e spazio riservato ai prodotti tipici .

Alle 10,30"Orientiamoci",attività di orien-nteering nel bosco con lezione teorica sull etecniche e prova pratica con bussola e carti -

na .Alle 11 "I frutti spontanei del Parco",escur-

sione guidata adatta a famiglie con bambini .Alrientro,previstoperle 13,ibambinipotran-no divertirsi con il gioco della scatola magica .

Dalle 12 alle 15 all'albergo rifugio Prat oSpilla sarà possibile pranzare con un menùspeciale pensato apposta per l'occasione, abase di funghi, cacciagione e piatti della tradi-zione montanara.

Alle 14"Specchi d'acqua sotto il crinale",

una semplice ma suggestiva escursione gui-data che condurrà,con l'impiego gratuito del -l'impianto di risalita,al crinaleTosco-Emilano ,dove si potrà godere di uno splendido sce-nario sul MarTirreno e,passeggiando tra fio-ri e macigni di arenaria, si raggiungerà il La-go Martini:l`ì si potranno osservare il tritone ,anfibio caratteristico del Parco,la rana tempo-tarla e, con un po' di fortuna,la biscia dal col-lare.

Si raggiungerà quindi il Bivacco Cagnin ,usato un tempo dai pastori . Si proseguiràperla suggestiva conca del Lago Verde sino adarrivare al lago Ballano per vedere le bollatedella trota Faro .

A partire dalle 15,per piccoli e grandi, arri-va il momento del gioco con"Aquilonan-do" .

Alle 16 esibizione diTrial Bike per viverel'emozione delle due ruote fra macigni e ru-scelli .

Alle 16,30 dimostrazione di tecniche d isoccorso in montagna a cura del Corpo na-zionale di soccorsoAlpino e Speologico - sta-zione di Parma.

Per l'intera giornata sarà possibile metterealla prova coraggio, equilibrio e nervi saldi sul -le passerelle, i ponti tibetani, i percorsi so -spesi tra gli alberi del vicino "Parco delle 10 0Avventure" .

Pagina 1 0

Fienile in fiamme a linee

Page 43: ITALIJA - novine

press L.IfE21 /08/2010

L'INFORMAZION E

Si profila l'ipotesi dell'incendio doloso . Indagano i carabinieri

Fienile in fiamme a BoreAfuoco 150 talloni. Danni ingenti all 'aziendaU

n fienile con circa 150balloni di erba è andato

a fuoco la scorsa notte a Bo-re, in località Mezzi sullastrada per Varano . Un rogodi vaste proporzioni, die-tro cui si profila l'originedolosa .

E' stata una notte di lavoroper gli uomini del 115 chesono stati impegnati fino amattina inoltrata per do -mare le fiamme . Il rogo èdivampato intorno alle 3della notte tra giovedì e ve-nerdì .A lanciare l'allarm eson stati alcuni ragazzi ch epassavano in auto lungo l aprovinciale 69 della val Se-nedola, poco distante da lfienile .

Sul posto sono immedia-tamente arrivate due squa-dre di vigili del fuoco d aParma, che hanno faticatoa domare le fiamme .I bal -Ioni, infatti, sono altamenteinfiammabili . Oltre 50 0quintali di erba hanno ali-mentato l'incendio che, i npochissimo tempo, si è pro -

Vigili del fuoco al lavoro per ore

pagato all'intera struttura .Nella zona si creata una

cappa acre di fumo.Il capannone è andat o

quasi completamente di -strutto: ingenti i danni . Se -condo una prima stima s iparla di svariate decine di

migliaia di curo .Sul posto anche i carabi-

nieri che stanno indagan-do in queste ore per rico-struire quanto accaduto . Masembra farsi strada sempredi piìl l'ipotesi del rogo do-loso, vista l'ora e le tempe-

rature piuttosto basse de lmomento .

Si tratta dell'ultimo di unaserie di incendi sospettiche hanno caratterizzatoquesto mese di agosto i nprovincia .Tre incendi ne lgiro di dieci giorni .

Domenica 8 agosto un ro-go aveva distrutto il capan-none della ditta Oppimitt idi Borgotaro, che si occupadi smaltimento di rifiuti . Unepisodio dai contorni po-co chiari su cui è stata aper-ta una inchiesta . Pochi gior-ni piìi tardi era stata distrut -ta dalle fiamme una trivella-trice a Citerna di Fornovo ,all'interno di un cantiereper i lavori della linea fer-roviaria Pontremolese . I so-spetti portano lontano, finoalla criminalità organizzata ,soprattutto la 'ndrangheta .Un'ipotesi inquietante, mache sta prendendo semprepiù consistenza vista la suc-cessione degli avvenimen-ti di natura quanto meno so-spetta.

Pagina 10

Page 44: ITALIJA - novine

press L.IfE21 /08/2010

L'INFORMAZION ENEVIANO Dopo alcune lamentele

Rispetto dei fiumi :servizio di prevenzionedelle guardieecologiche volontarie

II bel tempo previsto per il fine settimana porterà molti parmi-giani a trascorrere qualche ora di relax in riva ai fiumi . E' un fat-to positivo, poiché permette di riscoprire le bellezze naturali d icasa nostra e anche di ristabilire un buon rapporto corri cors id'acqua . Purtroppo non tutti i bagnanti osservano le comun iregole di comportamento civile tanto che nel corso dell'estatesono giunte a Legambiente un paio di segnalazioni riguardant il'abbandono di rifiuti nei fiumi e, più in generale, un uso sfron-tato,se non vero e proprio abuso,dei luoghi naturali .Una situazione particolarmente incresciosa è stata segnalat anel fiume Enza, nei pressi di Scurano, nel temtorio comunale d iNevianoArduini. Così negli scorsi fine settimana, in quel trattodi riva, le guardie ecologiche volontarie di Legambiente, nel -

l'ambito della vigilanza ambientale, hanno svolto un servizio d iprevenzione ed educazione verso i bagnanti . Principalmentesono stati fatti spostare auto e scooter parcheggiati diretta -mente nel greto vicino all'acqua e poi sono state informate l epersone sul corretto comportamento riguardo aí rifiuti da pic-nic prodotti, affinché non venissero abbandonati in loco, comepurtroppo d'uso abituale . In seguito è stata inoltrata una se-gnalazione al comune di NevianoArduini .L'azione preventiva delle guardie ecologiche proseguirà in que-sto fine settimana, anche su altri fiumi del parmense . L'invito diLegambiente ai cittadini è di godersi in tranquillità i bei post iche offre la natura, a partire dalle rive fluviali, con il rispetto do -vuto all'ambiente in cui viviamo .

Pagina 1 0

Fienile in IL unme a linee

Page 45: ITALIJA - novine

press L.IfE21 /08/2010

L'INFORMAZION E

Studenti universitari in cerca di un posto letto

ATENEO Il bando di Ergo

Studenti in cercadi un alloggio :ancora pochi giorniper fare domanda

A giorni le aule universitarie riapriranno i battenti ,e per molti studenti già si presenta il problema d itrovare un posto letto nelle città sedi di Ateneo .Per chi è in difficoltà economiche o non riesce apagare gli alti affitti dei centri storici c'è ancorauna possibilità : scade infatti il prossimo 26 a-gosto il bando per le matricole che voglianoconcorrere all'assegnazione di un alloggio uni-versitario . Gli studenti, come spiega una nota d iErgo, l'Azienda regionale per il diritto allo studio,hanno tempo ancora soltanto sei giorni per pre-sentare domanda, nell'ambito del bando

2010-2011 . Le domande vanno compilate on-lin ecollegandosi al sito www .er-go .it, oppure nei Centr idi assistenza fiscale convenzionati con Ergo (l'e-lenco completo è a disposizione sul sito), ch eprowederanno a compilarla e trasmetterla all'a-zienda . Gli studenti che non si awalgono dei Cafsono tenuti ad inviare ad Ergo copia cartace adella domanda con firma autografa entro il giorn osuccessivo, 27 agosto . Per ogni tipo di infor-mazione relativa al bando gli studenti posson ofare riferimento, oltre che al sito, anche al cal icenter 051 .64.36 .900 .

Pagina 24

Page 46: ITALIJA - novine

press L.IfE21 /08/2010

L'INFORMAZION E

Il 'ricavato della serata sarà devoluto a Help for children Parma

Teatro e solidarietà a Borgotaro :in scena "Per un pezzo di luna."La compagnia di teatrocorporeità Tutto .Tutto -

attaccato presenta lo spettacolo "Per unpezzo di luna", con la regia di Giordano Ma-riani, venerdì 27agosto alle 21, aBorgotaro in piazz aLa Quara .

"Nelle calde nottiafricane, una bianc ae luminosa lun asplende nel ciel ostellato . . . . che sapo-re avrà una luna co-sì meravigliosa ?

Una piccola tar-taruga decide di vo-lerne assaggiare unpezzettino e comin-cia lentamente a sa-lire la montagnaper raggiungerla ,ma ha bisogno d iaiuto da altri anima-li . . . .

Chissà se in que-sto gioco, tra equi-librio e solidarietà,stupore e diverti -mento, insieme, riusciranno a toccare

la luna ?Quando la diversità si unisce per raggiun -

gere un obiettivo, che il singolo non riu-scirebbe mai! "

L'ingresso è ad of-ferta libera, e l'incas-so dello spettacolosarà destinato a so-stegno dei progett idell' associazioneHelp for Childre nParma .

Scopo principal edell'AssociazioneHelp for Childre nParma è diffonderela cultura della soli-darietà principal-mente verso i bimb idelle popolazionibielorusse, vittimeprincipali del disa-stro nucleare diChernobyl e, co-munque, verso ibimbi di qualsiasipopolo o nazionali-tàche versino in sta-to di grave indigen-

La compagnia di teatrocorporeità Tuttoattaccato za o bisogno .

Pagina 25

Page 47: ITALIJA - novine

Pagina 5

Iren, sroppia la guerra sugli stipend i"C@lacnsi, u l, al wpet risupens l

Borse di studio

dalle auto storich e

Nasceranno quattro bors edi studio dalle quote d i

partecipazione e dalle dona-zioni che verranno raccoltedalla parata di auto storiche"Fiori&Motori" che prender àil via il 5 settembre prossimoa Verbania . Il ricavato verr àdonato all'associazione Tom-my nel Cuore dagli organiz-zatori della manifestazioneche si sviluppa nel corso de l36esimo Corso fiorito, l'im-portante sfilata di carri fiorit iche ogni anno raccoglie oltre10 mila spettatori . Nascon ocosì quattro borse di studio afavore di bimbi bisognosi, se-gnalati da enti e autorità, chenon riceveranno denaro con -tanti ma materiale scolasticodi vario genere . Il piccolo pa-lio, sono previste massimo 3 0vetture immatricolate prim adel 1985, verrà vinto da ch isi dimostrerà più bravo nelleprove di abilità e precisione(prova statica, dinamica eprecisione) .

Lo stesso giorno verrà com -posto un grande mandala, undisegno di 8 metri di lato d aguinnes dei primati (ora ap -partiene a Madrid) compostoda oltre 255mi1a caramelleche verranno poi distribuitein 25mila sacchetti . Anche inquesto caso verranno raccolt ifondi a favore dei bambini ,per il reparto di oncologiapediatrica del piccolo centronello spirito che contraddi-stingue l'associazione Tomm ynel Cuore presieduta da Paol aPellinghelli, mamma del pic -colo Tommaso Onofri rapitoe ucciso il 2 marzo 2006 . I llegame con Verbania è giàforte da tempo, il granito delcippo in strada del Traglione ,dove è stato trovato il corpi-cino di Tommy, viene infatt idalla città del lago Maggiore .

Silvio Marvisi

Page 48: ITALIJA - novine

press LIETE21 /08/2010

il Resto del CarlinoRAVENNA

PROSEGUE CON SUCCESSO LA POPOLARE MANIFESTAZIONE `DEL BUONGUSTAIO' . STASERA ALLE 23 I FUOCHI ARTIFICIAL I

La sagra di Reda raccoglie ottomila euro da donare in beneficenz aPROSEGUE sull'onda del successo laSagra del buongustaio di Reda . Stasera al -le 18 .30 apertura degli stand, alle 21 sfila -ta di moda, allle 23 spettacolo di fuoch iartificiali . Al piano bar ci sarà Beatrice .La prima serata, a scopo di beneficenza,ha avuto un ottimo riscontro : martedì 1 7infatti oltre 1500 persone hanno parteci-pato alla cena il cui scopo era raccoglier efondi da devolvere alle associazioni Ad-mo e Farsi Prossimo, che gestisce il Cen -tro d'ascolto di via Minardi a Faenza . So -

affluenza poco ci manca) . Domani pran -ENEN `<< ~~

zo del buongustaio alle 12 ; alle 16 gimka -Cinquemila persone sono accorse na equestre, alle 21 l'orchestra spettacolo

mercoledì allo spettacolo

di Luca Bergamini (figlio di Franco, ch esuonò con Secondo Casadei) .di Giacobazzi e Pizzocchi

La sagra di Reda si sta dunque avviandoa diventare uno degli appuntamenti pre -

no stati raccolti circa 8mila euro . Merco- feriti da chi cerca buoni piatti romagnol iledì con Giacobazzi e Pizzocchi c 'è stato a prezzi giusti e spettacoli di un cert oil tutto esaurito, con 5mila persone accor- spessore . Da segnalare che lunedì, ulti -se per ridere . Quella sera sono stati servi- mo giorno della festa, sul palco salirann oti ben 3500 coperti (se non è il record di Cristina D ' Avena e i Gem Boy .

