of 60 /60
ISTRUZIONI PER L’INSTALLAZIONE E L’USO T120 T240 AUTOMAZIONE ELETTROMECCANICA PER PORTE SCORREVOLI LINEARI AD UNA O DUE ANTE COD. 0P5800 IT VER 0.0 REV 11.18 manuale per l’installatore/istruzioni originali

IT ISTRUZIONI PER L’INSTALLAZIONE E L’USO AUTOMAZIONE ... · Il presente manuale ha lo scopo di fornire tutte le istruzioni necessarie a garantire la corretta ... L’installatore

Embed Size (px)

Text of IT ISTRUZIONI PER L’INSTALLAZIONE E L’USO AUTOMAZIONE ... · Il presente manuale ha lo scopo di...

ISTRUZIONI PER LINSTALLAZIONE E LUSO

T120 T240

AUTOMAZIONE ELETTROMECCANICA PERPORTE SCORREVOLI LINEARI

AD UNA O DUE ANTE

COD. 0P5800

IT

VER 0.0 REV 11.18

manuale per linstallatore/istruzioni originali

IT INDICEIT

ISTRUZIONI PER LINSTALLAZIONE E LUSO IT T120-T240

1- GENERALIT1.1- Avvertenze generali..........................................................................................................................pag. 041.2- Norme generali di sicurezza.............................................................................................................pag. 041.3- Installatore........................................................................................................................................pag. 051.4- Utente...............................................................................................................................................pag. 051.5- Assistenza tecnica...........................................................................................................................pag. 05

2- DESCRIZIONE TECNICA2.1- Targa dati e marcatura CE ............................................................................................................pag. 062.2- Destinazione duso...........................................................................................................................pag. 062.3- Dati tecnici........................................................................................................................................pag. 062.4- Confezione.......................................................................................................................................pag. 072.5- Modelli..............................................................................................................................................pag. 072.6- Verifiche preliminari..........................................................................................................................pag. 102.7- Descrizione dei componenti e misure di ingombro ..........................................................................pag. 11

3- INSTALLAZIONE3.1- Avvertenze generali..........................................................................................................................pag. 133.2- Montaggio della traversa..................................................................................................................pag. 133.3- Assemblaggio dei carrelli .................................................................................................................pag. 173.4- Regolazione delle ante scorrevoli ....................................................................................................pag. 193.5- Montaggio modulo elettronica, modulo motore, rinvio cinghia e cinghia..........................................pag. 203.6- Blocco ante con sblocco manuale....................................................................................................pag. 263.7- Montaggio del cassonetto di copertura ............................................................................................pag. 26

4- IL COLLEGAMENTO ELETTRICO4.1- Avvertenze generali..........................................................................................................................pag. 284.2- Collegamento elettrico .....................................................................................................................pag. 284.3- Scheda elettronica ...........................................................................................................................pag. 294.4- Schema collegamenti elettrici ..........................................................................................................pag. 304.5- Collegamento sensori di rilevamento...............................................................................................pag. 314.6- Collegamento a selettore di programma a manopola ......................................................................pag. 464.7- Collegamento a selettore digitale ....................................................................................................pag. 464.8- Collegamento dispositivi ..................................................................................................................pag. 474.9- Collegamento ad antipanico ............................................................................................................pag. 474.10- Collegamento a blocco ante .........................................................................................................pag. 48

5- USO E FUNZIONAMENTO5.1- Descrizione tecnica ..........................................................................................................................pag. 495.2- Batteria di emergenza......................................................................................................................pag. 495.3- Primo avvio da scheda.....................................................................................................................pag. 495.4- Fase di reset: apprendimento ..........................................................................................................pag. 505.5- Riavvio in caso di mancanza di tensione: azzeramento (near)........................................................pag. 505.6- Programmazione parametri..............................................................................................................pag. 515.7- Elenco avvisi e errori........................................................................................................................pag. 525.8- Gestione autoripristino errori C-D-E-K-N-P-Q..................................................................................pag. 535.9- Gestione autoripristino errori F-G-H-I-J............................................................................................pag. 545.10- Gestione autoripristino dopo allarme antipanico............................................................................pag. 545.11- Gestione ripristino dopo unapertura antincendio o unapertura di emergenza..............................pag. 54 5.12- Selettore digitale ............................................................................................................................pag. 55

6- MANUTENZIONE, RICAMBI E DEMOLIZIONE6.1- Manutenzione...................................................................................................................................pag. 566.2- Ricambi ed accessori a richiesta......................................................................................................pag. 566.3- Demolizione .....................................................................................................................................pag. 57

7- PROBLEMI E LORO RIMEDI 7.1- Problemi e loro rimedi.......................................................................................................................pag. 57

8- DICHIARAZIONE CE DI INCORPORAZIONE DI QUASI MACCHINA ..............................................pag. 58 DICHIARAZIONE DI CONFORMIT UE ...............................................................................................pag. 58

3

IT GENERALIT 1

Prima di installare lautomazione obbligatorio che linstallatore legga e comprenda in tutte le sue parti il presente manuale.

Il presente manuale parte integrante dellautomazione e deve obbligatoriamente essere conservato dallinstallatore, assieme a tutta la documentazione dellimpianto, per futuri riferimenti.

Il presente manuale ha lo scopo di fornire tutte le istruzioni necessarie a garantire la corretta installazione e manutenzione dellautomazione: TOPP srl declina ogni responsabilit per eventuali danni a persone, animali e cose causati dallinnosservanza delle norme qui descritte.

Il presente manuale stato redatto da TOPP srl che ne riserva tutti i diritti dautore. Nessuna parte dello stesso deve essere riprodotta o diffusa senza lautorizzazione scritta da parte del fabbricante. TOPP srl si riserva il diritto di modificare e migliorare il manuale e i prodotti descritti in qualsiasi momento e senza obbligo di preavviso. I dati riportati nel presente manuale sono stati redatti e controllati con la massima cura; tuttavia TOPP srl declina ogni responsabilit per possibili inesattezze dovute ad eventuali omissioni o a errori di stampa o di trascrizione.

1.1 AVVERTENZE GENERALI

1.2 NORME GENERALI DI SICUREZZA

Il personale operativo deve essere messo al corrente sui rischi di incidente, sui dispositivi di sicurezza per gli operatori e sulle norme generali di prevenzione degli incidenti previste dalle direttive internazionali e dalla legge vigente nel paese di utilizzo dellautomazione. Il comportamento del personale operativo deve, in ogni caso, rispettare scrupolosamente le norme sulla prevenzione degli incidenti vigenti nel paese di utilizzo dellautomazione stessa.

Durante la movimentazione e l'installazione dei componenti, il personale deve essere dotato degli idonei dispositivi di protezione individuale (DPI) per eseguire in totale sicurezza le operazioni richieste.

Per non incorrere in danni per la salute, per la movimentazione manuale dei carichi, devono essere applicati i limiti massimi stabiliti dalla norma ISO 11228-1.

Qualunque manomissione o sostituzione non autorizzata di parti o componenti dellautomazione e lutilizzo di accessori o materiali di consumo diversi dagli originali, possono rappresentare un rischio di incidente e solleva il costruttore da qualunque responsabilit civile e penale.

Per un corretto funzionamento dellautomazione, si consiglia di effettuare una manutenzione periodica della stessa, secondo quanto indicato al par. 6.1 del presente manuale. Le operazioni di manutenzione ordinaria e straordinaria che prevedono lo smontaggio anche parziale dellautomazione, devono essere effettuate esclusivamente dopo aver interrotto lalimentazione dellautomazione stessa.

vietato rimuovere o alterare le targhe e le etichette apposte dal costruttore sullautomazione e suoi accessori.

assolutamente vietato opporsi al moto della porta ed operare in prossimit delle cerniere o degli organi meccanici in movimento (come cinghie, carrelli ecc.). Il costruttore non risponde per eventuali danni causati da usi impropri o irragionevoli dellautomazione.

obbligatorio manipolare le parti elettroniche munendosi di bracciali conduttivi antistatici collegati a terra in quanto le cariche elettrostatiche possono danneggiare i componenti elettronici presenti sulle schede.

Lautomazione contiene parti meccaniche mobili, connessioni elettriche e circuiti elettronici destinati al controllo del movimento delle ante; lautomazione, pertanto, deve essere protetta, in tutta la sua lunghezza, dal cassonetto di copertura.

Questo apparecchio pu essere utilizzato da bambini di et non inferiore a 8 anni e da persone con ridotte capacit fisiche, sensoriali o mentali, o prive di esperienza, purch sotto sorveglianza oppure dopo che le stesse abbiano ricevuto istruzioni relative alluso sicuro ad esso inerenti.

I bambini non devono giocare con lapparecchio.

ISTRUZIONI PER LINSTALLAZIONE E LUSO IT T120-T240ISTRUZIONI PER LINSTALLAZIONE E LUSO IT T120-T2404

ISTRUZIONI PER LINSTALLAZIONE E LUSO IT T120-T240

Per lassistenza contattare linstallatore o il rivenditore.

1.5 ASSISTENZA TECNICA

1.4 UTENTE

Lutente deve essere in grado di azionare lautomazione in condizioni normali e di effettuare semplici operazioni di avviamento o ripristino dellautomazione in seguito ad un'eventuale sosta forzata, attraverso l'uso dei dispositivi preposti (selettore digitale, selettore analogico, ecc.).

Lutente non deve aprire il cassonetto di copertura o eseguire operazioni riservate ai manutentori o ai tecnici specializzati. In caso di guasto o di malfunzionamento della porta, lutente deve pertanto limitarsi a disinserire linterruttore di alimentazione e astenersi da qualsiasi tentativo di intervento o riparazione.

Lutilizzo dellautomazione deve essere esclusivamente assegnata a utenti che agiscono in conformit delle istruzioni riportate nel presente manuale e nei manuali dei dispositivi TOPP ad esso collegati.

