Osteoporosi della gravidanza

  • View
    603

  • Download
    2

Embed Size (px)

DESCRIPTION

Michele Zini Servizio di Endocrinologia - Arcispedale S. Maria Nuova, IRCCS Reggio Emilia michele.zini@asmn.re.it

Text of Osteoporosi della gravidanza

  • 1. OSTEOPOROSI DELLA GRAVIDANZA e DELLALLATTAMENTO Michele Zini Unit Operativa di Endocrinologia Arcispedale S. Maria Nuova IRCCS Reggio Emilia2013

2. Outline Definizione Background Prevalenza/Incidenza Eziologia Contesto clinico Diagnosi Terapia La sicurezza del paziente - 2009 Azienda Ospedaliero-Universitaria Santa Maria della Misericordia di Udine 3. Definizione Losteoporosi della gravidanza e dellallattamento (PLAO Pre gnancy- and Lactation-Associated Osteoporosis) una condizione di non frequente riscontro, caratterizzata da rapida per dita di contenuto minerale osseo durante la gravidanza, che per dura e si aggrava durante lallattamento. E una entit clinica caratterizzata dalla insor genza di fratture, ed in par ticolare di fratture ver tebrali, durante la gravidanza o il puer perio. La sicurezza del paziente - 2009 Azienda Ospedaliero-Universitaria Santa Maria della Misericordia di Udine 4. Outline Definizione Background Prevalenza/Incidenza Eziologia Contesto clinico Diagnosi Terapia La sicurezza del paziente - 2009 Azienda Ospedaliero-Universitaria Santa Maria della Misericordia di Udine 5. Backg round Il trasferimento de gli ioni calcio dalla madre al feto, durante la gravidanza e lallattamento, gioca un r uolo di rilievo nella salute ossea della madre. E noto che il riassorbimento osseo aumenti ver so la fine della gestazione e nellallattamento, ma anche evidente che aumenti parimenti la for mazione ossea. La sicurezza del paziente - 2009 Azienda Ospedaliero-Universitaria Santa Maria della Misericordia di Udine 6. Backg round Perdite di minerale dallosso materno: notevole differenza fra la gravidanza e lallattamento: in questo ultimo periodo la donna perde circa 300-400 mg al giorno, per produrre il latte a 6 mesi dal parto presente una riduzione del 5-10% del patrimonio scheletrico. Tuttavia va tenuto presente che la densit minerale viene completamente recuperata, in breve tempo, dopo la sospensione dellallattamento. Azienda Ospedaliero-Universitaria Santa Maria della Misericordia di Udine 7. The breast is a central regulator of skeletal demineralization during lactation. Suckling and prolactin both inhibit the hypothalamic GnRH pulse center, which in turn suppresses: LH and FSH]: < levels of the ovarian sex steroids (estradiol and progesterone). PTHrP production and release from the breast is controlled by several factors, including suckling, prolactin and the calcium receptor. PTHrP also passes into milk at high concentrations, but whether swallowed PTHrP plays a role in regulating calcium physiology of the neonate is unknown. Kovacs, 2005La sicurezza del paziente - 2009 Azienda Ospedaliero-Universitaria Santa Maria della Misericordia di Udine 8. Backg round La gravidanza e allattamento inducono ad una per dita di massa ossea transitoria che viene completamente recuperata. Soggetti a rischio (bassa BMD idiopatica, uso cronico di steroidi, ecc) potrebbero incor rere, nel periodo gravidico e nel puer perio, in fratture da fragilit Azienda Ospedaliero-Universitaria Santa Maria della Misericordia di Udine 9. Relative changes in bone mass during the first year following delivery in women not breast feeding, and in women breast feeding for a duration of more than and of less than 6 months. 10. Outline Definizione Background Prevalenza/Incidenza Eziologia Contesto clinico Diagnosi Terapia La sicurezza del paziente - 2009 Azienda Ospedaliero-Universitaria Santa Maria della Misericordia di Udine 11. Pr evalenza/Incidenza E una condizione di non frequente riscontro La prima segnalazione di unassociazione tra gravidanza e osteoporosi stata accertata circa 40 anni fa. Linsorgenza stata evidenziata: nel post-partum nel 56% nel terzo trimestre di gravidanza nel 41%. La sicurezza del paziente - 2009 Azienda Ospedaliero-Universitaria Santa Maria della Misericordia di Udine 12. First description of pregnancy-induced osteoporosis was done by Albright and Reifenstein in 1948. Up to now approximately 100 cases were reported OSullivan SM, Grey AB, Singh R, Reid IR. Biphosphonates in pregnancy and lactation-associated osteoporosis. Osteoporosis Int 2006; 17:1008-1012 La sicurezza del paziente - 2009 Azienda Ospedaliero-Universitaria Santa Maria della Misericordia di Udine 13. Pr evalenza/Incidenza Data let dinsorgenza, la maggior parte delle pazienti che sviluppano una PLAO non dispone di una precedente misurazione di densit ossea, anche se non si pu escludere che questa si manifesti su una pre-esistente osteopenia. La sicurezza del paziente - 2009 Azienda Ospedaliero-Universitaria Santa Maria della Misericordia di Udine 14. Outline Definizione Background Prevalenza/Incidenza