Terapia textbook cognitivo-comportamentale textbook . Prolonged Exposure Therapy for Adolescence (PE‐A) 148 3.4. Narrative Exposure Therapy for Traumatized Children and Adolescent (KID‐NET) 149 ...

  • Published on
    11-Mar-2018

  • View
    216

  • Download
    4

Transcript

  • Lapproccio cognitivo-comportamentale, annoverato come uno degli approcci altrattamento pi efficaci per la cura del trauma infantile, ha negli anni consolidato unricco bagaglio di conoscenze atte alla comprensione e alla cura di questo complessoquadro clinico.

    Il trauma psicologico complesso, la cui drammatica peculiarit risiede nellesseredi natura interpersonale, sembra predire esiti pi gravi nei casi in cui lesposizioneavvenga durante linfanzia determinando unalterazione della qualit del legamedattaccamento.

    Questo volume il risultato dei contributi di psicoterapeuti cognitivo-comporta-mentali impegnati da anni nella cura del trauma infantile e di studiosi di psicologiadello sviluppo.

    Il libro offre una panoramica sulle attuali conoscenze sul trauma psicologico neibambini e negli adolescenti e, dopo uniniziale approfondimento sulla definizioneoperativa delle esperienze potenzialmente traumatiche, sviluppa una dettagliata di-samina della fenomenologia, dei correlati neurobiologici, della nosografia e dei pro-tocolli di terapia cognitivo-comportamentale evidence-based per let evolutiva, conspecifici riferimenti alle diverse fasce di et. I capitoli conclusivi sono dedicati al deli-cato tema della genitorialit nelle condizioni di trauma intra-familiare e alle formealternative di parenting.

    NellAppendice al testo sono disponibili inoltre illustrazioni utilizzabili nel tratta-mento del trauma infantile in et prescolare, tratte da un protocollo validato nellef-ficacia.

    Maria Grazia Foschino Barbaro, psicologa psicoterapeuta, dirige la Scuola diSpecializzazione in Psicoterapia Cognitiva, sede di Bari AIPC (Associazione Italiana Psico-terapia Cognitiva), ed docente nelle Scuole di Psicoterapia Cognitiva APC e SPC.Responsabile del Servizio di Psicologia dellOspedale Pediatrico Giovanni XXIII di Bari e diGIADA (Gruppo Interdisciplinare Assistenza Donne e bambini Abusati). socia didatta del-la Societ Italiana di Terapia Comportamentale e Cognitiva (SITCC) e componente delConsiglio Direttivo del CISMAI (Coordinamento Italiano dei Servizi contro il Maltratta-mento e lAbuso allInfanzia).

    Francesco Mancini, medico, specialista in neuropsichiatria infantile, psicoterapeuta,dirige le Scuole di Specializzazione in Psicoterapia Cognitiva APC e SPC. Professore asso-ciato di Psicologia Clinica presso lUniversit degli Studi Guglielmo Marconi. Past pre-sident e socio didatta della Societ Italiana di Terapia Comportamentale e Cognitiva(SITCC).

    1240.1.61 M.G. FOSCHINO BARBARO, F. M

    ANCINI (a cura di)

    27,00 (V)

    tex

    tbook Terapiacognitivo-comportamentale

    del trauma interpersonaleinfantile

    a cura di Maria Grazia Foschino Barbaro,Francesco Mancini

    PSIC

    OLO

    GIA

    Fran

    coAn

    geli

    textbook

    TERAPIA COGNITIVO-COMPORTAM

    ENTALEDEL TRAUM

    A INTERPERSONALE INFANTILE

    FrancoAngeliLa passione per le conoscenze

    1240.1.61_1257.9 20/01/17 11:10 Pagina 1

  • Informazioni per il lettore

    Questo file PDF una versione gratuita di sole 20 pagine ed leggibile con

    La versione completa delle-book (a pagamento) leggibile con Adobe Digital Editions. Per tutte le informazioni sulle condizioni dei nostri e-book (con quali dispositivi leggerli e quali funzioni sono consentite) consulta cliccando qui le nostre F.A.Q.

    http://www.francoangeli.it/Area_ebook/infoebook.asp

  • I lettori che desiderano informarsi sui libri e le riviste da noi pubblicati possono consultare il nostro sito Internet: www.francoangeli.it e iscriversi nella

    homepage al servizio Informatemi per ricevere via e-mail le segnalazioni delle novit.

