War on bribes: beyond the law

  • View
    40

  • Download
    0

Embed Size (px)

DESCRIPTION

War on bribes: beyond the law (Analisi, prevenzione e contrasto della Corruzione negli Enti Locali). Giuliano PALAGI, Direttore Generale della Provincia di Pisa Comune di Milano 27 febbraio 2013. Avviso Pubblico. Enti locali e Regioni per la formazione civile contro le mafie - PowerPoint PPT Presentation

Text of War on bribes: beyond the law

  • War on bribes: beyond the law

    (Analisi, prevenzione e contrasto della Corruzione negli Enti Locali)

    Giuliano PALAGI, Direttore Generale della Provincia di Pisa

    Comune di Milano

    27 febbraio 2013

    *

  • Avviso Pubblico

    Enti locali e Regioni per la formazione civile contro le mafie

    unAssociazione nata nel 1996 con lintento di collegare ed organizzare gli Amministratori pubblici che concretamente si impegnano a promuovere la cultura della legalit democratica nella politica, nella Pubblica Amministrazione e sui territori da essi governati. attualmente Avviso Pubblico conta pi di 200 soci tra Comuni, Province, Regioni.Attivit e progetti:Collaborazione con enti locali, regionali, universit e con associazioni e sindacati;Audizioni presso commissioni parlamentari, regionali e comunali;Contributi e interventi nel dibattito politico-istituzionale nazionale;Redazione e presentazione di documenti tematici ;Coordinamenti territoriali di Avviso Pubblico;

    Sito Internet: www.avvisopubblico.it

    1

  • Rapporto Avviso Pubblico 2010-2011 Amministratori sotto tiro. Intimidazioni mafiose e buona politica

    http://www.avvisopubblico.it/news/allegati/Rapporto_Amministratori_Avviso_Pubblico_dic2011.pdf

    Rapporto Avviso Pubblico 2011-2012 Amministratori sotto tiro. Intimidazioni mafiose e buona politica

    http://www.avvisopubblico.it/news/allegati/2012-12-07_amministratori-sotto-tiro-2012/files/rapporto-amministratori-sotto-tiro-2012-di-avviso-pubblico_DEF-PER-STAMPA_071212.pdf

    2

  • Elementi emersi dal Rapporto 2011-2012

    sensibile aumento del numero delle minacce e delle intimidazioni mafiose e criminali nei confronti degli amministratori locali e del personale della Pubblica Amministrazione: si passati da 212 casi del 2010 ai 270 censiti nel 2011 (+ 27%);gli atti intimidatori non si registrano soltanto nel Mezzogiorno dove si conta la maggiore numerosit dei casi ma anche nelle regioni centro-settentrionali dellItalia, tra cui Lazio, Toscana, Emilia Romagna, Liguria, Lombardia, Piemonte, Veneto, Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige;le minacce nei confronti degli amministratori locali sono sia dirette nel senso che colpiscono direttamente le loro persone che indirette, vale a dire che colpiscono le strutture e i mezzi comunali; nel 2012 si registra un record negativo dei comuni sciolti per infiltrazione mafiosa: ben 25.

    3

  • 4

    Minacce e intimidazioni ad Amministratori Locali e personale della Pubblica Amministrazione.

    Confronto 2010-2011

  • 5

    Minacce e intimidazioni ad Amministratori Locali e personale della Pubblica Amministrazione e danni a strutture e mezzi degli Enti Locali.

    Distribuzione regionale.

    Dati assoluti anno 2011

  • 6

    Minacce e intimidazioni ad Amministratori Locali e personale della Pubblica Amministrazione e danni a strutture e mezzi degli Enti Locali. Distribuzione regionale per maggiore numerosit di casi.

    Dati percentuali anno 2011

  • Il difficile stato dellarteLimpatto della nuova legge sulle politiche anticorruzioneVerso il primo Piano Anticorruzione: tecniche, responsabilit e indicatori di rischioIl rilancio della trasparenza e il raccordo con i nuovi controlliEtica e nuove norme per il lavoro pubblico

    7

    *

  • 1. Il difficile stato dellarte
    dalla cattiva amministrazione alla corruzione e alla influenza delle mafie:

    8

    Si alimenta nel complesso di disfunzioni degli apparati amministrativi: cattiva amministrazione come resistenza al cambiamento, eccesso di burocrazia, inefficienza, ostilit verso la tecnologia e la formazione, clientelismo;

    La proliferazione normativa aumenta la confusione applicativa e amplia i margini della discrezionalit amministrativa nellesercizio del potere, senza sviluppare i controlli.

    Corruptissima re pubblica, plurimae legis (Pubblico Cornelio Tacito, Annales).

    Il paradosso di Lein.

    160 forme (di manifestazione della cattiva amministrazione): 500 mila rimedi.

    La corruzione rafforza le mafie (naturale simbiosi).

