Informazioni sullo schema di terapia - IEO infoeducativo/51... · allergica l’infusione del farmaco

  • View
    213

  • Download
    0

Embed Size (px)

Text of Informazioni sullo schema di terapia - IEO infoeducativo/51... · allergica l’infusione del...

  • Informazioni sullo schema di terapia Mabthera

  • Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, lalimentazione da seguire e gli esercizi di riabilitazione) lo IEO pubblica questa collana di booklets per i pazienti.

    Questa guida stata realizzata per fornire ai pazienti e ai loro famigliari alcune informazioni, nella speranza che ci possa essere daiuto.

    Le informazioni qui contenute non potranno certo sostituire il colloquio diretto: Vi invitiamo pertanto ad esporre liberamente e senza timore ogni eventuale dubbio al personale del Reparto.

    Leonardo la PietraDirettore Sanitario

    Presidente del Comitato Educazione Sanitaria

  • 3

    Lobiettivo di questo opuscolo quello di fornire delle in-formazioni utili riguardo al trattamento farmacologico cui Lei sar sottoposto, in modo da ridurre lansia e la paura derivanti da nozioni errate o parziali.

    Che cos il Rituximab (Mabthera/IDEC)?

    Il Rituximab appartiene a una classe di farmaci defi-niti anticorpi monoclonali. Gli anticorpi sono sostanze prodotte dal sistema immunitario delle specie animali e sono deputati al riconoscimento di alcune sostanze presenti sulla superficie delle cellule estranee allorga-nismo. Linterazione anticorpo-cellula estranea stimola il sistema immunitario a reagire contro la cellula stessa, con lobiettivo di distruggerla. Il rituximab un anti-corpo sintetizzato in laboratorio e reso simile a quelli umani. Esso riconosce e si lega selettivamente ad una sostanza presente prevalentemente sulla superficie del-le cellule tumorali di alcuni linfomi. Linterazione inne-sca una serie di reazioni che determinano la morte della cellula tumorale. Questo farmaco pu essere somministrato da solo o in associazione ad un trattamento chemioterapico, se-condo il tipo di linfoma e delle sue caratteristiche che saranno (o sono state) discusse con il suo medico di riferimento.

  • Modalit di somministrazione

    La somministrazione del rituximab avviene per via endo-venosa (ev). un farmaco solitamente ben tollerato e pu essere somministrato sia in regime ambulatoriale che in regime di ricovero.Linfusione del farmaco viene preceduta da una premedi-cazione composta da antistaminici e cortisonici per pre-venire eventuali reazioni allergiche. La sonnolenza che lei potr avvertire durante la terapia un effetto collaterale conosciuto degli antistaminici.

    Nel corso della somministrazione il personale infermieri-stico verificher periodicamente la pressione arteriosa, la frequenza cardiaca e la temperatura corporea.Linfusione del farmaco inizia con una prima velocit per 30-60 minuti. In assenza di effetti collaterali, la velocit viene raddoppiata fino al termine della terapia.

    La durata dellinfusione pu variare da 90 minuti a 120 minuti, e pu pro-lungarsi ulteriormente in caso di effetti collaterali (v. dopo). A questi tempi di somministrazione an-dranno aggiunti i tempi di attesa necessari per il prelievo ematico e per il relativo esito, la visita e la preparazione di farmaci.

    La Terapia

    La somministrazione di rituximab come monoterapia (quin-di senza chemioterapia) prevede una prima fase in cui il farmaco viene somministrato una volta alla settimana, per 4 settimane.

  • 5

    Dopo circa 4 settimane dallultima somministrazione, Lei effettuer una rivalutazione della malattia nelle modalit che verranno concordate con il suo medico di riferimento. In caso di esito favorevole, seguir la seconda fase in cui il farmaco viene somministrato 1 volta al mese o ogni 2 mesi, per almeno 4 (ma anche pi) somministrazioni totali.Se Lei venisse arruolato/a in un protocollo di studio, i tempi di somministrazione potrebbero essere diversi e le verranno opportunamente illustrati dal suo medico di riferimento.

    Potenziali effetti collaterali

    Le reazioni alla terapia variano da individuo a individuo. Non necessariamente gli effetti collaterali descritti nel Profilo Farmacologico interesseranno tutti coloro che si sottopongono al trattamento.Si ricordi di informare il medico qualora si dovesse veri-ficare un evento non atteso che Lei ritiene correlato alla terapia, anche quando tale evento non riportato tra quel-li di seguito elencati. Non abbia timore di rivolgersi al medico o al personale infermieristico per informazioni o chiarimenti.

    Reazione allergica

    Poich il rtuximab un anticorpo simile, ma non identi-co a quelli umani, lorganismo potrebbe reagisce contro lanticorpo stesso con lobiettivo di neutralizzarlo, deter-minando cos una reazione allergica molto varia come tipo di disturbi e intensit. Tali sintomi compaiono prevalente-mente nel corso della prima somministrazione, e tendono ad essere rari in quelle successive. I segni di una reazione allergica possono includere rash cutaneo, prurito (loca-lizzato o generalizzato), brividi, rossore al viso, vertigini, tosse, febbre, difficolt respiratoria, agitazione, gonfiore alla lingua ed alla gola e irritazione della mucosa nasale.

