Click here to load reader

evangelizzazione La nuova

  • View
    216

  • Download
    2

Embed Size (px)

Text of evangelizzazione La nuova

  • Lo scorso 8 marzo abbiamo celebrato presso la nostra Universitla consueta giornata di riflessione, alla quale lintera comunituniversitaria stata invitata a partecipare. Il tema di que-stanno stato quello della Nuova Evangelizzazione, per ribadire per parte nostra limpegno del Santo Padre di porre attenzionea questo aspetto della missione ecclesiale, da lui ritenuto di cosgrande portata attuale.

    Come metodo di lavoro e proprio allo scopo di coinvolgeretutte le Unit Accademiche attraverso una prospettiva interdiscipli-nare nella prima parte della giornata ogni singola Facolt, Istitutoe Centro ha sviluppato un aspetto del tema generale tramite la pro-posta di un docente e la risposta di uno o pi studenti del III Ciclo.

    Dopo un intervallo, tutte le unit accademiche si sono raccoltein sessione plenaria per ascoltare la conferenza principale, affi-data a Mons. Rino Fisichella, Presidente del Pontificio Consiglioper la Promozione della Nuova Evangelizzazione nonch profes-sore di Teologia fondamentale presso la nostra Universit peroltre ventanni (1981-2002).

    Il modo migliore per dare una sintesi della variet e ricchezzadel nostro Dies Academicus sar dunque presentare una non esau-stiva selezione del materiale offerto. Per consultare i testi integralidegli interventi si pu consultare il terzo quaderno della collanaGregoriana, La nuova evangelizzazione (GBPress 2012, cfr. p. 58).

    di MARIO LPEZ BARRIO S.I.Pro-Decano della Facolt di Teologia

    Tutte le Unit Accademichesi sono riunite lo scorso 8 marzo

    per la tradizionale giornatadi riflessione interdisciplinare.Il Dies Academicus, affrontatoil tema del Sinodo di ottobre,

    si concluso con la conferenzadi Mons. Rino Fisichella

    2 | 43/2012

    FOCUS

    Sintesi del Dies Academicus 2012 evangelizzazione

    La nuova

  • 43/2012 | 3

    A sinistra:il Dies Academicus 2012 si concluso con la sessioneplenaria di tutte le unitaccademiche in Aula Magna.

    In basso:P. Mario Lpez Barrio S.I.,Pro-Decano della Facolt di Teologia, ha moderato la chiusura dei lavori.

    Foto LUCIANO SALTARELLI

    Sessioni di studio delle Unit Accademiche:il contributo interdisciplinare dei diversi Forum

    Facolt di Teologia - Riguardo a questa novit, la Chiesasent il bisogno di adattare lannuncio del Vangelo ai tempi

    nuovi. Insieme alla proclamazione di un messaggio che sappiarispondere con creativit alle sfide odierne, si ritiene necessariala testimonianza di vita. Occorre una nuova intelligenza del-lessere umano, una diagnosi realista della post-modernit.Levangelizzazione di oggi deve portare con s il fattore delladialogicit.

    (P. Miguel Yez S.I., Quale novit per levangelizzazione?)

    Facolt di Filosofia - Di fronte a un mondo che ci appare disincantato, dove i valori supremi sono messi fuori della

    sfera pubblica e relegati in quella privata, si dovrebbe fare spe-ciale attenzione alla domanda di senso. Pi che a riempire lechiese, si dovrebbe puntare a riempire le menti e i cuori.

    (Prof. Andrea Di Maio, Le sfide del mondo post-moderno

    e le risposte della Nuova Evangelizzazione)

    Bisogna ritrovare la vera dinamica umano-filosofica-cristiana,nella integrazione della gioia e della conversione personale.

    (P. Lubos Rojka S.I., La teologia filosoficadi fronte allateismo contemporaneo)

    Facolt di Storia e Beni Culturali della Chiesa - La missione delcristiano si incarna nella dinamica della storia cos come :

    vita, opera, sofferenze, dove si pu leggere la scrittura della suaadesione al Signore. La comunicazione pi efficace per la NuovaEvangelizzazione avviene attraverso il metodo dellincontro, inluoghi storici, nelle persone concrete.