  • COPY 15,5X23 1-02-2016 8:56 Pagina 1

    textbookFrancoAngeli

    Terapiacognitivo-comportamentaledel trauma interpersonaleinfantile

    a cura di Maria Grazia Foschino Barbaro,Francesco Mancini

  • Grafica della copertina: Elena Pellegrini

    Copyright 2017 by FrancoAngeli s.r.l., Milano, Italy

    Lopera, comprese tutte le sue parti, tutelata dalla legge sul diritto dautore. LUtente nel momento in cui effettua il download dellopera accetta tutte le condizioni della licenza duso dellopera previste e

    comunicate sul sito www.francoangeli.it.

  • 5

    INDICEIntroduzione pag. 11

    Bibliografia 13 1.Iltraumainterpersonaleinfantile,diMarvitaGoffredo

    eMariaGraziaFoschinoBarbaro 151.Introduzione 152.Iltraumapsicologico:evoluzionestorica 163.Iltraumainterpersonaleinetevolutiva 184.Epidemiologiadeltraumainterpersonaleinfantile 215.Conclusioni 24Bibliografia 25

    2.Esperienzepotenzialmentetraumatiche,diAlessandraLatrofaeRossellaLippolis 29

    1.Introduzione 292.Violenzainterpersonale 29

    2.1.Laviolenzainterpersonaleinambitofamiliare 292.2.Laviolenzainterpersonaleinambitocomuni

    tario 353.Violenzacollettiva 36

    3.1.Tortureecriminidiguerra 363.2.Trattaesfruttamentodeiminori 37

    4.Ilmodellodelleesperienzesfavorevoliinfantili:lostudioACE 39

    5.Conclusioni 42Bibliografia 43

  • 6

    3.Losviluppotraumaticosecondolaprospettivadellattaccamento:ipotesiteoriche,evidenzeempiricheesistemidivalutazione,diGabrielleCoppola,AlessandroCostantinieRosalindaCassibba pag. 491.Introduzione 492.Ladisorganizzazionedellattaccamentoinfantile:i

    primicontributiteoriciediricerca 503.Precursorieconseguenzedelladisorganizzazione

    infantile:unabreverassegnadellaletteratura 544.Indicididisorganizzazionesulpianocomporta

    mentale 565.Indicididisorganizzazioneinfantilesulpianodel

    lanarrazione 586.Indicatoricomportamentalidelcaregiverdelbam

    binodisorganizzato:isistemidicodificaFR(Frightened/Frightening)eAMBIANCE(AtypicalMaternalBehaviorInstrumentforAssessmentandClassification) 62

    7.Lostatomentaledelcaregiverdelbambinodisorganizzato:isistemidivalutazioneU(Unresolved)eHH(Hostile/Helpless) 66

    8.Conclusioni 68Bibliografia 68

    4.Neurobiologiadeltrauma,diBarbaraBasile 721.Introduzione:traumiprecociesviluppodelsiste

    manervosocentrale(SNC) 722.Isistemineurotrasmettitorialicoinvoltinelleespe

    rienzetraumatiche 733.Icircuitineuroanatomicicoinvoltinelleesperienze

    traumatiche 754.Ledifferenzedigenerelegateallesperienzetrau

    maticheprecoci 795.Ilruolodellamemorianelleesperienzetraumatiche 806.Sistemanervosoautonomo(SNA),statodisalutee

    traumi 827.Conclusioni:trattamentoelimiti 83Bibliografia 85

  • 7

    5.Psicopatologiadeltrauma,diGermanaCastoroeMariaGraziaFoschinoBarbaro pag. 891.Introduzione 892.Fenomenologiadeltrauma 90

    2.1.Bullismoecyberbullismo 902.2.Istituzionalizzazione 912.3.Vittimediguerra 922.4.Abusosessuale 932.5.Violenzaintrafamiliare 94

    3.Ilproblemadelladissociazionenellinfanziaenelladolescenza 98

    4.Esitideltraumacomplesso 1005.Conclusioni 103Bibliografia 104

    6.Classificazionidiagnostichecorrelatealtrauma,diGraziaTizianaVitaleeMariaGraziaFoschinoBarbaro 1101.Introduzione 1102.Lacomplessitdelladiagnosilegataalleesperienze

    traumatiche 1113.LarispostadelDSM5 1134.LICD10elapropostadellICD11 1175.Laclassificazionediagnostica03R 1186.Conclusioni 120Bibliografia 121

