Learning photography - Corso Base di Fotografia

Embed Size (px)

DESCRIPTION

Corso base di fotografia. di Alessandro Nofi e Marco Moretto

Text of Learning photography - Corso Base di Fotografia

  • 1. Alessandro NoMarco MorettoLP PHOTOGRAPHYLEARNINGCorso base di Fotograa introduzione alla fotograa digitale

2. Corso Base di Fotografia Learning Photography 2011 a cura di Marco Moretto e Alessandro Nofi 3. LP PHOTOGRAPHYLEARNING Corso base di Fotografia 4. CONTENUTI La Fotografia ........................................................................................ 6 La Luce ................................................................................................. 7 Fenomeni legati alla Luce ........................................................................ 8 Assorbimento .................................................................................. 8 Riflessione ....................................................................................... 9 Rifrazione ........................................................................................ 10 Sorgenti Luminose .......................................................................... 10 Il Colore ............................................................................................... 11 La Maccchina Fotografica ..................................................................... 12 Tipologie ......................................................................................... 12 Composizione D-SLR ....................................................................... 13 Obiettivi .......................................................................................... 14 Otturatore ....................................................................................... 14 Otturatore Centrale ......................................................................... 15 Otturatore a Tendina ....................................................................... 15 Esposizione ...................................................................................... 16 Messa a Fuoco ................................................................................. 16 Il Sensore ......................................................................................... 17 Obiettivo .............................................................................................. 18 Lunghezza Focale ............................................................................. 18 Luminosit ....................................................................................... 19 Profondit di Campo ........................................................................ 19 Obiettivi Normali ............................................................................. 20 Obiettivi Grandangolari e Fish-eye .................................................. 20 Teleobbiettivi ................................................................................... 21 Obiettivi Zoom ................................................................................. 22 Moltiplicatori di Focale .................................................................... 22 5. Ripresa ................................................................................................. 23 Scala dei Tempi ................................................................................ 23 Scala dei Diaframmi ......................................................................... 23 Sensibilit ISO .................................................................................. 24 Coppia Tempi-Diaframmi ................................................................. 24 Modalit di Scatto ............................................................................ 25 Progettazione ....................................................................................... 26 Consigli sulla Composizione ............................................................. 26 Regola dei Terzi ................................................................................ 27 Bokeh ............................................................................................... 27 Generi Fotografici ................................................................................. 28 Moda ............................................................................................... 28 Still-life ............................................................................................. 29 Reportage ........................................................................................ 29 Ritratto ............................................................................................. 