CORSO INTEGRATO DI SICUREZZA NEI CANTIERI - unibg.it 13 MARZO 2009.pdf  INAIL • materia assicurativa

  • View
    213

  • Download
    0

Embed Size (px)

Text of CORSO INTEGRATO DI SICUREZZA NEI CANTIERI - unibg.it 13 MARZO 2009.pdf  INAIL...

Corso di laurea in Ingegneria EdileCorso di laurea in Ingegneria Edile

CORSO INTEGRATO DI CORSO INTEGRATO DI

SICUREZZA SICUREZZA

NEI CANTIERINEI CANTIERIMODULO Tecnica Sicurezza AmbientaleMODULO Organizzazione Cantiere II

Anno Accademico Anno Accademico 2008/20092008/2009

MODULO Tecnica e Sicurezza MODULO Tecnica e Sicurezza AmbientaleAmbientale

Docenti di riferimento:

ArchArch . Lucia . Lucia NicacciNicaccilniccaccilniccacci @@aslasl ..bergamobergamo ..itit

Dr. Andrea SelogniDr. Andrea Selogniaselogniaselogni @@aslasl ..bergamobergamo ..itit

Anno accademico 2008/2009

PREMESSAPREMESSA

Anno accademico 2008/2009

leffetto deterrente delle pene determinato dalla certezza

e non dalla gravit della punizione

La La Disciplina Disciplina SanzionatoriaSanzionatoria

e le e le Procedure IspettiveProcedure Ispettive

Argomenti della lezioneArgomenti della lezione

Anno accademico 2008/2009

La Normativa Generale La Normativa Generale

Le Istituzioni preposte alla Vigilanza ed al Le Istituzioni preposte alla Vigilanza ed al ControlloControllo

Gli strumenti utilizzatiGli strumenti utilizzati

Il Tecnico della Prevenzione U.P.G.Il Tecnico della Prevenzione U.P.G.

La Sanzioni per CSP e CSELa Sanzioni per CSP e CSE

LLinfortunioinfortunio

Obbiettivi della lezioneObbiettivi della lezione

Anno accademico 2008/2009

Conoscere e capire Conoscere e capire i principi normativii principi normativiche stanno alla base della vigilanzache stanno alla base della vigilanza in in tema di sicurezza nei luoghi di lavorotema di sicurezza nei luoghi di lavoro

Conoscere gli Conoscere gli organi ispettiviorgani ispettivi incaricati incaricati della vigilanzadella vigilanza

Conoscere Conoscere le procedure applicate dalla le procedure applicate dalla ASLASL in provincia di Bergamoin provincia di Bergamo

La Normativa Generale

La CostituzioneIl Codice Penale Il Codice di Procedura penale Il Codice civile

Costituzione della Repubblica Italiana (1948)

Art. 1: lItalia una repubblica fondata sul lavoro;

Art. 32: riconosce la tutela della salute come fondamentale diritto dellindividuo ed interesse della collettivit

Art. 41: sancisce il principio che ogni attivit non pu svolgersi in modo da recare danno alla sicurezza, alla libert ed alla dignit umana.

Codice Penale (1930)

Artt. 437 e 451: Relativi alla omissione di cautele contro gli infortuni sul lavoro (dolosa o colposa).

Artt. 589 e 590: Relativi alle lesioni colpose e allomicidio colposo.

Codice penale, articolo 437- omissione per dolo -

Chiunque omette di collocare impianti, apparecchi o segnali destinati a prevenire

disastri o infortuni sul lavoro, ovvero li rimuove o li danneggia, punito con la

reclusione da sei mesi a cinque anni. Se dal fatto deriva un disastro o un infortunio, la

pena della reclusione da tre a dieci anni.

Codice penale, articolo 451- omissione per colpa -

Chiunque, per colpa, omette di collocare, ovvero rimuove o rende inservibili apparecchi

o altri mezzi destinati all'estinzione di un incendio, o al salvataggio o al soccorso

contro disastri o infortuni sul lavoro, punito con la reclusione fino a un anno o con la

multa da lire quarantamila a duecentomila.

Codice penale, articolo 590 -lesioni personali colpose-

Chiunque cagiona ad altri per colpa una lesione personale punito con la reclusione .. o con la multa .Il delitto punibile a querela della persona offesa, limitatamente ai fatti commessi con violazione delle norme per la prevenzione degli infortuni sul lavoro o relative all'igiene del lavoro o che abbiano determinato una malattia professionale.

Codice Civile (1942)

Art. 2087: Sancisce lobbligo per limprenditore di adottare nellesercizio dellimpresa le misure che, secondo le

particolarit del lavoro, lesperienza e la tecnica, sono necessarie per tutelare

lintegrit fisica del lavoratore.

Statuto dei lavoratori(L. 20.05.70 n. 300)

Art. 9: di particolare rilevanza il riconoscimento ai lavoratori del diritto di

controllare lapplicazione delle norme per la prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali e di promuovere la ricerca, lelaborazione e lattuazione di tutte le

misure idonee a tutelare la loro salute e la loro integrit fisica.

