L'uomo dei saldi

  • View
    215

  • Download
    1

Embed Size (px)

DESCRIPTION

Una serie di pre-monizioni in un libro che avrebbe dovuto essere letto circa trent'anni fa, quando è stato scritto

Text of L'uomo dei saldi

  • lUomo dei Saldie altre pre-visioni

    Maurizio Frizziero

    ARCHIVIO MF

    LUomo dei Saldi e...I testi di questo volumetto, scritti pidi venticinque anni fa e dimenticatiin una scatola di Agfa Copyproof,recentemente mi sono tornati tra lemani. Li ho riletti e non potendoignorare le loro fatiche nel sopravvi-vere ad alcuni traslochi, ho deciso dipremiarli e di premiare anche me perla lungimiranza dei contenuti. Sem-bra infatti che in venticinque anninon sia cambiato nulla (o moltopoco) nelle abitudini e nelle tendenzedi tutti noi: gran parte dei testipotrebbero essere stati scritti ieri.

    LAutoreE facile parlarne quando chi scriveparla di s stesso e quando lo stessosi occupato almeno da quarantan-ni di comunicazione spogliandolasempre pi spesso delle componentimagiche che il mondo della creativi-t le ha spesso associato. Comunica-re un mestiere, un mestiere che vaimparato come tutti gli altri mestierie lo si impara meglio se si usa ilcervello e un cervello bene allenatoa percepire i segnali che gli giungo-no dallesterno di grande aiuto percapire non solo il presente ma anchelimmediato futuro. Comunicare peril presente significa infatti farlo peril passato, comunicare per il futurocomporta il rischio di errori: chisbaglia di meno bravo e io, perfortuna, scrivendo questi testi, hosbagliato pochissimo.

    Maurizio Frizziero - 1982-2010

  • Luomo dei saldi romane:Frizziero 18-10-2007 18:16 Pagina 1

  • Luomo dei saldi romane:Frizziero 18-10-2007 18:16 Pagina 2

  • Archivio Frizziero

    Luomo dei saldi romane:Frizziero 18-10-2007 18:16 Pagina I

  • Luomo dei saldi romane:Frizziero 18-10-2007 18:16 Pagina II

  • Maurizio Frizziero

    LUomo dei Saldi

    Luomo dei saldi romane:Frizziero 18-10-2007 18:16 Pagina III

  • Tutti i diritti riservati 1982-2007 Maurizio Frizziero

    Realizzazione editoriale: Roberto Barbieri

    maurizio.frizziero.it

    Luomo dei saldi romane:Frizziero 18-10-2007 18:16 Pagina IV

  • Indice

    VII Prefazionedi Marco Vimercati

    1 LUomo dei Saldi4 La Casa Comoda

    10 E le formiche si estinsero13 Chi legge e chi no16 I prati di casa nostra19 Il futuro assicurato23 Luomo senza fantasia26 E il cantante inforc i pattini29 La cravatta rosa33 La Macchina della Mediocrit36 Lasciapassare per meditare39 Il potere occulto41 Ama il prossimo tuo43 Il cibo nellEra della Gabelle45 Il cielo della provincia47 Luomo che vive solo51 La donna che vive sola54 La donna e il ricatto dellistinto57 La donna nuova

    Luomo dei saldi romane:Frizziero 18-10-2007 18:16 Pagina V

  • 60 La verifica dellidentit62 Il trascorrere dei giorni65 I geni dispersi68 Il colore della libert71 Il costo della sicurezza73 Le vittime della cultura76 Larte e i suoi escrementi78 Larte dello spettacolo80 Il diritto alla critica83 I valori di un saggio86 La conquista della libert88 Nessuno fumi al cinema92 La fine

    Luomo dei saldi romane:Frizziero 18-10-2007 18:16 Pagina VI

  • Prefazionedi Marco Vimercati

    Non c quasi niente di sorprendente nel fatto che uno scri-va un libro. Oggi quasi tutti lo fanno, perfino il sottoscritto.Quello che pi inconsueto il fatto che uno scriva unlibro, lo dimentichi in un cassetto e dopo venticinque anni,ritrovandolo, lo pubblichi praticamente senza rileggerlo. Epotrei aggiungere che sembra scritto ieri. O forse domani.

    Essendo un libro che parla di contingenze dovrebbe esse-re estemporaneo, e invece metastorico. Non so dire se siabello o brutto, interessante o noioso, per metastorico,forse profetico, come lo il suo autore.

    Siccome difficile definire sia questo libro che il suoautore, sarei tentato di scrivere qualcosa di presuntamenteintelligente per introdurre qualcosa di presuntamente intel-ligente. Cosa che tra laltro mi eviterebbe il compito di(ri)leggere il libro. Invece opto per la strada meno spettaco-lare: scrivere una presentazione di quanto state per leggeree scrivere anche una presentazione del suo autore. Lui mi haassegnato il compito di scrivere la prefazione, e siccome ioa tuttoggi continuo a reputarmi un suo subalterno come fuinel 1979, obbedisco.

    Allora, cominciamo dal testo. Luomo dei saldi. Unaltrobuon titolo avrebbe potuto essere Manuale delle post-Marmotte, perch riguarda quello che successo dopo.Il mondo che cera prima, quando cerano le GiovaniMarmotte, non c pi.

