of 21/21
Anno di JSTiTUTO i NAZlONALE _ DOCUMENTAZlONE {NNOVAZIONE RICERCA EDUCATIVA formazione e prova per docenti neoassunti e per docenti con passaggio di ruolo Anno Scolastico 2016/17 lnd icazioni per la compilazione del Bilancio iniziale ‘Vefsiconeidel Sidicembre 2016

Anno di formazione prova perdocenti neoassunti perdocenti · selezionareda1 a3descrittoridicompetenzae,conl'aiutodelledomandeguida,di elaborare un testo discorsivo di massimo 2.000

  • View
    213

  • Download
    0

Embed Size (px)

Text of Anno di formazione prova perdocenti neoassunti perdocenti · selezionareda1...

Anno di

JSTiTUTOi NAZlONALE

_

DOCUMENTAZlONE{NNOVAZIONERICERCA EDUCATIVA

formazione eprova per docenti

neoassunti e per docenticon passaggio di ruolo

Anno Scolastico 2016/17

lnd icazioniper la compilazione del

Bilancio iniziale

Vefsiconeidel Sidicembre 2016

,i

lSTlTUTO

fI" (r), NAZIONALE

l

_

V h

" PERSONALE DOCUMENTAZIONEv flvewzw/r . _ msnco chimici/Azione

.

e RICERCA EDUCATWA

Sommariointroduzione: cosa sono

i Bilanci delle competenze ...................

............................................... .. 3I Bilanci delle competenze nel contesto della formazione Neoassunti .................................... .. 3Struttura del Bilancio iniziale delle competenze......................................................................... .. 4lndicazioni per la compilazione del Bilancio iniziale ................................................................... .. 5|l Bilancio iniziale delle competenze e le domande guida: l'attivit in piattaforma ................ .. 7

NB La versione del Bilancio iniziale delle competenze riportata in questo documento presentamodifiche di natura redazionale rispetto alla versione dell'edizione 2015/2016. Si consiglia, pertanto,di fare riferimentoesclusivamente alla presente versione.

,lSTTUT

l %nwdc%ir/ ,_

RlCERCA EDUCATIVI:

Introduzione: cosa sono i Bilanci delle competenzeI Bilanci iniziale e finale delle competenzesono strumenti chiave dell'anno di formazione e provadei docenti neoassunti e dei docenti che effettuano il passaggio di ruolo, cos come indicato nellanormativa in materia emanata dal MIUR (Legge 107/2015; DM 850/2015; nota DGPER 6768/2015).

Il Bilancio iniziale, in particolare, ha una doppia valenza:

o informare su quali siano le competenze che la ricerca in ambito educativo a livello nazionalee internazionale,ritiene proprie della professionalitdel docenteconsentire al docente di riflettere su queste competenze, anche in relazione a quanto scrittonel Curriculum formativo, al fine di individuare e selezionare quelle che ritiene esserepropri punti di forza o, al contrario, di debolezza, in un processo di autovalutazioneauspicabilmente sostenuto dal tutor. Per favorire questo processo di analisi, riflessione edesplicitazione tramite la scrittura, ogni competenza accompagnata da una o pi domandeutili a chiarirne il significato.

La redazione del Bilancio iniziale rappresenta inoltre la base per l'elaborazionedel Patto formativo,tramite il quale il docente condivide con il tutor e il Dirigente Scolastico (art. 5, DM 850/2015; art. 4,CM 36167/2015), gli obiettivi formativi e le conseguenti azioni che intende intraprendere durantel'anno di prova.

Il Bilancio finale, semplificato rispetto alla versione dell'edizione 2015/2016, consente al docente diripensare se e come le proprie competenze professionali si siano trasformate durante l'anno diprova, tenendo in considerazione quanto indicato nel Bilancio iniziale. Inoltre, accogliendo larichiesta di molti docenti che hanno gi svolto l'anno di prova, il docente nel Bilancio finale ha anchela possibilit di indicare autonomamente competenze diverse da quelle elencate nel Bilancioiniziale.

