Casertafocus n12

  • View
    217

  • Download
    1

Embed Size (px)

DESCRIPTION

settimanale in distribuzione gratuita

Text of Casertafocus n12

  • CaSERTa. E cominciata la corsa al

    posizionamento elettorale per le

    prossime elezioni regionali. Tutti i

    candidati, in questi giorni, stanno

    cercando di accaparrarsi il sostegno

    dei cosiddetti grandi elettori che do-

    vrebbero garantire loro lo scranno a

    Palazzo Santa Lucia. In Forza Italia

    attivissimo il vicecoordinaore regio-

    nale gianpiero Zinzi che, al mo-

    mento, pu contare sullappoggio

    oltre che del gruppo storico degli ex

    Udc (gianni Mancino, Pierpaolo

    Puoti, gabriella Dambrosio, Carlo

    Puoti, Franco Zinzi, Pasquale Sal-

    zillo, Carmen Foglia, giacomo

    Lombardi, Michele Cerreto, Carlo

    Sorrentino, Emiliano Casale, Car-

    mine Rocco), anche su quello dei

    consiglieri comunali di Caserta Do-

    nato Tenga, antonio Ciontoli, Rino

    Zullo, sullex capogruppo alla Pro-

    vincia di An giorgio Magliocca, sui

    consiglieri provinciali Nicola garo-

    falo, giuseppe Mariniello, gian-

    carlo Della Cioppa, angelo

    Piccolo, sullassessore Francesco

    Zaccariello sugli imprenditori di

    Maddaloni Ragnino, gi consigliere

    e assessore comunale, sul consi-

    gliere di Maddaloni giuseppe Lutri.

    Zinzi si contende, poi, il sostegno

    dellex sindaco di San Felice a Can-

    cello Emilio Nuzzo con il consigliere

    regionale in carica ed ex sindaco di

    Curti Domenico Ventriglia che, pure

    sta cercando di posizionarsi in vista

    del voto del 31 maggio.

    Oltre allappoggio dellamministra-

    zione di Curti dove anche consi-

    gliere comunale, Ventriglia punta su

    quello dellavvocato di Santa Maria

    Capua Vetere giuseppe Simeone,

    su quella del dirigente Asl ed ex sin-

    daco di Valle di Maddaloni aniello

    Sacco. Grande dinamismo si regi-

    stra anche nel centrosinistra e in

    casa Partito democratico. Il presi-

    dente regionale del Pd Stefano gra-

    ziano si garantito lappoggio della

    deputata Camilla Sgambato e del

    marito giuseppe Stellato, del sin-

    daco di Santa Maria Capua Vetere

    Biagio Di Muro, di quello di Teverola

    Biagio Lusini, del capogruppo al

    Comune di Maddaloni gaetano

    Esposito, di quello al Comune di

    Aversa Marco Villano, di quello della

    presidente dellAsi Pignetti.

    I grandi elettoriEcco i primi posizionamenti per le regionali

    PROVINCIA corsaalla presidenzaIn lizza Di Costanzo, De Lucia,

    Schiappa, Mirra, Fiorillo e Renato

    Natale. Pag.3

    Una battaglia di decenni ridottasi

    ad una pantomima che mortifica

    lintelligenza di quanti si sono

    spesi per essa: questa la

    fotografia impietosa della querelle

    del cambio del nome

    dellUniversit di Caserta.

    Lacronimo Sun, seconda

    universit per gli studi di Napoli,

    per anni stato lobiettivo di tante

    battaglie tese a rivendicare non

    un semplice campanilismo, ma

    lidentit culturale di un territorio

    che pu essere orgoglioso della

    sua storia e che, soprattutto, di

    storia da raccontare ne ha tanta.

    E come sempre succede in

    queste vicende, nascono le

    fazioni per Carlo III di Borbone,

    per Vanvitelli, per Beneduce,

    ciascuna convinta di

    rappresentare al meglio con la

    propria idea quellidentit

    calpestata per anni con la scelta

    di quellacronimo Sun, con quel

    prefisso di Seconda, che

    marcherebbe una subalternit a

    Napoli dalla quale Caserta cerca,

    in tutti i modi, di affrancarsi da

    anni per marcare quellautonomia

    culturale, politica e di scelte che,

    comunque, il nostro territorio

    ritiene di poter avere. Nel

    contempo, per, mentre sul

    nostro territorio si disserta e ci si

    accapiglia per ribadire quel

    primato di Caserta in campo

    continua a pag.2

    diFrancesco Marino

    Leditoriale

    continua a pag.2

    Universit,cari baroniavete toppato

    Il consiglio regionale

    FORZA ITALIA le ultime novitNel partito azzurro si pensa a Stabile

    al posto di Di Costanzo candidato

    alla Provincia. Pag. 4

    LO UTTARO i datichoc dellArpacDal dossier presentata dallagenzia

    regionale escono fuori dati allar-

    manti. Pag.5

    PALETTI guanto disfida al comitatoLassessore Taglialatela pronto ad

    un confronto pubblico con il comi-

    tato. Pag.7

    NICOLA LEONE siconta su OlivieroAlleanza con il Pd? Dicano prima

    che vogliono fare con il sindaco Di

    Muro. Pag.8

    DE FILIPPO idea ProvinciaAffondo contro il sindaco: lordinaria

    amministrazione non la disconti-

    nuit. Pag.10

    POZZI Golinochiede il condonoLavvocato chiede di riaprire le prati-

    che per la sanatoria alla Provincia di

    Caserta. Pag.11

    Per informazioni328.5878530

    casertafocus@gmail.com

    www.casertafocus.net

    Anno VI n. 1204/04/2015

    distribuzione gratuita

    Periodico dinformazione della Provincia di CasertaDirettore responsabile, Francesco Marino - Editore, PF edizioni srl, via Daniele, 45 - Caserta - Tipografia, Centro Offset Meridionale