  • Per ridurre la probabilit di sviluppare una reazione aller-gica, la somministrazione del Rituximab preceduta da antistaminici e cortisonici; sar pertanto opportuno infor-mare il medico e linfermiera della comparsa di qualunque sintomo precedentemente segnalato. In caso di reazione allergica linfusione del farmaco verr sospesa sino alla regressione completa dei disturbi presentati e successiva-mente ripresa ad una velocit inferiore.

    Sintomi simil-influenzali

    Durante la somministrazione potrebbero comparire mal di testa, dolori osteomuscolari, debolezza e febbre. Tali sintomi sono di solito temporanei e regrediscono con la somministrazione di tachipirina.

    Alterazioni della Pressione Arteriosa

    La sua pressione arteriosa sar regolarmente controllata durante linfusione, poich potrebbe cambiare nel corso della terapia; come conseguenza Lei potrebbe avvertire un senso di vertigini o di nausea.Se assume farmaci per la pressione arteriosa sar oppor-tuno informare il medico o linfermiera di riferimento.

    Nausea e vomito

    La nausea e il vomito sono sintomi rari e sono ben con-trollati da farmaci molto efficaci, che potranno, nel caso, essere prescritti.

    Dolore nelle sedi di malattia

    Nel caso della terapia le sedi di malattia potrebbero di-ventare dolenti per la reazione infiammatoria conseguente alla somministrazione del farmaco. Gli antidolorifici sono efficaci nel controllare questo disturbo.

  • 7

    Tossicit ematologica

    Il midollo osseo un tessuto presente in alcune ossa e d origine alle cellule del sangue (globuli bianchi, globuli rossi e piastrine). La terapia in grado di interferire con la normale funzionalit di questo tessuto. Prima di ogni somministrazione sarete comunque sottoposti ad esami del sangue per verificare che i valori siano entro i limiti della norma. In presenza di un numero troppo basso di cellule del sangue potrebbe essere necessario rimandare il trattamento.

    Leucopenia La leucopenia la diminuzione del numero di globuli bian-chi (le cellule del sangue che combattono le infezioni); pu indurre una maggiore suscettibilit alle infezioni (ad esem-pio mal di gola, tosse, comparsa di brividi, febbre o altri sintomi). La temperatura corporea normalmente di 36-37C. Se la temperatura dovesse essere superiore a 38C bene contattare il suo medico di riferimento. Inoltre sempre consigliabile: Evitare il contatto o la vicinanza con persone che

    hanno infezioni in atto (ad es. raffreddore) o che hanno da poco ricevuto una vaccinazione (per esem-pio i bambini).

    Evitare luoghi affollati, surriscaldati o dotati di im-pianti di aria condizionata. consigliabile, per esem-pio, recarsi al supermercato o al cinema durante le ore in cui c meno gente.

    Aver cura della propria igiene personale Mantenere unaccurata igiene della bocca: lavare i

    denti dopo ogni pasto, la sera prima andare a letto, usare uno spazzolino morbido, sciacquare la bocca con collutori non alcolici.

  • A: Globuli rossiB: Globuli bianchiC: Piastrine

    AnemiaLemoglobina una proteina nei globuli rossi, deputata al trasporto di ossigeno in tutti i tessuti. Lanemia una riduzione del numero dei globuli rossi (e quindi dellemo-globina), e pu manifestarsi con pallore, stanchezza, apa-tia, cefalea, e di stordimento, di difficolt respiratoria o di cardiopalmo o di battito cardiaco accelerato. In questi casi potrebbe essere necessaria una terapia mira-ta o una trasfusione di sangue per correggere rapidamente questo evento.

    Stanchezza

    A volte la normale attivit quotidiana potrebbe farla sentire pi stanco del solito. La stan-chezza potrebbe essere determinata dai farmaci che noi somministriamo o esse-re conseguenza dello stress. Pertanto, non potendo proporre un rimedio sem-pre adeguato, cerchi di riposare ogni volta che ne avverte la necessit.

    AB

    C

  • 9

    Ulteriori informazioni

    CuoreAlcune patologie cardiache possono controindicare la somministrazione del farmaco. Pertanto sarebbe opportu-no, nel caso in cui lei avesse avuto problematiche di que-sto tipo, informare il suo medico di riferimento e portare in visione leventuale documentazione medica.

    Contraccezione Non consigliato iniziare una gravidanza o decidere di concepire un figlio durante la chemioterapia e per un periodo di tempo successivo. Potr chiedere al medico ulteriori informazioni e consigli per la contraccezione.

    Altri farmaciInformi i medici riguardo eventuali terapie concomitanti che sta assumendo.

    Se lei non desiderasse ricevere questo trattamentoSe lei non volesse sottoporsi a questo trattamento, informi i medici il prima possibile, in modo che le conseguenze ed eventuali altre opzioni terapeutiche possano essere di-scusse con lei.

  • Recapiti te