INC maggio 2009

  • View
    265

  • Download
    15

Embed Size (px)

DESCRIPTION

Rivista ufficiale ENCI "I Nostri Cani" - maggio 2009

Transcript

  • maggio 2009

    Sped

    iz. in

    abb.

    post

    . 45%

    - Art.

    2 C

    omm

    a 20/

    B - le

    gge 6

    62/9

    6 - F

    il. Bo

    logna

    - Tax

    perc

    ue (T

    assa

    risc

    ossa

    ) - CM

    P2 R

    oser

    io - M

    I - N.

    5 m

    aggio

    200

    9

    Copertina 5-2009.indd 1 24/04/2009 9.37.55

  • Copertina 5-2009.indd 2 24/04/2009 9.38.43

  • 3i nostri Cani Anno 54 num. 11dicembre 2008

    sommario

    sommarioENCI, tanti s e tante proposte 4

    CHI E DOVEI successi 43 I campioni 49 I club 53 Gli Allevatori 58

    3

    Domenico Attimonelli, un bilancio positivo 5 Cronache dal terremoto 8Sonia De Francesco

    Il mondo visto dai cani 14Renata FossatiDerby, la fiera dei sogni 16

    Rodolfo Grassi

    LItalia la migliore 20GRECIA, italiani superstar 21Oliviano Nobile

    Serbia, campioni e starne 22Marco Ragatzu

    Chihuahua, arriva il Merle 30Pietro Paolo Cond

    Obedience significa armonia 29Maurizio Romanoni

    Da Brescia al resto dItalia 28Cesare Bianchetti

    Oddo re dEuropa 18Giuseppe Caschera

    i nostri CaniAnno 55 num. 5maggio 2009

    SCRIVERE SU I NOSTRI CANILA COLLABORAZIONE APERTA A TUTTI

    E LIMITATA AD ARGOMENTI IN SINTONIA COL PERIODICO.PER LINVIO DI TESTI E FOTOGRAFIE PRENDERE ACCORDI CON LA REDAZIONE.

    TEL. 02/70020358 - E MAIL redazione@enci.it

    Cos il cuoco Saarloos cre il suo lupo 34Sara Rosa Dioguardi

    Cinofilia, prove e medicine 36Gabriella Fiecchi

    Il Thai Ridgeback bellezza antica 37Alessandro Fradellin

    Il benessere animale cos 38a cura di Stefano Belloi

    Il Collie della Regina 12Maria Teresa Garabelli

    Torna il Segugio dei Celti 40Massimiliano Mannucci

    Crutfs, il tempio dellagility 41Francesca Zanti

    Pando vince per un soffio 42L. Carta, D. Peres, C. Mezzetti

    Esposizioni Internazionali 46

    1-INC articoli mag09.indd 3 28/04/2009 14.49.07

  • 4I Soci ENCI presenti nel gran salone dellhotel Michelangelo il 18 aprile scorso a Milano hanno applaudito la relazione del presidente nazionale Domenico Attimonelli e dato via libera al programma di attivit prov-vedendo ad arricchirlo e qualificarlo ancor pi con alcuni suggerimenti di cui il Consiglio terr debito conto. In particolare in pro-gramma uno sveltimento delle procedure per il, rilascio del certificati, il potenziamento

    18 aprile a Milano lannuale assemblea nazionale Soci

    ENCI, tanti s e tante proposte

    Unanime consenso alla relazione del presidente Domenico Attimonelli. Approvato allunanimit il bilancio. Numerosi i suggerimenti sulle attivit

    dellinformatizzazione, un ulteriore maggior impegno mediante suggerimenti ed interventi nelle sedi opportune, per ridurre ancor pi il contrabbando di cuccioli dai Paesi dellEst. Un folto programma di manifestazioni, da esposizioni a prove, che rilancino sia nel settore tecnico che in quella della promo-zione presso il vasto pubblico,il cane di razza. Ed insieme a questo tanti altri impegni in cui lENCI continua ad esplicare il suo ruolo istituzionale e tecnico. Gaetano Turrini, a questo proposito ha sottolineato come a suo avviso sarebbe opportuno istituire un gruppo di lavoro per individuare nuove procedure per ottenere vantaggi gestionali e ridurre i costi. Ne potrebbe uscire- ha concluso- un progetto innovativo. Particolare attenzione allintervento del direttore Fabrizio Crivellari

    che, riferendosi ad un sistema informativo allo studio, ha precisato che dovrebbe con-sentire di mettere in rete le venti delegazioni che inseriranno autonomamente i pedigree, riducendo il tempo di normalizzazione delle anomalie presenti ad uno o due giorni. Attualmente, tutte le anomalie si palesano allENCI ed , al momento sono 35.000. Ecco perch il sistema si inceppato ed i tempi di rilascio dei pedigree si sono allungati e chie-diamo scusa per questo- ha detto il direttore- a quanti hanno atteso o stanno aspettando. Con questo sistema, tutto andr a regime in breve tempo. Il direttore ha poi precisato che inseriti i dati senza anomalie le delegazioni manderanno i pedigree a Milano per la stampa, e questo naturalmente per ragioni di sicurezza.

    Domenico Attimonelli

    1-INC articoli mag09.indd 4 28/04/2009 14.49.08

  • i nostri CaniAnno 55 num. 5maggio 2009

    5

    ULTIMA ORAMentre stiamo andando in stampa apprendiamo che Marco Lusetti di Reggio Emilia stato nominato Commissario ad acta per il Libro Genealogico e Fabrizo Crivellari, Direttore generale ENCI, vice Commissario.Nel prossimo numero un ampio servizio.