    srl - Localit Lo Uttaro - Caserta - Tel 08231873101. Testata registrata presso il tribunale di Santa Maria Capua Vetere (CE) n. 771

    del 30/09/2010 - Per informazioni: 328.5878530 - 328.3997148 - E-mail: casertafocus@gmail.com - www.casertafocus.net

  • segue dalla prima

    Il consigliere regionale uscente Gen-

    naro Oliviero, invece, conferma in

    blocco il nucleo storico del Partito so-

    cialista (Mimmo DellAquila, Raf-

    faele Piazza, Nicola Leone, il

    gruppo sessano con Carmela

    Messa, Ciro Marcigliano, Nicola

    Leone, Giuseppe Raimondo, Do-

    menico Ragozzino), a cui si vanno

    ad aggiungere i capuani Franco

    Passaro e Loredana Affonito.

    Oliviero, inoltre pu contare sullap-

    poggio delleurodeputata Pina Pi-

    cierno che lo ha rafforzato

    ulteriormente a Sessa Aurunca con il

    dirigente cittadino Silvio Sasso e su

    quello del dirigente del Pd aversano

    Di Lauro che gli stanno facendo da

    apripista allinterno dei democratici.

    Il politico sessano, sta lavorando a

    stringere unalleanza con larea Pit-

    tella, impegnata in questo momento

    sullaltra consigliera regionale

    uscente Lucia Esposito.

    Passando a Nuovo centrodestra

    Area popolare, attivissimo il consi-

    gliere regionale uscente Paolo Ro-

    mano che vuole dimostrare quanto

    vale dopo la batusta subita alle euro-

    pee quando fu travolto da uninchie-

    sta giudiziaria.

    Con Romano ci sono il primario del

    pronto soccorso Diego Paternosto,

    il sindaco di Cancello Arnone Pa-

    squalino Emerito, lex sindaco di

    Marcianise Antonio Tartaglione, il

    direttore dellAsi Anthony Acconcia,

    lex consigliere di Santa Maria Capua

    Vetere Salvatore Mastroianni. Sul

    risultato delle regionali e sugli ac-

    cordi che sono stati sottoscritti, co-

    munque, molto peser lesito delle

    elezioni provinciali che si svolge-

    ranno prima della tornata per Pa-

    lazzo Santa Lucia. Si tratta di

    consultazioni differenti rispetto al

    passato, dal momento che non sa-

    ranno i cittadini a scegliere il presi-

    dente, ma gli amministratori. Le ope-

    razioni di voto si svolgeranno mar-

    ted 12 maggio dalle ore 8 alle ore 20

    nel seggio che sar costituito presso

    la sede della Provincia di Caserta di

    viale Lamberti, nellarea ex Saint Go-

    bain, piano -2. Le liste dei candidati

    alla carica di consigliere provinciale,

    nonch le candidature alla carica di

    presidente della Provincia, dovranno

    essere presentate dalle ore 8 alle ore

    20 di marted 21 aprile e dalle ore 8

    alle ore 12 di mercoled 22 aprile,

    presso lUfficio Elettorale che sar

    istituito al piano 3 del Palazzo della

    Provincia sito in viale Lamberti. Per

    poter presentare le liste nella pros-

    sima tornata provinciale, infatti, ne-

    cessario che ciascun aspirante

    presidente accompagni gli schiera-

    menti con almeno sessantotto firme

    di consiglieri comunali. Se ci non

    avverr, le candidature non potranno

    essere in campo. Inutile dire che cia-

    scuno dei 1200 consiglieri comunali

    circa che parteciperanno alle ele-

    zioni, pu firmare solo per una lista.

    Tra le altre cose, particolare non tra-

    scurabile, le liste sono collegate al

    presidente solo in maniera teorica,

    dal momento che, ciascun consi-

    gliere esprime due preferenze sepa-

    rate. Chi vota per il candidato

    consigliere del partito X non attribui-

    sce automaticamente, cos come

    succedeva in passato, anche il voto

    al candidato presidente del partito X.

    Si tratta di preferenze autonome.

    Ciascun elettore, dovr esprimere,

    quindi due preferenze. In linea del

    tutto teorica, sarebbe possibile pre-

    sentare delle liste svincolate da tutti

    i presidenti e viceversa, candidature

    di presidenti svincolati dalle liste.

    continua a pagina 3

    CASERTA

    continua da pag.1

    accademico, sul piano internazio-

    nale Sun da acronimo diventa un

    marchio.

    Per lEuropa e nel mondo, lUniver-

    sit di Caserta diventa la Sun per-

    dendo quel concetto di Seconda

    universit per gli studi di Napoli,

    contro il quale si combatte e che

    tutti hanno voglia