SUCCESSO II fiume di persone che si èriversato l'altra sera alla sagra di Reda

Pagina 1 7

I,apiccola f.inc,ia i sl :n pwiuril uin un more lo wur_i ou ÌI ia d i l ì!li, e

Page 49: ITALIJA - novine

press LIETE21/08/2010

ilResto dei CarlinoRAVENNA

ROTONDA MAGGIO

Fino ad oggi oltre 50 0gli alcol test effettuat ida volontari e anonim i

DA luglio ad oggi sono stati pi ùdi 500 i rilevamenti effettuati s uvolontari ed anonimi e più di 5 isoccorsi di primo intervento i ncollaborazione con il 118 diRavenna. E' il primo bilanciodella campagna di prevenzion e`abuso di alcool ' condottadall ' associazione Cerviauxilia, i ncollaborazione con la Pubblicaassistenza città di Cervia, ognivenerdì e sabato nella Rotonda1 ° Maggio a Milano Marittima .Il progetto è volto asensibilizzare i giovani sulproblema dell 'abuso di alcol pergarantire un ' istruzionepreventiva . I controll icontinueranno fino alla fine d iagosto .

Page 50: ITALIJA - novine

pressUnE21 /08/2010

IVOCE,d126,nan a

Ravenna

Il titolare :Attività costruita con criteri eco-sostenibili" . E s'infuria pure Confesercenti

Bagno Le Vele: volano strati contro gli ambientalist iLIDO ADRIANO - Si alzan ogli scudi sul bagno "Le Vele "di Lido Adriano, definito una"colata di cemento" dalle asso-ciazioni Ravenna Viva e Movi-mento 5 stelle e, invece, consi-derato un "fiore all'occhiell odell'edilizia eco-sostenibile "dal direttore della Confeser-centi Roberto Lucchi, che in -vita le associazioni ambienta -liste "ad informarsi meglio infuturo prima di dispensaregiudizi destituiti di ogni fon-damento"."Quello stabilimento - aggiun-ge Lucchi - costruito prevalen-temente in legno secondo unafilosofia altamente ambientali -sta, per certi versi, ha persin oanticipato il nuovo piano del -l'arenile che prevede agevola-zioni per chi costruisce sul de-manio marittimo con moda-lità eco-sostenibili . Le accusemi sembrano assurde, perch èquel bagno - conclude il nu-mero uno di Confesercenti -rappresenta un esempio d i'costruzione virtuosa' per tut-ta la categoria".

E alle picconate degli ambien-talisti replica, risentito, anch eFabio Boscherini, titolare de lbagno "Le Vele", un imprendi-tore che si professa "ecologi -sta" e che dunque spiattell asotto il naso dei detrattori u nlungo campionario di precisa-zioni : "L80% della strutturadello stabilimento è in legno -spiega Boscherini e questoha comportato un aggravi() dicosti di almeno il 40%. Inol-tre, il bagno è dotato di unmoderno impianto fotovoltai-co a pannelli solari, che ga-rantiscono all'intera strutturaun approvigionamento d ienergia pulita . Infine, ci siam odotati di tutti quei dispositivieco-compatibili che nessunalegge prevede, ma che noi ab-biamo installato per una no-stra precisa scelta . Per tutt equeste ragioni, "Le Vele" è trai candidati per il premio de lbagno più ecologico d'Italia ,un premio per il quale qual-cuno ci considera persino fa-voriti"."Per quanto riguarda i temp idi costruzione - prosegue Bo-scherini - non è vero che sia-mo spuntati da un giorno al -

l'altro come funghi . In realtà ,la prima autorizzazione l'ab-biamo richiesta oltre due ann ifa e siamo arrivati all'inaugu-razione del bagno dopo u npercorso burocratico tutt'altro

che agevole. Siamo stati po ibravi a costruire la strutturain appena sei mesi, ma no npenso che di questo qualcunopossa farcene una colpa . E chici accusa di aver inaugurato i l

bagno alla chetichella, non s iè probabilmente accorto d itutta la promozione cartacea oradiofonica che abbiamo fatt oalla nostra attività, invitand oall'inaugurazione tutte le auto -

rità cittadine"."Non riusciamo davvero a ca-pire - conclude Boscherini -per quale ragione, con tant estrutture assai più invasive edimpattanti nella zona, le asso-ciazioni Ravenna Viva e Movi-mento 5 stelle abbiamo pres odi mira proprio noi che, a lcontrario, abbiamo dimostra-to, con i fatti, di avere a cuorel'eco-sistema marino, facend oscelte ambientaliste, benchèassai più gravose sul pian oeconomico . Colgo dunquel'occasione per invitare gl iambientalisti nella nostra

spiaggia affinchè si possan orendere conto, di persona, s eil bagno "Le Vele" è davvero lacolata di cemento che hann odipinto nel loro comunicato".E sulla questione, con parol edi totale solidarietà, è interve-nuto ieri anche il president edella Cooperativa Bagnini d iLido Adriano Rustignoli, spie-gando che "risulta difficil ecomprendere il senso di cert eaccuse, rivolte ad una struttu-ra che, per scelta etica, ha de-ciso di nascere nel pieno ri -spetto delle politiche eco-so-stenibili".

Pagina 19

Page 51: ITALIJA - novine

pressUnE21 /08/2010

RVOCEìi126,nan a

Ravenna

In pinetasi liberano

i rapaciRAVENNA - Lunedt prossim o(ore 18), con ritrovo all'ingressodella pineta, nei pressi dello Sta -dio dei Pini Germano Todoli, è inprogramma una nuova "Passeg-giata ecologica" nell'antica pinetadi Cervia . Al tradizionale appun-tamento di una salutare passeggia-ta con visita guidata, si aggiungela "liberazione' di rapaci (gheppi ,civette e un lodaiolo) curati dalCentro di Recupero dell'AvifaunaSelvatica di Ravenna, diretto daFloriano Sama . La guida alla pas-seggiata sarà a cura di Guerrin ofiori, già comandante della Sta-zione di Cervia del Corpo Fore-stale, oggi fotografo naturalista edetologo E' prevista un'introduzio-ne storica sulla pineta da parte d iRenato Lombardi . Al termine ape -ritivo a cura dellAssociazioneAmanti della Pineta . La partecipa-zione è gratuita .

Pagina 1 9"Ll'2n ., e

,

C h en Uì l,

,

,

Page 52: ITALIJA - novine

pressUnE21 /08/2010

RVOCEìi126,nan a

Ravenna

Da Reda8míla eum inbeneficenzaREDA - Oltre ottomila presenzein tre serate, ottomila curo rac-colti per le associazioni di vo-lontariato e solidarietà Admo eFarsi Prossimo e tutto esaurit oper lo spettacolo di Giacobazz ie Pizzocchi . La sagra del Buon-gustaio è al giro di boa . Oltre1500 persone hanno partecipa -

to alla prima serata di benefi-cenza permettendo di racco-gliere una consistente offertaper la beneficenza . Gli ultim iappuntamenti sono stasera conla sfilata di moda e lo spettaco-lo pirotecnico, domenica con i lPranzo del Buongustaio a mez-zogliorno e la sera con la gran -de orchestra di Luca Bergami-ni .Gran finale lunedì 23 agosto incollaborazione con l'AgenziaRidens e il Mei di Faenza con i lconcerto esclusivo dei Gen iBoy insieme a Cristina D'Ave-na : un appuntamento imperdi-bile che sta già bruciando i bi-glietti in prevendita .

Pagina 22

Page 53: ITALIJA - novine

press LJfE21 /08/2010

1AVOC RL,àgn a

Ravenna

Pagina 24

Avis Anche domani apertura del punto Avis a CasalnComune

Un gesto di solidarietà in piazz aALFONSINE - Anche domani mattina l'A -vis di Alfonsine non farà mancare la pos-sibilità di donare il sangue . Un'occasionedi solidarietà particolarmente importan-te, anche in questo periodo dell'anno ,per la flessione delle donazioni in provin-cia, a fronte di una richiesta sempre mag-giore di sangue. L'appuntamento per ivecchi e nuovi donatori è presso la sed eAvis di Alfonsine in piazza Monti (Ca-salnComune) . Donazione sangue ad Alfonsine

Page 54: ITALIJA - novine

press LIETE21 /08/2010

it Resto dei Orlino

Modena

RUSPE SUBITO SUL DEPOSI TO BUS CHE GLI AMB .N U v VOLEVANO SALVARE

Ex Amcm, demolizione al viaItalia Nostra: «I nuovi vandali »

di VALERIO GAGLIARDELLI

LA POLITICA sonnecchia sullespiagge, ma nel frattempo all 'exAmcm le ruspe si sono messe inmoto . E per primo è andato giù,demolito, il vecchio deposito de ibus . «Guarda caso — scocca lafrecciata Giovanni Losavio, presi -dente di Italia nostra — l ' edifici oper noi più significativo dell 'inte-ro comparto . Sono partiti propri oda quello . . .» . Una giocata d 'antici -po da parte dell 'amministrazionecomunale, visto che il Tar sull 'ul-timo esposto presentato dall'asso-ciazione contro il progetto, co-munque già approvato, si pronun-cerà solo il 15 settembre . E altrabenzina sul fuoco, per una polemi -ca che ha ormai l'anzianità e i rit-mi serrati di un serie tv.

«DI FRONTE a questa decisionedella giunta — ammette Albert oSchiavi, anche lui di Italia nostra— non posso nascondere la miacocente delusione. Perché il via al -

la demolizione rappresenta un at-to molto grave e in piena contrad-dizione con lo spirito di dialogo econdivisione tanto sbandieratodagli Stati generali . Ai quali nonso più se abbia senso parteciparecome associazione» . E la stessa Ita -lia nostra, in una nota, riguardo al -la demolizione parla di «vandal iin casa» e di «barbara distruzione

LA REPLCA D STTA«Il progetto sta aspettand oda 16 anni : perché dobbiam operdere altro tempo?»

estiva del più autentico documen-to delle storiche municipalizzate .La rimessa dei tram — continual'associazione — è sfuggita al vin-colo della distratta Soprintenden-za per un mero errore di identifi-cazione catastale. L 'uncio intent odella demolizione era dunque pre-venire l 'udienza del Tar per porrei giudici di fronte al fatto compiu-

to» .

DURA, al solito, la replica di Da-niele Sitta . «Del recuper odell 'area se ne parla da 16 anni, —ribatte l 'assessore — tempo suffi-ciente per esaurire il dibattito .Ma il progetto è stato approvat oin consiglio comunale da chi è sta -to eletto, ed è dunque l'espressio-ne della volontà dei cittadini. Per -ché, dunque, perdere altro temp ose è tutto in regola? Come ammi-nistrazione ci siamo dati dei tem-pi e dopo la pubblicazione de lbando, prevista per ottobre, tra as -segnazione e stesura del progett oattuativo ci vorrà un altro ann oper il via ai lavori . E francamente— chiude Sitta — non ci stiam oai ricatti di Italia nostra, non sia-mo loro ostaggi. Questi `signor idel no' cercano di boicottarci, maprima o poi dovranno arrenders ialla nostra `politica del fare ' , bendiversa da quella delle chiacchie-re . I depositari della verità non so -no loro, ma le istituzioni . Ne pren -dano atto» .

I mezzi di demolizione già in azione nell'area dell'ex Amcm in via Carlo Sigonio. L'inizio dei lavori ha subito suscitato forti polemiche

Pagina 6

Page 55: ITALIJA - novine

press LIETE21 /08/2010

it Resto dei OrlinoModena

«I cittadini non sonomai stati ascoltati »«LA vicenda si concludecosì nel peggiore dei modi ,con i cittadini e i liberiintellettuali inascoltati ascapito dell'evidentepochezza politico-culturaledi questa amministrazione.Che ha risolto con un blit zpiù che condannabile i lpossibile intervento dellamagistratura». Parole d iEugenia Rossi dell'Idv, ch esull'ex Amcm hanno ilsapore dell'epitaffio . «Cisorbiremo ora — conclude— pure la seconda `presain giro' sull'assegnazionedegli spazi pubblici e delconfronto con leassociazioni» .

Perplessitàanche nel Pd«Ma abbiamotaciuto pe revitare crepe»«QUESTA demolizione, inbarba a una sentenza ch edeve ancora arrivare, èl 'ennesimo atto di pesantearroganza da partedell ' amministrazione. Chemostra i muscoli, ma sprecaun'occasione unica per faredi quell ' area un `ingress ogioiello ' del centro . Invecetutto verrà sacrificat osull 'altare del cemento e diquesta mania `sittiana ' delletorri» . Il commento sull 'exAmcm arriva dal consiglieredel Carroccio Nicola Rossi,che poi ipotizza i futuriscenari . «C'è già statal 'approvazione, ma se gliscontenti della maggioranza— aggiunge — avessero i lcoraggio di venire all oscoperto, anziché limitarsi amugugnare nei corridoi, igiochi si riaprirebbero».

LE considerazioni di unconsigliere di maggioranza ,che chiede di restareanonimo, spengono però l esperanze del collegaleghista. «E' risaputo —spiega — che all 'interno delnostro gruppo consiliarediverse persone nutranoperplessità sul progetto perl 'ex Amcm, me compreso . Etra queste ci sono sia exmargheritini, sia ex ds . Masu questa vicenda abbiamodeciso di tapparci il naso,per non creare ulteriorispaccature all ' interno delpartito e per poter lavorarecon più coesione e maggioreserenità su tutte le question iche verranno in futuro . Iconsiglieri critici verso ilprogetto per l ' ex Amcm no nerano comunque abbastanzaper farlo saltare el 'approvazione sarebbearrivata ugualmente . Eradunque inutile ostacolarla edirei proprio che ormai i ldestino di quel comparto èdefinitivamente deciso» .

v .g.

