Click here to load reader

Ultr'Azzurro Novembre 2011

  • View
    216

  • Download
    1

Embed Size (px)

DESCRIPTION

mensile tifosi napoletani

Text of Ultr'Azzurro Novembre 2011

  • Per ricevere a casa UltrAzzurro basta pagare le spese di spedizioneinviando un vaglia postale di 40,00 intestato a: GENNARO MONTUORIVia Cesare Pavese, III Trav. n 2/A - 80018 Mugnano (NA).Riceverai il mensile periodicamente a casa tua per un anno(con probabile esclusione di Luglio ed Agosto).

    Direttore EditorialeGennaro Montuori

    Direttore ResponsabileAntonio Corrado Hanno collaborato: M. CarratelliM. CuccoP. CasaleR. FioreC. MontuoriM. Pesce

    In redazione: Cinzia MontuoriI servizi fotografici sono di: Agenzia MoscaR. EspositoAurelio TalpaCopertina e poster di:Pietro Mosca

    Redazione eAmministrazione:Via Cesare Pavese IIITrav.2/A int. 14 MUGNANO (NA) Tel. 081.7451433

    Impaginazione eideazione grafica:Gennaro Uccellotel. 328.3359262

    Stampa: Grafiche San BenedettoVia Vicinale LatinaLocalit Case Diana03030 Castrocielo (FR)tel 0776 3741fax 0776 374500

    Autorizzazione del Tribunale di Napoli n. 4267/92 del 28/3/92.

    Per la pubblicit su questo mensile rivolgersi in redazione

    Tifosi NapoletaniMUGNANO (NA) Via Cesare Pavese, III trav. 2/Atel/fax 081 745 14 33

    Gli articolisti forniscono la propria prestazione a titolo spontaneo,gratuito e assumendosi la responsabilit.

    5244148

    la spedizione in 24/48hlavorative a cura

    del corriere espresso:

    4 EDITORIALE

    6 TUTTO POSSIBILE

    8 LANGOLODELLINSOLENTE

    10 LACHIAVETATTICA

    14 IL GIOCATORE DEL MESEMORGAN DE SANCTIS

    16 TI PIACE VINCEREFACILE?

    20 IL CORAZZIERE ARGENTINOFEDERICO FERNANDEZ

    22 IL NAPOLISUL WEB

    24 LA FOTODEL MESE

    26 NAPOLI, BAYERMONACO

    32 NAPOLIUDINESE

    30 CAGLIARINAPOLI

    36 CATANIANAPOLI

    40 BAYERMONACONAPOLI

    44 IL FIOREALLOCCHIELLO

    48 TIFOSE DOC

    52 LASCOMPARSADELPRESIDENTISSIMO

    56 LO SPAZIODEITIFOSI

  • Carissimi lettori, ben ritrovati con il consueto appuntamentomensile con le pagine di Tifosi Napoletani. Il nostro Napoli,che attraversa un periodo fatto di luci ed ombre, si avvia versoun ciclo terribile con nove partite, sette di campionato e due di cham-pions, in appena 32 giorni. Un mese da vivere tutto di un fiato al ter-mine del quale, molto probabilmente, si sar delineato gran parte delfuturo del Napoli e nel quale ci dovremo stringere tutti intorno allasquadra.

    Al di la di come andranno le prossime gare, auguriamoci che DeLaurentiis intervenga sul prossimo mercato di gennaio con almenotre acquisti in modo tale da potere completare un organico che, al mo-mento, appare carente in alcuni reparti. La speranza che il nostroPresidente abbia fatto tesoro delle esperienze passate, quando nonintervenne come doveva sul mercato di gennaio, e che possa regalarea Mazzarri altri tre elementi in grado di completare una rosa che, perpotere ben figurare, necessita di rincalzi allaltezza dei titolari.

    Vorrei spendere qualche parola anche sulle sentenze penali chehanno condannato gli imputati del processo di calciopoli. Condanneche a mio parere sono andate a colpire soltanto una parte dei respon-sabili delle manipolazione che minavano la regolarit di partite e cam-pionati. Si voluto colpire soltanto Luciano Moggi ma non si riesce acapire come mai non si punita lInter ed i suoi dirigenti nonostanteil fatto che le intercettazioni telefoniche fossero piuttosto eloquenti.

    In questo numero una delle firme storiche del giornalismo napo-letano, Mimmo Carratelli, analizzer il momento e le potenzialitdella squadra di Mazzarri. Nella consueta rubrica Langolo dellin-solente, Antonio Corrado ha voluto approfondire il problema stadioed il balletto tra De Laurentiis e De Magistris.

    Pasquale Casale analizzer le tattiche di Mazzarri, Mauro Cuccoe Carmine Montuori ci parleranno di due giocatori che si sono distintiin questo mese vale a dire De Sanctis e Fernandez. Faremo il puntosulle sentenze di Calciopoli e sui risvolti, pi o meno chiari, chehanno avuto. Andremo in giro nel mondo del web per conoscere i prin-cipali siti che si occupano del Napoli e rivivremo le gare di questo meseattraverso le foto di Pietro Mosca e di Raffaele Esposito.

    Ritorna lalbum dei ricordi di Roberto Fiore che in questo numeroci racconter di una strana partita tra Lazio e Napoli di 40 anni fa.Da questa settimana parte anche una nuova rubrica che ci far cono-scere ed apprezzare le tante e belle tifose vip che seguono il Napoli di-videndosi tra set cinematografici, teatri e studi televisivi.

    Un abbraccio a tutti voi e come al solito, dal profondo del cuore,FORZA NAPOLI !

