Annie Besant - Sapienza Antica

  • View
    1.340

  • Download
    56

Embed Size (px)

Text of Annie Besant - Sapienza Antica

1 ANNIE BESANT SAPIENZA ANTICA COMPENDIO DEGLI INSEGNAMENTI TEOSOFICI DEDICATO CON GRATITUDINE RIVERENZA ED AMORE A H. P. BLAVATSKY CHE MI MOSTR LA LUCE 2 PREFAZIONE Nelloscrivereilpresentelibromisonoprefissaloscopodifornirealcomunelettoreun suntodelledottrineteosoficheabbastanzasempliceperservireadunostudioelementaree nellostessotempoabbastanzacompletoperessereunsolidofondamentoacognizioni ulteriori.Sperocheessopossaservirequaleintroduzioneechefaciliticonvenientementelo studio delle opere pi pro-fonde di H. P. Blavatsky. TutticolorochehannoappresounpocodellAnticaSapienzaconosconolaluce,lapace,la gioia, la forza che da quegli ammaestramenti vennero apportate alla lorovita. Possa questo libro indurre qualcuno ad imparare quelle dottrine ed a sperimentarne in se stesso il valore: questa la preghiera con la quale esso viene dato al mondo. ANNIE BESANT 3 INTRODUZIONE LUNIT FONDAMENTALE DI TUTTE LE RELIGIONI Unrettopensieronecessarioadunarettacondotta,comeunarettacomprensionedelle coseadunrettovivere,elaSapienzaDivina(chiamatasiacolsuoanticonomesanscritodi BrahmaVidy,siaconquellogrecopimodernodiTeosofia)sipresentaalmondocome filosofia perfettamente razionale, e nello stesso tempo come religione e morale che ogni cosa abbraccia. Disse gi un devoto, parlando delle Scritture Cristiane, che esse contengono guadi che un bambino potrebbe liberamente passare, e profondit dove un gigante sarebbe costretto a nuotare. Altrettanto si potrebbe dire della Teosofia, poich dei suoi insegnamenti alcuni sono cos semplici e pratici che qualunque persona di mediocre intelligenza potrebbe comprenderli eseguirli,mentrealtrisonocoselevati,cosprofondicheilpipotenteintellettonon riuscirebbe mai ad afferrarne tutta lestensione. Nel presente volume si cercher di esporre in modo semplice e chiaro la Teosofia, s che risulti che i suoi princpi generali e le sue generali verit costituiscano una concezione logica delluniverso;enonsarannotrascuratiqueiparticolarichesononecessariperben comprenderneireciprocirapporti.Untrattatoelementarenonpupretenderedidareduna dottrinaquellapienaconoscenzachesipuacquisiredalavoripicompleti,mapotr sullargomentoinfonderedelleideefondamentalibenchiarenellamentedellostudioso,il qualetroverinseguitomoltecosedaaggiungere,pochedatogliere,Questolibrodlinee generali; lo studioso potr completarle con i particolari ricavati da ricerche ulteriori. *** generalmenteammessocheleprincipalireligionidelmondodimostrano,ancheadun primoesame,diaverecomunimolteidee religiose,eticheefilosofiche.Mamentreilfatto accettato da tutti, non altrettanto avviene per la sua spiegazione. Alcuni sostengono che le religioni sono cresciutesul suolo dellumana ignoranza scavato dallimmaginazione,sviluppandosiapocoapocodalleformerozzedellanimismoedel feticismoedattribuisconoiloropuntidisomiglianzaaifenomeninaturaliuniversali imperfettamenteosservatiefantasticamentespiegati.Perunadellescuoleladorazionedel sole e delle stelle la chiave universale, per unaltra la chiave non meno universale il culto fallico;paura,desiderio, ignoranzaemeravigliaavrebberospintoilselvaggioapersonificare leforzedellanatura,edisacerdotineavrebberosfruttatoiterrorielesperanze,lenebulose 4fantasieeleaffannatedomande;cosimitisarebberodiventatiBibbieedisimbolifatti;e