I Bilanci delle competenze nel contesto della formazioneNeoassuntiIl Curriculum formativo, il Bilancio iniziale delle competenze e il Patto formativo definiscono latraiettoria formativa del docente durante l'anno di prova e costituiscono utili indicazioni per il tutoraffinch, in particolare durante la fase peer to peer, supporti il docente neoassunto a comprenderemeglio il proprio stile di insegnamento, a valorizzarne i propri punti di forza e/o a potenziare i puntideboli.

_ ,STlTUTO

VJ/glilisfo(flfimfiofl . , PERSONALE* NAZKDNALE

n

DDCUMENTAZlDNElNNOVAZlONERICERCA EDUUXTWA

ll Bilancio finale consente una riflessione ex-post di quanto sperimentato durante l'anno di prova edi come questo ha inciso sulle proprie competenze.

In sintesi, un'elaborazione accurata del Bilancio iniziale delle competenze consente al docente di:o autovalutare le proprie competenzeo individuare elementi sui quali far convergere l'attenzione del tutoro predisporre una documentazione didattica chiara e pertinente con cui individuare i

cambiamenti necessari a migliorare il proprio agire professionale;conoscere le dimensioni della professionalit docente come individuate dalla ricercainternazionaleagevolare la preparazione della fase istruttoria curata dal tutor di fronte al Comitato diValutazione (art. 13, DM 850/2015),

Si sottolinea, infine, che i Bilanci iniziale e finale non hanno un carattere valutativo (di cui trattainvece l'art. 4, DM 850/2015), ma sono pensati per supportare il docente nel processo diautovalutazione della propria efficacia rispetto ad alcune delle complesse funzioni che chiamatoa svolgere durante il proprio lavoro.

Struttura del Bilancio iniziale delle competenzell Bilancio strutturato in in 3 aree; ciascun area a sua volta articolata in 3 ambiti. Aree e ambiticostituiscono "le dimensioni generative" delle competenze che il docente interpreta ed esprimenell'esercizio quotidiano della sua professione. Ogni ambito raccoglie infatti un numero variabile dicompetenze (i descrittori di competenza). La definizione di ciascuna competenza stata dedottadalla letteratura nazionale ed internazionale in ambito educativo e adattata al contesto italiano,anche alla luce del quadro normativo vigente (FU 297/1994; CCNL 2006-2009; Legge 107/2015; DM850/2015).

AREA DELLE COMPETENZERELATIVEALL'|NSEGNAMENTO(Didattica)

a) Organizzare situazionidi apprendimento1) Descrittore2) .

b) Osservare e valutaregli allievisecondo un approccioformativo1) Descrittore2) .

c) Coinvolgeregli allievi nel processo di apprendimento1) Descrittore2)

_ _ l ISTITUTOuffivtj/etvo luni/bug, RE

gititgizggigigrwfiRICERCA EDUCATIVA

AREA DELLE COMPETENZE RELATIVE ALLA PARTECIPAZIONE ALLA VITA DELLA PROPRIASCUOLA(Organizzazione)

d) Lavorare in gruppo tra docenti1) Descrittore2)

e) Partecipare alla gestione della scuola1) Descrittore2)

fl Informare e coinvolgere igenitori1) Descrittore2)

iii. AREA DELLE COMPETENZE RELATIVEALLA PROPRIA FORMAZIONE (Professionalit)

g) Afirontare i doveri e iproblemi etici della professione1) Descrittore2)

h) Servirsi delle nuove tecnologie per le attivit progettuali, organizzative e formative1) Descrittore2)

i) Curare la propria formazione continua1) Descrittore2) .

