D.LGS. 231/2001: Convegno Finp... - unit£  economica Convegno "D.Lgs. 231/2001: Adempimenti nell¢â‚¬â„¢ambito

  • View
    1

  • Download
    0

Embed Size (px)

Text of D.LGS. 231/2001: Convegno Finp... - unit£  economica Convegno "D.Lgs. 231/2001:...

  • D.LGS. 231/2001: ADEMPIMENTI

    NELL’AMBITO DELLA COMPLIANCE

    AZIENDALE Torino, 1° dicembre 2011

    Dott. Massimo BOIDI

    Studio Boidi & Partners

    La responsabilità amministrativa degli enti nei

    Gruppi d’impresa:

    Nozioni di Gruppo/coordinamento e controllo/ ecc.

    Si ringrazia il Dott. Enrico Holzmiller - Studio Holzmiller & Partners di Milano - per la preziosa

    collaborazione.

  • Convegno "D.Lgs. 231/2001: Adempimenti nell’ambito della compliance aziendale” – Torino, 1° dicembre 2011

    La responsabilità amministrativa degli enti nei Gruppi d’impresa: Nozioni di Gruppo/coordinamento e controllo/ ecc.

    Dott. Massimo BOIDI – Studio Boidi & Partners - Torino 2

    n Perché è importante considerare la

    “governance dei gruppi” ?

    Alcuni esempi:

    1) indispensabile nell‟ambito del planning di una ristrutturazione del gruppo

    societario (preventiva valutazione delle possibili ripercussioni in termini di

    doveri, responsabilità anche indirette delle parti: holding, amministratori

    della holding, amministratori della soc. controllata)

    2) attribuzione del diritto di recesso al socio della società diretta e

    coordinata in caso di trasformazione eterogenea della “holding” (società

    apicale) (direz. & coord.)

    3) l‟assenza di “vantaggi compensativi”

    può comportare problematiche anche sul fronte fiscale (transfer pricing,

    richiesta diretta alla holding da parte dell‟AF)

    4) obblighi di report anche al di fuori della direzione e coordinamento (es:

    art 2381 c.c.)

  • 3

    n IL “GRUPPO” DI SOCIETA‟

    assenza di definizione nel codice civile

    Alcune definizioni “indirettamente” rinvenibili nel nostro panorama

    professionale:

    FISCALI:

    - iva di gruppo (art.73 Dpr 633/72)

    - consolidato fiscale (art. 117 Tuir)

    - transfer pricing (circ. Min.fin n. 32/1980 – Decr. AE del 29/09/10)

    CIVILISTICHE

    - bilancio consolidato (D.Lgs 127/91)

    AZIENDALISTICHE (dottrina)

    - gestione unitaria

    - direzione unitaria

    - unità economica

    Convegno "D.Lgs. 231/2001: Adempimenti nell’ambito della compliance aziendale” – Torino, 1° dicembre 2011

    La responsabilità amministrativa degli enti nei Gruppi d’impresa: Nozioni di Gruppo/coordinamento e controllo/ ecc.

    Dott. Massimo BOIDI – Studio Boidi & Partners - Torino

  • 4

    Direzione e coordinamento

    Artt 2497 c.c. e segg

    Altre disposizioni

    Art 2381 c.c. – 2403bis c.c. – 2409

    c.c.

    Convegno "D.Lgs. 231/2001: Adempimenti nell’ambito della compliance aziendale” – Torino, 1° dicembre 2011

    La responsabilità amministrativa degli enti nei Gruppi d’impresa: Nozioni di Gruppo/coordinamento e controllo/ ecc.

    Dott. Massimo BOIDI – Studio Boidi & Partners - Torino

  • 5

    Direzione e coordinamento

    Ambito

    Conseguenze del danno

    causato

    Pub

    bli

    ci

    Pre

    sun

    zio

    ni

    Sogget

    tivo

    Oggetti

    vo

    Responsa

    bilità per il

    pregiudizi

    o arrecato

    recess

    o

    Finanzia-

    menti

    Convegno "D.Lgs. 231/2001: Adempimenti nell’ambito della compliance aziendale” – Torino, 1° dicembre 2011

    La responsabilità amministrativa degli enti nei Gruppi d’impresa: Nozioni di Gruppo/coordinamento e controllo/ ecc.

    Dott. Massimo BOIDI – Studio Boidi & Partners - Torino

  • 6

    D. & C. – iter di verifica

    Verifica ambito

    Oggettivo

    (presunzioni ex

    lege)

    Soggettivo

    Convegno "D.Lgs. 231/2001: Adempimenti nell’ambito della compliance aziendale” – Torino, 1° dicembre 2011

    La responsabilità amministrativa degli enti nei Gruppi d’impresa: Nozioni di Gruppo/coordinamento e controllo/ ecc.