Eziologia Contesto clinico Diagnosi Terapia La sicurezza del paziente - 2009 Azienda Ospedaliero-Universitaria Santa Maria della Misericordia di Udine 15. Eziologia Non nota, anche se fattori genetici ed eredofamiliari sono probabilmente coinvolti. Forse insorge su preesistente osteopenia Fattori predisponenti: prolungati periodi di oligo-amenorrea insufficiente apporto alimentare di calcio menarca ritardato malnutrizione, anoressiaSanta Maria della Misericordia di Udine 16. Un adeguato apporto di Ca prima di 30-35 anni pu avere un effetto benefico nel raggiungimento di un buon picco di massa ossea BMD(g/cm 2 )Picco Massa Ossea1.2 1.1T-Score (SD)Massa Ossea Normale1.0 0.9 0.80Massa Ossea Ridotta0.7 0.6Osteoporosi0.5 0.4 30405060708090Et (anni)- 1.0 -2.5 17. Eziologia Le cause iatrogene pi note che provocano unosteoporosi in gravidanza sono i cor tisonici e lutilizzo delleparina Devono essere esclusi: celiachia iper tiroidismo (anche iatrogeno da tiroxina) iper paratiroidismo, ipoparatiroidismo e altre cause di osteoporosi secondaria Osteoporosi idiopatica giovanile Santa Maria della Misericordia di Udine 18. Osteopor osi da ster oidi (cor tisone) Incidenza: dal 30% al 50% (prevalentemente entro il 1 anno); la perdita di massa ossea nelle persone trattate con cortisone molto rapida nel primo anno di terapia: riduzioni significative di massa ossea si osservano gi dopo il 3 mese; nel 17% si verificata una frattura vertebrale entro il 1 anno; in meno del 50% dei pazienti in terapia con cortisone vengono effettuati esami per valutare la presenza dell'OP 19. La carenza di vitamina D nelle DONNE GIOVANILa carenza di vitamina D non esclusiva degli anziani: stata descritta anche in circa 1/3 delle donne italiane in et pre-menopausale (et media 35 aa), specie se obese, e anche a questa et si associa significativamente a una ridotta densit minerale ossea 20. Outline Definizione Background Prevalenza/Incidenza Eziologia Contesto clinico Diagnosi Terapia La sicurezza del paziente - 2009 Azienda Ospedaliero-Universitaria Santa Maria della Misericordia di Udine 21. Contesto clinico A causa dellaumento del carico sul rachide ad opera dellutero gravido, la PLAO frequentemente associata a fratture vertebrali da fragilit. La sintomatologia si manifesta al terzo trimestre di gravidanza o durante il puerperio. Il quadro clinico a volte severo, con importante componente dolorosa legata alle fratture vertebrali e necessit di ricorrere alla vertebroplastica. Azienda Ospedaliero-Universitaria Santa Maria della Misericordia di Udine 22. La sintomatologia pu non essere adeguatamente interpretata, dato che la rachialgia in gravidanza molto frequente ed principalmente legata al carico sul rachide causato dal peso dellutero gravido. Quando la sintomatologia dolorosa per persistente, intensa e invalidante lipotesi del crollo vertebrale deve essere posta, anche se di difficile accertamento radiologico fino al parto . La sicurezza del paziente - 2009 Azienda Ospedaliero-Universitaria Santa Maria della Misericordia di Udine 23. Contesto clinico Deve essere sospettata in tutte le donne in gravidanza o in puerperio con dolore rachideo importante. La PLAO ha la tendenza a migliorare spontaneamente dopo lo svezzamento, con recupero densitometrico spontaneo, quantificabile mediamente in 3-8%. La sicurezza del paziente - 2009 Azienda Ospedaliero-Universitaria Santa Maria della Misericordia di Udine 24. Outline Definizione Background Prevalenza/Incidenza Eziologia Contesto clinico Diagnosi Terapia La sicurezza del paziente - 2009 Azienda Ospedaliero-Universitaria Santa Maria della Misericordia di Udine 25. dia gnosi Esami ematochimici: aumento della fosfatasi alcalina ossea e, talvolta degli indici di riassorbimento osseo: CTX Gli esami str umentali pi appropriati:r adiog r afia del r achide per evidenziare eventuali deformazioni e fratture vertebrali Densitometria ossea (quantifica la perdita di densit ossea)Accer tamenti che tuttavia non possono essere ef fettuati in g ravidanza. RX, TAC e RMN, eseguiti nel periodo post-par tum , rilevano il numero ed il grado di compromissione vertebrale. Azienda Ospedaliero-Universitaria Santa Maria della Misericordia di Udine 26. Outline Definizione Background Prevalenza/Incidenza Eziologia Contesto clinico Diagnosi Terapia La sicurezza del paziente - 2009 Azienda Ospedaliero-Universitaria Santa Maria della Misericordia di Udine 27. Terapia Somministr azione di vitamina D : Colecalciferolo: Colecalciferolo 25.000 U.I. mensili / 5.000 U.I. settimanali Supplementi di calcio x os Sospensione dellallattamento entro pochi mesi dal parto Vi sono alcune segnalazioni in letteratura di trattamento efficace con alendronato Levoluzione solitamente favorevole, con miglioramento clinico e recupero densitometrico La PLAO ha carattere autolimitante. Azienda Ospedaliero-Universitaria Santa Maria della Misericordia di Udine