Indicazioni per la compilazione del Bilancio inizialeo Per ciascuno degli ambiti di competenza ti chiediamo di prendere in considerazione e

selezionare da 1 a 3 descrittori di competenza e, con l'aiuto delle domande guida, dielaborare un testo discorsivo di massimo 2.000 battute spazi inclusi, per motivare le ragionidella tua scelta e il livello di competenza percepito.l descrittori delle competenze sui quali ti chiediamo di riflettere sono stati pensatiunitariamente, tuttavia abbiamo ritenuto utile proporre lievi differenziazioni per

i diversiordini di scuola e per il sostegno. Dove non diversamente specificato

i descrittori sono rivoltia TUTTI i docenti.Le domande guida a lato dei descrittori di competenza sono utili a chiarire il contesto, ilsignificato e l'articolazione della competenza corrispondente, oltre a costituire unapotenziale traccia per il testo libero da inserire alla fine di ogni ambito.

i JSTiTUTO. ; NAZIONALE

DOCUMENTAZIONE

acustico-

WNOVAZJONERICERCA EDUCATIVA

Per selezionare i descrittori di competenze puoi utilizzare i seguenti 3 criteri:competenze non possedute che per si ritengono importanti e si vorrebberoacquisirecompetenze note ma che di cui si vorrebbero approfondirealcuni aspetticompetenze che si ritiene di possedere a un livello adeguato o nelle quali ci sipercepisce come esperti.

1.

2.3.

Ml/r/fl/tzflafibra/bue;r eggviam

GOLASTIGO

I iSTiTUTOV : NAZIONALE

DOCUMENTAZIONEINNOVAZIONERICERCA EDUCATIVA

Il Bilancio iniziale delle competenze e le domande guida:l'attivit in piattaforma

a) Organizzare situazionidi apprendimento

DESCRITTORIDI COMPETENZA

El 1. Individuare con chiarezza le competenzeche gli allievi devono sviluppare

2. Rendere operativi gli obiettivi diapprendimento individuati, traducendoli inevidenze concrete che permettano diverificarne il conseguimento

3. (PRIMARIA, SECONDARIA) Conoscere inmaniera adeguata i concetti chiave delladisciplina in modo da sostenere le propriescelte didattiche

4. Progettare le attivit didattiche e leattivit e gli strumenti di valutazionetenendo conto delle conoscenze pregressedegli studenti

5. (INFANZIA)Collegare i campi diesperienza alle attivit didattiche cIaprogettare

AREA DELLE COMPETENZE RELATIVEALL'INSEGNAMENTO(Didattica)

DOMANDE GUIDA

Ritieni di essere in grado di individuare confacilit contenutie relativi obiettivi diapprendimento adeguati alla tua classe? Se haidijTico/t e incertezze, quali ne sono le cause?

Ritieni di saper ricostruire chiaramente larelazione tra contenuti e obiettivi diapprendimento?Quali eventuali difiicoltincontri?

Ritieni di padroneggiare sufiicientementeiconcetti chiave della tua disciplina in manieratale da porli in relazione coerente con unpercorsoformativo adeguato al singolo allievoe/o alla classe nel suo complesso?

Ritieniche le conoscenze pregresse dei tuoialunni influenzino ilmodo in cui progetti leattivit e valuti l'apprendimento?Se si, come lerilevi?

Riesci a connettere i campidi esperienza conobiettivi e traguardi in una visione complessivadelle competenze da sviluppare?

VZZII-fiLgtqz/bnra,L

6. (SOSTEGNO) Elaborare piani educativiinclusivi (PEI, PEP, PDP) per gli allievi che nenecessitano, in modo da essere coerenticon il percorso della classe

7. Progettare le attivit della classe affinchqueste tengano conto delle necessit degliallievi con bisogni speciali in modo dafavorirne l'integrazione

8. Verificare l'impatto dell'interventodidattico in modo da coglierne le azioni piincisive

9. Utilizzare le tecnologie e le opportunitofferte dalle tecnologie e dai linguaggidigitali per migliorare

i processi diapprendimento

10. Progettare attivit per le quali lostudente sia al centro dei processi diapprendimento e di costruzione delleconoscenze

11. Prefigurare i possibili ostacoli cliapprendimento e predisporre adeguatestrategie di intervento

lSTlTUTOIND NAZIONALE .DCUMENTAZlONElNNOVAZlONERICERCA EDUCATWA

Ritieni di riuscire a collaborareproficuamentecon i tuoi colleghi, alfine di elaborare un pianopersonalizzato che favorisca l'inclusione deglialunni che ne hanno uno specifico bisogno?

