Click here to load reader

16. (24-04-2015) Modernismo, Nagai Kafu; Akutagawa ... . (24-04-2015) Modernismo,  · PDF file Il modernismo giapponese presenta dellevicinanze ... principali tendenze della sua narrativa,

  • View
    0

  • Download
    0

Embed Size (px)

Text of 16. (24-04-2015) Modernismo, Nagai Kafu; Akutagawa ... . (24-04-2015) Modernismo,  · PDF...

  • IL MODERNISMOMODERNISMO

  • IL GENERE

    �Modainizumu: produzione di opere letterarie databili fra il 1912 e il 1937

    � Il termine, basato sul termine modan (modern) si richiama al modernismo europeo

    • Corrente sviluppatasi nel tardo XIX secolo e lungo• Corrente sviluppatasi nel tardo XIX secolo e lungo tutta la prima metà del XX secolo, come reazione conscia alle forme tradizionali del romanzo, da riadattare alla sensibilità di una nuova epoca

    � Il modernismo giapponese presenta delle vicinanze con quello europeo, ma anche una sua specificità basata sull’esperienza giapponese

  • CARATTERISTICHE DEL MODERNISMO GIAPPONESE

    � Opposizione alla cultura dominante � VS naturalismo (e la sua derivazione, lo shishōsetsu)

    • Ribellione al realismo e all’approccio• Ribellione al realismo e all’approccio autobiografico

    � Ambientazione tipicamente urbana (e rappresentazione della cultura urbana in tutti i suoi fenomeni)

  • � A livello tematico, rappresentazione del disorientamento culturale legato all’esperienza giapponese della modernità

    � Spesso, la produzione successiva al 1923 fa riferimento al terremoto del Kantō, come simbolo della trasformazione, per l’alterazione che generò nel tessuto urbano di Tokyonel tessuto urbano di Tokyo

    � Soprattutto nei suoi sviluppi più tardi, rifiuto anche dei canoni linguistici e formali del romanzo moderno e adozione di forme stilistiche d’avanguardia

  • RAPPRESENTANTI PRINCIPALI

    � Si ricollegano al movimento (pur non esaurendosi in esso):

    • Nagai Kafū • Akutagawa Ryūnosuke

    Tanizaki Jun’ichirō• Tanizaki Jun’ichirō � Sono particolarmente rappresentativi del settore

    di avanguardia movimento: • I membri del gruppo Shinkankakuha � E in particolare la produzione giovanile di

    Kawabata Yasunari

  • NAGAI KAFŪ (1879 – 1959)(1879 – 1959)

  • VITA E OPERE PRINCIPALI

    � Dualità che fa da sfondo alla sua vita � Profondo interesse per la civiltà occidentale (e

    per la cultura francese in particolare): decisivo incontro con la letteratura francese (Zola,incontro con la letteratura francese (Zola, Maupassant, Baudelaire )

    VS � Ricerca di una cultura giapponese del passato

    ancora autentica e vitale. Modello: la Edo del periodo Tokugawa

  • ANNI DELLA FORMAZIONE

    � Nagai Sōkichi (Kafū: “vento sul loto”, da Ohasu, “fiore di loto” nome di un amore adolescenziale e protagonista del suo primo racconto inedito) nasce a Koishikawa (fuori da Shitamachi), da una famiglia di proprietari terrieri di Owariuna famiglia di proprietari terrieri di Owari

    � Non è dunque un edokko, “figlio di Edo” � Padre: alto funzionario burocrazia Meiji e

    rigidamente confuciano � Formazione tipicamente confuciana e improntata

    ai classici cinesi

  • ATTIVITÀ LETTERARIA GIOVANILE

    � Modelli letterari: � Letteratura Edo (in particolare i ninjōbon) � Rakugo e kabuki � Letteratura francese � 1898: prima pubblicazione� 1898: prima pubblicazione � Nel 1901 diventa giornalista dello Yamato shinbun.

    � 1902 – 1903: pubblica numerosi saggi su Zola e traduzioni parziali (dall’inglese) delle sue opere.

    � 1902: Jigoku no hana (Il fiore dell’inferno), opera ispirata ai dettami del naturalismo

  • IL VIAGGIO IN AMERICA ED EUROPA

    � 1903 – 1908: viaggio negli Stati Uniti e in Francia: nuova impronta alla sua produzione e nuova visione del Giappone nel confronto con l’Occidente

    � Prodotto del viaggio: due romanzi (1909), che� Prodotto del viaggio: due romanzi (1909), che segnano la rottura con il naturalismo

    • America monogatari

    • Furansu monogatari

    � Entrambi rappresentazione di un “altrove” immaginato, in cui vengono proiettati sogni e ideali dell’autore in contrapposizione all’“antimito” rappresentato dal Giappone

  • � America monogatari: • 14 racconti e 7 saggi, composti fra il 1903 e il 1907,

    incentrati su storie di povera gente (emigranti giapponesi, prostitute)

    • Idealizzazione dell’occidente e ammirazione per i valori americani (libertà, spontaneità) e critica alla modernizzazione giapponese

    � Furansu monogatari:� Furansu monogatari: • Parigi: esempio di modernizzazione ben realizzata,

    in una armonica fusione fra passato e presente, e senza cancellare la cultura classica

