Click here to load reader

Corso di formazione per docenti Conoscere per conservare: il territorio ... · PDF file•Definisce il ‘patrimonio culturale’ come «un insieme di risorse ereditate dal passato

  • View
    215

  • Download
    0

Embed Size (px)

Text of Corso di formazione per docenti Conoscere per conservare: il territorio ... · PDF...

Corso di formazione per docenti Conoscere per conservare: il territorio di Conversano e del sud-est

barese dallantichit al medioevo

Cittadinanza attiva ed educazione al patrimonio culturale Conversano. Archeologia e storia di una citt tra antichit e medioevo

Conversano, 18 gennaio 2019 Caterina Annese Soprintendenza ABAP Bari

Conoscere per conservare

MiBAC - Miur collaborano allo scopo di accrescere la

consapevolezza che i beni culturali italiani sono beni da conoscere, tutelare e promuovere,

strumenti di coesione nazionale ed identit inclusiva

Liniziativa adotta un monumento, molto diffusa nelle scuole di tutta Italia, stata recentemente inserita allinterno

dellinsegnamento Cittadinanza e Costituzione

Convenzione di Faro sul valore dell'eredit culturale per la societ

(presentata il 27 ottobre 2005 nella citt portoghese di Faro, sottoscritta dall'Italia nel 2013 ma non ancora ratificata dal Parlamento)

Discende dalla Dichiarazione universale dei diritti delluomo del 1948 ed fondata sul concetto del diritto dei cittadini al patrimonio culturale, e quindi sul dovere di farsene carico.

Definisce il patrimonio culturale come un insieme di risorse ereditate dal passato che le popolazioni identificano, indipendentemente da chi ne detenga la propriet, come riflesso ed espressione dei loro valori, credenze, conoscenze e tradizioni, in continua evoluzione (art. 2)

Definisce il concetto di comunit di patrimonio come un insieme di persone che attribuisce valore ad aspetti specifici del patrimonio culturale, e che desidera, nel quadro di unazione pubblica, sostenerli e trasmetterli alle generazioni future (art. 2).

Invita a a promuovere la salvaguardia del patrimonio come risorsa per lo sviluppo sostenibile per la qualit della vita, in una societ in costante evoluzione

Mette in campo strumenti di pianificazione delluso del territorio, ricorrendo, ove necessario, a valutazioni di impatto sulleredit culturale (art. 8)

Apre alla partecipazione delle popolazioni, perch chiunque da solo o collettivamente ha diritto di contribuire allarricchimento del patrimonio culturale (art. 4), cio al processo di identificazione, studio, interpretazione, protezione, conservazione e presentazione delleredit culturale e alla riflessione e al dibattito pubblico sulle opportunit e sulle sfide che il patrimonio culturale rappresenta (art. 12).

Conversano: larea urbana

Centro medievale ed espansione ottocento -novecentesca, V. LAbate , in Norba-Conversano 2013

Veduta prospettiva di Conversano el XVII secolo, di F. Cassiano de Silva (da Pacichelli 1703)

Norba. Le fonti storiche, la localizzazione, il nome

Conversano, San Benedetto: tratto delle mure megalitiche

inglobate nel perimetro del monastero

Resti della cinta muraria pi antica rilevato dallarch. Sante Simone, in Norba e Ad Veneris, 1876

Norba. Le fonti storiche, la localizzazione, il nome

Plinio , Naturalis Historia, III, 16, 7: Norbanenses Fonti itinerarie: Tabula Peutingeriana: Norve; Anonimo Ravennate (Cosm. 4,35): Norbe.

Tabula Peutingeriana- Particolare del segmento VI

Storia degli studi e delle ricerche dai ritrovamenti fortuiti alla ricerca archeologica

Conversano, Villaggio del Fanciullo, Via Pantaleo. Tomba a semi - camera e tomba a sarcofago con ripostiglio e corredo

(Chieco Bianco Martini, 1964)

Storia degli studi e delle ricerche dai ritrovamenti fortuiti alla ricerca archeologica

Conversano, Carta Archeologica urbana (Norba-Conversano 2013 )

1974, Istituzione Museo Civico 1990, prima esposizione permanente

1989, Delibera comunale n. 126

Lorganizzazione territoriale

Pianta del territorio con lubicazione dei laghi

Insediamenti antichi del territorio: 1. Castiglione, 2. Agnano, 3. Chienna, 4. San Bartolomeo, 5. Monte San Michele

Lago di San Vito

Conversano, Carta Archeologica del territorio (Norba-Conversano 2013)

Conversano, Via Bari (1991, Tracce insediamento iapigio

Castiglione. Scavi 1957/1958.Phitoi e olla con deposizioni infantili

Resti mura arcaiche

Necropoli, tipologie tombali, corredi ed ideologia funeraria

Via Via Meucci, 1995 tomba a fossa

Via Vanvitelli 1987, Tomba a sarcofago

Via Ramunni, 1991 Tomba a cassa

Via Gugliemi, 2006, tomba a cassa

Necropoli di Via Castellana

Necropoli, tipologie tombali, corredi ed ideologia funeraria

Via Meucci, 1992 Via de Giosa, 2001

Necropoli, tipologie tombali, corredi ed ideologia funeraria

Necropoli Via Pantaleo, Tomba 10-1958, a semicamera

Monte Sannace, tomba a semicamera dipinta

Necropoli, tipologie tombali, corredi ed ideologia funeraria

Via Torino, tomba 4-1991 Corredo con cinturone, lancia e strigile

Contrada San Bartolomeo, 1956, cratere apulo a mascheroni

Necropoli di Via Meucci ( 1992-1995) Via Gugliemi (2006)

Via Meucci, tomba seconda met del IV secolo d.C.

Necropoli di Via Meucci ( 1992-1995) Via Gugliemi (2006)

Via Gugliemi (2006), tomba con due deposizioni in fase di scavo e dopo il recupero del corredo

Necropoli via Fiume (2011)

Fine V- prima met del IV secolo d.C.

Necropoli di Via Vanvitelli (1987)

Necropoli di Via Verdi (1990)

seconda met del IV secolo a.C.

Necropoli via Garibaldi (2005)

Le tracce dellabitato ellenistico: scavi di Via Castellana

Le tracce dellabitato ellenistico: scavi di Via Lippolis

Le fornaci ellenistiche di via Nobel

Gli scavi nel monastero di San Benedetto (1998; 2006)

Gli scavi nel monastero di San Benedetto Scavi 2007