Pagina 6

Page 56: ITALIJA - novine

press LIETE21 /08/2010

it Resto dei Orlino

Modena

Dai mici ai pipistrelli ,salvati 1500 animal iSuperlavoro da gennaio per il Pettirosso '

GLI ULTIMI CASI hanno ri-guardato mici, tartarughine e pic-coli piccioni salvati dai cassonett inelle settimane a cavallo di Ferra-gosto, ma sono quasi 1 .500 gli ani -mali selvatici recuperati nei pri-mi sei mesi del l 'anno, in oltre 65 0interventi, dal Centro fauna selva -tica Il Pettirosso di Modena, asso-ciazione che opera sulla base d iun convenzione con la Provinciaper il recupero, appunto, della fau -na selvatica in difficoltà. Comespiega Giandomenico Tomei, as-sessore provinciale con delega al-la Politiche faunistiche, «il Cen-tro rappresenta una risorsa prezio -sa per il territorio perché consen-te una efficace gestione e salva-guardia della fauna selvatica, com -prese diverse specie a rischi oestinzione, senza trascurare il pre -zioso contributo affinché l 'opinio -ne pubblica maturi un più corret-to rapporto con gli animali selvati -ci» . Gran parte degli interventi so -no stati effettuati sulla base d ichiamate provenienti da forzedel l 'ordine, vigili del fuoco e poli-zie municipali, ma in quasi 200 ca -si sono stati i cittadini a effettuaresegnalazioni di animali in difficol -tà o feriti, attraverso i numeri de lCentro : 339 8183676-3393535192 (in caso di emergenza èpossibile chiamare anche il 118) .Tra gli animali salvati, attualmen -te in cura nella sede del Centro invia Nonantolana 1217, figuran o211 uccelli, tra i quali diversi rapa -ci come poiane, gheppi e civette ;169 caprioli che saranno liberat inelle prossime settimane in par -chi alpini, nove cinghiali e tre dai -

ni . Recuperati anche 52 pipistrel-li, un boom di quest 'anno fruttodelle segnalazioni dei cittadini.

AL CENTRO collaborano 30 vo -lontari e 30 veterinari ; attraverso

COLLABORAZON EDuecento le segnalazion idei cittadini e oltre 65 0gli interventi di recupero

un paziente lavoro, riescono a rag -giungere una percentuale di rein-serimento del l '80 per cento, tra lapiù alte in Italia . Attualmente so -no ospiti del Centro oltre mill eanimali tra uccelli, volpi, istrici,tartarughe, ricci, ghiri, scoiattol ie 21 piccoli di capriolo in allatta -

mento, consegnati al Centro nelmaggio scorso, da cittadini che l iavevano portati a casa credendol iabbandonati dopo averli avvistatisoli in un prato . Un comporta -mento assolutamente sbagliatoperché — spiegano i volontari — ,in realtà i `bamb i' rimasti soli noncorrono alcun rischio .Per accudire al meglio una comu-nità così numerosa, il Centro si èdotato di appositi strumenti co-me un nuovo rettilario con diec iteche, oltre a due strutture, uni -che in Italia : la prima dedicata a lrecupero dei pipistrelli in difficol -tà, la seconda, in corso di realizza -zione con il contributo della Fon-dazione Cassa di risparmio di Mo -dena, a supporto della riproduzio-ne dei rapaci a rischio estinzion ecome i gufi reali e gli astori .

IMPEGNO Piero Milani e unacollaboratricedel Centro mostrano uno de iserpenti recuperati

Page 57: ITALIJA - novine

press LIETE21 /08/2010

ii Resto del OrlinoModena

«Colonie felinesenza controlloCampagn adi sterilizzazionedei gatti »«HO LETTO sui giornal iin questi giorni di animal iabbandonati e cucciolibuttati nei cassonetti, oltrea quello che Piero Milanidel centro Il Pettirosso ' hadetto sulla necessità disanzionare di più quest igesti incivili» . A parlare èStefano Giovannini,delegato Oipa Italia perModena : «Voglio ricordareche è l'abbandono deglianimali è reato . Oltre a un

severo controllo, credo cidebba essere un piùincisivo interessamento daparte degli enti locali :mentre per i nostri amicicani il problema - anche s ecomunque grave - è gia piùcontrollato grazi eall'obbligo dei microchip e

PROBLEMA«Non esiste un'anagrafecome per i can iSi muovano Le istituzioni»

della cattura dei canivaganti per poi ricoverarlinelle strutture presenti su lterritorio, per i gatti èdiverso . Ogni anno —spiega — sono migliaia igattini abbandonati chevanno ad alimentare l ecolonie o recuperati da

volontari di associazioni epersone sensibili che sidanno da fare per dare lorocure e tutto l'affettonecessario . Per la maggiorparte di questi cuccioli vi èla morte certa perch épurtroppo non si conosc eil luogo di abbandono .Non essendoci l'obbligodel microchip e diiscrizione all'anagrafecome quella canina lasituazione rimarrà grave s enon vi si pone rimedio .Bisognerebbe d ' accordocon le Usl e l 'Ordine deimedici veterinari - emagari con l'intervent odelle istituzioni -promuovere un acampagna disterilizzazioni . In questamaniera si metterebbe unfreno a tutto questoscempio» .

.....................................................................

\.̀ `~LV TARTARUGHE, PAPPA\GAL\k, \ N , \ O E UN TAM A

Specie esotiche, boom di abbandoniDEI 1500 animali selvatici recuperati nel modenesenei primi sei mesi del 2010 dal centro fauna selvaticaIl Pettirosso ', oltre 80 sono esotici . Quasi tutti ab-bandonati, mentre solo in pochi casi sono stati conse -gnati direttamente al Centro dai proprietari, pentit idi averli acquistati e incapaci di accudirli . Tra gli ani-mali esotici abbandonati, l 'ultimo è una tartarugafemmina della specie Trachemys, di origine centroa-mericana di tipo palustre, che i volontari del centrohanno recuperato a Modena, in via Menotti, giovedì19 dopo una segnalazione di alcuni cittadini : l'ha vi-sta una mamma in un cespuglio nei pressi del qual e

Ottocento le scuol ein gita al Centr ofauna selvaticaSONO OLTRE 800gli alunni delle scuol emodenesi che hann ovisitato il Centro : insettembre sarannopubblicate sul sit owww.centrofaunaselvatica_it. le nuove datedisponibili per le visit escolastiche . Prosegu eanche l'attività co nl'Unione ciechi italian ae con un gruppo divolontari anziani.

giocavano due bambini . Le tartarughe rappresenta -no circa la metà degli animali esotici recuperati dalcentro (una è stata trovata nell 'aprile scorso da dueturisti russi nella fontana del Graziosi in largo Gari-baldi), poi ci sono pappagalli sudamericani, un cama-leonte, un cukaualla (rettile originario dello Ye-men), alcune iguane, due draghi barbuti, un piton edel Madagascar sequestrato nelle settimane scorse aModena dalla Forestale e addirittura un caimano, re-cuperato in un laghetto per l' irrigazione a Torre Mai -na di Maranello . Sono tuttora ospiti del centro duelinci, un boa trovato nel 2008 in una scuola di Miran -dola e un altro boa recuperato a Sassuolo .

Le tartarughe rappresentano l ametà degli animali esotici salvati

Page 58: ITALIJA - novine

Tra i cittadini della zona al centro della cronacacon Antonio Carpentieri, presidente del quartier e

«XXII aprile: questo non è il Bronx»I residenti: non siamo certo in Paradiso ma l'impegno di tutti è costant e

Scopriamo così che sott olo stesso sole, convivon obambini e sport ma anch epaura e spaccio, una realtàche volontari e Polizia muni-cipale cercano di cambiar ein meglio .

L'appuntamento è al di-scusso condominio RNord ,al piano terra è ben visibil ela saletta che la municipal eimpegna 6 ore ogni giorno ,«negli ultimi 4 mesi sono sta -te 68 le giornate che la Poli-zia Municipale ha dedicato aquesta zona - ci spiega Car-pentieri - Qui l'errore è stat ocostruire un edificio costitui-to da unità abitative di poch imetri quadrati ciascuno, que-sto certo non ha attratto le fa-miglie».

Incontro importante è quel -lo con la rappresentante del -l'associazione dei negozianti:«Non è un paradiso, ma nem-meno l'inferno che dicono .La Municipale è sempre pre-sente ma mancano le altr eforze dell'ordine» .

Arrivati al parco XXII apri -le non si può non notare ilcampo da bocce, costruito da -gli storici frequentanti delparco . I pareri dei giocator isono meno positivi: «Di gior-no se sono in compagnia ven-go volentieri, ma di sera nem-meno se mi impiccano - com-menta uno di loro - Io son ostato un immigrato e li capi-sco, ma qui ci sono person eche non conoscono la legge» .

Come lui tanti altri, tracarte e ping-pong sembran osereni ma, ammettono, al ca-lare del sole le cose si fann odifficili a causa dello spac-cio .

«Ci sono periodi in cui ven -gono organizzati concerti ofeste e allora vengo - ammet-te una signora - ma se noi an-diamo via rimane solo la de-linquenza».

di Silvia Dott i

Una donna rapinata dell'auto, episodi di spaccio, stra-ne frequentazioni . Parco XXII aprile è tornato al centrodi fatti di cronaca. Per capire se l'area sia davvero a ri-schio abbiamo invitato il presidente del quartiere Anto-nio Carpentieri a fare un giro di perlustrazione .

La presenza della Polizianon manca, la Volante è par-cheggiata al limitare del par-co . Purtroppo però non pas-sano inosservati gruppi dalfare sospetto, solo pochi mi-nuti prima del nostro arriv oè stato registrato un scontr otra trafficanti . I rappresen-tanti del Ceis ci accolgono

col sorriso, sotto il palco com-prato dalla circoscrizione c iparlano delle varie iniziati-ve, come il corso di lingu aitaliana per donne straniere .Oltre 40 eventi musicali esti-vi, il centro di aggregazionegiovanile per il tempo liber oe il bar Arcobaleno; la zonacerto non può dirsi trascura-

ta .Ai volontari chiediamo de i

controlli : «vengono spesso ipoliziotti, i punti a rischio l iconoscono ma non posson ostare qui 24 ore, abbiamo pe-rò notato che animando ilparco riusciamo a scoraggia -re le attività illegali . E' li ch edobbiamo combattere» am-mettono. Le polemiche li sco-raggiano molto perchè il lor oimpegno è impareggiabile .Tutto intorno la parrocchia ,l'asilo e il circolo anziani,una signora però ci ferma :«quei ragazzi che vi hanno af-fiancato - sussurra - son ospacciatori violenti, qualch egiorno fa hanno malmenat oun cliente che non pagava la -sciandolo in fin di vita» . Lasituazione è racchiusa perfet-tamente nelle parole del pre-sidente Carpentieri : «I pro-blemi ci sono, non possiam onegarlo, ma c'è anche il lavo-ro dei volontari, della Poliziae degli abitanti che credon onella zona . Rispetto a ven-t'anni fa la situazione è mi-gliorata parecchio e ci impe-gneremo ancora» . L'ultimapromessa : «più eventi, più vi-ta» .

Da sinistra : una veduta del parcoCarpentieri raccoglie i pareri de icittadini e di alcuni volontar ie a fianco seduto con loro sullepanchine per discutere dell asituazione di questo parco

Pagina 11

Page 59: ITALIJA - novine

Ex-Amcm. Infuria la polemica sugli abbattimenti nonostante i ricors i

Italia nostra: «Demolizioni barbare»Ma Sitta non ci sta : «Tutto in regola»

«Non c'era alcuna urgenza di abbatterela rimessa storica dei tram se non quell adi porre il Tar, i giudici amministrativi ,di fronte al fatto compiuto quando il pros-simo 15 settembre saranno chiamati a de-cidere sui ricorsi» . Così Italia Nostra, conuna nota ufficiale, apre il nuovo fuoco d ifila di polemiche nei confronti della Giun-ta per le demolizioni all'ex-Amcm inizia-

te giovedì . Inoltre per Italia nostra la So-printendenza autorizzando la demolizio-ne sarebbe incorsa in un errore . Criticheanche da Nicola Rossi della Lega Nord edi Eugenia Rossi di Italia dei Valori . Pun-tualmente l'assessore Daniele Sitta difen-de le scelte dell'amministrazione assicu-rando: «I modenesi sono con noi chiedo -no di riqualificare e togliere il degrado» .

Per Italia Nostra siamo d ifronte ad una «distruzionebarbara di un pezzo di sto -ria : la rimessa dei tram, l'ori-ginario e il più tipico edifici odello storico insediament odelle municipalizzate mode-nesi, che è sfuggito al vinco -lo della distratta Soprinten-denza per un mero error emateriale di identificazionecatastale».

Una demolizione per laquale, prosegue «Non v'eraalcuna ragione di proceder edi urgenza». Italia Nostra«consapevole di interpretar eun diffuso non minoritari oconvincimento, alza la suaprotesta per la cancellazion edel più significativo docu-mento storico della moder-nizzazione della città, l'inten-zionale distruzione di un be-ne di sicuro interesse cultu-rale (e prima applicazione aModena della tecnologia delcemento armato)». Vieneinoltre denunciato l'atteggia -mento della Soprintendenzaper il suo «ostinato rifiut odelle istituzioni statali dellatutela a riconoscere il pales eerrore di formale identifica-zione dell'edificio» . L'ultimacritica è per l'amministrazio-ne di cui denuncia «il disprez-zo che per la memoria dellapiù autentica vicenda urba-na» .

Nicola Rossi, Lega Nord ,parla di «arroganza politicaoltre che definitiva cancella-zione delle speranze di ravve-dimento da parte dell'ammi-nistrazione su un progett oche nasce fallito in partenza- commenta Nicola Rossi - Ilprocedere ad abbattere e de-molire senza attendere lasentenza del Tar, solo con lavolontà di procedere comun-que, indipendentemente dal -

ne» . Infine evidenzia com e«un'operazione che dovevaessere a costo zero per il Co-mune vede sborsare 360milaeuro per l'impresa» .