Linstallazione dellautomazione deve essere eseguita esclusivamente da personale tecnico competente, qualificato e in possesso dei requisiti tecnico professionali previsti dalla legislazione vigente nel paese di installazione.

Linstallatore deve verificare la conformit alle direttive e alle normative vigenti riguardanti la sicurezza duso delle porte motorizzate.

Linstallatore deve essere in grado di installare lautomazione, di metterla in funzione e di operare in presenza di tensione all'interno di armadi elettrici e scatole di derivazione ed abilitato a tutti gli interventi di natura elettrica e meccanica di regolazione.

Una volta installata lautomazione, linstallatore deve eseguire lanalisi dei rischi per individuare le zone pericolose e verificare che limpianto di porta scorrevole non presenti punti di schiacciamento, convogliamento e/o cesoiamento, se necessario, adottare adeguate misure correttive ed applicare le segnalazioni previste dalla norma vigente.

Ogni installazione deve riportare in modo visibile lindicazione dei dati identificativi del sistema motorizzato.

Linstallatore deve inoltre fornire al proprietario tutte le informazioni relative al funzionamento automatico, manuale e di emergenza dellautomazione.

L'installatore sar l'unico soggetto responsabile per l'errata installazione e per il mancato rispetto delle istruzioni riportate nel presente manuale. L'installatore risponder pertanto in via esclusiva nei confronti dell'utente e/o di terzi per tutti i danni a cose e/o persone che dovessero derivare dall'errata installazione.

1.3 INSTALLATORE

5

2.2 DESTINAZIONE DUSO

Lautomazione T120-T240 stata progettata e realizzata esclusivamente per la movimentazione (apertura/chiusura) di porte lineari scorrevoli ed destinata per lutilizzo in ambito civile, pubblico ed industriale.

La porta pu essere utilizzata in vie di esodo, solo se le ante sono corredate di sistema antipanico a sfondamento. Lo sfondamento deve essere possibile nella direzione dell'esodo in qualsiasi posizione della porta.

assolutamente vietato utilizzare lautomazione per fini diversi da quelli descritti al fine di garantire, in ogni momento, la sicurezza dellinstallatore e dellutilizzatore e lefficienza dellautomazione stessa.

Il software dell'automazione predisposto per eseguire il ripristino automatico in caso sopraggiungano eventi anomali come descritto nei capitoli 5.8-5.10.

L'automazione per poter eseguire quanto indicato sopra, se impostata in una modalit di funzionamento diversa da Chiuso, eseguir un azzeramento denominato Near che prevede la completa apertura e la richiusura delle ante a bassa velocit, prima di tornare nello stato impostato dal selettore funzioni.

L'azione di ripristino deve essere tenuta in considerazione nelle applicazioni dove sono previste funzionalit che prevedono il controllo degli accessi con input diversi da quelli dei radar (esempio lettore di schede magnetiche) per le quali l'automazione potrebbe non garantire la modalit di funzionamento impostata.

Nel caso in cui si desideri escludere la funzione di auto ripristino si prega di contattare l'assistenza Topp Srl.

IT DESCRIZIONE TECNICA 2

2.1 TARGA DATI E MARCATURA CE

La marcatura CE attesta la conformit della macchina ai requisiti essenziali di sicurezza e di salute previsti dalle Direttive Europee di prodotto.

costituita da una targhetta adesiva in poliestere, serigrafata colore nero, delle seguenti dimensioni: L=50mm - H=36mm e deve essere applicata a cura dellinstallatore in modo ben visibile allesterno dellautomazione.

2.3 DATI TECNICI

ISTRUZIONI PER LINSTALLAZIONE E LUSO

Nelle Tab.1 sono riportati i dati tecnici che caratterizzano lautomazione T120-T240. Tab. 1

IT T120-T240

TENSIONE DI ALIMENTAZIONE

GRADO DI PROTEZIONE DISPOSITIVI ELETTRICI

TEMPERATURA DI FUNZIONAMENTO

NUMERO DI ANTE

230V ~ 50Hz

24V 500mA max

0,32A

70W

Utilizzo continuo

Regolabile da 10 80 cm/s

Regolabile da 1 5 cm/s

Regolabile da 0 60 s

IP X0

2 ANTE

T120 MODELLO

USCITA TENSIONE PERIFERICHE

POTENZA ASSORBITA

ASSORBIMENTO

VELOCIT APERTURA/CHIUSURA

VELOCIT ACCOSTAMENTO APERTURA/CHIUSURA

TEMPO CHIUSURA AUTOMATICA

TIPOLOGIA DI USO

FUSIBILE TENSIONE RETE 230V

ACCELERAZIONE APERTURA/CHIUSURA Regolabile da 1 12

5 x 20 - T 800 ritardato

PORTATA MASSIMA

DIMENSIONE VANO PASSAGGIO

60 + 60 kg

10002800 mm

1 ANTA

120 kg

8002800 mm

-20C

+50C

0,41A

90W

2 ANTE

T240

120 + 120 kg

10003200 mm

1 ANTA

120 kg

8003200 mm

6

2.4 CONFEZIONE

Ogni composizione standard del prodotto contiene:% N 1 trave di scorrimento delle ante % N 1 cassonetto di copertura automazione% N 1 modulo elettronica completo di batteria di emergenza% N 1 tappo laterale% N 1 gruppo motore e 1 rinvio cinghia% N 1 o 2 gruppi carrelli a seconda del numero di ante da automatizzare% N 1 profilo di unione carrelli % N 1 cinghia dentata % N 2 sistemi di arresto delle ante (finecorsa)% N 2 etichette di segnalazione movimento ante le quali devono essere applicate al centro delle ante mobili

(Fig.1)Assicurarsi che i componenti sopra descritti siano presenti nella confezione e che lautomazione non abbia subito danni durante il trasporto. Qualora si presentassero delle anomalie vietato installare lautomazione ed obbligatorio richiedere lassistenza tecnica del rivenditore di fiducia .

ISTRUZIONI PER LINSTALLAZIONE E LUSO IT T120-T240

1 Anta con apertura verso destra

1 Anta con apertura verso sinistra

2 Ante

Fig. 2

2.5 MODELLI

Sono disponibili due modelli di automazione (Fig.2) :

% automazione a 2 ante la quale permette ad una coppia di ante di scorrere simultaneamente in direzione opposta;

% automazione ad 1 anta la quale permette ad una singola anta di scorrere in una sola direzione con senso di apertura verso destra o verso sinistra (prendendo come riferimento la vista frontale dellautomazione);

7

Fig. 1

ISTRUZIONI PER LINSTALLAZIONE E LUSO IT T120-T2408

Fig. 3

25

VPA

25

S1 S1

VL

LALASA SA

VL

LTR

LT

A

DOPPIA ANTA

Conoscendo VL: Formule per il calcolo di VPA,LT,LTR, LA ed A [mm]

Anta doppia: VPA = VL - (S1x2) .............. Vano passaggio netto. (Se: S1=0 VPA=VL) LT = LTR + 226 ..................... Lunghezza dell'automazionePer VPA >1200 LTR = (VPA + S1+ SA) x 2 ... Lunghezza della traversaPer VPA

ISTRUZIONI PER LINSTALLAZIONE E LUSO IT T120-T2409

VL Vano luce lordo SA Sormonto dell'anta rispetto alla parte fissa (muro)

VPA Vano passaggio netto SC Sormonto dell'anta in chiusura(monoanta)

rispetto alla parte fissa (muro)

LA Larghezza dellanta LT Lunghezza dell'automazione

S1 Franco di sicurezza (1) LTR Lunghezza della traversa

A Lunghezza cassonetto copertura

(1)= franco di sicurezza anti cesoiamento/convogliamento vedere normativa UNI EN 16005 Paragrafo 4.6.2.1 e Paragrafo 4.6.2.2

LTR

LT

A

Fig. 4 MONO ANTA

VL

SCLA

SA

VL

VPA S1

25

Conoscendo VL: Formule per il calcolo di VPA, LT , LTR, LA ed A [mm]

Anta singola: VPA = VL - S1 ...................... Vano passaggio netto. (Se: S1=0 VPA=VL) LT = LTR + 226 ...... Lunghezza dell'automazione LTR = (VPA x 2) + (SCx2) + SA + S1...Lunghezza della traversa LA = VPA + SA + SC + S1 ......Larghezza dellanta A = LTR - 95 ....................... Lunghezza cassonetto copertura

LT Lunghezza dell'automazione

LTR Lunghezza della traversa

A Lunghezza cassonetto

copertura

Conoscendo LT: Formule per il calcolo di LTR, VPA, LA,A [mm]

Anta singola: LTR = LT - 226 ........ Lunghezza della traversa VPA = (LTR - SA - S1)/2 - SC .............. Vano passaggio netto. LA = VPA + SA + SC + S1 ......Larghezza dellanta A = LTR - 95 ....................... Lunghezza cassonetto copertura

2.6 VERIFICHE PRELIMINARI

Verificare che esista una predisposizione per: i cavi di alimentazione dell'automazione, il passaggio del cavo attraverso la parete al centro del vano luce "VL" per il sensore esterno e la tubazione per il cavo del selettore programmi. Se non presente predisporla e se presente verificare che ricada all'interno dell'automazione nell'area libera preposta. L'area libera all'interno dell'automazione dove possibile entrare con i cavi quella riportata in fig.5-6 .

Si consiglia di predisporre nella zona A di convergenza dei vari cavi una scatola di derivazione ad incasso con coperchio a filo muro, in questo modo sar possibile fare le varie derivazioni all'interno della scatola ed eseguire i fori per l'uscita dei cavi direttamente sul coperchio della scatola stessa.

