Michael Freeman - importanza della luce

Embed Size (px)

Text of Michael Freeman - importanza della luce

L'IMPORTANZA DELLA LUCE Guida all'uso del Cubelite

Michael Freeman

Michael Freeman un famoso fotoreporter londinese che ha lavorato in tutto il mondo e in particolare in Asia. Ha pubblicato oltre 80 libri su vari argomenti ed un articolista nel campo della fotografia. I suoi libri sono stati tradotti in una dozzina di lingue. Ha ricevuto il premio Louis Clerc dal Ministro Francese della Cultura per i suoi articoli tecnici e tiene corsi di fotografia artistica, anche a livello universitario.

CHI SIAMOLa easy Italy distributore e rivenditore per il settore del B2B della linea CUBELITE della LASTOLITE, ditta inglese leader a livello mondiale per la fornitura di impianti di illuminazione per studi fotografici e cinematografici. I CUBELITE sono dei set fotografici compatti che permettono alle aziende non solo di realizzare notevoli risparmi nella creazione delle immagini dei propri prodotti, ma anche la comodit e la flessibilit di avere un mini studio fotografico sempre a disposizione. Ma non ci limitiamo solo a questo: per chi vuole stampare cataloghi fotografici in proprio, forniamo anche attrezzature e materiali che permettono di produrli a basso costo. Il nostro obiettivo di lavorare con seriet e correttezza offrendo la massima qualit, servizio, cortesia, chiarezza, assistenza e convenienza. Siamo profondamente convinti che cercando di dare il massimo al cliente, questo sforzo venga ampiamente ripagato a lungo termine.

easy Italy di La Russa Margherita Via Giachi, 8 50051 Castelfiorentino (FI)Tel.: 0571632538 Contatto: Pietro Mugnaini Fax: 05710931187 - Cell.: 3486063266 Email: info@cubelite.it nome Skype: Cubelite

INDICELimportanza dellilluminazione Regolazione della macchina fotograficaEsposizione Apertura diaframma e profondit di campo Velocit otturatore e movimento Riepilogo delle regolazioni della macchina fotografica Pixel, risoluzione e dimensioni dellimmagine

Illuminazione professionaleDimensioni e spazio Scelta dello sfondo Posizionamento delloggetto Posizionamento della luce Esposizione nello still-life Contrasto Bilanciamento del bianco Settaggi digitali Ritocchi al computer

Altre regolazioni della macchina fotografica

Tipi di prodotti

Prodotti commerciali confezionati e imballaggi Stampati e oggetti piatti Oggetti cromati e argentati Bigiotteria e gioielleria Vetro e liquidi

L'importanza dell'illuminazioneCosa fa diventare una foto attraente? Ovviamente, molti fattori entrano in gioco in base al tipo di fotografia e delle circostanze. Nella fotografia sportiva il momento e l'angolazione giusta, in un paesaggio un punto di vista sorprendente, mentre per un servizio fotografico potrebbe dipendere dalla ripresa di un gesto particolare del soggetto. Nella fotografia still-life, invece, ci sono poche variabili, il che, guardando dal lato positivo, significa che pi difficile fare errori. Il soggetto quello e le regolazioni, sia in studio che in ufficio o a casa, sono quasi sempre le stesse. Il risultato da raggiungere in una foto still-life di solito non complicato. In genere lo scopo quello di creare un documento che metta in risalto gli attributi pi importanti dell'oggetto e sia piacevole da vedersi. Con obiettivi cos semplici come questi, l'esperienza necessaria pi limitata rispetto alla fotografia in generale. Baster saper trovare la giusta angolazione di ripresa o, se si tratta di pi oggetti, saperli disporre nel miglior modo. Prenderemo in esame entrambi gli aspetti pi avanti. Quello che invece fa veramente la differenza l'illuminazione. Sorprendentemente non tutti vedono questa connessione fino a che non viene messa in evidenza, perch la maggior parte di noi non si deve normalmente occupare della creazione di immagini e anche perch i produttori di macchine fotografiche spesso promettono mari e monti. Le macchine fotografiche moderne sono sicuramente delle meraviglie tecnologiche, ma non fanno certamente le foto da sole. Le due immagini riportate qui sotto di un cavallo in giada cinese vogliono dimostrare due cose. Una l'enorme differenza in chiarezza e attrattivit fra una illuminazione qualsiasi ed una creata ad arte. L'altra che si possono costruire degli effetti di luce come se si lavorasse con qualsiasi altro materiale. Questa la vera arte del fotografo pubblicitario. La qualit dell'illuminazione, in questa tipo di fotografia ci che trasforma una foto comune in una foto che colpisce. Lo scopo di questo libro , prima di tutto, di insegnare ad illuminare nel migliore dei modi, e secondariamente, come tirar fuori il meglio dalla gamma di oggetti per cui il Cubelite stato studiato. Grazie all'impiego dei materiali e degli accorgimenti pi adatti per modificare la qualit della luce, il Cubelite uno strumento professionale molto versatile e compatto per il controllo dell'illuminazione.