    Bisogna infatti dire che quasi tutti i viventi contempora-nei, e segnatamente quelli nati alla met del precedente

    VII

    Luomo dei saldi romane:Frizziero 18-10-2007 18:16 Pagina VII

  • secolo, hanno assistito per la prima volta nella storia ad unfatto assai singolare, noto alle cronache con il vezzeggiativodi Apocalisse. Le nostre generazioni migliori, ovvero quellenate prima della barbarie finale, hanno vissuto questo tota-le cambiamento di paradigma: sono passate da un mondo incui tutto era ancora da fare (libert, benessere, economia,modernit) a un mondo in cui tutto gi stato fatto (sosti-tuzione della libert con la permissione totale, del benesse-re con lopulenza narcisistica, delleconomia con la finanza,della modernit con la centuplicazione delle opzioni) edopo avere abbondantemente fermentato volge alla putre-fazione. A pensarci bene c di che impazzire. Cosa che,infatti, successa a molta gente, forse a tutti. Siamo passatidalle cose alla rappresentazione delle cose, il che esatta-mente come far lamore con una bambola gonfiabile, comevedere trasformati gli oggetti dei nostri desideri in cadaveriinorganici a causa di una specie di cancro radioattivo. Eccoquindi un taccuino postnucleare. Ma guai a pensare che siaun libro di recriminazioni o rimpianti. un libro di adatta-mento. un antidoto. un trattato spicciolo di Environ-mental Anthropology, forse. O forse un libro di consapevo-lezza post-newage. Un manuale di sopravvivenza per cadave-ri, e anche un Nuovo Galateo. E forse qua dentro ci sono gitutte le metabolizzazioni successive ai vaffanculo dei Grillo eai barbari di Baricco, alle prospettive futurologiche di Rifkin.

    Lautore giura che dalla prima stesura, quella del 1982,non cambiato niente. E lo confermo. Lo lessi allepoca, ec ancora una stampata con i fogli ingialliti e le lettere diuna obsoleta margherita Olivetti. Capite, allora, la profezia?

    Certo, sarebbe stato meglio leggerlo allora, quando forseancora si poteva salvare il salvabile. Ma qui vediamo chequalche margine di sopravvivenza forse rimasto. Qualcheprofezia pu ancora aiutare noi topi a ballare, adesso che ilgatto non si vede pi. E non perch andato via. solodiventato enorme: un mondo-gatto cos grande che non si

    Luomo dei saldi

    VIII

    Luomo dei saldi romane:Frizziero 18-10-2007 18:16 Pagina VIII

  • avverte pi la sua presenza, come avviene per le pulci, chepercepiscono il cane come un territorio. Cos i topi ballano,o credono di ballare. Balleremo fino alla fine, ma con qual-che differenza tra gli uni e gli altri. Alcuni balleranno comegli imbecilli inconsapevoli di Amused to death di RogerWaters, altri balleranno con consapevole dignit, comelUomo dei Saldi.

    A ben pensarci non c molto altro da fare, e la ricetta nonpu essere che quella detta in queste pagine: dimenticare leregole della nostra formazione per accettare quello chesiamo divenuti, nel mondo al quale siamo giunti. C chi cela fa, dimenticando i fantasmi del passato, e che pronto asopportare il pensiero che la nostra societ stia per finire.Senza traumi, perch il discorso il solito: una vita lungauna vita, e alternative ad una vita in un determinato momen-to non ce ne sono. cinicamente celestiale. Per il sotto-scritto roba da guru, da profeti, da eroi mitologici. Ho sem-pre ammirato nei film americani quei protagonisti che sco-pano e festeggiano la notte prima della battaglia, quelli chequando sono sotto tiro mostrano sprezzo della morte e incal-zano a male parole il loro carnefice o fanno battute sarcasti-che. Io in genere le notti prima delle battaglie le passo sedu-to sul cesso. E non imploro i carnefici solo perch ho cono-sciuto Frizziero e da lui ho avuto diverse lezioni di dignit.

    Per affrontare le cose con dignit ci vuole distacco, e ildistacco cambia il nostro punto dunione con la realt, (avolte forse lo sottrae del tutto) e comunque genera profezie.E tra le pi accorte e utili, in queste pagine, ci sono quellesui profili della societ del denaro, sullEra delle Gabelle,come la chiama lui. Sulla colossale truffa ai danni delle for-michine. Sullinconsistenza del denaro. Perch il denarodiventa interessante, quando a parlarne qualcuno che ne distaccato. Il distacco dellautore dal denaro ne fa certa-mente un ottimo utilizzatore. A distanza di anni, dopo aver-lo definito generoso, prodigo, scialaquatore, devo riman-

    Prefazione

    IX

    Luomo dei saldi romane:Frizziero 18-10-2007 18:16 Pagina IX

  • giarmi tutto e ammettere semplicemente il suo considerareil denaro come energia congelata, tipo una pila, una batte-ria o un bastoncino di pesce findus. Roba da consumarepreferibilmente entro.

    Al giorno doggi forse basterebbe questa cifra a fare di unuomo un essere fuori dal comune, un mostro o un principe.Essere distaccato da una cosa per cui la gente tutta lagente sbava, brama e smania, gli da gi una posizione rega-le, come di chi pu solo dispensare e non pu chiedere.

    Occorre rimarcare che questa posizione dellautore gliconsente (forse lo obbliga ad) una eccezionale autonomia dipensiero, e allapplicazione di questa autonomia in varicampi. Semiologo, uomo di marketing, pubblicitario, com-pratore compulsivo, imprenditore, fotografo, nottambulo (enettambulo), antropologo, scrittore, collezionista, censorecinico, artista, guida spirituale e behavioristica: nessuno diquesti termini definisce con esattezza il soggetto, ma nelcumulo si profila un po la figura d