Click here to load reader

GIORNALINO DI INFORMAZIONE VARIA DELLA SCUOLA · PDF fileriaccendere le candele ... Allora le quattro candele fecero brillare di nuovo tutta la chiesa! Spero che questa storia vi sia

  • View
    216

  • Download
    0

Embed Size (px)

Text of GIORNALINO DI INFORMAZIONE VARIA DELLA SCUOLA · PDF fileriaccendere le candele ... Allora le...

trimestrale di attualita' numero 1

GIORNALINO DI INFORMAZIONE VARIADELLA SCUOLA PRIMARIA DI SAN GIACOMO

Attenzione!Per avere informazioni o pubblicare articoli, contattare le classi VA V B.Potete anche consultarci sul sito www.iclaives1.it

dicembre 2015

CONOSCETEBRUNO FERRERO ?Ciao ragazzi!Questa volta vi voglioparlare di un personaggio,che si chiama BrunoFerrero. Non uncalciatore famoso, ne miozio hahaha, ma un autoredi libri che a me piacemolto. Ho un libro di BrunoFerrero che si intitola 25storie di Natale. Ve neracconto una

LE QUATTRO CANDELE DINATALE.Cerano quattro candele inuna chiesetta. Era lultimasettimana d Avvento. Inchiesa non cera nessuno esi poteva sentire la voce

delle candele. La primadisse: Io sono la candeladella pace non riesco arimanere accesa perch inquesto mondo c troppaviolenza e allora decise dispegnersi. La secondacandela disse: Io sono lafede ma la mia luce nonriscalda pi perchlindifferenza e loscetticismo mi hannouccisa e allora decise dispegnersi. La terza candeladisse: Io sono lamore male persone sono insensibilie non riescono ad amarepi e senza aspettarealtro si spense. In quelmomento un bambinoentr in chiesa e vide le trecandele spente e albambino lacrimarono gliocchi. Allora la quarta

candela fece sentire la suavoce: Non avere paura, lamia fiamma potrriaccendere le candeledisse la speranza. Allora lequattro candele fecerobrillare di nuovo tutta lachiesa! Spero che questastoria vi siapiaciutacomunqueadesso conoscete anchevoi Bruno Ferrero! S.M.

IL GIORNALINOSCOLASTICOIl giornalino scolastico sichiama PER UN PUGNODI NOTIZIE ed un modoper far conoscere a tuttici che pensano escrivono i grandi dellascuola di San Giacomo.Viene stampato edistribuito tre voltenell'arco dell'annoscolastico e gli alunni diquinta sono iresponsabili delgiornalino. A turno, circa

tre o quattro ragazzisvolgono il compito dellaredazione, che consistenel correggere e nelscegliere i testi dapubblicare. Si parla didiversi argomenti,barzellette, esperienzescolastiche (gite, uscite eprogetti vari), sport eopinioni sui compagni esulla scuola. Anche se avolte impegnativo lotrovo divertente.N.R.

pagina 2 Per un pugno di notizieDicembre 2015 - numero 1

Babbo Natale esiste?Babbo natale la persona pi gentile intutto il mondo. Porta i regalini, d idolcettini e vuole bene a tutti anche se sifa i cattivi. Alcune persone non cicredono ma alcune s... rimarr sempreun mistero! Vorremmo crederci perchse magari esistesse avrei paura che siarrabbiasse con noi. Un giorno abbiamotrovato la soluzione, a scuola Nicol ci haportato un libro che si intitolava:MIRACOLO IN UNA NOTTE D'INVERNO.Quel

libro ha fatto miracoli per me, mi hafatto provare quella sensazione cheBabbo Natale esiste. Perci se avete ilmio stesso problema compratelo oandate in biblioteca e lo chiedete inprestito...a.b a.m.

Buon natale...