Ritieni di essere in grado di co-progettarepercorsi educativi adeguati ad allievi conparticolariproblematiche?Riesci ad individuareagevolmente gli obiettivi specifici su cui lavorareper favorire la progressionedi allievi conparticolari problematiche?

Ritienidi riuscire ad individuare, all'interno diun'attivit, che cosa stato particolarmentefunzionale nel favorire l'apprendimento?

Ritieni di avere un adeguato bagaglio diconoscenze e strategieper supportare gli allievinell'uso delle tecnologie digitali perfavorirel'apprendimento?Ritieni di saper guidare gliallievi ad un uso delle tecnologie che crei unreale valore aggiunto alla didattica?Se s, diquale valore aggiunto si tratta?

Ritieni di riuscire a proporre attivit nelle qualigli allievi sono protagonisti di processivolti acostruire conoscenze e/o risolvere problemi?Seno, perch?Quali sono le difficolt che incontri?

Durante la fase di progettazionedi un'attivitritieni di prevedere qualipotranno esseregliostacoli di apprendimento che incontrerannogliallievi?Se s, sai individuare le ragionidi taliostacoli dopo aver analizzato una lezione girealizzata?

_STiTUTO

Jfizrarlx/oflfifllhrzfit/Ztz,;

_

ONE v iNNOVAZIONE

- RICERCA EDUCATWA

Descrivere,eventualmente utilizzando Ie domande guida, le ragioni della/e scelta/e della/ecompetenza/e selezionata/e. Si consiglia di prendere in esame da un minimo di

1 ad un massimo di 3competenze per ogni ambito.

(max 2000 caratteri spazi inclusi)

DESCRITTORIDI COMPETENZA

SJZOLASTEO

lSTlTUTONAZIONALEDGCUMENTAZlONElNNOVAZlONERlCERCAEDUCATlVA

INIRE

DOMANDE GUIDA

b) Osservare e valutare gli allievi secondo un approccio formativo

D 12. Considerare gli obiettivi di apprendimentocoerentementecon uno sviluppo verticale delcurricolo

13. Rendere gli studenti consapevoli dei Ioroprogressi rispetto agli obiettivi diapprendimento

14. Progettare attivit di valutazioneformativa utilizzando una pluralit distrumenti e tecniche

15. Progettare attivit per la verifica dellecompetenze trasversali (soft skills)

Ritieni di avere chiarezza in meritoall'organizzazione del curricolo verticale? Seno, quali sono iproblemi che ti poni, i dubbiche hai?

Ritieni di possedere adeguati strumentiperosservare come gli allievi apprendono? Riesci afornire un riscontro agli studenti che consentaloro difare il punto sulle Ioro conoscenze ecompetenze e individuare che cosa,eventualmente, modificare (valutazioneformativa)?

Ritieni di possedere un'adeguata conoscenzadelle tecniche e degli strumentiperproporreuna valutazione che potenzi in ogni allievo lacapacit di progettare e monitorare il proprioapprendimento? Ritieni di conoscere difierentistrumenti e tecniche per favorirelautovaIutazione, la valutazione tra pari, la co-valutazione con il docente?

Ritieni di saper progettare attivit per laverifica delle soft skills (pensiero strategico,autonomia, ecc.) anche attraverso lapredisposizione di compiti di realt?