siccome la loro base era universale, la somiglianza dei risultati era inevitabile. Cos parlano i dottoridellaMitologiacomparata,elagentesempliceridottaalsilenziodallapioggiadi prove,manonsisenteconvinta;nonpunegarelesomiglianze,madentrodispensa: dunque vero che tutte le pi care speranze delluomo e i suoi ideali pi elevati non sono che il risultatodiunafantasiaselvaggiaediunaignoranzabrancolantenelbuio?Legrandiguide dellarazza,imartirieglieroidellumanithannodunquevissuto,lavorato,sofferto,sono morti per la sola personificazione di fatti astronomici e per le velate oscenit dei barbari? La seconda teoria, che spiega la base comune delle religioni del mondo, afferma che esiste uninsegnamentoprimitivoincustodiadiunaFratellanzadigrandiMaestrispirituali;questi, fruttoEssistessidipassaticiclidievoluzione,agironodaistruttorieguidedellumanit bambinadelnostropianeta,impartendosuccessivamenteallesuerazzeedaisuoipopolile veritfondamentalidellareligionenellaformapiadattaallementalitchedovevano riceverle.SecondoquestaspiegazioneiFondatoridellegrandireligionisonomembri dellunicaFratellanzaefuronoaiutatinellaLoromissionedamoltialtrimembri,inferioridi grado, Iniziati e discepoli di vario ordine, eminenti per spiritualit, per conoscenze filosofiche eperpurezzadisapienzamorale.Costoroguidaronolenazioninellaloroinfanzia,diedero loro istituzioni e leggi, le governarono come re, le istruirono come filosofi, le diressero come sacerdoti. Tutte le nazioni dellantichit considerarono questi uomini come semidei ed eroi, e di essi rimasero tracce nella letteratura, nellarchitettura e nella legislazione di quelle nazioni. Chesimiliuominisianovissutiparedifficilepoterlonegaredifronteallatradizione universale, alle Sacre Scritture ancora esistenti, agli avanzi preistorici ora per la maggior parte inrovina,senzatenercontodialtretestimonianzechelignoranzarifiuterebbe.Ilibrisacri dellOrientesonolamigliorprovadellagrandezzadeiloroautori;infatti,intempimeno lontaniodancheneimoderni,chemaivipuesserechesolosiavviciniallasublimit spirituale del loro pensiero religioso, allo splendore intellettuale della loro filosofia, alla vastit epurezzadellaloromorale?Equandotroviamochequestilibricontengono,intornoaDio, alluomoealluniverso,insegnamentiidenticinellasostanza,puressendoassaivarinelle forme esterne, non ci sembra irragionevole riferirli ad un corpo di dottrina centrale e primitivo. A questo corpo noi diamo il nome di Sapienza Divina, o, con parola greca, Teosofia. Comeorigineebasedituttelereligioni,laTeosofianonpuessereinantagonismocon nessuna. Anzi essa la loro purificatrice, quella che rivela lalto significato intimo di molte fra esse,perquantopervertitenelcomplessoesternoperlignoranzaeperlaccumularsidelle 5superstizioni;inciascunadiesselaTeosofiasiriconosceesiafferma,ecercadisvelarela sapienza nascosta in ciascuna. Nessuno,diventandoteosofo,obbligatoarinunciareadessereCristiano,Buddistao Ind:eglinonfarcheacquisireunapiprofondaconoscenzadellapropriafede,unapi ferma convinzione delle verit spirituali ed una pi larga comprensione dei sacri insegnamenti. Comeneitempiantichilateosofiahadatoorigineallereligioni,cosoggilegiustificaele difende. Essa la roccia da cui tutte si staccarono, la miniera da cui tutte furono estratte. Essa giustifica, davanti al giudizio della critica intellettuale, le pi elevate aspirazioni