LINEE GUIDA PER L’ESECUZIONE DELLA DIAGNOSI ENERGETICA .LINEE GUIDA PER L’ESECUZIONE DELLA DIAGNOSI

  • View
    218

  • Download
    0

Embed Size (px)

Text of LINEE GUIDA PER L’ESECUZIONE DELLA DIAGNOSI ENERGETICA .LINEE GUIDA PER...

Coordinato da: Organizzato da:

Roma Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, sala Emiciclo

5 - 6 maggio 2016

LINEE GUIDA PER LESECUZIONE DELLA DIAGNOSI

ENERGETICA NEL TRASPORTO PUBBLICO AI SENSI

DEL D.LGS. 102/2014

Andrea Tortora

Dirigente Responsabile QASE Qualit Ambiente Sicurezza Energia

2 CONVEGNO Sistema Gomma nel Trasporto Passeggeri Roma Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, sala Emiciclo

5 - 6 maggio 2016

2

TRASPORTO URBANO E SUBURBANO Trasporto urbano e suburbano di superficie in Torino e comuni limitrofi. 88 linee urbane/suburbane

44,2 Mln km/anno di cui tram commerciali 6,2 TRASPORTO EXTRA-URBANO Trasporto extra-urbano nelle Provincie di Torino, Alessandria, Asti e Cuneo e nel Comune di Ivrea. 70 linee extra-urbane 11 Mln km/anno TRASPORTO FERROVIARIO Trasporto ferroviario nella Provincia di Torino: linee ferroviarie Torino-Ceres e Canavesana; tratta Torino - Porta Susa - Trofarello Chieri in subaffidamento da Trenitalia. 2 linee ferroviarie 1,25 Mln km/anno METROPOLITANA Gestione del servizio e manutenzione della Linea 1 della Metropolitana automatica di Torino. 1 linea metro

11,2 Mln km/anno

PARCHEGGI E SOSTA A PAGAMENTO Gestione della sosta a pagamento di 48.242 posti auto e di 26 parcheggi a barriera e in struttura nel capoluogo piemontese. GESTIONE DELLA SEGNALETICA Gestione della segnaletica per la mobilit nel comune di Torino. SERVIZI TURISTICI Ascensore Mole Antonelliana, motonavi Valentino e Valentina per la navigazione sul Po, tranvia a dentiera Sassi-Superga, tram ristorante Ristocolor, linea tranviaria storica, bus City Sightseeing, treno a vapore del Museo Ferroviario Piemontese, navetta che collega il Castello di Rivoli alla metropolitana, bus che collega Torino con la Reggia di Venaria.

LA FLOTTA 1202 AUTOBUS 217 TRAM 40 VETTURE FERROVIARIE 58 VEICOLI METRO VAL 208NG

5.000 ADDETTI circa

AREA SERVITA

282 comuni

(incluso Torino)

popolazione

2,554 Mln

2 CONVEGNO Sistema Gomma nel Trasporto Passeggeri Roma Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, sala Emiciclo

5 - 6 maggio 2016

Bergamo ATB

Mobilit

3

Bari

Ferrotranviaria

Brescia BT

Catania AMT

Brindisi STP

Milano

ARRIVA Italia

ATM - FN

Chieti TUA

Cosenza AMACO

Torino GTT

Verona ATV

Bologna TPER

Cesena START

Romagna

Trieste TT

Venezia ACTV -

AVM

Napoli ANM

CTP - EAV

Cagliari ARST e

CTM

Arezzo LFI e

TIEMME

Sassari ATP

In Italia il Decreto legislativo 4 luglio

2014 n. 102 Attuazione della direttiva

2012/27/UE sullefficienza energetica,

che modifica le direttive 2009/125/CE e

2010/30/UE e abroga le direttive

2004/8/CE e 2006/32/CE stabilisce

promozione e miglioramento

dellefficienza ai fini dellobiettivo

nazionale di risparmio energetico. Tali

obblighi si riferiscono a tutti i settori,

compreso quello dei servizi pubblici.

A tale fine ASSTRA ha

costituito un Gruppo

di Lavoro composto

da queste Aziende di

trasporto:

Il Gruppo di Lavoro ASSTRA Efficienza Energetica

2 CONVEGNO Sistema Gomma nel Trasporto Passeggeri Roma Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, sala Emiciclo

5 - 6 maggio 2016

4

D.Lgs n. 102/14 G.U.

18 Luglio 2014

Maggio 2015

Chiarimenti MISE

2 Convegno

Ottobre 2015

5 Dicembre 2015

PRESENTAZIONE DIAGNOSI

ENERGETICHE

Costituzione Gruppo

di Lavoro ASSTRA

Maggio 2015

1 Convegno

Giugno 2015

2015: un percorso ad ostacoli.

Grandi

Imprese?

Imprese

Energivore?

2 CONVEGNO Sistema Gomma nel Trasporto Passeggeri Roma Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, sala Emiciclo

5 - 6 maggio 2016

Presentazione delle Linee Guida nel

Convegno ASSTRA del 22 ottobre 2015

5

2 CONVEGNO Sistema Gomma nel Trasporto Passeggeri Roma Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, sala Emiciclo

5 - 6 maggio 2016

6

CHI DEVE PRESENTARE LA DIAGNOSI?

Le Grandi Imprese e le Aziende di Trasporto

Pubblico che risultino collegate ad Enti Pubblici

per il 25% o pi.