1

Compito di realt: una situazioneproblematica, complessa e nuova, quanto pi possibile vicina al mondo reale, darisolvere utilizzando conoscenze e abilitgi acquisite e trasferendoprocedure e condottecognitive in contesti e ambiti diriferimento moderatamente diversi da quelli resi familiari dalla pratica didattica. Pur non escludendo prove che chiaminoin causa una sola disciplina, privilegiare prove per la cui risoluzione l'alunno debba richiamare in forma integrata,componendo/i autonomamente,pi apprendimentiacquisiti. La risoluzione della situazione-problema(compito di realt)viene a costituire il prodotto finale degli alunni su cui si basa la valutazione dell'insegnante in Linee guida per lacertificazione delle competenze nel primo ciclo di Istruzione

10

, l iSTTUTO1' mio ._ v DOCUMENTAZIONEwwerra/Jw

i i a. {NNOVAZIGNERICERCA EDUCATWA

Descrivere, eventualmente utilizzando le domandeguida, le ragioni della/e scelta/e della/ecompetenza/e selezionata/e. Si consiglia di prendere in esame da un minimo di 1 ad un massimo di 3competenze per ogni ambito.

(max2000 caratteri spazi inclusi)

DESCRI7TORl DI COMPETENZA

16. Costruire un ambiente diapprendimentocapace di sollecitarepartecipazione, curiosit, motivazione eimpegno degli studenti

17. Sviluppare la cooperazione fra studentie forme di mutuo insegnamento

18. Progettare attivit per imparare adimparare"

19. Costruire e condividere con la classeregole chiare

20. (INFANZIA)Curare l'organizzazionediuna giornata educativa equilibrata, ricca dimomenti di accoglienza, relazione, gioco,apprendimento, vita pratica

lSTlTUTDNAZIONALEDOCUMENTAZIONENNOVAZIDN ERICERCA EDUCATIVI.

INIR

c) Coinvolgeregli allievi nel processo di apprendimentoA

DOMANDE GUIDA

Ritieni di essere in grado di attivare situazionididattiche che coinvolgano gli studenti in attivitche stimolanopartecipazione,curiosit,motivazione e impegno (ad es. attivit definite diproblem solving)?

Ritieni di essere in grado di progettare e gestiresituazioni nelle qualigli studenti siano impegnatinel costruire conoscenzaattraverso processicollaborativi e cooperativi, anche tramiteformedimutuo insegnamento?

Ritieni di saper elaborare adeguati supporti eprocessi che potenzinonegli allievi autonomia,autoregolazioneed elaborazionedi strategie distudio personali?

Ritieni di saper gestire la discussione con e tra gliallieviper stabilire regole condivise o perprendere decisioni relative alfunzionamentoscolastico? Ritieni digestire efficacemente con ilgruppo classe il rispetto di quanto deciso inmodo condiviso?

Ritieni di saper progettare la sequenza delleattivit della giornata in modo tale che ibambinipossano ottimizzare le loro potenzialitin rapporto anche ai loro bisogni fisici, emotivi,di conoscenza, di sperimentazioneemovimento?

uaavvub/ow Jflmxxma. ' u,; ,// y INZJIKLRLE

>' ' .0 f Di M ajwmm . .;N\3VA%?fJg%E

RICERCA EDUCATNA

Descrivere, eventualmente utilizzando Ie domandeguida, le ragioni della/e scelta/e della/ecompetenza/e selezionata/e. Si consiglia di prendere in esame da un minimo di 1 ad un massimo di 3competenze per ogni ambito.