30 6. LA FOTOGRAFIA Il termine fotografia deriva da due parole greche: phos (luce) e graphis (grafia). Per questo motivo il termine fotografia significa letteralmente scrittura con la luce.Joseph Nicphor NipceLe prime tecniche fotografiche furono messe a punto intorno al 1820, ma fino al 1880 ci furono continui perfezionamenti sia sui processi che sui materiali.Vista della camera a Le Gras, 1826. Lesposizione di questa fotografia stata di circa 8 ore. 7. LA LUCE Il termine luce si riferisce alla porzione dello spettro elettromagnetico detto visibile, cio percepibile dallocchio umano. I valori di lunghezza donda di questa porzione sono compresi tra 380nm e 780nm circa. La presenza in contemporanea di tutte queste lunghezze donda, proporzionali alle quantit presenti nella luce del sole, da luogo alla luce bianca. Nel tempo sono state formate quattro teorie diverse sullinterpretazione della luce: la teoria corpuscolare, la teoria ondulatoria, la teoria elettromagnetica e la teoria quantistica. La teoria quantistica quella oggigiorno pi accreditata, a cui studiarono anche Einstein e Plank e dove venne introdotto il concetto di fotone. La velocit della luce approssimata a circa 300.000 km/s. Lo studio dellinterazione tra luce e materia detto ottica. Le differenti lunghezze donda vengono interpretate dal nostro apparato visivo (cervello e occhio) come colori. Quasi tutti i colori che percepiamo dallambiente non sono puri, ma sono una sovrapposizione di luci. Quindi a ogni lunghezza donda associabile un colore ma non vero il contrario. 8. FENOMENI LEGATI ALLA LUCE Ci sono diversi fenomeni che influenzano o impediscono la trasmissione della luce attraversola materia. I fenomeni pi comuni sono: Assorbimento Diffusione Riflessione speculare o diffusa Rifrazione Diffrazione Quelli che tratteremo principalmente saranno lassorbimento, la riflessione e la rifrazione.Assorbimento Assorbimento, reflessione e trasmissione sono i fenomeni che avvengono quando la luce interagisce con la materia. Quando una radiazione colpisce un corpo, una parte viene assorbita, una parte riflessa e una parte trasmessa. Per la legge di conservazione dellenergia, la somma delle quantit di queste tre energie devessere uguale allenergia della luce che ha interagito con la materia. Lassorbimento la capacit di un corpo di assorbire energia mediante onde elettromagnetiche. Un materiale che assorbe la luce visibile detta pigmento. Se esso assorbe tutta la radiazione apparir nero, se invece ne assorbe solo una parte apparir del colore della radiazione riflessa. 9. Riflessione In un oggetto dalla superficie liscia, la riflessione quel fenomeno in cui langolo formato dal raggio incidente con la superficie (i) uguale allangolo formato dal raggio riflesso (r).i=r Questa detta riflessione speculare. Quando la riflessione del raggio avviene in pi direzioni si ha la riflessione diffusa. Il tipo di riflessione che avviene strettamente correlato al materiale delloggetto colpito dalla radiazione. 10. Rifrazione La rifrazione la deviazione subita dalla luce quando questa passa da un mezzo ad un altro nel quale la sua velocit di propagazione cambia. In ottica, la rifrazione avviene quando unonda luminosa passa da un mezzo con un indice di rifrazione a un altro con un indice di rifrazione diverso. Es. cannuccia nel bicchiere. La rifrazione responsabile della formazione degli arcobaleni e la scomposizione della luce bianca nei colori dellarcobaleno che avviene quando londa luminosa passa attraverso un prisma. Questo fenomeno importante in fotografia per quello che riguarda la luce che passa attraverso le lenti.Sorgenti Luminose 1. Radiazione termica Lampade ad incandescenza Luce solare 2. Emissione spettrale atomica Laser e Maser (emissione stimolata) LED (Light Emitting Diode) Lampade a scarica di gas (neon, lampade al mercurio, etc) 3. Fluorescenza 4. Fosforescenza 5. Bioluminescenza 6. Radioattivit10 11. IL COLORE Si definisce colore la percezione visiva generata dai segnali nervosi che i fotorecettori presenti nella retina mandano al cervello quando assorbono radiazioni elettromagnetiche con lunghezza donda compresa tra 380nm e 780nm. Tale percezione avviene sostanzialmente in tre fasi: 1. Lo stimolo visivo (fotoni) arriva allocchio, lo attraversa e arriva alla retina dove viene assorbito da dei fotorecettori che attraverso la trasduzione generano tre segnali nervosi, segnali elettrici in modulazione dampiezza; 2. Consiste nellelaborazione e nella compressione a livello retinico dei tre segnali nervosi, creando cos dei segnali elettrici in modulazione di frequenza (segnali opponenti) che vengono trasmessi al cervello attraverso il nervo ottico. 3. I tre segnali opponenti vengono interpretati dal cervello e si percepiscono i colori.11 12. LA MACCHINA FOTOGRAFICA Tipologie: D-SLRBanco Ottico SLR - Medio Formato12 13. Composizione D-SLR 1. Elementi ottici 2. Specchio 3. Otturatore 4. Pellicola (sensore) 5. Schermo opaco di messa a fuoco 6. Lente a condensazione 7. Pentaprisma 8. Mirino ottico13 14. Obiettivi Rappresentano la parte ottica della macchina fotografica. Si dividono in tre principali tipologie: Grandangolari Normali TeleobiettiviOtturatore il dispositivo meccanico che regola la quantit di tempo che il sensore (o la pellicola) reasta esposto alla luce. Esistono due tipi di otturatori: Otturatori centrali Otturatori