of 43/43

060 - Sezioni x pdf.ppt [modalità compatibilità]consuelorodriguez.it/wp-content/uploads/2017/05/9-LE-SEZIONI.pdf · Sezioni Università degliStudi diBrescia Facoltà di Ingegneria

  • View
    230

  • Download
    0

Embed Size (px)

Text of 060 - Sezioni x pdf.ppt [modalità...

  • Sezioni

    Universit degli Studi di BresciaFacolt di Ingegneria

    SezioniRif. Bibliografici: - E. Chirone, S. Tornincasa , Disegno Tecnico Industriale, Il Capitello, Torino

    - Norme UNI Disegno Tecnico 6

  • Generalit

    Quando un pezzo presenta fori o cavit, il disegnop p gpu risultare di difficile comprensione a causa dellapresenza di numerose linee tratteggiate.

    Universit degli Studi di BresciaFacolt di Ingegneria

    SezioniRif. Bibliografici: - E. Chirone, S. Tornincasa , Disegno Tecnico Industriale, Il Capitello, Torino

    - Norme UNI Disegno Tecnico 7

  • Generalit

    Sezionando (tagliando) con un opportuno pianoimmaginario il pezzo la comprensione del disegnoimmaginario il pezzo, la comprensione del disegnoviene facilitata.

    Universit degli Studi di BresciaFacolt di Ingegneria

    SezioniRif. Bibliografici: - E. Chirone, S. Tornincasa , Disegno Tecnico Industriale, Il Capitello, Torino

    - Norme UNI Disegno Tecnico 8

  • Generalit

    Oltre a facilitare la comprensione del disegno leOltre a facilitare la comprensione del disegno, lesezioni permettono di omettere qualche vista e/olinee nascoste.Universit degli Studi di BresciaFacolt di Ingegneria

    SezioniRif. Bibliografici: - E. Chirone, S. Tornincasa , Disegno Tecnico Industriale, Il Capitello, Torino

    - Norme UNI Disegno Tecnico 9

    linee nascoste.

  • Generalit

    Le linee nascoste nonpermettono di stabilirepermettono di stabilirequali dei 4 fori sono aforma cilindrica e qualiforma cilindrica e qualia forma conica.

    Universit degli Studi di BresciaFacolt di Ingegneria

    SezioniRif. Bibliografici: - E. Chirone, S. Tornincasa , Disegno Tecnico Industriale, Il Capitello, Torino

    - Norme UNI Disegno Tecnico 10

  • Generalit

    La scelta di opportune sezioni rende comprensibile laforma dei fori.

    Universit degli Studi di BresciaFacolt di Ingegneria

    SezioniRif. Bibliografici: - E. Chirone, S. Tornincasa , Disegno Tecnico Industriale, Il Capitello, Torino

    - Norme UNI Disegno Tecnico 11

  • Regole per lesecuzione di sezioni

    Rappresentare TUTTA la parte delloggetto cherimane in vista dietro il piano di taglio ideale.

    Laltezza del carattere Adeve essere maggiore (2deve essere maggiore (2volte) di quello correntementeutilizzato nel disegno.

    Universit degli Studi di BresciaFacolt di Ingegneria

    SezioniRif. Bibliografici: - E. Chirone, S. Tornincasa , Disegno Tecnico Industriale, Il Capitello, Torino

    - Norme UNI Disegno Tecnico 12

  • Regole per lesecuzione di sezioniIMPORTANTE!

    UNI ISO 128-40

    La normativa vigente prevede alcune sostanziali differenze dirappresentazione delle sezioni rispetto al passato. Nei casi seguenti comunque prevista la possibilit (in questo corso obbligatoriet!) dicomunque prevista la possibilit (in questo corso obbligatoriet!) diutilizzare le regole precedenti per migliorare la lettura del disegno.

    La normativa associa significati diversi ai termini taglio e sezioneLa normativa associa significati diversi ai termini taglio e sezione .In accordo con quanto specificato nella normativa stessa, nella praticacomune taglio e sezione sono sinonimi: il primo utilizzato nel campod ll t i i (i i il ) l lt i bit i d t i l (idelle costruzioni (ing. civile), laltro in ambito industriale (ing.meccanica).