ISTRUZIONI PER LINSTALLAZIONE E LUSO IT T120-T24010

A

A

A

Fig. 5

Fig. 6

90

22

14

14 22

90LTR

LTR

VL

LTR

37

CT

H

A-B

H

H .... Altezza di fissaggio automazioneCT ...Centro della traversa

Area Libera ingresso cavi Area Libera ingresso cavi

2.7 DESCRIZIONE DEI COMPONENTI E MISURE DI INGOMBRO

ISTRUZIONI PER LINSTALLAZIONE E LUSO IT T120-T24011

5

1

3 13

10

7 8

14

2

4

6

4

9

12

Fig. 7

1 -

2 -

3 -

4 -

5 -

6 -

8 -

Carrelli scorrimento ante

Rinvio cinghia

Finecorsa di arresto ante

Traversa principale

Staffe di trascinamento ante lunga

12 - Canalina portacavi

13 -

14 - Cinghia dentata di trasmissione

9 -

10 -

11a -

Elettroblocco

Staffa supporto copertura

Cassonetto di copertura

Gruppo motore con encoder T120 Tappo laterale

Modulo elettronica con trasformatore e batteria7 - Staffe di trascinamento ante corta

11b - Gruppo motore con encoder T240

11a

11b

Fig. 8

20 M

IN100

150

70

25 MIN

43 MAX

23

7.5

+/-

7.5

7

1.5

59

PROFILO COPERTURA CARRELLIOPTIONAL COD. 1P6905

A 61

ISTRUZIONI PER LINSTALLAZIONE E LUSO IT T120-T24012

A

IT INSTALLAZIONE 3

3.1 AVVERTENZE GENERALI

Linstallazione dellautomazione deve essere eseguita esclusivamente da personale tecnico competente e qualificato in possesso dei requisiti tecnico professionali previsti dalla legislazione vigente nel paese di installazione.

vietato installare lautomazione sulla parte esterna delledificio, soggetta agli agenti atmosferici (pioggia, neve, ecc...).

assolutamente vietata la messa in servizio dellautomazione in ambienti con atmosfera potenzialmente esplosiva.

Il vetro per le ante deve rispettare quanto prescritto nella Normativa (EN 16005 4.4.2 Materiali): Vetro temprato in conformit alla EN 12150_1; vetro stratificato in conformit a EN ISO 12543-1 e EN ISO 12543-2.

Durante l'installazione della porta verificare che gli eventuali rischi durante il movimento di chiusura e/o apertura della porta siano evitati e/o protetti in conformit a quanto richiesto dalla norma EN 16005 al punto 4.6.21 per il movimento di apertura e al punto 4.6.2.2 per il movimento di chiusura. La protezione del bordo primario di chiusura deve tenere conto della tipologia di utilizzatori della porta (vedi EN 16005, 4.6.2.2).

Le forze sviluppate dal sistema completo durante il funzionamento devono rispettare le norme vigenti nel paese di installazione; qualora non fosse possibile, proteggere e segnalare mediante appositi dispositivi elettronici di sicurezza le zone interessate dalle forze stesse.

Prima di procedere allinstallazione dellautomazione obbligatorio verificare che la struttura da automatizzare sia stabile, robusta ed atta a sopportare il peso dellautomazione e, se necessario, renderla tale. Topp Srl non responsabile n dellinnosservanza della Buona Tecnica nella costruzione degli infissi da motorizzare, n delle eventuali deformazioni che dovessero presentarsi dallutilizzo dellapparecchio.

3.2 MONTAGGIO DELLA TRAVERSA

Aprire l'imballo ed estrarre la traversa, verificare che durante il trasporto non abbia subito dei danni. Segnare sulla traversa la misura a cui deve essere tagliata; questa misura si calcola in base alle formule , vedere Cap. 2.5.

Dopo averla tagliata eliminare eventuali bave presenti e segnare a met della lunghezza il centro della traversa. Partendo dal centro eseguire dei fori da 6,5mm, o in alternativa di diametro adatto alle viti che si intendono utilizzare per fissarla al muro, ad una distanza di 300 mm uno dall'altro fino ad arrivare alle due estremit. Nel caso l'ultimo foro risultasse ad una distanza maggiore di 100mm dalle estremit eseguire un ulteriore foro di fissaggio a 100 mm.

Sulla superficie da forare presente per tutta la lunghezza un segno di riferimento per la foratura Fig. 9.

Dopo aver eseguito la foratura necessario pulire accuratamente la traversa in modo da eliminare qualsiasi residuo.

Attenzione: Prima di montare la traversa verificare che i fori e le tubazioni necessarie al passaggio dei cavi di alimentazione e degli accessori di comando e/o sicurezza siano presenti e correttamente posizionati, in alternativa predisporre l'occorrente come da fig.5-6.

3.1 AVVERTENZE GENERALI

3.2 MONTAGGIO DELLA TRAVERSA

Fig. 9

LTR

300 300

6.5

100 100= =

ISTRUZIONI PER LINSTALLAZIONE E LUSO IT T120-T24013

(Modello 2 Ante)

Per montare la traversa procedere nel seguente modo:

Segnare sul la superf ic ie dove verr f issata l'automazione il centro del vano luce VL che corrisponder al centro della traversa CT Fig. 10.

Prendendo come riferimento le quote riportate in Fig. 8 calcolare la posizione "H" in altezza a cui si desidera fissare l'automazione e segnare, sulla riga "CT" precedentemente tracciata, il punto in cui andr fatto il primo foro di fissaggio della traversa Fig. 10. Questa misura pu dipendere sia dal tipo di anta che si intende montare sia dall'effetto estetico che si desidera ottenere ad ante aperte o chiuse. Qualora si disponesse gi delle ante che andranno installate, calcolare l'altezza tenendo presente l'altezza totale dell'anta, compresi eventuali adattatori per il fissaggio al carrello, pi circa 7mm di aria tra pavimento e anta.

Attenzione: la regolazione in altezza massima delle ante di 7,5mm verso l'alto o verso il basso rispetto alla quota di fissaggio al carrello riportata in Fig.8.

Qualora il pavimento non fosse perfettamente piano, determinare la posizione di fissaggio in altezza "H" prendendo come riferimento il punto pi del elevatopavimento stesso nella zona di scorrimento delle ante.

Fissare la traversa alla parete iniziando dal foro centrale presente sulla traversa stessa Fig. 11.

A t t e n z i o n e : P e r i l f i s s a g g i o v a l u t a r e preventivamente a seconda del tipo di supporto parete presente quale tipo di viti e/o tasselli adottare per garantire un fissaggio stabile, sicuro ed a regola d'arte. Qualora fosse necessario utilizzare tasselli o altro sistema di fissaggio che richieda la foratura del muro necessario agire in questo modo: eseguire il primo foro centrale, pulire il foro e l'area circostante prima di montare la traversa, fissare la traversa al muro tramite vite e/o tassello adatto inserito nel foro appena fatto.

Attenzione: verificare che per tutta la larghezza dell'automazione il muro non presenti sporgenze o vuoti, eventualmente provvedere ad eliminare eventuali sporgenze e/o inserire degli spessori per colmare i vuoti presenti.

Tracciare ora con una matita gli altri fori avendo Fig.12l'accortezza di mantenere la traversa perfettamente orizzontale e/o parallela al pavimento, dopo aver segnato i fori smontare la traversa ed eseguire i fori sul supporto soffiare e pulire bene il tutto e poi parete,montare la traversa iniziando sempre il fissaggio dal foro centrale spostandosi poi di foro in foro verso le estremit verificando costantemente che la traversa rimanga perfettamente orizzontale e/o parallela al pavimento.

D

Fig. 10

Fig. 12Fig. 12

ISTRUZIONI PER LINSTALLAZIONE E LUSO IT T120-T24014

VL

= =

H

CT

H

CT

Fig.Fig. 11

(Modello 1 Anta)

Per montare la traversa procedere nel seguente modo:

Segnare sul la superf ic ie dove verr f issata

l'automazione il centro della traversa "CT" che

corrisponder:

-sul muro, lato sinistro del vano passaggio per

applicazioni ad 1 anta con apertura verso sinistra

Fig.14;

-sul muro, lato destro del vano passaggio per

applicazioni ad 1 anta con apertura verso destra Fig.14;

Prendendo come riferimento le quote riportate in Fig. 8

calcolare la posizione "H" in altezza a cui si desidera

fissare l'automazione e segnare, sulla riga "CT"

precedentemente tracciata, il punto in cui andr fatto il

primo foro di fissaggio della traversa Fig. 14. Questa

misura pu dipendere sia dal tipo di anta che si intende

montare sia dall'effetto estetico che si desidera ottenere

ad ante aperte o chiuse. Qualora si disponesse gi delle

ante che andranno installate, calcolare l'altezza

tenendo presente l'altezza totale dell'anta, compresi

eventuali adattatori per il fissaggio al carrello, pi circa

7mm di aria tra pavimento e anta.

Attenzione: la regolazione in altezza massima delle

ante di 7,5mm verso l'alto o verso il basso rispetto

alla quota di fissaggio al carrello riportata in Fig.8.

Attenzione: Mai per nessun motivo eseguire i fori con la traversa montata.

Attenzione: Se si intende utilizzare delle viti auto-perforanti e quindi non si necessita della foratura, si raccomanda di prestare la massima attenzione in fase di inserimento e fissaggio delle viti non cos da danneggiare la guida di scorrimento dei carrelli, utilizzare quindi utensili che non vadano a toccare la superficie di scorrimento oppure proteggerla in maniera adeguata, Fig. 13.

Attenzione: se durante l'installazione si dovesse rovinare la guida di scorrimento necessario sostituire la traversa completa.

Dopo aver fissato la traversa al muro pulirla accuratamente con Diluente al nitro o Alcool denaturato, e liminando qualsiasi residuo di foratura o sporco. Verificare passando con una mano sulla guida di scorrimento che risulti perfettamente liscia e pulita.