DOLO"Il delitto doloso o secondo l'intenzione,

quando l'evento dannoso o pericoloso, che il risultato dell'azione od omissione e da cui la legge fa dipendere l'esistenza

del delitto, dall'agente preveduto e voluto come conseguenza della propria

azione od omissione".

COLPA

Il delitto colposo, o contro lintenzione, quando levento anche se preveduto, non voluto dallagente e si

verifica a causa di negligenza o imprudenza o imperizia, ovvero per inosservanza di leggi, regolamenti,

ordini o discipline

LE ISTITUZIONI PREPOSTE ALLA VIGILANZA E AL CONTROLLO

Funzioni e compiti DIREZIONE PROVINCIALE DEL LAVORO

regolarit dei rapporti di lavoro (lavoro nero)

tutela della lavoratrice in gravidanza e della lavoratrice madre

edilizia (vigilanza) assunzione apprendisti e minori

(autorizzazione)

Funzioni e compiti

CARABINIERI

Interventi su richiesta dei cittadini

In caso di infortuni gravi

In collaborazione con altri enti (ASL, Direzione Provinciale ..)

Funzioni e compitiVIGILI DEL FUOCO

Vigilanza e controllo in materia di prevenzione incendi

Interventi in caso di infortuni gravi

Funzioni e compiti ISPESL

acquisisce le dichiarazioni di conformitdegli impianti elettrici (di terra e scariche atmosferiche)

effettua verifiche a campione

collaudo degli impianti di sollevamento e apparecchi a pressione

indirizzi tecnici, formazione e linee guida

Funzioni e compiti INAIL

materia assicurativa banca dati (statistiche su infortuni

e malattie professionali) formazione (finanziamenti, corsi)

Funzioni e compiti PROVINCIA

vigilanza antinfortunistica cave e miniere

competenze nellesercizio degli esplosivi

Funzioni e compiti C.P.T. C.P.T.A. - EDILIZIA

consulenza in materia di igiene e sicurezza del lavoro

gestione, acquisto e distribuzione vestiario e calzature antinfortunistiche

organizzazione dellinformazione per imprenditori e dipendenti

organizza e gestisce il servizio di sorveglianza sanitaria

Funzioni e compiti VIGILI URBANI

Controllano le recinzioni di cantiere le opere provvisionali la delimitazione scavi

In caso di non adeguatezza invitano limpresa ad adeguarsi

In caso di mancato adeguamento segnalano il cantiere alla ASL

Funzioni e compitiA.S.L.

VIGILANZA Servizio Prevenzione Sicurezza

Ambienti Lavoro (PSALPSAL) Servizio Impiantistica e

Sicurezza del Lavoro (SISLSISL)

Funzioni e compitiA.S.L.

VIGILANZAEsercita tutte le competenze in materia di:

igiene sicurezza sorveglianza sanitaria infortuni e malattie professionali

Funzioni e compitiA.S.L.

ASSISTENZAGARANTISCE LACCESSO ALLE INFORMAZIONI

TRAMITE sportello informativo presente nei cinque ambiti

territoriali sito internet www.asl.bergamo.it emanazione di linee guida (amianto, edilizia,

rumore)

GLI STRUMENTI UTILIZZATI

Il Sopralluogo

Il sopralluogo pu essere: diniziativa su segnalazione a seguito di infortunio

Il Sopralluogo

Nel corso dellispezione si compila un verbale di sopralluogo.

Per la vigilanza nel comparto edile esiste un verbale dedicato ...

Il SopralluogoA seguito del sopralluogo possono essere attivati diversi procedimenti:

La diffida La disposizione La prescrizione Il divieto duso Il sequestro

DiffidaDal D.P.R. n. 520/1955 previsto che, in caso

di constatata inosservanza delle norme in materia di lavoro e legislazione sociale, il

personale ispettivo qualora rilevi inadempimenti dai quali derivino

sanzioni amministrative , diffida il datore di lavoro alla regolarizzazione delle

inosservanze comunque sanabili, fissando il relativo termine.

DisposizioneIl potere di disposizione era gi attribuito al

personale ispettivo delle Direzioni del lavoro dal D.P.R. n. 520/1955.

"le disposizioni impartite dal personale ispettivo in materia di lavoro e di legislazione sociale,

nell'ambito dell'applicazione delle norme per cui sia attribuito dalle singole disposizioni di legge

un apprezzamento discrezionale, sono esecutive".

Disposizione

A differenza della diffida, la disposizione impone al datore di lavoro un obbligo nuovo, che viene a specificare quello genericamente previsto dalla legge,

specie laddove essa non regolamenta fin nei dettagli la singola fattispecie

considerata.

Disposizione

L'inottemperanza alle disposizioni del personale ispettivo seguita ad essere

soggetta alle previste sanzioni amministrative e penali, secondo la

distinzione per materia come chiarito dal Ministero del lavoro

DisposizioneInosservanza dei provvedimenti dell'organo di vigilanza. Art. 11 - D.Lgs. 758/1994 1. Le inosservanze delle disposizioni legittimamente impartite dagli ispettori nell'esercizio delle loro funzioni sono punite con la sanzione amministrativa..2. Si applica la pena dell'arresto fino a un mese o dell'ammenda fino a lire ottocentomila se l'ino