    Non pi obbligatoriodisegnare in tutta la sualunghezza la traccia del pianolunghezza la traccia del pianodi sezione. Rimane comunquebuona norma farlo permigliorare la lettura delmigliorare la lettura deldisegno.

    Universit degli Studi di BresciaFacolt di Ingegneria

    SezioniRif. Bibliografici: - E. Chirone, S. Tornincasa , Disegno Tecnico Industriale, Il Capitello, Torino

    - Norme UNI Disegno Tecnico 13

  • Regole per lesecuzione di sezioniParti in vista e non in vista

    La vista sezionata deve essere disposta seguendo leregole delle proiezioni ortogonali, rispettando ilregole delle proiezioni ortogonali, rispettando ilverso delle frecce e la posizione del piano disezione.

    Universit degli Studi di BresciaFacolt di Ingegneria

    SezioniRif. Bibliografici: - E. Chirone, S. Tornincasa , Disegno Tecnico Industriale, Il Capitello, Torino

    - Norme UNI Disegno Tecnico 14

  • Regole per lesecuzione di sezioni

    U i d

    NOSIUna sezione deveessere eseguita solo seaggiunge informazioni aldisegno.

    SI NOGeneralmente nelle

    SI NOsezioni bisogna evitarela rappresentazionedegli spigoli nascosti.degli spigoli nascosti.

    Universit degli Studi di BresciaFacolt di Ingegneria

    SezioniRif. Bibliografici: - E. Chirone, S. Tornincasa , Disegno Tecnico Industriale, Il Capitello, Torino

    - Norme UNI Disegno Tecnico 15

  • Errori tipici nellesecuzione di sezioni

    Universit degli Studi di BresciaFacolt di Ingegneria

    SezioniRif. Bibliografici: - E. Chirone, S. Tornincasa , Disegno Tecnico Industriale, Il Capitello, Torino

    - Norme UNI Disegno Tecnico 16

  • Errori tipici nellesecuzione di sezioni

    Universit degli Studi di BresciaFacolt di Ingegneria

    SezioniRif. Bibliografici: - E. Chirone, S. Tornincasa , Disegno Tecnico Industriale, Il Capitello, Torino

    - Norme UNI Disegno Tecnico 17

  • Modalit di sezionamento

    Ci sono pi modalit per eseguire una sezione, l l importante scegliere la tecnica pi appropriata per

    ogni singolo caso:

    Sezioni per un unico piano;Sezioni per piani paralleli;Sezioni per piani paralleli;Sezioni per piani consecutivi e concorrenti;

    Semisezioni;Sezioni parziali;pSezioni ribaltate in luogo;Sezioni in vicinanza.

    Universit degli Studi di BresciaFacolt di Ingegneria

    SezioniRif. Bibliografici: - E. Chirone, S. Tornincasa , Disegno Tecnico Industriale, Il Capitello, Torino

    - Norme UNI Disegno Tecnico 18

  • Sezioni per un unico pianoUNI ISO 128-44

    Universit degli Studi di BresciaFacolt di Ingegneria

    SezioniRif. Bibliografici: - E. Chirone, S. Tornincasa , Disegno Tecnico Industriale, Il Capitello, Torino

    - Norme UNI Disegno Tecnico 19

  • Sezioni per piani paralleliLa sezione pu essere eseguita utilizzando pi pianiLa sezione pu essere eseguita utilizzando pi pianiparalleli tra loro distanziati opportunamente.

    Il cambio del piano di sezione evidenziato dallingrossamento dellatraccia di sezione e dalla rigacorrispondente sulla sezione stessa.

    Universit degli Studi di BresciaFacolt di Ingegneria

    SezioniRif. Bibliografici: - E. Chirone, S. Tornincasa , Disegno Tecnico Industriale, Il Capitello, Torino

    - Norme UNI Disegno Tecnico 20

    p

  • Sezioni per piani paralleliUNI ISO 128-44, 128-50

    Non pi obbligatorio (marimane consentito) sfalsareil tratteggio inil tratteggio incorrispondenza del cambiodi direzione della tracciadei piani di sezionedei piani di sezione.