    Una relazione importante, puntigliosa, precisa: un anno di ENCI in alcune pagine che il presidente nazionale Domenico Attimonelli ha illustrato ai Soci ottenendo unanime consenso. Nelle sue parole lat-tualit e il futuro dellENCI, ma anche un pizzico di orgoglio per i risultati ottenuti dagli Allevatori e tanto tanto affetto per il popolo della cinofilia. Nellesordio Domenico Attimonelli ha fatto doveroso riferimento al non facile rapporto con le pubbliche Istituzioni a causa del perdurante atteggiamento dei pochissimi che hanno fatto del ricorso alla politica ed alla burocrazia il mezzo per tentare di sovvertire in quelle sedi lesito delle numerose cause promosse contro lENCI, che li hanno visti inesorabilmente soccombenti.Dopo un doveroso e commosso ricordo

    dei Soci scomparsi (Franco Bonetti, Anna Maria Cambi, Marina Guidetti, Enrico Lorenzoni, Gianfranco Mattioni, Luisella Prandoni, Lado Sassi, Carmelo Sesto, Marco Spaggiari, Marco Valcarenghi) il presidente ha cos proseguito: Do ora conto di quanto il Consiglio ha fatto nellesercizio decorso, partendo dalla con-sapevolezza che dove c lENCI c la legge, ci sono le regole. dove non arriva lENCI che i biechi affari galoppano sulla pelle degli animali. Siamo riusciti a trasmettere il messaggio che il certificato genealogico dellENCI lunico strumento utile per avere tutte queste garanzie e sembra pro-prio che anche i mezzi di informazione labbiano recepito (dai quotidiani, a RadioRai, fino al TG5) Ricordati i successi nella lotta al con-trabbando di cuccioli dallEst, e fatto

    appello alle Delegazioni perch conti-nuino a migliorare il proprio lavoro ha precisato che entro breve saranno colle-gate telematicamente alla Sede in modo che tutte le Delegazioni possano inserire i dati direttamente mediante un sistema informatico attualmente allesame del Consiglio e che dovrebbe divenire opera-tivo entro l anno.Gli uomini dellENCI si sono mossi con grande attenzione ed efficacia anche nelle relazioni che hanno portato alla stesura dellordinanza Martini nella quale non ha finalmente trovato spazio linutile e dan-nosa lista nera delle razze cosiddette a ri-schio. Il presidente ha poi ricordato che lanno decorso ha registrato anche importantis-simi successi in campo zootecnico.LEsposizione Mondiale a Stoccolma dal 3

    DOMENICO ATTIMONELLI, UN BILANCIO POSITIVO

    Da sinistra: Gianercole Mentasti, Mirella Gritti, Artemio Spezia, Domenico Attimonelli, Jolanda Vandoni, Francesco Balducci

    1-INC articoli mag09.indd 5 28/04/2009 14.49.09

  • 6Dati anno 2008

    Iscrizioni Libro Genealogico : 122.700Soci Allevatori: 1.737Soci Aggregati: 84.979Gr.Cinofili,Delegaz. e Ass. Specializ.: 214(esclusa la Delegazione di Roma)

    al 6 luglio stata un trionfo per la nostra cinofilia: trentasei soggetti allevati in Italia hanno conquistato traguardi prestigiosi, ottenendo numerosi titoli mondiali e altret-tanti importanti piazzamenti.Anche lEsposizione Europea svoltasi a Budapest nei giorni dal 3 al 5 ottobre ha visto una numerosa e soprattutto qualifi-cata partecipazione di cani italiani, che hanno conseguito una serie di traguardi di grandissimo rilievo guadagnando la vit-toria in 5 raggruppamenti su 10 ottenendo il best in show e la riserva. Per le razze ita-liane nello scorso anno si sono svolti con buon successo tecnico tre raduni, rispettiva-mente ad Eboli, Volta Mantovana e Roma. Il Consiglio si ripromette di riservare alle nostre razze ancora maggiore attenzione ed invita le societ specializzate a formulare proposte che saranno tenute in ogni debita considerazione.Nel settore delle prove segnalo che anche nello scorso anno i tradizionali Derby delle razze da ferma si sono svolti in Italia, ri-spettivamente a Mandrogne-Fraschetta (AL) quello dei cani inglesi ed a Pasian di Prato (UD) quello dei continentali. A Pieve Santo Stefano-Collacchioni si svolto in-vece quello degli spaniel. Infine, anche se levento dei primi mesi di questanno, doveroso segnalare che la nostra squadra di cani continentali, selezionata da Giancarlo Passini, si brillantemente ag-giudicata in Spagna la Coppa Europa.Non posso che essere profondamente com-piaciuto per il livello della selezione zootec-nica nel nostro Paese, che lo colloca, o me-glio lo mantiene, ai primissimi posti nel mondo e che ottiene riconoscimenti inter-nazionali alla portata di pochissimi.Il risultato legittimo motivo di orgoglio e soprattutto di gratitudine per tutti quegli allevatori che ne sono stati gli artefici e che ho voluto singolarmente ricordare allAs-semblea. Essi rappresentano senza ombra di dubbio, al di l degli indiscussi ed indiscutibili me-riti zootecnici, quella che sempre stata fino ad un recente passato e deve conti-nuare ad esserlo e ad essere riconosciuta come tale, la parte migliore della nostra ci-nofilia, quella che perpetua una tradizione di seriet, di dedizione, di sacrifici tutti fi-nalizzati non, o non primariamente, al conseguimento di un utile economico ma al miglioramento delle razze canine, perse-guito con tenace passione e con sicura com-petenza.Allevatori con lA maiuscola che rendono la vita associativa degna ancora di essere vis-suta e partecipata.A tutti, ha concluso fra gli applausi,