Click here to load reader

NTRODUZIONE AL DISEGNO TECNICO RAPPRESENTAZIONE · Ing. Davide Russo Dipartimento di Ingegneria Industriale INTRODUZIONE AL DISEGNO TECNICO METODI DI RAPPRESENTAZIONE

  • View
    7

  • Download
    1

Embed Size (px)

Text of NTRODUZIONE AL DISEGNO TECNICO RAPPRESENTAZIONE · Ing. Davide Russo Dipartimento di Ingegneria...

  • Ing. Davide RussoDipartimento di Ingegneria Industriale

    INTRODUZIONE AL DISEGNO TECNICOMETODI DI RAPPRESENTAZIONE

  • 2

    ... il Disegno Tecnico

    – ruolo

    – tipologia

    Normazione (cenni)

    Metodi di Rappresentazione

    – le proiezioni ortografiche

    Metodo Europeo

    Metodo Americano

    Metodo delle frecce

    ... IN QUESTA LEZIONE

  • 3

    rappresentazione di oggetti tecnici

    documento che permette al progettista/disegnatore di tradurre graficamente le sue idee, fornire indicazioniall’operatore per la realizzazione del pezzo

    basato su convenzioni normalizzate

    ..... un disegno tecnico svolge una duplice funzione– permettere la ricostruzione mentale del modello

    dell’oggetto

    – diffondere informazioni

    ... IL DISEGNO TECNICO (1/7)

  • 4

  • 5

    https://www.youtube.com/watch?v=0pUsSwqsT_4

  • 8

    ... IL DISEGNO TECNICO (4/7)

  • 9

    La funzione di diffusione dell’informazione ha reso necessaria la definizione di un “linguaggio” convenzionale, unico e internazionale

    ... IL DISEGNO TECNICO (5/7)

  • 10

    Chi ha stabilito grammatica e sintassi di questo linguaggio?

    Enti nazionali e internazionali di normazione ed unificazione

    Normazione

    azione che porta a stabilire ed applicare regole, definite con il consenso degli interessati ed approvate da un organismo ufficialmente riconosciuto, per ordinare e razionalizzare un determinato campo di attività, al fine di raggiungere una situazione economica ottimale, nel rispetto delle esigenze funzionali e di sicurezza

    ... IL DISEGNO TECNICO (6/7)

  • 11

    Unificazione

    forma di normazione che riunisce prescrizioni dimensionali, procedurali o di altra natura, in modo da ottenere prodotti equivalenti e intercambiabili, in numero relativamente ridotto di tipi e varianti

    Enti normatori

    – ISO International Standards Organization (mondiale)

    – CEN European Committee for Standardization (europeo)

    – UNI Ente Nazionale di Unificazione (italiano)

    Norme UNI per il Disegno tecnico

    ... IL DISEGNO TECNICO (7/7)

  • 12

    PROCESSO SVILUPPO PRODOTTO

    PROCESSO DI PRODUZIONE

    CAM

    Pianificazione

    del processo

    Pianificazione

    della produzione

    Progettazione e

    realizzazione di

    attrezzature

    Programmaz.

    NC,CNC

    ProduzioneControllo

    di qualità

    Packaging

    PROCESSO PROGETTAZIONE

    ConcezioneProgettazioneAnalisi ed

    ottimizzazioneValidazione

    di progetto

    Documentazione

    di progetto

    Requisiti

    CAD (Computer Aided Design)

    CAE (Computer Aided Engineering)

  • 13

    I disegni possono essere classificati in base

    – al livello di strutturazione dell’oggetto rappresentato

    – alla collocazione nel ciclo di sviluppo prodotto

    Classificazione in base al livello di strutturazione

    – disegni di complessivi

    – disegni di gruppo

    – disegni di sottogruppo

    – disegni di particolare

    TIPI DI DISEGNI (1/4)

  • 14

    Un disegno di complessivo definisce una macchina o un oggetto completo, composto da gruppi distinti, in modo da specificarne l’ingombro e la funzione

    TIPI DI DISEGNI (2/4)

  • 15

    Un disegno di gruppo rappresenta un insieme di particolari aventi una funzione propria autonoma

    Un disegno di sottogruppo rappresenta un insieme di particolari che non hanno una funzione specifica

    Un disegno di un componente o di un particolare rappresenta un pezzo non ulteriormente scomponibile

    TIPI DI DISEGNI (3/4)

  • 16

    Classificazione in base alla collocazione nel ciclo di sviluppo prodotto

    – disegno di concepimento o di avanprogetto• redatti nella fase di conceptual design (schizzi, ...)

    – disegno costruttivo• riporta in modo completo tutte le prescrizioni funzionali

    (dimensioni, tolleranze, finiture superficiali, materiali)

    – disegno di fabbricazione• riporta tutte le indicazioni per la fabbricazione, il controllo e il

    montaggio del complessivo

    – disegno del pezzo costruito• illustra le caratteristiche dell’oggetto o del pezzo finito

    TIPI DI DISEGNI (4/4)

  • 17

    Disegno di concepimento

  • 18

    Disegno di fabbricazione

  • 19

    Norme per descrivere

    – FORMA

    – DIMENSIONI

    – TOLLERANZE

    – RUGOSITÀ SUPERFICIALE

    – MATERIALE

    Elementi di macchine

    .... VEDREMO

  • 20

    .... il problema

    METODI DI RAPPRESENTAZIONE (1/4)

