3 .Web view3 Raccolta differenziata â€‌ 6 3.1 – Istruzioni per il corretto utilizzo dei contenitori

  • View
    212

  • Download
    0

Embed Size (px)

Text of 3 .Web view3 Raccolta differenziata â€‌ 6 3.1 – Istruzioni per il...

3

ADICONSUM CONFCONSUMATORI

Regionale Umbria Regionale Umbria

i RIFIUTI SOLIDI URBANI

NEL TERRITORIO UMBRO

Gennaio 2009

INTRODUZIONE

La produzione di rifiuti negli ultimi anni ha assunto maggior rilevanza atteso il miglioramento delle condizioni economiche, dello sviluppo industriale e dell'incremento della popolazione nelle aree urbane.

Tutto ci ha comportato anche una diversificazione dei processi produttivi che ha generato una nuova tipologia di rifiuti con impatti ambientali sempre pi nocivi.

L'impatto che i rifiuti generano sull'ambiente non dipende solo dalla loro quantit ma anche dalla loro qualit: le sostanze pericolose in essi contenute, anche se in piccole percentuali, possono infatti causare notevoli disagi sull'ambiente e sulla salute delluomo.

Per questo motivo si appalesa fondamentale una corretta ed efficiente gestione integrata dei rifiuti allo scopo di prevenire e ridurre gli effetti nocivi dei medesimi sulla salute dell'uomo e dell'ambiente.

In questa materia la Regione Umbria con la Deliberazione del Consiglio Regionale del 25/07/2002 n. 226 e successive modifiche ed integrazioni ha adottato il secondo piano regionale per la gestione integrata e razionale dei residui e dei rifiuti per disciplinare lorganizzazione, sia tecnica che amministrativa, in materia di gestione dei rifiuti urbani. Lo scopo di tale delibera quello di ottenere un sistema integrato orientato al potenziamento della raccolta differenziata ed al recupero e riciclo dei materiali.

Le priorit di azioni individuate in questo senso dalla normativa sono: prevenzione e riduzione della pericolosit e quantit dei rifiuti prodotti, riutilizzo dei prodotti, riciclaggio, incenerimento con recupero energetico, smaltimento in discarica.

Scopo del presente opuscolo quello di fornire al cittadino umbro uno strumento di informazione in merito alle modalit da utilizzare per la raccolta differenziata e lo smaltimento dei rifiuti.

INDICE

Presentazione

Pag.

2

1

Lo smaltimento dei rifiuti

4

2

Riduzione alla fonte

5

3

Raccolta differenziata

6

3.1 Istruzioni per il corretto utilizzo dei

contenitori e dei sacchetti

7

3.2 - La plastica

8

3.3 - Carta e cartone

9

3.4 - Il vetro

10

3.5 - Rifiuto organico

11

3.6 - Pile e farmaci

12

3.7 - Rifiuti domestici ingombranti

13

4

Consigli utili

14

5

I rischi per la salute

15

6

Discariche

16

7

Che cosa la Stazione Ecologica

18

7.1 - Che cosa portare in una stazione

ecologica

19

1. - SMALTIMENTO DEI RIFIUTI

Il problema dello smaltimento dei rifiuti sta diventando una

priorit nell'agenda degli amministratori a livello globale: discariche,

inceneritori e abbandono indiscriminato sul territorio di ogni tipo di

rifiuto sono diventati vere e proprie emergenze sociali oltre che

ambientali.

La risposta a questo trend riassumibile in 2 parole:

- RIDUZIONE ALLA FONTE

- RACCOLTA DIFFERENZIATA

2 - RIDUZIONE ALLA FONTE

Un problema davvero grave che non pu lasciare indifferenti e di

fronte al quale sembra esserci una via d'uscita obbligata: cercare di

produrre meno rifiuti e meno inquinamento possibile.

E' importante che questo semplice messaggio entri a far parte delle

nostre azioni quotidiane, a tutti i livelli.

Possiamo fare molto per iniziare ad invertire la rotta, una rotta a dire

il vero piuttosto preoccupante se si pensa che le previsioni indicano

un aumento considerevole (e non una diminuzione) della produzione

di rifiuti sia in area UE che a livello globale almeno per i prossimi 12

anni..

3 RACCOLTA DIFFERENZIATA

La raccolta differenziata rappresenta probabilmente il metodo pi

economico ed ambientalmente sostenibile di gestire i rifiuti.

Il suo indotto crea occupazione sul territorio, valorizza ci che

scartiamo veicolando anche un messaggio sociale importante,

inquina poco, facilmente controllabile dai cittadini stessi e, cosa

molto importante, permette di recuperare dal 65 all85% dei rifiuti

solidi urbani.

La raccolta differenziata valorizza il rifiuto perch lo recupera e

lo rigenera, consumando molta meno energia nel processo di

riciclo rispetto alla produzione da materie prime.

