Istituto Comprensivo ¢â‚¬“attisti -Giovanni ... ADOTTA le misure di seguito elencate in attuazione della

  • View
    0

  • Download
    0

Embed Size (px)

Text of Istituto Comprensivo ¢â‚¬“attisti -Giovanni ... ADOTTA le misure di...

  • Istituto Comprensivo “Battisti-Giovanni XXIII" V.le A. Diaz, 30 - 70033 Corato (BA)

    CF: 93423260723 - Tel/Fax 080/872.14.32 e-mail: BAIC87800L@istruzione.it

    BAIC87800L@pec.istruzione.it http://www.icbattistigiovanni23corato.edu.it

    MISURE ATTUATIVE “CORONA VIRUS”

    Prot.________________________, del _______

    AL DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA

    protocollo_dfp@mailbox.governo.it All’USR Puglia

    Al PERSONALE DOCENTE E ATA Ai GENITORI

    Al DSGA Al SITO WEB /AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE

    DISPOSIZIONI GENERALI/ATTI GENERALI Agli ATTI

    DIRETTIVA N.1

    OGGETTO: misure adottate in attuazione della Direttiva n. 1/2020 emanata dal DFP, recante “indicazioni in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 nelle pubbliche amministrazioni fuori dalle aree di cui all’art. 1 del decreto-legge n. 6 2020”.

    IL DIRIGENTE SCOLASTICO

    VISTA la Direttiva n. 1/2020 richiamata in oggetto; VISTO il D.L. n. 6 del 23 febbraio 2020 ; VISTO il DPCM 23 febbraio 2020; VISTO il DPCM 25 febbraio 2020; VISTO il D.Lgs n. 81/2008; VISTA la Nota MIUR 4693 del 26 febbraio 2020; VISTO il Decreto del Ministro della Salute On. Roberto Speranza del 26/02/2020, recante schema dell’Ordinanza che i Presidenti delle Regioni non interessate dal cluster virale sono chiamati a recepire e diramare; VISTO il DPCM del 1 marzo 2020

    mailto:BAIC87800L@istruzione.it mailto:protocollo_dfp@mailbox.governo.it

  • ADOTTA

    le misure di seguito elencate in attuazione della Direttiva n. 1/2020 del DFP, recante “indicazioni in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 nelle pubbliche amministrazioni fuori dalle aree di cui all’art. 1 del decreto-legge n. 6 2020”. Le seguenti misure hanno valore di indicazioni cogenti sino al 15 marzo 2020 per il personale scolastico, i genitori e il personale esterno che a vario titolo abbia accesso agli uffici ed ai locali scolastici.

    1. ORDINARIO SVOLGIMENTO DELL’ATTIVITÀ AMMINISTRATIVA.

    In premessa si specifica che, secondo quanto previsto dalla Direttiva 1/2020 e dalla

    successiva NOTA MIUR 4693 del 26 febbraio 2020, gli Uffici dell’Amministrazione situati nelle zone non soggette a misure di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica continuano ad assicurare la normale apertura e il regolare svolgimento di tutte le attività istituzionali. Attività che verranno espletate secondo le procedure di seguito indicate.

    Le attività scolastiche legate al funzionamento degli uffici ed alle attività didattiche sono confermate secondo l’usuale orario di ricevimento al pubblico e secondo il normale quadro orario delle lezioni. Le uscite didattiche, le visite guidate e i viaggi di istruzione, le attività legate ai PCTO, le mobilità legate a progetti ERASMUS all’estero, nonché le attività curricolari programmate che comportino la riunione in ambienti chiusi di più gruppi classe, come tutte le attività integrative in orario extrascolastico, sono rinviate a data successiva al 15 marzo 2020. Vengono altresì sospese, sino alla suddetta data, per motivi precauzionali, anche le assemblee d’istituto presso le varie sedi, nonché gli incontri già programmati o da programmare di qualsiasi natura Per il ricevimento dei genitori, del personale scolastico e del personale esterno presso gli uffici di segreteria e di dirigenza è richiesto come obbligatorio, fino al 15 marzo 2020, l’appuntamento telefonico, di norma semplicemente consigliato, per prevenire attese ed ora richiesto in modo cogente per evitare la presenza di più persone in uno stesso luogo chiuso. Anche gli incontri urgenti dovranno essere preavvisati telefonicamente al personale di segreteria o alla dirigenza che provvederà a fissare tempestivamente l’incontro richiesto, se necessario nella fascia oraria pomeridiana. I genitori sono invitati a limitare al massimo ed ai casi di effettiva necessità gli ingressi posticipati e le uscite anticipate dei propri figli, così come la consegna al personale ausiliario di materiale didattico e personale in orario di lezione, per consentire lo svolgimento delle funzioni prioritarie di vigilanza e di pulizia. I docenti responsabili di plesso provvederanno a comunicare tempestivamente in direzione la mancata osservanza delle predette misure per gli adempimenti di competenza della dirigenza. L’accesso ai locali scolastici del personale esterno, fatta eccezione per i genitori, _è sospeso sino al 15 marzo 2020 a causa dell’impossibilità del dirigente scolastico, in qualità di datore di lavoro, di ottemperare, per predetto personale esterno non inquadrato in un rapporto di collaborazione a seguito di convenzione o contratto, alle indicazioni relative agli “obblighi informativi dei lavoratori” di cui all’art. 4 della direttiva n. 1/2020 del DFP. E’ pertanto sospeso sino al 15 marzo 2020 il ricevimento nella sala docenti dei rappresentanti delle case editrici e delle ditte esterne che richiedono la consegna in ambito scolastico di depliant o cataloghi che potranno essere comunque inviati via email o spediti tramite posta ordinaria. E’ invece ammessa la consegna/ritiro tramite pacco postale secondo le usuali modalità.