  • TUTTO E POSTUTTO E POSU

    6

    na delle ultime rilevazioni sul valore economico delle rose delle squadre di serie A, assegna al Napoliil quarto posto (189 milioni di euro), dietro Inter (317 milioni), Milan (268) e

    Juventus (263).Le squadre con un pi promettente futuro per let media della rosa

    sono Udinese, Cagliari e Parma (et media 25,1), Fiorentina (25,4) e Pa-lermo (25,7).

    Sono i due dati per leggere le chance dei club tra presente e futuro.Il Napoli ha cinque giocatori sotto i 25 anni (Dzemaili 25, Cavani e Ham-

    sik 24, Fernandez e Fideleff 22, Dezi 19). Lavezzi, Zuniga e Britos hanno 26anni, Gargano 27, Maggio 29.

    I giocatori pi vecchi sono sette: De Sanctis 34, Aronica 33, Mascara 32,Campagnaro 31, Cannavaro, Dossena e Santana 30.

    Il Napoli, cio, ha unet matura per esprimersi al massimo. Non pi unasquadra giovanissima come quattro anni fa quando Hamsik aveva ventannie Lavezzi 22. Non pi una compagine di promesse. La maturazione dellasquadra ha portato al terzo posto dellanno scorso. E il massimo che il Na-

    poli pu consentirsi?La domanda ne sottintende unaltra: il Napoli pronto per lo scudetto?Alla vigilia di questo campionato, la formazione azzurra era indi-

    cata fra le protagoniste delle lotta al vertice. Dopo nove giornate,il Napoli stato depennato dalla cerchia degli attori dello

    scudetto. Alle spalle di Milan e Juventus, ora indicaticome i pi credibili candidati alla vittoria finale, sifanno altri nomi, Lazio e Udinese in testa.

    Certamente gli impegni in Champions hanno as-sorbito energie fisiche e mentali che il Napoli ha pa-gato in campionato. Cos si dice. Ma il Napoli ha

    perduto tre partite che, anche con le gambe pesanti edil turn-over necessario, erano alla sua portata.

    Gli infortuni e il rendimento non adeguato di Cavanie Hamsik, protagonisti storici dei successi azzurri, hanno

    contribuito a frenare la corsa in campionato. E qui tornano in ballo i limiti della panchinache non offre alternative valide. Si dice anche che un limite della squadra quello di sof-frire gli avversari meno dotati che si chiudono e giocano la partita della vita contro gliazzurri ritenuti ormai fra le formazioni cosiddette grandi. Ma anche vero che unagrande squadra deve avere le soluzioni per uscire bene dalle partite ostiche. Il Napoli ri-masto al palo contro Chievo e Parma e ha preso un solo punto alla Fiorentina, tutte squadredella seconda met della classifica. Ha perso a Catania su un campo imbattuto dove perla Juve ha portato via un pareggio.

    Dopo il terzo posto della scorsa stagione, questo doveva essere il campionato del salto diqualit per confermare, almeno, la brillante posizione che ha consentito agli azzurri di par-tecipare alla Champions. Il salto non c stato. La campagna acquisti ha portato un solo giocatoredi pregio, Inler, che sinora ha tradito le attese. Veniva chiesto a pi voci lingaggio di una punta da

  • SSIBILESSIBILE Mimmo Carratelli

    7

    doppia cifra, in alternativa a Cavani o in tandem col Matador.La classifica, fino a questo momento, conferma lesigenza di una

    rosadi attaccanti pi adeguata alle ambizioni azzurre. Infatti, ladifesa la seconda del campionato. Ma lattacco al quinto posto.E anche vero che solo il Milan segna a raffica e che gli attacchi diLazio, Juventus e Palermo hanno segnato poco pi del Napoli(Lazio +3 gol, Juventus +2, Palermo +1) con gli azzurri che hannouna partita in meno (da recuperare il match con la Juve).

    Il Napoli non ha segnato in tre partite dopo essere esplosonelle prime due (sei gol fra Cesena e Milan) mentre lanno scorso,nelle prime nove giornate, gli azzurri erano andati sempre asegno. In ogni caso, al di l delle cifre, e con Cavani fermo a 4 golsegnati in due sole gare (ne aveva segnato sei in cinque partitedelle prime nove del campionato scorso), la poca concretezza inattacco il difetto pi evidente di questa stagione. Tant che Maz-zarri sta lavorando molto su Lavezzi per ottenerne un bomber. Eancora manca al Napoli la capacit di sfruttare i calci piazzati (duelampi a Monaco, per non su esecuzione diretta) e di andare in golcon tiri da fuori area.

    Lanno scorso il Napoli chiuse il campionato con la seconda miglioredifesa e il terzo migliore attacco in cui incisero pesantemente i 26 gol

    di Cavani, poco meno della met del bottino complessivo (59reti).

    Niente perduto perch il campionato a bassa velocitconsente ogni recupero. Con una partita in meno, gli azzurri

    sono lontani 6 punti dal terzo posto. Non c dubbio che le partite in-terne con la Lazio e con la Juventus (il recupero del 29) decideranno delle ambizionidel Napoli. Il terzo posto una meta ancora possibile e varrebbe il ritorno in Cham-pions nella stagione ventura. E un traguardo da tenere sempre presente.

    La partitissima col Manchester City non esaurir gli impegni europei del Napoli.Perch gli azzurri continueranno nella Champions se finiranno secondi nel gironedella morte o saranno destinati allEuropa League se si piazzeranno terzi. La sta-

    gione, cio, proseguir col doppio impegno campionato-Europa e, intanto, comin-cer la Coppa Italia.

    Il mercato di gennaio porter aiuti considerevoli?Il mercato di riparazione offrir giocatori per i quali varr la pena sostenerne lespo-

    sizione economica?Ci sono almeno s