Daniele Sitta difende co nforza la regolarità dell'opera-to della Giunta . «Italia No-stra sfiora il ridicolo nel me -

rito e nel metodo . - esordisc e- Se noi dovessimo dettare inostri tempi sulla base dei ri-corsi al Tar che Italia Nostrafa, non muoveremmo foglia .Quello che è certo e ch esmentisce anche Italia No-stra è il fatto che noi operia-mo nella più completa lega-lità e la legalità la decidon ole istituzioni e la magistratu-ra e non Italia Nostra» . Sittadice di non accettare «il con-tinuo operare per intralciar el'amministrazione nelle ope -

l'esito della sentenza; ed an-che per dare l'ennesimo for-te segnale su chi comanda» .

Il leghista prosegue parlan-do di un'area «strategicamen-te straordinaria a cui si sa-rebbe dovuto dare una desti-nazione di un'area cultural eper i giovani, di teatro e alparziale utilizzo di uffici pub-blici altrimenti dislocati i nluoghi non di proprietà co-munale, dunque con affitt ipassivi. Invece la smania edi-ficatoria di un Assessore ch eha trovato nelle torri (12 pia-ni) il suo attuale "credo ope-rativo", porterà ad un qualco-sa di distaccato dall'omoge-neità dell'esistente».

Seguono critiche a «chi nel-l'ex-Margherita e Sel che aparole si era detto pronto adimpedire tutto questo, dimo-strandosi proni e ossequios ial momento del voto» .

Durissima Eugenia Ross idell'Italia dei valori che par -la di «una sinistra che azzerauna gloriosa memoria di buo-na amministrazione, quelladei tempi di Corassori, di cu il'attuale amministrazion enon solo non è degna ered enella politica, ma di cui no nconserva nemmeno il ricor-do . Politicamente è sconcer-tante». Eugenia Rossi ricor-da poi che la demolizione to-glie la possibilità di un recu-pero dell'area con altro pro -getto rispetto a quello presen-tato da Sitta, più sostenibile .Non sarà possibile alcun re-cupero e riqualificazione in-telligente di un magnifico pa-trimonio di edilizia industria -le» . Inoltre Eugenia Rossi ri-badisce, che a suo avviso «lademolizione violerebbe il re-golamento del Rue in quant ola demolizione va compresanel titolo della ricostruzio -

Anche ier ile ruspehann oproseguitonella lorooperadi demolizion edel depositodei tra mall'ex-Amc m

re regolarmente deliberate esottoposto al giudizio degl iorgani competenti, come l aSoprintendenza . Noi abbia-mo demolito non tuttal'ex-Amcm, ma solo quegl iedifici che la Soprintenden-za, ente deputato a decidere ,ha ritenuto demolibili» .

Quanto a Lega e Idv «no nc'è nessun regolamento viola-to, piuttosto ripeto che dop o16 anni di discussione, dell edecisioni sono state prese evanno ruispettate . Finalmen -

te attuiamo un progetto im-portante per la città, delibe-rato dal consiglio dopo unampio confronto anche con icittadini . E' legittimo non es-sere d'accordo, ma chi non loè non può autoproclamars irappresentante della maggio-ranza dei cittadini . Non è ve-ro . La verità che la maggio-ranza dei modenesi chiedeche al posto del degrado c isia un progetto di qualità ur-banistica . E questo stiamorealizzando» .

Pagina 12

Page 60: ITALIJA - novine

La Fondazione Cassa d iRisparmio di Modena pe rl'Appennino : recupero evalorizzazione del patrimoni oartistico e architettonic oLa Fondazione Cassa d iRisparmio di Modena è un ent eprivato no profit, nato all'inizi odegli anni Novanta a seguit odella riforma delle Casse d iRisparmio e svolge attivit àfilantropica finalizzata all acrescita e al benessere de lproprio territorio . L'ambito d ioperatività della Fondazione èriferito prevalentemente a lterritorio della provincia d iModena e in particolare a iquattro distretti di Modena ,Sassuolo, Castelfranco Emilia ePavullo .L'Appennino è ampiament ecompreso nell'attività dell'ente ,che investe risorse significativ ein progetti destinati aquest'area, con particolareriferimento al recupero dei ben iartistici e architettonici, all einiziative culturali e agl iinterventi di solidarietà sociale .Oltre che nei crediti delle pi ùimportanti manifestazion iculturali estive, la presenza dell aFondazione sulle nostremontagne è riconoscibile i nnumerosi edifici storici per iquali sono state promoss ecampagne di restauro ,finalizzate alla loroconservazione e valorizzazione .Tra i cantieri di più recenteavvio, ricordiamo quello per il

La Fondazione Cassa di Risparmi oe il recupero dell'Appennin o

Qui sopra il castello di Montecuccoli . A fianco la chiesa di Pompeano

comunale e di attività culturali .Tra gli edifici sacri, invece ,occorre ricordare la Chiesa d iVarana Sassi, a Serramazzoni ,la Chiesa di San Bartolome oApostolo e la Chiesa di Sa nMichele Arcangelo a Fiumalbo :durante quest'ultimo intervent osono emersi straordinariaffreschi del Quattrocento ,oggetto di ricerche tese achiarirne l'attribuzione .Altrettanto interessanti sono gl iaffreschi messi in luce i noccasione del restaur odell'Oratorio della Madonna de lCaio, a Riolunato : la piccol achiesa, dalla semplice facciata acapanna e dal tetto in lastre d iarenaria, custodisce un ciclo d ipitture di un ignoto artist aemiliano, datati 1516, dai color icaldi e luminosi . La Fondazion eè impegnata da alcuni ann ianche nel recupero degli antich iorgani conservati nelle chies edella provincia : molti di ess iappartengono a piccol eparrocchie di montagna, com equella di S . Vitale a Missano d iZocca e la parrocchia Assunt a

recupero di una porzione de lCastello di Sestola, dett a"Impero", sede fino alla fine de lSettecento del Governatorat odella Provincia . L'intervento èteso a salvaguardare l astruttura dai crolli in atto e aricostruire le parti danneggiate .Nel 2009 la Fondazione h asostenuto inoltre il restaur odella cinta muraria e dell ascalinata pubblica di accesso a lCastello di Pompeano, ne lcomune di Serramazzoni .Andando più a ritroso ne ltempo, le tracce dell'intervento

della Fondazione sono tangibil iin una serie di edifici il cu irestauro è già stato completat oe che oggi hanno assunt onuove destinazioni civili, o son ostati restituiti al culto dei fedeli .Citiamo, in particolare, il castell odi Montecuccolo, dove ogg itrovano collocazione le mostr epermanenti dei pittori Gin oCovili e Raffaele Biolchini e i lMuseo Naturalistico de lFrignano, il Teatro Comunale d iFiumalbo, il convento dei Padr iScolopi a Fanano, divenut osede dell'amministrazione

Pagina 15

Page 61: ITALIJA - novine

di Castellano di Sestola . L'operadi salvaguardia e valorizzazion edel patrimonio architettonic onell'area appenninica proced ein parallelo agli interventi d icarattere sociale, che vedono l aFondazione impegnata nell arealizzazione di un polo d iprotezione civile, ne lpotenziamento dei serviz iscolastici, nella realizzazione d icentri di aggregazione per igiovani e di strutture protette pe rgli anziani, nell'acquisto di mezz idi soccorso per le associazion idi pubblica assistenza . Nel

corso dell'ultimo esercizio 200 9la Fondazione ha finanziat ol'ampliamento della scuola pe rl'infanzia Leonardo Da Vinci e l arealizzazione di un nuovo asil onido comunale a Pavullo, oltr eall'adeguamento degli impiant idella scuola alberghiera d iSerramazzoni . A Palagano èstato invece inaugurato u nCentro giovani per attivit àricreative, dotato di attrezzatureinformatiche e nuovi arredi . Su lversante dell'assistenza rivolt aalle categorie più deboli èimportante citare l'impegno afavore della realizzazione dell anuova sede della CooperativaSociale L'Ontano di Pavullo, ch esi occupa dell'inseriment osociale e lavorativo di person esvantaggiate, così come l acreazione di un team d ioperatori sociali esperti i nmateria socio-assistenziale e adisposizione delle famiglie aPavullo . Allargando la visual ead un orizzonte pluriennale, da l2002 ad oggi la Fondazione h astanziato risorse significative pe rla realizzazione del nuov odistaccamento dei Vigili de lFuoco, operativo anche com eCentro di Protezione Civile, co nsede distrettuale a Pievepelago .La struttura sarà sede, oltre ch edel centro di protezione civile edel distaccamento dei vigili de lfuoco volontari, anche de lsoccorso alpino, del Corp oForestale dello Stato e dell alocale associazione AVIS .

Pagina 15

Page 62: ITALIJA - novine

Classica a Ligorzano con "La preghiera della sera "SERRAMAllONI . Si terrà nella chiesa di

Ligorzano di Serramazzoni, questa sera co ninizio alle 21, il concerto conclusivo della ras -segna musicale "Classica a Rocca Santa Ma -ria" . La rassegna è promossa dall'associazio-ne Oratorio don Carlo Pelati e dalla parroc-chia di Rocca Santa Maria con il contribut odella Provincia di Modena e sotto la direzio-ne artistica dell'associazione culturale Can -

tieri d'arte ."La preghiera della sera" è il titolo del con -

certo che vede protagonisti la violinista gine-vrina Costance Frei e l'organista bolognes eAndrea Macinanti . I due musicisti eseguiran -no un programma di brani di Michelangel oRossi, Arcangelo Coralli, Bernardo Storace ,Georg Phillip Telemann, Giovanni Morandi ,Vincenzo Bellini e Ottorino Respghi .

Pagina 19

Page 63: ITALIJA - novine

Tartaruga centramericanalasciata in via Menott i

Boom di abbandoni esotic idi Felicia Buonom o

Non capita spesso di incontrare una Trachemys, targa -ruga di origine centroamericana di tipo palustre . Eppu-re giovedì pomeriggio l'inconsueto animale è stato tro-vato in Via Ciro Menotti . Un fortunato ritrovamentoche ha visto l'intervento de "Il Pettirosso" di Modena .

Ad addocchiare il simpati-co animale, che difficilment eha la possibilità di scapparevia, è stata una mamma ch eha visto la flemmatica pas-seggiata della tartaruga i nun cespuglio nei pressi delquale giocavano due bambi-ni . Ma questo non è il primocaso, dal centro fauna selva-tica "Il Pettirosso" di Mode-na rivelano che le tartaru-ghe rappresentano circa lametà degli animali esotici (ol-tre 80 quelli recuperati nelmodenese nei primi sei mesidell'anno su 1 .500 animali sel -vatici totali) recuperati, co-me quella "americana" trova-ta ad aprile scorso da due tu-risti russi nella fontana delGraziosi in Largo Garibaldia Modena . Accanto ad ess eanche pappagalli sudameri-cani, un camaleonte, un cu-kaualla (rettile originario

Il pitone recuperato qualche settimana fa dal Centro Fauna di Modena

dello Yemen), iguane, duedraghi barbuti, un pitone de lMadagascar e persino un cai-mano, recuperato nei giorn iscorsi in un laghetto per l'ir-rigazione a Torre Maina d iMaranello .

Il bilancio che Il Pettiross otraccia per questi primi se imesi dell'anno sembrano de -stare qualche preoccupazio-ne visto che «crescono gli ab -

sibile chiamare i numeri de lcentro: 339.8183676,339 .3535192) . Gli ultimi cas ihanno riguardato mici, tarta-rughe e piccoli piccioni salva-ti dai cassonetti nelle setti-mane a cavallo di Ferrago-sto . Tra gli animali salvati fi-gurano dunque: 211 uccell i(tra cui rapaci come poiane ,gheppi e civette), 169 caprio-li, 9 chinghiali e tre daini . Re-cuperati anche 52 pipistrelli .

«Il centro - afferma l'asses-sore provinciale Gian Dome-nico Tomei - rappresenta u nrisorsa preziosa perchè sal-vaguardia la fauna selvatica,comprese specie a rischio d iestinzione» .

Attualmente sono ospit idel Centro oltre mille anima-li : circa la metà sono uccell iin attesa di essere liberati ;poi volpi, istrici, tartarughe ,ricci, ghiri, scoiattoli e 21 pic-coli caprioli in allattamento .

A fare compagnia agli ani-mali e ad accudirli 30 volon-tari e 30 veterinari. Senz aescludere le visite da partedegli alunni delle scuole ch enella prima parte del 2010 so -no stati oltre 800 .

bandoni - afferma Piero Mila-ni, responsabile del Centro -ma anche le consegne di ani-mali esotici da parte dei pro-prietari», pentiti dell'acqui-sto e incapaci di accudirli .

Arrivando ai numeri si os-serva che nell'arco tempora-le considerato sono quas i1 .500 gli animali selvatici re-cuperati, in oltre 650 inter-venti (per segnalazioni è pos-

Pagina 25

Page 64: ITALIJA - novine

Invasione di commercianti stranieri: Dalle Ave replica al Pdl. La Lega : «Pesanti responsabilità del centrosinistra »

Il Pd: «Almi sbaglia ad attaccare le associazioni »Dopo i colpi di sciabola d i

Aimi, Pdl, contro Fontanaro-sa, Confcommercio, sulle at-tività commerciali gestite d astranieri, ora arriva DavideDalle Ave, segretario Pd, cheprende le difese dell'associa-zione di categoria .