Fig. 13

ISTRUZIONI PER LINSTALLAZIONE E LUSO IT T120-T24015

Fig. 14

VL VL

HH

SX DX

CT CT

Qualora il pavimento non fosse perfettamente piano,

determinare la posizione di fissaggio in altezza "H"

prendendo come riferimento il punto pi del elevato

pavimento stesso nella zona di scorrimento delle ante.

Fissare la traversa alla parete iniziando dal foro

centrale presente sulla traversa stessa Fig. 15.

A t t e n z i o n e : P e r i l f i s s a g g i o v a l u t a r e

preventivamente a seconda del tipo di supporto

parete presente quale tipo di viti e/o tasselli

adottare per garantire un fissaggio stabile, sicuro

ed a regola d'arte. Qualora fosse necessario utilizzare

tasselli o altro sistema di fissaggio che richieda la

foratura del muro necessario agire in questo modo:

eseguire il primo foro centrale, pulire il foro e l'area

circostante prima di montare la traversa, fissare la

traversa al muro tramite vite e/o tassello adatto inserito

nel foro appena fatto.

Attenzione: verificare che per tutta la larghezza

dell'automazione il muro non presenti sporgenze o

vuoti, eventualmente provvedere ad eliminare

eventuali sporgenze e/o inserire degli spessori per

colmare i vuoti presenti.

Tracciare ora con una matita gli altri fori avendo l'accortezza di mantenere la traversa perfettamente Fig. 12

orizzontale e/o parallela al pavimento, dopo aver segnato i fori smontare la traversa ed eseguire i fori sul supporto

parete, soffiare e pulire bene il tutto e poi montare la traversa iniziando sempre il fissaggio dal foro centrale

spostandosi poi di foro in foro verso le estremit verificando costantemente che la traversa rimanga perfettamente

orizzontale e/o parallela al pavimento.

Attenzione: Mai per nessun motivo eseguire i fori con la traversa montata.

Attenzione: Se si intende utilizzare delle viti auto-perforanti e quindi non si necessita della foratura, si

raccomanda di prestare la massima attenzione in fase di inserimento e fissaggio delle viti cos da non

danneggiare la guida di scorrimento dei carrelli, utilizzare quindi utensili che non vadano a toccare la

guida di scorrimento oppure proteggerla in maniera adeguata, Fig. 13.

Attenzione: se durante l'installazione si dovesse rovinare la guida di scorrimento necessario sostituire

la traversa completa.

Dopo aver fissato la traversa al muro pulirla accuratamente con Diluente al nitro o Alcool eliminando qualsiasi

residuo di foratura o sporco. Verificare passando con una mano sulla guida di scorrimento che risulti

perfettamente liscia e pulita.

FERRO 2 mm (con spessore inferiore usare rivetti filettati)

3 mm (con spessore inferiore usare rivetti filettati)

100 mm

50 mm

Spessore minimoMateriali della superficie di fissaggio

ALLUMINIO

LEGNO MASSICCIO

CEMENTO ARMATO

110 mm (con spessore inferiore usare tasselli chimici)CEMENTO CON FORATO

ISTRUZIONI PER LINSTALLAZIONE E LUSO IT T120-T24016

H

CT

Fig. 15

Tagliare il profilo "PC" alla lunghezza risultante dalla dalla formula in Fig.16. Qualora fosse necessario

comunque sempre possibile accorciare il profilo "PC".

Attenzione: per garantire la stabilit delle ante si consiglia di non superare con l'asse della ruota "X" il

limite "Y" che identifica un terzo della larghezza dell'anta.

3.3 ASSEMBLAGGIO DEI CARRELLI

Fig. 16

PC=LA-300

LA

150 150

Y=1/3 LA

PC

X X

Y Y

ISTRUZIONI PER LINSTALLAZIONE E LUSO IT T120-T24017

DOPPIA ANTA

250 200PC=LA-450

LA

Y=1/3 LA Y=1/3 LA

X X

PC

MONO ANTA

Inserire i carrelli sul profilo "PC" e fissare i grani "GR".

Nel caso fosse presente spazio a sufficienza ad almeno uno dei lati della traversa possibile inserire i carrelli cos

assemblati direttamente sulla traversa Fig.17

Nel caso nessuno dei due lati della traversa fosse libero per inserire il carrello assemblato procedere smontando

le ruote "RC", Fig. 18. Inserire le ruote "RC" sulla traversa precedentemente installata inserendole dai lati ed

orientate come in fig. 18. Fissare i carrelli alle ruote bloccando bene le viti di fissaggio "VC". Fig.19.

Montaggio ante sui carrelli

Montare sulle ante le viti di fissaggio dei carrelli "VA" ed agganciare le ante ai carrelli prestando attenzione che

l'assieme carrelli sia centrato all'anta Fig. 16.

Attenzione: per poter fissare i carrelli alle ante e poterli poi regolare le viti "VA" devono essere a testa

esagonale e di lunghezza adeguata al sistema di aggancio utilizzato. In Fig. 19 si vede il sistema di

aggancio per i nostri profili P45.

Attenzione: arrivati a questo punto necessario montare provvisoriamente sulla traversa i finecorsa

"FC" di arresto delle ante in modo da impedirne lo sfilamento che potrebbe generare una condizione di

pericolo. Fig. 19

ISTRUZIONI PER LINSTALLAZIONE E LUSO IT T120-T24018

Fig. 17

PC

RC

RC

GR

GR

Fig. 18

RCRC

ISTRUZIONI PER LINSTALLAZIONE E LUSO IT T120-T24019

Fig. 19

VC

VC

FC

VA

VA

GF

3.4 REGOLAZIONE DELLE ANTE SCORREVOLI

Le regolazioni disponibili per ciascuna anta sono: in altezza per mezzo dei dadi di regolazione "DR" ed in profondit per mezzo delle viti "VA" Fig. 20.

Regolazione in altezza:

Si inizia regolando le ante in altezza in modo da garantire uno spazio tra la parte inferiore dell'anta ed il punto piu' elevato del pavimento di circa 5-7mm. La possibilit di regolare in maniera indipendente l'altezza delle ruote del carrello di ogni anta permette di registrare la perpendicolarit delle ante rispetto al pavimento ed il parallelismo tra le due ante. Per eseguire queste regolazioni necessario allentare per mezzo di una chiave fissa da 10 le viti di fissaggio in altezza dei carrelli "VF1" e sempre con la stessa chiave andare ad agire sui dadi di regolazione "DR".

Dopo aver registrato l'altezza delle ante fissare le viti "VF1".

Regolazione in profondit:

Allentare leggermente le viti "VA" e regolare le ante parallele ed alla distanza desiderata rispetto al muro.

Attenzione: la distanza delle ante dal muro in alcuni paesi regolata da precise normative al fine di ridurre al minimo i rischi di cesoiamento e trascinamento, per la comunit europea fare riferimento a quanto richiesto dalla norma EN16005.

Dopo aver eseguito queste regolazioni fissare le viti "VA".

Montare a pavimento l'apposito pattino di scorrimento adatto al tipo di serramento installato prestando attenzione che l'anta rimanga parallela al muro per tutta la sua altezza.

Completata la regolazione delle ante e fissati i pattini verificare muovendo le ante a mano che scorrano liberamente per tutta la lunghezza dell'automazione e che non escano mai dal pattino a pavimento ne a completa apertura ne a completa chiusura se necessario registrare i finecorsa "FC". Verificare di aver fissato tutte le viti dei carrelli.

Fig. 20

ISTRUZIONI PER LINSTALLAZIONE E LUSO IT T120-T24020

VA

VA

DR

DR

VA

VF1

DR

Prima di montare il modulo motore, il rinvio cinghia e la cinghia sulla traversa, assicurarsi che i carrelli e le ante siano definitivamente regolati.

Montaggio del modulo elettrico e modulo motore

Inserire sulla traversa nr. 3 dadi quadri in dotazione e posizionarli alle misure segnate come in Fig. 21, sul dado posizionato a 180mm andr fissato il modulo elettrico mentre sugli altri due andr fissato il gruppo motore.

Fig.22- Smontare dal modulo elettrico il carter di copertura sganciando prima la parte inferiore e sollevando a mano, prima nella posizione indicata rif .1 e poi ai lati rif.2-3 e poi sfilandolo rif.4 tenendolo leggermente aperto con le mani rif.5.

Agganciare i l modulo elettr ico al la traversa agganciandolo prima sopra Fig. 23_rif.1 e poi abbassandolo fino a farlo scattare in posizione. Fig. 23_rif.2. Verificare che il modulo sia in appoggio di testa sulla traversa quindi con chiave a brugola da 5mm fissare la vite "VE" di fissaggio Fig. 24.

Sempre con la chiave a brugola da 5mm fissare alla traversa le due viti "VM" del modulo motore Fig. 25, posizionandolo alla quota "A" riportata a Tab.2.

