Pomodori in tutte le salse.pdf

  • View
    37

  • Download
    2

Embed Size (px)

DESCRIPTION

L'esperienza si articola in più fasi: esplorazione dell'orto anche attraverso un percorso sensoriale, raccolta dei pomodori utilizzati per la merenda in classe, costruzione e soluzione di problemi relativi alle attività svolte, progettazione e realizzazione di una rappresentazione teatrale.

Text of Pomodori in tutte le salse.pdf

ISTITUTO COMPRENSIVO DI MONTALE Scuola Primaria Gherardo Nerucci a.s. 2006-2007 RICERCA-AZIONE MATEMATICA

POMODORI IN TUTTE LE SALSECLASSE I A DOCENTI VIANELLA CAVACIOCCHI FABIANA TEMPESTINI

POMODORI IN TUTTE LE SALSEIl percorso che ha portato i 23 bambini della classe 1 A della scuola Nerucci di Montale alla realizzazione di una serie di attivit veramente coinvolgenti e interessanti, ha avuto inizio nellorto della nostra scuola. Gli alunni, entusiasti fin dallinizio, hanno iniziato per gioco ad esplorare questo nuovo ambiente, prima di tutto hanno osservato le piante, i frutti, la struttura dellorto, gli animaletti che lo popolano. Dopo siamo passati allesplorazione utilizzando i cinque sensi, abbiamo odorato le piante aromatiche, assaggiato alcune erbette, toccato le foglie e i frutti di alcune piante e ascoltato i rumori dellorto. La fase che li ha coinvolti maggiormente stata la raccolta dei pomodori, divisi in piccoli gruppi hanno staccato i pomodori direttamente dalle piante e li hanno messi in un cesto, successivamente i pomodori raccolti sono serviti per fare merenda in classe. Da questa esperienza iniziale nato tutto il progetto che ha visto coinvolte tutte le discipline e si concluso con una recita di fine anno dal titolo I Pomodori in scena. Fasi del lavoro: - Visita dellorto. - Percorso sui sensi. - La raccolta dei pomodori. - Un nuovo amico: Il ragno Saltino. - La merenda con pomodori, pane, basilico, cetrioli e olio. - I pomodori vanno a finire anche nei problemi. - La canzone del pomodoro. - Il balletto dei pomodori e dei bambini (ballo popolare portoghese Indo eu). - Progettazione e realizzazione di una rappresentazione teatrale dal titolo I pomodori in scena. Dopo lesperienza diretta, i bambini hanno individuato delle situazioni problematiche che implicavano luso delladdizione, della sottrazione, della divisione come partizione e infine della moltiplicazione come addizione ripetuta. I bambini hanno imparato giocando e vivendo in prima persona lesperienza che poi finita sulle pagine dei loro quaderni sotto forma di racconti, elenchi, testi, numeri e disegni.

DOCUMENTAZIONELe attivit in prima classe hanno preso lavvio dalle uscite di esplorazione dellorto.

Sono proseguite con la raccolta dei pomodori.

I pomodori raccolti, insieme ad altre verdure sono stati gustati.

Il lavoro di osservazione dellorto continuato invitando i bambini a verbalizzare che cosa sentivano utilizzando gli altri sensi. Dal quaderno dei bambini: Con il naso abbiamo sentito gli odori del basilico, della salvia, del rosmarino, delle rose, della lavanda, del prezzemolo, del finocchio, della menta. Con gli orecchi abbiamo udito il rumore del vento tra le foglie, il rombo delle macchine, il tintinnio del braccialetto della Martina, il cane che abbaiava, il ronzio delle api, i bambini che parlavano nelle classi, il cinguettio degli uccellini, la voce di una maestra nella sua classe. Con le mani abbiamo toccato i cartellini con la scritta per i non vedenti, le verdure mature, le foglioline della menta, della salvia e della lavanda, le rose, il rosmarino. Con gli occhi abbiamo visto il cavolo nero, i pomodori, linsalata, la bietola, la lavanda, la salvia, il rosmarino, le rose, i peperoncini, il basilico, la menta, il fico, i contenitori del concime, il finocchio, la palma, il recinto, la casina degli attrezzi. Lorto e ci che vi accadeva stato lambiente in cui i bambini e linsegnante hanno ambientato il testo dei problemi. Di seguito alcuni esempi tratti dal quaderno dei bambini: La maestra ha messo 24 pomodori in un contenitore e ha chiamato 8 bambini alla lavagna. Un bambino ha dato un pomodoro a ciascun compagno che era vicino alla lavagna. Dopo averli consegnati abbiamo visto che avanzavano dei pomodori, quindi il bambino li ha resi.

Abbiamo visto che avanzavano ancora dei pomodori, il bambino ne ha dato di nuovo uno ciascuno. Questa volta non ne sono avanzati, nel contenitore non cerano pi pomodori. Quanti pomodori ha ricevuto ogni bambino?

I bambini della classe I A sono andati a raccogliere i pomodori nellorto della scuola. Alcuni bambini hanno raccolto 11 pomodori rossi, altri bambini hanno raccolto 5 pomodori verdi e gli ultimi bambini hanno raccolto 8 pomodori arancioni. Quanti pomodori hanno raccolto i bambini in tutto ?

I bambini della classe I A sono andati a raccogliere i pomodori nellorto della scuola. Alcuni bambini hanno raccolto 11 pomodori rossi, altri bambini hanno raccolto 5 pomodori verdi e gli ultimi bambini hanno raccolto 8 pomodori arancioni. La maestra li mette in un cestino, mentre cammina perde 6 pomodori arancioni. Quanti pomodori arancioni rimangono nel cestino ?

