Click here to load reader

Percorso Nascita - aslmn.net · PDF file2 3 La gravidanza, la nascita del bambino e il periodo successivo alla nascita sono gli eventi fisiologici più rilevanti dal punto di vista

  • View
    216

  • Download
    0

Embed Size (px)

Text of Percorso Nascita - aslmn.net · PDF file2 3 La gravidanza, la nascita del bambino e il periodo...

CARTA DEI SERVIZI

Percorso Nascita

www.aslmn.itwww.aopoma.gov.it

32

La gravidanza, la nascita del bambino e il periodo successivo alla nascita sono gli eventi fisiologici pi rilevanti dal punto di vista sociale, affettivo e biologico nellambito del ciclo vitale della donna. I molteplici aspetti che scaturiscono dalle-sperienza concorrono a costruire e consolidare lo stato di benessere psicofisico, coinvolgendo la donna, luomo e tutto il nucleo familiare.

Percorso Nascita

ASL e Azienda Ospedaliera propongono un Percorso nascita che garan-tisce alla mamma lassistenza in gravidanza e dopo il parto, laccompagna-mento e il sostegno nel suo ambiente di vita, attraverso il supporto del-la struttura sanitaria pi idonea. Questo modello organizzativo prevede la presa in carico, lintegrazione di tutti i servizi coinvolti, la trasparenza dellofferta assistenziale, la qualit della comunicazione tra gli operatori e tra operatori e nucleo familiare, garantendo cos grande attenzione alla sicurezza per tutto il periodo della gravidanza e dopo la nascita.

Indice

Nascere a Mantova 4

La rete dei Servizi Assistenziali 6

Prima della Gravidanza 9

La Gravidanza 10

Il Parto e la Nascita 14

E Nato - E Nata 21

Finalmente a Casa 26

I Controlli del Pediatra 28

Indirizzi e Contatti 30

Associazioni di Volontariato di riferimento 32

ASL indirizzi per la scelta del Pediatra 34

Vaccinazioni Pediatriche 35

Consultori Familiari 36

Siti Internet 38

54

LAzienda Ospedaliera Carlo Poma dotata di tre punti nascita in grado di coprire le necessit della mamma e del bambino sul territorio provinciale: Mantova, Asola e Pieve di Coriano. La rete integrata delle tre strutture di Ostetricia e Ginecologia e di Pediatria garantisce la sicurezza, attraverso due sistemi di trasporto protetto della gestante patologica e a rischio del neonato problematico, effettuato da quipe dedicata dellOstetricia e della Terapia Intensiva Neonatale secondo procedure certificate dal servizio di qualit aziendale.

Qualche dato demografico della Provincia di MantovaLa provincia di Mantova conta 411.335 residenti 1, di cui 52.894 di cittadinanza straniera. Il numero dei nati residenti stato di 3.671 di cui 1.059 stranieri. Il numero di figli per donna in linea con quello della Regione Lombardia e risulta significativamente inferiore nelle italiane, 1,16 contro i 2,53 delle straniere. Generalmente questultime partoriscono per la prima volta intorno ai 28,7 anni2, le italiane a 31,8. Nei tre punti nascita della provincia, nel 2013, si sono verificati 3.046 parti di cui 1.090 cesarei. Un numero rilevante di donne, 543, provenivano da province limitrofe, soprattutto Brescia, Cremona, Modena, Verona e Rovigo, sia per motivi logistici, ma anche per la buona capacit di attrazione delle strutture mantovane.Quasi la met dei parti cesarei, cio 483, avvenuta in condizioni di urgenza, mentre i restanti 607 sono stati program-mati. Si sono verificati 394 ricoveri per problemi durante la gravidanza. Gli accessi ambulatoriali relativi alla gravidanza sono stati 7.215.Per le donne gravide, in caso di bisogno possibile accedere ai reparti di Ostetricia tramite Pronto Soccorso o diretta-mente. La mortalit materna un evento eccezionale sul territorio provinciale, come peraltro in Regione Lombardia e in Italia e non risulta possibile misurare tale fenomeno nel corso di un anno.La mortalit neonatale (dalla nascita al 28 giorno di vita) presenta un tasso di 1,01 per mille di nati vivi, valore in linea con i possibili confronti sia regionali che nazionali.

1 ISTAT 2013 2 Flusso Schede di Dimissione Ospedaliera 2013 3 Certificati di assistenza al parto regionali 2013

Parole chiave: integrazione e continuit assistenzialeIl percorso nascita un programma di continuit assistenziale integrata tra territorio e i punti nascita della provincia di Mantova, in stretta collaborazione tra i Consultori familiari, le strutture ospedaliere di Ostetricia, Neonatologia e Pedia-tria, i Medici di Medicina Generale e i Pediatri di famiglia.Laccoglienza e lassistenza sono intese come un percorso di condivisione tra la famiglia e gli operatori per concordare le decisioni da prendere in merito alle situazioni che si presentano nel corso della gravidanza e dopo la nascita.Gli obiettivi che si intende perseguire sono: uniformit di assistenza; condivisione dei percorsi; approccio multidiscipli-nare che garantisca il benessere fisico, psicologico e sociale; continuit assistenziale per gravidanza, parto e post-partum; centralit della donna, della coppia e del bambino; accesso facilitato alle prestazioni.

