Territory - Landscape - Urban Regeneration

Embed Size (px)

DESCRIPTION

The role of territory and landscape in urban regeneration processes of historic centres

Text of Territory - Landscape - Urban Regeneration

  • 1. VIVA_EASTPART. -Valorisation and ImproVing of mAnagement of Small Historic Centres in theEASTern PARTnership region (DCI-HUM/2010/135)http://vivaeastpart.eu/itThe role of Territory and Landscapein urban regeneration of historic centres.prof. arch.Mariavaleria MininniDICEM Universit della Basilicata

2. Il paesaggio e le risorse del territorio rivestono un ruolo fondamentale nellavalorizzazione dei piccoli centriLa pianificazione del paesaggio in chiave territoriale la pi importante politicaper il miglioramento dellofferta di un turismo sostenibile per i centri storici eper qualit della vita dei suoi abitanti.La pianificazione delle citt in chiave paesaggistica una buona prospettivaper un processo cross scaling della landscape governance policy.2 Casi studioPiano paesaggisticoterritoriale regionale pptrPuglia PUGLIAStrategie di valorizzazione diMatera candidata a capitaleMATERAdella cultura 2019 3. La valorizzazione di un benecomune per la qualit dello sviluppoProf. Alberto Magnaghi coordinatore scientifico del progetto del PPTR 4. PAESAGGIO COME TESTIMONIANZA IDENTITARIA 5. PAESAGGIO COME TESTIMONIANZA IDENTITARIA 6. LA STRUTTURA DEL PPTR 7. Sviluppare coscienza di luogo attraverso la partecipazione 8. Sviluppare coscienza di luogo attraverso la partecipazione 9. LATLANTE DEL PATRIMONIO /rappresentazioni identitarie e statutarie3.3.1 I paesaggi della Puglia 10. ATLANTE DEL PATRIMONIOe SCENARIO STRATEGICO / ambiti paesaggistici e figure 11. LATLANTE DEL PATRIMONIO /descrizioni strutturali di sintesi /esempi cartografia 3Abaco morfotipologie(estratto) 5 Il sistema dei centri corrispondentidei centri del nord barese3.2.6 Le morfotipologie territorilali 12. Morfotipologie territoriali dei sistemiurbani e infrastrutturali: legenda 2 13. Morfotipologie territoriali dei sistemi urbani einfrastrutturali: legenda 1 14. PREMIO PAESAGGIO Recupero delle cave di Fantiano 15. Morfotipologie dellurbanizzazione contemporanea Edificato compatto a maglie regolari corrisponde quasi sempre allampliamento della citt rispetto alledificato pre 1945, si riconosce la regolarit della maglia viaria a cui ledificato si adeguato;la tipologia quasi sempre in linea Frange urbane a maglie larghe Localizzato ai bordi del tessuto urbano consolidato questa tipologia insediativa spesso composta da edifici di differente tipologia e altezza e da unalta percentuale di spazi aperti abbandonati e non utilizzati. Questo tessuto urbano pu essere lesito di un progetto unitario o di progressive aggiunte. Tessuto discontinuo a maglie regolari si tratta delle aree suburbane edificate in alcuni casi in modo abusivo. Sono aree caratterizzate da una tipologia di casa uni-bifamiliare su lotto singolo; in questo caso non c un progetto unitario, si riconosce una frammentazione fondiaria che ha generato tale tipo insediativo. Lineare a prevalenza produttiva edificato di tipo misto, residenziale, produttivo artigianale commerciale (strade mercato). Non si ancora verificato un ispessimento e literazione del principio insediativo, e i lotti sono in alcuni casi intervallati da aree ancora libere. Piattaforma produttiva- commerciale- direzionale Corrispondono ad aree per insediamenti produttivi e/o servizi e si pongono spesso in discontinuit con il tessuto urbano residenziale. Questo tessuto urbano risulta spesso esito di un processo unitario (PIP e/o Sisri-Asi) che si pone in discontinuit con il tessuto urbano circostante. Piattaforma turistico residenziale Sono degli enclaves caratterizzati da progetti ad alta densit edilizia che non stabiliscono delle relazioni con il tessuto circostante, ed hanno un accesso selezionato che privatizza ampie parti di territorio, spesso costiero. Campagna urbanizzata Localizzato ai bordi del margine urbano, si caratterizza per un tessuto a bassa densit, in cui prevalente la tipologia di casa uni-bifamiliare.Le connotazioni agricole si sono perse a favore di una maggiore caratterizzazione da periferia urbana. Campagna abitata Tessuti edificati a bassa densit in cui prevalente una tipologia di casa uni-bifamiliare, che si integrano allo spazio rurale, per le tipologie edilizie e del trattamento degli spazi di pertinenza che li connotano. 16. Tipi insediativi Edificato precedente al 1945 Edificato compatto a maglie regolari Frange urbane- tipo compatto a maglie larghe e tipo a maglie larghe irregolari Insediamento a bassa densit Campagna abitata Tipo lineare semplice Piattaforma turistica Piattaforma produttiva- commerciale direzionale CimiteriCome il piano affronta i detrattori ambientaliCostruire conoscenze criticheForme delle nuove espansioni urbane 17. DIFFUSIONE COSTIERATESSUTO DISCONTINUO A IMPIANTO REGOLARE-TESSUTO DISCONTINUO SU TRAMA AGRICOLASAN PIETRO SPECCHIARICA - MANDURIATRUGLIONE - TORRICELLATipologia insediativa riconoscibile sia nelle aree suburbane che nelle zone costierecaratterizzata dalla presenza prevalente di case uni-bifamiliari su lotto singolo attestate suuna maglia viaria di impianto regolare. Il tessuto appare discontinuo in quanto non completoe caratterizzato da diversi lotti liberi. Il reticolo viario regolare invece generato da processi diframmentazione fondiaria pu impostarsi su una trama agricola preesistente o essere lesitodi processi avviati di pianificazione. 