of 24/24
L’ESPERIENZA DELL‘ISTITUTO COMPRENSIVO DI CASTELVETRO

MUSICA E CURRICOLO VERTICALE

  • View
    62

  • Download
    0

Embed Size (px)

DESCRIPTION

MUSICA E CURRICOLO VERTICALE. L’ESPERIENZA DELL‘ISTITUTO COMPRENSIVO DI CASTELVETRO. LINGUAGGI E CONTINUITA’: COSTRUIRE UN PERCORSO FORMATIVO UNITARIO DI MUSICA. DOVE ABBIAMO INIZIATO. ISTITUTO COMPRENSIVO dal 2005-2006 primo biennio : accorpamento, conoscenza - PowerPoint PPT Presentation

Text of MUSICA E CURRICOLO VERTICALE

  • LESPERIENZA DELLISTITUTO COMPRENSIVO DI CASTELVETRO

  • LINGUAGGI E CONTINUITA:COSTRUIRE UN PERCORSO FORMATIVO UNITARIO DI MUSICA

    DOVE ABBIAMO INIZIATO

  • COME SI E PROCEDUTO

    CONTESTO/AMBITO DI LAVORO

    CONDIZIONI E FATTORI DETERMINANTI

    AZIONI REALIZZATE

  • 1 - AMBITO LOCALE SPECIFICO

  • 2 - AMBITO GENERALE INDICAZIONI NAZIONALI SUL CURRICOLO

  • PROGETTO REGIONALE MUSICA

  • 3 - COSA SI E FATTO

  • Scuole dellInfanziaun docente specializzato attivit di progetto

  • Scuole primarieUna docente specializzataReferenti di laboratorioCollaborazioni continuativeProgetto ponte

  • Scuola d'infanzia e primaria

    Alunni coinvolti: Scuole dinfanzia: n. 221 Scuole primarie: n. 523 Docenti coinvolti: Scuole dinfanzia:n. 2 interni - n. 2 esterni Scuole primarie: n. 25 interni - n. 3 esterniN. ore di attivit: le ore previste nellorario curricolare e 260 ore di interventi specifici di Progetto

  • Risultati raggiunti:Per i docenti: - i docenti che curano l'ambito musicale, non in possesso di una formazione didattica specifica, hanno modo di specializzarsi in percorsi maggiormente mirati e acquisire competenze tramite la partecipazione alle attivit svolte dagli esperti e alla condivisione progettuale dei percorsi proposti in un'ottica laboratoriale.Per gli studenti:- miglioramento e potenziamento dell'attenzione verso le attivit musicali pratiche in generale: canto e strumento musicale - rilevamento di un vivo interesse verso un campo musicale specifico, quale il canto corale - rilevamento dell'adesione e del potenziamento verso un'attivit particolare, come la pratica ritmica degli strumenti a percussione.

  • Scuola secondaria 1 grado Laboratorio attrezzato Progetti Scuole Aperte Progetti annuali (lezioni-concerto, laboratori di approfondimento) Interventi sul territorio

  • ESPERIENZE:SCUOLA DELLINFANZIA

  • LA MUSICA NELLA SCUOLA DELLINFANZIA J. MIRO^La struttura organizzativa della scuola dellinfanzia J. Mir di Castelvetro:sei sezionidue insegnanti per sezioneuninsegnante di sostegnouninsegnante di religione

  • Il curricolo di musicaSono impegnate:uninsegnante di sezione, con specializzazione in didattica della musica, esperta per la scuola dellinfanzia e coinvolta nelle attivit dellIstituto per il curricolo di musica; con formazione conseguita anche nellambito Progetto musica in Emilia Romagnauna docente esperta esterna della scuola civica di musica Circolo musicale Bononcinidi Vignolaprogettazione condivisa delle attivit

  • Proposte musicali

    le attivit scelte in base allet dei bambinisi sono concentrate su: ritmo coroai bambini di cinque anni attivit quali la sonorizzazione di canti, racconti e poesie, musica e movimento: un balletto sul Carnevale degli animali di Camille Saint-Saens e alcune danze

  • SCUOLE APERTE 2009

    Scuola secondaria I grado: 1 pomeriggio aggiuntivo: Mercoled pomeriggio dalle 14 alle 17; scansione oraria a rotazione nei laboratoriAlunni coinvolti: n.127 (su n. 282 alunni) Docenti coinvolti: n. 4 esterni - n. 4 interniN. di ore re di attivit: classi 3^: 42 ore laboratori musicali.; 18 ore Lingua inglese classi 1^ - 2^ : 31 ore laboratori musicali; 12 ore Lingua inglese

  • Risultati raggiunti:Per i docenti della disciplina musicale - osservare e mettere a confronto la propria esperienza didattica, con quella pi specifica di percorsi musicali mirati e per piccoli gruppi- opportunit di svolgere riflessioni e trarre spunti didattici ed educativi di percorsi trasversali e svolti parallelamente con alunni della scuola, arricchendo la propria competenza didattica ed educativaPer i docenti di Lingua inglese:- far conoscere un repertorio di teatro in lingua inglese e l'esperienza di recitazione in piccoli gruppi e tramite un approccio ludico

  • Per gli studenti:- le attivit di laboratorio hanno dato la possibilit di creare gruppi di alunni di varie classi, che hanno relazionato tra loro in modo positivo, attraverso attivit stimolanti e creative- si sono rilevati riscontri molto positivi per alunni stranieri e con sostegno: sia nella pratica musicale specifica, sia nell'inserimento scolastico- alcuni alunni con difficolt relazionali e di apprendimento, hanno presentato miglioramenti, rilevati anche da altri docenti ed operatori educativi, in particolare nella relazione con gli altri e nella percezione di se stessi e delle proprie capacit e potenzialit; hanno manifestato grande entusiasmo e l'intenzione a frequentare corsi musicali anche in orario extra scolastico

  • COSA si ottenuto:un generale miglioramento nell'approccio alle attivit musicali, alle pratiche esecutive e alle capacit creative degli alunnila sperimentazione di un orario scolastico flessibile, aperto, articolato oltre i gruppi classe, per attivit di LABORATORIO un ampliamento dello strumentario, per attrezzare maggiormente i laboratori delle scuole, in collegamento alle attivit musicali svolte condivisione e apprezzamento da parte dei genitori, rilevate sia allinizio, sia al termine delle attivit didattiche anche tramite questionari qualitativi

  • CONCLUSIONIFare musica nella scuola di base

    creare competenze offrire spazi di vita positivi creare occasioni di scambio e conoscenzacontribuire a ridurre situazioni di disagio e difficolt

  • GRUPPO DI LAVORO Dirigente Scolastico P.ssa Dunnia Berveglieri Referente P.O.F Nicoletta Balestri Docenti gruppo di ricerca Squillace Rosalba Giavoni Giovanna Casalini Roberta Giovannelli Marina Docenti scuola secondaria 1^ grado Spallanzani Rossella Cavani Martino Bergonzini Roberto

    TUBI SONORI: IL MARE*jk*