3.5 MONTAGGIO MODULO ELETTRONICA, MODULO MOTORE, RINVIO CINGHIA E CINGHIA.

Fig. 21

180380

450

ISTRUZIONI PER LINSTALLAZIONE E LUSO IT T120-T24021

Fig. 24

VE

1

2

Fig. 23Fig. 22

2

3

1

4

5

4

180

ISTRUZIONI PER LINSTALLAZIONE E LUSO IT T120-T240

Fig. 25

C

VMVM

22

BC

E

DOPPIA ANTA MONO ANTA

D = lunghezza cinghia E = interasse tra le puleggeD = (E x 2)+200E = (D -200)/2

VPA B C D

1000 450 440 3190

1100 450 490 3490

1200 450 440 3590

1300 450 490 3890

1400 450 540 4190

1500 450 590 4490

1600 450 640 4790

1700 450 690 5090

1800 450 740 5390

1900 450 790 5690

2000 450 840 5990

2100 450 890 6290

2200 450 940 6590

2300 450 990 6890

2400 450 1040 7190

2500 450 1090 7490

2600 450 1140 7790

2700 450 1190 8090

2800 450 1240 8390

VPA = VANO PASSAGGIO

B = POSIZIONE MOTORE

C = POSIZIONE RINVIO CINGHIA

D = LUNGHEZZA CINGHIA

VPA B C D

800 450 150 2608

900 450 150 3008

1000 450 150 3408

1100 450 150 3808

1200 450 150 4208

1300 450 150 4608

1400 450 150 5008

1500 450 150 5408

1600 450 150 5808

1700 450 150 6208

1800 450 150 6608

1900 450 150 7008

2000 450 150 7408

2100 450 150 7808

2200 450 150 8208

2300 450 150 8608

2400 450 150 9008

2500 450 150 9408

2600 450 150 9808

2700 450 150 10208

2800 450 150 10608

VPA = VANO PASSAGGIO

B = POSIZIONE MOTORE

C = POSIZIONE RINVIO CINGHIA

D = LUNGHEZZA CINGHIA

Tab. 2

Fig. 26

B

ISTRUZIONI PER LINSTALLAZIONE E LUSO IT T120-T240

Fig. 27

S1

S2

VS

23

Montaggio del gruppo rinvio cinghia e della cinghia

Inserire dal lato opposto della traversa il gruppo rinvio cinghia assemblato come Fig. 26, e posizionarlo alla quota "B" riportata dalla tabella "Tab.2".

Per porte a doppia anta:

Montare sui carrelli delle ante le due staffe di trascinamento "S1" (lunga) e "S2" (corta) e fissare le viti "VS". Fig. 27.

Per porte ad anta singola con apertura verso sinistra:

Montare sul carrello dell'anta solo la staffa di trascinamento "S2" (corta) e fissare le viti "VS". Fig. 28

Per porte ad anta singola con apertura verso destra:

Montare sul carrello dell'anta solo la staffa di trascinamento "S1" (lunga) e fissare le viti "VS". Fig. 28

Fig. 28

S1

S2

VS

VSC

S3S2

S1

S3

VSC

ISTRUZIONI PER LINSTALLAZIONE E LUSO IT T120-T240

Fig. 29

24

Con le ante in posizione di chiuso far passare la cinghia sulla puleggia del motore e su quella del rinvio, far coincidere un estremo della cinghia al centro della staffa di trascinamento "S1" in caso di una sola anta con apertura verso destra o al centro della staffa "S2" in caso di una sola anta con apertura verso sinistra, sovrapporre l'altro estremo della cinghia e segnare il punto in cui andr tagliata Fig. 29. Tagliare la cinghia e fissare i due estremi per mezzo della staffa "S3" fissando le viti "VSC" Fig. 28.

Nel caso si tratti di una porta a doppia anta agganciare la cinghia anche all'altra staffa di trascinamento sempre tramite l'altra staffa "S3".

Attenzione per il fissaggio della cinghia sulla seconda staffa, per porte a doppia anta, non bisogna tagliare nuovamente la cinghia!

VRC

SR

VRFig. 30

Fig. 31

MIN

5m

m

MA

X 1

0m

m

Eseguire i collegamenti elettrici rispettando le istruzioni presenti su questo manuale, installare tutti i dispositivi di sicurezza e comando. Durante il cablaggio avere cura di far passare in maniera ordinata i vari cavi negli appositi vani, in caso contrario si potrebbero creare in seguito delle difficolt nel montaggio del cassonetto di copertura.

ISTRUZIONI PER LINSTALLAZIONE E LUSO IT T120-T24025

Regolazione della cinghia

Con la cinghia montata posizionare la staffa di fissaggio del rinvio cinghia "SR" con le viti "VRC" alla fine delle

asole di regolazione Fig. 30 e fissare le viti "VR".

Utilizzando un cacciavite fare leva nelle apposite feritoie in modo da portare in tensione la cinghia. Raggiunta la

tensione desiderata fissare le viti "VRC" facendo attenzione che la staffa del rinvio cinghia rimanga parallela alla

traversa.

Per una corretta tensione della cinghia verificare a met tra le due pulegge ad ante aperte che premendo tra

pollice ed indice i due rami della cinghia e verificare che senza esagerare con la pressione tra i due rimanga uno

spazio tra 5 e 10 millimetri Fig. 31.

Dopo avere eseguito la regolazione della tensione della cinghia verificare la corretta apertura e chiusura manuale

delle ante che non devono presentare attriti o impuntamenti durante il movimento. Nel caso le ante non

chiudessero o aprissero bene registrare il fissaggio delle ante sulla cinghia spostando le staffe "S3".

3.7 MONTAGGIO CASSONETTO DI COPERTURA

Estrarre il cassonetto dall'imballo, prima di aprirlo necessario

tagliarlo a misura Fig.32 secondo le misure riportate nelle Fig.3

e Fig.4.

Pulire bene il tutto eliminando i residui del taglio quindi aprire le

due parti in PVC come mostrato in Fig. 33. Le due parti aperte

sono in posizione quando si sente un clic, significa che sono

correttamente agganciate al profilo di alluminio. Verificare il

corretto aggancio per tutta la lunghezza. Se correttamente

agganciato le due parti in PVC devono formare un angolo retto

o leggermente aperto rispetto al profilo in alluminio e non

devono tendere a chiudersi.

Sollevare il cassonetto prendendolo al centro e avvicinarlo

all'automazione con un inclinazione di circa 30 appoggiandolo

prima nella parte sopra. Fig.34- 35. Eseguire una rotazione del

cassonetto in modo da portarlo parallelo all'automazione quindi

mantenendo leggermente aperto il profilo inferiore in PVC

Fig.36 inserire il cassonetto avendo cura di verificare che sia

inserito correttamente. Spostarsi alle estremit del cassonetto e mantenendolo leggermente sollevato inserirlo

completamente fino all'aggancio del profilo inferiore. Ripetere l'operazione dalla parte opposta.

Attenzione: durante l'inserimento verificare che non ci siano cavi o altri impedimenti che impediscano il

corretto inserimento del cassonetto.

ISTRUZIONI PER LINSTALLAZIONE E LUSO IT T120-T24026

Fig. 32

Fig. 33

90

click!

90

L'accessorio EB6 elettroblocco permette di bloccare la porta in posizione di chiusura. L'apparecchio EB6 dotato di sblocco d'emergenza (a filo) incluso nella confezione. Il sistema blocco ante elettromeccanico non da considerarsi come dispositivo di protezione antieffrazione.

BLOCCO ANTE con sblocco manuale 3.6

ManualeSblocco

Fig. 34

Fig. 35

Fig. 36

30

30

ISTRUZIONI PER LINSTALLAZIONE E LUSO IT T120-T24027

4.1 AVVERTENZE GENERALI

IT IL COLLEGAMENTO ELETTRICO 4

Il collegamento elettrico dellautomazione deve essere eseguito esclusivamente da personale

tecnico competente e qualificato in possesso dei requisiti tecnico professionali previsti dalla

legislazione vigente nel paese di installazione che rilascia al cliente la dichiarazione di conformit

del collegamento e/o dellimpianto realizzato.

& Qualsiasi tipo di materiale elettrico (spina, cavo, morsetti, ecc...) utilizzato per il collegamento deve essere

idoneo allimpiego, marcato CE e conforme ai requisiti previsti dalla legislazione vigente nel paese di

installazione. Per i cablaggi, usare cavi in doppio isolamento sino alle immediate vicinanze dei connettori.

La linea di alimentazione elettrica a cui viene collegato lautomazione deve essere conforme ai

requisiti previsti dalla legislazione vigente nel paese di installazione, soddisfare le caratteristiche

tecniche riportate nella tab. 1 e nella targa dati e marcatura CE.

La rete di alimentazione alla quale verr collegato l'apparecchio deve essere provvista di

interruttore magnetotermico onnipolare differenziale 30mA con distanza di apertura dei contatti di

almeno 3mm. Tali dispositivi devono essere previsti nella rete di alimentazione conformemente ai

requisiti previsti dalla legislazione vigente nel paese di installazione.

& Linstallazione deve prevedere il cavo di terra pi lungo dei cavi di alimentazione affinch ,in caso di trazione, il

cavo di terra sia lultimo a tendersi.

& Come cavi di alimentazione, sono consigliati i seguenti tipi: H05VV-F 3X0.75, H05RN-F 3X0.75.

Per il cavo del selettore analogico si consiglia di utilizzare un multipolare 8 x 0.25 tipo LI-YY,per il selettore digitale

4x0.25 LI-YY ed eventuale schermatura per lunghezza cavi superiore ai 20mt.

& Prima di eseguire il collegamento elettrico dellautomazione verificare che il cavo di alimentazione elettrica non

sia danneggiato.

4.2 COLLEGAMENTO ELETTRICO

Verificare che a monte del cavo di alimentazione sia presente un interruttore magnetotermico onnipolare differenziale 30mA con distanza di apertura dei contatti di almeno 3mm e che sia in posizione di OFF.

Far passare il cavo di alimentazione della porta attraverso i fori predisposti vedi Fig.5, se l'ingresso previsto si trova dal lato della scheda elettronica sufficiente collegarlo alla presa di alimentazione in dotazione, se invece l'ingresso si trova dal lato opposto della porta, il cavo dovr essere fatto passare nella zona libera sopra la traversa Fig.3 e poi collegato alla presa in dotazione.

Non inserire la presa di alimentazione fino a completo collegamento di tutti i dispositivi.

Allo stesso modo del cavo di alimentazione far passare il cavo del selettore funzioni e del sensore di attivazione e/o sicurezza posto al centro del vano passaggio dalla parte opposta del muro su cui installata l'automazione, utilizzare per il passaggio sempre la parte libera sopra la traversa.

