COME MANDARE LE TUE E-MAIL AL MOMENTO Per fare questo, usare una piattaforma affidabile come Active

  • View
    0

  • Download
    0

Embed Size (px)

Text of COME MANDARE LE TUE E-MAIL AL MOMENTO Per fare questo, usare una piattaforma affidabile come Active

  • Articolo di Roberto Tarzia per Active Powered

    1

    COME MANDARE LE TUE E-MAIL AL MOMENTO GIUSTO

    Il marketing automatico si basa sul mandare il messaggio giusto, al pubblico giusto e al momento

    giusto.

    Per fare questo, usare una piattaforma affidabile come Active Campaign è fondamentale.

    Questa guida ti permetterà di capire come mandare le tue e-mail nel modo giusto, in modo da in-

    crementare considerevolmente i tuoi obbiettivi di marketing.

    INTRODUZIONE

    Come un bacio scoccato al primo appuntamento, scegliere il momento giusto è fondamentale.

    La tua campagna di marketing sarà influenzata notevolmente dalla tua abilità di mandare il mes-

    saggio giusto alla persona giusta (e al momento giusto).

    Fallire questo principio influenzerà negativamente i tuoi sforzi di marketing, mentre fare le mosse

    nel giusto ordine ti permetterà di fare esplodere i tuoi fatturati e trasformare le tue e-mail in de-

    naro sonante.

    Sia quando hai a che fare con lead appena acquisiti, sia quando hai a che fare con il tuo cliente più

    affezionato, la tempistica è tutto.

    Se aspetti troppo a lungo a mandare le tue e-mail, l‘opportunità di guadagno sfumerà, mentre se decidi di mandare le tue e-mail in numero eccessivo in un breve lasso di tempo, farai disiscrivere i

    tuoi preziosi contatti dalla tua mailing list così in fretta da farti girare la testa.

    Fare e-mail marketing è molto simile a guidare un'auto da corsa: devi capire bene quando spingere

    il piede sul pedale per fare ruggire i motori (e mandare le tue comunicazioni ai tuoi lead), sia

    quando rallentare in vista di una curva pericolosa (e quindi inviare meno comunicazioni).

    Devi capire bene anche quando fermarti (magari poco prima di un burrone, possibilmente 😊.

    Devi battere il ferro finché è caldo.

    Convertire i lead quando sono maggiormente coinvolti è il nirvana che ogni marketer che si ri-

    spetti.

    E noi, con l'aiuto di questa guida, ti guideremo passo per passo per avvicinarti il più possibile a

    questo obbiettivo.

    https://robertotarzia.com/ https://activepowered.com/

  • Articolo di Roberto Tarzia per Active Powered

    2

    Ti diremo che tipo di messaggio mandare, quando mandarlo e perfino a chi mandarlo.

    Noi la chiamiamo la “Tripletta Perfetta”.

    “CHE COSA” - IL TIPO DI MESSAGGIO

    Nel mondo online si comunica principalmente per messaggi: infatti è l'email lo strumento di marke-

    ting più diffuso.

    Per fare questo, puoi mandare i tuoi messaggi attraverso automazioni preimpostate, più o meno

    complesse, che ti permettono di strutturare strategie di marketing anche molto elaborate e, soprat-

    tutto, efficaci.

    Queste automazioni vengono scandite da trigger (o inneschi, se vogliamo italianizzare il termine)

    ovvero azioni che fanno scattare un determinato automatismo: attraverso questi trigger decidiamo

    quali sono le procedure che renderanno il tuo messaggio visibile ai tuoi lead.

    In questo modo, è più probabile che il tuo messaggio coinvolga i tuoi potenziali clienti.

    I tuoi messaggi vengono inviati utilizzando le automazioni come linee guida predeterminate e quindi

    puoi controllare al 100% la tua comunicazione per raggiungere i tuoi obbiettivi.

    Qua sotto trovi le varie tipologie di messaggi che puoi inviare:

    MESSAGGI ISTANTANEI

    I messaggi istantanei sono mandati immediatamente al compiersi di un certo trigger (vengono, ap-

    punto, innescati).

    Il numero dei messaggi singoli che puoi creare ed inviare dipende dal numero di trigger che hai

    settato nel tuo pannello di controllo.

    Alcuni esempi?

    L'immancabile email di benvenuto che tutti noi riceviamo quando ci iscriviamo a una nuova new-

    sletter.

    MESSAGGI PROGRAMMATI

    I messaggi programmati sono mandati dopo un certo lasso di tempo.

    È possibile personalizzare al 100% questo periodo: minuti, ore, giorni, mesi...e perfino anni!

    Qualche esempio?

    https://robertotarzia.com/ https://activepowered.com/

  • Articolo di Roberto Tarzia per Active Powered

    3

    Le email di follow-up o quelle per ricordare date o eventi

    MESSAGGI CONDIZIONALI

    Quando vengono compiute (o non vengono compiute) determinate azioni, è possibile inviare un

    messaggio predeterminato di questo tipo.