(max 2000 caratteri spazi inclusi)

STlTUTO.NAZIONALEoocuMENTAzIoNEWNOVAZIONE

. i RICERCA EDUCATNA

INIR

3/430 fl/[ulffiflfiatzzbflvz

jlflzvfidgx vflflfidfiffl-

II. AREA DELLE COMPETENZE RELATIVEALLA PARTECIPAZIONE ALLA VITADELLA PROPRIA SCUOLA (Organizzazione)

d) Lavorare in gruppo tra docenti

DESCRIITORI DI COMPETENZA

21. Elaborare e negoziare un progettoeducativo di gruppo, costruendoprospettive condivise sui problemi dellacomunit scolastica

22. Partecipare a gruppi di lavoro tradocenti, condurre riunioni, fare sintesi

23. Proporre elementi di innovazionedidattica da sperimentare in collaborazionecon

i colleghi

24. Innescare ed awalersi di attivit divalutazione e apprendimentotra pari (peer-review e peer-learning)

25. (SOSTEGNO) Focalizzare l'attenzionedell'intero gruppo docente (team, (zonsigliodi classe, ecc.) sui temi dell'inclusione

DOMANDE GUIDA

Ritieni di saper partecipare produttivamenteall'elaborazionedi progetti digruppo chetengano conto delle posizioni individuali pergiungere a soluzioni collettivamente accettate?

Ritieni di aver sviluppato adeguate competenzeper animare dei gruppi di lavoro o per condurredelle riunioni?

Ritieni di essere in grado di individuare glielementi di innovazione dei quali avrebbebisogno il tuo contesto scolastico? Se s, comeriesci a individuarli?

Ritieni di essere disponibile al confronto sulle tuepratiche professionali?O solo su alcuni aspettidi esse? Ritieni di essere in grado di individuaredomande o problemisui quali costruire, insiemeai colleghi, attivit di ricerca volte a modificarele pratiche professionali?

Ritieni di aver chiaro il concetto di inclusione e lesue implicazioni in termini di progettazionecollegiale? Ritieni di aversperimentato strategieinteressantiper confrontarti a livello collegialesul tema dellinclusione?

n/mflf/Hblr!,

.1 ' firflfifbflfl N " - . ' ii 41/0

SLE

.

JCQVTDNE

RCERCA EDUCATVA

Descrivere, eventualmente utilizzando le domandeguida, le ragioni della/e scelta/e della/ecompetenza/e selezionata/e. Si consiglia di prendere in esame da un minimo di 1 ad un massimo di 3competenze per ogni ambito.

(max 2000 caratteri spazi inclusi)

./ZE"I%0 ejjeaziwze,i

,Zthei.4zfi Vgfikxy

e) Partecipare allagestione della scuola

DESCRITTORIDl COMPETENZA

26. Contribuire alla gestione delle relazionicon

i diversi interlocutori (parascolastici,enti, associazioni di genitori, ecc.)

27. (SOSTEGNO) Curare i rapporti con lequipe multidisciplinaried i servizispecialistici

28. Organizzare e far evolvere, all'internodella scuola, la partecipazione degli allievi

29. Partecipare ai processi diautovalutazione della scuola, con particolareriferimento al RAV.

30. impegnarsi negli interventi dimiglioramento dell'organizzazione dellascuola

PERSONALEfiOLflSTlGO

lSTlTUTG.NAZIONALEDOCUMENTAZIONENNOVAZIONERlCERCA EDUCATIVA

INIR

DOMANDE GUIDA

Ritieni di saper partecipare fattivamente eproduttivamente allagestione delle relazioniindicate?

Ritieni di saper gestire irapporticon le quipe eiservizi territorialialfine di costruire sinergiepositive utili agli allievi e alle loro famiglie?

Ritieni di saperproporre, valorizzare egestiresituazioni di confronto tra allievi afiinchemerganoproposte utili a migliorarel'organizzazione della scuola?

Ritieni di avere adeguate conoscenze sulprocesso di autovalutazionedella scuola e sullafunzione che esso pu assolvere aifini delmiglioramento?

Ritienidi avere adeguate conoscenze sulfunzionamento dell'organizzazionedella scuola?Ritieni di poter contribuirealmiglioramentodell'organizzazione della scuola su aspettiprecedentemente definiti dal RAV o da terilevati?

