ALLEGATO 1 AUTOCERTIFICAZIONE REQUISITI DI ORDINE GENERALE ... All 1... · AUTOCERTIFICAZIONE REQUISITI…

  • View
    213

  • Download
    0

Embed Size (px)

Transcript

ALLEGATO 1

AUTOCERTIFICAZIONE REQUISITI DI ORDINE GENERALE E DICARATTERE ECONOMICO FINANZIARIO

CIG N.ZDF1F76EFE

OGGETTO: AFFIDAMENTO DIRETTO PREVIA GARA INFORMALE DEISERVIZI SCOLASTICI DEL COMUNE DI MOMBELLOMONFERRATO.

Il/La sottoscritto/a ____________________________________________________________________,nato/a a _____________________________________ (Prov. ___________) il _________________________nella sua qualit di (titolare, legale rappresentante, procuratore speciale/generale, altro)____________________________________________________________________________________________delloperatore economico (denominazione e forma giuridica)____________________________________________________________________________________________,con sede legale in Via/Corso/Piazza _________________________________, n. _______________,Cap. _________________, Citt ______________________________ (Prov. ___________),C.F.______________________________________________P.I._______________________________________

DICHIARA E CERTIFICA

REQUISITI DI CARATTERE GENERALE

1) che non sussiste alcuna delle cause di esclusione di cui allart. 80, comma 1, del D.Lgs.18 aprile 2016 n.50 e precisamente condanna con sentenza definitiva o decreto penaledi condanna divenuto irrevocabile o sentenza di applicazione della pena su richiesta aisensi dellart. 444 del codice di procedura penale, anche riferita a un suo subappaltatorenei casi di cui allart. 105, comma 6, per uno dei seguenti reati:a) delitti, consumati o tentati, di cui agli articoli 416, 416-bis del codice penale ovvero

delitti commessi avvalendosi delle condizioni previste dal predetto articolo 416-bisovvero al fine di agevolare lattivit delle associazioni previste dallo stesso articolo,nonch per i delitti, consumati o tentati, previsti dallarticolo 74 del decreto delPresidente della Repubblica 9 ottobre 1990, n.309, dallarticolo 291-quarter deldecreto del Presidente della Repubblica 23 gennaio 1973, n.43 e dallarticolo 260 deldecreto legislativo 3 aprile 2006, n.152, in quanto riconducibili alla partecipazione aunorganizzazione criminale, quale definita dallarticolo 2 della decisione quadro2008/841/GAI del Consiglio;

b) delitti, consumati o tentati, di cui agli articoli 317,318,319,319-ter, 319-quater,320,321,322,322-bis, 346-bis, 353, 353-bis, 354,355 e 356 del codice penale nonchallarticolo 2635 del codice civile;

c) frode ai sensi dellarticolo 1 della convenzione relativa alla tutela degli interessifinanziari delle Comunit Europee;

d) delitti, consumati e tentati, commessi con finalit di terrorismo ancheinternazionale, e di eversione dellordine costituzionale, reati terroristici o reaticonnessi alle attivit terroristiche;

e) delitti di cui agli articoli 648-bis, 648-ter e 648 ter.1 del codice penale, riciclaggio diproventi di attivit criminose o finanziamento del terrorismo, quali definiti allarticolo1 del decreto legislativo 22 giugno 2007, n.109 e successive modificazioni;

f) sfruttamento del lavoro minorile e altre forme di tratta di esseri umani definite con ildecreto legislativo 4 marzo 2014, n.24;

g) ogni altro delitto da cui derivi, quale pena accessoria, lincapacit di contrattare conla pubblica amministrazione;

2)che non sussistono , ai sensi dellart.80, comma 2, del D.Lgs. 18 aprile 2016 n.50, causedi decadenza, di sospensione o di divieto previste dallarticolo 67 del decreto legislativo 6settembre 2011, n.159 o di tentativo di infiltrazione mafiosa di cui allart. 84, comma 4,del medesimo decreto;

3)che non sussistono, ai sensi dellart.80 comma 4, del D.Lgs 18 aprile 2016 n.50,violazioni gravi, definitivamente accertate, rispetto agli obblighi relativi al pagamentodelle imposte e tasse o dei contributi previdenziali, secondo la legislazione italiana oquella dello Stato in cui sono stabiliti;

4)che non ricorrano, ai sensi dellart. 80, comma 5, del D.Lgs. 18 aprile 2016 n.50 leseguenti situazioni:

a) la stazione appaltante possa dimostrare con qualunque mezzo adeguato la presenzadi gravi infrazioni debitamente accertate alle norme in materia di salute e disicurezza sul lavoro nonch agli obblighi di cui allarticolo 30, comma 3, del presentecodice;

b) loperatore economico si trovi in stato di fallimento, di liquidazione coatta, diconcordato preventivo, salvo il caso di concordato con continuit aziendale, o neiriguardi sia in corso un procedimento per la dichiarazione di tali situazioni, fermorestando quanto previsto dallarticolo 110;

