I social media per le micro, piccole e medie imprese. Strategia e pratica

  • View
    229

  • Download
    0

Embed Size (px)

DESCRIPTION

Come possono le micro e piccole aziende utilizzare i social media a supporto del proprio business? Strategia: 1) definizione degli obiettivi 2) Scelta del social media 3) Creazione dei contenuti 4) Automazione delle attività 5) MOnitoraggio dei risultati

Text of I social media per le micro, piccole e medie imprese. Strategia e pratica

  • 1. GIOVED 25 SETTEMBRESocial media: quali sono e comepossono essere utlizzati da una mpmi(micro, piccola, media impresa)?Relatore: Giovanni Dalla Bona

2. Nota:Questa presentazione stata realizzata a supporto delseminario Il sito e il blog aziendale realizzato per la CCIAAdi Bergamo, allinterno del ciclo di incontri Le opportunitadel web e del digitale per far crescere il business delle micro,piccole e medie imprese 3. PartecipateChi usa Facebook o Twitter invitato apartecipare attivamente con commenti e foto. Il mio account Twitter @Imparafacile La pagina Facebook Imparafacile Ashtagh dellincontro #SocialMPMI 4. Definizione di Social MediaSocial media [...] un termine generico cheindica tecnologie e pratiche online che lepersone adottano per condividere contenutitestuali, immagini, video e audio.Fonte: http://it.wikipedia.org/wiki/Social_media 5. 1. Definiredegli obiettiStrategiaSocial2. Scegliere igiusti socialmedia3. Crearecontenutiinteressanti5. Monitorarei risultati4. Usare toolper lacreazione ediffusione deicontenuti 6. NON ESISTE VENTO FAVOREVOLEPER IL MARINAIO CHE NON SA DOVE ANDARE- Seneca 7. SE NON CONOSCOI SOCIAL MEDIA COMESCELGO GLI OBIETTIVI?SE NON HO DEGLIOBIETTIVI COME SCELGOIL SOCIAL MEDIA? 8. Obiettivi social (1) Brand Awareness (rendere il marchio noto ericonoscibile) Brand Image/reputation (associare il marchio adelementi positivi) Maggiori vendite Maggiori guadagni Networking: creazione di nuove relazioni lavorative Essere/rimanere in contatto con prospect (chi non cliente ma potrebbe diventarlo) Promuoversi in unarea pi ampia (dalla provincia,alla regione, allestero) 9. Obiettivi social (2) Formazione per s stessi Formazione per i propri dipendenti Formazione per i propri clienti Ricerche di mercato (prodotti, clienti, competitor) Ricerca di patrocini a sostegno di iniziative speciali Raggiungere o dimostrare il proprio status diesperto Attivare iniziative di svago o divertimento (perawareness e reputation) Assistenza e comunicazione pre e post vendita 10. Obiettivi social (3) Creare traffico da e per i diversi canali Ottenere lattenzione dei media Dare forza al lancio di un nuovo prodotto Fidelizzare i clienti Velocizzare la comunicazione in un gruppo di lavoro Velocizzare la comunicazione con prospect e clienti Collaborare on line Ricavare idee dal confronto conclienti/fornitori/concorrenti 11. MetodoSMARTIl metodo SMART unmodo semplice pervalutare la qualit di unobiettivo.Riflettendo su alcuniaspetti fondamentali,possiamo capire se i nostriobiettivi hanno possibilit omeno di essere raggiunti. 12. Specific (specifico): gli obiettivi devono rappresentare un qualcosa didefinito e tangibile. Measurable (misurabile): lobiettivo deve essere esprimibilenumericamente. Achievable (attuabile): gli obiettivi devono essere coerenti ecompatibili con contesto e risorse. Serve a capire quali azioni possonoconcretizzare il mio obiettivo. Realistic (realistico): individuare i margini di realizzazione di unprogetto richiede capacit e intuito, considerando ad esempio fattoriinterni, risorse, settore, congiunture o fattori esterni. Time-related (in funzione del tempo): ogni obiettivo deve indicareanche i tempi di realizzazione.http://www.pmi.it/impresa/business-e-project-management/articolo/8876/progetto-e-obiettivi-analisi-s-m-a-r-t-e-risk-management.htmlMetodo SMART 13. Facebook 14. Pagine Facebook: consigli Inserisci tutte le informazioni utili a trovare la tua azienda e a far capire il suosettore Coinvolgi i tuoi contatti con post, condivisioni, domande, concorsi ecc. Usa immagini e materiali multimediali, purch siano coerenti con lattivit (bastagatti!) Usa la pubblicit a pagamento per ottenere fan Fai conoscere i tuoi prodotti/servizi con offerte e promozioni Rendi i post attraenti, cos da spingere le persone a condividerli Fai conoscere la tua pagina attraverso tutti i canali on line e off line Verifica i risultati con gli insight e confrontali con gli obiettivi Usa le App per rendere la pgina pi interattiva 15. Facebook: fatevi una pagina Un utente pu avere solo un profilo, ma pu avere molte pagine (utile selazienda attiva in diversi settori) Il profilo non pu avere pi di 5000 amici, la pagina pu avere infiniti