Crea ricchezza, perch il rifiuto vale, risponde a vere proprie regole

di mercato e rispetta l'ambiente perch non lascia l'onere di smaltire

i rifiuti alla natura.

La raccolta differenziata viene eseguita per:

materiale umido organico,

vetro,

plastica,

farmaci ,

pile

rifiuti domestici pericolosi.

3.1 - ISTRUZIONI PER IL CORRETTO UTILIZZO DEI

CONTENITORI E DEI SACCHETTI.

I RIFIUTI RESIDUALI, o pi semplicemente RU (RIFIUTI URBANI),

costituiscono tutto ci che non si pu differenziare e di

conseguenza non pu essere riciclato.

COSA INSERIRE: tutti quei materiali che residuano dopo aver

separato le diverse tipologie di rifiuti prodotti al fine di un

conferimento differenziato.

COME: i rifiuti devono essere conferiti, negli appositi cassonetti,

chiusi in comuni sacchetti o borse di plastica.

COSA NON INSERIRE: tutti i rifiuti che possono essere conferiti

nelle campane/cassonetti della raccolta differenziata.

3.2 LA PLASTICA

COSA INSERIRE:

Contenitori in plastica per liquidi con i simboli PET, bottiglie di

acqua o bibite flaconi per detersivo, buste di plastica , vaschette di

polistirolo etc.

COSA NON INSERIRE :

Plastica di vario genere come piatti, forchette, giocattoli, tappetini

antiscivolo etc.

PER UN SERVIZIO MIGLIORE

Ricordarsi sempre di togliere il tappo e

schiacciarle, riducendo il volume il

sacchetto pu contenere una maggiore

quantit di plastica.

3.3 - CARTA E CARTONE

COSA INSERIRE :

Giornali, riviste, libri, quaderni, moduli continui, scatole di

imballaggi in cartone (piegati e schiacciati) poli-accoppiati come

contenitori del latte e del succo di frutta.

COSA NON INSERIRE :

Carta con residui di colla, contenitori unti.

PER UN SERVIZIO MIGLIORE

Ricordarsi sempre di schiacciare o ridurre di dimensioni i cartoni e le

scatole.

3.4 IL VETRO

COSA INSERIRE:

Bottiglie di vetro, vasetti in vetro, vetri rotti.

COSA NON INSERIRE:

Ceramica, porcellana , lampadine.

PER UN SERVIZIO MIGLIORE:

Risciacquare le bottiglie.

N.B. - Oggetti di grandi dimensioni devono essere portati nei centri

di raccolta (STAZIONI ECOLOGICHE).

3.5 - RIFIUTO ORGANICO

COSA INSERIRE :

Rifiuti biodegradabili quali: avanzi di cibo, bucce di frutta e verdura,

ossa e avanzi di carne pesce ed insaccati, cibi avariati e scaduti, pane

raffermo, fondi di caff bustine di t e tisane, gusci duovo, fiori

recisi .

COSA NON INSERIRE:

Pannolini, assorbenti, liquidi, stracci, indumenti, metalli, vetro,

plastica, medicinali, pile, sacchetti aspirapolvere, plastica, mozziconi

di sigaretta.

PER UN SERVIZIO MIGLIORE

Ricordarsi sempre di usare i sacchetti biodegradabili e chiudere

sempre il sacchetto.

3.6 PILE E FARMACI

COSA INSERIRE :

Pile scariche e farmaci scaduti

COSA NON INSERIRE:

Batterie contenenti liquidi

DOVE GETTARE:

Per la raccolta differenziata di tali rifiuti sono presenti per le pile

appositi contenitori per lo pi situati nei pressi dei rivenditori.

Per i farmaci scaduti sono presenti contenitori posti in prossimit

delle farmacie o presso le isole ecologiche.

PER UN SERVIZIO MIGLIORE

Non gettare mai tali rifiuti nei cassonetti, perch sono inquinanti se

dispersi nellambiente.

DOVE SI SMALTISCONO LE PILE E I FARMACI SCADUTI

Attualmente le pile vengono raccolte da ditta specializzata e

successivamente avviate a smaltimento,

I farmaci scaduti invece vengono avviati allincenerimento come

previsto dalla legge.

3.7 - RIFIUTI DOMESTICI INGOMBRANTI

COSA SONO E COSA NON GETTARE

Per ingombranti si intendono quei rifiuti non smaltibili attraverso il

normale ciclo adottato per i rifiuti urbani (RSU) e che necessitano di

un percorso alternativo

I materiali ingombranti dovranno essere conferiti da privati cittadini,

attivit commerciali residenti rispettando il requisito fondamentale di

non essere residui di lavorazione, imballaggi o altro scarto prodotto

nellambito dellattivit lavorativa svolta.

COME SI RICHIEDE UN RITIRO

Gli ut