Descrivere, eventualmente utilizzando le domande guida, le ragioni della/e scelta/e della/ecompetenza/e selezionata/e. Si consiglia di prendere in esame da un minimo di 1 ad un massimo di 3competenze per ogni ambito.

(max 2000 caratteri spazi inclusi)

, .4iSTiTUTO

t/Irlfiio K/fix/fltrzxd.1

_DOCUMENTAZlONE

I l. m u coLAsTico lNNDVAZIONERICERCA EDUCATIVA

fl Informare e coinvolgere igenitoriDESCRITTORIDI COMPETENZA DOMANDE GUIDA

D 31. Coinvolgere i genitori nella vita della Ritieni di saper attuare strategieper un efiicacescuola coinvolgimento dei genitorinella vita della

scuola?

32_ organizzare riunioni d'informazione e di Ritieni di aver chiari i superi che caratterizzanodibattito sui problemi educativi il futuro cittadino o le problematiche educative

pifrequenti nel panorama sociale odierno?Ritieni di saper gestire un gruppo di genitorisuquesti temi?

33. Comunicare ai genitori obiettivi didattici, Ritieni di saper di comunicarechiaramente aistrategie di intervento, criteri di valutazione genitori il tuo progetto educativo-didattico, lee risultati conseguiti strategie di intervento poste in atto o ipotizzate

per afirontare i problemi, e i criteri che fondanole tue modalit di valutazione in itinere efinali?

34. (INFANZIA)Assicurare un rapporto Ritieni di saper mettere in atto un continuativopersonalizzato e accogliente verso singoli rapporto con le famiglie in modo tale dagenitori costruire un clima collaborativo per elaborare i

progetti educativi dei bambini?

Descrivere, eventualmente utilizzando le domandeguida, le ragioni della/e scelta/e della/ecompetenza/e selezionata/e. Si consiglia di prendere in esame da un minimo di 1 ad un massimo di 3competenze per ogni ambito.

(max 2000 caratteri spazi inclusi)

v lSTlTUTD. NAZIONALE

mmderi egreiczz ' DOCUMENTAZIONE iNNOVAZ-IONERECERD. EDUCATIVA

III. AREA DELLE COMPETENZE RELATIVEALLA PROPRIA FORMAZIONE(Professionalit)

g) Affrontare i doveri e i problemietici della professione

DOMANDE GUIDADESCRIITORI DI COMPETENZA

D 35. Rispettare regole, ruoli e impegniassunti all'interno del proprio contestoprofessionale

D 36. ispirare la propria azione a principi dilealt, collaborazione, reciproca fiducia trale diverse componenti

37. Contribuire al superamentodi pregiudizie discriminazionidi natura sociale, culturaleo religiosa

38. Rispettare la privacy delle informazioniacquisite nella propria pratica professionale

Ritieni di espletare con regolarit ed efiicacia gliimpegni assunti all'interno della tua scuola?

Ritienidi porre alla base delle tue scelteprofessionalii principi di lealt, collaborazione,reciprocafiducia?Ritieni di porre questiprincipi anche afondamento del rapporto con gli studenti?

Posto che il rispetto dell'altro valoreculturalmentecondiviso, ritieni di saperelaborare strategie ed inten/entiafiinch sirealizzi la comprensionee il rispetto di questovalore all'interno della comunitscolastica?

Ritieni che i vincoli derivantidal rispetto dellaprivacy possano creare difiicolt nel tuo lavoro?

Descrivere, eventualmente utilizzando le domandeguida, le ragioni della/e scelta/e della/ecompetenza/e selezionata/e. Si consiglia di prendere in esame da un minimo di 1 ad un massimo di 3competenze per ogni ambito.