fan La pagina integra un sistema statistico che ti permette di verificare irisultati delle tue attivit social Con luso delle App puoi integrare la pagina con altre funzionalit(connessioni ad altri social media, creazione di concorsi, ecc.) 16. Twitter 17. Twitter: suggerimenti Linizio il momento pi difficile: pochi follower e tanta voglia di farsiascoltare. Resisti. Cura la foto e la bio. Spiega bene chi sei; ricorda il link al sito e siicoerente con il tipo di contenuti che pubblichi Cura i contenuti, alla fine sono sempre quelli che fanno la differenza. Bilancia il numero di follower e di following Evita: spam, continue autocelebrazioni, troppi o troppo pochi tweet Limita i tweet automatici e interagisci con gli altri Fai sentire la tua voce Non confondere profilo aziendale e profilo personale Usa e segui gli # (Hashtag) Usa le decine di tools disponibili per gestire al meglio Twitter 18. La differenza fra Twitter e Facebook 19. Linkedin 20. Linkedin: suggerimenti Cura il profilo: una foto seria (non seriosa) e niente nickname Cura la headline: deve dichiarare la tua professionalit Dichiara il settore lavorativo in cui lavori tu o la tua azienda Personalizza lURL del tuo profilo Descrivi i lavori fatti e quelli che fai in modo che siano coerenti con laheadline Cura i contenuti degli status: solo professionali Le raccomandazioni e gli endorsment devono essere convincenti Usa al meglio la possibilit di caricare contenuti visuali (slideshare,youtube ecc) Scegli con cura le persone e i gruppi con cui connetterti 21. Linkedin per aziende Crea una pagina aziendale Nella gestione della pagina fai riferimento ad una strategia dicomunicazione integrata con gli altri social media Linkedin rilevante per Google: approfittane usando le giustekeywords Usa Linkedin per le tue offerte di lavoro oppure cerca direttamente iprofili giusti 22. Google Plus 23. G+: Caratteristiche FORTEMENTE INTEGRATO con gli altri prodotti Google(Search, Local, Maps, Drive, Mail, Hangout, etc.) PERMETTE DI SEGUIRE CHI VUOI (connessione a 1 via) equindi la qualit dei contenuti migliore I CONTENUTI SON PUBBLICI: I contenuti di Google+entrano a far parte dei contenuti pubblici, che si possonocercare e trovare con il motore di ricerca, come i contenutidi qualsiasi sito o blog (e il Il +1 contribuisce ad aumentare ilranking e la popolarit dei contenuti) AUTHORSHIP E AUTHOR RANK: aiutano a dare rilievo aicontenuti migliori LE CERCHIE: Sono uno strumento di diffusione, non diesclusione. Le cerchie infatti possono essere condivise,come qualsiasi contenuto. 24. Pinteresthttp://www.pinterest.com/ 25. SFRUTTA LE IMMAGINI(Il caso General Electrics)Usa immagini curate, originali e interessanti per attirarelattenzione e creare viralitLa General Electrics un ottimo esempio di usocreativo di Pinteresthttp://www.pinterest.com/generalelectric/ 26. COLLEGA LECOMMERCE(Il caso Nordstrom)Chi ha un sito di eCommerce pu collegaredirettamente i pin alle pagine di vendita dei prodotti.http://www.pinterest.com/nordstrom/ 27. ESSERE ORIGINALI(il caso Mr Rooter Plumbing)Sfrutta le immagini, lorganizzazione delle board, lapossibilit di creare contest e distinguerti dagli altriNota: ricordati di creare board che siano connesse al tuobusinesshttp://www.pinterest.com/mrrooterllc/ 28. USA I RICH PINS(il caso weddingwire)Article pins: con titolo, autore, descrizione breve e linkProduct pins: con prezzo in tempo reale, disponibilit edove acquistarloRecipe pins: con ingredienti, tempi di cottura e istruzioniMovie pins: con il punteggio, caste critichePlace pins: con indirizzo,numero di telefono e mappa.http://www.pinterest.com/weddingwire/getting-hitched-getaways/ 29. PINTEREST: ALTRI CONSIGLI Usa i gruppi: facilitano la collaborazione e il coinvolgimento Cura il nome delle immagini: in modo che sia ottimizzato per imotori di ricerca Usa gli strumenti che facilitano: lediting di immagini (come PicMonkey) la creazione di citazioni (come Quozio) linterazione fra social (come Pinvolve) Resta informato con le pagine dedicate alle aziende: http://businessblog.pinterest.com/ http://www.pinterest.com/business/Altre risorse: http://list.ly/list/6Lk-pinterest-tools 30. Flickr 31. Youtube 32. Slideshare 33. Instagram 34. Vine 35. I MIEI CONTATTIMail: giovannidb@imparafacile.itSito: www.imparafacile.itTwitter (@imparafacile): https://twitter.com/imparafacileFacebook: https://www.facebook.com/isola.imparafacileLinkedin: http://it.linkedin.com/in/giovannidallabonaPinterest: http://www.pinterest.com/imparafacile/Slideshare: http://www.slideshare.net/Imparafacile 36. Credits immaginiLe immagini sono screenshot personali oppurescaricate da: http://pixabay.com/it/ http://www.pexels.com/