Click here to load reader

Piccole perle

  • View
    225

  • Download
    0

Embed Size (px)

DESCRIPTION

Diario di viaggio. Cicladi 2012

Text of Piccole perle

  • Cicladi, 2012Cicladi, 2012

    Piccole perlePiccole perle

  • ColophonRotta M. (2012)

    Piccole perle. Cicladi, 2012

    Quest'opera digitale distribuita con licenza Creative CommonsAttribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Unported

  • Note

  • Atene

  • IrakliaIraklia

  • SchinoussaSchinoussa

  • KoufonissiKoufonissi

  • AmorgosAmorgos

  • Filastrocca del vento greco

    Siamo usciti mezzo scemiDal gran soffio del MeltemiChe al momento di partireS degnato di sparireProvocando le protesteSbattimenti di occhi e testeDel gruppone che in partenzaCon ben forte reticenza.

    Abbiam Mario, mamma miaChe abbond in fotografiaRiprendendo mari, monti,Pescatori, strade, pontiPrati brulli, mari bluLa vacanza a naso in su.

    Abbiam Dani, bella tosaCuriosona dogni cosaE stata bene in compagnia,Ma al momento dandar viaBrilla locchio, brilla il cuore,Pensa Arezzo con dolore.

    C lAlessia ridacchionaCon quellaria assai sorniona,Sempre pronta alla risataCosa seria e anche cazzata.

    Ha animato la vacanzaEd in ogni circostanzaSgrida Paolo assai tanto,Meno male che lui un santo.

    Paolo ride rilassatoChe da Helios vien baciatoA lui il sole lo lambisce, Ma lha fatto a righe e a strisce.

    AllEsterina, la mia amataVa una rima appassionata,Che dal mar senza rumore,Vada al centro del suo cuore.

    Autorima per chi lancia Queste righe dalla panciaLe ha pensate insonnolitoNel barcone assai gremitoCon lo scopo di allietareDivertire, ringraziareTutto il gruppo neoformatoA durare destinato.

    Angiolo Falsini

  • Questo signore dallaria divertita e incredula si chiama Dimitri Skopelitis. Nessuno sa quanti anni abbia: potrebbe averne 70, 80 o anche 100, ma tutti quelli che lo conoscono affermano che molto, molto pi giovane di loro. Dimitri un armatore, e nelle piccole Cicladi una specie di leggenda vivente: la sua flotta, se cos si pu dire, garantisce da pi di 50 anni il servizio postale e il trasporto delle merci (beni primari, in genere, verdure, frutta, perfino animali) attraverso quel pugno di isolette sospese nel cielo che si specchia su quellincredibile tratto di mare compreso tra Naxos ad Amorgos, dove gi quasi 5000 anni fa prese forma una delle pi raffinate civilt del Mediterraneo. La biografia di Dimitri come un libro di avventure: ha fatto il marinaio, come quasi tutti i suoi amici isolani e i suoi familiari. Ha girato il mondo. Poi tornato nella sua isola e con pochi risparmi ha comprato delle barche da pesca e dei caicchi. Uno dei caicchi si chiamava Marianna se non ricordo male lo ha modificato in modo che potesse trasportare posta, derrate, qualche passeggero o un motorino. Dimitri non n Onassis n Niarchos, ma ci sa fare, perch negli anni 70 vara una piccola nave, lo Skopelitis I, che comincia a trasportare anche i primi viaggiatori in cerca della quiete di Iraklia, dello splendore di Schinoussa, delle acque di Koufonissi e della solitudine di Donoussa, oltre che delle meraviglie di Amorgos, da dove la nave parte e dove torna ogni sera, attraccando davanti a una biglietteria che vende di tutto e serve anche del buon caff. Il traffico aumenta, cos dopo lo Skopelitis I, negli anni 80, Dimitri vara lExpress Skopelitis, che ancora oggi la nave di linea pi usata nelle piccole Cicladi: la met di alcuni dei super yacht ancorati ad Amorgos (a pieno carico pu imbarcare 8 automobili, ma non troppo grandi), ma ti basta salirci una volta per sentirti parte di un viaggio senza fine. Insieme alla gente di qui, che parla dello Skopelitis come si parlerebbe di un amico e non di una barca, fino a trasformare ogni attracco in un avvenimento, una festa, una finestra sul mondo.

  • Lo Skopelitis non un semplice mezzo di trasporto: un personaggio. Proprio come Dimitri, anche se lui da tempo preferisce restare a terra, magari a suonare il violino; che sempre stando alla biografia la sua vera grande passione (pare che sia uno dei migliori interpreti della musica tradizionale cicladica). Dimitri ha tutta laria di essere un uomo felice. Me lo immagino con il suo violino: una figura uscita da un quadro di Chagall e da un racconto di Conrad allo stesso tempo. Lo rivedo mentre davanti a un caff, chiacchierando con gli amici di sempre, aspetta larrivo della nave che porta il suo nome, ma che da queste parti appartiene ormai allimmaginario di tutti, compreso quello dei viaggiatori che preferiscono scoprire, lasciarsi assorbire da questi luoghi e dai significati che racchiudono. Si impara di pi sul significato della vita passando un quarto dora con Dimitri che frequentando, con o senza profitto, un master alla Bocconi. Si impara che gli anni non annientano la capacit di emozionarsi, se si disposti ad ascoltare. Si impara che non obbligatorio cedere alla logica del profitto ad ogni costo, e che si pu essere imprenditori anche su unisola lontana e fino a pochi anni fa ancora povera, senza per questo snaturare la propria identit. Si impara che ci che si riesce a costruire per offrire un servizio essenziale agli altri finisce con lappartenere a tutti, e per questo, solo per questo, ci appartiene doppiamente, mentre ci apparirebbe subito estraneo se lo avessimo fatto solo per denaro. Si impara che lo sviluppo sostenibile quando esprime i bisogni reali di una comunit (e non i desideri indotti dal marketing turistico), e che le risposte a quei bisogni sono quasi sempre pi importanti dei bilanci. Si impara, infine, che si pu amare sia la terra che il mare, e che le barche e le navi sono solo un fragile ponte tra due elementi, un modo per passare attraverso: attraverso lorizzonte, noi stessi, le nostre anime. Inquiete o serene che siano. Ma soprattutto libere. [MR, luglio 2012]

  • Il pesce muto nel mare, la bestia turbolenta sulla terra, l'uccello canta per l'aria. Ma l'uomo ha dentro di s il silenzio del mare, lo strepitare della terra e la musica dell'aria. [Rabindranath Tagore]

  • Pagina 1Pagina 2Pagina 3Pagina 4Pagina 5Pagina 6Pagina 7Pagina 8Pagina 9Pagina 10Pagina 11Pagina 12Pagina 13Pagina 14Pagina 15Pagina 16Pagina 17Pagina 18Pagina 19Pagina 20Pagina 21Pagina 22Pagina 23Pagina 24Pagina 25Pagina 26Pagina 27Pagina 28Pagina 29Pagina 30Pagina 31Pagina 32Pagina 33Pagina 34Pagina 35Pagina 36Pagina 37Pagina 38Pagina 39Pagina 40Pagina 41Pagina 42Pagina 43Pagina 44Pagina 45Pagina 46Pagina 47Pagina 48Pagina 49Pagina 50Pagina 51Pagina 52Pagina 53Pagina 54Pagina 55Pagina 56Pagina 57Pagina 58

Search related