    7. Percorso diagnostico, diMichele Pellegrini e ChiaraLamuraglia 1251.Introduzione 1252.Strutturazionedellarelazioneterapeutica 1253.Ricostruzionedellastoriadisviluppodelbambino 1264.Analisifunzionaledeisintomi 1295.Proceduredivalutazioneeosservazione 1306.Restituzionedelladiagnosiallafamiglia 1327.Conclusioni 133Bibliografia 133

  • 8

    8.Trattamenticognitivocomportamentalideltraumainterpersonaleperbambinieadolescenti,diMarvitaGoffredo,MicheleSimeoneeMariaGraziaFoschinoBarbaro pag. 1361.Introduzione 1362.Laterapiacognitivocomportamentalenellacura

    deltraumainetevolutiva 1372.1.Caratteristichegenerali 1372.2.Componentiprincipali 139

    3.ModellidiinterventidiTCCperlacuradeltraumainetevolutiva 1443.1.TraumaFocusedCognitiveBehavioralThera

    py(TFCBT) 1443.2.PreschoolPTSDTreatment(PPT) 1463.3.ProlongedExposureTherapyforAdolescence

    (PEA) 1483.4.NarrativeExposureTherapyforTraumatized

    ChildrenandAdolescent(KIDNET) 1493.5.EyeMovementDesensitizationandRepro

    cessingforChildrenandAdolescents(EMDR) 150

    3.6.SeekingSafety(SS) 1523.7.TraumaAffectRegulation:GuideforEduca

    tionandTherapy(TARGET) 1534.Conclusioni 154Bibliografia 155

    9. Interventi sulla genitorialit, diMarvita Goffredo eMariaGraziaFoschinoBarbaro 160

    1.Introduzione 1602.Lagenitorialittraumatizzante 1603.Ilsostegnoallagenitorialittraumatizzante:

    linterventobasatosullattaccamento 1634.Lutilizzodellatecnicadivideofeedback 1665.Iprogrammidiinterventodisostegnoallagenito

    rialitbasatisullattaccamento 1695.1.CircleofSecurity(COS) 1705.2.Interventodomiciliarepergenitorimaltrattan

    tidiMossecollaboratori 172

  • 9

    5.3.ParentChildInteractionTherapyforTraumatizedChildren(PCIT) pag. 173

    Bibliografia 174

    10.Percorsiditutelaedicuranellaffidamentofamiliareenelladozione,diIsabellaBerlingerio,SergioGattoeSoniaPapagna 1781.Introduzione 1782.Percorsidiaccoglienza:laffidoeladozionecome

    luoghidellarinascita 1793.Caratteristicheecondizionidellaffidamentofami

    liare 1814.Laccoglienzadeiminorenniconspecialneeds 1845.Protocollidiintervento 186

    5.1. DyadicDevelopmentPsychotherapy(Hughes,2004;BeckerWeidman,2006) 186

    5.2. AttachmentandBiobehavioralCatchUp(ABC,Dozieretal.,2005) 187

    5.3.MultidimensionalTreatmentFosterCare(MTFC,Fisher,Chamberlain,2000) 187

    5.4.KeepingFosterandKinshipParentsTrainedandSupported(KEEP,Chamberlainetal.,2008) 189

    5.5.Attachment,RegulationandCompetency(ARC,Kinniburgh,Blaustein,Spinazzola,vanderKolk,2005;Hodgdonetal.,2013;Hodgdonetal.,2015) 189

    5.6.VideofeedbackInterventiontopromotePositiveParentingFosterCare(VIPPFC) 190

    6.Percorsoclinicoperiminoriconspecialneeds 1917.Conclusioni 193Bibliografia 194 Appendice.Illustrazioni 199Gliautori 203