Per i sensori montati sul cassonetto di copertura dell'automazione invece far passare i cavi nell'apposita canalina portacavi presente all'interno dell'automazione.

Si consiglia di mantenere sempre i cavi leggermente pi lunghi del minimo necessario in modo da poter eseguire delle curve morbide ed ampie cos che i cavi stessi non risultino tesi.

Portare i cavi fino alla scheda elettronica ed eseguire i collegamenti necessari, disporre i cavi in maniera corretta ed ordinata utilizzando gli appositi fermi presenti sopra la scheda elettronica.

Fare attenzione che i cavi non superano il bordo dal filo superiore della traversa altrimenti potrebbero interferire con la chiusura del cassonetto di copertura. Eventualmente intervenire sistemandoli in modo che non sbordino.

ISTRUZIONI PER LINSTALLAZIONE E LUSO IT T120-T24028

4.3 SCHEDA ELETTRONICA

ISTRUZIONI PER LINSTALLAZIONE E LUSO IT T120-T24029

Fig. 37 1. Ingresso sensori ad infrarosso, sensori a microonde, fotocellule, sicurezze vano passaggio

2. Ingresso selettore di programma a manopola

3. Ingresso sicurezze laterali, antipanico, test sensori

4. Ingresso selettore digitale5. Ingresso lame daria,

lampada, selettore a chiave, Sup. Elettroblocco, antincendio

6. Ingresso batterie di emergenza

7. Ingresso motoriduttore8. Elettroblocco EB6 - buzzer 9. Non utilizzato10. Ingresso trasformatore11. Display luminoso12. Ingresso cavo encoder13. Tasto DOWN14. Tasto ENTER

24V GND SIGNAL A GND (shield) SIGNAL B

* Unregolated

1 9 17 252 10 18 26 3 11 19 274 12 20 285 13 21 296 14 22 307 15 23 318 16 24 32

Ds2R

Ds3

Ds4

10

53

12

4

12

PC

1411

13

6

7

NON U

TILIZZ

ARE

Nero

Rosso

Nero

Rosso

MOTORE

Batteri

a

1. Antincendio2. Supervisione

3. Chiave chiude4. Chiave apre5. Luce led6. Lame aria7. GND8. 24V*

17. Sic. interna18. Radar interno

19. GND20. GND21. Sic. Esterna22. Radar esterno23. GND24. 24V

25. Reset (Near)26. Aperto

27. Parziale28. Sola uscita29. Sola entrata30. Chiuso31. GND32. 24V

9. Test+10. Test+

11. GND12. Antipanico13. Sic. Laterale 214. Sic. Laterale 115. GND16. 24V

Elettroblocco

21

on

off

21

on

off

Dip-Switch

T120

Dip-Switch

T240

89

SCHEMA COLLEGAMENTI ELETTRICI4.4

Fig. 38S

TA

RT

n.2

Senso

ri

attiv

azi

one

n.1

S. A

ttiv

azi

one/s

ic.

+n.1

S. A

ttiv

azi

one

+ f

oto

cellu

le

n.2

S. A

ttiv

azi

on

e/s

ic+

n.1

Se

nso

re L

ate

rale

n.1

S. A

ttiv

azi

on

e/s

ic.

+

n.1

S. A

ttiv

azi

on

e

+

n.2

Senso

ri L

ate

rali

+ F

oto

cellu

le

n.2

S. A

ttiv

azi

on

e/s

ic

+n

.2 S

en

sori L

ate

rali

SE

NZ

A

LA

TE

RA

LI

n.2

S. A

ttiv

azi

on

e+

n

.1 S

en

sore

La

tera

le+

Fo

toce

llule

n.2

S. A

ttiv

azi

on

e

+

n.2

Se

nso

ri L

ate

rali

+ F

oto

cellu

le

n.2

S.

Vano P

ass

aggio

+n.1

Senso

re L

ate

rale

n.2

Senso

ri V

ano

Pass

aggio

n.2

S.

Vano

pa

ssa

gg

io +

n.2

Senso

ri L

ate

rali

n.1

S. A

ttiv

azi

on

e/s

ic

+n.1

S. A

ttiv

azi

one

+n

.1 S

en

sori L

ate

rale

+ F

oto

cellu

le

SO

LO

AT

TIV

AZ

ION

E

CO

N

LA

TE

RA

LI

AT

TIV

AZ

ION

E C

ON

S

EN

SO

RI

DI

SIC

UR

EZ

ZA

AT

TIV

AZ

ION

E C

ON

S

EN

SO

RI

DI

SIC

UR

EZ

ZA

M

ON

ITO

RA

TI

n.2

Senso

ri

attiv

azi

one/s

ic.

n.2

S. A

ttiv

azi

one

+F

oto

cellu

le

AM

C

DE

GI

FH

N

B

L

O

Opte

xH

otr

on

Mo

Mh

Opte

xH

otr

on

No

Nh

Opte

xH

otr

on

Oo

Oh

ISTRUZIONI PER LINSTALLAZIONE E LUSO IT T120-T24030

Dal men del selettore digitale impostare: PARAMETRI>PAR.VARI> logica sicurezza: N.C. SENZA TESTOppure dalla scheda impostare: PARAMETRO 9 con punto

Fig. B

Dal men del sel. digitale impostare: PARAMETRI>PAR.VARI>logica sicurezza: N.C. SENZA TEST Oppure dalla scheda impostare: PARAMETRO 9 con punto

4.5 COLLEGAMENTO SENSORI DI RILEVAMENTO

Dal men del sel. digitale impostare: PARAMETRI>PAR.VARI>logica sicurezza: N.C. SENZA TEST Oppure dalla scheda impostare: PARAMETRO 9 con punto

GND

+24V

IS1 S

EN

SO

RE

AT

TIV

. E

ST

ER

NO

grigiogrigiogrigiogrigiogrigiogrigio

biancobiancobianco

grigiogrigiogrigiogrigiogrigiogrigio

ATTIVAZIONE

N.O.

GND

+24V

COM

Is1

SE

NS

OR

E A

TT

IV.

IN

TE

RN

O

ATTIVAZIONE

N.O.

COMbiancobiancobianco

GND

+24V

biancobiancobianco

grigiogrigiogrigiogrigiogrigiogrigio

ATTIVAZIONE

N.O.

GND

+24V

COM

ATTIVAZIONE

N.O.

COMbiancobiancobianco

N.C. SIC

COM. SIC

NO ATT.

COM. ATT.

GND

+24V

verde/neroverde/neroverde/nero

bianco/nerobianco/nerobianco/nero

giallogiallogiallo

biancobiancobiancogrigiogrigiogrigio

grigiogrigiogrigio

IS2 S

. A

TT

IV./S

IC. IN

TE

RN

OIS

2 S

. A

TT

IV./S

IC. E

ST

ER

NO

17

18

19

20

23

24

12-13-14-15-

17-18-19-20-21-22-23-24-

12-13-14-15-

17-18-19-20-21-22-23-24-

Fig. AFig. A

ISTRUZIONI PER LINSTALLAZIONE E LUSO IT T120-T24031

17 18 19 20 21 22 23 24

12 13 14 15

giallogiallogiallo

18 2024 23

giallogiallogiallo

giallogiallogiallo

18 2024 23

giallogiallogiallo

2020

2222

17 18 19 20 21 22 23 24

12 13 14 15

N.C. SIC

COM. SIC

NO ATT.

COM. ATT.

GND

+24V

verde/neroverde/neroverde/nero

bianco/nerobianco/nerobianco/nero

giallogiallogiallobiancobiancobiancogrigiogrigiogrigiogrigiogrigiogrigio

19

20

21

22

23

24

grigiogrigiogrigiogrigiogrigiogrigio

2323

2424

RX

1R

X1

RX

1C

OM

RX

CO

M R

XC

OM

RX

RX

2R

X2

RX

2T

ES

T -

TE

ST

-T

ES

T -

TE

ST

+T

ES

T +

TE

ST

+T

X1

TX

1T

X1

CO

M T

XC

OM

TX

CO

M T

X

OU

TO

UT

OU

TO

UT

OU

TO

UT

SCHEDA FOTOCELLULE F1 - F2

RX

1R

X1

RX

1C

OM

RX

CO

M R

XC

OM

RX

RX

2R

X2

RX

2

TX

1T

X1

TX

1

RX1RX1RX1 RX2RX2RX2

TX1TX1TX1 TX2TX2TX2

rossorossorosso

RX1 - TX1 = Primo RaggioRX2 - TX2 = Secondo Raggio

biancobiancobianco

biancobiancobianco

TE

ST

+T

ES

T +

TE

ST

+

OU

TO

UT

OU

T

GN

DG

ND

GN

D

TE

ST

-T

ES

T -

TE

ST

-

OU

TO

UT

OU

T

CO

M T

XC

OM

TX

CO

M T

X

rossorossorosso

Tx2

Tx2

Tx2

24V24V24V

ATTIVAZIONE

GND

+24V

N.O.

COM

ATTIVAZIONE

GND

+24V

N.O.