«Invece di attaccare i com-mercianti - scrive il Pd -, Ai-mi pensi ai problemi dell'eco-nomia e del lavoro che il su oGoverno non affronta . Qual irisposte sono state date inquesti anni dal centro-destr ain tema di economia, lavoro ,sicurezza, sviluppo e integra-

zione? Nessuna . E tuttavia ,per puro spirito polemico ,non si perde occasione per in-tervenire sui giornali arri-vando ad attaccare le associa-zioni di categoria e i rappre-sentanti di chi opera e lavo-ra nel territorio . Ormai èchiaro agli italiani che il cen-tro-destra ha fallito ed è indifficoltà su tutto, a partiredai temi della legalità, e no npiù in grado di governare adare risposte al Paese» .

Ci pensa poi la Lega a di-fendere le posizioni di Aimi .«Che le associazioni buttino

acqua sul fuoco lo possiam ocomprendere - dicono Albore-si e Taschini - : per loro l'eu-ro che versa l'imprenditorecinese per la tessera e i servi-zi, equivale a quello versatodalle ditte italiane . Le asso-ciazioni si appellano alle re-gole, pur sospettando degl iinteressi che si intreccian odietro a questa invasione ci-nese, che guarda caso sceglieattività strategiche, dove i ldenaro in contante non tar-da a circolare . Fondamental-mente si tratta di numeri inforte crescita in tutte le piaz-

ze del territorio . I problemidi convivenza sono accresciu-ti dalla diversa applicazionedelle regole e, da certe formedi favoritismo, nascoste d aonerosi muri di interesse .Buona parte delle responsa-bilità la Lega, le attribuisceall'amministrazione del Par-tito Democratico, quand ocon la scusa del regolamentoe, con il richiamo ai corsi d idue anni di durata (citati dal -l'assessore Morelli), si fingedi arginare il diffondersi d iuna incontrollata concorren-za aggressiva» .

Pagina 29

Mn 16inm . I rnvJ cui.

Li¢mur 1,, 11,7

Page 65: ITALIJA - novine

FIORANO . Ben 60 sono sta-ti i partecipanti ai forum e al-le interviste svolte in luglioper la "Fabbrica delle Idee" ,come avvio del progetto at-traverso il quale il munici-pio di Fiorano cerca di elabo-rare nuove soluzioni per undiverso futuro del distrettoindustriale sassolese .

Il sindaco Claudio Piston itraccia un primo bilancio del-l'iniziativa .

«Sono contento - dice -per la partecipazione ottenu-ta, per le proposte messe incampo e perché è stato capi-to il motivo che ha spinto i lComune di Fiorano ad avvia-re il progetto della Fabbrica .

La Fabbrica delle idee si ingrandisceFiorano. Sessanta partecipanti ad interviste e forum del Comun e

per raccogliere idee e progettare lo sviluppo post-crisi del distrettoSiamo coscienti di avere a di-sposizione poche leve permuovere l'economia e le poli-tiche industriali e abbiam ovoluto mettere in campo la ri-sorsa fondamentale che haconsentito nei decenni lo svi-luppo del nostro distretto : l acultura del lavoro e dell'im-prenditoria di questo territo-rio . Con "La fabbrica delleidee" abbiamo creato il terre-

A inizio settembre si svol-gerà l'ultima parte dei fo-rum: incontri con i dipenden-ti comunali, con il Forum del-le Associazione e con i giova-ni .

Proseguiranno anche le in-terviste per arrivare a un al-tro momento di confronto in-tersettoriale e alla stesura d iun Piano di Azione dei pro-getti che possono diventare

no nel quale è possibile, a tut-ti, fare emergere idee e se-gnalare prospettive di svilup-po, che ci impegniamo ad ap-profondire e sviluppare per-ché diventino progetti e, do-ve possibile, trovino le gam-be per camminare . Dai focu se dalle interviste sono emer-se indicazioni interessanti ,che meritano di essere elabo-rate e portate a sintesi» .

operativi entro l'anno .Tutti possono partecipare

a "La fabbrica delle idee" at-traverso il "my district" de lforum www.fabbricaideedi-stretto .it dove proporre ideee indicare soluzioni per mi-gliorare la qualità economi-ca, sociale e ambientale de ldistretto e guardare "cos ac'è dopo la crisi?", per proget-tare il futuro e governare letrasformazioni .

Sul sito è possibile appro-fondire gli obiettivi, il percor-so-attività, le idee-proposte ,le news, i documenti che co-stituiscono la Fabbrica e leg-gere i primi verbali dei fo-cus .

Pagina 29

L'addio di Maranello a Prince

""

Page 66: ITALIJA - novine

Finale. Riconversione dello zuccherificio: reazione di Confagricoltura, Cia e Copagri all'annuncio che un patto collaborativo è superflu o

Centrale, le associazioni contro Italia Zuccher i«Il progetto a biomasse ci interessa, ma servono ritorni economici per chi coltiva il sorgo»

FINALE. La possibilità che Italia Zuccheri realizzi un afiliera corta, aggirando le associazioni di categoria pe rsiglare con i singoli produttori accordi per la coltura de lsorgo da fibra, mette in guardia Confagricoltura, Cia eCopagri. Le tre sigle spingono per la riconversione a bio -masse, ma chiedono rispetto e ritorni economici dignito-si prima di sottoscrivere qualsiasi patto collaborativo .

Era scontato che le paroledel direttore di Italia Zucche-ri, Stefano Montanari, avreb-bero riaperto il fronte per gliaccordi di filiera con le asso-ciazioni agricole . «Entro set-tembre vogliamo firmare gliaccordi - aveva detto - ma setroveremo difficoltà, grazieal decreto Galan che indivi-dua l'ex zuccherificio comeprogetto di interesse naziona-le, cercheremo di creare unafiliera direttamente con i sin-goli produttori» . Un pianooperativo che aveva trovatosulla stessa lunghezza d'on-da anche l'assessore provin-ciale, Gian Domenico Tomei .

Ora tocca alle associazioniagricole dettare le propriecondizioni .

«Le parole di Montanari cihanno colto di sorpresa - scri-vono Cia, Confagricoltura eCopagri - Abbiamo sostenutoe condiviso il percorso auto-rizzativo, nonostante qual -che riserva ; tutti hanno colla -borato alla fase sperimentalefatta per due anni su una col -tura nuova per il territorio eche ha dimostrato tutte lesue potenzialità, ma anchetanti limiti . Ma mentre sonoproseguite le prove in campoda alcuni mesi ha subito una

battuta d'arresto la trattati-va su possibili accordi di filie -ra» .

E qui si entra direttamentenel triangolo collaborativ oassociazioni-Italia

Zucche-

LA SINISTRA

«Idea fallimentaree senza garanziadi una filiera locale»

FINALE . La Sinistra conti-nua ad attaccare la Giuntasulla riconversione . «Il decre-to Galan permette di deroga-re alla reclamizzata filieracorta promessa dal Pd e daSoragni : un'altra promessanon mantenuta . E il decretodice che l'approvigionamen-to di biomasse può avvenireda 3 regioni, contraddicendoil principio di filiera corta .Inoltre se aggiungiamo cheanche a Bondeno si prevedeuna centrale a biomasse s icapisce che la domanda saràsuperiore alla capacità pro-duttiva dell'area . La ricon-versione è scollegata dal ter-ritorio, non come dicono P de Soragni. E irresponsabile ilsostegno al progetto di mag-gioranza e centrodestra . Sista perdendo una storica oc-casione, mai discussa in pub-blico . Mobilitiamoci per fer-mare un progetto sbagliato» .

Zuccherificiosmantellato :le polemichesulla central ea sorg onon si placano

ri-Provincia .«Non sappiamo se intende -

re come una provocatoriaforzatura o un evidente ma-linteso quanto riportato dal -la Gazzetta in questi giorni -ricorda il direttore di Confa-gricoltura Pier Luigi Bolo-gnesi - Innanzitutto non in -tendiamo prestare il fianco aqualsiasi strumentalizzazio-ne, collegando la nostra pre-sa di posizione con le ripetu-te polemiche emerse sullacentrale di Finale e sul recu-pero dell'area . Le tre associa-zioni credono nel progetto dicentrale a biomasse quale op-portunità per gli agricoltorie a ricambio della bietola» .

«Siamo pronti a riprende -re la trattativa che porti a daccordi di filiera, trattativabloccata da oltre sei mesi enon per volontà del mondoagricolo», rimarca FaustoBalboni della Cia .

«Invitiamo però Italia Zuc-cheri - chiude Balboni - a ren -dere pubbliche le offerte finad ora proposte alle associa-zioni sul prezzo del sorgo : gliagricoltori da soli decideran-no se si tratta di offerte accet -tabili . Occorre che il redditoda sorgo non sia inferiore al -le rese reddituali di qualsiasialtro cereale . In caso contra-rio Italia Zuccheri continui icontatti con i privati: certo ,la cosa che più sorprende èche sia anche la Provincia asostenere l'intesa coi singoliproduttori senza aver maipartecipato alle trattative» .

Pagina 30

Page 67: ITALIJA - novine

Le conferenze in programmain memoria del senatore MediciMaria Cristina Vandelli ,

dell'associazione Il Coraggiodi cambiare, ricorda un anni-versario che sembra esseresfuggito ai più : «Proprio inquesti giorni ricorre il decen-nale della morte di uno de isassolesi che ha dato mag-gior risalto alla nostra cittàin ambito nazionale . Non hoconosciuto personalmente ilsenatore Medici però il suocontributo, che ho potuto ap -

prendere ed apprezzare attra-verso i suoi scritti, merita d iessere ricordato e tramanda-to . Il Coraggio di cambiare lofarà nella sua tre giorni di in-contri, dal 19 al 21 novem-bre . Si parlerà di agricolturacome nuova forma di svilup-po economico, di bioedilizia ,di efficienza e sostenibilitàenergetica e di green econo-my. Il 20 si parlerà di Medici ,politico competente .

Pagina 28

Page 68: ITALIJA - novine

La rocca di Gaiato

PAVULL OC'è la sagra a Gaiat o

Oggi e domani ritorna, presso lachiesa di Gaiato l'appuntamento co nla sagra parrocchiale . Nel piazzalesotto il campanile è stato allestit ouno stand gastronomico con più d i300 coperti dove dal pomeriggi oodierno verranno serviti piatti tipic idella gastronomia locale : borlenghi,crescentine, polenta, porchetta egnocco fritto . Ballo fino a tarda nott econ la "Bottega della musica" . Dome-nica, dopo la messa e la procession e

dedicata allaMadonna delporto, e ilconcerto del -la banda d iSamone, gl istand saran -no aperti an-che a mezzo -giorno conprimi piatt ie crescenti-

ne. Nel pomeriggio torneo di briscolacon ricchi premi . Ora 19 aperturastand gastronomici e in serata ball ocon Gianni e Camilla . Per tutta la du-rata dell'iniziativa funzionerà la pe-sca di beneficenza .

Pagina 32

Page 69: ITALIJA - novine

press L 1fE211081201 0

IL PETTIROSSO Zampe, piume, squame e corazze : in sei mesi già 1500 interventi selvatici "

Centro fauna, 8 salva al giorno'impegno dei volontari traF' abbandoni estivi e amici in d ìcoltà

Amemoria mancano gli ele-fnti,gli orsi polari e i dino-

sauri, quelli estinti . Perché, adesempio, i draghi ci stanno .

Sono impressionanti i nume-ri degli interventi effettuati an-che quest'anno, nei primi se imesi del 2010, da parte dei vo-lontari specializzati che fann obase al Centro fauna selvatica ilPettirosso di via Nonantolana ,alle porte della città . Gli ultimicasi hanno riguardato sci, pic-cole tartarughe e piccioni sal-vati dai cassonetti nelle settima-ne a cavallo di Ferragosto, masono quasi 1500 gli animali sel-vatici recuperati nei primi seimesi dell'almo, in oltre 650 in-terventi.

Centro, associazione cheopera sulla base di un conven-zione con la Provincia per il re-cupero, appunto, della faunaselvatica in difficoltà - spiegaGiandomenico Tornei, asses-sore provinciale con delega all aPolitiche faunistiche, rappre-senta una risorsa preziosa per i lterritorio perché consente unaefficace gestione e salvaguardiadella fauna selvatica, compresediverse specie a rischio estin-zione, senza trascurare il pre-zioso contributo affinché l'opi-nione pubblica maturi un piùcorretto rapporto con gli ani-

mali selvatici, e non solo, cometestimoniano gli episodi di que-sti ultimi giorni» .

l. pazientiTra gli animali sabati, attual-

mente in cura nella sede delCentro in via Nonantolan a1217 a Modena, figurano 21 1uccelli, tra i quali diversi rapac icome poiane, gheppi e civette ;169 caprioli che saranno libera-ti nelle prossime settimane inparchi alpini sulla base di appo-site convenzioni; nove cinghia-li e tre daini; recuperati anche52 pipistrelli, un boom di que-st'anno frutto anche delle se-gnalazioni dei cittadini - spie-gano i volontari del Centro -sempre più sensibili nei con-fronti di questi animali così pre-ziosi per l'ambiente .

Gli inferitiAl Centro collaborano 30 vo-

lontari (oltre a diversi giovani o-spiti, presenti anche in quest igiorni perlina vacanza estiva di-versa dal solito) e 30 veterinari ;attraverso un paziente e com-plesso lavoro, soprattutto pe revitare agli animali fenomeni didipendenza dall'uomo nell'ali-mentazione, riescono a rag-giungere una percentuale d ireinserimento dell'40 per cen-

to, tra la più alte in Italia pe rstrutture come questa .

Non sono mancati neanch equest'anno, inoltre, i recuperidi fauna esotica abbandonatadai proprietari, un fenomeno inaumento a livello nazionale epurtroppo presente anche aModena .