    Universit degli Studi di BresciaFacolt di Ingegneria

    SezioniRif. Bibliografici: - E. Chirone, S. Tornincasa , Disegno Tecnico Industriale, Il Capitello, Torino

    - Norme UNI Disegno Tecnico 21

  • Sezioni per piani consecutiviEsempio

    UNI ISO 128-44

    p

    N.B.La sezione non rappresentalo sviluppo reale del pezzo

    Universit degli Studi di BresciaFacolt di Ingegneria

    SezioniRif. Bibliografici: - E. Chirone, S. Tornincasa , Disegno Tecnico Industriale, Il Capitello, Torino

    - Norme UNI Disegno Tecnico 22

  • Sezioni per piani concorrentiPer pezzi assialsimmetrici la sezione pu esserePer pezzi assialsimmetrici la sezione pu essereeseguita utilizzando due piani consecutivi uno deiquali ribaltato sul piano di proiezione.quali ribaltato sul piano di proiezione.

    Il piano di proiezione deve essere parallelop p pad uno dei piani di sezione, la parte delpezzo che risulterebbe di scorcio deveessere ruotata e allineata alla precedente

    Universit degli Studi di BresciaFacolt di Ingegneria

    SezioniRif. Bibliografici: - E. Chirone, S. Tornincasa , Disegno Tecnico Industriale, Il Capitello, Torino

    - Norme UNI Disegno Tecnico 23

    essere ruotata e allineata alla precedente.

  • Sezioni per piani concorrentiEsempio

    UNI ISO 128-44

    p

    Anche in questo caso il cambio del piano di sezione evidenziato dallingrossamento della traccia di sezione.

    Universit degli Studi di BresciaFacolt di Ingegneria

    SezioniRif. Bibliografici: - E. Chirone, S. Tornincasa , Disegno Tecnico Industriale, Il Capitello, Torino

    - Norme UNI Disegno Tecnico 24

  • Semisezioni

    Pezzi simmetricipossono essererappresentati insemisezione. La lineadi separazione plasse di simmetria.

    Se il pezzo richiedeanche una vista, suqu st v indic tquesta va indicatala traccia dellasemisezione.

    Universit degli Studi di BresciaFacolt di Ingegneria

    SezioniRif. Bibliografici: - E. Chirone, S. Tornincasa , Disegno Tecnico Industriale, Il Capitello, Torino

    - Norme UNI Disegno Tecnico 25

  • SemisezioniUNI ISO 128-40

    Errori

    In alcuni pezzi la

    i

    tIn alcuni pezzi larappresentazione completacon la sola semisezione.

    tippicci

    Universit degli Studi di BresciaFacolt di Ingegneria

    SezioniRif. Bibliografici: - E. Chirone, S. Tornincasa , Disegno Tecnico Industriale, Il Capitello, Torino

    - Norme UNI Disegno Tecnico 26

  • Sezioni parzialiSe la parte interna daSe la parte interna damettere in evidenza limitata e facilmenteindividuabile possibileindividuabile possibileeseguire una sezioneparziale.

    Si immagina di rompere ilpezzo solamente nella zonadi idi interesse.

    La sezione parziale limitata daLa sezione parziale limitata dauna linea sottile irregolare.

    Spesso la sezione parziale Spesso la sezione parziale utilizzata in alternativa allasemisezione.

    Universit degli Studi di BresciaFacolt di Ingegneria

    SezioniRif. Bibliografici: - E. Chirone, S. Tornincasa , Disegno Tecnico Industriale, Il Capitello, Torino

    - Norme UNI Disegno Tecnico 27

  • Sezioni parzialiErrori tipicip

    Non si indica la tracciadel piano di sezione ecomunque il disegno non

    Non far coincidere il limitedella sezione con unospigolo del disegno

    Linea sottile.

    comunque il disegno nondeve risultare ambiguo.

    spigolo del disegno.

    Universit degli Studi di BresciaFacolt di Ingegneria

    SezioniRif. Bibliografici: - E. Chirone, S. Tornincasa , Disegno Tecnico Industriale, Il Capitello, Torino

    - Norme UNI Disegno Tecnico 28

  • Sezioni ribaltate in luogo

    In lcuni c si si p ss n s ui s i niIn alcuni casi si possono eseguire sezioni(trasversali) ribaltate in luogo.SI RAPPRESENTA SOLO IL PROFILO NEL PIANOSI RAPPRESENTA SOLO IL PROFILO NEL PIANODI SEZIONE.

