Piano direttore cantonale > >> Rapporto esplicativo ?· conformità a una programmazione contenuta nel…

Embed Size (px)

Text of Piano direttore cantonale > >> Rapporto esplicativo ?· conformità a una programmazione contenuta...

Piano direttore cantonale

> >> Rapporto esplicativo delle proposte di modifiche del Piano direttore ai nuovi disposti della Legge federale sulla pianificazione del territorio (LPT)

Maggio 2017

Consultazione ai sensi dellart. 11 Lst

Editore Dipartimento del territorio

Autore Sezione dello sviluppo territoriale, Ufficio del piano direttore

Per ulteriori informazioni Sezione dello sviluppo territoriale, via Franco Zorzi 13, 6500 Bellinzona tel. +41 91 814 25 91 fax +41 91 814 25 99 e-mail dt-sst@ti.ch, www.ti.ch/pd

Dipartimento del territorio, 2017

Sommario

Introduzione ............................................................................................................................................................................................. 3

1 Le modifiche della Legge federale sulla pianificazione del territorio ............................................................... 41.1 Origine e obiettivi .............................................................................................................................................................. 41.2 Effetti .......................................................................................................................................................................................... 41.3 Un cantiere aperto in tutti i Cantoni ...................................................................................................................... 5

2 Le modalit di applicazione in Ticino ................................................................................................................................. 62.1 Lapplicazione delle norme transitorie nellesame dei piani regolatori ............................................... 62.2 Laggiornamento del Piano direttore ...................................................................................................................... 62.3 Il coordinamento con i Programmi dagglomerato ........................................................................................ 62.4 Ladattamento della Legge sullo sviluppo territoriale .................................................................................... 62.5 La strategia per le zone per il lavoro ...................................................................................................................... 7

3 Le analisi e gli approfondimenti ............................................................................................................................................. 83.1 Lo stato dei piani regolatori comunali ................................................................................................................... 83.2 Ubicazione, estensione e utilizzo delle zone edificabili ................................................................................ 93.3 Il mercato immobiliare.................................................................................................................................................. 153.4 Lo sviluppo insediativo centripeto ........................................................................................................................ 173.5 La qualit insediativa ...................................................................................................................................................... 173.6 Le abitazioni secondarie .............................................................................................................................................. 183.7 Un focus particolare: le zone per il lavoro ....................................................................................................... 19

4 Lo scenario di crescita e il dimensionamento delle zone edificabili ............................................................. 214.1 Lo scenario di crescita demografica cantonale .............................................................................................. 214.2 Il dimensionamento delle zone edificabili su scala cantonale e comunale .................................... 224.3 Il tasso di sfruttamento federale ............................................................................................................................. 22

5 Sintesi, valutazione e indirizzi generali ............................................................................................................................ 23

6 Laggiornamento del modello territoriale cantonale (scheda R1 del PD) ................................................ 25

7 Lo sviluppo degli insediamenti e la gestione delle zone edificabili (scheda R6 del PD) .................. 277.1 Gli indirizzi: lo sviluppo centripeto di qualit in Ticino .............................................................................. 287.2 Sfruttare le zone edificabili in vigore .................................................................................................................... 297.3 Adeguare il dimensionamento delle zone edificabili .................................................................................. 297.4 Il Programma dazione comunale per lo sviluppo centripeto ............................................................... 307.5 Alloggi a pigione sostenibile e abitazioni primarie ....................................................................................... 317.6 I compiti dei comuni e del Cantone .................................................................................................................... 32

8 La qualit degli insediamenti (scheda R10 del PD) ................................................................................................ 34

9 Le misure di accompagnamento allapplicazione della LPT .............................................................................. 369.1 Proposte di modifiche legislative ............................................................................................................................ 369.2 Linformazione, la sensibilizzazione e il sostegno .......................................................................................... 389.3 Gli incentivi finanziari per il Programma dazione comunale ................................................................. 38

10Conclusioni e prossimi passi ................................................................................................................................................ 39

Rapporto esplicativo

3

INTRODUZIONE

Con la votazione del 3 marzo 2013 popolo e Cantoni hanno approvato alcune modifiche della Legge fede-rale sulla pianificazione del territorio (LPT) volte a contenere lestensione degli insediamenti, a migliorare la qualit del tessuto insediativo e a favorire unedificazione pi concentrata. Le nuove norme sono entrate in vigore il 1 maggio 2014 e hanno esplicato da subito il loro effetto: tutti i Cantoni si sono attivati per adatta-re i loro piani direttori entro 5 anni; oltre a ci, le procedure di revisione e modifica dei piani regolatori co-munali sono valutate da governi e tribunali alla luce delle norme riviste. Sebbene luso parsimonioso del suo-lo sia da tempo un principio cardine della legislazione pianificatoria invero spesso invocato, ma altrettanto spesso disatteso nella pratica le nuove norme rappresentano un cambiamento importante per la loro inci-sivit.

Il concetto-chiave introdotto con la nuova LPT sviluppo centripeto e rinnovamento qualitativo degli insediamenti. La sua attuazione richiede azioni ben programmate a tutti i livelli: cantonale, regionale e comunale. Le dimensioni delle zone edificabili nei Piani regolatori vanno verificate e adattate alle reali esi-genze di sviluppo demografico, tenendo conto del contesto regionale e cantonale; la crescita futura di abi-tanti e posti di lavoro va orientata verso comparti strategici, prioritariamente attorno ai nodi della rete del trasporto pubblico; la qualit del tessuto costruito diventa un obiettivo giuridicamente vincolante per ogni pianificazione e progetto urbanistico; le riserve di zona edificabile (terreni sotto sfruttati e liberi) vanno mo-bilitate con strategie e misure che coinvolgono gli enti pubblici e i privati; le aree dismesse, gli edifici e i quar-tieri con maggiori potenziali vanno individuati e la loro trasformazione e riqualificazione favorite.

Il primo passo per orientare la pianificazione territoriale verso queste azioni la modifica del Piano di-rettore cantonale, cui la LPT assegna un ruolo centrale. In Ticino i lavori sono stati avviati nel 2015, in conformit a una programmazione contenuta nel Messaggio n. 6975, approvato dal Gran Consiglio il 17 gennaio 2015.

Questo Rapporto illustra e sintetizza i lavori fin qui svolti. Lo scopo di facilitare la comprensione delle mi-sure presentate nei documenti oggetto della presente consultazione, ovvero le proposte di modifiche delle seguenti schede del Piano direttore: R1 Modello territoriale cantonale R6 Sviluppo degli insediamenti e gestione delle zone edificabili R10 Qualit degli insediamenti

Rapporto esplicativo e proposte di modifiche del PD sono accompagnati anche dai seguenti studi di base: Stato delle zone edificabili in Ticino Sviluppo insediativo centripeto Qualit insediativa Mercato immobiliare Residenze secondarie

Conclusa la consultazione e analizzate le osservazioni, i documenti saranno aggiornati e sottoposti al Consi-glio di Stato per adozione. Successivamente saranno pubblicati presso tutti i comuni. Contro i contenuti di Dato acquisito delle schede i comuni e gli enti a cui sono attribuiti compiti pianificatori potranno presentare ricorso al Gran Consiglio.

Proposte di modifiche del Piano direttore ai nuovi disposti della LPT - maggio 2017

4