    • Ammirazione per la belle époque francese trova un parallelo nell’ammirazione per il passato Tokugawa del Giappone

    • Critica ancora più impietosa delle politiche adottate in Giappone

  • IL RITORNO IN PATRIA E IL KŌTOKU JIKEN

    � Indesiderato ritorno in patria (per difficoltà economiche e per la speranza di pubblicare)

    � “Nihon kaiki” (“ritorno al Giappone”) anche per la sua opera:

    • Disprezzo per la cultura del Giappone Meiji: più• Disprezzo per la cultura del Giappone Meiji: più marcata critica nei confronti delle politiche del governo verso la modernizzazione (non vista come inevitabile come invece per altri scrittori, come Ōgai e Soseki)

    • Però, non critica profonda e costruttiva della vita sociale, piuttosto lamento per un’epoca e per un mondo che stavano sparendo

  • � Queste riflessioni sono al centro di Reishō (sorrisi beffardi, 1909-1910)

    � Imitazione acritica dell’occidente: fenomeno superficiale che impoverisce la cultura tradizionale e al contempo non approfondisce le idee sostrato della modernità

    � Dal 1909: nominato professore di francese a Keio,� Dal 1909: nominato professore di francese a Keio, fonda Mita bungaku (di indirizzo antinaturalista) e si iniziano a delineare le principali tendenze della sua narrativa, in particolare il riferimento al mondo del passato periodo Tokugawa e a quegli elementi che ne sopravvivevano nel presente (in particolare, il mondo dei quartieri di piacere)

  • � Spinta in questa direzione: Kōtoku jiken (sventato attentato di quattro anarchici verso l’imperatore, che causò repressione contro una serie di sostenitori del pensiero socialista, fra cui Kōtoku Shusui (scrittore e leader del movimento, condannato a morte dopo un processo sommario):

    � Ulteriore pessimismo verso le politiche Meiji e la condizione degli intellettuali del suo tempo.condizione degli intellettuali del suo tempo.

    � Paragone col periodo Tokugawa, in cui il governo dispotico aveva similmente privato gli intellettuali della libertà di parola

    • Unica possibilità rimasta allo scrittore era quella della evasione e accettazione della inutilità della critica sociale

  • “Di tutti gli avvenimenti pubblici cui avevo assistito fino allora, nessuno mi aveva ispirato una ripugnanza così forte. Come uomo di lettere, come potevo rimanere in silenzio di fronte a un tale problema ideologico? Per aver gridato giustizia al momento dell’affare Dreyfus, il romanziere Zola non aveva dovuto forse cercare rifugio fuori dalla sua patria? E nonostante questo né io né gli altri letterati dell’epoca abbiamo detto nulla. Hodell’epoca abbiamo detto nulla. Ho avuto l’indefinibile impressione di non poter sopportare i tormenti della mia coscienza. E ho provato un’immensa vergogna per la mia condizione di uomo di lettere. Da quel momento in poi, pensavo, non mi sarebbe restata altra via che abbassare la qualità della mia arte al livello dei frivoli romanzi di Edo.”

    Hanabi (1919)

    Kōtoku Shusui

  • I TRATTI FONDAMENTALI DELLA PRODUZIONE DI NAGAI KAFŪ DOPO IL 1909

    � TEMI E AMBIENTAZIONE:

    � Ammirazione nostalgica per il periodo Tokugawa e in particolare:

    • la figura del bunjin, con cui Kafū si identifica • il gesaku, di cui si pone come erede• il gesaku, di cui si pone come erede • la città di Tōkyō (Edo) prima della

    modernizzazione � Però, non ambientazione storica: ambientazione

    tipicamente contemporanea, ma nel mondo dei quartieri di piacere (l’unico immune dalla falsità della vita moderna)

    � N.B.: non presa a modello la classicità Heian

  • “Sono i paesaggi del Sumida che hanno fatto riaffiorare dal fondo della mia memoria le

    immagini di un lontano passato e io non ho fatto altro che inseguirne le ombre prima che si altro che inseguirne le ombre prima che si

    dissolvessero”

    Prefazione alla quinta edizione di Sumidagawa

  • � SCOPO DELLA LETTERATURA:

    � Letteratura priva di scopo sociale, morale o religioso (anzi, possibilità di essere dannosa): strumento di fuga da una società alienante

    • Messa in scena l’esistenza (spesso infelice) delle donne di piacere, ma con intento estetico, non naturalistico

    � STILE:� STILE:

    � Descrizione (soprattutto degli ambienti) posta al centro della narrazione

    � Caratterizzazione e intreccio esili: • Rifiuto del principio aristotelico e trama spesso

    episodica e frammentaria • Personaggi non molto approfonditi (anche quando

    il narratore è in prima persona)

  • PRINCIPALI OPERE ED EVOLUZIONI TEMATICHE DOPO IL 1909

    � Prime opere: tono elegiaco e malinconico ben esemplificato in Sumidagawa (1909) e Botan no kyaku (1912)

    � Nelle successive, comincia a farsi strada uno� Nelle successive, comincia a farsi strada uno spirito di maggiore pessimismo e cupezza, c

Search related