  • 11

    INTRODUZIONE

    Unampiostudioepidemiologicopubblicatonel2010suArchivesofGeneralPsychiatry rivela che il 44% circadella psicopatologia che esordiscenellinfanziaedil30%diquellacheinsorgenellavitaadultariferibileallapresenzadiesperienze traumatiche infantili (Green etal.,2010).Anche lostudioepidemiologicoACE(Felitti,Anda,2010),effettuatonegliStatiUnitisuuncampionedioltre17.000individui,hafornitounamoltitudinedianalisi,retrospettiveeprospettiche,sulleffettodelleesperienze traumatichevissute nei primi 18 annidi vita rispetto amalattie psichiatriche emediche,comportamentosessuale,costidellassistenzasanitariaeaspettativadivita(FoschinoBarbaro,Pellegrini,2015).Talidatimostranolimportanzadistudiare,inmanieraapprofonditaetrasversale,iltraumainfantileche,inambitopsicologico,vieneintesocomeunacircostanzaincuiuneventosuperaoeccedelacapacitdiunapersonadiproteggereilpropriobenessereelapropriaintegritpsicofisica(Cloitreetal.,2006).Appareevidentecheilsignificatopotenzialmente traumaticodiun evento connesso,oltre allaoggettivagravitdellaccaduto,allacapacitdellindividuochenecolpitodifronteggiareconefficacialeminacceeleconseguenzeadessoconnesse.Queste considerazioni consentono di focalizzare lattenzione sui traumicomplessi,ossiatuttiqueitraumiche,adifferenzadiquellisingoli,siripetonoinintervalliditempoprolungatiedhannounoriginetipicamenteinterpersonale,propriocomeaccadepergliabusiedimaltrattamenti.Glieffettiditaletipologiaditraumasonomoltopigraviselastessaesperienzatraumatica avviene nellinfanzia e/o nelladolescenza, quando il soggettostaattuandoilprocessodisviluppodellapropriapersonalit,poichspesso comportaunalterazioneo interruzionedelle relazionidiattaccamento(FoschinoBarbaro,Pellegrini,2015).

    Larecenterivisitazionedelquadrodiagnosticotraumacorrelatoappor

  • 12

    tatadalDSM5metteinlucepichiaramentelavariabilitdellespressionedellasofferenzaclinica,drilievoallafasedelciclodivitaincuiilsoggettoimpattaconleventotraumatico(introduzionedellasogliadei6anniperlastimadeiquadritraumaticinelletevolutiva)earricchisceilquadrosintomatologicoconlasferadissociativa.

    Lesposizioneadunoopiformeditraumiinterpersonaligeneraeffetti(abreve,medioe lungo termine)quali ladisregolazione (nella sferaemotiva,nellefunzionifisiologiche,nellareacomportamentaleecognitiva,nellerelazioniinterpersonalienellapercezionedis),lapresenzadiattribuzioniedaspettativenegativeelapresenzadiproblematichenelfunzionamentoglobalefamiliare,socialeescolastico(Liotti,Farina,2011).

    Nelladulto, invece, il traumapsicologicoassociatoalleesperienzesfavorevolidellinfanziasoventeallabasediquadripsichiatriciqualidepressionecronica,elevatorischiodisuicidioesintomidissociativi(Felitti,Anda,2010).Nellambitodelleconseguenzealungoterminesonodaconsiderarsi,inoltre,ancheicomportamentiarischio,iqualirappresentanounimportanteaspettodaunpuntodivistasociosanitariorispettoallassunzionedistilidivitanonsalutari,linsorgenzadimalattieorganiche,unmaggiorricorsoacuremedichespecialisticheediemergenza,unridottoaccessoallassistenzasanitariadiroutine(Ford,2010).Visono,infatti,proveasostegnodiunafortecorrelazionetratraumapsicologicoinfantileeassunzioneprecocedistilidivitainadeguati,qualilobesit,icomportamentisessualiarischioecondottecomportamentalicaratterizzatedalconsumodisostanzepsicoattive(tabacco,alcol,droga).Inaggiuntaaci, interessante larelazioneditaliesperienzeconlinsorgenzaelacronicizzazionedimalattieorganiche (broncopneumopatiacronicaostruttivaBPCO,malattiecoronariche e autoimmuni, patologie epatiche), ad oggi considerate rilevantiproblematichedisalutepubblica.

    Lamolteplicitdisintomiedelle lorocombinazionirendechiara lesigenzadidefinirepercorsididiagnosiprecoceedefficacepresaincaricodiquadritraumaticiincuisiidentifichilapresenzadiesperienzeinfantilisfavorevoli cosda avviareuna rilevante azionedipromozionedella saluteglobaledelbambino,delladolescenteedelgiovaneadulto,inunosforzodiprevenzionerispettoallapsicopatologiasianellinfanziasianellinteroarcodivita.necessario,quindi,definirepercorsidiassessmentspecificamenteimpostati sul trauma, cosda poter osservare e leggere adeguatamente icomportamentidelbambinoedelgenitore,nonchlaqualitdellerelazionidi cura cosda fornire,alprofessionista, lapossibilitdi ricercareuna