Le dimissioniAttualmen-

te sono ospitidel Centro ol-tre mille ani-mali : circa l ametà sono uc-celli in attes adi esser libera-ti (quest'annohanno gi àspiccato il vo-lo 200 rondi-ni, decine dipipistrelli, ci-vette, germa-ni e lepri); poivolpi, istrici ,tartarughe ,ricci, ghiri ,

scoiattoli e 21 piccoli di caprio-lo in allattamento, consegnat ial Centro nel maggio scorso du-rante il periodo della riprodu-zione, da cittadini che li aveva-no portati a casa credendoli ab -bandonati dopo averli avi statisoli in un prato, soprattutto inzone di montagna; un compor-Ri_mento assolutamente sba-gliato perché, spiegano i volon-

tari, in realtà i "banibi" rimastisoli non corrono alcun rischio .

Gli investimentiPer accudire al meglio una

comunità così numerosa, masoprattutto così eterogenea, ilC entro si è dotato di appositistrumenti come un nuovo ret-tilario con dieci teche, oltre adue strutture, uniche in Italia :

la prima dedicata al recuperodei pipistrelli in difficoltà, dovegli animali sono allattati e impa-rano ad alimentarsi autonoma-mente : la seconda, in corso direalizzazione con il contributodella Fondazione Cassa di ri-spariazio di Modena, a support odella riproduzione dei rapaci arischio estinzione come i gufireali e gli astori

Le gialleSono oltre 800 gli alunni delle

scuole modenesi che hanno vi-sitato il Centro in nella primaparte dell'anno e in settembresaranno pubblicate sul sitovilex%.centrofaunaselvatica .it .le nuove date disponibili per l evisite scolastiche, mentre pro-segue l'attività con l'Union eciechi italiana con il progett o"Con le mani" e con un gruppodi volontari anziani che contri-buiscono con Moro lavoro a mi-gliorare le strutture e i serviz i

Le segnalazioniGran parte degli interventi

sono stati effettuati sulla base dichiamate provenienti da forz edell'ordine, Vigili del fuoco epolizie municipali, ma in quasi200 casi sono stati i cittadini aeffettuare segnalazioni di ani-mali in difficoltà o feriti, attra-verso i numeri del Centro :339-8183676 e 339-353519 2(in caso di emergenza è possi-bile chiamare anche il 114) .

(a)

Pagina 3

Page 70: ITALIJA - novine

press L 1fE21 /08/201 0

C 7 è il criminale che s istanca del cane o de l

gatto, e quello che decide d iinterrompere bruscamente UALLARME Acquistati da persone incapaci di mantenerli e accudirl ie traumaticamente il suorapporto con un'iguana .(.Criminali entrambi , vistoche abbandonare gli animal iè un reato bestiale .

Dei 1500 animali selvatici ,recuperati nel modenes enei primi sei mesi del 201 .0dal Centro fauna selvatica I lPettirosso oltre 80 sono eso-tici, quasi tutti abbandonati.mentre solo inpochi casiso-no stati consegnati diretta-mente al Centro dai proprie-tari, quasi sempre pentiti diaverli acquistati e incapac idi accudirli correttamente .

Tra gli animali esotici ab-bandonati, l'ultimo è un atartaruga femmina dell aspecie Trachrinys, di {_risi-ne centroamericana di tipopalustre, piuttosto incon tisueta dalle nostre parti, ch eivolontari del Centro hannorecuperato in città, giovedìscorso in via Ciro ire noi ti ,dopo una segnai : : rione di

vero problema . Crescon ogli abbandoni ma anche leconsegne di animali esoticida parte di proprietari che l iavevano acquistati probabil-mente con troppa superfi-cialit: i . Resta però ilproble-ma di chi dovrà poi accudirequesti animali . I Centri spe-cializzati in fauna esotica inItalia, infatti, dove di solito l itrasferiamo, sono ormai all asaturazione . Di questa situa-zione abbiamo discusso co nil ministero dell'Ambienteal quale abbiamo presentat oun progetto» ,

Oltre agli animali recupe-rati nei misi scorsi, sono tut-tora ospiti del Centro du elinci, un boa trovato ne l2008 in una scuola di Miran-dola e un altro boa recupe-r,ato a Sassuolo ; mentre il cu -kauallaa e il camaleonte han -no già raggiunto un centrospecializzato .

All'appello mancano iproprietari che "abbando-nano", specie di bestie che ,purtroppo, non è invia di e-stinzione .

eli che si stancano del draghettoOltre 80 divorzi da compagni esotic i

coni cittadini : l'ha vista una I .c tartarughe rappresen-mamma in un cespuglio nei tana circa la metà degli ani -pressi del quale giocavano mali esotici recuperati daldue bambini .

Centro (una "americana" è

ira di 80 animal iesotici recuperatie spesso salvatidai volontarie dai veterinaridel Centro faunaselvaticaAl pettirosso»di Modenaci sono anch edue esemplar idi drago barbuto,corree quellodella fotografi aa sinistra

stata trovata nell'aprile scor-so da due turisti russi nellafontana del Graziosi in largoGaribaldi), poi ci sorto pap-pagalli sudamericani, un ca-maleonte, un cukaualla (ret-t :ile originario dello Y emen) ,alcune iguane, due draghibarbuti, un pitone del Mada-gascar sequestrato nelle set-timane scorse a Modena dal-la Forestale e addirittura uncaimano ; recuperato neigiorni scorsi in un grettoper l'irrigazione a bcarre Mai-na di 1vlaranello .

l ' un fenomeno in au -mento - afferma Piero Mi--Inni, responsabile dei Cen-tro - che sta dì'.'entando un

Un e:oh:

di sol saio : x .,,, :,1' . ., 3

d3,H,.,1 i1 ;:th(tt

3

1 : IO li S€ce", ff4 _urne 01 -

m3í £2.1 . L^, ' ..G I mire

.ech Ne :, :, . ^ cc .cec

N rnU , questo c0 ; . che s: in

dhhe ecque Otr e

., cene,

,c• te rid

pGrite

ten

p nutt tir o

:iene :ìt,:i i# .'E `íi3t.

flì .

. .ì#ì Eíì _ ie :i

e C: e

, ., ._ti,_ , su perc0 remo _ ._e me mcc3

(atti_ .C di ;t>.'0' J ) : 0 Jf' Certe in(tiJr0

ec

r e

Pagina 3

A sinistra, un pitone mostrato dai responsabile del Centro fauna

"li pettirosso", fiero Milani e da una volontaria . Sopra, la tartarugaTrachernys recuperata giovedì in via Ciro Menotti a Modena

Page 71: ITALIJA - novine

press L 1fE21/08/201 0

SAN CESARIO Un'occasione per visitare luoghi normalmente chiusi ai pubblico, come le sale affrescat e

PomeriggioSaràpossibile ap )ro fonà re la storia del borgo vecchio, tra le antiche mura, la villa e la rocc a

Unpomeriggio d'estatealla scoperta dei teso-

ri di San Cesario sul Pana-ro, passeggiando nella sto -ria del borgo vecchio, trale antiche mura, la villa e larocca .

Un'occasione per visita-re luoghi normalment enon aperti al pubblico, e lesale affrescate di villa Bo-schetti recentemente re-staurate .

Questo il menù di «Me-riggio alla Corte», iniziati-va organizzata dal centrodi storia locale «Lucian oMaccaferri> di San Cesario

collaborazione co nl'Amministrazione comu-

A seguire, sabato 28 ago -sto, alle 17, visita guidata aRocca Boschetti, Villa Bo-schetti_, Parco, Torre e Mu -ra. In entrambe le date, ivisitatori saranno guidatidalla professoressa Angelalones Stanzani dell'Asso-ciazione G . A .I .A .M di Mo -dena. Ritrovo presso Vill aBoschetti . Quota di parte -cipazione: 3 curo a perso -

::ak«

na. Gratis per i ragazzi fin oA sinistra io studio dei Conte Claudio e a destra une scorcio dei parco

ai IO anni . Ai partecipant iverrà regalata una puhhii -

nale e il Gaiam di Mode- in programma un percorso cazione e la carta con l'i-na. guidato a Villa Boschetti, Cinerario storico artistico

Due gli appuntamenti in Parco, Cappella delle Fos- del paese. Le visite si ter-programma a partire da se, Casa Sighicelli, centro ranno anche in caso d iquello di domani . Alle 17 è storico .

maltempo .

Pagina 13

Page 72: ITALIJA - novine

pressUnE21 /08/2010

L'INFORMAZIONE

LA RASSEGNA

ComicitàIn scena

S

3 i.

t :entt

pros,t‹",rt-ttì).n.i .,),per

Ctihehh3i -

sdeii ;3.

; . ; :

teatro rant : .(h)tnt).n )

-- ti ()net 3r3'.rri \ho', dtA

Sti.ecd

P .tt.s.:Unt) ,

ah(' '

"ttr', tt-'3

usirt.-Ae .ts.: 3 .L tt3rdtt

3..n .

3

r:t\ .

3--, ;3To

ttrtttt

di \H).).t.t13„ t" i3 :' ti ;

.3rt.);ttrit t,t .tt:tt -

dali'

zi t .) n

e on.cin:th.t

nrA-o) t, -

dat

d.i Rh-nr-

t

Fiurnt ;j i-td, istAt .).rt3.nt)

, t43-ttu

t:titht ..)t) :'', :z3t) :. w

3 ltì Pro-t .intítt di 't'it.),t_titi-rt-t t

lice d reL .

:hiittt t

. ik-. ti \\o deitt. 3

Cite:

ettt n :tt

pitt:tt,tLi-i

ìtìt.:.ì inigltori tittisri d istra.rit.). —.'."ente 3-nt)ndia,-

-I hu.rf() tt onc :rti : t

pi— pi ti .noi. ;rtit) f ìau3- t) a -rìi .ttt :tto da \r3tan

i ('

itt rt'ti-

t)t :t'ttt :3. dì

' M? - £; 3 ., r-.3r(ì(-

reih ti . ì :'t3v3.3 :it. )

n.i \te t:T :tìe.

It".tD.-:' :T

D

P.ttì^hrilth. .sti : r. Lu

Pagina 27

Page 73: ITALIJA - novine

press LIETE21 /08/2010 LIBERTÀ Diffusione 36.872

Lettori 169.000

Aperte le selezioni del Gran ballodelle debuttanti alla Reggia diVenaria

Sono aperte anche nel pia -centino le selezioni in vista del -la XVI edizione del Gran ball odelle debuttanti che il 13 no-vembre si terrà negli splendidilocali della Reggia di Venaria ,alle porte di Torino. Alla serat adi gala, che si svolge all'intern odella prestigiosa manifestazio-ne Vienna sul lago e che lo scor -so anno ebbe tra le protagoni-ste anche una piacentina, par-teciperanno 30 ragazze prove-nienti da tutta Italia accompa-gnate dagli allievi dell'Accade-mia navale di Livorno. Durantela passata edizione, lo ricordia-mo, l'Emilia Romagna era rap-presentata da una sola ragazza ,Lavinia Negromanti di Pecora-ra, che partecipando al ballo a -

veva coronato uno dei suoi so-gni di bambina. Chi fosse inte-ressato a partecipare può rica-vare maggiori informazioni dalsito www. viennasullago . n . Tratutte le domande pervenute gliorganizzatori sceglieranno le 3 0fortunate giovani che nei giorniprecedenti la serata di gala do-vranno dedicarsi a una vera epropria full immersion duran-te la quale verranno impartitelezioni di ballo (valzer in mod oparticolare), portamento, ecc. .Durante la frenetica settimana

preparatoria, come aveva rac-contato lo scorso anno Lavinia,ogni ragazza deve inoltre impa-rare ad indossare l'abito prepa-rato da un'atelier sartoriale d ialta moda insieme a tutti gli ac-cessori come guanti, scarpe co ltacco della misura giusta, ecc.La manifestazione Vienna su llago non si identifica solo con i lBallo delle debuttanti ma e unevento di solidarietà e cultura ,articolato in conferenze, visiteculturali che si concludono conla serata di gala che ogni anno

viene ripresa da televisioni ditutto il mondo .

La manifestazione, organiz-zata da un comitato senza sco -po di lucro e dallo Stato mag-giore della Marina militare, haassunto connotati che vann ooltre i confini nazionali otte-nendo anche il patrocinio del -la presidenza del consiglio deiministri, dei ministeri degli Af-fati esteri, della Difesa, delle At -tività e dei beni culturali, dellaRegione Piemonte, delle amba -sciate d'Austria presso il Quiri -

nale e presso la Santa Sede, del -la città di Vienna . Grazie ai fon -di raccolti ogni anno vengon orealizzati diversi progetti di so -

Lavinia Negromant ial ballo delle debuttant iIo scorso novembre

lidarietà . Sono stati ad esem-pio donati impianti di condi-zionarnento a case di riposo ,comunità di minori vittime d iabusi familiari, sedi di associa -zioni di volontariato ; sono sta-te donate ad enti o associazio-ni di volontariato attrezzaturesanitarie, attrezzature infor-matiche. Per questo motivo i lpresidente della Repubblic aGiorgio Napolitano ha asse-gnato all'evento una medagli aconiata per l'occasione.

Pagina 22

rn ,te n,re tu :h A,.