COMbiancobiancobianco

grigiogrigiogrigio

grigiogrigiogrigio

giallogiallogiallobiancobiancobianco

grigiogrigiogrigiogrigiogrigiogrigio

grigiogrigiogrigio

GNDGNDGND

IS1 S

. A

TT

IV. IN

TE

RN

OIS

1 S

. A

TT

IV. E

ST

ER

NO

18

20

23

24

23

24

20

9

24

15

23

19

21

21 19

9-

15-

18-19-20-21-22-23-24-

Dal men del selettore digitale impostare: PARAMETRI>PAR.VARI> logica sicurezza: N.C. CON TESTOppure dalla scheda impostare: PARAMETRO 9 senza punto

OU

TO

UT

OU

T

Fig. C

ISTRUZIONI PER LINSTALLAZIONE E LUSO IT T120-T24032

9 18 19 20 21 22 23 24

15

TE

ST-

TE

ST-

TE

ST-

TE

ST

+T

ES

T+

TE

ST

+

24V

24V

24V

OU

TO

UT

OU

T

18

22

23

20

giallogiallogiallo22

Dal men del selettore digitale impostare: PARAMETRI>PAR.VARI> logica sicurezza: N.C. SENZA TESTOppure dalla scheda impostare: PARAMETRO 9 con punto

ISTRUZIONI PER LINSTALLAZIONE E LUSO IT T120-T240

RX

1R

X1

RX

1C

OM

RX

CO

M R

XC

OM

RX

RX

2R

X2

RX

2T

ES

T -

TE

ST

-T

ES

T -

TE

ST

+T

ES

T +

TE

ST

+T

X1

TX

1T

X1

CO

M T

XC

OM

TX

CO

M T

X

OU

TO

UT

OU

TO

UT

OU

TO

UT

SCHEDA FOTOCELLULE F1 - F2

RX

1R

X1

RX

1C

OM

RX

CO

M R

XC

OM

RX

RX

2R

X2

RX

2

TX

1T

X1

TX

1

TX1TX1TX1 TX2TX2TX2

rossorossorosso

biancobiancobianco

TE

ST

+T

ES

T +

TE

ST

+

OU

TO

UT

OU

T

GN

DG

ND

GN

D

TE

ST

-T

ES

T -

TE

ST

-

CO

M T

XC

OM

TX

CO

M T

Xrossorossorosso

Tx2

Tx2

Tx2

24V24V24V

GNDGNDGND

OU

TO

UT

OU

T

biancobiancobianco

21 19

24

12-13-14-15-

17-18-19-20-21-22-23-24-

Fig. D

33

17 18 19 20 21 22 23 24

12 13 14 15

RX1RX1RX1 RX2RX2RX2

GND

+24V

COM

N.C.

GND

+24V

N.O.

COM

N.O.

COM

verde/neroverde/neroverde/nero

giallogiallogiallo

bianco/nerobianco/nerobianco/nero

biancobiancobianco

biancobiancobianco

giallogiallogiallo

grigiogrigiogrigio

grigiogrigiogrigio

grigiogrigiogrigioIS

1 S

EN

SO

RE

AT

TIV

.ES

TE

RN

OIS

2 S

EN

SO

RE

AT

TIV

./S

IC. IN

TE

RN

O

17

19

18

20

20

23

22

24

23

24 grigiogrigiogrigio

24V

24V

24V

OU

TO

UT

OU

T

OU

TO

UT

OU

T

11-12-13-14-15-16-

17-18-19-20-21-22-23-24-

Dal men del selettore digitale impostare: PARAMETRI>PAR.VARI> logica sicurezza: N.C. SENZA TESTOppure dalla scheda impostare: PARAMETRO 9 con punto

ISTRUZIONI PER LINSTALLAZIONE E LUSO IT T120-T240

Fig. E

34

17 18 19 20 21 22 23 24

11 12 13 14 15 16

GND

+24V

COM

N.C.

GND

+24V

N.O.

COM

N.O.

COM

ATT.

SIC.

ATT.

verde/neroverde/neroverde/nero

giallogiallogiallo

bianco/nerobianco/nerobianco/nero

biancobiancobianco

biancobiancobianco

giallogiallogiallo

grigiogrigiogrigio

grigiogrigiogrigio

grigiogrigiogrigio

TE

ST

-T

ES

T -

TE

ST

-

TX

1T

X1

TX

1

SC

HE

DA

FO

TO

CE

LLU

LE

F1 - F

2

RX

1R

X1

RX

1

CO

M R

XC

OM

RX

CO

M R

X

RX

2R

X2

RX

2

TX

1T

X1

TX

1

RX

1R

X1

RX

1R

X2

RX

2R

X2

TX

1T

X1

TX

1T

X2

TX

2T

X2

RX

1 -

TX

1 =

Prim

o R

ag

gio

RX

2 -

TX

2 =

Se

con

do

Ra

gg

io

TE

ST

+T

ES

T +

TE

ST

+

GN

DG

ND

GN

D

TE

ST

-T

ES

T -

TE

ST

-

CO

M T

XC

OM

TX

CO

M T

X

rossorossorosso

Tx2

Tx2

Tx2

24V24V24V

GNDGNDGND

24V24V24V

+24V

GND

COM

IS5 S

. LA

TE

RA

LE

1

+24V

GND

N.C.

COM

IS5 S

. LA

TE

RA

LE

2

IS2 S

EN

SO

RE

AT

TIV

./S

IC. IN

TE

RN

OIS

1 S

EN

SO

RE

AT

TIV

. E

ST

ER

NO

rossorossorosso

biancobiancobianco

biancobiancobianco

24

24

23

23

22

20

20

grigiogrigiogrigio

18

19

17

16

15

13

14

14

2423

15

16

15

15

16

13

N.C.

OU

TO

UT

OU

TO

UT

OU

TO

UT

1921

OU

TO

UT

OU

TO

UT

OU

TO

UT

Dal men del selettore digitale impostare: PARAMETRI>PAR.VARI> logica sicurezza: N.C. SENZA TESTOppure dalla scheda impostare: PARAMETRO 9 con punto

Fig. F

ISTRUZIONI PER LINSTALLAZIONE E LUSO IT T120-T24035

11-12-13-14-15-16-

17-18-19-20-21-22-23-24-

17 18 19 20 21 22 23 24

11 12 13 14 15 16

N.C

.N

.C.

N.C

.

24V24V24V

GN

DG

ND

GN

D

24V

GND

N.C.

COM

IS5 S

. LA

TE

RA

LE

14

15

16

N.C. SIC

COM. SIC

NO ATT.

COM. ATT.

GND

+24V

N.C. SIC

COM. SIC

NO ATT.

COM. ATT.

GND

+24V

verde/neroverde/neroverde/nero

bianco/nerobianco/nerobianco/nero

giallogiallogiallobiancobiancobiancogrigiogrigiogrigiogrigiogrigiogrigio

verde/neroverde/neroverde/nero

bianco/nerobianco/nerobianco/nero

giallogiallogiallo

biancobiancobiancogrigiogrigiogrigio

grigiogrigiogrigio

IS2

S. A

TT

IV./S

IC. IN

TE

RN

OIS

2 S

. AT

TIV

./SIC

. ES

TE

RN

O

17

18

19

19

20

20

21

22

23

23

24

24

G

ISTRUZIONI PER LINSTALLAZIONE E LUSO IT T120-T24036

111213141516-

1718192021222324

17 18 19 20 21 22 23 24

11 12 13 14 15 16

Dal men del selettore digitale impostare: PARAMETRI>PAR.VARI> logica sicurezza: N.C. SENZA TESTOppure dalla scheda impostare: PARAMETRO 9 con punto

Fig.

RX

1R

X1

RX

1C

OM

RX

CO

M R

XC

OM

RX

RX

2R

X2

RX

2T

ES

T -

TE

ST

-T

ES

T -

TE

ST

+T

ES

T +

TE

ST

+T

X1

TX

1T

X1

CO

M T

XC

OM

TX

CO

M T

X

OU

TO

UT

OU

TO

UT

OU

TO

UT

SCHEDA FOTOCELLULE F1 - F2

RX

1R

X1

RX

1C

OM

RX

CO

M R

XC

OM

RX

RX

2R

X2

RX

2

TX

1T

X1

TX

1

RX1RX1RX1 RX2RX2RX2

TX1TX1TX1 TX2TX2TX2

RX

1 -

TX

1 =

Prim

o R

aggio

RX

2 -

TX

2 =

Seco

ndo R

aggio

biancobiancobianco

biancobiancobianco

TE

ST

+T

ES

T +

TE

ST

+

OU

TO

UT

OU

T

GN

DG

ND

GN

D

TE

ST

-T

ES

T -

TE

ST

-

OU

TO

UT

OU

T

CO

M T

XC

OM

TX

CO

M T

Xrossorossorosso

Tx2

Tx2

Tx2

24V24V24V

ATTIVAZIONE

GND

+24V

N.O.

COM

ATTIVAZIONE

GND

+24V

N.O.

COMbiancobiancobianco

grigiogrigiogrigio

grigiogrigiogrigio

giallogiallogiallo

biancobiancobianco

grigiogrigiogrigiogrigiogrigiogrigio24V

GND

N.C.

COM

IS5 S

. LA

TE

RA

LE

IS1 S

EN

SO

RE

AT

TIV

. IN

TE

RN

OIS

1 S

EN

SO

RE

AT

TIV

. E

ST

ER

NO

rossorossorosso

18

19

20

21

23

23

23

24

24

24

20

14

15

16

24V

GN

DN

.C.

giallogiallogiallo22

Dal men del selettore digitale impostare: PARAMETRI>PAR.VARI> logica sicurezza: N.C. SENZA TESTOppure dalla scheda impostare: PARAMETRO 9 con punto

ISTRUZIONI PER LINSTALLAZIONE E LUSO IT T120-T240

24V

GND

N.C.

COM

24V

GND

N.C.

COM

IS5

S. LA

TE

RA

LE

2IS

5 S

. LA

TE

RA

LE

1

N.C. SIC

COM. SIC

NO ATT.

COM. ATT.

GND

+24V

N.C. SIC

COM. SIC

NO ATT.

COM. ATT.