    Oggetti 3D

    del mondo reale

    Rappresentazione su

    supporto bidimensionale

  • 21

    Metodo utilizzato: LE PROIEZIONI

    – Trasformano punti in un sistema di coordinate 3D in punti in un sistema di coordinate 3D o 2D

    – La proiezione di un oggetto 3D si ottiene tramite dei raggi di proiezione (proiettori) che partono da un centro di proiezione, passano attraverso ciascun punto dell’oggetto, e intersecano un piano di proiezionegenerando la proiezione

    METODI DI RAPPRESENTAZIONE (2/4)

  • 22

    METODI DI RAPPRESENTAZIONE (3/4)

    proiezioni

    parallele

    oblique

    cavaliera cabinet

    ortogonali

    assonom. rap. ortografica

    isometrica dimetrica trimetrica

    prospettiche

    1-Pt 2-Pt 3-Pt

  • 23

    Poco utilizzata nel disegno tecnico perchè troppo laboriosa rispetto al risultato ottenuto

    PROIEZIONI PROSPETTICHE

    1-punto 2-punti

    3-punti

    orizzontale

    prospettica

    1-Pt 2-Pt 3-Pt

  • 24

    PROIEZIONI PARALLELE

    Piano di proiezionePiano di proiezione

    parallele

    ortogonalioblique

  • 25

    ... NEL DISEGNO TECNICO

    proiezioni

    parallele

    oblique

    cavaliera cabinet

    ortogonali

    assonom. rap. ortografica

    isometrica dimetrica trimetrica

    prospettiche

    1-Pt 2-Pt 3-Pt

  • 26

    PROIEZIONI ORTOGONALI (1/7)

    ortogonali

    assonometriche rap. ortografica

    proiezioni ortogonali

  • 27

    di un punto

    PROIEZIONI ORTOGONALI (2/7)

    p.o

    p.v

    p.l.

    ortogonali

    assonom. rap. ortografica

    P3

    P1

    P2

    P

    Linea di terra

    P1

    P2

    P3

    p.v

    p.o

    p.l.

    ribaltando

    i 3 piani

  • 28

    di un segmento

    PROIEZIONI ORTOGONALI (3/7)

    perpendicolare al piano orizzontale

    parallelo al piano verticale ed inclinato

    rispetto al piano orizzontale

    ortogonali

    assonom. rap. ortografica

  • 29

    di una figura piana

    PROIEZIONI ORTOGONALI (4/7)

    rettangolo parallelo al piano laterale

    rettangolo inclinato di un certo angolo

    rispetto al piano orizzontale e

    perpendicolare al piano verticale

    ortogonali

    assonom. rap. ortografica

  • 30

    prisma a base rettangolare

    con asse inclinato rispetto

    al piano orizzontale

    prisma a base rettangolare

    con asse perpendicolare al

    piano orizzontale

    di un oggetto solido

    PROIEZIONI ORTOGONALI (5/7)ortogonali

    assonom. rap. ortografica

  • FACOLTA’ DI INGEGNERIA

    UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI BERGAMODavide Russo 31

    Proiezioni Ortogonali (6/7)

  • 32

    di un oggetto solido

    PROIEZIONI ORTOGONALI (7/7)ortogonali

    assonom. rap. ortografica

  • 33

    Le viste si possono disporre secondo:

    Metodo Europeo o del Primo Diedro (E)

    Metodo Americano o del Terzo Diedro (A)

    Metodo delle frecce

    PROIEZIONI ORTOGONALI NEL DISEGNOTECNICO

    Norma UNI 3970

  • 34

    Simbolo:

    METODO EUROPEO O DEL PRIMO DIEDRO – E

  • 35

    Simbolo :

    METODO AMERICANO O DEL TERZODIEDRO – A

  • 36

    METODO DELLE FRECCE

  • 38

    Relazioni tra le viste

    CONSIDERAZIONI (3/7)

  • 39

    Relazioni tra le viste

    CONSIDERAZIONI (2/7)

    A

    B

    C

    B1

    C1

    B

    C

    A

    B

    B1

    d

    d

    Sistema europeo

  • 40

    1. Posizionamento

    CONSIDERAZIONI (4/7)

    Sistema americano

  • 41

    1. Posizionamento

    CONSIDERAZIONI (5/7)

    Sistema americano

  • 42

    2. Scelta della vista principale

    3. Determinare numero minimo

    4. Determinare le viste che presentano il minor minimo di linee nascoste

    CONSIDERAZIONI (6/7)

  • 43

    Disposizione delle viste

    CONSIDERAZIONI (7/7)

  • 44

    Il Disegno Tecnico

    – ruolo

    – tipologia

    Metodi di Rappresentazione

    – le proiezioni

    Metodo Europeo

    Metodo Americano

    Metodo delle frecce

    ... RIASSUMENDO

  • 45

    Le viste ausiliarie

    I ribaltamenti

    Raccordi e tangenze

    Spigoli convenzionali

    ... altre particolarità di rappresentazione

    LA PROSSIMA LEZIONE

  • 46

    Manuali UNIMI: “Norme per il Disegno Tecnico”, Vol I. e Vol. II, U.N.I., Milano

    E. Chirone, S. Tornincasa, “Disegno Tecnico Industriale”, Vol. 1, 2, Edizioni Il Capitello, Torino

    DOCUMENTAZIONE