    La sezione, che sirappresenta con lineappsottile, pu essereribaltata in luogo quandoha almeno un asse diha almeno un asse disimmetria (che anchela traccia del piano disezione)sezione).In questo caso non siaggiungono ulterioriif i ti ll iriferimenti alla sezione.

    Universit degli Studi di BresciaFacolt di Ingegneria

    SezioniRif. Bibliografici: - E. Chirone, S. Tornincasa , Disegno Tecnico Industriale, Il Capitello, Torino

    - Norme UNI Disegno Tecnico 29

  • Sezioni ribaltate in luogoEsempi

    UNI ISO 128-40

    p

    N BN.B.Spesso la sezione ribaltata in luogo (o locale) utilizzata per rappresentare la geometria deiprofilati (ferri a L, ), anche se manca lacondizione di simmetria.

    Universit degli Studi di BresciaFacolt di Ingegneria

    SezioniRif. Bibliografici: - E. Chirone, S. Tornincasa , Disegno Tecnico Industriale, Il Capitello, Torino

    - Norme UNI Disegno Tecnico 30

  • Sezioni in vicinanza

    E l l b l l

    UNI ISO 128-44

    E consentito traslare la sezione ribaltata in luogo,trasformandola in una sezione in vicinanza.L i t l ll h La sezione rappresenta ancora solo quello che tagliato dal piano di sezione, e i suoi contorni sonoi liin linea grossa.

    N.B.Per completezza si riporta che laPer completezza si riporta che lanormativa consente (come per lealtre sezioni) di ruotare la sezione

    t i i i di d l iposta in vicinanza disponendola inmodo non allineato alla traccia delpiano di sezione. In questo casobisogner aggiungere le lettere diindicazione della sezione.Questa opzione di disposizioneQ p pruotata crea ambiguit nella letturadel disegno ed quindi da evitare.

    Universit degli Studi di BresciaFacolt di Ingegneria

    SezioniRif. Bibliografici: - E. Chirone, S. Tornincasa , Disegno Tecnico Industriale, Il Capitello, Torino

    - Norme UNI Disegno Tecnico 31

  • Sezioni successiveUNI ISO 128-44

    Caso A:Si mettono le frecce perlorientamento ma non lel orientamento ma non lelettere di sezione.

    Caso B:Si mettono Si mettono frecce e lettere.

    Universit degli Studi di BresciaFacolt di Ingegneria

    SezioniRif. Bibliografici: - E. Chirone, S. Tornincasa , Disegno Tecnico Industriale, Il Capitello, Torino

    - Norme UNI Disegno Tecnico 32

  • Minimo numero di viste e sezioni

    Per una corretta rappresentazione necessariodeterminare il numero minimo di viste e sezioni attedeterminare il numero minimo di viste e sezioni attea definire loggetto senza ambiguit.

    Universit degli Studi di BresciaFacolt di Ingegneria

    SezioniRif. Bibliografici: - E. Chirone, S. Tornincasa , Disegno Tecnico Industriale, Il Capitello, Torino

    - Norme UNI Disegno Tecnico 33

  • Minimo numero di viste e sezioniEsempiop

    Si ricorda che la vista principale:Solitamente la vista maggiormente rappresentativa delloggetto;Solitamente la vista maggiormente rappresentativa dell oggetto;Rappresenta loggetto nella posizione di funzionamento, fabbricazione

    o di montaggio.

    Universit degli Studi di BresciaFacolt di Ingegneria

    SezioniRif. Bibliografici: - E. Chirone, S. Tornincasa , Disegno Tecnico Industriale, Il Capitello, Torino

    - Norme UNI Disegno Tecnico 34

  • Tratteggio o campitura

    L sup rfici pp rt n nti l pi n diLe superfici appartenenti al piano disezione vanno tratteggiate con unaserie di linee fini a 45 e distanziate

    ( lldi 1,54 mm (a seconda dellestensionedella superficie stessa).

    Linee di sezione errate.

    Universit degli Studi di BresciaFacolt di Ingegneria

    SezioniRif. Bibliografici: - E. Chirone, S. Tornincasa , Disegno Tecnico Industriale, Il Capitello, Torino

    - Norme UNI Disegno Tecnico 35

  • Tratteggio o campituraUNI ISO 128-50

    Quando linclinazione del tratteggioQuando l inclinazione del tratteggiocoincide con quella dei contorni, sidevono utilizzare inclinazioni diverse(3060)(30 60 ).Nel caso particolare di contorni a 45si possono tracciare linee di sezione a0 900 o a 90.