Infine i pomodori sono diventati i protagonisti di una storia che stata drammatizzata a fine anno alla presenza dei genitori. I bambini si sono identificati nei pomodori, hanno pensato ai caratteri diversi che ognuno poteva avere: il pomodoro rosso, maturo, quello arancione, e infine, il verde, ancora acerbo. I bambini con le insegnanti, hanno fatto parlare i pomodori secondo un punto di vista diverso: Che cosa penserei se fossi un pomodoro maturo.?, compiendo uno sforzo notevole per superare legocentrismo proprio dellet.

La classe prima A Presenta

I pomodori in scena

Narratori:

Emanuele Atrei, Caterina Santanni, Arianna De Meo, Ginevra Bruni, Matteo Ferrati, Francesca Marchettini, Tommaso Tissi, Asia Balzani, Adele Pierattini, Ernesto Sbragia.

Pomodori rossi:

Michelle Fraschi, Beatrice Passatelli, Claudio Franja, Riccardo Vozella.

Pomodori verdi:

Omayma Bennaim, Francesco Forasassi, Lavinia Masi, Simone Sforzi.

Pomodori arancioni:Martina Signorini, Alice Rafanelli, Pietro Bartolotti, Edoardo Grassi, Elisa Di Cianni.

Narratore Emanuele

Un giorno di fine estate, andammo nellorto a raccogliere n fagioli, n patate ma tanti pomodori verdi, rossi e arancioni che assomigliavano a dei peperoni. Li abbiam messi in un cestino di colore marrone, rosso e verdolino. I pomodori di tre colori hanno caratteri diversi e diversi

Narratore Caterina

sapori. Narratore Arianna I pomodori rossi, gioiosi e paffuti, non vedevano lora di essere colti per finire nel piatto di un bambino affamato. A loro non sarebbe certo dispiaciuto vedere qualcuno vestito di verde velluto che li cogliesse e li mangiasse in un sol boccone senza sollevare un polverone.

Musica Narratore Ginevra I pomodori arancioni, pi timidi e riservati, erano disposti anche a farsi cogliere per essere mangiati, ma non sarebbe loro dispiaciuto restare ancora un po sulla pianta per abbronzarsi il corpo panciuto.

Musica Narratore Matteo Quelli verdi non ancora maturi avevano un caratterino dispettoso e ansioso, erano anche un po agitati perch non volevano essere colti e mangiati.

Musica Narratore Francesca Cos accadde che un bel giorno, nellorto una discussione scoppi tra i pomodori verdi, rossi e arancioni. Ma a niente serv agitarsi, urlare e bisticciare. Ora giunto il momento di iniziare.

Pomodoro Michelle Pomodoro Beatrice

Ma che bella giornata di sole! Oggi mi sento in forma. Non sto pi nella buccia. Oh come dondolo qui appeso. Sono cos grosso e succoso perch ho mangiato come un goloso. Io sono contento perch presto qualcuno mi coglier e la mia polpa nella pancia di un bel bambino finir. Che sfrontato! Non son daccordo. Io non sono maturo. La mia buccia ancora verde scuro. Io invece per dispetto verde resto. Cos nessuno mi coglier tanto presto. Che noioso! Sei veramente dispettoso! Io son felice e beato di essere da qualcuno desiderato!

Pomodoro Claudio

Pomodoro Omayma

Pomodoro Francesco Pomodoro Riccardo

Pomodoro Lavinia Pomodoro Simone Pomodoro Martina

Neanchio voglio esser colto. Mi piace star qui e di molto. Nella pancia dei bambini non voglio finire. Preferisco star qui a marcire. I bambini! Li sento spesso chiacchierare, ridere, scherzare, qualche volta le maestre

sono costrette a urlare. Pomodoro Alice Son veramente furbetti e anche mangioni! Alcuni passano di qui e dicono:Che buoni i pomodori rossi, verdi e arancioni, li mangerei in un sol boccone. Fatela finita di battibeccare, tanto niente potete fare! State l tutto il giorno a parlare, parlare, parlare e parlare e ci fate veramente annoiare. Ascoltate! I bambini stanno per arrivare. La maestra li sta chiamando per metterli in fila e qualcuno lo sento urlare. C chi cammina in silenzio, chi ride, chi inciampa, chi chiacchiera, ma quando la maestra inizier a spiegare ognuno di loro si fermer ad ascoltare! Alla fine della storia tutti i pomodori, anche quelli poco maturi si ritrovarono nel cesto dei bambini pi grandi e pi piccini. Il loro destino si era compiuto. Ah, dimenticavo. Mentre noi bambini cercavamo tra le foglie i verdi pomodori, un ragno spunt. Dirvi non so se era Saltino oppure un suo lontano cugino. Certo Saltino stato con noi tanti mesi, ci

Pomodoro Pietro

Pomodoro Edoardo

Pomodoro Elisa

Narratore Tommaso

Narratore Asia

ha aiutato a crescere e con lui abbiamo scoperto tante cose nuove e curiose. Narratore Adele Ad allietare le nostre giornate anche due chiocciole sono arrivate. Razzo e Bavosa le abbiamo chiamate e nel lumacario a vivere si sono abituate. Adesso saranno liberate perch lestate sta per arrivare e tutti in vacanza vogliamo andare. Le maestre ci hanno seguito in questi mesi lunghi e talvolta tempestosi, ma sappiamo che di noi sono molto contente e orgogliose. Arrivederci al prossimo anno e buone vacanze a tutti voi. E adesso la canzone dei pomodori. Dopo la canzone seguir il balletto dei pomodori e dei narratori.

Narratore Ernesto

Oh che bellorticelloMarcon diron diron dello Oh che bellorticello

Marcon diron diron da. Cogliam tutti i pomodori Marcon diron diron dell