  • 13

    coerenzanelquadrosintomatologicoattribuendoilgiustosignificatoaidisturbinellautoregolazioneiqualisonoresponsabilisiadelliperattivazione siadellevitamento/disattivazionedelleemozioniedei comportamentiinterpersonali (Cloitre et al.,2009).La letteratura riporta lesistenzadidiverse tipologiedi trattamento; lavarietdimetodologie e la complessitdelfenomenomaltrattamentoinfantile,pertanto,imponelanecessitdiparagonareidifferentiinterventidicuracosdaindividuarequeimodellidiinterventocherispondonoalcriteriodiefficacia.LostudioChildExposure toTrauma:ComparativeEffectivenessof InterventionsAddressingMaltreatment, realizzato dallAgency for Healthcare Research and Quality(AHRQ, 2013),unimportante review comparativa sugli interventipsicosocialie/ofarmacologicidestinatiaminoriconunetcompresatra0e14anni,haselezionatointerventifocalizzatisulleesigenzeclinichedelbambinoe/o sulla relazionebambinocaregiverclassificando interventi specifici sulparenting, trattamenti focalizzati sul trauma prevalentemente focalizzatisuiminorieapproccichepromuovonolaffido.

    Questovolumeoffreunariccapanoramicasulleconoscenzepiattualisiapercomprenderelesperienzatraumaticaediagnosticarneprecocementegliesitievolutivi,siasuiprotocolliterapeuticievidencebased,nazionaliedinternazionali.InAppendicesonodisponibilialcuneillustrazioni,trattedalprotocolloevidencebasedPreschoolPTSDTreatment (PPT)diScheeringa(2016),per iltrattamentodeltrauma infantile inbambini inetprescolare.

    Bibliografia

    AgencyforHealthcareResearchandQuality(2013),ChildExposuretoTrauma:ComparativeEffectiveness of InterventionsAddressingMaltreatment,ComparativeEffectivenessReview,Number89,U.S.DepartmentofHealthandHumanServices.

    CloitreM.,CohenL.R.,KoenenK.C.(2006),Treatingsurvivorsofchildhoodabuse:Psychotherapyfortheinterruptedlife,GuilfordPress,NewYork.

    CloitreM.,StolbachB.C.,Herman J.L.,KolkB.V.D. et al. (2009),ADevelopmentalApproachtoComplexPTSD:ChildhoodandAdultCumulativeTraumaasPredictorsofSymptomComplexity,JournalofTraumaticStress,22,5,399408.

    FelittiV.J.,AndaR.F.(2010),Ilrapportotraesperienzesfavorevoliinfantiliemalattiesomatiche,disturbipsichiatriciecomportamentosessualenelladulto:implicazioniperlapoliticasanitaria.Trad.it.LaniusR.A.,VermettenE.,PainC.(acuradi)(2012),Limpattodeltraumainfantilesullasaluteesullamalattia.Lepidemianascosta,Fioriti,Roma.

  • 14

    FordJ.D.(2010),Sequelecomplessenelladultodellesposizioneprecoceatraumapsicologico.Trad. it.LaniusR.A.,VermettenE.,PainC. (acuradi) (2012),Limpattodeltraumainfantilesullasaluteesullamalattia.Lepidemianascosta,Fioriti,Roma.

    FoschinoBarbaroM.G.,PellegriniM.(2015),Traumainfantileesalute:dallarilevazioneprecoceallacura.InDeIsabellaG.,MajaniG.(ed.),Psicologiainmedicina:perchconviene,FrancoAngeli,Milano.

    Green J.G.,McLaughlinK.A.,BerglundP.A.,GruberM.J. et al. (2010),ChildhoodAdversitiesandAdultPsychiatricDisorders in theNationalComorbiditySurveyReplicationI:AssociationswithFirstOnsetofDSMIVDisorders,Archivesofgeneralpsychiatry,67,2,113123.

    LiottiG.,FarinaB.(2011),Sviluppitraumatici.Eziopatogenesi,clinicaeterapiadelladimensionedissociativa,RaffaelloCortina,Milano.

    ScheeringaM.S.(2016),TratingPTSDinPreschoolers,GuilfordPress,NewYork.