GoogleCiao a tutti siamo Alessandro e Giuliae oggi vi parleremo di Google. Google stata fondata nel 15 settembre1997, Menlo Park, California, StatiUniti e come sapete Google unmotore di ricerca creato da LarryPage e Sergey Brin e la sede ufficialen a Mountain View, California, StatiUniti. In origne c'era solo google manel 4 settembre 1998 Google statavenduta alla Google inc. statoanche creato Google Play nel 22ottobre

2008. Queste app. sono solo degliesempi ma per informazione visitarequesta pagina e digitare il nome delleapp. nella barra di ricercahttps://it.wikipedia.org/wiki/Google.Google inc. il motore di ricerca piusato al mondo e anche una marca dicellulari es. Nexus per info suGoogle Nexus visitare questa paginahttps://it.wikipedia.org/wiki/Google_Nexus. A.M. G.F.

BUONA LETTURAA TUTTI

LA PECORA NINJAIn una vecchia fattoria, c'erano dellepecore bianche e una nera. Un giornovennero tanti lupi che di nascostoandarono a mangiarsi le pecore. Ma lapecora nera si alz su due zampe e stesetutti i lupi KO. Da allora i lupi non si sonofatti pi vedere, e le pecore le hanno

dato il nome alla pecora nera di: pecoraNINJA. C.P. L.R. F.P.

Per un pugno di notizie pagina 3Dicembre 2015 - numero 1

DDii llaa ttuuaa!!!!!!Vuoi pubblicare una barzelletta? Vuoi darci un consiglio sul giornalino?Allora chiedi agli alunni di Ve fai la tuacomparsa nel giornalino!!!!!

Expo 2015

Gioved 4 settembre 2015la mia famiglia ed io siamoandati a Milano a visitarel'Expo. Gi alle 09:2eravamo all'ingresso efortunatamente nonabbiamo dovuto aspettare.Appena entrati ci siamodiretti verso il padiglionedel Giappone, dove nonabbiamo atteso per moltotempo. Il padiglione eramolto bello e spiegavamolto bene il Giappone.Dopo una breve merendaci siamo spostati verso ilpadiglione Svizzero doveabbiamo preso il nostrobiglietto con l'indicazionedell'ora in cui potevamoandare a visitare le torri,che appartenevano alpadiglione.Successivamente abbiamopercorso un pezzo delDecumano che ci portavaal padiglione degli EmiratiArabi Uniti dove abbiamoaspettato un'ora e mezzaper entrare. Una voltadentro abbiamo osservatoalcune immagini anch'esserelative al cibo e al suospreco. Dopo ancora cisiamo recati in una sala

dove abbiamo guardato unvideo su una bambina dinome Shara che ci haspiegato i problemi relativial loro paese. Ritornati alpadiglione Svizzero io emia sorella Sofia abbiamopartecipato ad un workshop sulla preparazionedel cioccolato. Finito illaboratorio siamo salitisulle torri del padiglione,che sono state realizzatein modo molto originale espiegavano molto bene ilconcetto del cibo che non illimitato. Subito dopo cisiamo spostati alpadiglionedell'Azerbaigian, che nonmi ha entusiasmato moltoperch rappresentavamaggiormente il Paeserispetto alla problematicadel cibo. Quello che mi haentusiasmato di pi delpadiglione Brasiliano stata la rete sospesa sullaquale si potevacamminare. Esso, pernon parlava molto delconcetto del cibo. Subitodopo abbiamo attraversatoil Decumano e ci siamodiretti verso il padiglionedel Nepal. Una voltaall'interno abbiamopercorso un vialetto e

siamo entrati in un tempiocon al centro un Budda. Ame piaciuto molto anchese non parlava molto delcibo per era moltooriginale. Guardando lapiantina abbiamo scopertoche il padiglione Zero sitrovava vicino a noi equindi siamo andati avisitarlo. In questopadiglione statorealizzato in modo moltochiaro il concetto dellospreco del cibo edell'inquinamento.Volevamo vistare ilpadiglione Italia, ma la filad'attesa era di circa 3 oree abbiamo deciso di nonfarla e di salire allo standdell'Alto Adige visto chenon c'era nessuno inattesa. Il panorama ditutto l'Expo, che si vedevadalla cima della scaletta inlegno era molto bello.Infine abbiamo visto lospettacolo dell'albero dellavita che con i giochi di lucee acqua mi ha lasciato unbel ricordo.Alle 22.30 siamo uscitidall'Expo, stanchissimi mafelicissimi di esserci stati.