    (P. Fidel Gonzlez Fernndez MCCJ, I doni o le irruzioni tempestive dello Spirito

    in tempi di crisi o di trapassi epocali)

    La cultura di oggi include il mondo del cinema, della musicae del teatro. Bisogna conoscere larte giusta per i diversi momenti(esercizi, attivit pastorali, meditazione, spazio sacro,...). Dovremosaper utilizzare larte come mezzo potente, un vero politicum.

    (Dott.ssa Yvonne zu Dohna, Un contributo di metodo ignaziano per una Nuova

    Evangelizzazione nella sua dimensione artistica)

    Facolt di Missiologia - La Chiesa evangelizza, perch obbedienteal mandato del Signore. La partecipazione alla Missio Dei im-

    plica un atteggiamento di approfondimento, di conversione con-tinua, spirituale, teologica, intellettuale. Abbiamo bisogno diveritieri ricercatori dellesperienza cristiana di Dio, che sappianointegrare in modo sapienziale il linguaggio della Buona Novella(Vangeli Sinottici) con il linguaggio della testimonianza (dimen-sione dellapprofondimento interiore: Vangelo di Giovanni).

    La comunicazione pi efficace per la Nuova Evangelizzazione avviene attraverso il metodo dellincontro, in luoghi storici, nelle persone concrete

    Anche i non credenti hanno il bisogno di vedere la manifestazione della Chiesa nella sua testimonianza, della carit e della educazione. Gli uomini del nostro tempo aspettano da noi un pensiero teologico profondo, aggiornato e creativo

  • FOCUS

  • Anche i non credenti hanno il bisogno di vedere la manifesta-zione della Chiesa nella sua testimonianza, della carit e dellaeducazione. Gli uomini del nostro tempo aspettano da noi unpensiero teologico profondo, aggiornato e creativo

    (P. Germano Marani S.I., Nuova Evangelizzazione: via verso la profondit)

    Facolt di Scienze Sociali - Siamo tenuti a guardare il mondocon spirito critico, ma anche a osservare quanto di buono e

    bello in esso si trova, per poter rispondere alla sua attesa diesemplarit e amore

    (Dott.ssa Emilia Palladino, Le attese del mondo e la Nuova Evangelizzazione)

    Istituto di Spiritualit - Lannuncio del Vangelo deve mostraresempre che tale annuncio frutto di una relazione personale

    con il Signore. Si tratta di un itinerario di fede vissuta come espe-rienza di affetto e di risonanza profonda del cuore; pi che di unimpegno ascetico, si tratta di accogliere e ricevere il dono gratuitodi Dio, che crea in noi la vera libert interiore.

    (Rev. Fabrizio Pieri, Lesperienza spirituale cristiana come topos per la Nuova

    Evangelizzazione cristificante il mondo)

    Istituto di Psicologia - Il Vangelo dovr essere proclamato congioia, perch collegato alla persona di Ges Cristo. Gi lo diceva

    Benedetto XVI nel Motu Proprio Ubicumque et Semper: Alliniziodellessere cristiano non c una decisione etica o una grande idea,bens lincontro con un avvenimento, con una Persona, che d allavita un nuovo orizzonte e con ci la direzione decisiva.

    (P. Stanislaw Morgalla S.I., Quanto lieta e gioiosa deve essere la Nuova Evangelizzazione? Pericoli e sfide)

    Centro Interdisciplinare sulla Comunicazione Sociale - La veraevangelizzazione non ridotta ad alcune attivit, ma riguarda tutti

    gli aspetti dellattivit della Chiesa: lannuncio, la liturgia, la testimo-nianza, la devozione popolare, la catechesi e la vita sacramentale.

