POLYMNIA Studi di Storia romana 1 - ?· Nel tracciare una storia della colonizzazione romana nel suo…

Embed Size (px)

Text of POLYMNIA Studi di Storia romana 1 - ?· Nel tracciare una storia della colonizzazione romana nel...

POLYMNIAStudi di Storia romana

1

PolymniaCollana di Scienze dellantichit

fondata e diretta daLucio Cristante

_________________________________________________________________________

Studi di Storia romanaa cura di

Gino Bandelli e Giovannella Cresci Marrone

- 1 -

COMITATO SCIENTIFICO INTERNAZIONALE

lizabeth Deniaux (Paris), Hartmut Galsterer (Kln), Andrea Giardina (Roma), Juan Santos Yanguas (Vitoria), Claudio Zaccaria (Trieste), Giuseppe Zecchini (Milano)

RESPONSABILE DI REDAZIONE

Simona Ravalico

I testi pubblicati sono liberamente disponibili su:http://www.openstarts.units.it

Chiab, MonicaRoma e le priscae Latinae coloniae : ricerche sulla colonizzazione del Lazio dalla costituzione della repubblica alla guerra latina / Monica Chiab - Trieste : Edizioni Universit di Trieste, 2011. - XX, 242 p. ; 24 cm.(Polymnia : studi di storia romana ; 1)ISBN 978-88-8303-361-2

1. Lazio Colonizzazione romana Sec. 5.-4. a.C.937.6 (ed.22)

Copyright 2011 - EUTEDIZIONI UNIVERSIT DI TRIESTE

Propriet letteraria riservataI diritti di traduzione, di memorizzazione elettronica, di riproduzione

e di adattamento totale o parziale di questa pubblicazione, con qualsiasi mezzo(compresi i microfilm, le fotocopie o altro), sono riservati per tutti i Paesi

Autore e editore hanno operato per identificare tutti i titolari dei diritti delle illustrazioni riprodotte nel presente volume e ottenerne lautorizzazione alla pubblicazione; restano tuttavia a disposizione per assolvere gli adempimenti nei confronti degli eventuali aventi diritto non rintracciati

Monica Chiab

RoMa e le priscae Latinae coLoniae

Ricerche sulla colonizzazione del laziodalla costituzione della repubblica alla guerra latina

V

Prefazione

Introduzione

I. Roma e linvio di colonie fra la caduta della monarchia e la stipulazione del foedus cassianum

1. -2. Pometia et Cora3. Fidenae4. Signia5. Velitrae6. sistema gentilizio e sistema statale in rapporto alla colonizzazione arcaica7. La condizione giuridica delle colonie anteriori al foedus Cassianum

II. I rapporti tra Roma e i populi Latini fra il declino della monarchia e gli esordi della repubblica

1. Le fasi che precedono la stipulazione del foedus Cassianum1.1 il bosco di Ferentina1.2 La battaglia di aricia 1.3 il lucus Dianius in nemore aricino

2. il foedus Cassianum

III. la tradizione sulla formazione dellager romanus antiquus e la questione delle pi antiche trib rustiche

IV. priscae Latinae coloniae1. Le colonie dedotte fra la stipulazione del foedus Cassianum e lincendio gallico

1.1 Velitrae (492)1.2 Norba (492)1.3 antium (467)

INDICe

VII

IX

15912141619

2426333438

47

596671

VI

1.4 ardea (442)1.5 Fidenae (428, supplemento)1.6 labici (418)1.7 Bola (?)1.8 Vitellia (prima del 393)1.9 Circeii (rifondazione del 395 o del 393)

2. Le colonie dedotte fra lincendio gallico (390) e la guerra latina (340-338)2.1 Satricum (385)2.2 Setia (382)2.3 Sutrium (383)2.4 Nepet ( fra il 383 e il 373)

3. crisi nei rapporti romano-latino-ernici e cessazione della colonizzazione federale

Conclusioni

Bibliografia

Indice delle fonti letterarieIndice delle fonti epigrafiche, numismatiche e papirologicheIndice dei nomi di persona e di divinitIndice geografico ed etnograficoIndice delle cose notevoli

8190919699101106109119122126129

131

149

227235236238242

VII

PReFazIoNe

Il volume che, nella collana Polymnia delle edizioni dellUniversit di Trie-ste (eUT), inaugura la nuova serie di storia romana , da un lato, espressione della Scuola triestina di Storia antica, poich da studentessa di lettere classiche lautrice ha frequentato le lezioni e i seminari di Filippo Cssola, nostro comune Maestro; dallaltro, nasce da una tesi elaborata nel vivace contesto del dottorato di Storia antica dellUniversit di Roma la Sapienza, unita in consorzio, negli anni Novanta, con quelle di Padova, Venezia e Trieste, dove la studiosa, tutore il sottoscritto, ha potuto avvalersi di cotutori quali Filippo Cssola, Ruggero Fauro Rossi, laltro decano della Scuola triestina, e Domenico Musti, uno dei Maestri di quella romana. Ma la versione finale di questo lavoro deve molto anche allaiuto e al consiglio di Giovannella Cresci Marrone, Hartmut Galsterer e Claudio zaccaria.