    Per esempio, è possibile impostare che un messaggio venga inviato solo una volta che il lead ha

    visitato un certo sito web (o una certa Landing Page), o che abbia cliccato un determinato link, op-

    pure raggiunga un determinato lead score (funzionalità prevista dalla versione PLUS in poi di Active

    Campaign).

    Questo tipo di messaggi, sebbene più complessi da impostare sono anche molto più efficaci: sono

    quelli che differenziano il classico email marketing “old school” da un vero e proprio piano di mar- keting automatico.

    I messaggi condizionali, infatti, sono messaggi basati sul comportamento dell'utente e sono un'arma

    estremamente potente nell'arsenale di ogni marketer che si rispetti.

    Ti danno il potere di osservare cosa fa il potenziale cliente, in modo da inviargli il messaggio giusto

    al momento giusto. Colpito e affondato, capitano!

    Questi messaggi possono anche innescare automazioni, anche verso più segmenti di pubblico (lo

    vedremo nel dettaglio più avanti).

    Alcuni esempi? È possibile inviare determinati messaggi solo a contatti che contengono certi tag

    nella loro scheda, oppure a lead che visitano certe pagine web, oppure ancora al verificarsi di certi

    eventi o tanti altri campi personalizzabili.

    MESSAGGI A TEMPO

    Come le bombe a orologeria esplodono allo scoccare di un timer predeterminato, così i messaggi a

    tempo vengono mandati a una certa data preimpostata (e sono altrettanto potenti, ovviamente dal

    punto di vista della comunicazione!).

    Quando la data arriva, il messaggio viene lanciato.

    Puoi mandare messaggi a tempo a una certa data, ma anche prima o dopo.

    Qualche esempio?

    Email di compleanno o di anniversario, messaggi per ricordare certi eventi, email promozionali per

    determinati periodi dell'anno o messaggi per ricordare la scadenza di uno sconto.

    https://robertotarzia.com/ https://activepowered.com/

  • Articolo di Roberto Tarzia per Active Powered

    4

    ON-SITE (OPPURE IN-APP)

    I messaggi on-site non sono esattamente email.

    Sono, piuttosto, una sorta di banner o pop-up che appaiono sul tuo sito web o sulla la tua applica-

    zione.

    Questi messaggi sono compatibili con tutti i criteri appena descritti poco sopra.

    Questa tipologia di messaggi stanno diventando estremamente popolari a causa della loro efficacia:

    infatti permettono di segmentare perfettamente la propria audience per mandare messaggi pubbli-

    citari personalizzati al 100% che, molto probabilmente, verranno letti dal destinatario.

    Qualche esempio possono essere messaggi per acquisire informazioni, annunciare promozioni

    esclusive o richiedere il feedback dell'utente.

    Questi messaggi rispondono al comportamento dell'utente. Per trarre il massimo beneficio da que-

    sto potente strumento, ogni messaggio dovrebbe essere personalizzato al meglio per rispondere al

    100% alle esigenze del pubblico che lo visualizzerà.

    Ed ora che conosci quali sono i diversi tipi di messaggio che puoi inviare con la nostra piattaforma,

    passiamo ad un altro aspetto di fondamentale importanza: quando inviare questi messaggi.

    “QUANDO” - IL TEMPO GIUSTO

    Il marketing automatico molto spesso si basa sull'utilizzo di timer.

    In particolare, abbiamo due categorie di tempistiche per mandare un messaggio ai nostri lead:

    1. Messaggio mandato dopo un certo periodo di tempo (wait for).

    2. Messaggio mandato quando si presentano determinate condizioni (wait until).

    Infatti, quando crei la tua campagna di marketing, puoi scegliere se mandare un messaggio solo dopo che è passato un certo lasso di tempo oppure quando si presentano certi criteri predeterminati.

    In ActiveCampaign, questi timer sono chiamati “wait actions”.

    Questi due tipi di timer producono lo stesso risultato: l'invio del messaggio.

    Tuttavia, mentre nel primo caso il messaggio viene inviato allo scadere del timer, nel secondo caso è necessario che si presentino le giuste condizioni (che, ovviamente, puoi decidere durante la pianifi- cazione).

    Vediamolo nel dettaglio.

    https://robertotarzia.com/ https://activepowered.com/

  • Articolo di Roberto Tarzia per Active Powered

    5

    DOPO UN CERTO PERIODO DI TEMPO

    Questo tipo di timer è molto simile ad una clessidra.

    Quando l'ultimo granello di sabbia è scivolato in fondo, il messaggio viene inviato!

    Infatti, una volta che il periodo di tempo preimpostato è arrivato allo zero, viene attivata l'automa- zione che hai settato all'inizio.

    Possiamo vedere questo tipo di invio come un “invio programmato”.

    Come i “messaggi programmati”, questi invii possono essere preimpostati per essere mandati dopo minuti, ore, giorni, mesi