Corso resp 03 lezione - albo gestori rifiuti

  • View
    1.378

  • Download
    0

Embed Size (px)

Text of Corso resp 03 lezione - albo gestori rifiuti

  • 1. Albo Gestori Rifiuti

2. Che cos Lart. 30, comma 4, del Decreto Legislativo n. 22/97 stabilisce che devono iscriversi allAlbo le imprese che svolgono le seguenti attivit (suddivise per categorie dallart. 8 del D.M. 406/98) 3. Categorie dellAlbo CAT. 1 Raccolta e trasporto di rifiuti urbani e assimilati CAT. 2 Raccolta e trasporto di rifiuti non pericolosi individuati ai sensi dellart. 33 del D. Lgs. 5.2.97 n. 22 avviati al recupero in modo effettivo ed oggettivo (PROCEDURA SEMPLIFICATA) CAT. 3 Raccolta e trasporto di rifiuti pericolosi individuati ai sensi dellart. 33 del D. Lgs. 5.2.97 n. 22 avviati al recupero in modo effettivo ed oggettivo (PROCEDURA SEMPLIFICATA) CAT. 4 Raccolta e trasporto di rifiuti speciali non pericolosi, prodotti da terzi CAT. 5 Raccolta e trasporto di rifiuti pericolosi 4. Categorie dellAlbo CAT. 6 Gestione di impianti fissi di titolarit di terzi nei quali si effettuano le operazioni di smaltimento e di recupero di cui agli all. B e C del D.Lgs. n. 22/97 CAT. 6A gestione di stazioni di trasferimento di rifiuti urbani e di stazioni di conferimento di rifiuti raccolti in modo differenziato CAT. 6B gestione di impianti di stoccaggio di rifiuti speciali non pericolosi e pericolosi CAT. 6C gestione di impianti di trattamento chimico/fisico e/o biologico di rifiuti CAT. 6D gestione di impianti di discarica per rifiuti urbani tal quali o trattati 5. Categorie dellAlbo CAT. 6E gestione di impianti di discarica perinerti CAT. 6F gestione di impianti di discarica perrifiuti speciali CAT. 6G gestione di impianti didiscarica per rifiuti pericolosi CAT. 6Hgestione di impianti di termodistruzione dirifiuti urbani e di rifiuti speciali, pericolosi enon pericolosi 6. Categorie dellAlbo CAT. 7 gestione di impianti mobili per lesercizio delle operazioni di smaltimento e di recupero di cui agli all. B e C del D.Lgs. n.22/97 CAT. 8 intermediazione e commercio di rifiuti CAT. 9 Bonifica di siti CAT. 10 Bonifica di siti e beni contenenti amianto 7. Classi di iscrizione Tutte le categorie suindicate vengono suddivise in classisecondo il seguente schema:La categoria 1 suddivisa nelle seguenti classi a seconda chela popolazione complessivamente servita sia: a. superiore o uguale a 500.000 abitanti b. inferiore a 500.000 abitanti e superiore o uguale a 100.000abitanti c. inferiore a 100.000 abitanti e superiore o uguale a 50.000abitanti d. inferiore a 50.000 abitanti e superiore o uguale a 20.000 abitanti e. inferiore a 20.000 abitanti e superiore o uguale a 5.000 abitanti f. inferiore a 5.000 abitanti 8. Classi di iscrizioni Le categorie da 2 a 8 sono suddivise nelle seguenti classi infunzione delle tonnellate annue di rifiuti trattati: a. quantit annua complessivamente trattata superiore o uguale a200.000 T. b. quantit annua complessivamente trattata superiore o uguale a60.000 T. e inferiore a 200.000 T. c. quantit annua complessivamente trattata superiore o uguale a15.000 T. e inferiore a 60.000 T. d. quantit annua complessivamente trattate superiore o uguale a6.000 T. e inferiore a 15.000 T. e. quantit annua complessivamente trattata superiore o uguale a3.000 T. e inferiore a 6.000 T. f. quantit annua complessivamente trattata inferiore a 3.000 T. 9. Classi di iscrizione Le categorie 9 e 10 sono suddivise nelle seguenticlassi in funzione dellimporto dei lavori di bonificacantierabili: a. oltre a euro 7.746.853,49 (lire quindici miliardi); b. fino a euro 7.746.853,49 (lire quindici miliardi); c. fino a euro 1.549.370,70 (lire tre miliardi); d. fino a euro 413.165,52 (lire ottocento milioni); e. fino a euro 51.645,69 (lire cento milioni). 10. Requisiti dellazienda L'impresa di cui viene richiesta l'iscrizione deve: essere iscritta al Registro delle Imprese, ad eccezione delle imprese individuali che vi provvederanno successivamente all'iscrizione all'Albo, o nel registro professionale dello Stato di residenza non essere in stato di fallimento, di liquidazione, di cessazione di attivit o di concordato preventivo e in qualsiasi altra situazione equivalente secondo la legislazione straniera 11. Requisiti dellazienda essere in regola con gli obblighi contributivi relativi al pagamento dei contributi previdenziali e assistenziali a favore dei lavoratori, secondo la legislazione italiana o quella del Paese di residenza; essere in possesso dei requisiti di idoneit tecnica e di capacit finanziaria aver nominato, a pena di improcedibilit della domanda di iscrizione, almeno un Responsabile Tecnico in possesso dei requisiti professionali, stabiliti dal Comitato nazionale, e dei requisiti soggettivi 4, 5, 6 e 7. 