    *

  • 9

    *

    Grafico11984198419841985198519851986198619861987198719871988198819881989198919891990199019901991199119911992199219921993199319931994199419941995199519951996199619961997199719971998199819981999199919992000200020002001200120012002200220022003200320032004200420042005200520052006200620062007200720072008200820082009*2009*2009*reati denunciati (fonte Istat)persone denunciate (fonte Istat)denunce alle forze di polizia (fonte Saet)Figura 1: Reati e persone denunciate per corruzione e concussione (1984-2009) (fonte: elaborazione da dati Istat, Statistiche giudiziarie penali;elaborazione da dati Saet, Stralcio della relazione al Parlamento, 19 febbraio 2010) (* dati non ufficiali)2113452664792324002593772403282313232412743433967897271263214415032737197031321340196910941717124116311021165654898672214151150191879913147111087296341192258275223Foglio1reati denunciati (fonte Istat)persone denunciate (fonte Istat)denunce alle forze di polizia (fonte Saet)198421134519852664791986232400198725937719882403281989231323199024127419913433961992789727199312632144199415032737199519703132199613401969199710941717199812411631199910211656200054898620017221415200211501,918200379913142004711108729620053412006192200725820082752009*223Foglio1000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000reati denunciati (fonte Istat)persone denunciate (fonte Istat)denunce alle forze di polizia (fonte Saet)Figura 1: Reati e persone denunciate per corruzione e concussione (1984-2009) (fonte: elaborazione da dati Istat; elaborazione dati Saet, Stralcio aggiornato della relazione al Parlamento, 19 febbraio 2010) (* dati non ufficiali)Foglio2Foglio3
  • 10

    *

    Grafico11996199719981999200020012002200320042005200620072008number of convictions for corruption crimesFigura 2: Numero di condanne per reati di corruzione e concussione in Italia: 1996-2006 (fonti: 1996-2006, elaborazione da dati del Ministero della Giustizia, in Il fenomeno della corruzione in Italia, Roma 2007; 2007-2008, Saet, Rapporto 2010)1714126213318091279540466654434454239341295Foglio1crimes denouncedpeople involved20043403124822005355213552200654991997620073368143602008*319710846crimes denouncedpeople involved2004340312482number of convictions for corruption crimes200535521355219961714200654991997619971262200733681436019981331200833171340419998092009 (I semester)137255742000127920015402002466200365420044342005454200623920073412008295Foglio100000000crimes denouncedpeople involvedCrimes denounced and people involved in "corruption related" crime: (2005-2008 (souece: Saet 2009) (*data for the last quarter of 2008 are estimated)00000000Foglio2Foglio3
  • 11

    *

    Grafico2DanimarcaDanimarcaDanimarcaFranciaFranciaFranciaIrlandaIrlandaIrlandaFinlandiaFinlandiaFinlandiaPaesi BassiPaesi BassiPaesi BassiRegno UnitoRegno UnitoRegno UnitoSveziaSveziaSveziaGermaniaGermaniaGermaniaBelgioBelgioBelgioLussemburgoLussemburgoLussemburgoEstoniaEstoniaEstoniaSloveniaSloveniaSloveniaMaltaMaltaMaltaCiproCiproCiproPortogalloPortogalloPortogallomedia EU 27media EU 27media EU 27SpagnaSpagnaSpagnaAustriaAustriaAustriaPoloniaPoloniaPoloniaRepubblica CecaRepubblica CecaRepubblica CecaGreciaGreciaGreciaItaliaItaliaItaliaBulgariaBulgariaBulgariaUngheriaUngheriaUngheriaLettoniaLettoniaLettoniaSlovacchiaSlovacchiaSlovacchiaLituaniaLituaniaLituaniaRomaniaRomaniaRomaniaCPI 2009CPI 2010CPI 2011Indice di Percezione della Corruzione 2009/2010/2011 nei paesi EU27 (fonte Transparency Intarnational) (10=massimo di trasparenza, 0=massimo di corruzione - il punteggio 2011 in evidenza)9.39.39.46.96.87887.58.99.29.48.98.88.97.77.67.89.29.29.387.987.17.17.58.28.58.56.66.56.46.66.45.95.25.65.66.66.36.35.866.16.366.36.276.16.16.27.97.97.855.35.54.94.64.43.83.53.44.33.93.93.83.63.35.14.74.64.54.34.24.54.344.954.83.83.73.6Foglio1annopercentuale19984.619994.720004.620015.520025.220035.320044.82005520064.920075.220084.820094.320103.920113.9Foglio1Percezione della diffusione della corruzione in Italia (1998-2011) fonte Transparency International 10=massima trasparenze 0=minima trasparenzaFoglio21976-1982341983-841051985-86671987-881061989-91901992-942201995-96881997-2000442001-2006322007-2008292009-201125Foglio2Numero dei casi riportati in media ogni anno da la Repubblica:1976-2011 (fonte:dati 1976-2006 da F.Cazzola, data report 2009, dati 2007-2011 elaborazione A.Vannucci)Foglio3% utenti di 9 servizi pubblici che ha pagato tangenti nell'ultimo anno (fonte Global corruption barometer, 2010)% popolazione che nell'ultimo anno si visto chiedere una tangente (fonte Eruobarometro, 2012)Danimarca02Francia73Irlanda42Finlandia24Olanda21Regno Unito12Svezia2Germania25Belgio3Lussemburgo163Estonia5Slovenia47Malta4Cipro6Portogallo35media EU 2758Spagna53Austria911Polonia1514Repubblica Ceca1418Grecia1815Italia1312Bulgaria825Ungheria20Lettonia1516Slovacchia27Lituania3427Romania2831Foglio3% utenti di 9 servizi pubblici che ha pagato tangenti nell'ultimo anno (fonte Global corruption barometer, 2010)% popolazione che nell'ultimo anno si visto chiedere una tangente (fonte Eruobarometro, 2012)Percentuale di cittadini dei paesi dell'Unione Europea che hanno avuto esperienze personali di corruzione (2010 e 2012)Foglio4CPI 2009CPI 2010CPI 2011Danimarca9.39.39.4Francia6.96.87Irlanda887.5Finlandia8.99.29.4Paesi Bassi8.98.88.9Regno Unito7.77.67.8Svezia9.29.29.3Germania87.98Belgio7.17.17.5Lussemburgo8.28.58.5Estonia6.66.56.4Slovenia6.66.45.9Malta5.25.65.6Cipro6.66.36.3Portogallo5.86