Page 74: ITALIJA - novine

press LIETE21 /08/2010 LIBERTÀ

Diffusione 36.872

Lettori 169 .000

Al via la 45 a edizione della sagra che fa da apripista alla fier a

Pianello, i giorni del cotechin oPIANELLO - nzi( Entra nel vi-vo in. questo fine settimana aPianello la festa del cotechin oche soffia sulle sue prime 4 5candeline e che farà da apripistaall'evento clou di tutta l'estatepianellese : la grande fiera d'ago -sto in programma per merco-ledì. Oggi e domani, dunque, i lcotechino verrà servito neglistand della Pro loco in piazzaUmberto I, dove sono disponi -bili anche 800 posti a sedere neltendone allestito per l'occasio-ne . Oggi, sabato 21 agosto, glistand inizieranno a funzionarealle 19 mentre alle 21 ci sarà l'e -

sibizione dell'orchestra Lucian oNelli . Domani sarà la giornat aclou della sagra paesana con l'a -pertura del mercato straordina -rio in mattinata e degli stan ddella Pro loco che lavoreranno aciclo continuo dalle 8,30 alle 24 .Sarà quindi possibili pranzare ecenare all'aperto . In serata, dal -le 21, ci sarà una sfilata di moda

bimbo a cura di un esercente e didue acconciatrici locali cui se-guirà l'esibizione delForchestr aPaola Damì. Gli stand della Proloco serviranno pisarei e fase) ,gnocchi, cotechino, salame cot -to con purè, cotechino in umi-do, arrosti, gligliate e salmnelle ,patate fritte e salumi dop tuttiannaffiati da bibite e vini locali.

Lunedì e martedì la festa nonsi ferma: una serie di appunta -menti accompagnerà infatti ipianellesi fino al giorno della fie -ra . Lunedì sera sarà la volta delcomico Paolo Labati, la cui esibi -zione avrebbe dovuto tenersi al -cune settimane fa ma fu rinviataa causa del maltempo. Martedì24 agosto a partire dalle 18 ci

sarà un'edizione straordinari adei mercatini serali dell'antiqua -riato e dell'artigianato artistic odi qualità in centro paese. Dall e19 sia di lunedì che di martedìfunzioneranno sempre gli stan ddella Pro loco. Martedì sera si e -sibirà l'orchestra fingo.

Mercoledì si entra invece ne lvivo della grande fiera. Per l'oc-casione 200 ambulanti darann ovita al grande mercato alFapertocui si affiancheranno una fier aagricola e il consueto luna park .Nella sala Paolo Novara dell arocca comunale sarà possibil evisitare la mostra di pittura di

Guido Maggi mentre in serata s iesibirà l'orchestra di Gigi Chiap -pin. Per tutta la giornata nonmancheranno inoltre i piatti ser-viti dai volontari della Pro loc onegli stand di piazza Umberto I .Non mancheranno pisarei e fa-se), ravioli e nidi di rondine, cote-chino, gnocchi, salame cotto, ar-rosti, gligliate e salumi, vini vai -tidonesi e bevande per tutti i gu-sti . Ti programma completo co ni dettagli e la scaletta degli even-ti organizzati dalla Pro loco incollaborazione e con il patroci-nio del Comune è visionabile sulsito www. pianellovahidone. ne t.

Pagina 22

rn ,te n,re tu :h A,.

Page 75: ITALIJA - novine

Diffusione 36.872Lettori 169.000

Oggi e domani si inizia

tradizionale Festa cotechin odi MARIANGELA MlLAN I

PIANELLO Pian elfo si fa bella eindossai suoi abili migliori i nattesa dell'evento clou dell'e -state, ovvero la "Grande fierad'agosto" che mercoledìprossimo, 25, farà del borg ola capitale della Valtidone . Inattesa della fiera, già da que-sto fine setta-nana la Proloc oorganizza la tradizionale sa-gra del Cotechino che comesempre farà da aprista all anon stop di eventi che prose-guiranno fino a mercoledìprossimo. Questa sera, saba-to, i volontari della Proloc oalle 19 riapriranno gli stan dche già da ieri (venerdì) han -no preso a funzionare inpiazza Umberto I e dove afarla da padrone, oltre ai piat -ti tipici, è la carne di maial ecucinata in tutte le sue ver-sioni. Ma libera quindi a cote -chini e salame cotto ma an-che salumi Dop quali Coppa,Salame e Pancetta che saran -no i piatti principe della sa-gra insieme a grigliate e be-vande di ogni tipo . Staserasarà la volta dell'orchestraLuciano Nelli .

Domani, domenica, la sa-gra entra nel vivo con standaperti già dal mattino e possi -bilità di pranzare e cenar esotto il tendone coperto di

piazza Umberto I . Oggi po-meriggio ci sarà una sfilata dimoda per bambini organiz-zata da esercenti e acconcia-trici locali mentre a seguire siesibirà 1 ot chesta Paola Dami .Terminata la sagra proseguo -no poi gli appuntamenti cheaccompagneranno i pianelle -si fino al giorno della fiera ,mercoledì . Lunedì 23 ci saràancora la possibilità di cena -re in piazza grazie agli standallestiti dai volontari dell aProloco . Alle 21,15 verrà recu -perato lo spettacolo di caba-ret del comico piacentin oPaolo Labati che lo scors omese era slittato a causa delmaltempo . Martedì 24, a par -tire dalle 18, ci saràun'edizio -

ne straordinaria dei mercati-ni che solitamente animan ole vie del centro paese duran -te il venerdì sera. Dalle 19 vialibera ancora all'apertura de -gli stand gastronomici e alledanze con l'orchestra Ringoin attesa del mercoledì ,quando finalmente lung ostrade e piazze del paese e-sploderà la festa agostana .Per l'occasione gli stand del -la Proloco funzioneranno perl'intera giornata con possibi-lità di pranzo e cena all'aper-to. Lungo le vie del paese s idisporranno circa 20() ambu -lanti che daranno vita algrande mercato . Non man-cheranno le sezioni dedicatealla fiera agricola, ai più pic -

cini con il consueto luna par ke anche agli amanti dell'art egrazie all'esposizione delle o -pere di Guido Maggi in mo-stra fino al 29 agosto nella sa-la Paolo Novara della Roccacomunale . In serata si esibii àl'orchestra di Gigi Chiappa]mentre agli stand della Prolo -co non mancheranno pisare ie fasi), ravioli e nidi di rondi-

ne, cotechini, gnocchi, sala-me cotto, arrosti, grigliate esalumi. vini valtidonesi e be-vande per tutti i gusti .

Il programma completocon tutti i dettagli della sca-letta degli eventi organizzal idalla Proloco in collaborazio-ne e con il patrocinio del co-mune è visionabile sul sit owww. pi anelloval t id one . ne t

Un'immagine della passata edizione della "Grande fiera d'agosto"a Pianello .

Pagina 24

Page 76: ITALIJA - novine

press L|fE21/08/2010 LIBERTÀ Diffusione 36.872

Lettori 169.000

Per Monte Dego la "nuova" stradaOttone, tour dì Trespidi agli estremi con-Tini dellaValtrebbia : visita al santuariopoi inValborecPiazza: «Qui l'impegno dei volontari è concreta sussidiarietà »

OTTONE - li taglio dd nastro defla strada per li Monte Monte Dego,oltre sei chilometri:i lavori di rinnovamento sono stati fatt ida Provincia eCom u Comune.Sopra, la consegna del piatto-don o

OTTONE - Sei chilometri, oltr ecinquecento metri cubi d ighiaia e sassi . Provincia e Co -mune di Ottehm_ conse -gnato ieri la strada per Mon-te D orinnovata ai cittadini .Così, l/±_ della prima vi -sita ufficiale di

pres iProvincia negli estremi confin idella Valtrebbia (pomeriggi ointero dedicato a sluhiin zona e proseguito a Suzzi ePizzonero, le fra7ioni popolat esolo d'inverno che guardano aquattro regioni : Em-bardia, Piemonte eLi), i lnumero uno dì via Garibaldi h aparlato d«promessa mante-nuta», rifacendosi all'impegnoassunto nelcorso del tourdei comunid'inizio man -dato

. dal sindac oGiovanni

ì

Piazza che hasottolineatocome i risul -tati sianopossibili w*10 lavorand o

amministi a -gemme

le presentianche avice-sindacoGiancarlo Tagani, assessor iF lena Capelli, I,uigino Monda -ni e3consigliere Ferruccio Fie

£#taglio del nastro da lpian l della Prevetta, punto d ipartenza del collegamento rin -novato, è stato affidato a Salva -tore Perini, operatole dell aProvincia che p40 giorni h aazionmacchine messe adisposizione dell'ente, lavo-rando afianco d degli operator i

mbProvincia con piattoun'immagine storic a

lmercato ±y«

t -te .E' seguita poi la visita al

Il presidente della Provincia, MassimoTrespidí, conCadetto T canin i, 9 9anni eun momento d& tou r

santuario della Madonna diLourdes,

domina baveto e Valtrebbia, il cui oo-riginario risainizio Nove -cento . Un brindisi sulla terraz -za panoramica, al quale hapartecipato ancconsiglie -ra comunale piacentina Luci aGiro metta (madre di Cerignal ee m vissuti aOttone, oggi re-sidenza esa) e nuove tapp enel lungo tour di sopralluoghifil! giornata. Destinazione

V'alboreca, il P — eco delterritorio piacentino . Prima so -sta a est d'estate abitat airriducibili gd'inverno±&m

con

chiesa celti -ca (risalente all'incirca anim i_ mille) che guarda la vallata .«Qui il volontariato atte G ,detto mazza . «L'impegno diqueste pelsone che mostranoattaccamento edem a dedterritorio è

esempio concre -to di sussidiarietà applicata »

co mm tatoTrespidi . Salu-tato molti abitanti . Tra loroCadetto Toscan. .m anni (l'o -rigine è la stessa del Maestro

Arturo Toscanini) . Poi via vers oPizzonero, ieri mfesta per aBernardo, po lp+» acui a dedicata la chiesa e s ipensa essere anteriore al 1600 .Arriva, a piedi, il sindaco d i

±m Claudia Bon è . AI rifugi oEa/aa primo cittadino di Ce -rignale,

sl! £ mgiovane mypa di sposi 7 -

G habitué delle monta-gne anche nei meinvernal ioffre da bere all'ambasceri adella Provincia . Per tornare a dateamAememchi -lometri tra curve strettissime etornanti

brivido.

Pagina 25

Page 77: ITALIJA - novine

LIBERTÀ Diffusione 36.872Lettori 169.000

Castelletto feste Mi gratiNella frazione diVernasca rientrati gli ex compaesan iVERNASCA - Emigrati prove-nienti da quattro nazioni ,Francia, Germania, Gran Bre -agna e Stati UTniti, hanno pre -

so parte, sabato scorso, all aseconda "festa dell emigran-te" voluta ed organizzata inalta Valdarda dalla Pro Loco d iCastelletto, piccola frazionedel comune di ernasca che s itrova a mezza costa sullasponda destra del lago di Mi-gnano. Da una stima resa no -ta dal presidente RobertoRossetti . delle circa cinque -

cento presenze che si son osuccedute nell'incontro po-meridiano, nel successivotrattenimento conviviale enella serata danzante, u nbuon settanta per cento è sta -io rappresenlato da emigrat ivaldardesi o di "oriundi c.a-si ellani" rieri i mi i sia dall'este -ro che da tutto il nord Balia .

Ad accogliere i numerosi o -spiti non sono neppure man-cati il sindaco di Vernasca ,Gian Luigi Molinari, e l'ammi -nistratore parrocchiale, don

Giuseppe Lusignani, purtrop -po assente il presidente dell aAssociazione Italiani all'este -ro, Mauro Ongeri, perché trat -tenuto in Gran Bretagna d aimprevisti impedimenti .

Piena soddisfazione anch eper la serata gastronomic ache ha richiamaio il receni etrionfo della "polenta d'esta -te" sempre promossa e ap-prontata dai volontari dellaattivissima Pro Loco della fra -zione vernaschina .

Franco Lombardi

Pagina 30

Page 78: ITALIJA - novine

press LITE

LA C RONACA21 /08/2010

Caprioli e tavolodelle associazioniambientaliste

Egregio direttore ,quando si interviene su argomenti

che toccano la sensibilità pubblica, eil nostro credere emotivo, spesso s icommette l'errore di essere traspor-tati dall'euforia del voler esprimereun numero di concetti talmente alt oche, alla fine, si rischia di non espri-merne nessuno o di passare pe restremisti .

Nelle trascorse settimane si è det-to "di tutto e di più", si sono raccol-te migliaia di firme, si è parlato con-tro tutti e contro tutto quello che s ipoteva, ognuno ha espresso la pro-pria posizione ergendosi a paldino dianimali o di gruppi di persone .

Alla fine l'abbattimento program-mato è iniziato.

E' palese che presentare l'abbatti-mento di capi con l'immagine d icuccioli orfani accenda la sensibilitàintrinseca in ogni persona, pertant ooccorrerebbe presentare una infor-mazione più accurata su motivazio-ni, ed eventuali necessità, di "rego-lare" la popolazione animale selvati-ca presente sul territorio.

L'estremismo non ha mai fatto de lbene a nessuno e, soprattutto nelladelicata "questione animale", cred osia necessaria una attenta mediazio-ne tra il benessere delle persone equello degli animali ; solo in quest omodo si può arrivare ad un punt ocondiviso da cui poter valutare azio-ni e metodi proposti .

Fintanto che si prenderanno posi-zioni estreme ci sarà sempre qualcunaltro che si porrà sull'opposto lat odello schieramento dando vita aduna diatriba mediatica che porta ipresenzialisti alla ribalta e gli anima-li, tanto cari nelle parole, al centr odell'incrocio del mirino.

La ricerca di scusanti e giustifica-tivi porta perfino a posizioni di ila-rità, quando non di grottesca saga-cia, arrivando perfino a leggere d i"mondo venatorio alla ricerca d iun'immagine al passo coi tempi" odi "tradizione venatoria come ereditàdei nostri avi" . . . fino ad arrivare alla

farsa nel dare giudizi quantitativi equalunquistici sulle associazioni ani-maliste .

E' purtroppo dimostrabile che al -cune associazioni siano mosse da u ncredo politico "imperante sullo sco-po sociale" e che, in alcuni frangenti,lo scontro sia diversificato a second adel colore della meggioranza presen-te nell'amministrazione pubblica ch esi contesta .