12. Requisiti soggettivi Le imprese che sono iscritte all'Albo: nella persona del titolare, nel caso di impresaindividuale; nelle persone dei soci amministratori delle societ innome collettivo, degli accomandatari delle societ in accomandita semplice e degli amministratori muniti di rappresentanza in tutti gli altri casi; nelle persone degli amministratori di societcommerciali legalmente costituite appartenenti a Stati membri della UE ovvero a Stati che concedono trattamento di reciprocit. 13. Requisiti soggettivi Per l'iscrizione all'Albo occorre che i soggetti: siano cittadini italiani o cittadini di Stati membri della UE ocittadini di un altro Stato residenti in Italia, a condizione che quest'ultimo riconosca analogo diritto ai cittadini italiani siano domiciliati, residenti ovvero abbiano sede o unastabile organizzazione in Italia non si trovino in stato di fallimento non si trovino in stato di interdizione legale ovvero diinterdizione temporanea dagli uffici direttivi delle persone giuridiche e delle imprese 14. Requisiti soggettivi non abbiano riportato condanna passata in giudicato, salvo gli effetti della riabilitazione e della sospensione della pena: - a pena detentiva per reati previsti dalle norme a tutela dell'ambiente - alla reclusione per un tempo non inferiore ad un anno per un delitto contro la pubblica amministrazione, contro la fede pubblica, contro il patrimonio, contro l'ordine pubblico, contro l'economia pubblica, ovvero per un delitto in materia tributaria - alla reclusione per un tempo non inferiore a due anni per un qualunque delitto non colposo non siano sottoposti a misure di prevenzione di cui all'art.3 della legge 27.12.1956, n. 1423 e successive modificazioni ed integrazioni non si siano resi gravemente colpevoli di false dichiarazioni nel fornire informazioni all'Albo. 15. Requisiti di capacit finanziaria La capacit finanziaria dimostrata mediante idoneo affidamento bancario (in formato word 21 Kb) o da documenti che comprovino le potenzialit economiche e finanziarie dell'impresa, quali il volume di affari, la capacit contributiva ai fini dell'I.V.A., il patrimonio, i bilanci e le certificazioni sull'attivit svolta (art.11, comma 2, del decreto 28 aprile 1998, n. 406) . Il Comitato Nazionale fissa per ogni categoria e classe gli importi relativi alla capacit finanziaria. 16. Requisiti di capacit finanziaria Per le CATEGORIE 1, 2, 3, 4, 5 sono state date le seguenti indicazioni: le imprese di trasporto dei rifiuti il cui requisito richiesto di capacit finanziaria per l'iscrizione pari a 50.000,00 Euro per il primo veicolo e a 2.500,00 Euro per ogni veicolo aggiuntivo le imprese che utilizzano veicoli di peso totale a terra fino a 6 tonnellate, ovvero con portata non superiore a 3,5 tonnellate, il cui requisito di capacit finanziaria pari a 25.000,00 Euro per il primo veicolo e a 2.500,00 Euro per ogni altro veicolo aggiuntivo le imprese iscritte all'Albo Autotrasportatori, e che esercitano l'autotrasporto di cose per conto terzi (L.298/1974 e successive modificazioni), presentano l'attestazione di iscrizione a tale Albo. 17. Requisiti di capacit finanziaria Per la CATEGORIA 6, la capacit finanziaria da comprovare deve essere corrispondente al presunto costo di gestione dichiarato. Per la CATEGORIA 10, la capacit finanziaria puo' essere comprovata mediante idoneo affidamento bancario (in formato word 21 Kb) o da documenti che comprovino le potenzialit economiche e finanziarie dell'impresa, quali la capacit contributiva ai fini dell'I.V.A., il patrimonio, i bilanci o mediante Autocertificazione attestante la cifra di affari globale (in formato word 31 Kb) distinta per lavori dell'impresa per gli ultimi 5 esercizi. 18. Requisiti minimi DOTAZIONE MINIMA DCATEG. 1 F CATEG. 1 E CATEG. 1 D Popolazione Servita< a 5.000 abitanti < a 20.000 e > o = a 5.000 ab. < a 50.000 e > o = a 20.000 ab. Portata utile complessiva dei4 1030veicoli (in tonnellate)** * Per l'iscrizione nelle classi A e B, la met della portata utile complessiva minima deve essere aventi ciascuno una portata utile non inferiore a 6 tonnellate. ** La portata utile complessiva minima determinata, per ogni classe di iscrizione, secondo la 19. Requisiti minimi La dotazione minima di personale individuata, con riferimento ai veicoli che concorrono a formare la portata utile comp per la classe di iscrizione, sulla base della seguente formula, arrotondata all'unit superiore:K x (a + 2b + 3c) K x (a + 2b + 3c) Dove: K = 1,13 = fattore moltiplicativo che tiene conto del personale di scorta per ferie e malattia a = numero dei veicoli che necessitano di un solo operatore b = numero dei veicoli che necessitano di due operatori ciascuno c = numero dei veicoli che necessitano di tre operatori ciascuno 20. Requisiti minimi L'ISCRIZIONE NELLE CATEGORIE DALLA 2 ALLA 5TAB. 1E:DOTAZIONICLASSE FCLASSE ECLASSE D CLASSE C > o = a 3.000 e > o = a 6.000 e > o = a 15.000 e < a 3.000 t/aQuantit annua trasportata< a 6.000 t/a< a 15.000 t/a < a 60.000 t/a Massa massima complessiva dei veicoli 0,8 3 1270 (in tonnellate)*Personale addetto 11 13TAB. 2E:DOTAZIONICLASSE FCLASSE ECLASSE D CLASSE C > o = a 3.000 e > o = a 6.000 e > o = a 15.000 e < a 3.000 t/aQuantit annua trasp