1 Scenari globali dell’industria automot .Fonte: FMI, aprile 2017. 28 Saglietto. Scenari globali

  • View
    213

  • Download
    0

Embed Size (px)

Text of 1 Scenari globali dell’industria automot .Fonte: FMI, aprile 2017. 28 Saglietto....

Ricerche per linnovazione nellindustria automotive 2DOI 10.14277/6969-193-5/RIIA-2-1 | Submission 2017-10-02 ISBN [ebook] 978-88-6969-193-52017 | cb Creative Commons Attribution 4.0 International Public License 25

Osservatorio sulla componentistica automotive italiana 2017

1 Scenari globali dellindustria automotiveMarisa Saglietto(Responsabile Area Statistica, ANFIA, Torino, Italia)

Sommario 1.1 Leconomia mondiale. 1.2 Lindustria automotive mondiale. 1.2.1 La domanda di autoveicoli. 1.2.2 La produzione mondiale di autoveicoli. 1.2.3 Il parco mondiale di autoveicoli. 1.3 Focus Europa. 1.3.1 La domanda di autoveicoli. 1.3.2 La produzione di autoveicoli. 1.4 Focus NAFTA. 1.4.1 La domanda di autoveicoli. 1.4.2 La produzione di autoveicoli. 1.5 Focus Sud America. 1.5.1 La domanda di autoveicoli. 1.5.2 La produzione di autoveicoli. 1.6 Focus Asia/Oceania. 1.6.1 La domanda di autoveicoli. 1.6.2 La produzione di autoveicoli. 1.7 Focus ITALIA. 1.7.1 Sintesi Economica. 1.7.2 La filiera produttiva italiana. 1.7.3 Il mercato degli autoveicoli e dei veicoli trainati. 1.7.4 Il parco circolante.

1.1 Leconomia mondiale

Secondo i dati pubblicati ad aprile 2017 dal Fondo Monetario Internaziona-le (FMI), nel 2016 la crescita delleconomia mondiale stata del 3,1% (in ripresa nellultima met dellanno), mentre le proiezioni stimano per il 2017 e il 2018 crescite rispettivamente del 3,5% e del 3,6%. Il PIL delle economie avanzate aumentato nel 2016 dell1,7%, mentre previsto aumentare per il 2017 e 2018 del 2%. Nel 2016 la crescita delle economie emergenti e in via di sviluppo stata la pi bassa dalla crisi finanzia-ria del 2008-09: +4,1%. Per il 2017 e 2018 le proiezioni del FMI stimano aumenti del PIL rispettivamente del 4,5% e del 4,8%.

La ripresa dovrebbe essere avviata, tuttavia nel quadro generale non mancano fattori politici di rischio che potrebbero influire sul commercio mondiale o sfociare in crisi internazionali tra Paesi. Il principio di auste-rit, imposto a diverse economie mondiali in questi anni di profonda crisi economica, non ha dato i risultati sperati, ampliando enormemente le disuguaglianze, provocando danni alla sostenibilit della crescita e depri-mendo la domanda, con un peggioramento di occupazione e disoccupazio-ne. Questo stato di fatto ha spinto molti Paesi occidentali a guardare entro i propri confini, cercando risposte ai problemi economici e sociali, che molti cittadini vivono con disillusione e rabbia allo stesso tempo. Lesito a sorpresa del referendum nel Regno Unito, che ha determinato luscita del Paese dallUE, e lelezione di Trump alla Casa Bianca stanno cambiando la politica in Europa e in USA, con molte incertezze e incognite.

Leconomia europea entrata ormai nel quinto anno di una ripresa (dopo il segno negativo del 2012, -0,4%) che sta interessando tutti gli Stati membri

https://creativecommons.org/licenses/by/4.0/legalcode

26 Saglietto. Scenari globali dellindustria automotive

Osservatorio sulla componentistica automotive italiana 2017, 25-66

dellUE e che dovrebbe proseguire ad un ritmo pi regolare nel 2017 e nel 2018, anche se la ripresa della zona euro in termini di posti di lavoro e di in-vestimenti rimane disomogenea tra i Paesi. La Cina, nel decennio trascorso dallingresso nel WTO (dicembre 2001) balzata dallottavo al primo posto tra le economie del mondo (il PIL cinese rappresenta nel 2016 il 17,8% del PIL mondiale, quello USA il 15,5%, dati FMI). Leconomia cinese continua a crescere anche se ad un tasso pi ridotto che nel recente passato.