  • 15

    ILTRAUMAINTERPERSONALEINFANTILEdiMarvitaGoffredoeMariaGraziaFoschinoBarbaro

    1.IntroduzioneSilvia,9anni,giungealprontosoccorsoevienericoveratadurgenzapersospettodiabe

    te.Dacircaduemesi,presentaun tonodellumoredeflesso, inappetenza ecaloponderale,difficoltnelladdormentamento,caloconsiderevolenelleprestazioniscolastiche,facileirritabilitnellarelazioneconigenitorieconipari;frequentiepigastralgieedepisodilipotimiciche avrebbero interferito con la frequenza scolastica richiedendo diversi accessi alProntosoccorso.Nelcorsodellaconsulenzapsicologicarivelerspontaneamenteepisodidimolestiesessualidapartediunvicino.Salvatore,38mesi,presentaridottoaccrescimento,ritardopsicomotorio,intensairrita

    bilit,ridottatolleranzaallefrustrazioni,irrequietezzamotoria,stereotipie,minimaricercadiconfortoinsituazionidistress,limitatiaffettipositivi,ridottaoassentereciprocitsocialeedemotiva.Emergerundisturboreattivodellattaccamentoriferibileacondizionedigravetrascuratezzagenitoriale.LastoriadiSilviaediSalvatorelastoriaditantibambinichegiungo

    noallattenzionedipsicologiemediciacausadicomplessiquadriclinicispessoerroneamenteinquadratiinsvariateetichettediagnostiche.Sintomisomatici,problematichecognitive,comportamentali,affettiveerelazionali,erroneamente riconducibili ai disturbi del neurosviluppo, al disturbo dacomportamentodirompente,delcontrollodegliimpulsiedellacondottaoanche adun funzionamento intellettivodeficitario, a iperattivit o adisturbifunzionali(vanderKolk,2005;DAndreaetal.,2012);oggidopounoscrupolosoeattentoassessmentpossiamoclassificarequestiquadrisintomatologicipicorrettamentecome traumapsicologicoedisturbi traumacorrelaticonsentendoaquestibambini,vittimediripetuteesperienzetraumatichesulpianointerpersonale,diaccedereallecurepiefficaci.

    1

  • 16

    2.Iltraumapsicologico:evoluzionestoricaIlterminetrauma(diderivazionegreca)significaper

    foramento, trafittura, e sta comunemente ad indicareuna feritao lesionedelcorpoprodottadaagentiesternilacerantiocontundenti.

    Inambitopsicologico,ladefinizioneditrauma,purattenendoallastessasferadisignificati,sifattapiarticolata:oltrealconsiderare laccadimento, inquanto, talenellasuaoggettivagravit,siarricchiscedelriferimentoallepersonalicapacitdellindividuochenecolpitodifronteggiareleconseguenzeadessoconnesse.

    Taleconcettualizzazioneilrisultatodiunlungoprocessodievoluzione,ilqualeassumeconsistenzaedignitscientificanel1980conlintroduzionedelladiagnosididisturboposttraumaticodastress(DSMIII),mailcuiiniziorintracciabilegimoltotempoprimanellideologiadiPierreJanet.Riconosciutooggicomepionieredellapsicotraumatologia,questiconsideriltraumapsicologicoinsitointuttequellesituazioniconnotatedaemozioni veementi che sopraffanno le capacit dellindividuo di gestirle nella coscienza(Liotti,Farina,2011).Unaltroeugualmenteforteriferimentoalconcettoditraumapsichicochiaramentepresentenelleriflessioni inizialidiFreude,moltiannipitardi,nelleteoriepsicoanalitichedialcunisuoisuccessori, comeFerenczi (1982)eBowlby (1973).Aquestiultimiva riconosciutolinteresseperisignificatitraumaticiinsitinellecondizioniprecocidiperditaenegliassettifallimentarinellecureprimarie; laloroposizionefututtaviapercepitacometroppoavveniristicaperquelperiodoedinquantotalemessabenprestoatacere.Sideveattendereil1980perunaprimadefinizioneufficialeditraumapsicologicochegodadipienoriconoscimentodapartedellacomunitscientifica. Inquellanno, lAmericanPsychiatricAssociation inseriva nel Manuale statistico e diagnostico dei disturbi mentali(DSMIII)ladiagnosididisturboposttraumaticodastress(DPTS)edescrivevailtraumacomeconnessoadeventidiestremagravitedeccezionalitrispettoallenormaliesperienzedivitaoutsidetherangeofnormalhumanexperience(APA,1980).Taledefinizionefunelgirodiundecenniosottopostaarevisione.IlDSMIVTRdefinivailtraumacomeilrisultatodellesposizioneadunfattoretraumaticoestremocheimplicalesperienzapersonaledirettadiuneventochecausaopucomportaremorteolesionigravioaltreminacceallintegritfisica;olapresenzaaduneventochecomportamorte,lesionioaltreminacceallintegritfisica

  • 17

    diunaltrapersona;oilvenireaconoscenzadellamorteviolentaoinaspettata,digravedannoominacciadimorteolesionisopportatedaunmembrodellafamigliaodaaltrapersonaconcuiinstrettarelazione.Larispostadellapersonaalleventodevecomprenderepauraintensa,ilsentirsiinerme,oilprovareorrore(APA,2000).