    Dott. Massimo BOIDI – Studio Boidi & Partners - Torino

  • 7

    AMBITO OGGETTIVO: definizione assenza di definizione nel codice civile Definizioni rinvenibili in altri ambiti (legge bancaria – Art. 61, comma 4 Tub) – solo parzialmente “sovrapponibili” Identificazione: DIREZIONE: attività di indirizzo rapporto univoco (verticale) E COORDINAMENTO: sinergia tra società del gruppo in virtù di una strategia unitaria (tesa alla concretizzazione dell‟attività di direzione) rapporto biunivoco (orizzontale)

    Convegno "D.Lgs. 231/2001: Adempimenti nell’ambito della compliance aziendale” – Torino, 1° dicembre 2011

    La responsabilità amministrativa degli enti nei Gruppi d’impresa: Nozioni di Gruppo/coordinamento e controllo/ ecc.

    Dott. Massimo BOIDI – Studio Boidi & Partners - Torino

  • 8

    n AMBITO OGGETTIVO (continua)

    “Il nuovo art. 2497 c.c., nella sua formulazione strettamente

    letterale, fa riferimento ad un esercizio attivo di funzioni di direzione

    e coordinamento, secondo condotta intenzionalmente orientata,

    all‟interno di uno schema che prevede, dunque, una influenza attiva

    sulla vita della controllata consapevolmente esercitata dalla

    capogruppo ed una altrettanto consapevole cooperazione da parte

    degli amministratori della controllata medesima”

    Trib. Milano, Sez. VIII; sentenza del 23 aprile 2008

    (Bayer spa)

    Convegno "D.Lgs. 231/2001: Adempimenti nell’ambito della compliance aziendale” – Torino, 1° dicembre 2011

    La responsabilità amministrativa degli enti nei Gruppi d’impresa: Nozioni di Gruppo/coordinamento e controllo/ ecc.

    Dott. Massimo BOIDI – Studio Boidi & Partners - Torino

  • 9

    n AMBITO SOGGETTIVO

    - soggetto apicale: società od ente

    Art. 2497: “…agiscono nell‟interesse imprenditoriale proprio o

    altrui…”

    Problematiche: Società semplici / enti non profit?

    Prima versione dell‟art. 2497sexies: “a chi”  persona fisica

    (successiva modif con D.Lgs 37/2004)

    - soggetto diretto e coordinato : società

    Convegno "D.Lgs. 231/2001: Adempimenti nell’ambito della compliance aziendale” – Torino, 1° dicembre 2011

    La responsabilità amministrativa degli enti nei Gruppi d’impresa: Nozioni di Gruppo/coordinamento e controllo/ ecc.

    Dott. Massimo BOIDI – Studio Boidi & Partners - Torino

  • 10

    n AMBITO SOGGETTIVO (continua)

    Alcune problematiche per l‟identificazione del soggetto apicale

    a) imputazione plurisoggettiva?

    Da valutare: autonomia / originalità nell‟attività di indirizzo

    Nei gruppi verticali

    (il caso delle subholding)

    Nei gruppi orizzontali / misti

    (aree di mercato, aree di business)

    b) disciplina estendibile alle società estere?

    Convegno "D.Lgs. 231/2001: Adempimenti nell’ambito della compliance aziendale” – Torino, 1° dicembre 2011

    La responsabilità amministrativa degli enti nei Gruppi d’impresa: Nozioni di Gruppo/coordinamento e controllo/ ecc.

    Dott. Massimo BOIDI – Studio Boidi & Partners - Torino

  • 11

    n IL MECCANISMO DELLE PRESUNZIONI

    Art. 2497 sexies

    - Consolidamento

    - Controllo ex art. 2359 c.c.:

    a) maggioranza dei voti in assemblea ordinaria

    b) influenza dominante (voti) in ass.ordinaria

    c) vincoli contrattuali

    d) influenza notevole? no, solo “collegata”

    trattasi di PRESUNZIONI “salvo prova contraria” cosa significa?

    onere della prova?

    Art. 2497 septies

    applicazione della normativa nei seguenti casi:

    - contratti intersocietari / clausole statutarie

    Casi particolari:

    i c.d. “contratti di dominazione” – patti di sindacato – consolidato fiscale

    Convegno "D.Lgs. 231/2001: Adempimenti nell’ambito della compliance aziendale” – Torino, 1° dicembre 2011

    La responsabilità amministrativa degli enti nei Gruppi d’impresa: Nozioni di Gruppo/coordinamento e controllo/ ecc.

    Dott. Massimo BOIDI – Studio Boidi & Partners - Torino

  • 12

    n IL MECCANISMO DELLE PRESUNZIONI

    Art. 2497 septies: contratti intersocietari / clausole statutarie

    VINCOLI CONTRATTUALI

    “Sussiste una situazione di controllo esterno per influenza dominante in

    virtù di particolari vincoli contrattuali la cui costituzione e il cui perdurare

    rappresentino la condizione di esistenza e di sopravvivenza della capacità

    di impresa della società controllata. Tale carattere „esistenziale‟ deve

    desumersi non dal tipo di contratto in sé – non esistendo nell‟ordinamento

    italiano una specifica tipologia di contratti di dominio o di controllo di

    impresa – ma dal concreto atteggiarsi del suo contenuto, che lo renda, nel

    caso singolo, vitale per la società controllata”

    (Cassaz Sez I civ., n.12094 del 27/09/01)

    Convegno "D.Lgs. 231/2001: Adempimenti nell’ambito della compliance aziendale” – Torino, 1° dicembre 2011

    La responsabili