    Sezioni di piccolospessore possono essere

    Superfici ampie possono esseretratteggiate solamente inprossimit dei contorni p pannerite completamente.prossimit dei contorni.

    Universit degli Studi di BresciaFacolt di Ingegneria

    SezioniRif. Bibliografici: - E. Chirone, S. Tornincasa , Disegno Tecnico Industriale, Il Capitello, Torino

    - Norme UNI Disegno Tecnico 36

  • Tratteggio o campituraSuperfici diverse sezionate ed appartenenti allo stesso

    UNI ISO 128-50

    Superfici diverse sezionate ed appartenenti allo stessopezzo devono essere tratteggiare in modo identico.Pezzi diversi adiacenti devono essere individuatiPezzi diversi adiacenti devono essere individuatimediante tratteggi inclinati e/o spaziati in mododiverso.

    Il tratteggio va interrotto incorrispondenza di scritte.

    Caso particolare:Componenti consideratigruppo unico vengonogruppo unico, vengonotratteggiati nello stessomodo.

    Universit degli Studi di BresciaFacolt di Ingegneria

    SezioniRif. Bibliografici: - E. Chirone, S. Tornincasa , Disegno Tecnico Industriale, Il Capitello, Torino

    - Norme UNI Disegno Tecnico 37

  • Tratteggio e natura dei materiali

    Tratteggio generico.

    Universit degli Studi di BresciaFacolt di Ingegneria

    SezioniRif. Bibliografici: - E. Chirone, S. Tornincasa , Disegno Tecnico Industriale, Il Capitello, Torino

    - Norme UNI Disegno Tecnico 38

  • Convenzioni di rappresentazioneNervature

    Di regola, nervature, elementi di collegamento, alberi,razze di ruote dentate ed elementi analoghi non devonorazze di ruote dentate ed elementi analoghi non devonoessere sezionati longitudinalmente e quindi rappresentatiin sezione.

    L t ll l lLe nervature parallele alpiano di sezione non sitratteggiano.

    Universit degli Studi di BresciaFacolt di Ingegneria

    SezioniRif. Bibliografici: - E. Chirone, S. Tornincasa , Disegno Tecnico Industriale, Il Capitello, Torino

    - Norme UNI Disegno Tecnico 39

  • Convenzioni di rappresentazioneAlberiL it di l t lb i iLongitudinalmente alberi e perni

    non si sezionano.

    Solo tubazioni e albericompletamente cavipossono essere

    Utilizzare le sezioniparziali per

    id i i

    possono esseresezionatilongitudinalmente per

    id i l i i evidenziare cavitinterne.

    evidenziare lavorazioniinterne.

    Universit degli Studi di BresciaFacolt di Ingegneria

    SezioniRif. Bibliografici: - E. Chirone, S. Tornincasa , Disegno Tecnico Industriale, Il Capitello, Torino

    - Norme UNI Disegno Tecnico 40

  • Convenzioni di rappresentazioneRazze e ruote dentate

    Anche i denti delleAnche i denti delleruote dentate non sisezionano.z n n .

    d lRazze di pulegge, ruotedentate, , non si

    isezionano.

    Universit degli Studi di BresciaFacolt di Ingegneria

    SezioniRif. Bibliografici: - E. Chirone, S. Tornincasa , Disegno Tecnico Industriale, Il Capitello, Torino

    - Norme UNI Disegno Tecnico 41

  • Convenzioni di rappresentazioneOrgani di collegamentoAnche gli organi di collegamento g gAnche gli organi di collegamento

    longitudinalmente non si sezionano.

    Universit degli Studi di BresciaFacolt di Ingegneria

    SezioniRif. Bibliografici: - E. Chirone, S. Tornincasa , Disegno Tecnico Industriale, Il Capitello, Torino

    - Norme UNI Disegno Tecnico 42

  • Convenzioni di rappresentazioneCuscinetti volventi

    Sfere e rulli di cuscinetti volventi non sisezionano.

    Universit degli Studi di BresciaFacolt di Ingegneria

    SezioniRif. Bibliografici: - E. Chirone, S. Tornincasa , Disegno Tecnico Industriale, Il Capitello, Torino

    - Norme UNI Disegno Tecnico 43