    (Dott. John Baptist M. Tumusiime, La Nuova Evangelizzazione e le sfide per la comunicazione)

    Centro Interdisciplinare per la Formazione dei formatori alSacerdozio e alla Vita Consacrata - Cinquanta anni dopo il

    concilio Vaticano II, la distanza fra la Chiesa ed il messaggio delVangelo ed il mondo moderno molto pi grande che nel tempodel Concilio. Nel nostro impegno della Nuova Evangelizzazionedovremo avere presente il mondo dei giovani. Il linguaggio cheloro comprendono molto bene quello della sincerit e della tra-sparenza, cio il linguaggio della vita, che dovr essere il nostrovero linguaggio per parlare del Vangelo. Il punto di riferimentodel Cristianesimo non pi il vecchio continente.

    (P. Mark Rotsaert S.I., Introduzione-Riflessione sul motu proprio Ubicumque et Semper

    del Santo Padre Benedetto XVI)

    43/2012 | 5

    Alla conferenza finale di Mons. Fisichella seguitoun momento di discussionecon i partecipanti.

    A sinistra: Cappella del Santissimo nella Cattedrale di S. MariaReale dellAlmudena di Madrid. Opera di Marko Ivan Rupnik, S.I. e del Centro Aletti.

    I discepoli di Emmausriconoscono nello spezzare il pane il Signore morto e risorto: questo li fa alzare e tornare alla comunit come testimoni (cfr. Lc 24,48: Di questo voi sarete testimoni).

  • Alcuni passaggi dalla conferenza di Mons. Rino FisichellaNuova evangelizzazione: orizzonti, problemi e responsabilit

    La conferenza stata aperta da due citazioni: una di MartinHeidegger sulla povert del nostro mondo, incapace perfino di ri-conoscere lassenza di Dio in quanto assenza; laltra, di Fdor Do-stoevskij, sulla difficolt delluomo moderno a credere,paradossalmente impedito dalla propria stessa civilt. Viviamoquindi nel mezzo di una crisi culturale e antropologica. Il contem-poraneo caratterizzato da una gelosia per la propria indipen-denza personale. Luomo viene a occupare il posto centrale e Diosi fa unipotesi inutile. Tesa a idolatrare la perfezione delleffimero,la nostra cultura vive in un narcisismo cos accentuato da dimen-ticare lessenziale e impedire di fondare la propria vita su valoripermanenti. Per rispondere a questa situazione abbiamo pur-troppo una teologia debole talora perfino complice e una reli-giosit fondata sul sentimento, incapace di mostrare il pi vastoorizzonte della fede.

    Di fronte a questa situazione drammatica, tuttavia, i cattolicisono chiamati a una nuova assunzione di responsabilit. Siamoconvinti, infatti ha scandito Mons. Fisichella che la nostra pre-senza sia essenziale. Nessun altro potrebbe sostituirci [...] La spe-ranza che noi portiamo ha qualcosa di straordinariamente grande,perch consente di guardare al presente, pur con le sue difficolt,con uno sguardo carico di fiducia e di serenit. la speranza chenon delude perch forte di una promessa di vita che supera ognilimite e punta a fissare lo sguardo sullunico necessario: un Dioche ama e che ha condiviso la nostra esistenza umana.

    La fede? Va ripensata, ma soprattutto rivissuta

    Il compito che si prospetta, pertanto, quello di produrreun pensiero che sia capace di gettare le fondamenta per unepocache dar cultura alle future generazioni, permettendo loro di vi-vere nella genuina libert perch proiettati verso la verit. que-sto pensiero che ancora non propriamente elaborato. dunque necessario attuare una sintesi del patrimonio passato peroffrirne una interpretazione nuova e aggiornata. Durante il suoviaggio in Germania (23-24 settembre 2011) lo stesso papa Bene-detto XVI tornato ripetutamente su questa necessit: La fededeve essere ripensata e soprattutto rivissuta oggi in modo nuovoper diventare una cosa che appartiene al presente. E ancora:Tante persone sono carenti dellesperienza della bont di Dio[...] Hanno bisogno di luoghi, dove possano parlare della loronostalgia interiore. E qui siamo chiamati a cercare nuove vie dievangelizzazione.