c) la stazione appaltante dimostri con mezzi adeguati che loperatore economico si reso colpevole di gravi illeciti professionali, tali da rendere dubbia la sua integrit oaffidabilit. Tra questi rientrano: le significative carenze nellesecuzione di unprecedente contratto di appalto o di concessione che ne hanno causato la risoluzioneanticipata, non contestata in giudizio, ovvero confermata allesito di un giudizio,ovvero hanno dato luogo ad una condanna al risarcimento del danno o ad altresanzioni; il tentativo di influenzare indebitamente il processo decisionale dellastazione appaltante o di ottenere informazioni riservate ai fini di proprio vantaggio; ilfornire, anche per negligenza, informazioni false o fuorvianti suscettibili diinfluenzare le decisioni sullesclusione , la selezione o laggiudicazione ovverolomettere le informazioni dovute ai fini del corretto svolgimento della procedura diselezione;

d) la partecipazione delloperatore economico determini una situazione di conflitto diinteresse ai sensi dellarticolo 42, comma 2, non diversamente risolvibile;

e) una distorsione della concorrenza derivante dal precedente coinvolgimento deglioperatori economici nella preparazione della procedura dappalto di cui allarticolo 67non possa essere risolta con misure meno intrusive;

f) loperatore economico sia stato soggetto alla sanzione interdittiva di cui allarticolo 9,comma 2, lettera c) del decreto legislativo 8 giugno 2001, n.231 o ad altra sanzioneche comporta il divieto di contrarre con la pubblicazione amministrativa, compresi iprovvedimenti interdittivi di cui allarticolo 14 del decreto legislativo 9 aprile 2008,n.81;

g) loperatore economico iscritto nel casellario informatico tenuto dallOsservatoriodellANAC per aver presentato false dichiarazioni o falsa documentazione ai fini delrilascio dellattestazione di qualificazione, per il periodo durante il quale perduraliscrizione;

h) loperatore economico abbia violato il divieto di intestazione fiduciaria di cuiallarticolo 17 della legge 19 marzo 1990, n.55. Lesclusione ha durata di un anno

decorrente dallaccertamento definitivo della violazione e va comunque disposta se laviolazione non stata rimossa;

i) loperatore economico non presenti la certificazione di cui allarticolo 17 della legge12 marzo 1999, n.68, ovvero [non] autocertifichi la sussistenza del medesimorequisito;

l) loperatore economico che, pur essendo stato vittima dei reati previsti dagli articoli317 e 629 del codice penale aggravati ai sensi dellarticolo 7 del decreto-legge 13maggio 1991, n.152, convertito, con modificazioni, dalla legge 12 luglio 1991, n.203,non risulti aver denunciato i fatti allautorit giudiziaria, salvo che ricorrano i casiprevisti dallarticolo 4, primo comma, della legge 24 novembre 1981, n.689. Lacircostanza di cui al primo periodo deve emergere dagli indizi a base della richiestadi rinvio a giudizio formulata nei confronti dellimputato nellanno precedente allapubblicazione del bando e deve essere comunicata, unitamente alle generalit delsoggetto che ha omesso la predetta denuncia, dal Procuratore della Repubblicaprocedente allANAC, la quale cura la pubblicazione della comunicazione sul sitodellOsservatorio;

m) loperatore economico si trovi rispetto ad un altro partecipante alla medesimaprocedura di affidamento, in una situazione di controllo di cui allarticolo 2359 delcodice civile o in una qualsiasi relazione, anche di fatto, se la situazione di controlloo la relazione comporti che le offerte sono imputabili ad un unico centro decisionale;

5) che nei confronti suoi e dei soggetti con poteri di rappresentanza non sussistono cause diesclusione dalla partecipazione alle gare dappalto, ai sensi della disciplina vigente inmateria di contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture;

6)di non trovarsi, in ogni caso, in nessuna delle ipotesi di incapacit a contrattare con laPubblica Amministrazione ai sensi delle norme vigenti;

7)di aver correttamente adempiuto agli obblighi di sicurezza e salute dei lavoratori previstidalla vigente normativa, D.Lgs. 81/2008;

8)barrare la voce che interessa

di non essersi avvalso dei piani individuali di emersione di cui alla legge 18 ottobre 2001,n.383 per come modificato dal D.L. 25 settembre 2002 n.210 convertito con Legge 22 novembre2002 n.266;

(oppure)

che limpresa si avvalsa di piani individuali di emersione al lavoro sommerso ma che ilperiodo di emersione si concluso;

9)lassenza di misure interdittive irrogate ai sensi della circolare n.1733 del 3/11/2006pubblicata nella G.U. n.261 del 9/11/2006 e rettificata nella G.U. n.282 del 4 dicembre2006;

10)di applicare a favore dei lavoratori dipendenti (se di Cooperative anche verso i soci)condizioni normative e retributive non inferiori a quelle risultanti da i contatti di lavoro edegli accordi locali integrativi degli stessi, nel rispetto delle norme e procedure previstedalla normativa vigente in materia;

11)di non aver concluso contratti di lavoro subordinato o autonomo e comunque di nonaver attribuito incarichi ad ex dipendenti del Comune di Mombello Monf che, nel corsodel triennio precedente la cessazione del rapporto di lavoro abbiano esercitato nei propriconfronti poteri autoritativi o negoziali per conto dellAmminist