Click here to load reader

Mary Lou Williams, Nick G - Vicenza Jazz · PDF file Aziza Mustafa Zadeh Aziza Mustafa Zadeh pianoforte, voce In collaborazione con gli Amici della Musica di Vicenza A 10 Domenica

  • View
    21

  • Download
    2

Embed Size (px)

Text of Mary Lou Williams, Nick G - Vicenza Jazz · PDF file Aziza Mustafa Zadeh Aziza Mustafa Zadeh...

  • La Rocca: Le donne, Gli italoamericaniMary Lou Williams, Nick

    ne w

    co nv

    ers ati

    on s 2

    00 1

    20/27 MAGGIO

    Catal_jazz_01-6 8-03-2012 21:04 Pagina 1

  • 2

    Catal_jazz_01-6 8-03-2012 21:04 Pagina 2

  • 3

    di Mario Bagnara

    Nel 1801 moriva Domenico Cimaro- sa; nello stesso anno nasceva Vin- cenzo Bellini. Cento anni dopo mori- va Giuseppe Verdi e nasceva Louis Armstrong. A Vicenza il grande

    Armstrong abbiamo cominciato a ricordarlo lo scorso anno, in onore della leggenda che lo voleva nato il 4 luglio 1900, ma, giu- stamente, non potevamo dimenticarcene nell’anno che gli storici hanno determinato come quello corretto. Tuttavia, ci sono spesso ricorrenze e anniversari un po’ dimenti- cati che, una volta tirati fuori dai cassetti, hanno il merito di por- tarci a discutere su temi tutt’altro che banali. Certamente gli appassionati non hanno scordato che dieci anni fa moriva Miles Davis (e a Vicenza si celebra il 21 maggio il primo tributo signifi- cativo della stagione), ma chi avrebbe scovato Nick La Rocca, morto nel ’61, e chi avrebbe ripescato Mary Lou Williams, morta giusto vent’anni fa? Così, eccoci – con il tramite del jazz – a riparlare di italoamericani e, soprattutto, a riconfrontarci sul tema del rapporto fra le donne e l’arte, le donne e la musica. Io penso che New Conversations debba la sua fortuna (che cer- tamente mi auguro possa ripetersi anche in questo 2001) al fatto di essere un festival jazz in cui non si vive di solo jazz: que- st’anno andremo forse ancora più in là, incontrando i temi delle bellezze Unesco (come i Sassi di Matera) o la pittura novecen- tesca delle mostre d’arte in Basilica, ma pure richiamando la gente in piazza con i prodotti dell’artigianato e della gastrono- mia, nostra e di paesi amici. Davvero “Vicenza Jazz” sembra avere tutte le carte in regola per confermarsi una grande festa per tutti. �

    Il valzer dei ricordi

    Catal_jazz_01-6 8-03-2012 21:04 Pagina 3

  • di Matteo Quero

    Ho sempre creduto nel gioco di squadra. E nel fatto che le partite si vincono nello spogliatoio, prima an- cora che nel campo. Questa è la filo- sofia che contraddistingue da sem- pre l’attività di Viarte e Ognipratica, aziende che anche quest’anno collaborano con il Comune di Vicenza e con la Trivellato Mercedes Benz nell’organizzazione di “New Conversations - Vicenza Jazz”. Se questo festival è ormai diventato uno dei “must” per gli appas- sionati della musica afroamericana è anche per merito dell’affia-

    tamento tra i diversi sog- getti coinvolti nella sua realizzazione e dello spiri- to di gruppo che, a sua volta, influenza positiva- mente chi è chiamato in prima persona a dare il proprio contributo - pic- colo o grande che sia - a una manifestazione di notevole impatto orga- nizzativo. “Vicenza Jazz” è, come si suol dire in gergo calci-

    stico, una “partita di cartello”, dove l’impegno deve essere co- munque sostenuto dalla passione: la passione per una musica senza tempo e per una città che, per questa speciale occasione, riscopre il gusto di stare insieme. E proprio questa sensazione, credetemi, è la soddisfazione più bella. �

    Il piacere di giocare per la squadra

    4

    Catal_jazz_01-6 8-03-2012 21:04 Pagina 4

  • 5

    di Luca Trivellato

    L’attesa che anche quest’anno ha anticipato i giorni di “New Con- versations” è stata la conferma del fatto che il festival jazz di Vicenza si è oramai ritagliato un posto impor-

    tante nella geografia italiana di questa musica. Un’attesa che, prima che dal pubblico, è vissuta da chi organizza, sentendosi addosso una cappa di responsabilità non da poco: quella di alle- stire un cartellone di qualità almeno non inferiore agli anni scorsi. Ora, se guardiamo ai nomi (e agli esiti) che hanno caratterizzato le edizioni trascorse, appare chiaro che non può esser facile ripeter- si. Eppure, anche questa volta, la sensazione è che, di nuovo, “Vicenza Jazz” potrà lasciare il segno perché dal 20 al 27 maggio sembra davvero non esserci il benché minimo calo di tensione: tutti concerti importanti, fino alle ore piccole, che faranno sorgere dubbi a più di uno su quale appuntamento poter permettersi di perdere. Nomi classici e nomi emergenti, donne e uomini, vicentini e ame- ricani, veneti ed europei, italiani d’Italia e italiani d’America. Io credo, senza presunzione, che il nostro team abbia lavorato bene, forte di persone competenti e appassionate con le quali non mi stancherei mai di lavorare: non solo Riccardo Brazzale (che mi auguro, prima o dopo, un anno o l’altro, di vedere anche nelle vesti che più gli spettano: quelle di musicista sul palco), ma anche Matteo Quero e i ragazzi della Viarte, l’indispensabile Loretta Simoni, e ovviamente l’assessore Bagnara, Mario Guidi, Roberto Valentino e il dirigente dell’ufficio cultura del Comune, Bruno Lucatello, con tutti i suoi collaboratori. Ora la parola spetta al pubblico, il quale – i critici non ce ne voglia- no - resta ovviamente il giudice supremo. �

    La responsabilità e l’attesa

    Catal_jazz_01-6 8-03-2012 21:04 Pagina 5

  • 6

    PROGRAMMA

    Jazz Land Big Band conducted by Ettore Martin

    Ottetto Gianluigi Trovesi in “JubiLouis - Tribute to Louis Armstrong”

    music by Gianluigi Trovesi & Riccardo Brazzale Coproduzione dei Festival di Vicenza (Italia) e Orléans (Francia)

    Aziza Mustafa Zadeh in collaborazione con gli Amici della Musica di Vicenza

    Hotel Rif

    Fasoli-Stanko-Stenson-Leveratto in “Other Kinds of Blue: A Tribute to Miles (1991-2001)”

    Maria Schneider conducts Paolo Fresu & Filarmonica Città Di Vicenza “A. Pedrollo”

    in “Sketches of Spain” by M. Davis & G. Evans

    Body Vibes

    Carla Cook & Andy Milne Nicola Arigliano & His Friends

    Ettore Martin Quartet

    Andy Milne + Robert Bonisolo

    Buddy De Franco 4et + Carla Cook with Paolo Birro, Giovanni Tommaso & Gegè Munari

    Ray Brown Trio + Lee Konitz

    Roberto Gatto Quintet

    Pietro Tonolo & Paolo Birro

    “Remembering Thelonious” - Russell Malone Quartet Bill Frisell & Paul Motian

    Trio di Roma + Maria Pia De Vito

    Domenica 20 MAGGIO Campo Marzo - ore 16

    Campo Marzo - ore 17

    Sala Palladio, Ente Fiera - ore 21

    Jazz Café Trivellato/La Cantinota - ore 23

    Lunedì 21 MAGGIO Teatro Olimpico - ore 21

    Jazz Café Trivellato/La Cantinota - ore 23

    Martedì 22 MAGGIO Teatro Astra - ore 21

    Jazz Café Trivellato/La Cantinota - ore 23

    Mercoledì 23 MAGGIO Basilica Palladiana - ore 18.30

    Teatro Olimpico - ore 21

    Jazz Café Trivellato/La Cantinota - ore 23

    Giovedì 24 MAGGIO Basilica Palladiana - ore 18.30

    Teatro Olimpico - ore 21

    Jazz Café Trivellato/La Cantinota - ore 23

    Catal_jazz_01-6 8-03-2012 21:04 Pagina 6

  • 7

    PROGRAMMA

    Consuela Lee & Sangoma Everett

    Ernst Reijseger & Franco D'Andrea Lee Konitz & I Solisti del Teatro Olimpico conducted by Daniel Schnyder in “Strings for Holiday”

    Stefano Battaglia Trio

    Ensemble Scuola di Musica Thelonious di Vicenza

    Jazz Film Day “Remembering Miles”

    Cristina Mazza P. O. Sextet with Consuela Lee special guest

    Gianfranco Salvatore, Michele Mannucci e Claudio Donà presentano i nuovi libri della collana “Jazz People”

    Saverio Tasca & Schola San Rocco conducted by Francesco Erle

    Dewey Redman Quartet Archie Shepp Quartet

    Michele Calgaro & Five For Bud

    Six Machine (in coll. con la Scuola di Musica Onyx di Matera)

    A Messa con Mary Lou Williams Coro e Band di Vicenza conducted by Giuliano Fracasso

    University Big Band with Gianni Basso & Dino Piana

    Alfio Antico Quartet

    Aires Tango & Peppe Servillo

    Mazza-Marini-Everett Organ Trio

    Viaggio (con degustazione) fra i sapori e i prodotti tipici lucani e vicentini

    1° Concorso filatelico “Filatelika Amatori” con mostra e annullo postale

    Venerdì 25 MAGGIO ore 18.30 - Basilica Palladiana

    ore 21 - Teatro Olimpico

    ore 23 - Jazz Café Trivellato/La Cantinota

    Sabato 26 MAGGIO ore 11, 15, 17 - Piazza Castello

    ore 15 - Cinema Odeon Saletta Lampertico

    ore 16 - Piazza dei Signori

    ore 17 - Cinema Odeon Saletta Lampertico

    ore 18.30 - Basilica Palladiana

    ore 21 - Sala Palladio, Ente Fiera

    ore 23 - Jazz Café Trivellato/La Cantinota

    Domenica 27 MAGGIO ore 11, 15, 17 - Piazza Castello

    ore 11.45 - Chiesa di S. Stefano

    ore 16, 18, 21 - Piazza dei Signori

    ore 23 - Jazz Café Trivellato/La Cantinota

    26-27 MAGGIO Piazza Biade/Centro Storico

    Basilica Palladiana

    Catal_jazz_01-6 8-03-2012 21:04 Pagina 7

  • 8

    Il giovane Louis Armstrong (a destra) con il direttore della “Waif’s Home”, l’orfanatrofio di New Orléans dove egli crebbe (ph. Jazz Magazine, Paris)

    Catal_jazz_01-6 8-03-2012 21:04 Pagina 8

  • a Jazz Land Big Band apre il fitto programma di “New Conversations - Vicenza Jazz 2001” con un piccolo omaggio - fra le altre cose - ad uno dei più illu-

    stri italoamericani del jazz, l’arrangiatore e compositore Bill Russo, di cui vengono eseguite partiture scritte originariamente per l’or- chestra di Stan Kenton. La Jazz Land Big Band trae origine dal- l’attività svolta dal s

Search related