L'uomo è intervenuto con tutti imetodi possibili per rompere l'equi-librio della natura, non ultima l'atti-vità venatoria, pertanto un modo pe rmettere tale attività al "passo con itempi" è quella di cessarla !

A fronte di quanto detto è però in -dubbio che sia necessario preveder einterventi di contenimento della po-polazione animale selvatica (ma ana-loga attenzione deve essere ripost aanche in quella domestica ed i nquella domestica inselvatichita . . . atal proposito che fine ha fatto l'in-chiesta sull'abbattimento delle ca-prette della Parcellara?) e tali inter -venti dovrebbero essere discussi co nil coinvolgimento di tutti gli attor ipartecipi, i quali dovranno portaread un tavolo di confronto propost efattive e non solo assoluti dinieghi operentorie richieste .

Confido che nessuno ritenga "pro -poste fattive" lo spostamento in altr earee degli animali, previa cattura ,perché dimostrerebbe solo la no nconoscenza delle problematiche le-gate all'azione associate al rischio d imortalità dell'animale per il terror epercepito durante le fasi di cattura .

La legge prevede la costituzione d iun tavolo animalista nelle provinc ee, a Piacenza, si era arrivati al puntoche tale tavolo si sarebbe dovuto riu-nire con una certa ricorrenza anch eper condividere le azioni in cui fos-sero coinvolti gli animali . . . . perch énessuno ne parla più? Organizzar ecortei in piazza e raccogliere firm e"rende maggiormente" in termini d ipresenzialismo mediatico? Per alcun iè troppo difficile un confronto diret-to condotto all'ottenimento di un adecisione condivisa che, a volte, puòprevedere concessioni e non solopretese ?

La mia esperienza mi insegna che,a volte, seguire un iter burocratic oporta alla vittoria legale sui diritt idell'animale che nel frattempo . . . è

morto!Loris Borgi o

vice presidente EPA (Ecologism o& Protezione Animali)

Pagina 3

Page 79: ITALIJA - novine

press L.IfE

LA C RONACA21 /08/2010

Provincia in aiuto a Ottoneper la strada di Monte Dego

Trespidi: «Inaugu-riamo un collega -mento, ma ancheuna nuova forma dicollaborazione»

Per festeggiare la Madonna diLourdes del Monte Dego Ot-tone inaugura con la Provinci a

la «prima forma di collaborazion eterritoriale» col rifacimento di oltr e5 chilometri di strada comunale ch edal capoluogo dell'alta Valtrebbi aconduce al Monte Dego. La Provin-cia ha infatti messo a disposizion edel Comune uomini e mezzi .

Giornata al confine col Genovese,infatti, ieri pomeriggio per il presi -dente della Provincia Massimo Tre-spidi che, accompagnato dall'inge-gnere provinciale Stefano Pozzoli edal funzionario tecnico Stefano Tro-glio, ha inaugurato la strada ch econduce alla cappella del Mont eDego dove, in questo fine settimana,si festeggerà la Madonna di Lour-des, come riproposta nella grott anella zona absidale della chiesa .

«Questo è l'ennesimo intervent orealizzato con la Provincia dal gior-no del nostro insediamento – h aspiegato il sindaco di Ottone Gio-vanni Piazza – siamo partiti con l'in -cubatoio per le trote in Trebbia epoco meno di un anno fa avevam olanciato la sfida della strada de lMonte Dego, da troppo tempo par-ticolarmente dissestata e senza cana -li di scolo . Un intervento importan-te, soprattutto in questo fine setti-mana quando molti ottonesi, pia -centini e residenti anche fuori pro-vincia e regione, specialmente nelterritorio ligure, tornano alla cappel -la della Madonna di Lourdes peronorare e ricordare l'apparizion edella Vergine in un pellegrinaggi ocon fedeli che arrivano anche d aSanto Stefano d'Aveto e Rezzoaglio,Comuni particolarmente devoti, conOttone, alla Vergine di Lourdes .Questo intervento dimostra ancor auna volta l'attaccamento al territori oe il mantenimento, da parte dell aProvincia, di una promessa fatt atempo fa . I risultati anche in un pic -colo Comune ci sono se si lavora in-sieme, eliminando la politica che i nquesti contesti è sovradimensionat arispetto ai rapporti umani» .

Tanti gli amministratori presentidurante l'inaugurazione della strada,realizzata in poco più di due mesi,dal vicesindaco di Ottone Giancarlo

Tagani agli assessori Elena Capelli eLuigino Mondani, fino al consiglier eFerruccio Fioricelli, al fianco del di -rettore provinciale delle poste diPiacenza Maria Lucia Girometta ,del comandante della stazione deicarabinieri Riccardo Molinelli, delresponsabile locale della viabilit àSalvatore Perini e del capo dell'uffi-cio tecnico Giovanni Canevari, oltr ea molti volontari che hanno contri-buito alla realizzazione dell'opera . I nquesti due mesi di lavoro la strada èstata totalmente rifatta, inghiaiata einseriti canali di scolo, oltre a alcunitratti che sono stati allargati per mi-gliorare la viabilità fino ai 1300 me-tri del monte ottonese .

«Questa inaugurazione è una nuo-va forma di collaborazione – ha det -

to il presidente Massimo Trespidi –una sinergia concreta che porta col-laborazione e cooperazione; d aquando ho visitato questa realtà, gi àcol tour nei Comuni e poi durant ela festa del Monte Dego l'anno scor-so, mi sono reso conto dell'impor-tanza di questo intervento, priorita-rio, in una comune passione e sensi-bilità nel rendere fruibili queste zo-ne» .

Al termine del taglio del nastro ilsindaco Giovanni Piazza ha donatoal presidente Trespidi il piatto co nl'immagine antica che dal 2009 ognianno il Comune realizza e distribui-sce come ricordo di Ottone e dell ebellezze dell'alta Valtrebbia . Il tourdal Monte Dego, che domina la Val-trebbia e la Valdaveto, si è spostato

verso la Valboreca, puntando a Suzzie Pizzonero, le frazioni più lontan edel Piacentino, realtà totalment eisolate e deserte d'inverno quant oabitate e popolate da marzo a no-vembre, con un boom di abitanti inquesti mesi estivi . A Suzzi Armand oToscanini e Paolo Testino, referent idella frazione, hanno mostrato l ebellezze del piccolo centro, dall achiesa al cimitero a pochi passi da ltempio cristiano, senza dimenticare iproblemi legati alla viabilità e all efrane che per diversi mesi hann oisolato totalmente i centri .

«Bertone, Barchi e Suzzi – h aspiegato il sindaco Piazza – qualcheanno fa hanno ottenuto un finanzia -mento dal Ministero dell'Ambientee il bando partirà in settembre; no-stro obiettivo è asfaltare tutte le stra -de bianche, attendendo la Regioneche ci dia l'ok per realizzare un mu-ro e contenere la frana» .

«E' la prima volta che vengo i nqueste zone – ha risposto Trespidi –posti meravigliosi ma con alcun iproblemi; per risolvere le criticit àpenso che per prima cosa occorr aconoscerle» .

Spazio, poi, alla convivialità, dall adegustazione dagli Amici di Suzz ialla festa di San Bernardo, patron odi Pizzonero, alla presenza dei sin-daci di Zerba e Cerignale Claudi aBorrè e Massimo Castelli . La fest adella Madonna di Lourdes de lMonte Dego si terrà domani alle 1 1con la messa alla cappelletta maria-na, la processione con la statua dell aVergine e il pranzo al sacco tra bar-becue e grigliate, come la tradizioneimpone da oltre 200 anni .

Sabina Terzoni

La chiesetta dedicata alla Madonna di Lourdes a Monte nego . In alto, Trespidi con i si 'Pro Provincia in aiuto a Otton eper la scada di Monte Degodi Cerignale Massimo Castelli e Zerba Claudia Borrè e Giovanni Piazza

Page 80: ITALIJA - novine

press L.IfE21 /08/2010

LA CRONACA

Consiglio di Coli

Distributoredi Perino, okalla riaperturaNo del sindaco

Alessandro Losini è da gioved ìsera il nuovo assessore di Col idopo le dimissioni di Edoard oFerrari . Approvato anche il re-golamento che fissa le modalitàdi esercizio del diritto di acces-so ai documenti amministrativ icon astensione dei due consi-glieri di minoranza Luigi Bertuz-zi e Cesare Gazzola .Ratificato poi un atto di Giunt ache determina una variazione a lbilancio di previsione d i36 .513 euro per nuove attribu-zioni con l'astensione dei du emedesimi consiglieri che si so -no detti preoccupati per l'au -mento di spesa relativa all osgombero neve . Si è quind iproweduto al rinnovo della con-venzione con I'Auser di Piacen-za per l'awio presso il Comun edi Coli di volontari da dedicareai servizi socialmente utili pe run anno a partire da settembree sono state illustrate dal capo-

gruppo di maggioranza le de -terminazioni in merito al distri-butore di carburanti di Perin oed alla volontà di raggiungereun accordo per la sua riapertu-ra . Il sindaco, Massimo Poggi ,pur dicendosi pronto ad accet-tare la deliberazione approvatadalla maggioranza consiliare ,ha espresso la propria dichiara-zione di voto contrario al fattoche il distributore venga riaper-to, ritiene infatti che tale strut-tura sia stata realizzata in luo-go non idoneo, che dovrebb eessere smantellata, l'area do-vrebbe essere bonificata e ri-consegnata al comune, a su oawiso sarebbe più opportun ostudiare una nuova collocazion eper l'impianto di distribuzione d icarburanti di Perino in posizio-ne meno pericolosa . Con vot ocontrario del solo sindaco si èquindi approvato l'atto di indiriz-zo che prevede la riaperturadel distributore di carburanti d iPerino . Presentato dai consi-glieri Ciotti, Gazzola, Covati eBertuzzi si è quindi approvatoun ordine del giorno relativo al -la fognatura di Coli che invitaEnìa a prowedere con sollecitu-dine alla sua sistemazione ,quindi è stata respinta la mo-zione relativa ai Comunelli d iCaminata e Monte Armelio ,mentre sono state soddisfatt ele interrogazioni relative alla si-stemazione del campo sportivodi Perino, quella relativa al cen-tro polifunzionale di Perino ,quella relativa alla piazzola eco -logica di Perino e quella relativaalla eventuale concessione dell araccolta rifiuti all'Ato in chiusu-ra di seduta è stato osservatoun minuto di silenzio a suffragi odel presidente emerito France-sco Cossiga .

Gian Luigi Bertacchi

Pagina 1 7Comunali, Grillini in corsaa Rottofreno e Fiorenzuola

Page 81: ITALIJA - novine

press L.IfE21 /08/2010

LA C RONACA

Valnure, intenso fine settiman aBortellina a Bettola, musica rock a Farini e trattori protagonisti a Groppall o

Passato il Ferragosto, non son odiminuiti gli appuntamenti ch ein Valnure allieteranno le sera-

te del weekend per chi è rientratodalla ferie o non è proprio partito .L'intrattcnimcnto estivo, dedicato airesidenti e ai villeggianti della colli-na, avrà come punto di forza la Sa-gra della bortellina di Bettola. Adinaugurare la manifestazione sar àquesta sera il secondo "Music conte-st" riservato ai gruppi emergenti del -la zona, che dalle 22 cederanno i lpalco alla Bandaliga (tribute band d iLigabuc) . La festa entrerà però ne lvivo domani mattina alle 10 in vi aDonatori del sangue, da dove partir àla sfilata di carri allegorici e figuran-ti . Subito dopo, apriranno gli stan dgastronomici che fino a domani ser aserviranno la bortellina bcttolcs cDe .co . insieme ad altri piatti tipic ipiacentini . Alle 15,30 appuntamentocon l'animazione della Compagni adi San Giorgio e il drago di Milano ,alle 20 esibizione di danza dell ebambine della scuola Funky Fect diBettola e alle 21 l'orchestra Macho ela band intratterrà gli appassionati d iliscio . La kermesse si concluderà do-po le 23, con la premiazione di MissBortellina 2010, del carro allegoricopiù apprezzato e del riconoscimentoassegnato ad un volontario impegna-to nell'organizzazione .

Ancora la musia giovanile sar àprotagonista questa sera al Centrosportivo di Farini, dove si terr à"Notte rock" . Dalle 21 si alterneran-no i Guest Star di Bettola, i Mad-ding di Podenzano, i Night Flight iPiacenza e i Not OnYour Side dall aValtellina .

Alla Baita alpina di Vigolzoneprenderà il via invece la Sagra dell apolenta, con stand gastronomici e li-scio . I,a festa proseguirà anche do-

mani (con intrattcnimcnto per bam-bini nelle ore pomeridiane) e lunedìsera proponendo ancora cucina tipi -ca c danze . A Le Pianazze di Fari-ni, invece, domani come ogni dome-nica pomeriggio si mangerà in com-pagnia e si ballerà con il gruppo Ra -dar Folk .

Week end con i trattori protagoni-sti, invece, a Groppallo . Oggi, sulla

strada che da Groppallo porta aBoccolo Noce, in prossimità del bi-vio per Limbelli si terrà la gara diTractor Pulling che ha avuto lo scor -so anno un notevole successo .

Domani invece a Montalto, primadi Groppallo arrivando da Farini, èin programma la Festa dei trattoriche inizierà alla chiesa con la bene -dizione dci mezzi agricoli la mattina,

proseguirà con il pranzo preparat odai volontari della Pro loco, i gioch iper bambini e le gare con i trattori,per concludersi con la serata dan-zante con Gianni Morisi e la Lisci oBand e intorno alle 22,30 lo spetta-colo pirotecnio alla chiesa . I fuoch id'artificio saranno visibili da tutta lavallata .

Filippo Columella

Pagina 1 8Valnure, intenso fine settiman a~o, . ~ddiY~~l_ :.nGoyoM