18. Sul territorio costiero si sono stratificati materiali urbani,nuove periferie e le geografie mutevoli del turismo 19. PRIN 2005 Unit di ricerca del Politecnico di BariIdentit e diversit come strategia per una nuova progettualit del turismo costiero nel MediterraneoIl centro urbano di Otranto 20. Comune di Polignano a Mare (BA) P.C.C. Piano Comunale delle CostePermanenze 21. Ptcp della provincia di Lecce pendoli archeologici Aree archeologiche Litoranea Porti# Pajare## Grotte Boschi costieri ## ##Scarichi a mare Villaggi turistici # # Camping## Costa mista### ## ##### Costa rocciosa alta## ### # # # ### ## ## ### # # ## ## # # ## # ##### # ## # ## # # ####### ######### ## ## # ## ## # # ###### # # #### # ### # ## # # # # # ## # # ## # # ## # # ## ## # # # # # # ### ### # # ### # # ## # ## # # ## ### ### ## # ## # #### ## # # # # # # # ### ##### # ## # ### # #### # ######## ## ### ###### ## # # # ## # # # # #### # # ### # # ## # ## ## ## ## #### ### # ## # # # ######### # ## Costa rocciosa bassa # # # # # ## # # ## # # # # ## ## # # # ### #### # # ### # # #### #### # # # ## ## # #### # # ## # ### # # # # # # # ### ## # # # # # # # # ##### ## # ## # # # #### ## # # # # # ## # # ## ### # # ## ### # #### # #### # ### # ## # # # ### # # #### # # # ### #### ## ### # ## # #### ## # # ### # ### ### # ### # # ### ## # # # # ## # # ### # ### #### # # ############## ## # # # # ### # # # ## # # # # # ## ## ### ## # # # # ## ## ## ## # ## # ## ### ## ## ### # # # # # # # ## # # # # # # ## ## # # ## ## # # ### # ### # # #### # # # # # # # ## ### #### # ## # #### # ## ## ## # # # ## ## # # ### # ## # # ## ########## # # #### # # # # ###### ## ## ## # ## # ## # # # # ## # ## ### # ## # # # ##### ## # # #### # # # # ## ## # # ## # # # # ## # ### # ##### # ## # # # # ## # # # # ## # # #### ### # # # ## # # # ## ## ## # # # # # #### # ## # # # ### # ###### # # # ## # ## ## # # ## # # # ### # # # ### # ## ##### ## # ### ## ## # ## # ### ## ## ### ### # # ## ## # # # # # ## # ### ##### # # # ### # # # ## # # ## ### # # # ## ### # # # ##### # # ###### ## ## ## # ### # ## ## ####### # ## # # ### # #### # ## ## #### ### # # # ### # ## # # ## # #### # # ### ### # # # #### # # ## #### ### # Costa sabbiosa #### ### # # # # ### Costa sabbiosa in arretramento # ##### ## # # # # # Costa sabbiosa in avanzamento # #### # # Torri e castelli # # Le cenate # # Masserie ## # ## Perimetrazioni urbane ### # # Muri a secco # # # ## #un paesaggio costiero profondo## # ### # # 22. Scenari per il futuro del paesaggio regionale 3. IL SISTEMA INFRASTRUTTURALE PER LA MOBILITA DOLCE 23. Scenari per il futuro del paesaggio regionale SEI OBIETTIVI SPECIFICI PER LA COSTA 1 NON PERDERE IL RITMO: SALVAGUARDARE LALTERNANZA STORICA DI SPAZI INEDIFICATI ED EDIFICATI LUNGO LA COSTA Contenere il consumo di suolo. Salvaguardare e valorizzare le aree costiere di maggior pregio naturalistico e i paesaggi rurali storici presenti lungo la costa, prevedendo ove necessario interventi di riqualificazione e rinaturazione al fine di: i) creare una cintura costiera di spazi ad alto grado di naturalit finalizzata a potenziare la resilienza ecologica dellecotono costiero (ripristino dei sistemi naturali di difesa dallerosione e dallintrusione salina e dei meccanismi naturali di ripascimento degli arenili); ii) potenziare la connessione e la connettivit ecologica tra costa ed entroterra; iii) contrastare il processo di formazione di fronti costieri lineari continui. 2 IL MARE COME GRANDE PARCO PUBBLICO DELLA COSTA Destinare alla fruizione pubblica le aree costiere di pi alto valore paesaggistico ed ambientale, garantendone laccessibilit con modalit di spostamento sostenibili e nel rispetto dei valori paesaggistici presenti. 3 SALVAGUARDARE LA DIVERSIT E VARIET DEI PAESAGGI COSTIERI STORICI Tutelare e valorizzare le specificit e i caratteri identitari dei centri storici e dei paesaggi storici costieri al fine di valorizzare le differenze locali e contrastare la banalizzazione ed omologazione dellimmagine costiera 4 pugliese. RIQUALIFICARE ECOLOGICAMENTE GLI INSEDIAMENTI TURISTICI COSTIERI Riqualificare gli insediamenti costieri a prevalente specializzazione turistico-balneare, migliorandone la qualit ecologica, paesaggistica, urbana e architettonica al fine di incrementare qualitativamente lofferta ricettiva e la 5 dotazione di spazi e servizi per il turismo e per il tempo libero. DARE PROFONDITA ALLA COSTA, CREANDO SINERGIE CON LENTROTERRAPROGETTO TERRITORIALE PER LA VALORIZZAZIONE E RIQUALIFICAZIONE Valorizzare sinergicamente il patrimonio edilizio della costa e quello dellentroterra e potenziare i collegamenti