Nascere a Mantova

76

Il Consultorio FamigliareSul territorio provinciale sono attivi quindici Consultori familiari che fanno capo ai sei Distretti Socio-Sanitari dellASL. Svolgono unattivit orientata in particolare alla promozione della salute in relazione allaffettivit e alla sessualit, alla prevenzione delle malattie sessualmente trasmesse nonch alla procreazione responsabile.I Consultori familiari collaborano allo screening del tumore del collo dellutero attraverso lesecuzione del pap-test; offrono ascolto, accompagnamento e orientamento ai cittadini nella scelta dei servizi. Allinterno dei consultori lavora unquipe multiprofessionale e multidisciplinare composta da ostetriche, ginecologi, assistenti sanitarie, psicologi e as-sistenti sociali che garantiscono assistenza alla gravidanza con controlli, visite, esami, ecografie e corsi di accompagna-mento alla nascita. Dopo il parto vengono assicurati incontri finalizzati alla promozione e al sostegno dellallattamento al seno e altri interventi con lo scopo di favorire linstaurarsi di un positivo rapporto tra i genitori e il loro bambino.

Lassistenza psicologica offerta durante la gravidanza pu essere daiuto per affrontare i numerosi cambiamenti che si verificano nella donna, nella relazione di coppia e nei rapporti sociali, pre-venendo in particolare sentimenti di inadeguatezza, disagio, sta-ti dansia e depressione.Il modello assistenziale per le gravidanze a basso rischio quello delineato nelle Linee Guida 2011 del Ministero della Salute e dellIstituto Superiore di Sanit e prevede lostetrica come figu-ra di riferimento, in collaborazione con lintera quipe consulto-riale, i Medici di famiglia e le strutture ambulatoriali dellAzien-da Ospedaliera in caso di bisogno. Lostetrica di riferimento si prende cura della donna durante tutta la gravidanza e, in presen-za di eventuali complicazioni, definisce insieme al Ginecologo del Consultorio un percorso di consulenza specialistica. Tutte le prestazioni previste dalle linee guida nazionali sono gratuite.

La rete dei servizi assistenzialiLe donne in gravidanza seguite dai Consultori familiari provengono, in buona percentuale, da paesi stranieri, quando la donna non parla la lingua italiana, per facilitare la comunicazione e la comprensione della sua situazione sanitaria e fami-liare vi la possibilit di ricorrere allinterpretariato telefonico che, in tempo reale, mette a disposizione interpreti e tra-duttori di 70 lingue e dialetti. Per le situazioni pi complesse possibile attivare anche il mediatore linguistico-culturale che, su appuntamento, raggiunger il Consultorio familiare per assistere la donna e lostetrica durante la consulenza allo scopo di rendere chiara e comprensibile la comunicazione tra di loro. Ogni anno nei Consultori familiari della provincia sono assistite per tutta la durata della gravidanza circa 1.500 donne.

L OspedaleNei tre Punti Nascita dellAzienda Ospedaliera sono attive le strutture di ricovero di Ostetricia-Ginecologia e di Pediatria in grado di garantire lassistenza h24, con la presenza continuativa di ginecologi, pediatri, ostetriche, infermiere, perso-nale di supporto e altre figure professionali adeguate ai bisogni assistenziali per la gravidanza e il parto fisiologico, come per la gravidanza e il parto complicati da patologie. Tali strutture sono collocate allinterno del Dipartimento Materno Infantile e in collegamento costante sia tra di loro che con i servizi territoriali e consultoriali.Gli accertamenti e le terapie mediche o chirurgiche, sia ginecologiche che ostetriche, possono essere svolti a seconda della tipologia in regime ambulatoriale, di day hospital o di ricovero. LOstetricia di Mantova, grazie alla presenza della Terapia Intensiva Neonatale, accoglie e gestisce le patologie della gra-vidanza, organizzando, quando necessario, i trasferimenti dai presidi periferici. Laccesso ai reparti per le pazienti di oste-tricia pu avvenire sia in urgenza, dopo visita di consulenza in Pronto Soccorso, sia in regime di ricovero programmato.

Trasferimento in emergenza della madre e del neonatoI punti nascita di Asola e Pieve di Coriano attivano il trasferimento della paziente gravida e del neonato in collaborazio-ne con il Pronto Soccorso e con la struttura ricevente nei seguenti casi: prima della 35 settimana con minaccia di parto prematuro; in presenza di patologia materna rilevante a giudizio del medico; in presenza di patologia a carico del feto che richieda il parto in un punto nascita dotato di Terapia Intensiva Neonatale. Nel caso in cui il parto di neonato prematuro

98

Prima della gravidanzao critico avvenga comunque nei punti nascita di Asola e Pieve di Coriano viene attivato il Servizio di trasporto neonatale in emergenza (STEN) con lquipe medica-infermieristica della Struttura di Terapia Intensiva Neonatale per il trasferi-mento verso lOspedale di Mantova, centro di 2 livello.

Attivit libero professionale Nelle strutture dellAzienda Ospedaliera possibile prenotare visite specialistiche ginecologiche e ostetriche intramoe-nia telefonando al numero verde 800 724 505.

Procreazion

Search related