    Erachiaroiltentativooperatodalsistemadiagnosticodiandareoltreunadefinizionetendenzialmenteoggettivizzante(quelladelDSMIII)pergiungereadunaconcettualizzazionedelcostruttodi traumapsicologicoche tenesseindebitaconsiderazioneancheladimensioneintrapsichicadelsoggettoesposto,nonchlasoggettivitdellereazionidirispostamanifestate.

    Leosservazioniderivantidalmondodellaclinica insiemeaiprogressinellaricercamedica,neurobiologicaedepidemiologicahanno,tuttavia,negli annimesso in evidenza i limiti insiti in questultima definizione delDSMIVTR,soprattuttorispettoallasuarealeapplicabilitalletevolutiva.Miliare intalsensostato ilcontributoapportatodaunampiostudioepidemiologicoamericano,denominatostudioACE(AdverseChildhoodExperiencesesperienzesfavorevoliinfantili)(Felittietal.,1998),icuidatimostravano lapresenzadi anomalieneurobiologiche strutturali e funzionalinel cervellodi bambini ed adolescenti esposti ad esperienze avversemanonconsideratetraumatiche,poichnonsopraffacentienonsemprecausadisentimentidiimpotenzaedorrore(Teicheretal.,2010).

    Nellultimodecennio,pertanto,sifattasemprepirobustalanecessitdiunanuova concettualizzazionedi traumapsicologico chevalorizzassemaggiormente ladimensionedisoggettivit intrinseca inogniesperienzaumana.Sipensi,intalsenso,allaesperienzadellacondizionediminaccia.Questavariaampiamentenelcorsodellediversefasievolutive;dallinfanziaalletadultasonoravvisabiliimportantidifferenzeneipatterndirispostaadessa,ma,ancorprima,neglieventistimolotriggerchelainnescano.Unostessoaccadimentovissutodaunsoggettoadultocomeinsignificanteodoloroso,pu inveceesserepercepitodaunbambinocomefontediminacciaequindiacquisirevalorepotenzialmentetraumatico.Nederivachetutteleesperienzechedirettamenteoindirettamenteminanolapossibilitperilbambinodiaccedereadunafiguradiattaccamentodisponibileeresponsiva,collocabilitemporalmenteinunafasedivitaincuilecurediunadulto appaiono indispensabili per la sopravvivenza, bench non sianopercepitenecessariamentecomesopraffacenti,possonodeterminareugualmenteunprofondoimpattotraumatico.

    IlDSM,pubblicatonellasuaquintarevisionenel2013,adoggilaprimaforterispostaallenecessitdicuisopra.Diversisono,infatti,icambia

  • 18

    mentiapportatiinsenoaidisturbitraumatici,alcunirelativialladefinizionedistresstraumatico,altriconcernentilafenomenologiadellostresstraumatico.Tratutti,dimaggiorrilievorispettoaiconcettisinquiesposti,appare la sceltadiarricchirediulteriore specifiche ladefinizionedi eventotraumatico (es.esposizione indiretta),eliminando ilrichiamoallereazionidipaura, impotenzaoorrore,econsiderare traglistress traumatici ipatterndicuragenitorialiinadeguati.

    Adoggi,dunque,siconvieneche il traumapsicologicoderividalesposizione,direttaoindiretta,amortereale,minacciadimorte,gravelesioneoviolenzasessuale(DSM5;APA,2013)e,piingenerale,siainsitoinognicircostanzaemotivamentenonsostenibile(Liotti,Farina,2011)chesuperioeccedalacapacitdellindividuodiproteggereilpropriobenessereelapropriaintegrit(Cloitre,CoheneKoenen,2006).

    3.IltraumainterpersonaleinetevolutivaLadefinizioneditraumapsichiconellinfanziaappareancoraoggetto

    didibattito:dalconfrontodellaletteraturasievinceampiavariabilitnellaindicazionedelle situazioni che,ponendosi sul continuum stresstrauma,sonodaconsiderarsieventipotenzialmentetraumaticiinquantoesperienzeemotivamenteimpegnative(Pynoos,Steinberg,Piacentini,1999;Lieberman,2010).Ciappareancorapiveroquandoilfocussultraumaditipointerpersonale.