Le restrizioni sulla produzione di petrolio, adottate a fine 2016, hanno determinato un rialzo del prezzo, che nel 2017 previsto del 15% (proie-zione luglio 2017 a 49 US$, media pesata dei prezzi WTI, Brent, Dubai) sul prezzo medio del 2016 (in calo del 16% su quello del 2015, dati FMI). Per le materie prime no-fuel, il FMI stima un aumento del prezzo del 7% (me-talli +16,8%) nel 2017. Laumento del prezzo dar fiato ai Paesi produttori ed esportatori di materie prime. Il FMI prevede per Russia, Brasile una ripresa delleconomia nel 2017, seppur debole, rispettivamente dell1,4% e dello 0,2%, dopo il segno negativo degli ultimi due anni.

Nel 2016 la dinamica degli scambi dei volumi del commercio mon-diale di beni e servizi stata del 2,2%. Il trade mondiale previsto au-mentare del 3,8% per il 2017 e del 3,9% per il 2018, grazie alleconomia cinese che continua a essere resiliente nel breve periodo e alla ripresa dei prezzi delle materie prime che sostiene altre economie emergenti.

Osservatorio sulla componentistica automotive italiana 2017, 25-66

Saglietto. Scenari globali dellindustria automotive 27

Tabella 1.1 PIL e Commercio mondiali, Prezzo petrolio (2014-18)

Variazioni % a/a 2014 2015 2016 2017F 2018FPIL MONDO 3,5 3,4 3,1 3,5 3,6Paesi avanzati 2,0 2,1 1,7 2,0 2,0

Area Euro 1,2 2,0 1,7 1,7 1,6Unione Europea 1,7 2,4 2,0 2,0 1,8

Germania 1,6 1,5 1,8 1,6 1,5Francia 0,6 1,3 1,2 1,4 1,6Italia 0,1 0,8 0,9 0,8 0,8Spagna 1,4 3,2 3,2 2,6 2,1

Giappone 0,3 1,2 1,0 1,2 0,6Regno Unito 3,1 2,2 1,8 2,0 1,5Stati Uniti 2,4 2,6 1,6 2,3 2,5

Paesi emergenti 4,7 4,2 4,1 4,5 4,8Brasile 0,5 -3,8 -3,6 0,2 1,7Cina 7,3 6,9 6,7 6,6 6,2India 7,2 7,9 6,8 7,2 7,7Russia 0,7 -2,8 -0,2 1,4 1,4CSI (escluso Russia) 2,0 -0,5 1,8 2,5 3,5Messico 2,3 2,6 2,3 1,7 2,0Mena 2,8 2,7 3,9 2,6 3,4Africa Sub-Sahariana 5,1 3,4 1,4 2,6 3,5

Nigeria 6,3 2,7 -1,5 0,8 1,9Sud Africa 1,7 1,3 0,3 0,8 1,6

Commercio mondiale (volumi di merci e servizi)

3,7 2,7 2,2 3,8 3,9

Prezzo petrolio (media dei prezzi Brent, Dubai e WTI)*

$ 96,2 $ 50,8 $ 42,8 $ 49,0 $ 48,6

* previsioni riviste al ribasso a giugno 2017 rispetto a quelle di aprile Fonte: FMI, aprile 2017

28 Saglietto. Scenari globali dellindustria automotive

Osservatorio sulla componentistica automotive italiana 2017, 25-66

1.2 Lindustria automotive mondiale

1.2.1 La domanda di autoveicoli

La domanda mondiale di autoveicoli1 ha riguardato complessivamente 94,1mln di unit, con una crescita del 4,8% rispetto al 2015 e del 14,6% sul 2012. La crescita del mercato degli autoveicoli nel 2016 stata soste-nuta in particolare dalle vendite in: UE28/EFTA (+7%), Messico (+19%) e Cina (+14%).