Esse hanno dovuto eseguire la Diagnosi Energetica

nei siti produttivi (comprensivi del sito virtuale)

localizzati sul territorio nazionale entro il 5

Dicembre 2015.

DEFINIZIONE DI GRANDE IMPRESA

Dovranno aggiornare la diagnosi ogni 4 anni.

2 CONVEGNO Sistema Gomma nel Trasporto Passeggeri Roma Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, sala Emiciclo

5 - 6 maggio 2016

7

LA STRUTTURA ENERGETICA AZIENDALE

LE GRANDI IMPRESE MULTISITO

7

Sito

produttivo n. 1

Sito virtuale

attivit di

trasporto

AZIENDA DI TRASPORTO (denominazione)

Sito

produttivo n. 2

Sito

produttivo n. x

AZIENDA DI TRASPORTO (denominazione)

AZIENDA DI TRASPORTO (denominazione)

AZIENDA DI TRASPORTO (denominazione)

AZIENDA DI TRASPORTO (denominazione)

AZIENDA DI TRASPORTO (denominazione)

AZIENDA DI TRASPORTO (denominazione)

2 CONVEGNO Sistema Gomma nel Trasporto Passeggeri Roma Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, sala Emiciclo

5 - 6 maggio 2016

8

I CONSUMI DEL SITO VIRTUALE

VETTORE ENERGETICO CONSUMI

2014

CONSUMI

IN TEP 2014

ENERGIA ELETTRICA RETE TRANVIARIA/FILOVIARIA

(kWh)

ENERGIA ELETTRICA RETE FERROVIARIA (kWh)

ENERGIA ELETTRICA RETE METROPOLITANA (kWh)

GASOLIO USO TRAZIONE (l)

BENZINA USO TRAZIONE (l)

METANO USO TRAZIONE (kg)

GPL USO TRAZIONE (l)

ALTRO

TOTALE

2 CONVEGNO Sistema Gomma nel Trasporto Passeggeri Roma Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, sala Emiciclo

5 - 6 maggio 2016

9

VETTORE ENERGETICO CONSUMI

2014

CONSUMI

IN TEP 2014

ENERGIA ELETTRICA ALTRI USI (kWh)

ENERGIA AUTOCONSUMATA DA FOTOVOLTAICO (kWh)

GASOLIO (l) RISCALDAMENTO

CARBURANTI MEZZI AUSILIARI (BENZINA, GASOLIO,

METANO, GPL); GRUPPI ELETTROGENI

METANO USO CIVILE (m3)

GPL (l) RISCALDAMENTO

ALTRI: SPECIFICARE (TELERISCALDAMENTO ETC.)

TOTALE GENERALE

I CONSUMI DEI SITI PRODUTTIVI

2 CONVEGNO Sistema Gomma nel Trasporto Passeggeri Roma Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, sala Emiciclo

5 - 6 maggio 2016

10

Lazienda multisito, al fine di rispondere ai criteri di

proporzionalit e rappresentativit, dovr

selezionare i siti (sia quello virtuale che quelli

produttivi) che saranno oggetto di diagnosi

attraverso i passaggi seguenti.

LAZIENDA MULTISITO

Unazienda di TPL pu arrivare ad avere

alcune centinaia di siti.

2 CONVEGNO Sistema Gomma nel Trasporto Passeggeri Roma Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, sala Emiciclo

5 - 6 maggio 2016

11

METODOLOGIA PER LA SCELTA DEI SITI - CLUSTERIZZAZIONE

DEFINIRE IL CONSUMO TOTALE

DEFINIRE I SITI CON OBBLIGO DI DIAGNOSI

La diagnosi dovr essere effettuata su tutti i siti aventi: Cj>Cobbl, con

Cobbl=1.000 TEP per il terziario

DEFINIRE I SITI CHE POSSONO ESSERE ESCLUSI DALLOBBLIGO

DI DIAGNOSI

Limpresa pu NON effettuare la diagnosi presso i siti con consumi

minori (condizione di escludibilit: la somma dei siti con consumi

inferiori a 100 TEP deve essere minore al 20% del consumo aziendale

totale)

DEFINIRE I SITI A CUI SI PUO APPLICARE LA

CLUSTERIZZAZIONE

Nei siti con consumi inferiori ai 1.000 TEP si pu applicare la

clusterizzazione (campione prescelto e significativo di siti da auditare)

2 CONVEGNO Sistema Gomma nel Trasporto Passeggeri Roma Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, sala Emiciclo

5 - 6 maggio 2016

12

LA STRUTTURA ENERGETICA DELLATTIVIT DI TPL: IL SITO

VIRTUALE

2 CONVEGNO Sistema Gomma nel Trasporto Passeggeri Roma Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, sala Emiciclo

5 - 6 maggio 2016

13

LA DIAGNOSI ENERGETICA DEL SITO VIRTUALE

I dati consigliati da prendere in considerazione per ogni

RETE DI TRASPORTO sono:

Estensione della rete

Velocit commerciale media di rete

Consumi annuali di carburante, energia elettrica, metano, ecc.

Viaggiatori trasportati stimati

Numero totale delle linee

I dati consigliati da prendere in considerazione per ogni VEICOLO

sono:

Composizione della flotta

Produzione chilometrica per vettore energetico

Nota: per quanto riguarda la manutenzione, generalmente lAzienda svolge le attivit

previste dalla normativa vigente e applica i piani di manutenzione forniti dal