    Interminigenerali,operandounadistinzionerispettoaltraumaassociatoadisastriecatastrofiambientali,siconvienedefinireiltraumacomeinterpersonalequandoconnessoadazioniumanevolontarieo involontarie,agitenelcontestodiunarelazionedallaqualenoncisipusottrarre(Liotti,Farina,2011).

    Talvolta insito nellesperienza di un singolo evento potenzialmentetraumatico,circoscrittoneltempo;tantealtrevolte,tendeadesserecumulativopoichassociatoadunacondizionedistress traumaticopersistentenel tempo, sovente caratterizzatadallesposizione simultanea a formediversedivittimizzazione.Questa ripetizioneapparegeneralmente causatadastilidiparentingpresentinelcontestodicuraprimario,iqualipossonoessere fontedirettadi traumapsichico (ad esempionei casidimaltrattamentofisico,abusosessuale,violenzapsicologica)o,piuttosto,agireuneffettomoderatoremediatoriladdove,connotandosidacondottediregolare

  • 19

    abdicazioneallafunzioneprotettiva,nonpreservanoilpiccolodallesposizioneagli stress traumatici in contestidiversi (Liotti,Farina,2010). In talsenso, laHerman (1992a; 1992b) propone lespressione trauma complesso,standoconquestaadindicareilsusseguirsidieventitraumaticimultipliedidiversanatura,nellambitodiuncontesto relazionaleeperunarcoditempoprolungato.Esempidi trauma complesso sono la relazione traunbambinoed ilpropriogenitoreviolento, lecontinuevessazionisubiteneicontestirelazionalideipari(bullismo),laprostituzione,letorturesubiteincondizionedicarcerazione,iconflittiarmati(Courtois,2008).

    Latradizionepsicopatologicahapermoltotempoconfinatoiltemadeltrauma interpersonale infantile alle esperienze conclamatedi abuso sessualeedimaltrattamentofisico.Nelleultimeduedecadi,sonoandateaccumulandosinumeroseevidenzesperimentalicheorientanoiprofessionistidellasaluteverso laconcretapossibilitdiriconoscere iltrauma interpersonaleanchenellecondizionidi indisponibilitdiunafiguradiattaccamentoresponsiva(FoschinoBarbaro,Pellegrini,2015).Ilfilonedistudisuicontestidicurasegnatidanegligenzaodadepressionematerna,infatti,mostranoconchiarezzacomenellamancataazionegenitorialedicontenimento e regolazionedello stressneonatale connesso allequotidiane esperienzedisofferenzaepaurasiceliunaformaditraumapsichico,inunprimomomento, denominato trauma nascosto (Schuder, LyonsRuth,2004).Lindisponibilitdiunarispostagenitorialeagiscedacondizionedistresscronicopoich,causandoalterazioninellosviluppoefunzionamentodelsistemabiologicodiregolazionedellostress,compromette indirettamentelacrescitacerebrale,cognitivaepsicologicadellinfante,nonchilconseguimentodelleprincipali tappe evolutive (DeBellis, 2010;Widom,DuMont,Czaja,2007).

    Shore(2003,2009)ilprimoatentareunateorizzazionedeltraumainsitonellarelazionediattaccamentoconlafiguradiaccudimentoprimaria.Questiintroduceilconcettoditraumarelazionaleprecoceperdescriverequellospecificopatternrelazionalebambinocaregiver,chesistabilisceentro iprimidueannidivita,ilqualeconducendoalladisorganizzazionedellattaccamentoha insvalore traumatico,purnoncaratterizzandosiperepisodidimaltrattamentoeclatante.Allinternodelsuomodellodineurobiologiainterpersonale,iltraumarelazionaleinsorgequandoviuncaregiverchereagiscealleespressionidelleemozionieallatensionedelbambinoinmodoinappropriato:nonmodula,piuttostoinducelivelliestremidistimolazioneearousal(moltoelevatiincasodiabusoemoltobassiincasoditra

    INDICEINTRODUZIONEBibliografia

    1. IL TRAUMA INTERPERSONALE INFANTILE1. Introduzione2. Il trauma psicologico: evoluzione storica3. Il trauma interpersonale in et evolutiva

Recommended

View more >