e le pi forti emozionidelcuoreumano;essaconfermalenostresperanzeintornoalluomo;essaci restituisce nobilitata la nostra fede in Dio. La verit di questa affermazione diventa sempre pi evidente a misura che noi studiamo le varie Scritture Sacre del mondo;e pochi passi, scelti in tanta ricchezza di materiali, bastano a stabilire questo fatto ed a guidare lo studioso nella ricerca di nuove prove. Le verit spirituali fondamentali della religione possono essere cos riassunte: 1.Ununica Esistenza reale, inconoscibile, eterna infinita. 2.DaquestailDiomanifestato,chesisvolgedallunitalladualit,dalladualit,alla trinit. 3.DallaTrinitmanifestatamolteIntelligenzespirituali,chesovrintendonoallo ordinamento cosmico. 4.Luomo un riflesso del Dio manifestato e perci fondamentalmente una trinit, il cui S interiore e reale eterno ed uno con il S dellUniverso. 5.Lasuaevoluzionesicompiemedianteripetuteincarnazioni,nellequaliegliattratto dal desiderio e da cui si libera per mezzo della conoscenza e del sacrificio, diventando divino in atto, come sempre lo stato in potenza. *** LaCina,limmensoimperodellaciviltoggifossilizzata,fupopolataanticamentedai TuraniquartasuddivisionediquellaquartaRazza-Madrecheabitilperdutocontinente dellAtlantide e sparse i suoi rampolli per tutto il mondo, I Mongoli ultima suddivisione della stessarazza,nerinforzaronopitardilapopolazione,dimodochenellaCinaabbiamo tradizioniantichissime,anterioriaitempicheviderolaQuintaRazza-Madre,lAriana, stabilirsi nellIndia. Nel Ching Chang Ching, o Classico di Purezza, abbiamo un frammento di unanticaScritturadisingolarebellezza,dalqualespiraquelsensodiriposoedipacecos 6caratteristicodellinsegnamentooriginale.JamesLegge,nellanotaintroduttivaallasua traduzione 1,dicecheiltrattatoattribuitoaKoYan[oHsuan],unTaoistadelladinastia W (222-227 D. C.), il quale, secondo la tradizione,, sarebbe divenuto immortale, come viene generalmentechiamato.Eglirappresentatocometaumaturgo,deditoallintemperanzae molto eccentrico nelle sue maniere. Avendo unavolta fatto naufragio, egli emerse di sotto le ondecongliabitiasciuttiecamminliberamentesullasuperficiedellacqua.Finalmente ascesealcieloinpienogiorno.Tuttiquestiraccontipossonosenzaesitazioneessereritenuti come finzioni di un tempo posteriore. QuestecosesonoripetutamentenarratedaIniziatidigradodiverso,enonsonoaffatto necessariamentefinzioni.MacicheKoYanstessodicedelsuolibropernoidiben maggiore interesse: QuandoottenniilveroTo,ioavevorecitatogidiecimilavoltequestoChing(libro). Esso quello che praticano gli Spiriti del Cielo e che non era ancora stato comunicato ai dotti diquestobassomondo.IolebbidalDivinoGovernatoredelloHwadOriente:Eglilaveva avuto dal Divino Governatore della Porta dOro. Questi dalla Real Madre dellOccidente. IltitolodiDivinoGovernatoredellaPortadOroeraquellodellIniziatochereggeva limpero tolteco in Atlantide, e luso che se ne fa nel Classico di Purezza suggerisce lidea che questolibrofuportatodilnellaCinaquandoiTuranisisepararonodaiToltechi.Questa affermazionefortementeconfermatadalcontenutodellabreveoperachetrattadelTo (letteralmentelaVia),nomecolqualevieneindicatanellanticareligioneturanicae mongola la Realt Una. Leggiamo in esso: Il Grande To non ha forma corporea, ma produce e nutre cielo e terra. Il Grande To non ha passioni, ma causa la rotazione del sole e della luna. Il Grande To non ha nome, ma