(max 2000 caratteri spazi inclusi)

STUTV

A h

gggiglxziomsZI/we/fl/fi alma WNQVAONE

RICERCA EU CAVA

h) Servirsi delle nuove tecnologie per le attivit progettuali, organizzative e formative

DESCRITTORIDI COMPETENZA DOMANDE GUIDA

D 39. Utilizzare efflcacemente le tecnologie Ritieni di saper utilizzare efiicacementeledigitali per migliorare la propria potenzialitfornite dalle attuali tecnologieprofessionalit digitali (strumenti, applicazioni, ambienti) per

curare la tua formazione continua?

D 40. Utilizzare le tecnologie digitali per Ritieni di saper sfruttare le potenzialitdeicostruire reti e scambi con altri colleghi dispositivi tecnologici e di internet per costruireanche nell'ottica di una formazione continua scambi efiicaci e produttivicon altri colleghi e/o

con esperti?

D 41. Esplorare le potenzialit didattiche dei Ritieni di avere un adeguato bagaglio didiversi dispositivi tecnologici e dei linguaggi conoscenze e di saper attuare strategieperdigitali supportare gli allievi nell'uso delle tecnologie

digitali a fini didattici?

Descrivere, eventualmente utilizzando le domande guida, le ragioni della/e scelta/e della/ecompetenza/e selezionata/e. Si consiglia di prendere in esame da un minimo di

1 ad un massimo di 3competenze per ogni ambito.

(max 2000 caratteri spazi inclusi)

45334194340aKKIj-tuxzbfla;

i) Curare la propriaformazionecontinua

DESCRITTORIDI COMPETENZA

D 42. Documentare la propria pratica didattica

43. Utilizzare le proprie esperienze perriprogettare l'azione didattica

44. Aggiornare il proprio bilancio dellecompetenze ed elaborare un proprioprogetto di sviluppo professionale

45. Partecipare a programmi di formazionepersonale con colleghi, gruppi, comunit dipratiche

46. Essere coinvolto in attivit di ricercadidattica, anche in forma collaborativa

47. Utilizzare i risultati della ricerca perinnovare le proprie pratiche didattiche

48. Essere capaci di utilizzare le opportunitofferte dai progetti europei per sviluppare ilproprio percorso di formazione

PERSONALE "

lSTlTUTONAZIONALEIN

.DOCUMENTAZONE

lR n smmovAzlomsRICEROREDUCATIVA

DOMANDE GUIDA

Ritieni di saper documentare in modo efficace latua pratica didatticaperpresentarla ai diversidestinatari (D5, colleghi,genitori, ecc)?

Ritienidi saper riflettere sulla tua pratica pertrarre precise informazioni o indicazioni perriprogettare nuove situazionididattiche?

Ritieni di saper orientare il tuo sviluppoprofessionale in rapporto agli obiettivi emersidall'analisidel tuo percorsoformativo/esperienzialee dai bisogni dellascuola nella quale operi?

Ritieni di saper scegliere le situazioniformativeche possono apportare un reale contributoa tee alla tua capacit di lavorare con i colleghi?

Ritieni di avere adeguate competenzeper farericerca sulla tua pratica didatticaindividualmente e/o collettivamente?

Ritieni di essere adeguatamente informato/a suirisultatidella ricerca in relazione ai problemiche risultano oggi pregnanti per un docente?Ritieni di riuscire a ricavare dalla ricercaglielementi utili a innovare la tua pratica didattica?

Credi di essere sujficientemente informata/osulle opportunitformative ofierte nell'ambito

flz00'KLE

y3J (14920. l 342415122124,

i

i

/.// mrmrii L RCJCJNERICERCA EDUCATIVA

dei programmi europei?Hai partecipato adesperienze di questo tipo?

Descrivere, eventualmente utilizzando le domandeguida, le ragioni della/e scelta/e della/ecompetenza/e selezionata/e. Si consiglia di prendere in esame da un minimo di 1 ad un massimo di 3competenze per ogni ambito.

(max 2000 caratteri spazi inclusi)