1

La principale tecnica d'illuminazione quella del controllo del contrasto e delle ombre. Se si esamina la storia dell' arte i pittori hanno adottato stili diversi nell' utilizzo della luce e delle ombre. Ombre marcate e luci enfatizzate possono essere impressionanti. E' la tecnica del chiaro-scuro della quale Rembrandt maestro. In termini pratici questa tecnica coinvolge il dettaglio e l' informazione. Quando, invece di arte, si tratta di mettere in valore un oggetto, le ombre devono essere gestite in qualche modo. Che le condizioni di luce abbiano una rilevante importanza nella fotografia in generale, lo conferma il fatto che i fotografi professionisti o amatoriali attendono pazientemente condizioni di luce particolari (alba, tramonto, temporali) per fare foto artistiche.

Regolazione della macchina fotograficaDato che andremo ad usare delle attrezzature speciali per l' illuminazione, dobbiamo avere il massimo controllo della macchina fotografica e quindi poter regolare l'esposizione, la profondit di campo ed il bilanciamento del bianco. La funzione "Automatico" della macchina fotografica stata studiata per lavorare con situazioni tipiche, e non per quelle speciali, incluso l'illuminazione. Nella fotografia still-life (quella di oggetti inanimati), invece di un vantaggio ci viene ad essere un inconveniente. La linea da seguire quella di evitare i settaggi automatici il pi possibile. Ovviamente, ci dipende anche dal modello di macchina fotografica. Le pi semplici ed economiche funzionano solo in automatico e non permettono di regolare esposizione e tempi. Comunque per quanto riguarda i settaggi e le possibili regolazioni fate sempre riferimento al manuale della macchina fotografica. Ogni modello ha sistemi, men e regolazioni diverse, per cui vale la pena rispolverarlo e andare a controllare quali sono e come s'impostano i vari comandi.

Esposizione

La luminosit di una foto (se viene pi chiara o pi scura) dipende dalla quantit di luce che arriva al sensore attraverso le lenti. Ci sono due possibilit di controllo: l'apertura dell'obiettivo e la velocit dell'otturatore. L'apertura dell'obiettivo viene controllata da un diaframma e si misura il base al valore di "". Ogni posizione di "" nella sequenza standard riportata qui sotto, permette di far passare la met della luce rispetto a quella successiva. La gamma di valori pu variare secondo il tipo di lente: Grande = pi luce 2 2.8 4 5.6 8 11 Piccola = meno luce 16 22 32

Il secondo controllo la velocit dell'otturatore. Anche questa regolata in modo che ogni posizione sia met della velocit della successiva e faccia passare la met della luce: Pi lungo = pi luce 1 sec 1/2 sec 1/4 sec 1/8 sec 1/15 sec 1/30 sec Pi corto = meno luce 1/60 sec 1/125 sec

2

Il vantaggio di questo sistema che ogni passo nella scala di apertura del diaframma pu essere bilanciato da un passo opposto del selettore dei tempi facendo cos passare la stessa quantit di luce. Se sulla vostra macchina avete la possibilit di selezionare la modalit "Manuale" potete regolare entrambi a piacere. Nella modalit "Auto" la macchina misura la luminosit media della scena e magari cerca di indovinare il tipo di composizione che state facendo, ma in generale presumer che il centro della scena di luminosit media regoler l'esposizione di conseguenza. Se il centro realmente di gradazione media allora va bene, ma se dominato da una grande distesa di bianco, come lo sono molte delle foto in questo libro, allora il risultato sar un'immagine troppo scura. Sullo schermo di una digitale questo si pu notare subito, ma se usate la pellicola lo saprete quando ormai troppo tardi. La soluzione a questo problema a pagina 17.

Apertura diaframma e profondit di campo

Nella fotografia still-life c' un'altra buona ragione per variare l'apertura del diaframma oltre al suo effetto sulla corretta esposizione, ed la profondit di campo. Questa, infatti, determina quanta parte del soggetto viene messa perfettamente a fuoco. Qualsiasi punto della scena venga messo a fuoco, la parte che precede sar meno a fuoco e cos quella dietro. A quale punto il fuoco si perde dipende dalla profondit della scena. Un libro che viene messo per piatto e fotografato obliquamente ha pi profondit che ripreso in verticale. Ma la nitidezza globale dell'immagine pu essere aumentata riducendo l'apertura dell'obiettivo (la stessa cosa avviene socchiudendo gli occhi). In certi casi, si crea intenzionalmente la sfuocatura del primo piano o dello sfondo, ma per foto a prodotti ed altre immagini in still-life, quello che serve che tutto sia a fuoco il pi possibile. Controllate il manuale della macchina fotografica e vedete se c' la modalit "Priorit di diaframmi". Regolate il valore di "" sul massimo (8 o pi).

Per molti oggetti il "tutto a fuoco" l'ideale e ci richiede di chiudere il pi possibile il diaframma, (valore di alto, in questo caso 32)

A volte, invece, per mettere in rilievo un particolare e far fondere il resto in una macchia di colore, si usa un valore basso (2.8