La domanda di autoveicoli in UE-EFTA, dopo anni di segni negativi, in crescita dal 2014, mentre nel resto dellEuropa risulta ancora debo-le: -2,5% in Russia e -0,3% in Turchia; in recupero nel resto dellEuropa Orientale (+19%). Nei Paesi del Centro-Sud America, il mercato dopo la contrazione del 19% nel 2015, dovuta soprattutto al Brasile (-27%), nel 2016 registra un ulteriore calo (-10%). La domanda di autoveicoli nellarea Asia/Pacifico sale dell8% e registra andamenti differenti a seconda dei mercati: Iran, Cina (il 30% della domanda globale) e India hanno risultati positivi, mentre Giappone e Corea del Sud risultano in leggero calo. Linte-ra area equivale al 50% della domanda globale, unarea che ospita il 60% della popolazione mondiale, con tassi di crescita economica del 6,7% per Cina e del 6,8% India (dati FMI, aprile 2017).

Dal 2007 al 2016 la domanda mondiale di autoveicoli aumentata di oltre il 30%, (passando da 72mln di unit a 94) e si modificata enormemente: i Paesi industrializzati e motorizzati, storicamente aree di produzione (UE15, USA/Canada e Giappone), hanno visto ridurre il peso dei loro mercati di 13 punti, passando da una quota del 57% al 44%, mentre i Paesi BRIC (Brasile, Russia, India e Cina), la cui domanda cresciuta del 118% rispetto al 2007, hanno raggiunto il 37% delle vendite mondiali, (era il 23% nel 2007).

1 Vetture + VCL + autocarri + autobus (elaborazioni ANFIA su dati OICA, Associazioni Nazionali di settore, Wards, Fourin).

Osservatorio sulla componentistica automotive italiana 2017, 25-66

Saglietto. Scenari globali dellindustria automotive 29

Figura 1.1 Domanda mondiale di autoveicoli per macro area economica (valori % sul totale mondo)

Fonte: ANFIA, Automobile in cifre online (www.anfia.it)

Figura 1.2 Domanda mondiale di autoveicoli per macro area economica (milioni di unit)

Fonte: ANFIA, Automobile in cifre online (www.anfia.it)

http://www.anfia.ithttp://www.anfia.it

30 Saglietto. Scenari globali dellindustria automotive

Osservatorio sulla componentistica automotive italiana 2017, 25-66

In termini assoluti, nel 2016 la domanda di autoveicoli nei Paesi indu-strializzati (Europa Occidentale, USA, Canada e Giappone) ha raggiunto lo stesso volume di vendite del 2007, attorno a 41mln di autoveicoli, dopo il crollo negli anni 2009-11 a 33mln. I Paesi dellarea BRIC, invece, hanno visto crescere la domanda fino al 2014, grazie soprattutto al mercato ci-nese e a quello indiano, mentre in Russia e Brasile le vendite sono in calo dal 2013. Larea BRIC nel 2016 in recupero sulle vendite del 2015 (in diminuzione del 2% sui volumi del 2014) e con un incremento del 9,5% totalizza oltre 35mln di autoveicoli venduti. Nel resto del mondo la doman-da di autoveicoli, subisce una battuta darresto nel 2009, per poi crescere moderatamente fino al 2016, senza superare i 18mln di unit.

Figura 1.3 Domanda autoveicoli per area (2016, variazione % 2016-15 e quota per area)

Fonte: ANFIA, Automobile in cifre online (www.anfia.it)

Osservatorio sulla componentistica automotive italiana 2017, 25-66

Saglietto. Scenari globali dellindustria automotive 31

Tabella 1.2 Vendite mondiali di autoveicoli (2012-16, migliaia di unit)

.000 unit 2012 2013 2014 2015 2016 var% 16/12

var% 16/15

sh% 2016

MONDO 82.158 85.876 88.488 89.811 94.112 14,6 4,8 100,0%EUROPA 18.652 18.342 18.542 18.972 20.137 8,0 6,1 21,4%