    Il contenuto del dare ragione della propria fede (1Pt 3,15),nuovamente e con convinzione, non pu tuttavia essere scissodalla modalit evangelica di tale testimonianza: con dolcezza,rispetto e retta coscienza (1Pt 3,16). Mons. Fisichella ha sottoli-neato infatti che la presentazione e lannuncio fatto dai credentidella speranza che in noi non pu ricorrere allarroganza e al-lorgoglio per un certo senso di superiorit nei confronti di altredottrine. [...] importante, pertanto, che una nuova apologeticariprendendo il primato del mistero che trasforma e converte, sipresenti al nostro contemporaneo non per dimostrare primaria-

    La speranza che noi portiamo ha qualcosa di straordinariamente

    grande, perch consente di guardare al presente, pur con le sue difficolt, con uno sguardo carico

    di fiducia e di serenit

    FOCUS

    6 | 43/2012

    New Evangelization. A synthetic viewof the Dies Academicus 2012 (by Fr.Mario Lpez Barrio S.I., Acting Dean ofthe Faculty of Theology) Last March 8,we celebrated the Dies Academicus, a dayin which the whole academic community isinvited to reflect on one chosen theme.

    This year the subject was the NewEvangelization. Since the whole Univer-sity was involved, the theme was dividedinto various aspects, and every study groupproduced a contribution. Mons. RinoFisichella President of the Pontifical Coun-cil for the Promotion of the New Evangeliza-tion, and Professor of Fundamental Theologyin our University for many years held themain talk of the conference. The content ofthe new evangelization he said is the same:the announcement of Jesus. What must bechanged is the way we express this message.

    We must be more careful about the spacesin which the Church expresses its being,liturgy and charity, for example. We mustmake the Word of the Lord visible and up-todate. It is urgent to build a project capable togive Christians a strong identity of believers,and to be able to recover community values.

  • mente lesistenza di Dio e la veridicit della sua Rivelazione, maanzitutto per mostrare come senza la sua presenza e vicinanzaluomo diventa estraneo a se stesso.

    Se vero che il contenuto della nuova evangelizzazione lostesso di sempre cio lannuncio della persona di Ges ciche muta la modalit espressiva con la quale il messaggio vienepartecipato: lattenzione si concentra quindi sullelaborazione diuna nuova antropologia per il nostro tempo, ossia una nuova presenta-zione della persona di Ges Cristo. Essa sar possibile solo attra-verso una maggiore attenzione agli spazi dove la Chiesa esprimeil suo essere, cio la liturgia e la carit. A proposito della liturgia,Fisichella ha ricordato che la pluralit dei riti che la compon-gono mostrano con evidenza quanto la centralit e unicit delmistero possa poi esprimersi in forme differenti senza mai farvenir meno il suo legame con lunica fede professata. Forti sonostate anche le sue parole sulla carit: Sulla parola del Signore cisiamo intestarditi nel privilegiare tutto ci che il mondo ha rifiu-tato, considerandolo inutile e poco efficiente. Il malato cronico,il moribondo, lemarginato, il portatore di handicap e quantoaltro esprime agli occhi del mondo la mancanza di futuro e disperanza trovano limpegno dei cristiani.

    Tutto questo rende visibile e attuale la Parola del Signore. Sela Chiesa evangelizza, sempre e nuovamente, non lo fa perch sfi-data dalla secolarizzazione, ma perch fedele al comando del Si-gnore di farsi messaggeri e testimoni che incarnino il Messaggioportato: quanti credono nella Sua parola sono inviati nelle stradedel mondo per annunciare che la salvezza promessa divenutarealt. Lannuncio deve coniugarsi con uno stile di vita che per-mette di riconoscere i discepoli del Signore dovunque si trovino.Per alcuni versi, levangelizzazione si riassume nello stile di vitache contraddistingue quanti si pongono alla sequela di Cristo.

    43/2012 | 7

    Un momento della conferenza di Mons. Rino Fisichella, che alla Gregoriana ha insegnato per oltre 20 anni, dopo aver quiconseguito la Licenza e il Dottorato.

    La presentazione e lannuncio fatto dai credenti della speranza che in noi non pu ricorrere allarroganza e allorgoglio per un certo senso di superiorit nei confronti di altre dottrine