    2. MODALITÀ DI SVOLGIMENTO DELLA PRESTAZIONE LAVORATIVA.

    I docenti e il personale ATA:

    a) portatore di particolari patologie che determinano una maggiore esposizione al contagio e/o

    un maggiore rischio di complicanze in caso di contagio;

  • b) che fruisce dei benefici della legge n. 104/1992 per l’assistenza a familiari in situazione di

    disabilità grave, tali da prefigurare una maggiore esposizione al contagio e/o un maggiore

    rischio di complicanze in caso di contagio,

    sono invitati a contattare tempestivamente il proprio medico di base, ovvero il medico di base del familiare assistito, per valutare tutte le misure necessarie a prevenire potenziali fattori di rischio per la propria e altrui salute, da comunicare tempestivamente alla dirigenza mediante certificazione medica o richiesta di permesso/congedo ai sensi della legge 104/1992.

    3. OBBLIGHI INFORMATIVI DEI LAVORATORI.

    Ai sensi dell’art. 20 del decreto legislativo 9 aprile 2008 n. 81, il personale scolastico e il personale esterno presente a scuola a seguito di convenzioni o contratti di prestazione occasionale/professionale d’opera (assistenti di base in tirocinio formativo, assistenti specialisti assegnati agli alunni disabili, personale esperto esterno) sono tenuti a comunicare tempestivamente alla dirigenza scolastica (si rinvia all’All.4) la propria provenienza dalle una delle aree di cui all’art.1, comma 1, del decreto legge n. 6 del 23 febbraio2020, riportate in Allegato 1 del DPCM 23/02/2020, pubblicato con il decreto nella sezione avvisi del sito web scolastico. La stessa comunicazione, con le stesse modalità, è dovuta nel caso di contatti con persone provenienti dalle aree a rischio sopra richiamate. L’Amministrazione scolastica provvederà a darne tempestiva comunicazione all’Autorità sanitaria competente ai fini della salvaguardia della salute sul luogo di lavoro.

    3bis. GIUSTIFICAZIONE ASSENZE DEL PERSONALE Si riportano di seguito le direttive per la giustificazione delle assenze del personale docente

    e ATA correlate all’emergenza COVID-19, anche a seguito del recente decreto del Ministero della Salute del 26/02/2020, che reca lo schema di Ordinanza che i Presidenti delle Regioni non direttamente interessate dal cluster virale dovranno recepire ed emanare assicurando pari trattamento delle misure urgenti per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-2019.

    DIRETTIVA GIUSTIFICAZIONE ASSENZE PERSONALE SCOLASTICO .

    1) Dipendenti che hanno i contratto il virus (situazione estesa anche agli alunni/alunne)

    L’evento è assimilabile ai casi di ricovero per altre patologie o interventi e verrà trattato come malattia (CCNL 2006/2009 art. 17

    2) Dipendenti con fattore di rischio riconosciuto (situazione estesa anche agli alunni/alunne)

    Questo caso include: a) chiunque abbia avuto documentati contatti stretti con persone che hanno contratto il

    virus; b) chiunque negli ultimi 14 giorni abbia soggiornato in zone a rischio epidemiologico,

    come identificate dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, o nei Comuni italiani ove è stata dimostrata la trasmissione locale del virus elencati nell’allegato 1 del DPCM 23/02/2020, di seguito richiamati;

    c) chiunque negli ultimi 14 giorni abbia avuto contatti stretti con persone provenienti o soggiornanti in zone a rischio epidemiologico, come identificate dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, o nei Comuni italiani ove è stata dimostrata la trasmissione locale del virus elencati nell’allegato 1 del DPCM 23/02/2020, di seguito richiamati;

    Tutti coloro che sono rientrati in Puglia da regioni italiane quali Lombardia, Veneto, Piemonte, Emilia Romagna, dalle province di Pesaro, Urbino e Savona (zona gialla) o che vi abbiano soggiornato negli ultimi 14 giorni SONO INVITATI a comunicare la propria presenza nel territorio pugliese, con indicazione del proprio domicilio, al proprio medico di medicina generale ovvero, in

  • mancanza, al Servizio igiene e sanità pubblica del Dipartimento di prevenzione dell’ASL territorialmente competente al fine di permettere l’esercizio del potere di sorveglianza. Si raccomanda a tutti coloro che avvertono sintoma