F.B.

pagina 4 Per un pugno di notizieDicembre 2015 - numero 1

IL BAMBINO PERDUTO

C'era una volta un bambino perduto inuna casa nella foresta buia.Nella foresta si aggirava un mostro altoe le braccia lunghe chiamatoSlenderman. Un giorno il bambino stavafacendo colazione. A un certo puntovide un' ombra dalla finestra. Allora ilbambino decise che il giorno dopo fosseandato a esplorare la foresta. Infatti fucos prepar lo zaino e usci dalla casa.Mentre esplorava trov 8 fogli e decisedi prenderli. Quando prese l' ultimofoglio apparve lo Slenderman. Allora, luiscapp, dopo 15 minuti non lo vide pi.

Dalla stanchezza si addorment. Dopocirca 1 ora si svegli e quando apri gliocchi vide lo Slenderman. Scatto inpiedi e cominci a lottare con lui tirtutte le armi che aveva nello zaino:Arco, frecce, pozioni velenose. Ma sirese conto che non poteva farcela asconfiggerlo e cominci ad avere moltapaura. Proprio in quel momento arriv ilre degli gnomi, che con i suoi poterimagici trasform lo Slenderman in unuccello che vol via. Da quel momentoil bambino si un agli gnomi efesteggiarono. R.D.

ZOMBIETSUNAMIZombi Tsunami un gioco condegli zombi chemangianopersone e ilnumero dimostriciattoliaumentasempre di piquando superigli ostacoli chetrovi durante ilpercorso eguadagni bonus

di vario tipo.Alcuni ostacolisono: macchine,bus, aerei, carriarmati, bombe ebuche. Alcunibonus sono:tsunami,quaterback,ninja, giant,dragon, ballon eufo. Lo scopo diquesto gioco di raggiungere ilmaggior numerodi zombi.F.B. M.F.Perch di giornonon si vedono lestelle?Le stelle ci sono anchedi giorno, ma il solecreando pi lucecopre le altre stelle,per questo non si

vedono.Di notte, per, la lunanon essendo cosluminosa lascia spazioanche alle altre stelle.Questa spiegazionederiva dal prof. discienze del liceoPascoli di Bolzano.

INSTAGRAMInstagram una Appche si pu scaricareda App store e daiTunes. Questa Appconsente dipubblicare foto einviare commentimettendo anche Like.Con questa App si

pu anche fare deigruppi di persone eparlare in privato. Lepersone ti possonoinviare una richiestadi amicizia, tu la puoiaccettare o rifiutareG.F A.M. Y.B.

Per un pugno di notizie pagina 5Dicembre 2015 - numero 1

vuoi giocare connoi?

vuoi pubblicareuna barzelletta?

scrivici!!!

BUONE

VACANZE !

!!

HOMO NALEDI(UOMO DELLESTELLE)Ritrovato nellecaverne delSudafricadenominato RisingStar. tra i nostriantenati pi antichi.Si chiama uomo

delle stelle perch lagrotta della scopertasi chiama Stellanascente. Alto 1,50m per circa 45 chili.Ha un cervellogrande comeun'arancia ,ma ciassomiglia pi diquantoimmaginassimo. Faparte degli ominidi

primitivi, ma hacaratteristiche similiall'uomo modernoper la capacit dicamminare esoprattutto dicorrere. Anche seerano bipedi ,eranopiuttosto bravi adarrampicarsi suglialberi. Per questohanno anche

somiglianze con lescimmie. N.R.

LLAA VVIILLLLAAMolti hanno una villa con il giardino e lacampagna, altri hanno un

Search related