Ben al di l del titolo del suo contributo, Monica Chiab propone un riesame complessivo delle fasi iniziali del processo di espansione di Roma (dallultimo periodo monarchico ai foedera con i latini e con gli ernici e alla Guerra latina), fermo restando che lanalisi pi sistematica riguarda lo strumento fondamentale del processo medesimo, cio, appunto, la colonizzazione.

Conscia delle aporie che, al riguardo, manifestano la tradizione e la storio-grafia antica e del conseguente scetticismo di esponenti, anche autorevolissimi, della storiografia contemporanea, lautrice ha voluto comunque affrontare il problema, sulla base di una completa rassegna delle testimonianze classiche e di unimponente ricognizione bibliografica. la conclusione cui essa perviene che unadeguata esegesi per linee interne delle fonti letterarie e un confron-to dei suoi risultati con le acquisizioni della ricerca topografica e archeologica, quantitativamente e qualitativamente sempre pi notevoli, e con i dati epigra-fici, ancora scarsi ma talvolta dimportanza straordinaria, permette non sola-mente di confermare lo sviluppo diacronico e geografico del fenomeno ricava-bile dalle fonti stesse, tanto per la sua declinazione viritana, quanto per quella rappresentata dalla creazione di comunit urbane, ma anche di coglierne taluni

VIII

aspetti giuridici (ruolo dei magistrati con imperium e del senato), prosopografici (composizione dei collegi triumvirali attestati) e politici (significativit di talu-ne presenze nei collegi suddetti).

Tenuto conto di ci, con soddisfazione e fiducia che, insieme con Giovannella Cresci Marrone, sottopongo il volume al giudizio della comunit scientifica.

Gino Bandelli

IX

INTRoDUzIoNe*

Nel processo di crescita dello stato romano gli autori antichi, accanto alle semplici annessioni territoriali seguite dalla adsignatio viritana di parte dei terri-tori confiscati, attribuiscono un ruolo determinante allistituto della colonia1.

In particolare, Dionigi di alicarnasso si riferisce alla colonia in questi termini2:

, , - , , , , , .

Il tema della colonizzazione ha sempre suscitato un grande interesse fra gli studiosi, ma in un settore della ricerca cos vasto e complesso la tendenza pi diffusa quella di studiare il fenomeno coloniario dopo lo scioglimento della lega latina (338), quando la pratica di inviare colonie assume un nuovo significato3.

*Per quanto riguarda le datazioni, esse seguiranno la cronologia lunga o vulgata [secondo cui fra gli anni contrassegnati da magistrature collegiali (consoli o tribuni militari consulari potestate) vanno inseriti quattro anni dittatoriali e quattro o cinque anni di anarchia], accolta da Broughton 1951, 1952, 1960, 1986. Circa gli altri sistemi cronologici noti e le difficolt derivanti dagli autori che li fanno propri, vd. Cssola 1982 = Cssola 1994, 319-378. le date prive di indicazione diversa devono intendersi a. C.

1 liv. I-V (passim) e Dion. Hal. II-XIV (passim).2 Dion. Hal. II 16, 1.3 In generale, sulla colonizzazione attuata da Roma in seguito allo scioglimento della lega

latina: Pais 1923; Toynbee 1965, I, 178-189, 249-258 = Toynbee 1981, 186-187; Salmon 1969; Bernardi 1973; Misurare la terra 1983; Salmon 1985b; La colonizzazione 1988; Bandelli 1988a; Bandelli 1988b; Coarelli 1992; Bandelli 2002a; Bandelli 2002b;

X

introduzione

Nelle monografie di edward Togo Salmon roman colonization under the republic e di aurelio Bernardi nomen Latinum, a tuttoggi indagini sistematiche basilari sulla colonizzazione romana e latina di et repubblicana, gli autori dedicano dei brevi capitoli alle fondazioni anteriori allo scioglimento della lega latina, ma tralasciano gran parte delle questioni spinose e di difficile risoluzione inerenti a tali colonie4.

Nel tracciare una storia della colonizzazione romana nel suo insieme e nel ricostruire le fasi di tale processo non si pu ignorare che la tradizione ricor-da una fase di colonizzazione arcaica nel lazio meridionale, fra la cacciata dei Tarquini e la stipulazione del foedus cassianum (493), da collocare in un quadro a met fra il sistema gentilizio ed il nuovo sistema statale repubblicano; e che, in seguito alla sottoscrizione del trattato di Cassio (493) e alla stipula del foedus Hernicum (486)5 la federazione romano-latino-ernica promuove alme-no tredici iniziative coloniarie, tra deduzioni, supplementi e ricolonizzazioni, contribuendo a dar vita ad un modello politico-istituzionale che verr, dopo il 338, gradualmente applicato dalla sola Roma al resto dItalia6.

Sullopportunit, quindi, di un riesame complessivo della colonizzazione romana pi antica non ci sono dubbi.

In base al duplice e fondato presupposto che i dati cronologici e prosopo-grafici ricavabili dalla tradizione siano, nel complesso, attendibili, che le recen-ti acquisizioni delle ricerche topografiche ed archeologiche abbiano apportato elementi nuovi e significativi, che in anni recenti siano state formulate alcune

Greek and roman colonization 2006 (in part. Bispham 2006, Bradley 2006, Patterson 2006); Bandelli 2007a; Bandelli 2007b; laffi 2007; Bispham 2007; Bandelli 2008a; Bandelli 2008b; Bandelli 2008c; Bandel