GND

+24V

verde/neroverde/neroverde/nero

bianco/nerobianco/nerobianco/nero

giallogiallogiallobiancobiancobiancogrigiogrigiogrigiogrigiogrigiogrigio

verde/neroverde/neroverde/nero

bianco/nerobianco/nerobianco/nero

giallogiallogiallo

biancobiancobiancogrigiogrigiogrigio

grigiogrigiogrigio

IS2

S. A

TT

IV./

SIC

. IN

TE

RN

OIS

2 S

. A

TT

IV./

SIC

. E

ST

ER

NO

17

18

19

19

20

20

21

22

23

23

24

24

14

15

16

13

15

16

11-12-13-14-15-16-

17-18-19-20-21-22-23-24-

-

37

17 18 19 20 21 22 23 24

11 12 13 14 15 16

Fig. H

Dal men del selettore digitale impostare:PARAMETRI>PAR.VARI> logica sicurezza: N.C. SENZA TESTOppure dalla scheda impostare: PARAMETRO 9 con punto

Fig. I

ISTRUZIONI PER LINSTALLAZIONE E LUSO IT T120-T240

11-12-13-14-15-16-

17-18-19-20-21-22-23-24-

38

17 18 19 20 21 22 23 24

11 12 13 14 15 16

OU

TO

UT

OU

TO

UT

OU

TO

UT

SCHEDA FOTOCELLULE F1 - F2

RX

1R

X1

RX

1R

X2

RX

2R

X2

TX

1T

X1

TX

1T

X2

TX

2T

X2

RX

1 -

TX

1 =

Prim

o R

ag

gio

RX

2 -

TX

2 =

Se

con

do

Ra

gg

io

TE

ST

+T

ES

T +

TE

ST

+T

ES

T -

TE

ST

-T

ES

T -

OU

TO

UT

OU

T

CO

M T

XC

OM

TX

CO

M T

X

rossorossorosso

Tx2

Tx2

Tx2

24V24V24V

GNDGNDGND

24V24V24V

24V

GND

N.C.

COM

IS5 S

. LA

TE

RA

LE

24V

24V

24V

GN

DG

ND

GN

D N.C.N.C.N.C.

rossorossorosso

biancobiancobianco

biancobiancobianco

GND

+24V

COM

N.C.

GND

+24V

N.O.

COM

N.O.

COM

ATT.

SIC.

ATT.

verde/neroverde/neroverde/nero

giallogiallogiallo

bianco/nerobianco/nerobianco/nero

biancobiancobianco

biancobiancobianco

giallogiallogiallo

grigiogrigiogrigio

grigiogrigiogrigio

grigiogrigiogrigioIS

2 S

EN

SO

RE

AT

TIV

./S

IC. IN

TE

RN

OIS

1 S

EN

SO

RE

AT

TIV

. E

ST

ER

NO

24

24

23

23

22

20

20

grigiogrigiogrigio

18

19

17

14 15 16

OU

TO

UT

OU

T19

GN

DG

ND

GN

D

RX

1R

X1

RX

1C

OM

RX

CO

M R

XC

OM

RX

RX

2R

X2

RX

2

TX

1T

X1

TX

1

24

2321

Dal men del selettore digitale impostare: PARAMETRI>PAR.VARI> logica sicurezza: N.C. SENZA TESTOppure dalla scheda impostare: PARAMETRO 9 con punto

Fig. L

ISTRUZIONI PER LINSTALLAZIONE E LUSO IT T120-T240

SCHEDA FOTOCELLULE F1 - F2

11-12-13-14-15-16-

18-19-20-21-22-23-24-

39

18 19 20 21 22 23 24

11 12 13 14 15 16

RX

1R

X1

RX

1C

OM

RX

CO

M R

XC

OM

RX

RX

2R

X2

RX

2T

ES

T -

TE

ST

-T

ES

T -

TE

ST

+T

ES

T +

TE

ST

+T

X1

TX

1T

X1

CO

M T

XC

OM

TX

CO

M T

X

OU

TO

UT

OU

TO

UT

OU

TO

UT

TX

1T

X1

TX

1

RX1RX1RX1 RX2RX2RX2

TX1TX1TX1 TX2TX2TX2

RX

1 -

TX

1 =

Prim

o R

ag

gio

RX

2 -

TX

2 =

Se

con

do

Ra

gg

io

biancobiancobianco

biancobiancobianco

TE

ST

+T

ES

T +

TE

ST

+

OU

TO

UT

OU

T

GN

DG

ND

GN

D

TE

ST

-T

ES

T -

TE

ST

-

OU

TO

UT

OU

T

CO

M T

XC

OM

TX

CO

M T

Xrossorossorosso

Tx2

Tx2

Tx2

24V24V24V

ATTIVAZIONE

GND

+24V

N.O.

COM

ATTIVAZIONE

GND

+24V

N.O.

COMbiancobiancobianco

grigiogrigiogrigio

grigiogrigiogrigio

giallogiallogiallobiancobiancobianco

grigiogrigiogrigiogrigiogrigiogrigio

24V

GND

N.C.

COM

IS5

S. L

ATE

RA

LE 1

24V

GND

N.C.

COM

IS5

S. L

ATE

RA

LE 2

IS1 S

EN

SO

RE

AT

TIV

. E

ST

ER

NO

IS1 S

EN

SO

RE

AT

TIV

. IN

TE

RN

O

rossorossorosso

24

23

21

19

RX

1R

X1

RX

1C

OM

RX

CO

M R

XC

OM

RX

RX

2R

X2

RX

2

23

24

23

24

20

18

20

16

13

16

15

14

22

20 18

giallogiallogiallo22

Dal men del selettore digitale impostare: PARAMETRI>PAR.VARI> logica sicurezza: N.C. CON TESTOppure dalla scheda impostare: PARAMETRO 9 senza punto

Fig. MoSCHEMA DI COLLEGAMENTO PER UTILIZZO DEI SENSORI MONITORATI OPTEX

ISTRUZIONI PER LINSTALLAZIONE E LUSO IT T120-T24040

9-10-

17-18-19-20-21-22-23-24-

17 18 19 20 21 22 23 24

9 10

TST+TST-

SICUREZZA

ATTIVAZIONE

GND+24V

TEST

+-

ATTIVAZIONE

GND+24V

TEST

SICUREZZA

IS2

SE

NS

OR

E A

TT

IV/S

IC. IN

TE

RN

OM

ON

ITO

RA

TO

N.C.

COM

COM

N.O.

TST-TST+

N.C.

COM

COM

N.O.

neroneronerorossorossorosso

rosarosarosablublublu

giallogiallogiallo

verdeverdeverde

neroneronerorossorossorosso

rosarosarosablublublu

giallogiallogialloverdeverdeverde

biancobiancobiancomarronemarronemarrone

IS2

SE

NS

OR

E A

TT

IV/S

IC. E

ST

ER

NO

MO

NIT

OR

AT

O

9

10

17

18

19

19

20

21

22

20

20

23

24

20

9 10 biancobiancobianco

marronemarronemarrone 23

24

Dal men del selettore digitale impostare: PARAMETRI>PAR.VARI> logica sicurezza: N.C. CON TESTOppure dalla scheda impostare: PARAMETRO 9 senza punto

Fig. MhSCHEMA DI COLLEGAMENTO PER UTILIZZO DEI SENSORI MONITORATI HOTRON

ISTRUZIONI PER LINSTALLAZIONE E LUSO IT T120-T24041

9-10-

17-18-19-20-21-22-23-24-

TST+TST-

SICUREZZA

ATTIVAZIONE

GND+24V

TEST

+-

ATTIVAZIONE

GND+24V

TEST

SICUREZZA

IS2 S

EN

SO

RE

AT

TIV

/SIC

. IN

TE

RN

OM

ON

ITO

RA

TO

N.C.

COM

COM

N.O.

TST-TST+

N.C.

COM

COM

N.O.

marronemarronemarronegrigiogrigiogrigio

giallogiallogialloblublublu

verdeverdeverde

biancobiancobianco

IS2 S

EN

SO

RE

AT

TIV

/SIC

. E

ST

ER

NO

MO

NIT

OR

AT

O

9

10

17

18

19

19

20

21

22

20

20

23

24

20

marronemarronemarronegrigiogrigiogrigio

giallogiallogialloblublublu

verdeverdeverdebiancobiancobianco

neroneronerorossorossorosso

9 10

17 18 192021222324

23

24

neroneronerorossorossorosso

Dal men del selettore digitale impostare: PARAMETRI>PAR.VARI> logica sicurezza:N.C. CON TESTOppure dalla scheda impostare:

PARAMETRO 9 senza punto

Fig. NoSCHEMA DI COLLEGAMENTO PER UTILIZZODEI SENSORI MONITORATI OPTEX

ISTRUZIONI PER LINSTALLAZIONE E LUSO IT T120-T240

9-10-11-

13-

15-16-

17-18-19-20-21-22-23-24-

24

V

GN

D

TS

T +

TS

T -

N.C

.C

OM

verdeverdeverde

marrone

marrone

marrone

biancobiancobianco

IS5 S. LATERALE

TST+TST-

SICUREZZA

ATTIVAZIONE

GND+24V

TEST

+-

ATTIVAZIONE

TEST

SICUREZZA

IS2 S

EN

SO

RE

AT

TIV

/SIC

. IN

TE

RN

OM

ON

ITO

RA

TO

N.C.

COM

COM

N.O.

neroneronerorossorossorosso

rosarosarosablublublu

giallogiallogiallo

verdeverdeverde

neroneronerorossorossorosso

rosarosarosablublublu

giallogiallogialloverdeverdeverde

biancobiancobiancomarronemarronemarrone

IS2 S

EN

SO

RE

AT

TIV

/SIC

. E

ST

ER

NO

MO

NIT

OR

AT

O

9

10

17

18

19

19

20

21

22

20

20

23

24

20

arancioarancioarancio

TST+TST-

GND+24V

N.C.

COM

COM

N.O.

42

17 18 19 20 21 22 23 24

9 10 11 12 13 14